Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità 

Questo sito utilizza Cookie tecnici e di profilazione di terze parti. Clicca sul bottone - chiudi - per accettare l'uso dei cookie e proseguire la navigazione.

Stampa

Eruption du Stromboli : des images choc, quelles consignes pour les touristes ?

Si nota con piacere che a seguito delle dichiarazioni diffuse anche a mezzo stampa del Sindaco Marco Giorgianni, dell’iniziativa di Federalberghi Isole Eolie e delle rimostranze di numerosi operatori turistici e dei rappresentanti delle istituzioni, che hanno evidenziato come il comunicato del Ministero degli Affari Esteri Francese fosse del tutto inadeguato, lo stesso sia stato rimosso dal sito dello stesso Ministero.

L’Amministrazione Comunale

LA NOTA DELLA FEDERALBERGHI

Il Ministero degli Affari Esteri francese accoglie le richieste dell’Ambasciatrice italiana in Francia, Teresa Castaldo, e rimuove il comunicato che recitava si “consiglia vivamente di posticipare il proprio viaggio alle Isole Eolie” a seguito dell’eruzione dello Stromboli del 3 luglio scorso.

L’ambasciatrice era stata interpellata il giorno prima dalla Federalberghi Isole Eolie che aveva rappresento come la situazione – grazie all’ottimo lavoro degli enti preposti e al coordinamento del Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, fosse abbondantemente rientrata. Nei tre giorni successivi all’eruzione dello Stromboli, su alcuni media erano stati infatti disegnati scenari macabri e “apocalittici”, tracciando l’identikit di un’”isola fantasma” e pericolosa.

Stromboli è un’isola abitata dalla fine del neolitico (prima età del rame) in modo ininterrotto e che oggi vive di turismo. Lo Stromboli, definito un vulcano buono, solitamente ha eruzioni regolari e monitorate. Il villaggio principale di Stromboli, per altro, non è stato minimamente colpito dal fenomeno. Non è stata disposta alcuna evacuazione o interdizione all’isola né il giorno dell’evento né successivamente.

Lo stesso Sindaco di Lipari, due giorni fa aveva per altro avuto modo di dichiarare “Non vi è alcuna ordinanza di divieto o di limitazione di accesso all’isola e quindi risulta del tutto inappropriato e infondato sconsigliarne la visita o il soggiorno. Nessuna criticità di sorta si riscontra nelle altre isole dell’Arcipelago Eoliano”.

“Ringraziamo – ha dichiarato Christian Del Bono, Presidente di Federalberghi Isole Eolie e Isole Minori Sicilia - l’Ambasciatrice Castaldo per questo pronto quanto provvidenziale intervento che ha disinnescato quello che per qualche giorno ha rappresentato un pericoloso spauracchio per i visitatori francesi interessati alle Isole Eolie: primi in termini numerici tra gli stranieri nell’arcipelago. Registriamo, ha aggiunto Del Bono anche il pronto interessamento del Ministro Moavero che ringraziamo, il cui intervento non è stato fortunatamente necessario perché nel frattempo l’Ambasciatrice Castaldo – che ancora una volta ha dimostrato concretamente di essere amica delle Isole Eolie – era riuscita attraverso la propria azione diplomatica e di chiarimento a far tornare sui propri passi il Ministero francese”.

ansa-met.jpg

(ANSA) LIPARI - Il ministero degli Esteri francese, che dopo l'eruzione del 3 luglio scorso sullo Stromboli aveva messo in guardia i turisti transalpini suggerendo loro di posticipare le vacanze in programma alle Eolie, ha rimosso l'invito dal proprio sito istituzionale. La decisione fa seguito alle proteste della giunta comunale di Lipari e degli albergatori eoliani. Sulla vicenda era intervenuta anche l'Ambasciatrice Italiana in Francia, Teresa Castaldo, che aveva fatto presente al ministero degli affari esteri francese le preoccupazioni degli eoliani per eventuali contraccolpi negativi sul turismo.(ANSA).

NOTIZIARIOEOLIE.IT

LIPARI - In seguito all'eruzione del vulcano Stromboli "se hai programmato di visitare le Eolie nei prossimi giorni o settimane, si consiglia vivamente di posticipare il viaggio". La raccomandazione del Ministero degli Affari Esteri francese pubblicata dal giornale online "linternaute.com" ha scatenato polemiche nelle sette isole dell'arcipelago siciliano che dopo i "forti botti" hanno ripreso a vivere tranquillamente anche grazie al continuo arrivo di vacanzieri e a Stromboli vi sono stati anche due matrimoni di non residenti. Afferma il sindaco di Lipari Marco Giorgianni: "Il vulcano di Stromboli e' stato interessato senza alcun dubbio da un evento di portata straordinaria e oggi è ancor più monitorato per assicurare le condizioni di sicurezza necessaria. In tal senso sono stati adottati tutti gli atti necessari, anche di interdizione alle scalate. Ma nell'isola sono stati già fatti tutti gli interventi necessari a ripristinare la normalità, sono stati rimosse le ceneri cadute sulle strade e le case, che tra l'altro hanno interessato solo la frazione di Ginostra". "E' da evidenziare - conclude il primo cittadino eoliano - che non si sono mai interrotti i servizi, compresi quelli che hanno assicurato sempre la mobilità da e per l'isola, non vi è alcuna ordinanza di divieto o limitazione di accesso all'isola e quindi è del tutto inappropriato sconsigliare l'accesso alla stessa".(ANSA)

Eruption du Stromboli : des images choc, quelles consignes pour les touristes?

Volcan qui s'élève à 924 mètres d'altitude sur l'île du même nom au large de la Sicile, le Stromboli attire chaque année des milliers de voyageurs qui tentent son ascension ou qui souhaitent l'observer de près. Considéré comme étant l'un des volcans des plus actifs d'Europe avec l'Etna, le volcan Stromboli est entré en éruption mercredi 3 juillet 2019 au large de la Sicile. 
 
Alors que des coulées de lave et des panaches de fumée de près de deux kilomètres de haut se sont échappés du cratère avant et après l'éruption, le ministère des Affaires étrangères a publié des recommandations destinées aux voyageurs français. Sur son site officiel, le Quai d'Orsay affirme qu'il convient "d'éviter de se rendre sur l'île dans l'immédiat" et qu'il est important de respecter les consignes données par les autorités locales. Si vous aviez prévu de vous rendre dans dans les îles Éoliennes dans les jours ou semaines à venir, il est donc vivement conseillé de reporter votre voyage. 
 
En cas d'urgence, vous pouvez contacter le Consulat général de France à Naples : (+39) 081 598 07 11. Jeudi 4 juillet, les habitants du petit village de Ginostra sur l'île du Stromboli se sont réveillés sous un nuage de cendres suite à l'éruption du volcan. Comme on peut le voir sur la photo ci-dessous, les cendres ont recouvert le sol et les habitations. Un élan de solidarité s'est donc crée afin de tenter de nettoyer le village au plus vite après l'éruption du Stromboli.
 
fministro.jpg
 

Une éruption volcanique, c'est quoi ? Lors d'une éruption comme celle du volcan Stromboli, la pression augmente dans la chambre magmatique et différents matériaux solides, liquides ou gazeux sont alors émis en surface : panaches de fumée, projections de pierre, lave... Les éruptions explosives comme celle du Stromboli survenue le 3 juillet 2019 sont particulièrement dangereuses.

La dernière éruption du Stromboli date de l'été 2014. Une forte activité volcanique avait également été observée par les vulcanologues fin 2017. L'éruption la plus violente et meurtrière du Stromboli reste celle de 1930. Elle avait produit alors une nuée ardente et tué six personnes au débouché du Vallonazzo, un profond ravin du flanc nord du volcan Stromboli.

C'est autour de 16h45 heures française que deux explosions se sont produites sur le versant centre-sud du cratère du volcan Stromboli, précédées de coulées de lave et suivies d'un immense panache de fumée. D'après l'agence de presse italienne ANSA, près de trente touristes qui se trouvaient à proximité du volcan ont pris peur et se sont jetés dans la mer au moment de l'éruption du Stromboli.

Plusieurs personnes ont été blessées et un homme qui faisait une randonnée a été tué par des chutes de pierre. Dans la soirée, environ 70 touristes et locaux ont également dû être évacués par un navire de la marine suite à plusieurs débuts d'incendies provoqués par l'éruption du Stromboli dans les villages aux alentours.

Immenses panaches de fumée, nuages noirs... Les images chocs de l'éruption du volcan Stromboli sont impressionnantes. Depuis les petits villages de l'île, un bateau ou un avion, les touristes et les locaux immortalisé ce phénomène en prenant des photos de l'éruption du Stromboli.

Bien évidemment, l'ascension du Stromboli est donc interdite pour une durée encore inconnue. Jusqu'à cette nouvelle éruption, il était possible de visiter le Stromboli, lors d'une ascension en randonnée ou lors d'un tour de bateau. A pied, le départ de la randonnée jusqu'au Stromboli se faisait au départ de Milazzo, ville du nord-est de la Sicile. Une fois arrivé sur place en bateau depuis l'île voisine, l'ascension du volcan doit se faire obligatoirement avec un guide. Pour ceux qui souhaitaient uniquement observer le Stromboli de loin, il était également possible de faire un tour en bateau de nuit au départ de Tropea au sud de l'Italie. Si vous aviez réserver un billet pour tenter l'ascension avec un guide, rapprochez-vous de l'organisme pour décaler les dates si cela est possible ou pour vous faire rembourser.

Le Stromboli étant un volcan explosif actif, des webcams ont été installées à proximité du cratère afin de pouvoir suivre et observer les éruptions en direct. L'éruption du Stromboli du mercredi 3 juillet 2019 n'a duré que quelques minutes, mais on peut encore observer sur la vidéo (ICI) des panaches de fumée qui s'échappent du cratère plus de 36 heures après l'éruption du Stromboli.

Mais où est situé exactement ce volcan qui est entré en éruption ? Au large de la Sicile, le Stromboli est une île volcanique qui fait partie de l'archipel des Eoliennes, dans le bassin Tyrrhénien de la mer Méditerranée (en haut à droite sur la carte). On peut se rendre sur l'île du Stromboli depuis Naples, Lipari, Milazzo et Messina en bateau.

LE REAZIONI. IL SINDACO GIORGIANNI

mgiorgianni5.jpg

di Marco Giorgianni*

1) Il vulcano di Stromboli e’ stato interessato senza alcun dubbio da un evento di portata straordinaria e oggi è ancor più monitorato per assicurare le condizioni di sicurezza necessaria. In tal senso sono stati adottati tutti gli atti necessari, anche di interdizione alle scalate. Ma nell’isola sono stati già fatti tutti gli interventi necessari a ripristinare la normalità, sono stati rimosse le ceneri cadute sulle strade e le case, che tra l’altro hanno interessato solo la frazione di Ginostra. E’ da evidenziare che non si sono mai interrotti i servizi, compresi quelli che hanno assicurato sempre la mobilità da e per l’isola, non vi è alcuna ordinanza di divieto o limitazione di accesso all’isola e quindi è del tutto inappropriato sconsigliare l’accesso alla stessa.

2) L’Isola di Stromboli è stata interessata, senza alcun dubbio, da un evento vulcanico di portata straordinaria e, per questo motivo, oggi è ancor più monitorato per assicurare le condizioni di sicurezza necessarie. Sono stati adottati, in tal senso, tutti gli atti necessari, anche di interdizione alle scalate. Nondimeno, nell’Isola sono stati già stati effettuati tutti gli interventi necessari a ripristinare la normalità: in particolare nella frazione Ginostra, maggiormente interessata dagli eventi, sono state rimosse le ceneri e i residui di materiale lavico che si erano accumulati sulle strade e le case.
E’ da evidenziare che non si sono mai interrotti i servizi, compresi i trasporti marittimi, che hanno sempre assicurato la mobilità da e verso l’isola, già dalla mattina del 4 luglio. Gli esercizi commerciali sono regolarmente aperti e svolgono pienamente la propria attività.
Non vi è alcuna ordinanza di divieto o di limitazione di accesso all’Isola e quindi risulta del tutto inappropriato e infondato sconsigliarne la visita o il soggiorno.
Nessuna criticità di sorta si riscontra nelle altre Isole dell’Arcipelago Eoliano.

Nel link che un video del Sindaco Giorgianni  sul caso Stromboli 

https://www.facebook.com/marco.giorgianni.92/videos/1583440608458626/  
  
Videomessaggio SIndaco GIorgianni 

*Sindaco

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO BIVIANO

gbiviano3.jpg

di Giacomo Biviano*

Il messaggio del ministero degli Esteri francese che ha invitato tutti i cittadini a “posticipare le vacanze alle Eolie” dopo che l’isola di Stromboli è stata interessata da un evento vulcanico di portata eccezionale rivela una triste mancanza di fiducia verso le nostre istituzioni e autorità, nonché una velata forma di egocentrismo. Il suddetto Ministero si presume, infatti, sia consapevole del fatto che i cittadini di Stromboli siano rimasti sempre nelle proprie case e non hanno mai lasciato l’isola. Nessun pericolo evidenziato dalle competenti autorità nelle zone di maggiore densità abitativa, nessuna evacuazione attuata, nessuna sospensione della mobilità, nessuna interruzione prolungata di servizi essenziali, nessun divieto di limitazione o accesso all’isola. Un avviso, pertanto, fuorviante e dannoso per il nostro turismo e la nostra immagine e che rischia di compromettere gravemente e senza motivo la nostra economia. Il rispetto di un paese verso un altro traspare anche da queste cose. Nessuna istituzione italiana, infatti, si era mai permessa di suggerire ai propri cittadini di posticipare i propri viaggi nel territorio francese subito dopo gli attacchi terroristici. E questo nonostante la perdita di alcuni nostri connazionali durante i predetti e “ripetuti” attacchi. Ci siamo fidati delle istituzioni del paese attaccato che assicurava la massima sicurezza e un alto livello di attenzione. Purtroppo, la stessa cosa non possiamo dire del governo francese che tramite il proprio Ministero degli Esteri si è precipitato e ha “vivamente” consigliato di posticipare le proprie vacanze, dimostrando una totale mancanza di rispetto verso le istituzioni e autorità italiane che hanno invece fin da subito rassicurato tutti in ordine alla sicurezza del territorio e al ritorno alla graduale normalità, oltre ad un altissimo livello di attenzione. L’unica limitazione posta, giustamente, è stata quella relativa al momentaneo divieto delle scalate al cratere. Sarebbe auspicabile, pertanto, una forte presa di posizione del nostro Governo ed in particolare del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte che da “avvocato del popolo italiano” ha il compito di difendere l’immagine e l’economia del proprio paese, nonché la professionalità delle istituzioni e delle autorità che vi operano e che nei fatti, invece, sono state mortificate dal Ministero degli Esteri francese attraverso un messaggio del tutto inappropriato.

*Presidente consiglio comunale

ANCHE A PORTICELLO ARRIVA LA LAVA DI STROMBOLI

RMANFRE.jpg

di Rossana Manfrè

Il mare di Porticello sommerso dalla lava di Stromboli 

66345347_2001740953265697_4573867920853041152_n.jpg 66202294_2001740863265706_2711183807653871616_n (1).jpg

Guarda i video suIl Notiziario si YoutubeSeguici su  logo facebook-piccolo logo twitter 
Condividi il "Notiziario" pubblica gli articoli sul tuo profilo 

Eolie siti utili isoleolie.it - vacanzeeolie.it 
alberghieolie.com - eolianinelmondo.com 
eolieintouch.it - casevacanza.isole-eolie.com

campingunci.jpg

Categoria: Opinioni