30629528_10213981225638253_4580100227637182464_n.jpg

Il_sindaco_del_comune_di_Lipari_Marco_Giorgianni.jpeg

(ANSA) LIPARI  - E' partito da Lipari il progetto di Marevivo "#EmergenSea, Ognuno di noi può fare qualcosa per difendere il mare", con l'inaugurazione della macchina compattatrice per riciclare bottiglie in plastica e ricevere buoni sconti. La campagna è stata resa possibile sull'isola grazie al sostegno di Aeolian Islands Preservation Fund e Blue Marine Foundation e alla collaborazione con il Comune di Lipari - Assessorato all'Ambiente e dell'Istituto Comprensivo Lipari Santa Lucia.
Sopra al dispositivo, ospitato dall'istituto scolastico Santa Lucia, c'è un monitor per proiettare il video della campagna che punta a diffondere le "tre R": riduci, ricicla e riusa. Sarà possibile inserire le bottiglie nella macchina anche nei periodi di sospensione dell'attività scolastica, giorni festivi esclusi. I buoni sconti rilasciati per il gesto virtuoso potranno essere utilizzati negli esercizi che hanno già aderito all'iniziativa.
"Abbiamo scelto come progetto pilota l'isola di Lipari - spiega Carmen di Penta,Direttore Generale di Marevivo - dotando il territorio prescelto di una macchinetta che separa e compatta i rifiuti di plastica. Non solo, ci occuperemo anche della diffusione del materiale di comunicazione ed informazione per sensibilizzare le comunità locali su quanto siano importanti i piccoli gesti però decisivi per contrastare l'abbandono dei rifiuti e l'inquinamento del territorio e del mare".

ansa-met.jpg

30656433_10213981226038263_4810697537155497984_n.jpg

Lipari - Presentata la macchina per riciclare bottiglie di plastica.

Parte oggi a Lipari il progetto di Marevivo "#EmergenSea, Ognuno di noi può fare qualcosa per difendere il mare", con l'inaugurazione della macchina compattatrice per riciclare bottiglie in plastica e ricevere buoni sconti. La campagna è stata resa possibile sull'isola grazie al sostegno di Aeolian Islands Preservation Fund e Blue Marine Foundation e alla collaborazione con il Comune di Lipari - Assessorato all'Ambiente e dell'I.C. Lipari Santa Lucia.

Sopra al dispositivo, ospitato proprio dall'istituto scolastico Santa Lucia, c'è un monitor per proiettare il video della campagna che punta a diffondere le "tre R": riduci, ricicla e riusa. Sarà possibile inserire le bottiglie nella macchina dal lunedì al venerdì dalle 08:30 alle 18:00 e il sabato dalle 08:30 alle 13:00, anche nei periodi di sospensione dell'attività scolastica, giorni festivi esclusi. I buoni sconti rilasciati per il gesto virtuoso potranno essere utilizzati negli esercizi che hanno già aderito all'iniziativa: Bar Ritrovo La Latteria; Gioielleria- Articoli da Regalo Rita Subba; il Giardino di Lipari, Bar Papisca;La Casa Eoliana; Artesana; San Bartolo Vineria e Dispensa.

La campagna #EmergenSea di Marevivo oltre alla sensibilizzazione punta a promuovere azioni concrete per fare in modo che la plastica diventi un'opportunità e non un danno. Le macchine compattatrici, in tal senso, possono rappresentare una valida alternativa per combattere il degrado ambientale e promuovere comportamenti virtuosi nelle comunità.

«Abbiamo scelto come progetto pilota l'isola di Lipari – spiega Carmen di Penta,Direttore Generale di Marevivo - dotando il territorio prescelto di una macchinetta che separa e compatta i rifiuti di plastica. Non solo, ci occuperemo anche della diffusione del materiale di comunicazione ed informazione per sensibilizzare le comunità locali su quanto siano importanti i piccoli gesti però decisivi per contrastare l'abbandono dei rifiuti e l'inquinamento del territorio e del mare».

«Siamo entusiasti di aver promosso e offerto supporto economico al progetto EmergenSea, un altro progetto insieme a Marevivo, che crediamo avrà un forte impatto sul territorio. Abbiamo finalmente alle Eolie – spiega Luca Del Bono, Chairman Aeolian Islands Preservation Fund - il primo eco compattatore per bottiglie di plastica. Ci auguriamo che in molti partecipino conferendo le proprie bottiglie nella macchinetta, un primo passo per mettere in moto un meccanismo virtuoso. Ogni cittadino da oggi ha in mano uno strumento per fare la differenza e avere un impatto positivo sul nostro eco sistema».

Per il sindaco del comune di Lipari Marco Giorgianni: «La mia presenza vuole testimoniare la condivisione dell'amministrazione per un'iniziativa che non solo parla d'ambiente ma si approccia in modo pratico a favorire i comportamenti virtuosi ancora più importanti quando coinvolgono il contesto della scuola. E ne condividiamo non solo lo spirito ma anche la tempistica perché coincide con una riorganizzazione che avverrà già nelle prossima settimana del servizio di raccolta che ha l'aspirazione di raggiungere percentuali di differenziata importanti».

«Con questa iniziativa - dichiara Renato Candia, Dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo 'Lipari' - promossa da Marevivo, ormai da anni vicina alla nostra scuola con il progetto delfini guardiani, l'Istituto Comprensivo 'Lipari' apre, non solo metaforicamente, le proprie porte alla comunità. Siamo convinti dell'importanza di questo segnale: fare scuola significa, anche, non smettere mai di sognare e di voler imparare ad essere migliori, rispettando gli altri e l'ambiente e riconoscendo tutto il valore delle loro stesse caratteristiche. Ci auguriamo un grande successo e un bell'esempio per tutti».

Le interviste del dirigente scolastico Renato Candia, al direttore generale di Marevivo Carmen Di Penta (parla anche del dissalatore di Lipari e dei rischi d'inquinamento per la spiaggia di Canneto) e ad Ambra Messina, rappresentante dell'associazione che fa capo all'eolian-londinese Luca Del Bono 

VIDEO

Bartolino Leone era in diretta

30652698_10213981225798257_472159503039594496_n.jpg

30629044_10213981225878259_9033687108329406464_n.jpg

L'INTERVENTO

di Caterina Conti

A proposito di raccolta differenziata dei rifiuti e smaltimento della plastica:

Con il termine bioplastica si fa riferimento a materiali e a manufatti derivanti sia da fonti rinnovabili sia di origine fossile, la cui caratteristica principale è quella di essere biodegradabili e compostabili.
La bioplastica viene conferita con la frazione organica dei rifiuti domestici, così da poter tornare in natura sotto forma di prezioso compost, utile al terreno.
Plastica biodegradabile e compostabile: cosa c'è da sapere ?
Sono compostabili le plastiche (trasformabili in compost, o concime naturale) che non solo sono biodegradabili ma anche disintegrabili, ed il cui processo di decomposizione avviene in meno di 3 mesi.
Qual è la differenza fra plastiche biodegradabili e compostabili
Le plastiche compostabili sono quelle che rispettano i criteri individuati dalla normativa UNI EN 13432.
Per essere definito biodegradabile, la direttiva europea di riferimento, stabilisce che il prodotto biodegradabile deve decomporsi del 90 percento entro 6 mesi. Per essere definito compostabile, il prodotto deve disintegrarsi in meno di 3 mesi, e non essere più visibile.

Segnalo la Ekoe Società Cooperativa soluzioni biodegradabili e compostabili per la casa e le aziende, sito internet:  https://www.ekoe.org/ con sacchetti, bicchieri, posate, e stoviglie in plastica compostabile.

Guarda i video suIl Notiziario si YoutubeSeguici su  logo facebook-piccolo logo twitter 
Condividi il "Notiziario" pubblica gli articoli sul tuo profilo

Il Notiziario delle isole Eolie online siti utili www.isoleolie.it  vacanzeeolie.it alberghieolie.com

notiziario su youtube