EVENTI

Lipari - sabato 21 settembre alle ore 17 con partenza da Marina Corta si svolgerà la 20a edizione della ricorrenza dello "Sposalizio dei Faraglioni"

Da un'idea dell'artista Gery Palamara, è organizzata dal Notiziario delle Eolie online, in collaborazione con il Comune di Lipari, assessorati della cultura e dello spettacolo. 
Lipari, nuovo appuntamento per la ricorrenza dello "Sposalizio dei Faraglioni". E che sorprese...

755f7878-f07c-482a-b0b2-9f8037d3d554.jpg

71648959_10217898155999064_2920029439985188864_n.jpg

lingua-1024x683.jpg

Gli affari del giornalista nell'isola del Postino

Cronista di politica regionale a Messina per Gazzetta del Sud e palazzinaro spregiudicato a Salina pronto a corrompere nell'isola chi poteva consentirgli un affare milionario. Il doppio volto di Mario Primo Cavaleri “dipinto” nell'avviso di conclusione indagine condotta dal Pm di Barcellona Pozzo di Gotto Federica Paiola. E' lui la figura di spicco nell'inchiesta sugli abusi edilizi nel paradiso delle Eolie dove costruire case solletica gli appetiti economici. Da più di un anno in pensione dal quotidiano messinese, è stato caposervizio, e direttore responsabile del giornale online "Qui Sicilia", il nome di Cavaleri è di quelli che "scuotono" gli ambienti politici e giornalistici siciliani. Più che “Spalle al mare” - come recita il titolo del suo ultimo libro che racconta vent'anni di cronaca - sembra ora essere arrivato con le spalle al muro. Il pm, per il giornalista - così come la soprintendente ai Beni Culturali Mariella Vinci - aveva chiesto gli arresti domiciliari.

Seppur non indagati, rientrano nell'informativa il professore Marcello Saija, capogruppo di minoranza al Comune di Santa Marina Salina, membro del comitato di redazione di "Qui Sicilia" e proprietario di un albergo a Salina, favorevole al progetto di Mario Cavaleri, e il figlio del giornalista, Massimiliano, curatore del Marefestival di Salina che riceve contributi dall'ente pubblico eoliano ed è anche addetto stampa dell'Ordine dei Medici di Messina. Secondo l'accusa Mario Cavaleri voleva sfruttare a proprio piacimento, dopo averli acquistati, i terreni di Lingua grazie al potere dell'allora sindaco Massimo Lo Schiavo e al sostegno del responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di Santa Marina Salina Giuseppe Caravaglio. Mario Cavaleri che risiede a Messina è nato a San Giovanni di Gerace in provincia di Reggio Calabria 69 anni fa.

Un complesso turistico con piscine al posto di un agriturismo
L'indagine sostiene che Caravaglio in complicità con Lo Schiavo ha rilasciato al giornalista, committente di opere edili di lottizzazione in località Lingua, la concessione edilizia n. 1 del 31 ottobre 2016 per costruire un complesso turistico stagionale in zona C3. Le abitazioni previste avrebbero avuto l'effettiva destinazione d'uso di dimore private in contrasto con quanto previsto dagli strumenti urbanistici vigenti che devono sottostare alle norme sull'agriturismo. Cavaleri, in cambio - secondo la procura - ha promesso un regalo al tecnico (probabilmente denaro) garantendo invece all'ex sindaco l'intercessione presso l'allora presidente della Regione Rosario Crocetta della nomina di Lo Schiavo ad assessore regionale e di articoli di stampa favorevoli.

Indagata pure l'attuale soprintendente ai Beni Culturali Mariella Vinci, che all'epoca era dirigente dell'ente. La Vinci ha ricevuto in pagamento - secondo gli atti giudiziari - a carico dell'associazione "Prima Sicilia" presieduta da Massimiliano Cavaleri un soggiorno a Salina dal 2 al 5 agosto 2014 di 660 euro all'hotel Bellavista per un atto contrario ai doveri di ufficio. La Vinci rilasciava a Mario Cavaleri l'otto luglio 2014 i pareri 4303 e 4329 alle opere richieste nonostante fossero in contrasto con gli strumenti urbanistici.

Accuse che per Lo Schiavo, Caravaglio, Mario Cavaleri e la Vinci vanno dalla corruzione, alla corruzione per un atto contrario ai doveri d'uffcio in concorso, all'abuso di ufficio. I carabinieri di Milazzo sostengono che Caravaglio inizia a parlare del progetto nel giugno 2014 quando colloquiando con l'amico Nino Famulari, vicesindaco allora del Comune di Santa Teresa Riva (allora guidato da Cateno De Luca, attuale sindaco di Messina) fa comprendere che la destinazione finale del complesso non sarà di natura agrituristica - secondo le norme vigenti - ma residenziale. I due discutono del fatto che Cavaleri volesse trovare una ditta disposta a realizzare cinque villette lasciandone in cambio due all'impresa e sono molto interessati al piano tanto che Caravaglio consegna il progetto a Famulari che dovrà studiare una proposta da fare a Cavaleri.

Lo Schiavo è informato e Cavaleri lo avvisa che il progetto è stato firmato dalla Soprintendenza e che porterà direttamente lui in Comune la copia vistata.

Le intercettazioni
Cavaleri discute con Caravaglio dopo la modifica del progetto per far sì che venga presentato come attività agroturistica: "Poi quando ci vediamo, io voglio farti un bel regalo...per te ho un regalo di compleanno, quando ci vediamo fuori da queste mura, da queste mura". Caravaglio: "E andiamo tutti...". Cavaleri: "Non ti scantare".

Prima di ricevere il regalo Caravaglio informa Cavaleri che il sindaco non è d'accordo con le piscine e che è lui che decide. Il giornalista stizzito risponde: "Non si può essere un braccino corto, qual è il problema, non è che sono gran piscine olimpioniche, stiamo parlando di una macchia azzurra e scusa questo che cavolo ve ne frega a voi come Comune, qua il problema semmai doveva essere del paesaggio della sovrintendenza, la sovrintendenza dice sì, voi perché dovreste dire no".

Il 7 agosto 2014 Lo Schiavo viene contattato da tale Francesco De Francesco, la moglie di qyest'ultimo è rimasta entusiasta di Salina e vorrebbe acquistare casa e il primo cittadino gli consiglia di contattare Mario Cavaleri. Il sindaco è già sicuro - secondo l'accusa - che la cosa vada in porto e che le abitazioni saranno vendute.

Il 13 agosto 2014 altro contatto telefonico tra Cavaleri e Caravaglio con il cronista che dichiara: "Non è che mi lascia stu, questo pensierino per te, a fare la muffa". Il geometra risponde: "No, assolutamente, adesso che lo so, vengo". Cavaleri: "Diciamo che le cose, non sono cose che scadono ehm, ehm".

A Lingua pare che in questo momento ci sia la struttura del sogno edilizio del giornalista, i carabinieri di Salina sono venuti inforlmante a conoscenza che il 28 febbraio 2017 l'Ufficio tecnico del Comune di Santa Marina Salina dopo una richiesta dell'amministrazione comunale sollecitata da un cittadino effettuava un sopralluogo nel cantiere acquisendo documenti e ravvisando difformità rispetto ai progetti autorizzati.

I carabinieri avevano richiesto anche gli arresti domiciliari per Mario Cavaleri e Mirella Vinci per evitare inquinamento delle prove e reiterazione dei reati, richiesta non accolta. (messinatoday.it) 

A SANTA MARINA SALINA STAMANE CONSIGLIO STRAORDINARIO. LA MINORANZA "DIMETTIAMOCI IN BLOCCO, IL SINDACO ARBAIA E LA MAGGIORANZA ANDIAMO AVANTI RIMANIAMO IN CARICA..."

Salina - Consiglio comunale partecipato stamane al Comune per discutere dell'inchiesta "Isola Verde" avviata dalla procura della Repubblica di Barcellona e che ha coinvolto ben 84 persone anche di Malfa. Il gruppo di minoranza guidato da Domenico Giuffrè dopo 2 ore e mezza ha ribadito la necessità di dimissioni in blocco della giunta comunale e di tutti i consiglieri comunali. "Riteniamo - ha sottlienato il capo gruppo Giuffrè - che anche in questa circostanza siano il dialogo ed il confronto gli strumenti più funzionali ad individuare le scelte da operare per riportare serenità all’interno della nostra piccola comunità e per restituire dignità ad una cittadinanza composta, per la stragrande maggioranza, da persone oneste e vogliose di riscatto. Ci auguriamo che questo bisogno possa essere, più che in passato, adeguatamente condiviso da tutto il consiglio comunale". La richiesta di dimissioni però non è stata condivisa dall'amministrazione presieduta dal sindaco Domenico Arabia e dai consiglieri di maggioranza. Il sindaco Arabia ha confermato piena fiducia nella magistratura: "proseguirò con serenità il mio mandato - ha puntualizzato - nell'assoluta legalità e nella ricerca di soluzioni che contribuiscano in maniere palese e concreta al superamento della situazione che, mio malgrado, è stata evidenziata dall'inchiesta mediante l'adozione di opportuni provvedimenti di discontinuità nell'ambito dell'attività amministrativa dell'Ente".

ansa-met.jpg

SANTA MARINA SALINA - A Santa Marina Salina si è svolta stamane una seduta del Consiglio comunale per discutere dell'inchiesta, denominata "Isola verde", avviata dalla procura di Barcellona Pozzo di Gotto e che coinvolge 84 persone, tra le quali il sindaco Domenico Arabia.
   Il gruppo di minoranza, guidato da Domenico Giuffrè, ha ribadito la necessità di dimissioni in blocco della giunta e di tutti i consiglieri comunali.
   Arabia, sostenuto dai consiglieri di maggioranza, nel confermare piena fiducia nella magistratura, ha spiegato che proseguirà "con serenità il mio mandato", parlando di "superamento della situazione che, mio malgrado, è stata evidenziata dall'inchiesta, mediante l'adozione di opportuni provvedimenti di discontinuità nell'ambito dell'attività amministrativa dell'ente". (ANSA).

NOTIZIARIOEOLIE.IT

31 AGOSTO 2019

Salina, maxi inchiesta sui Comuni di Santa Marina e Malfa. Ben 85 gli indagati per il "sacco dell'isola". Sarebbe stata pagata anche una "mazzetta". Il Punto e Virgola

4 SETTEMBRE 2019

Salina, l’inchiesta ‘Isola verde’: Gli affari dell’ex sindaco Lo Schiavo

5 SETTEMBRE 2019

 Salina, i retroscena della maxi inchiesta "Isola Verde". Tutti amici e contenti...

Giuffrè e company "si convochi consiglio comunale urgente". Si riunirà lunedi' alle 10,30

IL GRUPPO DI MINORANZA GUIDATO DALL'ARCH. DOMENICO GIUFFRE' E' INTENZIONATO A RICHIEDERE LE DIMISSIONI IN BLOCCO DELLA GIUNTA ARABIA E DELL'INTERO CONSIGLIO COMUNALE

6 SETTEMBRE 2019

Salina, Inchiesta Isola Verde e la strana storia del lido di Fasulo

7 SETTEMBRE 2019

Salina, l’inchiesta ‘Isola Verde’: “Affamato di soldi e di potere…”. Ecco tutte le accuse all'ex podestà... Il sindaco Arabia "fiducia nella magistratura e resto al mio posto..."

Guarda i video suIl Notiziario si YoutubeSeguici su  logo facebook-piccolo logo twitter 
Condividi il "Notiziario" pubblica gli articoli sul tuo profilo 

Eolie siti utili isoleolie.it - vacanzeeolie.it 
alberghieolie.com - eolianinelmondo.com 
eolieintouch.it - casevacanza.isole-eolie.com

capersud copia.jpg