297617280_10225871450126434_2183249746417230662_n.jpg

downloadDA.jpg

di Domenico Arabia*

Desidero ringraziare tutti coloro che stasera sono intervenuti per gestire e domare l’incendio di una autovettura sulla S.P. 182 tra Santa Marina Salina e Lingua..grazie al tempestivo intervento delle Guardie della Riserva con Elio Benenati, della Polizia Municipale, dei Carabinieri, dell’autobotte comunale con Bartolo Sidoti, della ditta Claudio Rando, e di tanti altri volontari che a vario titolo hanno contribuito alla gestione dell’evento, è stato scongiurato il propagarsi delle fiamme alla vegetazione circostante..per fortuna gli occupanti dell’autovettura sono riusciti ad abbandonarla in tempo e nessun ferito è stato registrato.

I luoghi sono stati bonificati ma invito tutti, soprattutto chi si muove su mezzi a due ruote, a prestare la massima attenzione nei pressi del luogo dell’evento (che è debitamente segnalato) in quanto il manto stradale è stato lievemente deformato dal calore ..domani mattina sarà ripristinato per garantire la sicurezza della circolazione.

*Sindaco di Santa Marina Salina

297538520_10228632362211735_6042804997944163364_n.jpg

Lipari, a Monte Rosa c'è "Radiant" di 110 metri tra i piu' lussuosi al mondo. E' del miliardario arabo Abdulla Al Futtaim

Radiant-Yacht.jpg

Lipari - "Radiant" di 110 metri, se lo fece costruire Abramovič Berezovskij, imprenditore, politico e matematico russo. Poi ceduto dal magnate russo al miliardario arabo Abdulla Al Futtaim. Quotato per 286milioni di dollari, si è piazzato al settimo posto, nel sito specializzato "Chron.com" che ha stilato la classifica degli yacht più costosi di tutti i tempi. A bordo anche un elicottero dello stesso magnate arabo. 

X_n_wKf9_400x400.jpg

Il mega yacht è dotato di sonar speciali, a scopo difensivo, in grado di far scoppiare i timpani di potenziali aggressori a metri e metri di distanza. Ma non è tutto. Lo yacht è equipaggiato con cannoni ad acqua in grado di affondare una barca fino a 100 metri di distanza. Chi ha commissionato il "Radiant" aveva bisogno di difendersi dai suoi nemici, come può dimostrare il piccolo motoscafo a bordo, progettato specificamente per una rapida fuga.

E' stato costruito in Germania, nei cantieri navali Lurssen.può raggiungere i 21 nodi di velocità. A bordo ci sono 10 cabine che consentono di ospitare fino a dieci persone, per le quali c’è a disposizione un equipaggio di 44 membri.

Chi è Abdulla Al Futtaim?
Abdullah al Futtaim è il proprietario del gruppo Al Futtaim. È nato nel gennaio 1940. È sposato e ha un figlio di nome Omar. Aveva un altro figlio di nome Osman, che è morto nel 2011. È un cugino di Majid al Futtaim.

Gruppo Al Futtaim
Il Gruppo Al Futtaim è un Dubai-conglomerata attiva nei settori della vendita al dettaglio, dell'automobile, della tecnologia e dell'immobiliare. Al-Futtaim gestisce più di 65 aziende. E impiega più di 20.000 persone in Medio Oriente.

Al Futtaim Motors
Al-Motori Futtaim è il più grande distributore di automobili e automotive prodotti nel Emirati Arabi Uniti. Quattro auto su 10 sulle strade di UAE provengono da Al-.Futtaim.

Al-Futtaim ha quasi 150 punti vendita solo nel sito UAE . Più di qualsiasi altra rete di vendita al dettaglio. L'azienda rappresenta alcuni dei marchi di vendita al dettaglio più famosi al mondo. Tra cui Marks & Spencer, IKEAACE, Toys 'R' Us, Ladybird, Danier, Intersport e Judith Leiber.

Ikea
Al-Futtaim detiene i diritti di franchising per IKEA in Egitto, Oman, Qatar, e negli Emirati Arabi Uniti.

Patrimonio netto di Al Futtaim
Forbes stima il suo patrimonio netto a US$ 2 miliardi. La famiglia Al Futtaim è una delle più ricche di UAE.

Omar Al Futtaim
Il figlio di Abdulla, Omar al Futtaim, è amministratore delegato del Gruppo Al Futtaim. È anche direttore della Commercial Bank di Dubai. Anche il fratello di Abdulla, Majid Al Futtaim, è un miliardario. Era proprietario dello yacht Quattroelle.

E sempre a Monte Rosa c'è "Grace" di 82 metri

297832947_10225873138808650_4692425278000523028_n.jpg

'Grace' è stato costruito da Abeking & Rasmussen in Germania nel cantiere navale di Lemwerder. I suoi interni sono stati disegnati dalla casa di design inglese Terence Disdale. Il design esterno è opera di Terence Disdale.

12 i turisti con 23 membri d'equipaggio

RASSEGNA STAMPA GDS.IT 

bindami.jpg

Al Presidente della Regione Siciliana On.le Nello Musumeci, Alla Presidente della IV Commissione Ambiente Territorio e Mobilità On.le Giuseppa Savarino All’Assessore Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità Avv. Marco Falcone, Alla Prefettura di Messina p. c. All’A.N.C.I.M. – Associazione Nazionale Comuni Isole Minori ed ai Comuni delle isole di Sicilia 

OGGETTO: Pubblicazione bandi collegamenti marittimi integrativi Isole Minori – Lotto Eolie- Criticità

In relazione alla pubblicazione dei bandi in oggetti indicati e a seguito della ns/nota prot. n. 9044 del 30.10.2021, a tutt’oggi rimasta senza alcun riscontro da parte del competente Assessorato, si ritiene opportuno ribadire le seguenti gravi criticità:

Lotto I:
- La frequenza dei collegamenti in bassa stagione è di 5 giorni, piuttosto che di 7 giorni, come da orari in vigore;
- Il numero delle corse da Milazzo per Salina, in bassa stagione ammonta a tre, contro le sei partenze attuali, di cui almeno una ha il medesimo orario di partenza da Milazzo della corsa di interesse statale (ore 17.00);
- Il numero delle corse da Salina per Milazzo, in bassa stagione, ammonta a tre contro le 4/5 attuali, di cui una prevista a poche decine di minuti prima della corsa di interesse statale (17.15);
- Le corse con destinazione Stromboli fanno scalo solo a Santa Marina Salina, mentre quelle con destinazione Alicudi fanno scalo solo a Rinella, venendo a mancare, di conseguenza, in questo scalo un collegamento da Milazzo;
- Nel periodo di bassa e media stagione è prevista l’ultima corsa da Milazzo tra le17.00 e le 17.30, omettendo le ultime attuali ultime due partenze delle 18.15 e 19.10;

- L’utilizzazione degli scali di Stromboli ed Alicudi quale sosta notturna e inizio corsa, date le note carenze strutturali di detti approdi, comporterebbero sicure omissioni di collegamento a scapito, in particolare degli studenti che frequentano le superiori nell’isola di Lipari e a Milazzo.
Lotto II:
- Il previsto collegamento Eolie/Messina soltanto con le isole di Lipari e Vulcano, esclude totalmente nel periodo invernale qualunque collegamento da Salina, e gli orari previsti non consentiranno nessuna coincidenza da e per Salina, mentre nel periodo di alta stagione viene previsto solamente un collegamento bi-giornaliero, con base Messina, e con orari che non consentiranno coincidenze con treni e aerei per i passeggeri provenienti da questo scalo;

- La mancanza di un aliscafo che faccia base Santa Marina Salina (come allo stato attuale) e impiegato sulla linea Eolie/Messina e v.v., comporterà anche la soppressione di importanti collegamenti da Salina per Milazzo nei periodi di bassa e media stagione;
- Il collegamento estivo con Palermo si riduce con partenza e ritorno su Lipari e non su Milazzo facendo venir meno il collegamento da Salina a Milazzo e v.v. e omettendo questo scalo;
- Si ritiene insufficiente la frequenza di tre giorni per il collegamento da e per Palermo, invece dei sette attuali, e inutili i due giorni previsti per Cefalù.
Per ciò che concerne, invece, i collegamenti a mezzo nave, rispetto all’assetto attuale si segnalano le seguenti criticità:

- La previsione che i collegamenti con direzione Alicudi facciano scalo solo nel porto di Rinella e non anche a Santa Marina Salina, di fatto riduce da 5 a 4 la frequenza della prima partenza da Milazzo, che soprattutto per il trasporto commerciale è di fondamentale importanza per questo Comune, nell’arco di tutto l’anno;
- La previsione che anche in alta stagione la frequenza relativa alla partenza delle 6.30 da Milazzo sia stabilita in 5 giorni a settimana appare insufficiente, tenuto conto sia delle motivazioni di cui al punto precedente sia in considerazione che questo Comune utilizza tale collegamento per il trasporto via mare dei rifiuti prodotti sul territorio durante tutto l’arco dell’anno;
- Infine, si nutrono forti dubbi sulla stima dei tempi di percorrenza, stimati ad esempio in 3,30 h da Milazzo a Rinella o v.v. che appaiono, rispetto allo stato attuale, sottostimati con conseguenti ritardi.

Le predette criticità e la mancanza di previsione di agevolazioni per pendolari e lavoratori (PTE, 118, medici di base, guardie mediche, insegnanti, impiegati pubblici, fornitori, rappresentanti, etc.), rappresentano una forte penalizzazione del comparto economico e sociale di quest’isola, pertanto si ribadisce la richiesta all’Assessore competente di voler sospendere la pubblicazione dei bandi di cui trattasi ed aprire una approfondita fase di consultazione per l’attuazione di servizi integrativi più corrispondenti ai bisogni essenziali di questa Comunità, stante che, per ciò che concerne lo scrivente, a parte la partecipazione alla presentazione dell’apposito studio sullo stato dei collegamenti marittimi, non è stato invitato a nessuna riunione sull’assetto degli stessi collegamenti da mettere in gara.

Si chiede al Presidente della Regione il Suo autorevole interessamento per la sospensione dei bandi di cui trattasi, stante che l’attuazione di detti servizi integrativi inciderebbe negativamente sulla continuità territoriale, sulla frequenza dei trasporti e sulla qualità della vita delle popolazioni isolane, vanificando tutte le conquiste di questi anni nel campo dei collegamenti marittimi.
Si chiede, infine, al Presidente della IV Commissione in indirizzo di voler convocare una apposita seduta, per l’audizione dei Sindaci delle Isole Minori.
Fiducioso nell’accoglimento della superiore richiesta e nella speranza di non dover intraprendere ulteriori azioni istituzionali in difesa di questa popolazione isolana e scongiurare l’insorgere di azione di protesta popolare in merito, stante lo stato di sfiducia e di apprensione che si è venuto a determinare nella popolazione, invio distinti saluti.

Sindaco di Santa Marina Salina

LA NOTA DEL SINDACO DI LENI GAICOMO MONTECRISTO

downloadFGYU.jpg

di Giacomo Montecristo*

OGGETTO: Criticità bandi collegamenti marittimi integrativi Isole Minori – Lotto Eolie –.

Lo scrivente, in relazione ai bandi in oggetto indicati e a seguito di quanto rappresentato tramite stampa dai Comuni delle Isole Minori della Sicilia, da molteplici Associazioni e per ultimo dal Comune di S. Marina Salina con nota prot. n. 9475 del 17.11.2021 diretta alle SS.LL., il cui contenuto è pienamente condiviso dallo scrivente, esprime il proprio parere contrario all’assetto ipotizzato e messo a bando dal competente Assessorato, in quanto i collegamenti ipotizzati causerebbero irreparabili danni economici e sociali a questa comunità.

In particolare in bassa stagione, per ciò che concerne il I° lotto, la ridotta frequenza dei collegamenti, il numero ridotto delle corse da Milazzo per Salina e da Salina a Milazzo, la riduzione degli scali nell’isola di Salina l’anticipazione della corsa serale da Milazzo (l’ultima è prevista intorno alle 17,00 omettendo le attuali ultime due partenze delle 18.15 e 19.10) e l’utilizzazione degli scali periferici di Stromboli e Alicudi per la sosta notturna, notoriamente particolarmente esposti e inadeguati, rappresentano gravi criticità sul funzionamento dei collegamenti marittimi con forte penalizzazioni delle comunità locali.

Si aggiunge, per ciò che concerne il II lotto, la notevole riduzione nel periodo estivo del collegamento Salina/Messina e la soppressione dello stesso collegamento nel periodo invernale, la mancanza di aliscafi che facciano base come sosta notturna nell’isola di Salina, la riduzione del collegamento estivo con Palermo, congiuntamente alla riduzione di una linea per Milazzo e da Milazzo per la prevista sosta e partenza da Lipari, mentre si ritiene superfluo, nello scenario prospettato, il collegamento con Cefalù.

Per ciò che riguarda, invece, i collegamenti a mezzo nave la riduzione degli scali nell’isola di Salina, la riduzione della frequenza settimanale, ecc. rappresentano gravi criticità sul trasporto di veicoli causando, soprattutto nel periodo estivo, e un forte rischio al normale rifornimento dei generi di prima necessità durante il periodo di maggior afflusso turistico.

Per quanto sopra specificato e, si aggiunge, per la mancanza di previsione di agevolazioni per pendolari e lavoratori, tutti elementi che rappresentano una ingiustificata penalizzazione per gli abitanti di quest’isola, lo scrivente si associa alla richiesta rivolta all’Assessore competente di voler sospendere la pubblicazione dei bandi e promuovere un’ampia consultazione per l’attuazione di servizi integrativi più corrispondenti ai bisogni essenziali di questa Comunità, stante che, anche per ciò che concerne lo scrivente, a parte la partecipazione alla presentazione dell’apposito studio sullo stato dei collegamenti marittimi, non vi è stata occasione utile a rappresentare tali criticità.
In attesa di assicurazioni in merito, invia distinti saluti.

*Sindaco di Leni

LA NOTA DEL COORDINAMENTO DEL TAVOLO PARTECIPATIVO 

Danilo Conti Davide Starvaggi Luigi Sabatini Arnaldo Lumia Christian Lampo*

Abbiamo appreso dalla stampa, della presa di posizione in favore della sospensione del bando trasporti, da parte dei Sindaci di Santa Marina Salina, di Leni, di Marsala e delle Egadi. Questo in risposta alla nota agli stessi indirizzata, unitamente ai responsabili regionali e che abbiamo sottoscritto come Tavolo Tecnico Partecipativo, unitamente a tantissime associazioni, tra le più rappresentative delle isole minori siciliane.

Siamo certi che un’azione condivisa possa produrre l’effetto sperato ed auspichiamo in questo senso che anche il Sindaco di Lipari e quello di Malfa vorranno unirsi al più presto al coro di protesta ed alla richiesta di sospensione del bando che, così com’è formulato, condizionerebbe negativamente ed irrimediabilmente il flusso turistico nei prossimi anni, aggravando i disagi già sopportati da residenti e pendolari. Distinti saluti

*Coordinamento del Tavolo Tecnico Partecipativo

 

Regione Siciliana Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità Alla c.a. del Sig. Assessore
Avv. Marco Falcone, Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità Dipartimento delle Infrastrutture e della Mobilità, Dipartimento delle Infrastrutture e della Mobilità Servizio1 Alla c.a. dell’Avv. Piazza, p. c. Al Comune di Leni, al Comune di Lipari, Al Comune di Malfa

OGGETTO: Pubblicazione bandi collegamenti marittimi integrativi Isole Minori – Lotto Eolie- Criticità

In relazione alla pubblicazione dei bandi in oggetto indicati si ritiene opportuno segnalare le seguenti gravi criticità:

La frequenza dei collegamenti in bassa stagione è di 5 giorni, piuttosto che di 7 giorni, come da orari in vigore;

- Il numero delle corse da Milazzo per Salina, in bassa stagione ammonta a tre, contro le sei partenze attuali, di cui almeno una ha il medesimo orario di partenza da Milazzo della corsa di interesse statale (ore 17.00); 

- Il numero delle corse da Salina per Milazzo, in bassa stagione, ammonta a tre contro le 4/5 attuali, di cui una prevista a poche decine di minuti prima della corsa di interesse statale (17.15);
- Le corse con destinazione Stromboli fanno scalo solo a Santa Marina Salina, mentre quelle con destinazione Alicudi fanno scalo solo a Rinella, venendo a mancare, di conseguenza, in questo scalo un collegamento da e per Milazzo;
- Nel periodo di bassa e media stagione è prevista l’ultima corsa da Milazzo tra le17.00 e le 17.30, omettendo le ultime attuali ultime due partenze delle 18.15 e 19.10;
- L’utilizzazione degli scali di Stromboli ed Alicudi quale sosta notturna e inizio corsa, date le note carenze strutturali di detti approdi, comporterebbero sicure omissioni di collegamento a scapito, in particolare degli studenti che frequentano le superiori nell’isola di Lipari e a Milazzo.
Lotto II:
- Il previsto collegamento Eolie/Messina soltanto con le isole di Lipari e Vulcano, esclude totalmente nel periodo invernale qualunque collegamento da Salina, e gli orari previsti non consentiranno nessuna coincidenza da e per Salina, mentre nel periodo di alta stagione viene previsto solamente un collegamento bi-giornaliero, con base Messina, e con orari che non consentiranno coincidenze con treni e aerei per i passeggeri provenienti da questo scalo;
- La mancanza di un aliscafo che faccia base Santa Marina Salina (come allo stato attuale) e impiegato sulla linea Eolie/Messina e v.v., comporterà anche la soppressione di importanti collegamenti da Salina per Milazzo e v.v. nei periodi di bassa e media stagione;
- Il collegamento estivo con Palermo si riduce con partenza e ritorno su Lipari e non su Milazzo facendo venir meno il collegamento da Salina a Milazzo e v.v. e omettendo questo scalo;
- Si ritiene insufficiente la frequenza di tre giorni per il collegamento da e per Palermo, invece dei sette attuali, e inutili i due giorni previsti per Cefalù.

Per ciò che concerne, invece, i collegamenti a mezzo nave, rispetto all’assetto attuale si segnalano le seguenti criticità:

- La previsione che i collegamenti con direzione Alicudi facciano scalo solo nel porto di Rinella e non anche a Santa Marina Salina, di fatto riduce da 5 a 4 la frequenza della prima partenza da Milazzo, che soprattutto per il trasporto commerciale è di fondamentale importanza per questo Comune, nell’arco di tutto l’anno;
- La previsione che anche in alta stagione la frequenza relativa alla partenza delle 6.30 da Milazzo sia stabilita in 5 giorni a settimana appare insufficiente, tenuto conto sia delle motivazioni di cui al punto precedente sia in considerazione che questo Comune utilizza tale collegamento per il trasporto via mare dei rifiuti prodotti sul territorio durante tutto l’arco dell’anno; 

- Infine, si nutrono forti dubbi sulla stima dei tempi di percorrenza, stimati ad esempio in 3,30 h da Milazzo a Rinella o v.v. che appaiono, rispetto allo stato attuale, sottostimati con conseguenti ritardi;

A causa delle citate criticità e la mancanza di previsione di agevolazioni per pendolari e lavoratori (PTE, 118, medici di base, guardie mediche, insegnanti, impiegati pubblici, fornitori, rappresentanti, etc.), si evidenzia una forte penalizzazione del comparto economico e sociale di quest’isola e si rappresentano gravi disagi sociali ed economici per l’intera isola di Salina, per la quale verrebbero a mancare importanti collegamenti sia nel periodo di bassa stagione che in alta stagione.
L’attuazione di detti servizi integrativi, infine, inciderebbe negativamente sulla continuità territoriale, sulla frequenza dei trasporti e sulla qualità della vita di questa popolazione isolana, vanificando tutte le conquiste di questi anni nel campo dei collegamenti marittimi e portandola indietro di alcuni decenni.
Per quanto sopra, si chiede di voler sospendere la pubblicazione dei bandi di cui trattasi ed aprire una approfondita fase di consultazione per l’attuazione di servizi integrativi più corrispondenti ali bisogni essenziali di questa Comunità.
Fiducioso nell’accoglimento della superiore richiesta, invio distinti saluti.

*Sindaco

 

castalia.jpg