67098335_10217429354559321_4440952409757319168_n.jpg

Stromboli - Dolce e Gabbana lasciano definitivamente la vulcanica isola delle Eolie. La mega villa di Piscità è stata venduta per 6 milioni di euro ad un imprenditore italiano.

Si tratta dell'imprenditore Scagliarini, titolare di una azienda che si occupa di attrezzature ospedaliere. A Stromboli i fratelli Scagliarini sono già proprietari di una villa nella stessa località di Piscita’, di un'altra nella salita che conduce all’Osservatorio e la terza nei pressi della chiesa di San Bartolo.

La società è GVS, l’amministratore delegato è il bolognese Massimo Scagliarini. La società produce Dpi, gli ormai famosi “dispositivi di protezione individuale” e per far fronte alla super richiesta di mascherine ha messo in moto in tempi record nuove linee produttive sia nel quartier generale a Zola Predosa sia nei poli produttivi all’estero. E’ sbarcata a Piazza Affari. Forte internazionalizzazione: 13 stabilimenti di produzione in Italia e nel mondo e oltre 2.400 persone. Da 40 anni attenzione a ricerca, sviluppo e innovazione. Nel 2019, ricavi pari a 227 milioni.

Dolce e Gabbana potrebbero sempre trascorrere le loro vacanze alle Eolie. Gli stilisti difatti hanno una trattativa per acquistare una villa nell'isola d Salina e poi girare l'Arcipelago a bordo del nuovo yacht "Regina d'Italia".  

ansa-met.jpg

1° LANCIO. STROMBOLI - Dolce e Gabbana lasciano definitivamente la vulcanica isola delle Eolie. La mega villa di Piscità è stata venduta per 6 milioni di euro ad un imprenditore italiano. Il nominativo del facoltoso acquirente non è trapelato.

Gli stilisti però potrebbero sempre trascorrere le loro vacanze alle Eolie. Difatti hanno avviato una trattativa per acquistare una villa nell'isola di Salina e poi girare l'Arcipelago a bordo del nuovo yacht "Regina d'Italia".  La villa a due passi dal mare, nasce dalla fusione di tre abitazioni tipiche delle Eolie ed è stata interamente ristrutturata secondo lo stile e il gusto dei due stilisti.

La proprietà si estende su oltre 500 metri quadri, di cui 235 di interni con sette suite, ognuna di un colore diverso, e 300 di verde. La “reggia” da sogno ha ospitato anche numerose star nazionali e internazionali tra le quali Naomi Campbell e Madonna. La proprietà – la cui vendita è stata affidata in esclusiva a Lionard Luxury Real Estate – gode di una posizione unica sul mare, con una vista mozzafiato sia sull’isolotto di Strombolicchio sia sul vulcano. Inizialmente il prezzo richiesto era di 6 milioni e mezzo.(ANSA)

2° LANCIO - STROMBOLI - L'acquirente è l'imprenditore Scagliarini, titolare di una azienda. la Gvs, che si occupa di attrezzature ospedaliere e produce Dispositivi di protezione individuale (Dpi). A Stromboli i fratelli Scagliarini sono già proprietari di una villa nella stessa località di Piscità, di un'altra nella salita che conduce all’Osservatorio e la terza nei pressi della chiesa di San Bartolo.

ECCO CHI E' MASSIMO SCAGLIARINI. Debutto in Borsa da superstar per la GVS

E’ il momento di GVS: l’azienda di Zola Predosa, che produce DPI, è sbarcata a Piazza Affari. Forte internazionalizzazione: 13 stabilimenti di produzione in Italia e nel mondo e oltre 2.400 persone. Da 40 anni GVS, attenzione a ricerca, sviluppo e innovazione. Nel 2019, ricavi pari a 227 milioni 

di Stefano Catellani

Il primo vero debutto sul listino principale di Piazza Affari è arrivato dall’Emilia-Romagna.

La prima matricola del 2020 sul MTA è stata la bolognese GVS Filter Technology che riporta a 52 il numero delle società quotate localizzate lungo la via Emilia.

GVS aveva iniziato le procedure preliminari già nell’autunno e l’amministratore delegato Massimo Scagliarini non ha rallentato la marcia verso la Borsa nonostante il superlavoro legato alla pandemia Covid 19.

GVS infatti produce Dpi, gli ormai famosi “dispositivi di protezione individuale” e per far fronte alla super richiesta di mascherine ha messo in moto in tempi record nuove linee produttive sia nel quartier generale a Zola Predosa sia nei poli produttivi all’estero.

Per completare l’agenda nei primi mesi di quest’anno, GVS ha anche acquisito un nuovo stabilimento produttivo rilevato da Haemonetics a Fajardo (Porto Rico). L’accordo prevede lo sviluppo e la fornitura di filtri per il trattamento del sangue (leucodeplezione) per il gruppo Haemonetics.  La combinazione del know-how tecnico e del network distributivo globale dei due gruppi permetterà a GVS di rafforzare ulteriormente la propria presenza nel mercato della leucodeplezione.(econerre.it)

 

RASSEGNA STAMPA

Il video della villa di Dolce e Gabbana a Stromboli: 500 metri, sette suite

Le immagini degli interni e dal drone della residenza a picco sul mare | CorriereTv

Oltre 500 metri quadrati, 235 la parte interna, sette suite (tute realizzate con colori diversi):è stata venduta la villa di Domenico Dolce e Stefano Gabbana a Stromboli. In una posizione unica, con vista sul mare sull’isolotto di Strombolicchio e sul vulcano. La vendita è stata curata Lionard Luxury Real Estate (che ha realizzato anche il video). La villa è stata ricavata dalla fusione di tre abitazioni tipiche delle Eolie: circondata da terrazze e giardini e arredata con intonaci bianchi, pietra vulcanica, maioliche in pieno stile Dolce e Gabbana (che hanno curato il progetto di ristrutturazione). Soprannominata «La casa dei Selvaggi» anche per le feste organizzate dai due stilisti ai quali partecipavano personaggi come Madonna e Naomi Campbell. Il nuovo proprietario è un misterioso imprenditore italiano che l’avrebbe pagata 6 milioni di euro

repubblica.it/cronaca/2020/12/22/news/stromboli_dolce_e_gabbana_vendono_
la_villa_la_acquista_per_6_milioni_di_euro_imprenditore_della_sanita

lasicilia.it/news/cronaca/380589/dolce-e-gabbana-hanno-venduto-per-6-mln-la-loro-villa-a-stromboli

NOTIZIARIOEOLIE.IT

Una villa da mille e una notte a Stromboli, una delle isole più belle dell arcipelago delle Eolie. I popolarissimi stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno deciso di mettere in vendita l’esclusiva residenza che può essere raggiunta in elicottero oltre che in barca.

La dimora nasce dalla fusione di tre abitazioni tipiche delle Eolie ed è stata interamente ristrutturata secondo lo stile e il gusto dei due stilisti. La proprietà si estende su oltre 500 mq, di cui 235 di interni con sette suite, ognuna di un colore diverso, e 300 di verde, la villa da sogno ha ospitato anche numerose star nazionali e internazionali tra le quali Naomi Campbell e Madonna.

La proprietà – la cui vendita con trattativa riservata è stata affidata in esclusiva a Lionard Luxury Real Estate – gode di una posizione unica sul mare, con una vista mozzafiato sia sull’isolotto di Strombolicchio sia sul vulcano. Il prezzo è di 6 milioni e mezzo.

Dolce e Gabbana, la villa in vendita a Stromboli: «Il nostro primo grande amore»

Gli stilisti lasciano l’isola. «Paura del vulcano? Ma se anche Madonna e Tom Cruise lo adorano»

 
Dolce e Gabbana, la villa in vendita a Stromboli: «Il nostro primo grande amore»

Lì Naomi imparò a nuotare. Madonna invece parlava — come tutti — con Iddu, il vulcano. Come Kylie (Minogue), spirituale tanto quanto. Tom (Cruise) chiedeva ogni giorno di fare un’escursione. E tutti impazzivano, naturalmente, per la gita serale prima della consueta partita a carte (feste — leggendarie — a parte) quando con la barchetta si arrivava, dall’altra parte dell’isola, a contemplare la «sciara», il letto di fuoco.

«Stromboli è stato il nostro primo grande amore. La casa che comprammo insieme quando eravamo dei ragazzacci e ora che non lo siamo più e siamo diventati grandi, abbiamo deciso di venderla: ci vuole troppa energia per viverla. Non fuggiamo, ma ci trasferiamo soltanto nella più tranquilla e contemplativa Salina.

È quasi fatta mancano pochi dettagli». Domenico Dolce e Stefano Gabbana ridono all’idea che qualcuno possa pensare che la loro decisione di mettere in vendita la splendida villa di Stromboli abbia a che fare con le ultime eruzioni. «Ma Iddu parla sempre.

Nessun turbamento se lo fa più o meno a voce alta, fa scena. È il suo bello. Una natura così forte, energetica. Che non può non attrarre chiunque, altro che fuggire». E i ricordi si rincorrono. «Arrivammo alla fine degli anni Novanta, ben prima del 2000, quando ancora stavamo insieme — raccontano —. Un amico fotografo catanese Paolo Leone, ci portò in giro per le isole in gommone: Vulcano, Lipari, Salina, Panarea e, ultima Stromboli. Ce ne innamorammo subito, senza discussioni alcune. La trovammo pazzesca. Chiedemmo subito di visitarla e di cercare per noi una casa».

La storia

Tempo sei mesi e l’acquisto del primo corpo della villa, da un artista svizzero. Poi il secondo e infine il terzo: per un totale di 500 metri quadrati e sette suite, una diversa dall’altra e due giardini moreschi e due cucine e la spiaggia privata. «Siamo arrivati ad ospitare quattordici persone. Abbiamo fatto centinaia di vacanze, l’ultima la scorsa estate. L’abbiamo sempre definita la casa dei selvaggi, quella dove potevamo girare a piedi nudi e fare un certo tipo di vita. Quella dove ognuno poteva fare ciò che gli pareva, che fosse fare colazione con brioche e granita o uova e bacon. Sempre un viavai di amici. Naomi sarà venuta decine e decine di volte. Un’estate le dicemmo “basta ora ti insegniamo a nuotare”. Così le comprammo le pinne nel negozietto in paese. Lei stava a galla e basta. Ma non aveva paura e fu facile. Tempo tre giorni e muoveva le braccia, prima impacciata poi si è lasciata andare». E Madonna? «Lei impazziva per Iddu. Come Tom Cruise. Altro che paura. Ma lì è così. Lo senti parlare e non appena smetti non vedi l’ora che riprenda. Ti trasmette energia, potere. La casa poi è completamente dall’altra parte della sciara, il letto di lava, mai e poi mai sfiorati dall’angoscia».

La vendita

E perché proprio ora la vendita? «È una casa che ci ha portato tanta fortuna ma adatta ai ragazzacci che eravamo, ora sprigiona troppa forza e troppa energia. Abbiamo bisogno di qualcosa di più calmo come la riflessiva Salina dove siamo già in trattativa». A settimane allora il trasloco? Collezione di Madonne sottovetro compresa? «No no, ci vorrà un po’ di tempo. Fra l’altro molti degli arredi li comprammo a Salina, ma resteranno a Stromboli. Le ceramiche furono fatte apposta a Caltagirone e i pavimenti recuperati originali da case anni Quaranta. Molto e molto Dolce & Gabbana. È veramente un luogo magico. Le porte d’ingresso hanno i nomi dei nostri primi tre cani: Lola, Dalì e Rosa. Insomma una parte di noi resterà lì». Promesse a seguire: «Non lasceremo mai e poi mai le Eolie. Solo per quest’anno però resteremo in barca sulla Regina D’Italia, ma il prossimo di nuovo a terra».(corriere.it)

67101534_10217429355639348_5096454707929415680_n.jpg

L'INTERVENTO

 

di Adolfo Sabatini

DOLCE&GABBANA in cerca di pubblicità gratuita.
Con la scusa dell'attività del nostro vulcano Stromboli, IDDU per tutti, si sono ricordati che hanno il loro immobile in vendita.
La pubblicità si sà, è l'anima del commercio ma sfruttare questo momento..........
In Cina hanno toppato e si sono dovuti scusare, spero lo facciano anche con noi Eoliani.

 

hotel-oasi_orizz.jpg