downloadcde.jpg

Federalberghi Isole Eolie organizza un “Supporto formativo e informativo a quanti operano nel campo della ricettività diffusa aperta al pubblico e privata”. L’evento – che si terrà a Lipari il 15 luglio alle 15.30, presso il Gattopardo Park Hotel - si focalizzerà sulla normativa delle strutture extralberghiere e delle locazioni turistiche/brevi.

L’obbiettivo principale del seminario è quello di fornire indicazioni chiare, a quanti operano nel mondo della micro-ricettività sia in forma saltuaria che imprenditoriale, per essere certi di rimanere comunque all’interno dei confini della regolarità.

Dopo i saluti istituzionali del Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, lavori saranno introdotti da Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Eolie e Isole Minori Sicilia, e da Carmelo Beninati, Componente di Direttivo e Coordinatore della Sezione Extra di Federalberghi Isole Eolie.

Seguiranno gli interventi di Saverio Panzica, esperto in legislazione e amministrazione turistica e, quindi, di Antonio Marino, Presidente Associazione Albergatori Trapani che presenterà il volume “Diritto Pubblico e Privato del Turismo”.

Il seminario si rivolge sia ai locatori che ai gestori di strutture ricettive, ai consulenti, alle forze dell’ordine e agli amministratori pubblici locali.

Ancora disagi nei collegamenti marittimi con le isole minori.

Nonostante le richieste dei sindaci, delle associazioni e, soprattutto, della diffida fatta il 17 giugno scorso dell’Assessore Regionale alla mobilità, Marco Falcone, Liberty Lines tarda a ripristinare l’intero assetto dei collegamenti con le isole minori sicilia. Avevamo già avuto modo di ricordarlo con l’ultima di una serie di note trasmessa agli organi competenti proprio il 28 giugno scorso, dichiara Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Eolie e Isole Minori Sicilia.

In particolare, nelle Eolie, il collegamento con Messina che avrebbe dovuto riprendere già dal 4 giugno con assetto invernale per poi passare a 5 corse con l’orario estivo dal 20 giugno e che risultava, infine, prenotabile solo dal 1° luglio, sembra essere ancora avvolto nel più fitto mistero.

“Questa mattina 1 luglio 2020, ore 8.00, porto di Messina – scrive su Facebook un avvocato con casa alle Eolie - dal sito di Libertylines consultato il 28 giugno, da oggi riprendeva, finalmente, il collegamento diretto per Messina con partenza alle ore 8.15. Biglietteria chiusa. Due turisti con biglietto on line già fatto che chiedevano informazioni. Abbiamo provato a chiamare al numero telefonico di Trapani che risultava dal sito dove non rispondeva nessuno. Si è scoperto poi che il collegamento oggi ancora non era attivo. I due turisti, con il biglietto già fatto, costretti a recarsi a Milazzo. Io ho dovuto rinviare a domani”.

“Sembra davvero di lottare contro i mulini a vento, insiste Del Bono. Questo ennesimo episodio – da noi verificato - si aggiunge ai disagi patiti e ai danni subiti in un periodo di faticosa ripartenza per la nostra economia. L’assenza delle corse su Messina appesantisce il resto dei collegamenti via Milazzo che – anche a causa dei mezzi costretti a viaggiare a capienza ridotta – come già più volte segnalato, risultano del tutto insufficienti in alcuni giorni della settimana. Infine, la mancanza di informazioni certe e di un’adeguata assistenza e alternativa nei casi in cui vengono improvvisamente fatte saltare corse programmate e, addirittura, prenotate aumentano i danni e la frustrazione a carico dell’utenza”.

*Presidente Federalberghi Isole Eolie e Isole Minori della Sicilia

NOTIZIARIOEOLIE.IT

 

L'ASSESSORE REGIONALE FALCONE "A BREVE PIENA CAPIENZA DEGLI ALISCAFI"

Isole minori: Falcone, a breve piena capienza degli aliscafi

“Stiamo valutando di ripristinare a stretto giro la capienza originaria degli aliscafi per assicurare, così, di nuovo a pieno regime i collegamenti fra la Sicilia e le Isole minori. Preso atto, infatti, del crescere della domanda turistica e di mobilità e del disagio sempre più pesante per abitanti, imprese e visitatori, abbiamo già autorizzato in questo fine settimane delle corse aggiuntive su Ustica e Isole Egadi. Il prossimo e imminente passo sarà il pieno recupero della capacità di linee e mezzi, così come già avvenuto in altre parti d’Italia, anche alla luce del rallentamento dell’epidemia da Covid 19 che è ormai un dato di fatto”.

Lo dichiara l’assessore regionale ai Trasporti Marco Falcone

 

Continuano i disagi nei collegamenti con le isole minori, soprattutto nei fine settimana e in alcune fasce orario.

Federalberghi Isole Minori della Sicilia chiede corse integrative o di ripristinare la capienza originaria su tutti i mezzi di trasporto di linea e non di linea.

È questa in estrema sintesi la richiesta inoltrata al Presidente Musumeci, all’Assessore alla mobilità, Marco Falcone e in copia ai Sindaci delle isole minori e all’Assessore al Turismo, Manlio Messina. La questione era già stata anticipata nelle scorse settimane: i mezzi a capienza ridotta stanno creando disagi enormi.

In Regione Veneto, venerdì scorso, è stata ripristinata la capienza su tutti i mezzi di trasporto di linea e non di linea, pur prevedendo il rispetto di tutta una serie di precauzioni tra cui l’utilizzo delle mascherine, la sanificazione dei mezzi, il ricambio di aria ecc.

Non volendo entrare nel merito della bizzarria di come anche in questo momento storico in Italia si possa procedere con regole diverse tra una regione e l’altra, pur in assenza di elementi scientifici che dimostrino maggiori o minori fattori di rischio tra una parte e l’altra dello stesso paese chiediamo al Presidente Musumeci di valutare se sussistano anche da noi i presupposti per riportare alla capienza originaria tutti i mezzi di collegamento (marittimi, su gomma, ferroviari, automobilistici, a noleggio ecc.) di linea e non di linea. In alternativa, di disporre con urgenza delle corse integrative nelle fasce orarie e nei giorni della settimana necessari, sulla base delle indicazioni dei Sindaci delle Isole Minori. Chiediamo, infine, di poter recuperare tutte le corse non effettuate durante il periodo di lockdown”.

Anche in questo caso, le isole minori della Sicilia per effetto delle restrizioni imposte - proprio perché più remote rispetto alle località turistiche della terra ferma - stanno pagando il prezzo più alto senza che sia ancora pervenuta alcuna specifica forma di compensazione a riguardo”.

 

---Federalberghi Isole Minori della Sicilia accoglie con favore l’iniziativa del Governo Musumeci di chiedere lo stato di calamità e quindi misure economiche straordinarie per Lampedusa e Linosa e auspica che questa venga estesa anche alle altre isole della Sicilia.

La delibera della giunta regionale con contestuale richiesta alla presidenza del consiglio dei ministri deriva dagli ingenti danni causati sull’economia locale dalle restrizioni imposte per contenere il diffondersi del contagio.

Le isole della Sicilia sono a trazione turistica e il 50% della stagione è ormai andato in fumo, mentre per i mesi di luglio, agosto e settembre si prevedono dei cali di fatturato significativi rispetto al 2019. Questi, non consentiranno alle imprese stagionali delle isole minori di coprire i costi di gestione, parte dei quali insistono su base annuale. L’economia delle piccole isole dipende quasi esclusivamente dagli effetti diretti, indiretti e indotti derivanti dal turismo i cui flussi, anche per il 2021 si attende un forte calo rispetto al 2019. Alcune isole sono a rischio spopolamento e in altre si sono già registrati grossi disagi sociali che a partire dai primi mesi invernali saranno sicuramene amplificati.

“Occorre una fiscalità di vantaggio e misure per incentivare la creazione di occupazione per evitare di ripiombare in una nuova perdurante e ancor più grave crisi economica di quella precedente, con pesanti strascichi negli anni a venire. Chiediamo al Governo Musumeci di perorare la causa della doppia insularità delle nostre isole presso il governo nazionale, affinché ne vengano adeguatamente riconosciute le peculiarità e gli svantaggi socio-economici e strutturali già sanciti dal trattato di funzionamento dell’UE e siano assegnate quelle misure speciali che ad oggi non sono state previste né in ambito regionale né tantomeno dal Governo Conte”.

 

---Federalberghi Isole Minori Sicilia scrive all’Assessore Regionale alle infrastrutture e alla mobilità, Marco Falcone e in copia al Presidente Musumeci, all’Assessore al Turismo Manlio Messina, ai Sindaci e alle società di navigazione per chiedere il pieno ripristino dei collegamenti con mezzi veloci con le isole minori.

Con ordinanza n. 23 del 3 giugno 2020, il Presidente Musumeci, accogliendo le richieste dei Sindaci delle Isole Minori e delle associazioni locali – dimostrando grande sensibilità istituzionale ed attenzione per le isole minori - prevedeva che gli esercenti di servizi di trasporto pubblico locale di linea riprendessero ad effettuare i servizi di collegamento secondo gli assetti stagionali previsti. Tali disposizioni venivano reiterate con la successiva ordinanza (n. 25) del 13 giugno.

Ad ormai due settimane dalla prima ordinanza, gli assetti cosiddetti invernali, sia pure nei giorni scorsi lentamente incrementatisi, risultano ad oggi ancora deficitari. Questo, soprattutto nel comparto Eolie, sta creando non pochi disagi sia ai visitatori che a pendolari e residenti.

Gli assetti estivi, la cui entrata in vigore, è prevista a partire dal 20 giugno (il 10 per Pantelleria) non risultano in atto ancora prenotabili. Questo, oltre a ridurre il numero di mezzi disponibili sulle varie tratte (vedi Eolie, Egadi e Ustica), ne elimina alcune totalmente. È il caso della tratta Messina-Eolie non ancora ripristinata e in atto prenotabile solo dal 1° luglio o la Palermo – Eolie che dovrebbe essere in funzione dal 20 giugno ma che in atto non risulta ancora prenotabile. Stesso ragionamento per la Lampedusa – Porto Empedocle che dovrebbe essere prenotabile dal 20 giugno ma che in atto lo è solo dal 1° luglio e la Trapani-Pantelleria che parte con una settimana di ritardo (17 anziché il 10 giugno).

“Le nostre imprese stanno facendo uno sforzo enorme tra il folle e l’eroico per ripartire e dare lavoro ai propri collaboratori, cercando di salvare il salvabile di quel che rimane della peggiore stagione turistica di sempre. Chiediamo di non essere ulteriormente penalizzati e di ripristinare gli assetti previsti dai contratti di servizio in essere e di rendere immediatamente prenotabili i servizi relativi agli assetti estivi. Chiediamo, inoltre, il calcolo delle corse sin qui non effettuate affinché vengano recuperate nei periodi a maggiore intensità di traffico (agosto e i fine settimana) e di poter mantenere gli assetti estivi sino ad almeno il 20 ottobre. A tal proposito, chiediamo la definizione sin da subito di piani integrativi speciali elaborati in funzione del recupero delle corse e della ridotta capacità dei mezzi a seguito delle restrizioni Covid-19, così come già richiesto con nostra nota del 2 giugno scorso.

 

SOLLECITO ANCHE DEL SINDACO GIORGIANNI ALLA REGIONE

di Marco Giorgianni*

Come noto, già dal 25 maggio questa Amministrazione aveva con forza richiesto alla Regione e alle Compagnie di Navigazione l’entrata in vigore anticipata dell’orario estivo relativo ai collegamenti marittimi da e per le Isole Eolie, sollecitando la richiesta in più occasioni formali e informali.
Successivamente, con Ordinanza n.23 del 3 giugno, a modifica della precedente n.22, il Presidente della Regione Siciliana ha disposto la ripresa dei trasporti a pieno regime secondo gli assetti vigenti come previsto dai contratti nazionale e regionale in materiale, in ragione della quale il Comune di Lipari ha diverse volte esortato le Compagnie ad adeguare il proprio servizio in termini di numero di corse; richieste che, ad oggi, sono state solo parzialmente soddisfatte.
Pertanto, questa mattina, si è tenuta una videoconferenza tra i Sindaci dei Comuni delle Isole Eolie e la Società di navigazione Liberty Lines, occasione in cui questo Sindaco, ribadendo come il non ripristinare la piena funzionalità del servizio di aliscafi rappresenti un danno incalcolabile all’intero territorio sia in termini di diritto di mobilità di abitanti e pendolari sia dal punto di vista turistico e di programmazione, indispensabile per una ripartenza economica in una stagione già fortemente compromessa, ha ritenuto irricevibile qualsiasi ipotesi e qualsiasi proposta di una attivazione progressiva, e quindi non immediata, di tutte le corse previste negli assetti determinati dai contratti vigenti.
Per questo motivi, ho inviato nota all’Assessorato Regionale competente chiedendo un intervento immediato per la soluzione delle problematiche in atto, comprendendo certamente le difficoltà della stessa società Liberty Lines, ma giudicando necessaria, non condizionabile e improrogabile la ripresa della piena operatività dei servizi marittimi.

*Sindaco del Comune di Lipari

Federalberghi Isole Minori della Sicilia rinnova il proprio appello al Presidente Musumeci per la definizione in tempi brevi del protocollo sanitario Covid-19 per le isole minori.

In risposta alle richieste avanzate dai sindaci delle isole minori e dalle associazioni di categoria, il Presidente della Regione, con Ordinanza contingibile e urgente n. 21 del 17 maggio 2020, all’art. 22 autorizzava “i Comuni all’adozione di misure adeguate per l’accesso alle Isole minori, previa adozione di protocolli sanitari da sottoporre all’approvazione dell’Assessorato della Salute della Regione Siciliana”.

Il 21 maggio scorso, nell’ambito di un’audizione alla presenza del Presidente Musumeci e di buona parte della Giunta di Governo, i Sindaci, oltre ad alcune misure urgenti, illustravano e consegnavano bozza di un protocollo sanitario per le isole minori.

Non volendo, in questa sede entrare nella dialettica tra Regioni e Governo sull’opportunità che appare ormai superata dagli eventi di ricorrere al proposto certificato di viaggio, si ritiene fondamentale dotare le piccole isole di un protocollo che preveda procedure snelle, chiare ed efficaci volte a regolamentare alcuni aspetti specifici: eventuale registrazione monitoraggio degli accessi sulle isole; gestione e cura delle persone sintomatiche; cura adeguata delle persone positive; individuazione di strutture per le quarantene; operatività delle USCA; informazione e formazione interna ed esterna e potenziamento delle strutture sanitarie locali.

“L’assenza di un protocollo ben definito - che chiediamo possa essere definito nella prima settimana di giugno - lascerebbe sia le amministrazioni locali che le imprese del settore turistico a brancolare nel buio senza la possibilità di dare indicazioni chiare ai propri addetti e a quanti decideranno di trascorrere le proprie vacanze nelle isole minori, in quei pochi mesi di stagione turistica rimasti”. Così Christian Del Bono, Presidente Federalberghi Isole Minori Sicilia, che si rivolge al Governatore Musumeci affinché si faccia promotore della definizione del protocollo nei termini che riterrà più opportuni.

I COMMENTI

di Aldo Natoli

Da alcuni giorni vedo passare delle coppie di turisti! Addirittura ieri mattina un gruppo di ben 8 ragazze, tutti senza mascherina! Domando a quanti sono preposti ai controlli a Milazzo e sugli aliscafi: E' normale!!!

---Ritenendo di fare cosa utile, Federalberghi Isole Eolie, desidera evidenziare gli aspetti salienti per il comparto turistico-ricettivo, a seguito dei D.P.C.M. dell’8, 9 e 11 marzo scorsi del Presidente del Consiglio dei Ministri e delle Ordinanze Regionali n. 3 e 4 dell’8 marzo e n. 5 del 13 marzo scorsi, tutti relativi all’emergenza Covid19.

  1. Non è previsto alcun obbligo di chiusura o di non apertura per le strutture ricettive. Queste possono continuare ad operare, seguendo le raccomandazioni e le prescrizioni dei DPCM e delle ordinanze regionali in materia di prevenzione dei contagi.
  2. Le strutture ricettive possono ospitare viaggiatori che posseggano i requisiti di spostamento previsti dagli anzidetti decreti/ordinanza. Pertanto, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo: chi è in viaggio per lavoro, chi si sposta per motivi di salute o per altre questioni di comprovata indifferibile necessità e chi è in attesa di poter rientrare nei luoghi di origine perché partito prima che venissero imposte le restrizioni.
  3. Non spetta al titolare della struttura turistico ricettiva la verifica della sussistenza dei presupposti che consentono lo spostamento delle persone fisiche.
  4. Trovandoci però in una situazione emergenziale, anche a tutela dei nostri collaboratori e concittadini, qualora dovessimo ravvisare delle situazioni non conformi alle direttive sui motivi di viaggio, si invitano i titolari delle strutture ad informare la clientela sulle normative vigenti.
  5. Le strutture ricettive, dotate di relativa licenza, possono continuare a somministrare pasti e bevande agli alloggiati.
  6. L’ordinanza regionale del 13 marzo ha esteso le restrizioni in rientro sul territorio regionale a quanti provengano dalle altre regioni o dall’estero. Questi, hanno obblighi di comunicazione agli enti/soggetti preposti e di isolamento fiduciario per 14 gg. Rimangono esclusi quanti vi fanno ingresso per comprovate esigenze lavorative, purché queste rientrino tra quelle espressamente consentite dal DPCM dell’11 marzo 2020 e adottino tutte le misure previste per il contenimento del contagio, previste dalla normativa nazionale e regionale.
  7. L’ordinanza regionale del 13 marzo ha inoltre ridotto i collegamenti marittimi con le isole minori della Sicilia, cancellando quasi tutti i collegamenti regionali cosiddetti integrativi. Per maggiori informazioni si rimanda ai siti web delle compagnie di navigazione.
  8. Si sottolinea che le restrizioni allo spostamento delle persone fisiche si intendono tali anche all’interno dello stesso territorio comunale. Si invitano pertanto le strutture ricettive a facilitare i propri ospiti consegnando loro copia del modello di autocertificazione:  https://bit.ly/2W6ibIZ.
  9. Il Comune di Lipari ha istituito un numero per la richiesta di informazioni sull’emergenza in corso: 090 9887210, attivo dal lunedì al venerdì, nelle fasce orarie 9:00/14:00 e 15:00/18:00.
  10. I nostri uffici rimarranno chiusi al pubblico sino a data da stabilirsi. Rimarremo, comunque, disponibili in modalità smart work dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 sia telefonicamente 090 9812894 che con video chiamata via Skype: Federalberghi Isole Eolie.
  11. Per le FAQ di settore consultate la pagina sul sito di Federalberghi:

https://www.federalberghi.it/primopiano/emergenza-coronavirus-le-risposte-alle-domande-piu-frequenti.aspx

Nei giorni scorsi, visto lo stato emergenziale, con spirito di servizio, abbiamo provveduto ad inviare le circolari di Federalberghi sia agli associati che ai non associati. Chi desiderasse essere aggiunto o cancellato dalla mailing list potrà farlo inviando un’email a: info@isoledisicilia.org.

Per le ordinanze regionali: http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/

Per i DPCM: http://www.governo.it/it/approfondimento/coronavirus-la-normativa/14252

 

L'INIZIATIVA DEI RADIOMATORI

di Pino Orto*

Cari Amici, L'are (Associazione Radioamatori Eoliani), da sempre impegnata al fine della promozione dell'attività di comunicazione radio e telematica comunica quanto segue. In considerazione dell'emergenza covid-19, e ben conscia del nocumento di alcune famiglie, le quali hanno figli che, stante la chiusura delle scuole, devono affrontare sia la difficoltà di accedere alle lezioni didattiche dalle proprie abitazioni, sia quella di reperire un valido supporto (PC, tablet, ecc) da dove collegarsi, l'associazione e i suoi membri, unitamente al dott. Candia, Dirigente Scolastico dell'istituto comprensivo lipari, nonché grazie al supporto dell'amministrazione Comunale, hanno deciso di fornire un valido ausilio per i genitori, ragazzi, bambini che si trovano nelle suddette condizioni. Potete contattarci ai seguenti numeri e spiegarci le Vs. Problematiche e noi cercheremo di aiutarvi. In questo periodo solo la solidarietà e la vicinanza "virtuale" può tenerci uniti per superare questo difficile momento per il paese. Cell. 368 3287898 - 338 9374832 - 348 6366986 - 339 2683290

#voistateacasa #cipensioamonoi

*Presidente dell'associazione Radiomatori Eoliani 

 

Ritenendo di fare cosa utile, Federalberghi Isole Eolie, desidera chiarire gli aspetti salienti per il comparto turistico ricettivo, a seguito dei D.P.C.M. dell’8 del 9 e dell’11 marzo scorsi del Presidente del Consiglio dei Ministri e dell’Ordinanza Regionale dell’8 marzo scorso, tutti relativi all’emergenza Covid19.

Non è previsto alcun obbligo di chiusura o di non apertura per le strutture ricettive. Queste possono continuare ad operare, seguendo le raccomandazioni e le prescrizioni dei DPCM in materia di prevenzione dei contagi.
Le strutture ricettive possono ospitare viaggiatori che posseggano i requisiti di spostamento previsti dagli anzidetti decreti/ordinanza. Pertanto, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo: chi è in viaggio per lavoro, chi si sposta per motivi di salute o per altre questioni di comprovata indifferibile necessità e chi è in attesa di poter rientrare nei luoghi di origine perché partito prima che venissero imposte le restrizioni.

Non spetta al titolare della struttura turistico ricettiva la verifica della sussistenza dei presupposti che consentono lo spostamento delle persone fisiche.
Trovandoci però in una situazione emergenziale, anche a tutela dei nostri collaboratori e concittadini, qualora dovessimo ravvisare delle situazioni non conformi alle direttive sui motivi di viaggio, si invitano i titolari delle strutture ad informare la clientela sulle normative vigenti.
Le strutture ricettive, dotate di apposita licenza, possono continuare a somministrare pasti e bevande agli alloggiati.
Rimane ad oggi in vigore l’ordinanza regionale ell’8 marzo che prevede la quarantena per quanti in arrivo o abbiano transitato o soggiornato nei 14 gg prima dell’8 marzo nelle “ex aree rosse” (Regione Lombardia e dalle province di Province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini; Pesaro e Urbino; Venezia, Padova, Treviso; Asti e Alessandria).
Si sottolinea che le restrizioni allo spostamento delle persone fisiche si intendono tali anche all’interno dello stesso territorio comunale. Si invitano pertanto le strutture ricettive a facilitare i propri ospiti consegnando loro copia del modello di autocertificazione: https://bit.ly/2W6ibIZ. 
Nei giorni scorsi, visto lo stato emergenziale, con spirito di servizio, abbiamo provveduto ad inviare le circolari di Federalberghi sia agli associati che ai non associati. Chi desiderasse essere aggiunto alla mailing list potrà farlo inviando un’email a: info@isoledisicilia.org.

L’occasione mi è gradita per esprimere tutta la nostra solidarietà all’industria turistica, alle imprese e ai cittadini eoliani. Mi unisco all’appello dei nostri Sindaci e delle istituzioni di attenerci scrupolosamente al rispetto delle norme stabilite, nell’interesse sanitario, economico e sociale di noi tutti. Nella convinzione che, stando alle conoscenze scientifiche attuali, la rapidità con la quale ci lasceremo alle spalle questo brutto momento, dipenderà esclusivamente dai nostri comportamenti e dal nostro senso civico.

---Scadono oggi 24 gennaio i termini per aderire allo stand ISOLE EOLIE alla BIT di Milano 2020.

Come già comunicato, anche quest’anno dal 9 all’11 febbraio le Isole Eolie saranno presenti alla BIT di Milano con uno stand Isole Eolie da 20 mq, posizionato accanto a quello della Regione Sicilia.

Le strutture degli operatori turistici partecipanti all'iniziativa saranno elencate (con foto e recapiti) in un pieghevole che sarà distribuito unitamente alla brochure delle Isole Eolie a quanti visiteranno lo stand: potenziali turisti, agenzie di viaggio e tour operator.

Al termine della manifestazione, verrà inoltre trasmesso a tutti gli operatori che avranno contribuito all'iniziativa un post-event report con tutti i contatti acquisiti durante la manifestazione.

La partecipazione – per la quale è stato chiesto un supporto anche ai Comuni eoliani - è organizzata da Federalberghi Isole Eolie in collaborazione con la Aeolian Islands Destination Marketing Company.

Nel corso degli incontri presso lo stand ISOLE EOLIE, Gianfranco Taranto (addetto ai servizi di web e social media marketing alle imprese per Federalberghi Isole Eolie), coadiuvato da quanti avranno la possibilità di essere presenti presso lo stand, consegnerà ai buyer e ai visitatori la Brochure Isole Eolie così organizzata: descrizione sintetica delle principali attrazioni del territorio, localizzazione delle stesse sulle mappe per ciascuna isole, sezione travel del come arrivare alle Eolie. All'interno della brochure sarà inserito il pieghevole con l’elenco di tutti i partecipanti all’iniziativi.

Quanti desiderassero ancora aderire dovranno comunicarne l'intenzione entro il 24 gennaio indicando: denominazione commerciale dell'attività, allegando una foto che illustri la propria azienda/attività, il numero di telefono, l'email e l'eventuale sito web.

Per maggiori informazioni potete contattare Federalberghi Isole Eolie: Corso V. Emanuele n. 247 dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.00, tel. 090 9812894, info@eoliehotel.com.

*Presidente Federalberghi Eolie

Guarda i video suIl Notiziario si YoutubeSeguici su  logo facebook-piccolo logo twitter 
Condividi il "Notiziario" pubblica gli articoli sul tuo profilo 

Eolie siti utili isoleolie.it - vacanzeeolie.it 
alberghieolie.com - eolianinelmondo.com 
eolieintouch.it - casevacanza.isole-eolie.com

maisano_fiori_taxi.jpg