1523870471.jpgdownloadFGYU.jpgdownloadAR.jpg

Salina, il covid finalmente mette d'accordo i 3 sindaci. Il video messaggio di Domenico Arabia che annuncia due casi di contagio (isolano e non residente) e nuove quarantene da contatto.

124567309_10221794635208609_6722092672350198530_n.jpg

124593585_10221794637648670_2479857160052747574_n.jpg

ansa-met.jpg

SALINA - Il covid mette d’accordo i sindaci dei tre comuni dell'isola di Salina, nelle Eolie. Con le novità introdotte dall'ultimo Dpcm, per spostarsi a Leni, Malfa e Santa Marina i 2,400 abitanti dovranno utilizzare l’autocertificazione e spiegare le valide ragioni per superare i confini comunali. I sindaci Clara Rametta, Domenico Arabia e Giacomo Montecristo hanno sancito che “i 27 km della seconda isola delle Eolie (tutte le altre sei, Ginostra compresa, fanno parte del Comune di Lipari) rappresentano un complesso territoriale omogeneo per tutta la durata dell’emergenza epidemiologica”.

“Ma nonostante ciò – spiega il sindaco di Santa Marina – gli spostamenti tra un Comune e l’altro dovranno sempre avvenire con l’autocertificazione e per motivi di stretta necessità, perché i controlli dei carabinieri e dei vigili urbani, saranno serrati”.

”Una certa elasticità, ma sempre con l’autocertificazione, dovrà esserci – sottolinea il sindaco di Malfa Rametta – il mio comune non ha un porto commerciale e per partire o arrivare con aliscafo e traghetto bisogna sportarsi a Rinella o Santa Marina che ha anche l’unico porto rifugio sicuro per pescatori e diportisti”.

“Il mio Comune – rimarca Montecristo, sindaco di Leni – non ha un distribuitore di carburante e quindi per fare benzina o gasolio bisogna recarsi a Malfa o Santa Marina. Inoltre, le imprese (idraulici, elettricisti, edili, agricoltori) che hanno sedi sparse, hanno necessità di poter raggiungere tutti i Comuni”.

A Salina, raro caso che vede tre distinti comuni in un piccolo territorio, più volte si è proposto di istituirne uno solo, ma la soluzione è rimasta solo un'ipotesi. Recentemente lo storico dell’isola Marcello Saija, ha proposto di far pronunciare i cittadini con un referendum. L’idea la vorrebbe portare avanti l’ex gruppo di minoranza di Santa Marina, che si è dimesso in blocco dopo l’inchiesta della procura di Barcellona Pozzo di Gotto, che vede indagati 83 persone tra amministratori, ex sindaci, tecnici, rappresentanti delle forze dell’ordine e cittadini.(ANSA)

NOTIZIARIOEOLIE.IT

1554e61a-324c-4c88-80b6-4b5dc6fe66e6.jpg

Lipari - Era in quarantena in casa e da carabinieri e polizia municipale è stato avvistato in giro e sanzionato.

L'isolano dovrà pagare una multa di 400 euro. Controlli a tappeto anche nelle vie del centro

Il videomessaggio del sindaco Giorgianni che manifesta preoccupazioni per tutti coloro sottoposti al tampone molecolare

 

Eolie, la dottoressa Caruselli nuova pediatra

di Giacomo Biviano*

Su formale richiesta del Sindaco Marco Giorgianni per la sostituzione immediata del medico specialista di Pediatria dopo il trasferimento del Dott. Rando, supportata dall'Ass. Tiziana De Luca, da ieri, e fino al 31/10/2021, é stato conferito l'incarico provvisorio di Pediatria di Libera scelta nell'ambito territoriale di Lipari, Leni, Malfa e Santa Marina Salina alla Dott.ssa Katia Caruselli. Alla Dott.ssa Caruselli, particolarmente apprezzata da tutti per la sua professionalità e disponibilità dimostrata insieme alle sue colleghe nel PPI, buon lavoro.

*Presidente Consiglio comunale 

Riattivato servizio di disbrigo pratiche, spesa e farmaci ad opera della CRI per le categorie più a rischio

Viste le nuove norme introdotte dal DPCM del 3 novembre 2020, le limitazioni previste per la zona arancione, cui appartiene il nostro territorio e considerata la necessità di ridurre al massimo gli spostamenti – anche quelli consentiti –, l’Associazione Croce Rossa Italiana – Comitato di Milazzo Isole Eolie ha rinnovato la propria disponibilità, in accordo con l’Assessorato ai servizi socio-sanitari del Comune di Lipari, a riattivare il servizio di supporto e disbrigo pratiche per i cittadini più a rischio o più deboli per le proprie condizioni di salute o sociali, per gli anziani o chi si trova in condizioni di solitudine, bisogno e necessità.
Pertanto sarà possibile, su chiamata, dal lunedì al venerdì, nella fascia oraria dalle 09,00 alle 12,30, richiedere il supporto dei volontari per tutte quelle azioni di prima necessità come disbrigo pratiche urgenti, spesa, ritiro ricette presso i Medici di base e ritiro farmaci presso le Farmacie, come già avvenuto a marzo e aprile.
Il servizio sarà svolto nelle isole di Lipari, Stromboli e Vulcano, dove sono presenti le sedi territoriali dell’Associazione Croce Rossa Italiana – Comitato di Milazzo Isole Eolie.
I numeri di riferimento per effettuare le richieste sono
• Sede di Lipari tel. 3392508773
• Sede di Vulcano tel. 3477995832
• Sede di Stromboli tel.3358275286
Si ringraziano tutti i volontari e il presidente Dott.ssa Santina La Spada del Comitato CRI Milazzo Isole Eolie.
L’Amministrazione Comunale

Coronavirus: Rete terapie intensive, al via i lavori al Policlinico di Messina

In Sicilia sono già in corso i lavori di ulteriore ampliamento della Rete delle terapie intensive che andranno ad aggiungersi ai posti letto attualmente esistenti in tutto il territorio.Si tratta del Piano del commissario straordinario nazionale - redatto in luglio dall'assessorato regionale alla Salute ma approvato solo lo scorso ottobre da Roma - che il presidente della Regione Nello Musumeci, nella sua qualità di commissario straordinario, ha reso immediatamente operativo.

Stamane, in particolare, sono stati consegnati i lavori per la realizzazione, al “Padiglione C” del Policlinico “G. Martino”, di ulteriori 16 posti di terapia sub-intensiva destinati in questa fase a pazienti affetti da Covid-19. Otto di questi posti, a pressione negativa, potranno anche essere immediatamente riconvertiti, in caso di necessità, in terapia ad alta intensità di cura. Il progetto prevede che le lavorazioni si svolgano in due turni e, ove si presentino le condizioni, anche in tre.

I nuovi posti rappresentano un'ulteriore dotazione, rispetto al Piano regionale che già prevede per il solo Policlinico di Messina 86 posti in degenza ordinaria e 24 in terapia intensiva. In questo caso, i posti saranno esclusivamente dedicati a pazienti Covid-19 e non sarà quindi necessario sottrarre spazi ad altri servizi assistenziali.

Il Piano straordinario, che coinvolge quasi tutte le aziende del sistema sanitario regionale, complessivamente prevede la realizzazione di 581 nuovi posti tra terapia intensiva e sub intensiva. Gli interventi sono coordinati dall'ingegnere Tuccio D'Urso, nominato soggetto attuatore dallo stesso presidente Musumeci nella sua veste di commissario straordinario.

libertylines.jpg