ELEZIONI COMUNALI DEL 12 GIUGNO A LIPARI, SANTA MARINA SALINA E MALFA 

081120225-b0f3eb77-8a95-475e-8ce6-73e5e08dd6ee.jpg

Codice di autoregolamentazione per la pubblicità -
Programmi di propaganda elettorale e comunicazione politica su NOTIZIARIOEOLIE.IT 

DOCUMENTO REDATTO AI SENSI DELLA LEGGE 22 FEBBRAIO 2000 N. 28 E S.M.I. E DELL'ART. 20 DELLA DELIBERAZIONE N. 84/06/CSP DELL'AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI, PUBBLICATA SULLA GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA N. 87 DEL 13 APRILE 2006

IL NOTIZIARIOEOLIE.it intende pubblicare propaganda elettorale a pagamento in occasione delle prossime elezioni amministrative 2022  [Leggi tutto...]

downloadFGYU.jpgdownloadcra.jpg

Salina - Il Comune di Leni batte il limitrofo Comune di Malfa 2 a 0. Dopo il Tar di Catania, anche il Cga di Palermo ha respinto il ricorso della giunta municipale guidata dal sindaco Clara Rametta che ha riguardato il contenzioso sui rifiuti.

L'amministrazione guidata dal sindaco Giacomo Montecristo è stata rappresentata dall'avvocato Claudio Rugolo, Malfa dall'avvocato Saro Venuto.

Il contenzioso è esploso quando la giunta municipale ha deciso di far transitare i propri mezzi adibiti al servizio della spazzatura dal sito di trasferenza di Timpone Madonna-Valdichiesa di Leni, per entrare nella propria area, a cui manca una via d'accesso, sostenendo che esisteva "una servitu' di passaggio".

Di questo avviso non era il collega che emetteva una ordinanza di "divieto di transito". Ecco perchè si avviò il contenzioso amministrativo. E dopo il tar, anche il Consiglio di giustizia amministrativa ha respinto il ricorso.

download (1)QAS1.png

Rifiuti: anche il Cga respinge ricorso del Comune di Malfa

Dopo il Tar di Catania, anche il Cga di Palermo ha respinto il ricorso della giunta municipale di Malfa, nell'isola di Salina, guidata dal sindaco Clara Rametta che ha riguardato il contenzioso sui rifiuti.

   L'amministrazione del dirimpettaio Comune di Leni, guidata dal sindaco Giacomo Montecristo, è stata rappresentata dall'avvocato Claudio Rugolo; Malfa dall'avvocato Saro Venuto. Il contenzioso è esploso quando la giunta Rametta ha deciso di far transitare i propri mezzi adibiti al servizio della spazzatura dal sito di trasferenza di Timpone Madonna-Valdichiesa di Leni, per entrare nella propria area, a cui manca una via d'accesso, sostenendo che esisteva "una servitu' di passaggio".

   Di questo avviso non era il collega di Leni, che emetteva una ordinanza di "divieto di transito". Si avviò il contenzioso e dopo il Tribunale amministrativo regionale, anche il Consiglio di giustizia amministrativa ha respinto il ricorso.

   Sulla vicenda si è pronunciato il terzo sindaco di Salina, Domenico Arabia di Santa Marina: “In sede Aro (Ambito raccolta ottimale)  – spiega - essendone componente e vice presidente dell’assemblea, avevamo concordato e deliberato a seguito dell’espletamento della gara per l’affidamento del servizio di liberare l’area di trasferenza del Comune di Leni da ogni inteferenza, per consentire a qust’ultimo di poter disporre pienamente della propria unica area, cosa che il Comune che rappresento ha subito fatto, mentre quello di Malfa, nonostante si fosse impegnato più volte a farlo disponendo, com’è noto nell’isola, di altre aree non l’ha mai fatto impedendo al Comune di Leni la realizzazione dei lavori di adeguamento della propria area di trasferenza, limitandone la propria competenza territoriale, anche se ora, si possono eseguire”.(ANSA 2° LANCIO)

NOTIZIARIOEOLIE.IT

Salina – Salina, 2400 abitanti, tre Comuni e Malfa e Leni sono “litigarelli”. 

Il contenzioso riguarda il confine tra i due enti. Il sindaco Clara Rametta è costretta a far transitare i camions dei rifiuti in un’area di Leni sostenendo che “esiste una servitu’ di passaggio”. Ma il collega Giacomo Montecristo non è d’accordo. E così i due sindaci si ritrovano ormai da anni al tar di Catania e adesso al Cga (consiglio di giustizia amministrativa) di Palermo. Montecristo e Rametta sono rappresentati dagli avvocati Claudio Rugolo di Messina e Saro Venuto di Lipari a cui hanno stanziato rispettivamente 4 mila 992 euro e 12 mila 478 euro.

Proprio per questo contenzioso avviato per conto di Leni dal legale Rugolo, il sindaco di Malfa Rametta, ritenendo il “conflitto d’interessi” del suo avvocato di fiducia, gli ha revocato ben quattro incarichi affidandoli al professionista Venuto. Al momento i due sindaci non hanno commentato. Montecristo si è limitato a dire “parlerò a fine causa…”.

In realtà, nella seconda isola delle Eolie, è da tempo che tra Malfa e gli altri due Comuni, Leni e Santa Marina, “non corre buon sangue”. Anche sull’area marina protetta c’è spaccatura. Il sindaco Rametta è favorevole, i colleghi di Salina sono contrari, così come anche il sindaco di Lipari Marco Giorgianni. Recentemente per la mancanza del medico di base a Santa Marina, ad Arabia solo Montecristo ha dato solidarietà. Lipari – invece – ai tre sindaci di Salina ha contestato la “poca solidarietà” per le croniche carenze dell’ospedale.

(ANSA 1° LANCIO) )Salina, lite tra due comuni su area per rifiuti

Nell'isola di Salina, 2400 abitanti e tre Comuni, due di questi, Malfa e Leni, sono “litigarelli”. Il contenzioso riguarda il confine tra i due enti. Il sindaco di Mlafa Clara Rametta è costretta a far transitare i camion dei rifiuti in un’area di Leni sostenendo che “esiste una servitu’ di passaggio”. Ma il collega Giacomo Montecristo non è d’accordo. E così i due sindaci si ritrovano ormai da anni davanti al Tar di Catania dove ha vinto Leni e adesso al Cga di Palermo dove si è rivolto il comune di Malfa.

Montecristo e Rametta sono rappresentati dagli avvocati Claudio Rugolo di Messina e Saro Venuto di Lipari a cui hanno stanziato rispettivamente 4 mila 992 euro e 12 mila 478 euro. Al momento i due sindaci non hanno commentato. Montecristo si è limitato a dire “parlerò a fine causa…”. In realtà, nella seconda isola delle Eolie, è da tempo che tra Malfa e gli altri due Comuni, Leni e Santa Marina, “non corre buon sangue”. Anche sull’area marina protetta c’è spaccatura. Il sindaco Rametta è favorevole, i colleghi di Salina sono contrari, così come anche il sindaco di Lipari Marco Giorgianni.(ANSA)

L'INTERVENTO

downloadDA.jpg

di Domenico Arabia*

Gentile Direttore,
avendomi segnalato che “Oggi in prima pagina” nel Suo giornale è stato pubblicato un articolo dal titolo “Salina, tre Comuni e 2 litigano …” e non essendo stato specificato nel titolo quale erano i due Comuni litigiosi dell’isola, mi sono premurato di leggerlo perché anche il mio Comune in passato è stato oggetto di un’azione giudiziaria promossa dal Comune di Malfa. Ma subito mi sono tranquillizzato, in quanto questa volta il mio Comune non è stato chiamato in causa, trattandosi di un “litigio” tra Il Comune di Malfa e quello di Leni.

Scorrendo ancora il suo giornale nella rassegna stampa leggo il ricorso alla via giudiziaria del Comune di Malfa nei confronti della Regione, elemento questo che offre altri elementi per cercare di comprendere quale possa essere la propensione di quel Comune a risolvere i problemi amministrativi!

Quello che mi consta in merito è che in sede A.R.O., essendone componente e vice Presidente dell’Assemblea, avevamo concordato e deliberato a seguito dell’espletamento della gara per l’affidamento del servizio di liberare l’area di trasferenza del Comune di Leni da ogni inteferenza, per consentire a qust’ultimo di poter disporre pienamente della propria unica area, cosa che il Comune che rappresento ha subito fatto, mentre quello di Malfa, nonostante si fosse impegnato più volte a farlo disponendo, com’è noto nell’isola, di altre aree non l’ha mai fatto impedendo al Comune di Leni la realizzazione dei lavori di adeguamento della propria area di trasferenza, limitandone la propria competenza territoriale. Questo mi consta ad onore della verità.

Ma quello che mi ha maggiormente colpito nel Suo articolo è la conclusione “Lipari – invece – ai tre sindaci di Salina ha contestato la “poca solidarietà” per le croniche carenze dell’ospedale.”, che mi ha fatto staccare gli occhi dallo scritto e sussurrare “ancora!”. Io, gentile Direttore, sono già intervenuto in merito specificando che non sono stato mai invitato dal Comune di Lipari per discutere di Ospedale e/o di problemi sanitari, nemmeno in occasione della recente “tanto contesa” venuta del sottosegretario del Ministero della Salute a Lipari.

Ma questa volta voglio andare oltre, sono disponibile a promuovere ed ospitare una riunione dei quattro Consigli Comunali Eoliani per affrontare i problemi riguardante l’Ospedale e, in generale, quelli sanitari delle nostre isole. Questa mia disponibilità la comunicherò anche all’ANCIM che non mi ha fatto mancare la Sua solidarietà per la mancanza del medico di base in questo Comune e fatto proposte incisive per il superamento delle criticità sanitarie nelle Isole Minori.

*Sindaco di S. Marina Salina

maisano_fiori_taxi.jpg