Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità 

Questo sito utilizza Cookie tecnici e di profilazione di terze parti. Clicca sul bottone - chiudi - per accettare l'uso dei cookie e proseguire la navigazione.

Stampa
Categoria: Video

ev.jpg

di Elisa Villani

Al Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Barcellona P.G. e.p.c. Al Ministro della salute

OGGETTO: esposto-segnalazione per emergenza randagismo in Contrada Pulera a Pianoconte

Il presente atto ha la finalità di porre all’attenzione di questa Ecc.ma Procura della Repubblica la pericolosa situazione che si è venuta a creare nella frazione di Pianoconte, nei pressi della mia abitazione sita in contrada Pulera, affinché gli organi competenti possano eseguire gli opportuni accertamenti e valutare la sussistenza di eventuali profili penalmente rilevanti in relazione ai fatti dedotti. Segnalo la necessità dell’intervento della Pubblica Autorità per la pronta risoluzione della vicenda descritta.

Premesso che numerosi sono gli attacchi e i danni subiti dentro la mia abitazione da un branco di cani in stato di libertà che da circa sei anni si aggirano di notte nel giardino di casa della sottoscritta arrivando fin dentro il terrazzo uccidendo i gatti che vivono con me e mettendo in pericolo l’incolumità fisica mia e della mia famiglia.
Gli organi competenti come Il Sindaco del comune di Lipari, l’ASP di Messina, l’Assessorato regionale della salute, L’ufficio randagismo del comune di Lipari, la Polizia Municipale del comune di Lipari, i Carabinieri della Stazione del Comando di Lipari sono stati informati dalla sottoscritta della situazione di pericolo e della necessità di predisporre interventi mirati al contrasto del fenomeno, ma a oggi nessun intervento risolutivo è stato effettuato. Si mette in evidenza che nessuna risposta alle lettere e segnalazioni mi è giunta da parte del Comune di Lipari.

Ho segnalato questo pericoloso fenomeno scrivendo anche ai giornalisti locali, che in questi anni hanno sempre reso pubblica la suddetta vicenda, pubblicando i miei articoli, con foto e video dichiarazioni ma nonostante ciò dal Comune di Lipari non ho mai ricevuto nessun interessamento.
In data 26 /03/2018, tramite l’ufficio protocollo, invio una lettera al Sindaco del comune di Lipari Prot. 7038/27.03/2018, ma non ho ricevuto risposta.
In data 04/09/2018, non ricevendo nessuna risposta dal comune e subendo sempre assalti, invio al Sindaco del comune di Lipari una seconda lettera e.p.c all’ASP di Messina e alla Regione Sicilia - assessorato regionale della salute Prot. 19358/05/09/2018, ma non ho ricevuto riposte.

In data 14/01/2019 mando una segnalazione scritta al Comandante della Polizia Municipale e all’ufficio randagismo del Comune di Lipari Prot 752/15/01/19 segnalando la presenza di un branco di cani in stato di libertà in contrada Pulera, ma non ho ricevuto risposte.
In data 11/02/2020, dopo l’ennesimo assalto dove una gattina di circa un anno di vita è stata uccisa davanti alla porta della cucina nella mia abitazione, presento esposto presso il Comando stazione dei carabinieri di Lipari.
In data 11 maggio 2020 mattino trovo una gatta incinta prossima al parto uccisa dai cani durante la nottata.

In data 11 luglio 2020 verso le ore 03:00 del mattino sono svegliata da un trambusto di abbaio di cani. Subito mi alzo e corro fuori, vedo un gruppo numeroso di circa una decina di cani di cui uno con il collare che rincorrevano qualcosa, mi sono messa a gridare e a lanciare contro quello che mi capitava per le mani (un secchio di plastica, una scopa) sono scappati verso la strada. Poi sono andata a letto. Verso le ore 07:30 mio fratello Daniele Villani esce con l’auto e nella strada trova il nostro amato gatto morto massacrato dai cani.

Per quanto sopra esposto, in veste di semplice cittadina Italiana, riaffermo la necessità di un intervento urgente a tutela della pubblica incolumità e chiedo all’Ecc.ma Procura della Repubblica di fare luce sul fenomeno del randagismo nel territorio del comune di Lipari, di verificare se l’amministrazione comunale abbia o no ottemperato a quanto stabilito dalle normative vigenti e di accertare le eventuali responsabilità. La sottoscritta chiede di essere avvisata degli sviluppi.

NOTIZIARIOEOLIE.IT

Buongiorno Bartolino,

stanotte il solito branco verso le tre di notte è entrato a casa mia ha ucciso il mio gatto che tanto volevo bene.

Non è possibile che il Comune sottovaluti la situazione questi animali uccideranno pure noi...quanto sono arrabbiata, questo gatto era speciale per tutta la famiglia... Grazie

5cf1019d-f7ca-46c4-ba27-5ac91c5f63a9.jpg

LE REAZIONI NEL WEB

Nino Cincotta (in arte Mack da Melbourne): In poche parole al comune di Lipari c'è qualcosa che non va o non ci interessa tanto pultroppo chista è a zita chi balla

Agostino Cassarà: Signora Elisa ha la mia massima solidarietà! Spero che l'amministrazione comunale provveda. Concordo che la sicurezza dei cittadini debba essere lìaspetto più importante di una comunità e chi ci governa non può non tenerne conto!

Elisa Villani: Sono anni che segnalo questo grave pericolo all'amministrazione ma non mi ascoltano...

Erina Iacono: Tutta la mia solidarietà per Elisa... Confermo quanto da lei esposto...È diventata una situazione incresciosa... Io stessa li sento passare sotto le mie finestre ogni notte, un branco di almeno 10 cani che gira indisturbato per il centro abitato di Pianoconte.... Bisogna trovare al più presto una soluzione.

IL PUNTO E VIRGOLA

PUNTOEVIRGOLA.jpg

Tutti amiamo i cani e i gatti e anche altro. Pero' adesso Pianoconte sta superando il limite di guardia. Come avvenne in passato anche a Monte Rosa. Il pericolo non e' il mestiere di vita degli amici degli animali. La signora Elisa Villani ha un serio problema di sicurezza. Ha bisogno un aiuto tecnicamente politico per se e per gli altri. La ripetuta cronaca del pericolo invita a non lasciare il caso in lista d'attesa.

Buonasera Bartolino,

poco fa proprio davanti la porta di casa mia i cani randagi mi hanno ammazzato una gattina, non ne posso più... Ora veramente ho il terrore si faccia qualcosa prima che sbranano anche le persone...!!!

VIDEODICHIARAZIONE

Bartolino Leone era in diretta

317df700-57e1-4e18-9fb1-302bb8f1ea6d.jpg

NOTIZIARIOEOLIE.IT

"In località Pulera l'assalto dei cani randagi. Nuovo SOS..." 

2) Buongiorno Bartolino, questi sono i cani randagi vicino casa mia, in contrada Pulera stamattina. Se puoi pubblicare magari mi credono. Grazie

VIDEO

Bartolino Leone

1) Gentile direttore,
Sono una sua lettrice, Le scrivo per tornare a parlare di randagismo.
Ho sperato che questa vicenda si risolvesse presto e positivamente ma ho sollevato l’inadeguatezza dell’amministrazione comunale a far fronte a un problema che sembra essere irrisolvibile.
Ho denunciato al Comune di Lipari la presenza di un branco di cani randagi in contrada Pulera a Pianoconte chiedendo un intervento URGENTE. Dopo numerose segnalazioni al Sindaco del comune di Lipari, all’ufficio randagismo, alla polizia municipale, all’ASL di Messina, all’Assessorato regionale della salute, ho capito che vi è un’amministrazione che non osa il cambiamento e che è totalmente indifferente al problema nonostante sia stata più volte invitata a intervenire.

Decine e decine di cani che vagano nella frazione di Pianoconte da anni senza nessun controllo, denunce e richieste d’intervento.
Ma che paese è questo?
Il randagismo equivale a DEGRADO e il degrado disincentiva il turismo.
E’ bene che si sappia che il “cane del territorio” è di proprietà del sindaco e che l’art. 14 della Legge Regionale n. 15 del 2000 attribuisce ai Comuni il compito di provvedere alla cattura dei cani vaganti o randagi ed al loro successivo affidamento a rifugi sanitari pubblici o convenzionati.
Il randagismo è dunque un problema del Sindaco che è tenuto ad intervenire. Succede invece che erroneamente tale dovere sia attribuito ai volontari che investono tempo ed energie per recuperare e curare i cani vaganti.
La lotta al randagismo deve essere una priorità in un paese civile.
L’inadeguatezza con cui è gestita l’emergenza randagismo a Lipari è vergognosa.

IL PUNTO E VIRGOLA

PUNTOEVIRGOLA.jpg

Tutti amiamo i cani e i gatti e anche altro. Pero' adesso Pianoconte sta superando il limite di guardia. Come avvenne in passato anche a Monte Rosa. Il pericolo non e' il mestiere di vita degli amici degli animali. La signora Elisa Villani ha un serio problema di sicurezza. Ha bisogno un aiuto tecnicamente politico per se e per gli altri. La ripetuta cronaca del pericolo invita a non lasciare il caso in lista d'attesa.

Gentile direttore,
Con mio dispiacere ho saputo che al bivio di Pianoconte sono stati avvelenati dei cuccioli di cane.
Questa criminosa azione mi preoccupa molto poiché la gente crede di eliminare il grave problema del randagismo nel peggiore dei modi.
Questo sta significando che sul nostro territorio ancora una volta vince l’inciviltà e l’ignoranza.
Lo spargimento di queste sostanze non sono solo pericolose per i cani randagi e per gli animali domestici ma anche per gli esseri umani che possono venirne a contatto, per non parlare dell’inquinamento ambientale che i veleni causano.

Mi chiedo ma il Sindaco e gli Enti competenti cosa intendono fare per tutelare la salute pubblica e l’ambiente?
La situazione a Pianoconte è insostenibile, i branchi di cani si moltiplicano a dismisura e la gente è esasperata, nulla di efficace è stato fatto da parte del comune di Lipari e di conseguenza succedono questi atti delinquenziali.
Mi auguro che chi ne ha le competenze non sottovaluti l’uso di esche avvelenate che costituiscono un serio pericolo ma che s’intervenga con dei veri e importanti provvedimenti e no con promesse che difficilmente saranno mantenute.

Eolie&randagismo. Un problema non ancora stroncato...

VIDEODICHIARAZIONE

Bartolino Leone

NOTIZIARIOEOLIE.IT

Buongiorno Signor Leone, ieri sera come quasi tutte le notti ormai da anni i cani randagi vengono a casa mia facendo stragi. Ecco cosa rimane di una mia gattina...le invio la foto...vede Lei se la può pubblicare...Io ormai sono troppo indignata e delusa con questa amministrazione...non è possibile che succedono queste cose...che si deve avere paura. Solo le budella sono rimaste...questi animali sono sempre più violenti.Io non so più che fare, sto seriamente pensando di rivolgermi alla procura della Repubblica se succede altro. Io mi ci affeziono agli animali e vederli così è brutto.

Gentile Signora Elisa, come vede abbiamo deciso di non pubblicare la foto per evitare ulteriore turbamento anche ai nostri lettori. Ci chiediamo: e se si fosse trovato un bambino? (bl)

 

I PRECEDENTI DISPERATI APPELLI PUBBLICATI DA NOTIZIARIOEOLIE.IT

Al Sindaco del Comune di Lipari dott. Marco Giorgianni e.p.c. A.S.P. Di Messina Regione Sicilia - Assessorato Regionale della salute. Oggetto: Emergenza randagismo a Pianoconte

Eregio Sig.Sindaco, In mancanza di risposta alla mia precedente lettera protocollata presso il Comune di Lipari in data 26 marzo 2018 ma soprattutto in mancanza di una soluzione risolutiva da parte di questo comune riguardo alla piaga del randagismo canino che ormai da anni dilaga su tutta l’isola, torno con la presente a segnalare di nuovo alla Vostra attenzione la presenza di numerosi cani randagi nei pressi della mia abitazione sita in contrada Pulera a Pianoconte, dove di notte numerosi arrivano fin dentro il mio terrazzo, sbranando gattini e avventandosi anche contro la mia persona. L’ultimo episodio risale a qualche sera fa, dove svegliati dal trambusto e abbaio dei cani, io e mio padre ci siamo precipitati fuori per tentare di salvare una mamma gatta con la sua prole, invano sbranata sotto i miei occhi e avventandosi contro di noi sono andati via solo dopo aver lanciato secchi di acqua contro. Signor Sindaco, in veste di cittadina Le chiedo che sia trovata soluzione efficace e risolutiva al problema come previsto dalle vigenti norme legislative, provvedendo alla cattura e custodia dei randagi su tutto il territorio e istituendo un registro di anagrafe canina.  Le ricordo ancora una volta che qualsiasi danno possa verificarsi riterrò il comune direttamente responsabile. Sperando di non dovere ancora scrivere altre lettere di protesta, anche ad altri enti, Le porgo i miei cordiali Saluti.

----Al Sindaco del Comune di Lipari dott. Marco Giorgianni. Oggetto: Randagismo a Pianoconte

Eregio Sig.Sindaco, Le scrivo in merito ad un problema che avviene ormai da anni nella zona di Pianoconte. Il problema consiste in un pesante disagio che vivo io e la mia famiglia a causa in un branco di cani randagi che di notte irrompono nella mia abitazione uccidendo i gattini che vivono in casa. Questo ci costringe ad alzarci di notte per tentare di far fuggire queste bestie.
L'ottobre scorso, mio padre (che è un uomo anziano) nel tentativo di cacciare via queste bestie si è ferito a una mano e ancora a oggi ne porta le conseguenze. Vorrei evitare che questa situazione si accresca ancora nel tempo poiché questo branco affamato potrebbe diventare un pericolo non solo per gatti, galline, conigli, pavoni , pecore ecc... ma anche per noi esseri umani. Io ho paura persino a uscire nel terrazzo la sera. Signor Sindaco, Le chiedo quindi di prendere seri provvedimenti riguardo questa piaga che sta invadendo non solo la zona di Pianoconte ma l'intera isola di Lipari. Le ricordo inoltre che in base all'art. 1 della legge 281/91 (legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo) lo stato promuove e disciplina la tutela degli animali, condanna gli atti di crudeltà contro di essi, i maltrattamenti e il loro abbandono, al fine di favorire la corretta convivenza tra uomo e animali e di tutelare la salute pubblica e l'ambiente. I Comuni (Sindaco) hanno i compiti di: Attuare dei piani di controllo delle nascite di cani e di gatti, il risanamento dei canili comunali e costruzione di rifugi per cani. La gestione dei canili e gattili direttamente o tramite convenzioni con associazioni animaliste e zoofile o con soggetti privati. Organizzare, congiuntamente alle ASL, dei percorsi formativi per i proprietari di cani con conseguente rilascio di specifica attestazione denominata "patentino", anche in collaborazione con gli ordini professionali dei medici veterinari, le facoltà di medicina veterinaria, le associazioni veterinarie, quelle di protezione degli animali e gli educatori cinofili. Individuare, in collaborazione con i servizi veterinari, dei proprietari di cani soggetti all'obbligo di svolgimento dei percorsi formativi. Identificare e registrare in anagrafe canina, tramite il Servizio Veterinario pubblico, dei cani rinvenuti sul territorio e di quelli ospitati nei rifugi e nelle strutture di ricovero convenzionate. Dotare la Polizia locale, di almeno un dispositivo di lettura di microchip iso-compatibile. In caso di avvelenamento di un animale di specie domestica o selvatica, il sindaco deve Impartire immediate disposizioni per l'apertura di un'indagine in collaborazione con le altre Autorità competenti; Provvedere, entro 48 ore dall'accertamento della violazione, ad attivare tutte le iniziative necessarie alla bonifica dell'area interessata dall'avvelenamento; Far segnalare con apposita cartellonistica, l'area di pericolo; Predisporre e intensificare i controlli da parte delle Autorità preposte. Inoltre mi permetta di precisare che qualsiasi danno possa verificarsi riterrò il comune direttamente responsabile. La prego quindi di intervenire tempestivamente onde evitare che l'inciviltà vinca ancora una volta.

NOTIZIARIOEOLIE.IT 13 MARZO 2018

----Ennesimo assalto dei cani randagi a casa mia. Questa notte dopo la mezzanotte un branco di cani randagi invadono la mia abitazione a Pianoconte, queste bestie non si limitano al giardino ma arrivano nel terrazzo proprio davanti alla porta, dove dormono i miei gattini. Hanno assaltato i miei gattini, in particolare si sono avventati su una gatta che proprio ieri mattina aveva partorito cinque gattini, la gatta ha tentato di difendere i suoi cuccioli con tutte le sue forze come qualsiasi mamma, a nulla è valso l'intervento di mio padre, (che alcuni mesi fa nel tentativo di cacciare via queste bestie si è ferito a una mano e ancora a oggi ne porta le conseguenze), la gatta è stata uccisa mentre i gattini sono morti di freddo. Sono molto indignata, la mia abitazione è spesso assaltata dai cani randagi che uccidono i miei gatti che curiamo io e la mia famiglia con tanto amore. Il comune di Lipari è assente, forse il sindaco aspetta che feriscano gravemente qualche persona o peggio ancora qualche bambino prima di prendere dei seri provvediementi. Io ho paura persino a uscire nel terrazzo la sera. È inutile ripetere per l'ennesima volta che urge un intervento del comune per risolvere questo pesante problema del randagismo.

27 OTTOBRE 2017

----Ma è possibile che da anni per tutta l'isola girano indisturbati di notte ma anche di giorno branchi di cani randagi e il comune non interviene? Può mai essere che i nostri politici, il nostro sindaco non riescano a prendere dei seri provvedimenti? Sabato mattina intorno alle 5:00, un branco di cani randagi (forse) invadono casa mia a Pianoconte, mio padre nel tentativo di allontanarli, cade e si spacca una mano ed è dovuto recarsi in ospedale dove hanno dato dei punti...Ecco mio padre è un uomo anziano poteva farsi ancora più male ma il comune e chi di competenza dovrebbe adoperarsi per risolvere questo fenomeno di randagismo. Questi animali affamati sono aggressivi, entrano nelle nostre case e sbranano gatti, galline, conigli, pavoni e tutto ciò che trovano. Ma è così difficile avere un canile a Lipari?

L'INTERVENTO

di Mariella Costanzo

Salve Sig Bartolino Leone, le voglio segnalare che un gruppo di cani randagi qualche mese fa ha ucciso in due attacchi diversi due gatti a mia sorella Antonietta Costanzo; lei ha portato il gatto ancora ferito dalla veterinaria Laura Gullotta ma dopo operazione è morto; qualche mese fa in un altro attacco le hanno ucciso un'altra gatta, quando l'ha trovata era morta. Non le dico come era combinata....la zona è via Dante, vicino ospedale. Spero che il sindaco si interessi subito di questa situazione a Lipari, perché non possiamo più avete paura di lasciare i nostri amici animali a fare la solita passeggiata mattutina... Non è possibile che una situazione così pericolosa può portare chissà al ferimento di qualcuno; forse si aspetta a questo? Spero tanto di no! Tutti abbiamo animali, cani, gatti, e una situazione di questo genere non deve più esistere! Che prenda il Sig. Giorgianni provvedimenti immediati; visto che i veterinari non possono fare nulla! Io parlo in nome di tutti quelli che amano i loro amici a quattro zampe, che fanno parte della nostra vita quotidiana! La ringrazio Sig. Leone. Cordiali Saluti.

Guarda i video suIl Notiziario si YoutubeSeguici su  logo facebook-piccolo logo twitter 
Condividi il "Notiziario" pubblica gli articoli sul tuo profilo 

Eolie siti utili isoleolie.it - vacanzeeolie.it 
alberghieolie.com - eolianinelmondo.com 
eolieintouch.it - casevacanza.isole-eolie.com

capersud copia.jpg