downloadghyt.jpg

STOP ALLA FUGA DI CERVELLI: COT PRONTA A SOSTENERE DUE NUOVI DOTTORATI CON L’UNIVERSITÀ DI MESSINA. PRIVATO E PUBBLICO:UNICO OBIETTIVO

L’Istituto polispecialistico C.O.T.di Messina pronto a finanziare il cinquanta per cento, del costo di due dottorati innovativi e di alta specializzazione all’interno del corso in Translational Molecular Medicine and Surgery-38° ciclo con un progetto formativo che riguarda la "tematica della Chirurgia protesica delle grandi articolazioni con l’ausilio di tecnologie robotiche".

C.O.T. s.p.a., ospedale di Messina che fa parte della componente di diritto privato del Servizio Sanitario Nazionale, da anni ormai ha avviato un percorso che, punta sulla ricerca e sulla valorizzazione e sulla specializzazione dei giovani medici. Obiettivo prioritario evitare la fuga di cervelli e trattenere le risorse migliori del territorio e dell’Università. Un percorso che si inserisce sulla strada dell’innovazione che C. O.T. ha intrapreso da anni attivando convenzioni, laboratori e progetti che coinvolgono anche gli ingegneri in corsia.

Nei giorni scorsi, C.O.T, ha inviato all’Università di Messina una manifestazione di interesse per l' attivazione e il finanziamento del corso di dottorato industriale in Translational Molecular Medicine And Surgery - 38° ciclo. L’occasione è fornita dalle linee di intervento attivate dal Piano di ripresa e resilienza (PNRR). C.O.T. ha dunque manifestato l’intenzione di cofinanziare due borse di dottorato al 50% e ha garantito la disponibilità e l' utilizzo di strutture e attrezzature idonee per l’intera durata del ciclo di studi pari a tre anni. C.O.T. possiede i i requisiti richiesti dalle linee guida MIUR vigenti relative all'accreditamento del corso di Dottorato industriale e in particolare una dimostrabile attività di ricerca e sviluppo coerente e funzionale al dottorato di ricerca proposto.

281983727_10160342464588991_3491071570312058098_n.jpg

banner_orizzontale_1.jpg