ELEZIONI COMUNALI DEL 12 GIUGNO A LIPARI, SANTA MARINA SALINA E MALFA 

081120225-b0f3eb77-8a95-475e-8ce6-73e5e08dd6ee.jpg

Codice di autoregolamentazione per la pubblicità -
Programmi di propaganda elettorale e comunicazione politica su NOTIZIARIOEOLIE.IT 

DOCUMENTO REDATTO AI SENSI DELLA LEGGE 22 FEBBRAIO 2000 N. 28 E S.M.I. E DELL'ART. 20 DELLA DELIBERAZIONE N. 84/06/CSP DELL'AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI, PUBBLICATA SULLA GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA N. 87 DEL 13 APRILE 2006

IL NOTIZIARIOEOLIE.it intende pubblicare propaganda elettorale a pagamento in occasione delle prossime elezioni amministrative 2022  [Leggi tutto...]

245356916_10226453965283465_6249059585079331223_n.jpg

di Claudio Reale

Il bando è stato trasmesso pochi giorni fa ai Comuni delle isole minori. Contiene — limitandosi ai tanti arcipelaghi siciliani — un assegno in bianco da oltre 153 milioni targati Europa e l’invito a stilare i progetti per poi fare i bandi. A chi risiede alle Egadi come alle Eolie o alle Pelagie, però, non è sfuggito un dettaglio contenuto negli allegati: con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza inseriti nel Programma Isole Verdi che il ministero della Transizione ecologica ha appena stilato c’è la possibilità per i privati di farsi finanziare una barca.

Gli incentivi saranno accordati solo se il Comune lo prevede e a patto di avere un’azienda. Nello specifico il bando ministeriale prevede la possibilità di «incentivi per l’acquisto di imbarcazioni alimentate ad energia elettrica/ibrida ad operatori privati esercenti servizi di trasporto collettivo o di noleggio di imbarcazioni, nonché ad operatori di strutture ricettive per il trasporto collettivo dei propri clienti», ma soprattutto «ad operatori esercenti l’attività di distribuzione delle merci», cioè a chiunque abbia un’attività commerciale e dichiari di dover effettuare le consegne in barca — come può capitare ad esempio su un’isola divisa in due da un vulcano come Stromboli — o di volerlo fare. Il plafond è grandissimo: si può finanziare fino al 100 per cento dell’investimento, con un limite massimo di spesa di 150mila euro per ciascuna azienda. Al finanziamento, naturalmente, sono ammessi solo i privati che operavano nel Comune (o vi avevano sede) nel 2021.

Ovviamente, però, non c’è solo questo: il bando punta alla realizzazione di campagne per far aumentare la raccolta differenziata e per la costruzione isole ecologiche e di centri di compostaggio dei rifiuti organici, ma anche al rinnovo del parco veicoli a disposizione delle aziende di trasporto pubblico (tramite l’acquisto di bus elettrici e, anche in questo caso, di imbarcazioni) e di quelli privati, con l’acquisto di scooter elettrici (3.500 euro di incentivo massimo), biciclette a pedalata assistita (mille euro) e monopattini elettrici (500 euro).

Lo stanziamento complessivo è di 200 milioni. Oltre tre quarti del fondo a disposizione arriverà però in Sicilia: nel dettaglio è previsto un finanziamento di 8,7 milioni per i tre Comuni di Salina, 53,1 nelle altre isole delle Eolie che fanno capo a Lipari, 9,4 a Ustica, 17,2 alle Egadi, 23,5 a Pantelleria e 41,3 a Lampedusa e Linosa. Il dettaglio delle misure dovrà essere stilato dai Comuni, che potranno presentare i progetti al ministero entro il 13 aprile.(repubblica.it)

foto di Davide Vitagliana

via-lattea.jpg