Pin It

asidoti.pngbnatale42.jpg

di Angelo Sidoti

"Lipari&Comune, Appunti contabili di Natale. Chi non paga i tributi..."

Anziché raccontare storielle sul tema “comune e bilancio” parliamo di fatti.

Il Ragioniere Generale nella sua periodica relazione trimestrale sugli equilibri finanziari inizia il “suo reale racconto” con una frase ormai di rito:

Liquidità dell’Ente “la situazione non cambia……..”. Ripeto non sono io ad affermare lo stato delle cose ma un dirigente dell’Ente:

“se perdura lo stato di cose sopra evidenziato a breve l’Ente si troverà impossibilitato a fronteggiare anche i pagamenti correnti compresi gli emolumenti stipendiali”.

Ora due sono le cose: o il Ragioniere Generale soffre di allucinazioni oppure qualcuno non ci racconta bene la storiella.

Esempio: nella relazione vengono richiamate le entrate:

Servizio Idrico: Al 30/09/18 su Euro 2.285.000 per l’anno 2017 importo incassato Euro 111.011,19 (solo il 5%). Negli ultimi cinque anni (2013-2017) il Comune ha incassato somme pari alla media del 43% di quelle previste in bilancio e registrando per diverse annualità ritardi nelle emissioni delle relative fatture. Attenzione che gli incassi del 2017 che ho indicato in precedenza sono solo quelli relativi ai trasporti a mezzo autobotte.

Servizio Rifiuti: Al 10/11/18 su Euro 3.089.046,59 per l’anno 2017 importo incassato Euro 1.507.915,81 (solo il 49%). Negli ultimi cinque anni (2013-2017) il Comune ha incassato somme pari alla media del 62% di quelle previste in bilancio.

Ma secondo Voi sono i piccoli contribuenti che non pagano i tributi??????????

Nel concludere la sua relazione il Dott. Subba fa un breve richiamo al contributo di sbarco: lo squilibrio di cassa tra entrate a destinazione vincolata e relative spese è correlato “alla tempistica dei riversamenti che avvengono successivamente all’impiego di parte delle risorse”.

Tenete memoria dei seguenti termini:

1)    Entrate a destinazione vincolata (contributo di sbarco e suo effettivo utilizzo);

2)    Riversamenti del contributo di sbarco nelle casse comunali.

Il resto del contenuto della relazione è sempre lo stesso dalle inefficienze sulla gestione della riscossione alle preoccupazioni sul tema delle partecipate.

Ricordo che sul tema partecipate vi sono dichiarazioni rilasciate alla stampa oltre che riportate a verbale dove l’attuale amministrazione comunale dichiara che nessun onere graverà sul nostro comune dalle procedure di liquidazione. Staremo a vedere!!!!!

E’ gradita una replica però sui contenuti e non sul punto e virgola.

PER LE ALTRE NOTIZIE CLICCARE NEL LINK LEGGI TUTTO

images/banners/immagini_random/portinenti.jpg

 

 

In attesa che il Ragioniere Generale risponda ad una mia richiesta di informazioni sul contributo di sbarco trasmessa a mezzo pec e relativa agli esercizi 2017-2018 con dettaglio di entrate mese per mese e uscite per singolo titolo di spesa, proseguiamo nell’analisi della relazione resa dallo stesso sul rispetto degli equilibri finanziari del II Trimestre 2018.

Dopo l’idrico e la tassa rifiuti oggi analizziamo la tabella relativa all’entrate da suolo pubblico.

Nel periodo 2013-2017 sono stati previsti in bilancio entrate da concessioni e autorizzazioni per utilizzo suolo pubblico per circa 2mln di Euro e di questi incassati complessivamente circa l’87%.

Pochi o molti chissà!!! Bisognerebbe verificare quali metodi di accertamento vengono applicati dai soggetti proposti al controllo e monitoraggio di tale tributo.

Analizziamo bene il dato fornito dal Dirigente del II Settore.

Nell’anno 2013 su un importo previsto di Euro 335.000 sono stati incassati Euro 402.673,42. Caspita un valore addirittura sopra le stime!!! Mi chiedo: questa maggiore entrata deriva da code degli anni precedenti (residui attivi) oppure è frutto di maggior introiti da verifiche, accertamenti e/o modifica di regolamenti e tariffe?

Dal 2015 fino al 2017 assistiamo a un fenomeno diverso. La percentuale di incasso diminuisce di anno in anno fino ad assestarsi a circa il 65% dell’importo previsto nel rendiconto del 2017. Mi chiedo: quali iniziative sono state intraprese dall’Ente e con quale tempestività lo stesso ha agito nei confronti dei soggetti che non hanno onorato il pagamento (vale anche per gli anni precedenti)? Quale motivo sottostante insiste alla determina di un importo di stima sempre uguale per gli esercizi 2016 e 2017 pari ad Euro 450.000/annui? Per caso le superfici soggette a tributo in questi esercizi non sono state incrementate?

Per concludere. Per effettuare una analisi più approfondita bisognerebbe ottenere un dettaglio degli introiti isola per isola. Tale dettaglio naturalmente necessita per tutti gli altri tributi/entrate ad iniziare dal famoso contributo di sbarco. 

---Il trasporto dei rifiuti sulla terra ferma viene affidato al vento..."

Iniziando la lettura del bilancio di previsione del 2018-2020, mi sono soffermato innanzitutto sulla relazione resa dai revisori.

Nelle conclusioni, pur esprimendo parere favorevole all’approvazione della proposta di bilancio il Collegio solleva la seguente riserva:

con riserva in merito a quanto sopra rilevato nelle osservazioni e suggerimenti al punto a) in riferimento alle previsioni per l'annualità 2020”.

Il richiamo espresso dall’organo di controllo si riferisce al piano finanziario del servizio di gestione rifiuti solidi urbani per il triennio 2018-2020 ed in particolare per l'esercizio finanziario 2020 la mancata assegnazione da parte della regione del contributo, che finanzia il costo del trasporto dei rifiuti a mezzo nave dedicata, interisole e gommato che ha determinato una riduzione delle previsioni sia di entrata che di spesa tagliando di fatto il costo del relativo servizio, in modo non conforme al trend storico, necessario al fine di garantire il regolare ed essenziale svolgimento del servizio. 

E quindiil Collegio, ove il relativo contributo regionale non verrà erogato nella stessa misura degli anni 2018 e 2019, invita l'Ente a provvedere nell'immediato all'aumento delle tariffe(Entrate certe ed esigibili) per evitare eventuali squilibri finanziari che si palesano inevitabili

Riusciranno i nostri eroi dell’amministrazione ad evitare questo disastro? Il 2018 è già passato………

Le osservazioni dell’Organo di Controllo sono pertinenti e puntuali ovvero “taglio del costo del servizio in modo non conforme al trend storico”.

Ricorderete tutti che dal Piano Economico dei Rifiuti per l’anno 2020 è stata eliminata sia l’entrata che l’uscita relativa al trasporto via nave, assumendo, pertanto, che i rifiuti sulla terra ferma li porta il vento.

Presto torneremo a parlare di contributo di sbarco……

---L’obbligo di effettuare il controllo di gestione coinvolge tutti i Comuni, a prescindere dalla dimensione demografica, così come, teoricamente, anche l’obbligo di inviare il relativo referto alla Corte dei Conti, come disposto dall’art. 198 bis.
Ho letto la Relazione dei Revisori del Comune di Lipari al Rendiconto della Gestione anno 2017, ma non riscontro il richiamo specifico prima delle conclusioni; il precedente Revisore Unico ne faceva espresso richiamo ovvero precisava:
Rendiconti 2011 e 2012:
– Approvazione Rendiconto anno 2011 “La struttura operativa a cui è stato affidato il controllo di gestione non ha presentato, da quello che risulta a quest’organo di revisione, ai sensi dell’articolo 198 del TUEL n.267/2000, le conclusioni del proprio operato”.
– Approvazione Rendiconto anno 2012 “All’organo di revisione non risulta alcun adempimento di cui all’articolo 198 del TUEL”.
Insomma il Referto è stato redatto o NO?. In caso di risposta positiva come mai non è stato pubblicato sul sito del Comune di Lipari in "amministrazione trasparente"? Il Nucleo di Valutazione da poco nominato e il Segretario Comunale cosa ne pensano?

 

-----Faccio un breve riepilogo di quanto espresso nelle precedenti puntate evidenziando le principali uscite e la loro incidenza sul totale delle entrate del 2017 da Contributo di Sbarco:

- Servizio Polizia Municipale il 32%

- Investimenti il 16%

- Servizio spettacoli-eventi il 9%

Ma quali sono i servizi che possono essere attributi direttamente al centro di costo servizi al Turismo? Da un’analisi di quanto comunicato dal Ragioniere Generale non più del 5%; massimo l’11% con l’inserimento delle spese per decoro di giardini e parchi (però bisogna considerare solo le uscite sostenute nel periodo estivo il resto sono spese correnti):

Servizi al Turismo

- Personale Euro 20.294 (spesa che non manca mai in tutte le uscite. Ma quali attività sono state svolte e in quale periodo dell’anno?)

- Servizio Sbarchi nelle Isole Minori Euro 45.896 (chissà a quanto ammonta la spesa per ogni isola)

- Spese per Arredo Urbano località turistiche Euro 38.661 (descrizione molto generica. Anche in questo caso sarebbe interessante la ripartizione per isola)

Servizi Parchi e Giardini

- Personale Euro 97.882 (quante persone per quanto tempo e in quale isola?)

- Manutenzione Aree Verdi e Fioriere Comunali Euro 4.975 (descrizione moto generica. Anche in questo caso sarebbe interessante la ripartizione per isola)

- Disserbamento e manutenzione ordinaria strade e sentieri Euro 2.659 (descrizione moto generica. Anche in questo caso sarebbe interessante la ripartizione per isola)

- Manutenzione di giardini, parchi e passeggiate Euro 3.424 (descrizione moto generica. Anche in questo caso sarebbe interessante la ripartizione per isola)

- Spese per arredo urbano Euro 4.829 (descrizione moto generica. Anche in questo caso sarebbe interessante la ripartizione per isola)

Quindi su un totale di entrate di Euro 1.989.628 solo l’11% può essere imputato direttamente alla voce Servizi al Turismo, assumendo come parametro di base (driver) i servizi legati al personale impiegato.

In considerazione che l’analisi va effettuata in modo più approfondito procederò con una richiesta di accesso agli atti nei prossimi giorni.

Nb: Affermare che senza l’introito da contributo di sbarco il Comune di Lipari sarebbe andato in dissesto non è di certo un vanto. Gestire tutte le entrate con efficienza e puntualità oltre al recupero di evasione e/o elusione potrebbe di certo determinare un beneficio per le casse comunali e per i cittadini (attività condotta negli ultimi 10 anni con scarsi risultati).

46625601_518901778606982_6172433015889723392_n.png

 

 

---Con le entrate dal contributo di sbarco abbiamo riscontrato che vengono soddisfatti diversi fabbisogni dell’attuale bilancio comunale, tra questi anche investimenti non classificabili nei servizi oggetto di prestazioni d’opera per Euro 335.318 pari al 17% del totale del riscosso dell’anno 2017.

Tali investimenti, in gran parte con descrizione generica nel file trasmesso dal Ragioniere Generale, si riferiscono a:

1) Realizzazione e posizionamento della segnaletica monitoria per la sicurezza negli ambiti costieri e marini Euro 4.992 (in quale tratto di costa sono stati installati?)

2) Manutenzione ordinaria viabilità comunale Euro 25.000 (quali tratti di strada comunali sono stati oggetto di manutenzione?)

3) Acquisto segnaletica, videosorveglianza e rilevatori di velocità Euro 59.961 (dove sono stati posizionati? In quale isola?)

4) Realizzazione zona d’ombra accoglienza aree portuali Euro 25.464 (dove sono stati posizionati? In quale isola?)

5) Spesa connessa a contributo di sbarco per opere di manutenzione straordinaria delle infrastrutture portuali Euro 115.000 (come mai questa espressa imputazione di pertinenza? In quale isola?)

6) Spesa connessa a contributo di sbarco per sistemazione viabilità comunale Euro 104.900 (come mai questa espressa imputazione di pertinenza? In quale tratto di strada?).

Insomma, nel 2017 per migliorare la viabilità tra spese di manutenzione ordinaria e straordinaria abbiamo prelevato dal contributo di sbarco Euro 129.900 mentre per le aree portuali Euro 140.464.
Secondo il mio modesto parere bisogna avere rispetto per tutti quei turisti che pagano questo tributo al momento del loro ingresso alle Eolie e soprattutto avere contezza di come queste entrate vengono spese nel territorio comunale con maggiori dettagli da parte dell’amministrazione comunale.
L’unico obiettivo da raggiungere è migliorare i servizi al turismo, unica fonte di reddito per i cittadini e gli imprenditori presenti sul territorio.

 

Guarda i video suIl Notiziario si YoutubeSeguici su  logo facebook-piccolo logo twitter 
Condividi il "Notiziario" pubblica gli articoli sul tuo profilo

Il Notiziario delle isole Eolie online siti utili
www.isoleolie.it  vacanzeeolie.it alberghieolie.com 

cot-logo2.jpg