78294389_2406944762966788_5829419167941394432_o.jpg

 

di Norma Chiarelli*

APPELLO PER CHI CI SEGUE E CI VUOLE BENE
ABBIAMO 16 CUCCIOLI di cane, IN DEGENZA, e stiamo finendo i VIVERI... abbiamo bisogno di CIBO UMIDO, scatolame patè o bocconcini. NOI MANGIAMO TUTTOOOO!!!
CHI VUOLE AIUTARCI può portare il cibo direttamente in DEGENZA a Canneto all'ex mattatoio, al GATTILE centro storico via nuova, oppure chiamare il 3336087581- 3387615670.
SONO TANTI E NOI CE LA STIAMO METTENDO TUTTA!!!

*Enpa Eolie

438e496a-d989-4c12-a0e4-d98a891e6d24.jpg

318c5e43-80a9-41d7-a468-f7c6a99d50be.jpg

b96f23ca-e021-48d5-b9de-3f5171ffd135.jpg

 

EMERGENZA CUCCIOLI!

Ci sono stati segnalati cuccioli, stiamo organizzando la cattura per poterli salvare dall'imminente inverno.

PER RIUSCIRE NELL'IMPRESA abbiamo bisogno di VOLONTARI.

Se vuoi risolvere il problema del randagismo, questa può essere l' occasione, AIUTANDO la nostra Associazione che opera nel territorio per la salvaguardia degli animali.

Per info 3387615670

 

Emergenza cuccioli ENPA 
Sabato dalle 17 alle 21 Enpa Sezione Isole Eolie · Lipari 

 

La Sicilia è fra le regioni più problematiche e critiche sul piano dei maltrattamenti di animali, il loro abbandono e la mancata sterilizzazione. Con la Rete Solidale, ENPA ha già attivato una serie di iniziative per gli interventi più urgenti di cura/sterilizzazione, sensibilizzazione dell'Autorità competente e (ove possibile) di collocazione degli animali presso famiglie affidatarie.

Si ritiene che a questa benemerita attività debba essere affiancata una forte azione culturale che si basi sul presidio della legalità. E' pertanto intenzione del Servizio Nazionale Guardie Zoofile ENPA formare soggetti che (prioritariamente attraverso prevenzione, l'informazione e il continuo stimolo alle Istituzioni ad adempiere ai doveri sanciti dalla normativa) svolgano questa fondamentale funzione.

A tal fine il Servizio Nazionale Guardie Zoofile ENPA emette il seguente bando aperto a tutte le Sezioni e Delegazioni sul territorio siciliano.

Materiali per i corsisti o costi vivi (fatturati) saranno coperti dal Servizio Nazionale Guardie Zoofile ENPA.

Per chi fosse, quindi, interessato può mandare mail a isoleeolie@enpa.org 

Caro Direttore,

vorrei mi aiutassi a far voce una vicenda spiacevole avvenuta alle ore 5 del 6 agosto scorso.
Durante l’aggressione da parte di un branco di cani ad un gatto, l’intervento di un ragazzo “ in mutande” alzatosi dal letto svegliato dalle urla del gatto e dall’abbaio del branco, ha permesso al povero felino l’apparente salvezza trovando rifugio all’interno della nave Filippo Lippi ormeggiata al porto di Lipari. 
Sia il guardiano della nave che altri componenti addetti ai lavori hanno visto il gatto rifugiarsi tra le cime,verricelli e quant’altro. La nave è regolarmente salpata X Milazzo alle ore 6.30 dove è rimasta oltre 5 ore ormeggiata prima di ritornare nuovamente a Lipari. Fino ad ieri sera,intorno alle ore 22 , disconoscevo l’accaduto ma una mia cliente, la cui abitazione si trova proprio al Porto e la cui professione le consente la conoscenza del mondo portuale , mi ha telefonato per riferirmi quanto successo nei particolari raccontandomi di essere stata informata da un portuale convinto che la signora fosse La proprietaria del povero gatto. 
In seguito alla telefonata ricevuta ho informato subito gli amici della nostra sezione per decidere sul da farsi: recarci al porto! Per l’occasione mi sono rivolta all’ex comandante della capitaneria di Lipari, ultimo conosciuto personalmente , per avere consigli sulla modalità da osservare per poter chiedere notizie in merito all’accaduto e cioè chiedere al guardiano della nave di farci autorizzare da chi di dovere a salire a bordo della nave per cercare lo sventurato animale. Si è presentato,dopo lunga attesa , un ufficiale che non solo ci ha trattato in modo scortese ma asserendo che a bordo non c’era nessun gatto e che se ci fosse stato di sicuro si sarebbero sentito i lamenti e che comunque era sceso!!
Ci chiediamo: se un animale sale su una nave così come è avvenuto, non si devono informare le autorità competenti?
Non si deve provvedere a mettere in sicurezza passeggeri ed animale?
Come mai nessuno ne a Lipari , ne a Vulcano, ne a Milazzo ha informato chi di dovere?

PER LE ALTRE NOTIZIE CLICCARE NEL LINK LEGGI TUTTO

BUON ONOMASTICO A PADRE GAETANO SARDELLA

Aldo Natoli: Dal Notiziario delle Isole Eolie giungano a Mons. Gaetano Sardella gli auguri di buon onomastico 
A Don Gaetano auguri anche dal Notiziario

AVVISO: É stato smarrito sul corso Vittorio Emanuele un grosso mazzo di chiavi, identificabile anche per un moschettone di alluminio azzurro. Chi lo dovesse rinvenire é pregato di contattare la redazione. Grazie

Cerco Babysitter per i miei bambini dalle 8/8,30 alle 15 ... i bimbi hanno la femminuccia 2 anni e 5 mesi e il maschietto ha 1 anno e 6 mesi... cerco una persona rispettosa onesta con tanta voglia di ridere e giocare con i bambini xke loro sono socievolissimi e soprattutto deve amare i bambini... contattare al 3315040066... anche da subito

 

Buongiorno Bartolino,
ti scrivo in merito ad un argomento affrontato tante volte e cioè la
raccolta delle deiezioni dei cani padronali.
Qualche giorno fa, parlando con un’amica sulla nuova piazza Mazzini, venne fuori questo problema che non vuole assolutamente , e poi lungi da me farlo, darne colpa ai cani ma bensì ai proprietari che non escono muniti di apposito sacchetto perché non ancora culturalmente preparati! Questa piazza e le nostre strade sono sempre scenario di questa realtà,
espressione del mancato rispetto delle regole che esistono per fortuna ma che l’organo competente non fa rispettare.... in tutti i comuni d’Italia è la polizia municipale a vigilare in materia ma non si capisce il perché a Lipari si disattende da sempre! Della legge regionale SICILIA n. 15 del 2000, e allegati seguenti , pare non si conosca nulla da 18 lunghi anni ... eppure è così semplice da interpretare e di facile attuazione dove il fenomeno tanto discusso del Randagismo viene regolamentato da innumerevoli articoli ma perché si continua ad omettere???

---1) Quando ci si ritrova INSIEME a CONDIVIDERE una PASSIONE e ci si pone un OBBIETTIVO volto a far del BENE a chi ne ha BISOGNO e, soprattutto, quando la PASSIONE e l'AMORE fanno da cornice nel nevralgico argomento "ANIMALI" ...ecco che la PERSEVERANZA di SONIA e ROSETTA viene premiata ed è questo il caso: per la LORO VOLONTÀ e DETERMINAZIONEnasce la DELEGAZIONE ENPA di MALFA!

Nascerà in OASI FELINA, si attuerà l'ANAGRAFE CANINA, iniziera' una CAMPAGNA DI STERILIZZAZIONE: questo ACCADE quando un SINDACO come CLARA RAMETTA allarga le braccia e pone una importante svolta! GRANDI DONNE: QUESTA È STORIA.

 

2) UNA BELLISSIMA NOTIZIA PER LA NOSTRA SEZIONE DI LIPARI: AVREMO AL NOSTRO FIANCO  L'ISOLA DI SALINA. Si apre a SALINA LA DELEGAZIONE ENPA, GUIDATA DALL' AMATA E GENEROSA SINDACO CLARA RAMETTA che ha già stabilito FONDI E TERRENO per realizzare un rifugio per i loro randagini!! CON LORO CI SENTIREMO PIÙ FORTI e soprattutto meno isolati....
LA SEZIONE DI LIPARI RINGRAZIA L'AMMINISTRAZIONE DI SALINA CHE CON LA CONVENZIONE FATTA CON la nostra sezione, DIMOSTRA FIDUCIA AMORE E RICONOSCIMENTO PER IL LAVORO SEMPRE SVOLTO DA NOI VOLONTARIE DI LIPARI.
Ci auspichiamo che il buon esempio ILLUMINI ogni AMMINISTRAZIONE del nostro paese...

Enpa Sezione Eolie

Scrivo con la speranza che possiate aiutarci a far eco a questa triste storia accaduta a Salina.
Tre dolcissimi cuccioli sono stati abbandonati verso metà aprile lungo la strada che sale sulla montagna dell'isola (la montagna è riserva naturale). Si è formato un gruppo spontaneo di volontari per fornire loro cibo e acqua tutti i giorni in attesa di idonea sistemazione. Personalmente mi ero offerta di microchipparli e vaccinarli ed avevo già dato gli antiparassitari.
Tutto sembrava andar bene...Dal dottore Giancarlo Baldanza, e' stato creato un gruppo su WhatsApp, "i canuzzi della montagna" , che riuniva tutti i volontari per dare aiuto concreto e continuo a quei 3 meravigliosi cuccioli. Tutto stava procedendo bene, ma dalla sera del 23 maggio i cuccioli sono spariti nel nulla. Sono stati cercati dappertutto anche con l'aiuto della Forestale, ma nulla. Anche il sindaco è a conoscenza di questa storia...Ci auguriamo che qualche turista in passeggiata li abbia portati con se ma se non diamo voce a questa vicenda non lo sapremo forse mai! Tenteremo il tutto e per tutto pur di venirne a capo confidando nell'aiuto di professionisti come voi che possano contribuire affinché scopriremo cosa realmente sia accaduto a questi poveri innocenti! Vorremmo arrivare alla tv nazionale che sia la Rai piuttosto che Mediaset e ,perché no, entrambe poiché certi che l'unione fa la forza!
Certa del vostro aiuto, sempre da voi ricevuto. Un caro saluto.

Gen.le direttore,

scrivo con grande delusione in merito a quanto accaduto questa mattina in merito al cane che tutto conosciamo come cane di Giuseppina, scomparsa pochi mesi fa.

Non essendoci piu' il suo punto di rferimento tutti abbiamo visto girovagare infreddolito, con qualsiasi temperatura, il povero animale e tutti sappiamo che Giuseppina era solita fare un giaciglio di cartoni e coperte lateralmente all'ufficio postale di Lipari corso....l'ENPA ha tentato di mantenere l'abitudine ....ma ahimeì questa mattina il direttore delle poste ha chiamato i viglili urbani per lo sgombero dell'aria in quastione!!!

Mi chiedo: che fastidio dava ?Ed ora del cane che aveva almeno un posto dove ripararesi..il suo di sempre?E questa la chiamiamo cultura?Si va solo indietro ed è veramente deludente tutto cio'!

Con l'impiego poi delle autorita' che a modo loro applicano le leggi!!!!

 

---Sono passati tanti mesi ormai dall'ultima potatura degli alberi del corso Vittorio Emanuele ed adesso la situazione sta divenendo insostenibile! I rami stanno iniziando ad occupare i balconi!
Spero chi di competenza risolverà a breve.

Indetta una raccolta fondi per poter portare il cane "Ciccio" in una clinica a Reggio Calabria per fare tac ed eventuale intervento alle vertebre cervicali.

---Se qualcuno è' a conoscenza circa la provenienza di questi cuccioli nonché dove si trova la madre e' pregato di contattarmi in qualsiasi modo anche in anonimo ma che si faccia avanti!

Voglio mettere un puntoalla gente di m.... che ancora fa nascere cuccioli e li abbandona come pezzi di spazzatura! Solo se siamo uniti possiamo fermare il randagismo a Lipari!

Ennesima vittima della crudele usanza che ancora esiste in queste isole: la tagliola! Ho finito di operare adesso per amputare l'arto a questa povera gatta tornata a casa in questo stato! Alla luce di alcune considerazioni si è potuto giungere alla ristretta cerchia di persone che abitano la zona del Monte e chi deve pagare pagherà.

LE REAZIONI NEL WEB.

Giansanto Lo Giusto: Un ringraziamento alla dott.ssa Laura Gulotta che ieri sera dalle 22.30 all'1.30 del mattino si è prodigata per soccorrere Nerina, si è dovuto amputare tutta la zampa compresa la spalla....adesso la gatta si sta riprendendo ma è ancora sotto shock....è l'ultima vittima di una lunga lista della mia famiglia felina, molti non ce l'hanno fatta a tornare a casa, qui intorno la campagna è un "campo minato".

Lucy Iacono: Caro Arch. Giansanto, mi dispiace purtroppo l'inciviltà regna sovrana! Anche i nostri piccoli ne hanno fatto le spese... In bocca al lupo a Nerina...

Cristina Roccella: Povera! Ma ho già un amico per lei! Il mio bellissimo Romeo, che ha perso una zampa in Birmania!

Marianna Barbani: Vergogna.

Rosetta Natoli: Purtroppo ci sono sempre più vigliacchi in giro!

LA TAGLIOLA E COSA SI RISCHIA.

La tagliola è una trappola per catturare topi o selvaggina di diverse dimensioni. È composta generalmente di una morsetta metallica, con orlatura a preferenza a denti di sega per trattenere la preda. Il funzionamento avviene mediante uno scatto di una molla in tensione e causato per lo più dallo stesso animale che con il suo peso fa abbassare una piastra a cui è collegato un arco di percussione azionato da una molla. L'attuale legislazione vigente in materia di tutela degli animali omeotermi e prelievo venatorio vieta la detenzione, la vendita e l'uso di trappole per la fauna selvatica, ai sensi della Legge 157/92.

Cosa rischia chi abbandona animali? E' l'articolo 727, legge 189/04 del codice penale a trattare il problema dell'abbandono e maltrattamento di animali domestici e lo fa con una maggiore sensibilità dopo la modifica apportata negli ultimi anni, prevedendo per i trasgressori, oltre ad un'ammenda fino a 10.000 euro, anche l'arresto fino ad un anno.

--Lipari: asportato proiettile dalla coscia di un gatto!
Disgusto infinito Inoltre vorrei rimarcare l'inciviltà di tanti, troppi proprietari di cani che lasciati liberi di scorrazzare ed unirsi a fare branco imperversano sulle strade di Lipari. La notte per lo più si possono osservare i soliti cani ai quali si aggiunge qualche novello ed è cosa fatta: uno, due gatti vengono accerchiati ed uccisi!!!
Gatti che vengono curati, sterilizzati e quindi controllati per limitare le nascite e porre fine alla formazione di colonie. Per i cani invece non può essere così! Nonostante le campagne di sterilizzazione, l'obbligo del microchip, nonché di tenere custodito il proprio cane, l'obbligo di raccogliere le deiezioni, il fenomeno del randagismo ta sfiorando quasi il ridicolo! Parliamo di cani randagi ma cani senza padrone o cani padronali liberati per lo più la notte ( accortezza questa visto che c'è chi lascia il cane perennemente libero! )? Il cane randagio, quello a cui tutti danno colpe di ogni genere, oggi sul territorio di Lipari e' molto poco rappresentato e finquando non si cambia modo di pensare nulla potrà cambiare da solo! Sono però certa che questa amministrazione ed in particolare chi oggi è responsabile presso il comune di Lipari del Randagismo vorrà e saprà far applicare proprio quella legge in vigore da ben 14 anni!!!! Basta dispendio di energie, forze e denaro inutilmente impiegati fintanto si lascia il "rubinetto aperto" mentre si raccoglie acqua da lontano! Se delle multe il cittadino ha bisogno che ven vengano! Chi ama gli animali e rispetta l'ambiente non può continuare a voltare lo sguardo davanti all'evidenza e di certo avere 4 cuccioli di gatto di due giorni,a cui è stata uccisa da quel branco la mamma, non è cosa facile anche se poi Madre Natura e' perfetta: una cagnetta li ha accettati e li sta allattando! Brava Camilla e grazie Elodia! Quella notte però un'altra gattina e' stata vittima dello stesso branco: lei si chiamava Trilly e viveva insieme ad altri gatti nei pressi della Piazzetta!
E' il momento di dire BASTA!

----Un cane nella giornata di ieri è' stato visto vagare per le strade del centro di Lipari. Preso in custodia da Salvatore Orto nel pomeriggio si è potuto verificare la presenza del microchip ma ahimè il tel registrato all'anagrafe canina non è più attivo ed il proprietario non ha comunicato la variazione. Siamo ancora in attesa di ricevere dati più certi per rintracciare il proprietario del cane che secondo quanto previsto dalla legge rischia un provvedimento penale per abbandono. Abbiamo passato una giornata assurda in cerca di trovare il proprietario del cane. Dei comuni cittadini che si sono imbattuti in una problematica di altrui pertinenza! Salvatore Orto, Melania Lauricella e la sottoscritta abbiamo trascorso la giornata tentando di risalire al proprietario del cane microcippato. Per un numero telefonico cambiato e non comunicato all'organo competente, non avendo trovato personale all'ufficio anagrafe del comune di Lipari per poter effettuare accertamenti, ci siamo dovuti rimboccare le maniche, cercare su internet il cognome nella città di residenza, sfruttare ognuno le proprie conoscenze e finalmente i pezzi di questo pazzo puzzle ci hanno portato al custode di Luckie che da tre giorni gli mancava da casa! In realtà non è lui l'intestatario iscritto all'anagrafe canina bensì il suo terzo padrone! Nessuno finora aveva mai pensato di comunicare la variazione dei dati! Alle ore 20 finalmente il cane incontra nel mio ambulatorio il caro amico uomo che lo riporta a casa! Ma tutto questo non sarebbe dovuto accadere! Perché?? Perché quando un cane viene trovato per strada un comune cittadino non può affrontare uno stress simile...non dovrebbero esserci ne orari ne sabato ne festivi ma solo la volontà di collaborare per riportare un cane a casa, punirne l'abbandono, od il maltrattamento ma questa sembrerebbe essere un'altra storia ma non ne sono tanto sicura!

IL COMMENTO DELL'ASSESSORE.

di Giovanni Sardella: Ringrazio di vero cuore i ragazzi tutti, le dottoresse Christine Berart, Laura Gulotta, ed in particolare Salvatore Orto, la sua fidanzata, e tutti quanti si sono resi disponibili dimostrando grande sensibilità.

Guarda i video suIl Notiziario si YoutubeSeguici su  logo facebook-piccolo logo twitter 
Condividi il "Notiziario" pubblica gli articoli sul tuo profilo 

Eolie siti utili isoleolie.it - vacanzeeolie.it 
alberghieolie.com - eolianinelmondo.com 
eolieintouch.it - casevacanza.isole-eolie.com

OLTRE-IL-SORRISO-ONLUS-banner.jpg