mpagliaro5di Maurizio Pagliaro

Caro direttore,

ieri sera ha cenato da me Ignazio Marino, ex sindaco di Roma, con moglie e figlia. Sono usciti raggianti di felicita', sia per l'ottima cena che per la vittoria della Roma sul Real Madrid, è un romanista sfegatato. 

im.jpg

----per segnalare che da 4 giorni il gestore Wind non ha connessione a Vulcano Porto, con tutte le conseguenze negative immaginabili per le attivita' che utilizzano P.O.S. con quella rete.

Non so se è possibile una class action, ma sicuro si deve boicottare tale gestore, per incapacita' dei manager (da 300.000 euro l'anno). Cambiamo gestore in massa, sono degli improvvisati!

unipolsai.jpg

 

Premesso che non sono un bigotto. Si vedono, purtroppo, sempre piu' spesso turisti e turiste passeggiare per le vie cittadine, chilometri dal mare, in tanga. Permettetemi un consiglio spassionato: alle signore, sic, trovate un altro modo di pubblicizzare quello che vendete, agli uomini palestrati e super tatuati, palestrate il cervello (enigmistica ) che ne ha bisogno.

---Piazzetta di Vulcano: da giorni non si lavora piu'. Dopo le rassicurazioni ed i proclami dei nostri amministratori, stiamo vergognandoci di essere eoliani. Ma loro si vergognano? 

I lavori non sono sospesi per il periodo estivo, ma interrotti da qualche intoppo. La solita incapacita' nel programmare. Ricominceranno la settimana prossima. Dopo i proclami: < i lavori per la piazzetta e la strada delle sabbie nere cominceranno a meta' gennaio >, e le rassicurazioni: < saranno pronti per la stagione estiva>. Bene i lavori sono iniziati a meta' marzo, cioe' quando, secondo i nostri amministratori, dovevano essere terminati.

"Vigile, inurbano, ma bravissimo!!!..."

Macchinone da citta', parcheggiato per giorni (abbandonato). Si meritava quel tipo di "multa ".

0a09a749-fbec-41e9-ae0f-b3cec991f783.jpg

 

Caro direttore, giorni fa Luca Chiofalo con passione e credo per il bene delle Eolie ha pubblicato le foto della spiaggia di Canneto, deserta l'11 giugno, con la scritta ironica < pienone alle Eolie>. Una analisi personale mi porta ad un ragionamento. E' finita la paura che per 5/6 anni ci ha portato flussi turistici, attentati vari in altre localita' turistiche, ma non siamo riusciti a capitalizzare, a fare meglio per mantenerli, ci siamo cullati per la manna cadutaci sulla testa. Mi faccio e vi faccio una domanda, ma perché un turista dovrebbe venire in vacanza alle Eolie? Stiamo facendo diventare le nostre isole copie delle citta' da cui scappa, la globalizzazione ci sta annullando, siamo contenti di comprare prodotti della grande distribuzione, abbiamo perso la nostra identita' isolana, le nostre tradizioni e peculiarieta', si vendono prodotti cinesi, ( che tutti hanno nelle loro citta' ) come prodotti locali e tipici, ci sono problemi di traffico veicolare, di spazzatura, di acqua, di smog e tanto per far capire meglio..........le nostre pescherie vendono il.......... salmone, Vergogna!

Globalizzazione eoliana: "Pani cunzato" (in tutto il mondo pane e companatico), "sesamini" (dalla Cina al Mozambico, biscotti al sesamo ).

Dove sono tradizioni e peculiarità? 

----Tubo distribuzione idrica interrotto per lavori comunali. Ieri mattina ho dovuto ospitare un gruppetto con i bagni forniti di acqua in bottiglie. Ho pagato ca. 24,00 per l'autobotte comunale e ho perso 1/2 ora del mio lavoro alla posta. Amministratori bravi ...

----Attenti! Alla globalizzazione

E' ..... subdola, silenziosa, codarda e traditrice. Tende a levarci le nostre tradizioni, diversita', abitudini e costumi. Ci vuole tutti uguali e appiattiti, uniformi, senza peculiarita'.... robot. Alla fine ci levera' anche l'anima!

....L'emergenza idrica Eoliana è una costante annuale. Ma alla crisi idrica dovuta a: pompe rotte, dissalatore guasto, navi in ritardo, condutture obsolete deteriorate (molto) e insufficienza di quantitativi, si aggiunge il danno dopo la beffa. Per l'incapacità o la strafottenza di chi dovrebbe prevedere "l'emergenza", siamo costretti a richiedere il servizio di autobotte, che implica una spesa divisa in acqua e servizio, ma per lo stesso servizio paghiamo gia' un canone sulla bolletta. Quindi c'è un...danno organizzato, l'ufficio idrico ci costringe a pagare un servizio 2 volte e ci obbliga in modo dittatoriale (si parla di acqua e non di champagne). Non sarebbe il caso di rifornire del prezioso liquido i cittadini, scusandosi per il disagio arrecato per l'incapacita' di chi gestisce il servizio e far pagare (GIUSTAMENTE) solo il consumo di acqua?

P.S. sarebbe un segnale di CIVILTA' e LUNGIMIRANZA POLITICA

----Caro direttore, a Vulcano emergenza furto di tavolini, avviso ai colleghi.

19452855_10154956221999735_8981635993200766295_o.jpg

---Globalizzazione Negativa batte Tradizioni e Professionalita' 10 a 0. Sconfitta a tavolino per abbandono o accattonaggio perpetuo. Ieri sera con "raccapriccio" mi è toccato di vedere gente, in un << ristorante>>, in canottiera ciabatte e pantaloncini da spiaggia. Per vendere a qualunque costo, non si ha il coraggio di dire no a chi non rispetta ne il posto, ne le persone che vi lavorano. I ristoranti, non basta il nome usurpato di " ristorante", nostri Eoliani non sono ne low public house, ne gàstehaus di infimo ordine, i signori turisti ( o meglio pseudo turisti) che richiedono queste " prestazioni da colonizzatori" farebbero meglio a stare a casa loro. Ai miei colleghi ristoratori dico: non svendetevi, mantenete la vostra dignita' professionale e le vostre tradizioni oppure non sfoggiate il titolo di " ristorante" fatevi chiamare piu' propriamente !!! BETTOLE !!!

---Ieri 12/06/2017. Interruzione energia per lavori, 5 ore, anche se preavvertiti situazione indifendibile, attivita' ferme. Ieri sera mezz'ora di black out ingiustificato ed ingiustificabile per una centrale che ci costa milioni e milioni di euro l'anno. Si prega di copiare dai privati, leggi SEL di Lipari. Da evitare gli acronimi che iniziano con E.N. cioè enti inutili nazionali.

<In modo sintetico e lapidario: <<centrale ENEL di Vulcano, VERGOGNA,VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA e ancora VERGOGNA!!!

Ecco le foto della ""spazzatura a Vulcano".....commento:<< Questa è la situazione odierna a Vulcano, 12/06/2017 ore 12.55. Ho l'impressione che la ditta vincitrice dell'appalto per la raccolta sia deficitaria in mezzi, mi spiego abbiamo gli stessi operatori ecologici degli anni precedenti che lavorano con professionalita' e spirito di abnegazione da invidiare, quindi è un problema di attrezzature o di direttive non felici. Consentitemi, non abbiamo giornate di non afflusso, quindi per la raccolta non ci debbono essere giorni festivi.

19113222_10155454572559329_1478346548_n.jpg

 

19184046_10155454572719329_2025195749_n.jpg

IL COMMENTO

di Carlotta Rusconi

Ma ci sarà un nesso logico tra elezioni e mancato ritiro immondizia a Vulcano?!!?!

19141545_10155454573224329_1423556236_n.jpg

Io non ci capisco piu' niente!
Prima tappa del viaggio all'estero Trump a Riad vende armi all'Arabia Saudita per 110 miliardi di dollari...
Trump in Terra Santa: "Abbiamo chance di arrivare alla pace".

---Una mia piccola ed informale opinione. Alla sottosegretaria Vicari che reputo fino al 3° grado di giudizio innocente: se Lei ha conoscenza di ministri che hanno avuto 3 cronografi di lusso e sono ancora in carica doveva denunciarli prima e non ora al bisogno, altrimenti è un comportamento omertoso!

Omerta':1 Forma di complicità tra gli appartenenti alla malavita, per cui una persona colpevole di reato viene protetta, anche da parte di chi ha subito il danno, celando la sua identità alla giustizia, onde evitare vendette
2 estens. Solidarietà tra gli appartenenti a una stessa categoria di persone, per cui ciascuno tiene celato l'operato dell'altro per propria opportunità o reciproco interesse. 

---Se avessi detto a mio padre:" devi dire la verita', solo la verita'", avrei ricevuto due schiaffoni e ....ti ho insegnato a dire sempre la verita' perché lo raccomandi a me? ( Raccomandazione di Renzi al padre)...c'è del carbone bagnato.

---Egr. direttore solo per raccontare un brutto sogno. " Volevo candidarmi a Sindaco di Lipari e ho interpellato Trump per designarlo assessore all'ordine pubblico, mi ha risposto che non poteva perché impegnato a felicitarsi con Erdogan, a questo punto ho rinunciato a candidarmi. Mi sono visto nei panni di quei mezzi cuochi che sfornano libri di cucina facendosi sponsorizzare da personaggi dello spettacolo. Meno male che era solo un sogno (incubo).

L'INTERVENTO

di Aldo Mollica

Quando l'ironia (colta e intelligente) trasferisce e comunica più di mille parole, allora si' che c'è il piacere di seguire. Complimenti
Maurizio, sei sempre fine, sottile e attento alle m......te propinateci. Ciao Bartolino.

---Una mia personalissima riflessione. Vedendo le foto, da Salina, di Sonia Benenati e " Eolie, i colori della natura", penso alle 2  orrende foto dei progetti di "mega porto" di Marina Corta e di Bagnamare, significano: colate di cemento, caos stradale e darsene dalle acque melmose e puzzolenti. Come dice,  chiaramente ed in modo illuminato,  la signora Pina Cincotta di Panarea < facciamo tornare le nostre isole al profumo degli anni '50>.

---Questa è l'unica ricetta o formula per il futuro del turismo alle Eolie, RITORNO AL PASSATO. Stiamo con i piedi per terra, sistemiamo, ripariamo, puliamo quello che gia' abbiamo e non pensiamo alle " mega opere". Se mi è consentito: """""IL MARE E' DEI DELFINI""""""". Cerchiamo assieme ai pescatori, di trovare una soluzione che non sia, cacciare o scacciare i delfini dal mare. Sia i pescatori che i delfini, protestano allo stesso modo, << ci rubano il cibo>>. Sforziamoci per trovare un " compromesso naturale", come dice Francesco D'ambra < cerchiamo di vivere tutti felici e contenti>.

---Ha ragione Prodi a "percepire un senso di invidia" nella dichiarazione di Dijsselbloem (che ha detto il vero). I nostri politici sono invidiati dai colleghi di tutto il mondo, sono i meno responsabili, i piu' lavativi e i piu' costosi.

---Una considerazione sull'angelus di oggi di Papa Francesco: " Denaro, piacere e potere sono motivo di infelicita' ". Credo che abbiamo  945  parlamentari infelici e anche qualche governatore che si permette di dire, a chi gli fa notare il non mantenimento delle promesse, << si metta lei al mio posto >>. Lei,  caro governatore,  per quel posto riceve uno stipendio a nostro carico, se è incapace di svolgere il suo ruolo, non tiri in ballo nessuno e per onesta' intellettuale e pratica rassegni le sue dimissioni.

Decreto Salva Banche, traduzione dal politichese all'italiano: furto ai danni del popolo di 20 miliardi di euro, autodistribuiti senza nessuna trasparenza tra banchieri politici o politici banchieri ( sempre stessi soggetti). Con l'aggravio del ricatto delle banche e di due norme: a)  non ci saranno indicazioni dei nomi ma dei «profili di rischio e meriti di credito» di chi ha ricevuto prestiti sopra l'1% del patrimonio netto delle banche che chiedono il sostegno pubblico. A chi serve una lista di nomi  e  come se si tenesse a casa lo stato di famiglia per sapere il nome dei figli . Si conoscono e riconoscono bene tra di loro.  b)  non sarà necessario presentare un piano di ristrutturazione per ottenere la garanzia statale sulla liquidità se le passività saranno rimborsate entro due mesi. " E se non saranno rimborsate?....

---Si fara' un altro decreto ".  Il premier , con molta spudoratezza, ha detto :<<  Un provvedimento che rappresenta un passo avanti per garantire più sicurezza economica a famiglie e imprese >>. D'altronde l'inciucio politica banche ha avuto il suo clou con l'istituzione da parte della Banca d'Italia della CAI (Centrale Allarme Interbancario) diventata legge e stranamente né la Consulta, né il Presidente della Repubblica del tempo si sono accorti di nulla, è di fatto " strozzinaggio legalizzato". Per un assegno che non trova provvista nel conto alla prima presentazione il  nominativo verrà segnalato alla Cai, dove rimarrà iscritto. Comporta l’interdizione per sei mesi di tutte le autorizzazioni ad emettere assegni ed il divieto di stipulare nuove convenzioni di assegno con banche o uffici postali, al fine di allontanare (temporaneamente) dal sistema bancario il soggetto che si è dimostrato inaffidabile ( doppio sic.)  Per evitare l'iscrizione alla CAI la banca chiede al beneficiario dell'assegno, che ha gia' incassato tutto l'ammontare,  di rilasciare quietanza dietro il pagamento del 10% dell'importo dello stesso assegno, spesso si tratta di assegni pagati  in seconda presentazione cioè a pochi giorni dalla prima e sono interessi che superano il 1000% su scala annua...... e l'usura cos'è? 

----Ma è stata la stessa banca a pagare l'assegno con addebito in conto e stranamente non lo sa. Contro lo spauracchio dell'iscrizione alla  CAI,  che ha causato molti suicidi di padri di famiglia  purtroppo lo abbiamo toccato con mano a Lipari, "resistenza passiva gandhiana" con annesso sfotto' tipo: lei verra' iscritto alla CAI. Quanto costa l'iscrizione ? E' gratuita < mi iscriva 2 volte > oppure < che bello mi piace scalare montagne> ( CAI è anche Club Alpino Italiano). Per 6 mesi non si potranno avere assegni, bello!  Un ricordo nostalgico, riconoscevamo i commercianti perché avevano 3 natiche, una era il portafoglio pieno, pagavano tutto per contanti senza conto in banca ,  senza assegni e senza riempire il sederino dei banchieri politici. D'altronde abbiamo avuto dei " professori " ( banchieri politici)  che insegnavano, come materia principale,  TRUFFA AL POPOLO, prima all'ateneo di MONTECITORIO poi promossi a quello piu' importante di PALAZZO MADAMA.  La ditta fornitrice di merce, che  ha gia' incassato e mi ripeto l'intero ammontare dell'assegno, si dovrebbe risarcire con normali interessi di mora e non diventare " strozzina legale" con l'avallo della banca. Quindi va ricattata: tipo ci sono altre ditte che offrono la stessa merce , o mi rilasci la quietanza senza il 10% o cambio ditta. Per questo, non si è fuorilegge ne mafiosi, ma si applica la legge piu' antica e naturale del mondo: la......... L.E.G.I.T.T.I.M.A.   D.I.F.E.S.A.

---Dalle notizie diffuse dai media, abbiamo una classe politica molto, ma molto ignorante: non sanno mai! Cosi' rispondono quando non possono difendersi. " Attenzione " è lo stesso atteggiamento dei mafiosi dinanzi ai magistrati.

P.S. Diranno che non sanno con chi hanno dormito la notte precedente.

---Un piccolo consiglio. Dopo la dichiarazione dell'on. Brunetta a rai1:  "Io sono d'accordo con la Bossi-Fini, col reato di immigrazione clandestina, con il blocco navale nei confronti della Libia, con tutte le politiche che abbiamo storicamente messo in campo come centrodestra italiano". D'accordo con Salvini, insomma. "Infatti, semmai è Trump che sta copiando noi, non il contrario. Noi, queste cose, già le abbiamo fatte.  On. Brunetta per la salvezza degli americani...cambi banco, cosi' evita di farsi copiare. Per completare:  Bossi che comprava al figlio le lauree all'estero. Fini,  presidente di una fondazione proprietaria di una villetta a Montecarlo, che non sapeva che la villetta in questione era stata svenduta a...suo cognato. Vergognatevi a presentare altre leggi.

---Mi capita spesso di leggere, attacchi, insulti, dichiarazioni di inefficienza delle amministrazioni, dei giornalisti, purtroppo con un decadimento dialettico che non è del vero politico. Ricordo che i politici di professione, stilettavano con matita,  gomma,  temperamatite o con silenzi costruttivi. Chi non aspira a cariche politiche puo' e deve lamentarsi di chi li amministra, perché non strumentalizza ma protesta. Chi invece aspira a diventare amministratore si spogli della propria  professione, parando il colpo ed usando la dialettica del politico di professione. Per chiarire: non si fa politica contando le masturbazioni giovanili dell'avversario, ma evitando di masturbarsi da adulto.

---Egr. Direttore, chiedo ospitalità' solo per esternare e far riflettere. Hanno destato, giustamente, sensazioni negative le foto trasmesse dai media turchi sull'arresto dell'autore e dei suoi complici,  della strage di capodanno  alla discoteca " Reina " di Istanbul. Volti tumefatti, maglietta sporca di sangue e scarpone sul capo. Invito a rivedere le foto del povero Stefano Cucchi ( piccolo spacciatore e non terrorista armato) , dopo che era stato  in " custodia dello Stato italiano ". Riflettete...

Per completezza di informazione, la foto di Stefano Cucchi,  che segue il mio scritto, è quella prima della " custodia dello Stato italiano ". Invito i lettori a cercare e vedere la foto dopo.

Risultati immagini per stefano cucchi picchiato

---Giustamente,  l'avvocato Salvatore Leone,  ha invitato i suoi ospiti a non sparare botti, per rispetto degli animali che istintivamente saggi, non potranno mai capire a quale punto arrivi la " testicolaggine umana ". A Vulcano, dove abito, per tutta la notte i cani sono stati terrorizzati da ...bombe, altro che mortaretti. A proposito dei 184  feriti, a domanda rispondo come un mio amico a cui dei conoscenti chiedevano se fosse contento che il vicino, subito dopo averlo querelato, scivolando si fosse  fratturato un braccio. In modo lapidario ha detto: < non sono contento, ma non mi dispiace >!

--Egregio direttore,

le chiedo ospitalita', per denunciare l'assenza di: tradizioni, cultura, professionalita' e peculiarita' EOLIANE, da parte di pseudo ristoratori. Capita spesso di vedere in alcuni ristoranti,( solo di nome), clienti mangiare in orari non consoni alle nostre abitudini e tradizioni, 17,45 per cena sic!!! o 10,30 per pranzo, doppio sic. I " falsi turisti" che chiedono questo tipo di prestazioni, debbono capire che fare turismo è anche rispettare le abitudini e le tradizioni dei posti visitati ( o giustamente si dovrebbero chiamare " colonizzatori " ). Essere " globalizzati " in senso negativo, significa non fare trovare ai turisti  le peculiarita' "EOLIANE" , ma quello che hanno lasciato a casa, da cui scappano o evadono.  Ben vengano bar, pub, tavole calde etc. che soddisfano i clienti a qualunque ora, è il loro lavoro, ma i ristoratori che lo fanno dovrebbero  cambiare mestiere, e dato che si vendono....  ha  capito che mestiere dovrebbero fare. 

---A Vulcano mini parcheggio bici "ancora chiuso", caos nelle strade, cercasi un posto bici!!!

P.S dopo un anno ed un mese dalla richiesta di spazio per bici, (mai avuto una risposta...sordi? e non Alberto) sono in attesa...e non dolce. La civilta' di un popolo si misura anche dal numero inferiore di auto in circolazione.

L'anno scorso, cioe' Aprile 2015, presentavo alla delegazione Municipale di Vulcano, l'istanza che le invio. Non pretendo che sia accettata, PRETENDO, da cittadino,  una risposta.  Credo che in un paese civile la risposta sia d'obbligo, anche per evitare l'ASSURDO  che se ci sono problemi di traffico

Egregio direttore,

a causa di turisti maleducati, ho dovuto esternare, la mia ben controllata rabbia, con questo scritto.    

P.S. Invito i colleghi professionisti a copiarlo ed esporlo.

L'anno scorso, cioe' Aprile 2015, presentavo alla delegazione Municipale di Vulcano, l'istanza che le invio. Non pretendo che sia accettata, PRETENDO, da cittadino,  una risposta.  Credo che in un paese civile la risposta sia d'obbligo, anche per evitare l'ASSURDO  che se ci sono problemi di traffico è colpa delle biciclette.

Salve direttore,

solo per esprimere delle perplessita' sui diktat "illogici " delle soprintendenze. Scrivevo, non tanto tempo fa : <Come si possono  intentare dei processi penali per una tenda che sporge 10 cm. dalla facciata, non sarebbe da paese civile diffidare il proprietario a rimuoverla ? > Con piacere ho constatato che la civilta' è arrivata alle Eolie, infatti siamo stati invitati dall'ufficio illeciti a rimuovere le insegne, tende, motori di condizionatori etc. Non capisco con quale logica, se non vessatoria e dittatoriale, si possano equiparare delle insegne a bandiera, tende, condizionatori etc  al reato di abuso edilizio con conseguenze penali esagerate. Signori legislatori, prima di emanare leggi, norme e regolamenti, testate la vostra lucidita' mentale. Concittadini ed italiani, attenti si inventeranno la " Soprintendenza ai beni sessuali " con conseguente installazione in ogni camera da letto di contatori di baci, carezze, etc etc. ATTENTI!!!

Egregio direttore, Le chiedo un piccolo spazio, per cercare di salvare la faccia degli italiani, che debbono spiegare al resto del mondo, come hanno scelto chi li amministra e li governa. Senatore giovanardi (minuscolo, non merita l'iniziale maiuscola), dopo la delegittimazione della sua legge, la Consulta ha impiegato " solo " 8 anni a farlo, la figuraccia alla trasmissione < Le iene > e per finire il suo show di ieri, non era su un palcoscenico, ma al Senato della nostra Repubblica; le chiedo, ed assieme a me tantissimi italiani, di lasciare la politica attiva e pensare da ora alla sua vita da pensionato ricco. 

--Egregio direttore, non è uno scorcio di Amsterdam...incredibilmente e fortunatamente è un tratto della Via Provinciale a Vulcano...Forse si sta elevando il livello di civilta' dell'isola.

bici4

--Da circa 50 anni sento parlare di destagionalizzazione del turismo alle Eolie. Leggendo le considerazioni dei giorni scorsi sul suo Notiziario ed ascoltando turisti e residenti, mi sembra di capire che tutto si risolve in bei discorsi ma in niente di concreto. Le riporto una recensione su TripAdvisor, sito consultato dappertutto ed in tutte le lingue, recensito il 6 gennaio 2015: << bloccati da giorni a Vulcano causa maltempo, finalmente siamo al molo. Ma la nave ha più di un'ora di ritardo. Intimoriti dal freddo, cerchiamo un riparo... >>. Non possiamo, neanche lontanamente, pensare che i signori torneranno a Vulcano nelle festivita' di fine anno. Sento la nostalgia dei tempi quando a Vulcano tutti i giorni dell'anno c'era un bar ritrovo al porto  (rifugium viaggiatorum) era bello poter aspettare navi e aliscafi al riparo dalle intemperie, era bello per i residenti, per gli ormeggiatori, era bella e colorita l'animazione dei tavoli dove si giocava a carte, si poteva usufruire dei bagni (SENZA DOVER BUSSARE ALLE PORTE DI CASE PRIVATE) , insomma era vita ora concedetemi è morte.

---Per testimoniare la gentilezza di chi vuole veramente "TURISMO " alle Eolie. Venerdi' 2 gennaio 12,35, entrano nel mio locale 2 clienti:<< Maurizio mangiamo solo un piatto perché prima di ripartire con l'aliscafo delle 17,00 vogliamo fare un giro a Vulcano Piano >>, pranzano pagano ed escono. Li incontro al porto alle 16,45, ( raggianti e soddisfatti). Come è andata la gita? Benissimo!!! << Non c'era l'autobus per Vulcano Piano e ci siamo adoperati per noleggiare un mezzo, non troviamo nulla, incontriamo la macchina dei carabinieri la fermiamo chiedendo a loro. Con estrema cortesia, telefonicamente contattano i rent dell'isola, che purtroppo quel giorno erano fuori Vulcano, vista la nostra delusione, il maresciallo ci ha messo a disposizione la sua auto privata, opponendosi al pieno di carburante che volevamo fare. Abbiamo scoperto, grazie a lui, le bellezze di Vulcano e torneremo sicuramente portando degli amici, sia per la bellezza del posto, ma soprattutto per la gentilezza e la cortesia riscontrate>>. " Formula magica per fare turismo": gentilezza e cortesia, tutto" IL RESTO: ente mega porto, aeroporto, tavoli tecnici, progettazioni costosissime ma irrealizzabili, G.A.L. ed altri acronimi incomprensibili................. E' NOIA".

 

cspanodi Carlo Spanò

Siamo isolati da 5 giorni.
Botteghe chiuse, tabacchino chiuso. Come ogni anno.  Non si può neppure fumare. Chiude sempre per le feste l'unico tabacchino. Storia di ogni anno.I turisti sono venuti per passare le feste e non possono neppure comprare la spesa. Ditemi se questo è il 21' secolo... Invece di andare avanti si va sempre piu' indietro. Ritengo che si deve trovare un sistema perchè cosi' non si puo' andare piu' avanti. Ognuno fa quello che le pare e non va bene. E queste sono solo 2 delle cose che non vanno. Non elenco altro. Mi dispiace solo per la gente che viene sull'isola a passare le feste e noi cosa le offriamo? Niente di niente. Ditemi voi se questo e' normale! Auguri a tutti di Buon Anno!

di Aldo Natoli

Quanto raccontato dal Ristoratore Maurizio Pagliaro mi porta a fare due considerazione: una è che l'Arma dei Carabinieri sull'isola non assolve soltanto ad un'opera di controllo e di repressione, ma anche di "assistenza" e di "cortesia". Un Plauso quindi va al Comandante della Stazione dei Carabinieri di Vulcano; l'altra che occorre una maggiore attenzione da parte del Comune di Lipari per garantire un minimo di "vivibilità" a residenti e visitatori, in particolare nelle isole minori nei mesi invernali. Infatti ogni attività con licenza di esercizio annuale può chiudere soltanto per 30 giorni all'anno. Eventuali lavori di manutenzione per prolungare la chiusura debbono essere comunicati al Servizio Annona ed al Servizio Urbanistica del Comune, come da R.E.C., e giustificati (DURC, etc.). Le attività che forniscono dei servizi (tabacchi, panifici, farmacie, taxi, bus, guardia medica, etc) debbono garantire con delle turnazioni il servizio giornaliero per l'intero anno. Ovviamente queste "regole" valgono anche per l'isola di Lipari, ma esistendo una maggiore presenza di attività di ogni genere, di servizi e di utenza, la "vivibilità" giornaliera viene garantita.

di Giuseppe Alessandro D'Angelo

In riferimento all'articolo del Sig Maurizio Pagliaro al quale va un plauso per gli interventi costruttivi e sensibili, atti al miglioramento del servizio pubblico-turistico dell'Isola, va puntualizzato quanto segue: il 90% delle attività chiude durante il periodo invernale, alcuni anche a partire dal mese di ottobre fino alla settimana prima della domenica delle Palme "mesi e mesi di inattività commerciale". Le suddette comprendono uno svariato range, ovvero: Hotel, ristoranti, pizzerie, bar, pub, pasticcerie, noleggi ecc. ecc. attività commerciali di ogni genere, di fatto contravvenendo alle leggi in vigore che regolamentano tale servizio sia a livello Nazionale che Comunale. Questo deficit dei servizi, oltre ad arrecare un non indifferente danno all'intera struttura economia locale "vedi dettagli sull'articolo in questione" ed alla conseguente cattiva pubblicità che ne deriva, rischia di limitare ancor di più le visite "per assenza di adeguati servizi e limite vincolante nella scelta delle stesse.... Solo un locale.... Solo un bar... niente mezzi a noleggio per gustare la naturalezza del posto... niente taxi.. ecc. ecc." restringendo il campo ai soli mesi di Giugno, Luglio, Agosto e Settembre, andando ad incidere nel collettivo sociale. Questa scorretta gestione di una autorizzazione-concessione annuale e non stagionale, di proprietà esclusiva del Comune ad usufrutto privato, viene "giustificata" menzionando ferie oltre il dovuto ed eventuali restauri, lavori ed escamotage varie, quasi mai regolarmente poste in essere, colpa anche di un controllo poco presente da parte degli organi competenti, costretti ad ovviare prestando macchine e mettendo una pezza anche alla loro stessa carenza.... Passando anche per eroi del giorno. Per ultimo e non meno importante è la mancanza di rispetto sia per gli abitanti dell'Isola "etichettati come clienti di seconda categoria" che per gli esercenti che rispettano tale regolamento vedi i supermercati TUTTI aperti, le ferramenta "tutti e tre" tutte le macellerie, lo stesso sig. Pagliaro ed uno o due negozi ... " a tutti piacerebbe festeggiare San Martino evitando di vendemmiare...." Le spese ci sono per tutti gli esercenti e per tutte le attività esistenti, ognuno proporzionato al flusso commerciale comprensivo dell'intero anno e non della sola stagione estiva "l'extra di Agosto e comunque dei mesi attivi, andrà a sopperire in parte al calo di novembre.... Ecc. ecc. con la chiusura concordata e comunicata del solo mese di ferie come giusta spettanza e solo all'occorrenza per interventi extra inerenti ristrutturazioni, lavori ed adeguamenti vari e comunque opportunamente verificata previo chiusura sanzione e revoca della concessione nei termini di legge. Sono sicuro che il solo rispetto delle leggi in vigore, potrebbe portare con costanza e perseveranza ad un allungamento del periodo turistico tanto agognato. Quinto Ennio poeta e drammaturgo Romano, considerato fra i padri della letteratura Italiana, quasi duemila anni fa scrisse; Obsequium amicos, veritas odium parit L'adulazione procura gli amici, la verità i nemici. Non è cambiato nulla... mi sorge un dubbio, avendo i Militari dell'Arma riscontrato oltre ogni ragionevole dubbio una violazione Amministrativa... quale provvedimento avranno adottato?... ai posteri l'ardua sentenza.

di Maurizio Pagliaro

Egregio direttore, chiedo ancora un po' di spazio del suo giornale, per precisare che i destinatari del mio scritto, del 4/1/15, erano le istituzioni. Finivo, infatti, il mio intervento: "Formula magica per fare turismo": gentilezza e cortesia, tutto" IL RESTO: ente mega porto, aeroporto, tavoli tecnici, progettazioni costosissime ma irrealizzabili, G.A.L. ed altri acronimi incomprensibili................. E' NOIA". Ho usato i versi di una canzone del defunto Franco Califano. Intendevo dire che ci annoiano con il non fare, a differenza di altra istituzione i carabinieri di Vulcano che hanno fatto. Tutte le altre interpretazioni sono personali e diverse dalle mie intenzioni. Per chiarire meglio le riporto un mio scritto, da lei gentilmente pubblicato, del 5/12/14.---Egregio Direttore, le chiedo ospitalita' per fare un po' di informazione. Gestisco una piccola attivita' nell'isola di Vulcano, rimango aperto,e come me altri commercianti e piccoli imprenditori turistici, anche nei 3 mesi invernali. Capita spesso di vedere turisti,fuori stagione, stupiti che nell'isola ci siano attivita' aperte e funzionanti. A Milazzo gli avevano detto che tutto era chiuso, tipo: "ma dove andate non c'è nulla aperto". Quindi per informare i disinformati, che a loro volta danno indicazioni inesatte e fuorvianti, a Vulcano durante i 3 mesi invernali, ci sono "aperti e funzionanti": 1 bar al Porto ed 1 al Piano, 3 ristoranti al Porto e 3 al Piano, 2 alberghi e 5 tra affittacamere e pensioni, 2 macellerie, 2 panifici, 3 supermercati di marche nazionali quindi ben forniti con annesso ortofrutta, 2 negozi di ferramenta, un negozio di fiori e piante, 2 negozi di abbigliamento, 1 tabaccaio, 1 edicola, 1 benzinaio, 1 farmacia e la guardia medica non stop. Scusate se è poco........siamo ca. 700 abitanti. Per finire, in modo piu' chiaro, chi ha interpretato diversamente il mio scritto........" avi u carvuni vagnatu".

---Egregio direttore, mi consenta di usufruire dello spazio del suo giornale, per far arrivare un pensiero/consiglio. Caro Matteo ( Renzi ), con le ultime spese di fine anno per gli armamenti, siamo arrivati a circa 5 miliardi di euro, si potevano risparmiare o si doveva aiutare l' industria bellica d'oltreoceano? Non capisco da quale nemico dobbiamo difenderci. In Italia abbiamo, come unico nemico, un esercito formato da 945 parlamentari. Si potevano spendere, esattamente 4.725,00 euro, per comprare le F-15 ( 5,00 euro per 945), sono le " Fionde con poggia sfere da 15 mm." le munizioni gratis, ( sono compatibili " cuti i mari e petri vivi " di uguale diametro ). Bastavano i riservisti, pensionati o pensionabili, abili ad usare le F-15 , data l'abitudine che avevamo da ragazzi di tirare fiondate agli uccelli. Ci vorrebbe certo un periodo di addestramento alla mira, dato che si tratterebbe di colpire uccellini e passerotte ( pseudo attributi dei 945). Buon Anno Matteo e dimentica gli F-35, l'Italia è gia' fallita senza di loro.

LA REAZIONE.

di Michele Sequenzia

Caro Barolino...Buon Anno...a tutta la tua Redazione...
Maurizio Pagliaro ha ragione....e tanta.....ma nessuno lo ascolta..anzi da fastidio ... la Repubblica italiana è un feudo di Renzi, tutto intrighi di potere.... tutti contro tutti... come ai tempi dei Borgia...Renzi un riadattamento tutto illegale .... alla Berlusconi...Il nuovo Presidente della Repubblica sarà sua persona fidata, un cagnolino al suo guinzaglio...un utile idiota..
Altrimenti il suo goverrno va a casa...di corsa.... Lui aspetta il 2018. Sarà giudicato dopo ....nel 2018..nel frattempo moriamo di fame...come in Grecia..dove chi ci riesce...mangia il pattume per le strade..lui dice che noi con la Grecia siamo diversi..nulla di simile...noi con la Grecia...L'Italia ....la supera in protervia..

" Noi spezzeremo le reni alla Grecia" era il motto di Mussolini.." noi marceremo sicuri"...." Vincere..vincere e vinceremo" era su tutte le cartoline postali fino al 1943...
Eravamo invece.... ridotti a larve umane...stava arrivando il disastro totale..assoluto.....Mussolini sotto il tallone di Hitler, accerchiato dalle SS...aveva creato la Repubblica di Salò : ultimo atto.
Il Re d'Italia in fuga, abbandonando Roma a se stessa.....lasciandoci tutti.... alla malora....... i panzer tedeschi con i cannoni puntati su di noi inermi...fucilazioni a gogò......orrende rappresaglie..Fosse Ardeatine....Leggi contro gli Ebrei...campi di sterminio...la campagna di Russia un massacro di innocenti..
Renzi il nostro piccolo dittatore dalla faccia di bambino viziato...molto poco al corrente...scarsamente preparato .. .praticamente inutile...

Renzi ci sta prendendo tutti in giro..E noi lo applaudiamo....chiniamo la testa... l'Ombra del Presidente della Repubblica .....incombe come un macigno ....su un Parlamento - farsa ....lacerato da intrighi medioevali dei tempi dei Borgia, astuti e perversi... che dominarono la scena italiana a cavallo tra il XV e il XVI secolo. Ieri come oggi..non cambia nulla nei secoli...
Si moltiplicano numerosi episodi oscuri, gente disonesta comanda il Paese.... ovunque bassezze di ogni tipo.....oggi come ieri.

Poca chiarezza, tanta oscurità, ignoranza sublime....un popolo stanco... disunito...verso un anno nuovo...pieno di incognite...

---Un consiglio a Matteo..( Renzi ). Se effettivamente, per alleviare il lavoro ai giudici, punti sulla derubricazione del reato di maltrattamento degli animali, scelta molto incivile da paesi sesto mondo, forse sarebbe più' civile ( vedi paesi veramente civilizzati ) la derubricazione del reato di consumo di cannabis. Oppure come alternativa dichiarare i politici " animali".

---Egregio Direttore, le chiedo ospitalita' per fare un po' di informazione. Gestisco una piccola attivita' nell'isola di Vulcano, rimango aperto,e come me altri commercianti e piccoli imprenditori turistici, anche nei 3 mesi invernali. Capita spesso di vedere turisti,fuori stagione, stupiti che nell'isola ci siano attivita' aperte e funzionanti. A Milazzo gli avevano detto che tutto era chiuso, tipo: "ma dove andate non c'è nulla aperto". Quindi per informare i disinformati, che a loro volta danno indicazioni inesatte e fuorvianti, a Vulcano durante i 3 mesi invernali, ci sono "aperti e funzionanti": 1 bar al Porto ed 1 al Piano, 3 ristoranti al Porto e 3 al Piano, 2 alberghi e 5 tra affittacamere e pensioni, 2 macellerie, 2 panifici, 3 supermercati di marche nazionali quindi ben forniti con annesso ortofrutta, 2 negozi di ferramenta, un negozio di fiori e piante, 2 negozi di abbigliamento, 1 tabaccaio, 1 edicola, 1 benzinaio, 1 farmacia e la guardia medica non stop. Scusate se è poco........siamo ca. 700 abitanti.

---Incidente automobilistico a Vulcano. Albero ubriaco non si sposta al passaggio dell'automolbile. Mi permetto di scherzare perché non ci sono state conseguenze per il guidatore un (po') brillo.

vulcanoauto1

Gentile direttore, le chiedo ospitalita' per una mia riflessione. Ieri nei vari telegiornali, ho visto e ascoltato sia De Magistris sia Grasso, tutti e due ex magistrati. Attualmente il primo sindaco di Napoli, il secondo presidente del Senato. Senza voler difendere nessuno, ricordo il compianto professore Tommaso Carnevale, che ci diceva che ogni uomo ha il suo prezzo, chi non si vende per 100 si puo' vendere per 1000 e cosi' via. Quindi, o i magistrati sono robot o tra di loro ci sono stati, ci sono e ci saranno dei corrotti.

---Eccellente l'idea di mandare, come ostaggi da scambiare, Passera e Monti in India. Data la mia conoscenza delle abitudini locali non saprebbero fare altro che impiegarli come raccoglitori di sterco di mucca, (è molto utile come combustibile ). Basterebbero 2 tonnellate di sterco a testa per il riscatto, poca cosa dopo il danno che hanno fatto a due padri di famiglia servitori della Patria e non sanguisughe della Patria.

---Una mia preghiera,( non so a chi indirizzarla), al posto dell'ex Esso, panchine,fontana, aiuole ben vengano, mai cemento, dobbiamo diversificarci, i turisti vengono da noi e scappano dal cemento non penalizziamoli facendoglielo ritrovare.

---Direttore, chiedo scusa ma ho uno sfogo incontenibile da esternare al mondo intero e soprattutto all'ambasciatore Indiano di via XX Settembre a Roma. Ho letto, con raccapriccio, dello stupro e successiva impiccagione di due cuginette, 14 e 15 anni avvenuto in India con la complicita' dei poliziotti e cosa ancora piu' raccapricciante, la dichiarazione di un ministro indiano, tale Babulal Gaur, che bestialmente ha dichiarato "lo stupro alcune volte è giusto, alcune volte è sbagliato. Ministro Gaur, se a essere stuprata fosse stata tua figlia, rientrava nel giusto o nello sbagliato ? Una cosa è certa, tu rientri nella categoria dei bastardi.

Una volta famosa (ora famigerata) Via Sabbie Nere. Se potessero, le buonanime della Marchesa Campolattaro e di Santo Vinciguerra, ci s.......... in faccia.

sabbienere2

sabbienere3

----Vulcano l'isola polverosa. Da ragazzo, mi ricordo che a Lipari si parlava spesso di silicosi, riferendosi alle cave di pomice. Ora si deve ribattezzare Vulcano come isola silicotica, a causa dei lavori ( incompiuti ), mi sembrano le fiction della rai a puntate, si cominciano all'inizio della stagione turistica e si debbono quindi interrompere, consegniamo ai turisti un'isola polverosa e sporca, strade sconquassate dai lavori e con zone commerciali off-limit. Mi chiedo: quando si comincera' a capire che fare turismo è anche presentare ai nostri ospiti isole decorose, dove sia piacevole anche passeggiare. Finisco col dire ai nostri amministratori, noi non abbiamo lo stipendio assicurato comunque a fine mese, se sbagliamo non guadagniamo. Metteteci in condizione di non sbagliare o aggiungeteci ai vostri libri paga.

LA REPLICA DEL SINDACO.

mgiorgiannipiccoladi Marco Giorgianni

I lavori a Vulcano sono costantemente sotto controllo dell'amministrazione che ha pure concordato con il direttore dei lavori il nuovo programma con il quale si impegna a finire tutta la riqualificazione del centro entro luglio (il contratto prevedeva agosto). I lavori dovevano essere avviati pena perdita di un finanziamento vecchio di anni e che la precedente amministrazione non è riuscita ad avviare. I problemi e i conseguenti disagi sono inevitabili. Si realizzano opere, cosa che vale per Vulcano, per Lipari  e per altro posto dove si effettuano lavori pubblici.

di Maurizio Pagliaro

Egregio signor Sindaco, o potrei dire caro Marco, son d'accordo con te che non si potevano perdere i finanziamenti per il lassismo della precedente amministrazione, ma si potevano programmare i lavori in modo da non arrecare danni, e sono ingenti, ai commercianti dell'isola che dall'inizio stagione non hanno visto un turista varcare la soglia delle proprie attivita'. E' non è una bella immagine quella che portano con se i nostri primi ospiti. Per quanto riguarda l'invasione della sabbia nera sulla Via Sabbie Nere, scusami il gioco di parole, è una cosa che si ripete spesso in quel punto, ed io che mi muovo solo in bicicletta, subisco l'incuria e la mancanza di manutenzione della strada (hanno difficolta' anche i non ciclisti) come tutti i turisti che vanno alle tanto decantate "spiaggie nere". Sperando che questo mio scritto smuova qualcosa.

gdangelo1di Giuseppe Alessandro D'Angelo

In riferimento ai lavori pubblici di Vulcano Porto, è' ormai costume dare la colpa della propria negligenza alle passate Amministrazioni, lo è e lo sarà in futuro, sin dalla notte dei tempi, la successiva Amministrazione darà l'eventuale colpa all'attuale Amministrazione per le sicure quanto scontate negligenze, e così via. Il punto è che i lavori non si potevano posticipare per scadenza di contratto, ma si potevano sicuramente e coscientemente anticipare di qualche mese, in modo da finire in ragionevole tempo, adesso per questa incuria, con la scusa di voler rivalutare l'area, si sta facendo un danno incommensurabile alle attività locali e di questo chi ne risponde??? l'attuale Amministrazione? la vecchia Amministrazione? oppure i cittadini tutti, sia turisti che commercianti?? a voi la risposta.... se ve ne fosse una, tanto come
citò Giulio Cesare: L'uomo crede quello che gli fa comodo credere, intanto i nostri consiglieri cosa fanno?? quelli di maggioranza tacciono per sudditanza e per i loro interessi presenti e futuri... quelli di opposizione tacciono perchè ne traggono vantaggio dall'ostruzione della via principale "vedi bar Faraglione sul porto" e siamo tutti contenti.

vulcanocantiere3

---Come volevasi dimostrare. Con la pubblicazione delle foto:"IL RIPOSO DEL POLITICO e LAVORO POLITICO MODERNO, ha dimostrato quello che ho sempre sostenuto e gia' scritto sul suo notiziario. In una mia nota precedente ho detto che i nostri politici sono pagati e quindi ci derubano per , durante le sedute parlamentari, giocare con i tablet, leggere i giornali o peggio ancora dormire. A questo punto, dato che abbiamo la sfilata a Lipari di politici in accattonaggio voti, approfittiamo per far capire con il "non voto" che non vogliamo piu' essere presi per i fondelli. Lasciateli da soli a passeggiare per le vie del corso, dribblando macchine, scooters e trappole per pedoni. Se invece decidono di venire a fare accattonaggio a Vulcano, non debbono dribblare nulla, non si cammina e basta, dopo la terza guerra mondiale, Vulcano è ridotta a transenne, trincee, mezzi corazzati che ostruiscono il passaggio al nemico(leggi turisti). Se non capiamo cosa significa fare turismo abbandoniamo alla 1° ripresa come fa un pugile suonato, chissa' chi sono i suonati, forse i nostri politici, che ci hanno venduto al nemico? Concludo, all'Art. 1 fate il corso di formazione non politica, visti i risultati; ai miei compaesani, riciclate la carta del certificato elettorale, solo in quel modo potra' essere utile.

---Caro direttore la prego di ospitare questa mia nota , che spero serva ad aprire gli occhi ai suoi lettori. Bestialità continua! Il signor ( sic.) giovanardi con quella sua legge repressiva, anticostituzionale e dittatoriale, che la Consulta ha dovuto deligittimare, ci ha fatto diventare lo zimbello del mondo intero. Ognuno di noi poveri mortali e non politici, sa che se sbaglia nella propria professione perde il lavoro e la clientela, per cui sta attento a quello che fa. In politica ci si puo' permettere di fare " cazzate " reiterandole senza avere nessun danno. Invece di mandare il signor giovanardi nel girone delle bestie, gli si permette di relazionare al senato ( speriamo che non spari cazzate come ha fatto nella trasmissione "Le iene"), ancora ridono anche i muri. Riporto alcune dichiarazioni"È una decisione - ribadisce Fiorentini - che va respinta con forza: torna in campo, con un ruolo di primo piano, il mandante e l'esecutore di uno stupro istituzionale quale fu quello che portò all'approvazione all'interno del decreto sulle Olimpiadi invernali di Torino della legge che ha portato in galera illegittimamente decine di migliaia di persone". "Pare quindi che in Italia possa accadere - aggiunge - che l'autore di una legge dichiarata incostituzionale da poco più di due mesi diventi il relatore di un decreto che deve rimediare ai guasti da lui provocati. Le reazioni non si sono fatte attendere. Prima fra tutte quella dell'associazione Antigone. "Mettere Carlo Giovanardi quale relatore del decreto sulle droghe al Senato - sottolinea il presidente Patrizio Gonnella - è come mettere Dracula all'Avis. Una nomina che è tragica e comica allo stesso tempo". Solo tre mesi fa - prosegue Gonnella - avevamo salutato con gioia e sollievo la decisione della Consulta di abrogare la Fini-Giovanardi, legge figlia di una cultura liberticida e repressiva che solo guasti ha portato al nostro paese in termini di mancata prevenzione e di sovraffollamento delle carceri, considerando che quasi il 40% dei detenuti è privato della libertà per aver violato la legge sulle droghe. Ora, dopo questa scelta, l'associazione spera non ci siano passi indietro: "Speriamo non sia un ritorno al passato e chiediamo con forza che questa nomina sia rivista il prima possibile, appellandoci al Partito Democratico, a Sinistra Ecologia Libertà e al Movimento 5 Stelle affinché non siano minimamente condizionate dalla sottocultura repressiva che Giovanardi esprime". E interviene scrivendo una lettera al presidente del Senato Pietro Grasso anche Leonardo Fiorentini, direttore di Fuoriluogo che annuncia un digiuno di protesta a staffetta organizzato da Forum Droghe. "La decisione di conferire a Carlo Giovanardi l'incarico di relatore sul provvedimento di conversione in legge del decreto Lorenzin sulle droghe - dichiara - è l'ultima stupefacente provocazione". L'associazione ha chiesto a Grasso un intervento immediato sottolineando, come l'incarico a Giovanardi "rappresenti un insulto in primis alla ragione, poi alla Corte Costituzionale che poche settimane fa ha bocciato la legge che portava il suo nome e, in ultimo, alla dignità stessa del Senato".

----Caro direttore, approfitto del suo Notiziario per indirizzare un appello, prima ai colleghi ristoratori e poi alle agenzie di viaggio, capigruppo ed accompagnatori. E' nostro costume avere degli orari sia per il pranzo che per la cena. Capita sempre piu' spesso di avere richieste di somministrazioni, sia per il pranzo che per la cena, ad orari che non rientrano nelle nostre abitudini, per essere gentili spesso accettiamo, creandoci dei problemi gestionali. Fare turismo significa anche condividere usi e costumi delle popolazioni visitate. Per fare un esempio, l'altro ieri alle 9,30 entrano nel mio locale un gruppetto di Russi, chiedendomi delle pizze e delle omelette per colazione assieme ai cappuccini, te' e spremute, alla mia gentilissima ed educata risposta "non siamo organizzati a quell'ora a servire pasti" hanno ribattuto in modo maleducato che loro sono abituati cosi'. Quindi dico ai miei colleghi, dobbiamo essere sempre al servizio dei nostri ospiti, ma non dobbiamo accettare imposizioni solo perchè pagano. Ai capigruppo: oltre a dire ai vostri clienti attenti ai prezzi, che vi truffano, dovete anche dire: in Italia non si va nei ristoranti alle 18,00 per la cena e ci sono ristoranti , tavole calde e bar con servizi, orari ed assortimenti diversi. Per concludere vogliamo i turisti, ma ad una condizione, che non siano colonizzatori.

---Caro direttore, ha proprio ragione, dell'isola di Vulcano si sono autoserviti Pelaggi ed i suoi accoliti. Gestisco una piccola attivita' e mi capita spesso di parlare con guide ed accompagnatori e dato che vengono a Vulcano per fare la scalata al cratere, inevitabilmente mi chiedono cosa sia quella brutta cosa che si vede dal sentiero che porta al cratere e soprattutto dal cratere stesso. Quando dico che si tratta del costruendo depuratore ridono e dicono ma è illogico in quel punto cosi' in alto. Una guida, piu' colta degli altri, mi ha fatto notare che gli antichi romani sfruttando i dislivelli costruivano acquedotti funzionanti, e mi chiedono come potra' mai funzionare una cosa cosi' ? Io rispondo: con l'utilizzo delle pompe elettriche, mi guardano e dicono allora c'è una combine all'italiana con chi produce energia. Non so rispondere ma fra me e me penso, vuoi vedere che hanno ragione.

---A proposito dell'indebitamento per i futuri 100 anni, di cui parla il signor Sequenzia. La costruzione dei famosi mega depuratori di Vulcano e Lipari, oltre a costare a noi cittadini milioni e milioni di euro ( e tutti sappiamo che non andranno mai in funzione), ci sta facendo vergognare per come si presentano le nostre isole ai primi turisti stagionali che portano linfa vitale ai nostri coraggiosi operatori turistici. E' possibile che si facciano dei lavori di questa entita' senza pensare ai tempi tecnici, ai modi ed al danno che si crea all'immagine turistica. A Vulcano abbiamo dei percorsi di guerra, sabbie nere non raggiungibili, spiaggia di levante diventata strada rotabile, non so per quali ruote, a pochissimi metri dai primi bagnanti, guardia medica tagliata fuori, speriamo che non ci sia bisogno, mi sembra che ci sia un'occupazione di un esercito nemico. A questo punto proporrei la convocazione del consiglio comunale per trovare dei soldi da regalare ai turisti che coraggiosamente cercano di scoprire le bellezze naturali che non esistono piu'.

LA REAZIONE NEL WEB.

Christine Berart: Grazie Maurizio di aver espresso esattamente la realtà dei fatti... E' la prima volta in quindici anni di residenza qui a LIpari e di domeniche a Vulcano che non ho "sentito" il suo fascino incredibile, questa natura selvaggia che ti da una sensazione unica di bellezza e libertà... come a Stromboli. Dovunque ci si girano gli occhi ci sono ruspe, immondizia, strisce gialle nell'acqua della sabbie nere ecc ecc, plastica in spiaggia... Se ci sara bel tempo perché non pulire la spiaggia nei prossimi giorni?

---Caro direttore, come è successo per la fini-giovanardi, annunciando in tempi non sospetti l'incostituzionalita' di quella legge dittatoriale, ora ho la soddisfazione di aver detto, prima di Della Valle, a Mauro Moretti vattene vattene vattene e non tornare mai piu'.

Guerra sugli stipendi dei manager: Della Valle risponde a Moretti. Il socio di Ntv sull'Ad di Ferrovie dello Stato: "viaggiatori pronti a mandarlo a casa".

di Mario Di Matteo

E' sempre più accesa la polemica sui mega-stipendi dei manager. Dopo le dichiarazioni di Mauro Moretti, ad di Ferrovie dello Stato che venerdì aveva fatto sapere di essere intenzionato a lasciare in caso di taglio di stipendi e tetti massimi imposti per le retribuzioni dei manager, questa mattina a rispondere è Diego Della Valle.

Della Valle, socio della Ntv di Montezemolo, non si fa remore ad attaccare il rivale: "Se Moretti avesse il coraggio e la dignità di andarsene, troverebbe milioni di italiani pronti ad accompagnarlo a casa: sono tutti i viaggiatori costretti a viaggiare con tanti disagi sui treni delle ferrovie Italiane, costretti a subire ritardi ingiustificati, a viaggiare su treni vecchi, ad usare stazioni decrepite e poco sicure, senza nessun rispetto per la loro dignità. Spetta a loro, infatti, il diritto di giudicare come le Ferrovie dello Stato sono gestite".

Poi continua: "E' ora di alzare il velo sulle Ferrovie dello Stato e su Moretti, per capire perché la politica è succube di questo signore. Bisogna fare chiarezza su tutti i rapporti che intercorrono fra le Ferrovie, Moretti e i politici che,tranne qualche rara eccezione, sono completamente appiattiti su di lui, permettendogli di fare tutto quello che vuole". "Se vogliamo davvero cambiare l'Italia – insiste Della Valle – e riportare al centro dell'attenzione gli interessi ed i bisogni dei cittadini e non quelli delle vecchie corporazioni, gente come Moretti deve essere mandata a casa subito e con determinazione. Con chiarezza ed onestà, va fatto sapere ai cittadini quanto costa loro mantenere una società come le Ferrovie dello Stato e se è giusto pagare a Moretti lo stipendio che percepisce, a fronte dei servizi che fornisce a chi viaggia".

---Caro direttore, leggo dalla stampa nazionale: " lo stato paghera' il conto per il taglio degli stipendi ai manager pubblici che andranno all'estero". Questo ha dichiarato il manager delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti. Mia riflessione: lo stato dovrebbe pagarli per andarsene all'estero, dove morirebbero di fame perchè valgono cosi' poco che non troverebbero occupazione. Qui' da noi, hanno questi begl'incarichi da 850.000 euro all'anno, grazie alle collusioni con i politici di turno, ma che fanno per guadagnare tanto? Fanno,quello che fanno i nostri politici durante le sedute parlamentari, giocano con i tablet, leggono i giornali, o peggio ancora dormono quando i loro colleghi relazionano non si sa su che cosa. Una preghiera: andate all'estero e non tornate mai piu , siamo stanchi di pagare la vostra inefficienza ed inutilita'.

----Caro Direttore, chiedo, ma non so a chi, dato che la famigerata norma di conversione fini- giovanardi, diventata legge ( infilata nel pacchetto sicurezza per le Olimpiadi invernali di Torino 2006, che c...o c'entrava?) è stata dichiarata illegittima dalla Consulta, ci sono in Italia 40.000 condanne illegittime di cui 10.000 in regime carcerario. Le stesse carceri che, per le loro condizioni, ieri hanno fatto negare l'estradizione da un giudice inglese di un boss latitante ( italiano ) arrestato in Inghilterra, dovremmo vergognarci per questo. Questi 10.000, detenuti illegittimamente, a chi si debbono rivolgere per il danno subito e che stanno ancora subendo? Non certo al sig. giovanardi che , nella stessa intervista delle Iene, in cui ha fatto la figura del super ignorante, ha dichiarato " la mia legge è una delle piu' avanzate al mondo" se per avanzamento si intende imbecillita' ed inutilita' la sua sig. giovanardi non è una delle piu' avanzate al mondo.. E' LA PIU' AVANZATA.

P.S. Per favore non corregga le iniziali dei cognomi non meritano la maiuscola.

----Estratto dalla trasmissione "Le iene" , domanda dell'intervistatore a Giovanardi : senatore pesa piu' un grammo di fumo o un grammo d'erba? Risposta: non lo so, non sono un tossicologo. Bestia, bestia,bestia...all'ennesima potenza, siamo governati da esseri senza cervello, e mi scuso con le bestie. Ai posteri l'ardua sentenza.

Riporto la dichiarazione del senatore Luigi Manconi, presidente della Commissione diritti umani: << La decisione della Corte Costituzionale fa giustizia di un abuso di potere consumato nel 2006 dal governo Berlusconi e dal sottosegretario Giovanardi ai danni del parlamento. Da allora, decine di migliaia di persone ( che non hanno fatto nessun atto delinquenziale), sono state punite con una severita' illegittima a causa di una normativa illiberale e antiscientifica, ed aggiungo io, demenziale e dittatoriale.

- Riporto fra virgolette un giudizio del Giornale.it a proposito della Fini Giovanardi " una delle leggi piu' idiote della storia dell'umanita'. Purtroppo siamo governati da simili elementi, che con il danno che hanno fatto si meriterebbero a dir poco l'ergastolo, ed invece sono sempre a piede libero. poveri padri di famiglia che ci sono incappati.

Finalmente, dopo 8 anni, la Consulta si è resa conto dell'inutilita' della famigerata Fini-Giovanardi. La Corte Costituzionale ha bocciato questa "bella legge" perchè la norma di conversione del 2005 era infarcita di norme gratuite e repressive, da paese dittatoriale, che violano la stessa Costituzione Italiana e quindi dichiara illegittimo il testo che ( sic.) equipara le droghe leggere a quelle pesanti. Si ritorna alla Iervolino-Vassalli, che non è stata, a differenza della fini-giovanardi (volutamente scritti in minuscolo )un parto demenziale generato da un patto scellerato tra due "signori della nostra politica". Una mia piccola e molto personale soddisfazione.

- Caro direttore, il suo " ControcorrenteEoliana" di oggi, mette il dito nella piaga. I politici colpiscono sempre con vigore il territorio dell'arcipelago che resta senza identita'. Non abbiamo identita' di popolo unito. Abbiamo avuto l'occasione di dimostrare la nostra, quando, dopo poche settimane dalla cancellazione del punto nascita dell'ospedale di Lipari, ci sono state le elezioni per l'ARS. In quella occasione, anzichè accogliere i politici che hanno avuto il .....( stavo per dire coraggio ma è solo sfacciataggine ) di venire a fare incetta di voti, non dico di non permettere che gli stessi sbarcassero dai mezzi con cui sono giunti a Lipari, perchè oltre che fessi siamo anche civili, ma lasciarli girare per il corso come dei normali turisti nell'indifferenza totale. Invece (sic.) i nostri, e prendo in prestito un termine ben riuscito di una poesia dialettale del maestro Giardina che vorrei rileggere, "crastuni" sono andati ad accoglierli e ad accompagnarli a elemosinare voti. Era l'occasione di dimostrare la nostra identita' con il non voto collettivo. Perchè, caro avvocato Ziino, non ci sono politici di destra intelligenti e onesti e politici di sinistra stupidi e ladri o viceversa, ci sono solo politici, è bisogna fare di tutta l'erba un fascio. L'unica ideologia, che li identifica e li accomuna, è la truffa continua e svergognata perpetrata ai danni del popolo, per loro "popolino". Forse bisognerebbe istituire il reato di truffa al popolo. Le racconto quello che mi accade in prima persona: percepisco la pensione di riversibilita' della buonanima di mia moglie. Decine di milioni delle vecchie lire di contributi gia' pagati. Pensione base mensile 600 euro ca. accreditata fino a qualche mese fa', 349 euro, raccomandata dell'INPS, abbiamo ricalcolato, in base al suo reddito lei non ha diritto ad una pensione cosi' "alta", nuovo assegno di pensione, 239 euro con richiesta di rimborso per la somma avuta indebitamente, fortunatamente non vivo di pensione. Ma i nostri ex politici, hanno invece diritto a cumulo di pensioni e cifre da 30.000 euro in su' al mese, come fanno a spendere, se non hanno dei vizi costosi ( cocaina, escort, transessuali, casino' ), da 1.000 a 1.500 euro al giorno? Stiamo subendo la scelta dei siti per la costruzione di mega depuratori, fatta dall'avvocato Pelaggi in veste di commissario per l'emergenza idrica e fognaria, se il sopra nominato avvocato o commissario ha commesso dei reati, ha beneficiato di complicita' in loco, a proposito dell'identita' e unita' eoliana.

- Leggevo giorni fa, cannabisi cannabisno, scriverei intelligenza si - intelligenza no. Come puo' un paese come l'Italia, ormai solo participio passato del verbo stare, spacciare tabacco (80.000 morti all'anno) e spendere soldi, successivamente, per spot televisivi molto costosi contro il fumo. Come puo', intascare accise e tasse sull'alcol ( 20.000 morti all'anno ) per poi dire bere fa male. Come puo', intentare dei processi penali per una tenda che sporge 10 cm. dalla facciata, (non sarebbe da paese civile diffidare il proprietario a rimuoverla ) e poi permettere che si sventrino e che si violentino posti come Canneto Dentro e Valle Roja a Vulcano. Come possono i nostri politici giocare con le leggi ( io voto una legge a te e tu voti una legge a me) senza pensare minimamente al bene della collettivita', solo per favorire quella casta o quella lobby o quella multinazionale. Negli ultimi giorni si parla di liberalizzazione dell'uso della cannabis, ma i gruppi politici si incontrano e scontrano sempre sui favori reciproci. Negli stati "civili" dove è stata liberalizzata, si è visto un calo del consumo e soprattutto un calo del businness della criminalita' organizzata relativo allo spaccio. Il proibizionismo in America ha fatto diventare potente Cosa Nostra, la storia insegna. Abbiamo, a proposito delle droghe, una delle leggi piu' repressive in Europa, la Fini-Giovanardi. Sono stati i primi a mettersi educatamente in fila per sottoporsi al test antidroga dei nostri parlamentari ( sic ). No! Sono scappati , assieme agli altri , come studenti scoperti a fumare in bagno dall'insegnante, VERGOGNA! Di cannabis non è mai morto nessuno. Chiudo questo mia riflessione con un appello a due categorie di colleghi commercianti: ai librai, per regalare ai nostri politici copie dello " Zingarelli" ( vocabolario della lingua italiana di scolastica memoria ) affinchè vadano a capire il significato delle parole: VERGOGNA e DIGNITA' ed ai farmacisti, che omaggino i nostri politici di profilattici, non per preservarli da malattie ( non sarebbe un danno ) ma per evitare che procreino esseri simili a loro.

Caro direttore,

per evidenziare che i famosi "crocieristi" fanno piu' danno alle isole che bene. Consumano un caffe' al bar, solo se hanno bisogno della toilette, e per souvenir comprano quelli da 1 2 euro, made in China, spacciati come artigianato locale. Forse dovremmo aspirare a qualcosa di meglio.

Guarda i video suIl Notiziario si YoutubeSeguici su  logo facebook-piccolo logo twitter 
Condividi il "Notiziario" pubblica gli articoli sul tuo profilo 

Eolie siti utili isoleolie.it - vacanzeeolie.it 
alberghieolie.com - eolianinelmondo.com 
eolieintouch.it - casevacanza.isole-eolie.com

testa_vacanzeeolie.jpg