I suggerimenti per prenotare le proprie vacanze online spendendo meno

La primavera è il momento in cui la maggior parte degli italiani pianifica e prenota le proprie vacanze estive, col metodo "fai da te" online che ormai da anni la fa da padrone a dispetto di un numero sempre minore di consumatori che si affida alle agenzie specializzate. Anche nell'ambito dell'online booking esistono comunque ampi margini di manovra per ridurre ulteriormente le spese: vediamo nel dettaglio alcuni consigli utili per prenotare per tempo spendendo meno.

IL TIMING

Fondamentale per tenere bassi i prezzi è avere il giusto "timing" per quanto riguarda il momento in cui si effettua la prenotazione online. Perchè se è vero che la formula del "last minute" non funziona quasi mai per i voli low cost, è pure vero che non sempre prenotare con larghissimo anticipo sia sinonimo di risparmio. A volte la verità sta nel mezzo, come da teoria elaborata in proposito dall'economista giapponese Makoto Watanabe, i cui studi e le cui sumulazioni hanno dimostrato che il momento migliore per prenotare, in media, è 8/9 settimane prima della partenza, quando le compagnie devono incentivare l'acquisto da parte degli indecisi. Il mese perfetto per prenotare le vacanze estive, comunque, resta sempre gennaio, momento in cui si somma il "fuori stagione" con le prime promozioni da parte delle compagnie.

LA SCELTA DEI GIORNI

Ovvio che quando si prenota per un viaggio breve ci si affida spesso e volentieri al week end. Per le vacanze vere e proprie è invece possibile scegliere giorni al di fuori del fine settimana, opzione sempre conveniente dal punto di vista dei prezzi. Il portale britannico "Which?", studiando la rotta Inghilterra-Spagna, ha concluso che i voli più convenienti sono quelli del martedì e del giovedì, mentre i più costosi sono quelli del venerdì e della domenica. La differenza è variabile tra il 7% e il 10%. E' inoltre consigliabile portare a termine l'acquisto il pomeriggio piuttosto che al mattino: pare infatti che al mattino le compagnie abbiano prezzi un po' più sostenuti, forse con l'intento di intercettare gli acquisti da parte dei professionisti e delle aziende.

MEGLIO I SITI DELLE COMPAGNIE

Negli ultimi anni hanno riscosso un successo sempre maggiore quei siti che fanno da "aggregatore" delle varie offerte. Secondo un'indagine di Altroconsumo, difficilmente i software online per selezionare i migliori prezzi di voli, hotel e pacchetti turistici offrono un prezzo più basso rispetto al sito della compagnia aerea. E' possibile provare anche con i comparatori esteri, che a volte offrono tariffe migliori rispetto a quelli in italiano. In ogni caso è consigliabile consultare i siti compratori per una prima scrematura delle offerte, e poi provare il prezzo sul sito della compagnia aerea.

LE TRATTE LUNGHE

Quanto esposto fino ad ora vale soprattutto per i voli low cost, che riguardano tratte brevi. Per le tratte più lunghe ed i voli intercontinentali, è consigliabile tenere sempre sott'occhio offerte, promozioni e codici sconto dei vettori tradizionali. Ci si può iscrivere per esempio alle newsletter delle compagnie per tenere monitorati prezzi e offerte, e nel contempo frequentare blog specifici (ad esempio Vologratis) e aderire ai programmi "frequent flyers".

CACCIA AGLI "ERROR FARE FLIGHTS"

I più tenaci cultori del risparmio online conoscono perfettamente i "sottocosto" che occasionalmente si presentano in rete e soprattutto gli "error fare", veri e propri errori delle compagnie, che rendono risibili i prezzi di certe tratte. Anche in questo caso ci sono siti - come ad esempio holidaypirates.com - che segnalano in tempo reale sia le offerte imperdibili sia soprattutto gli errori delle compagnie, come i famosi 187 euro tutto compreso usciti recentemente per alcune ttratte fra Europa e Suidamerica. I professionisti del sottocosto non rinunciano mai ad una ricerca su Google con la dicitura "error fare flight": la sorpresa è spesso dietro l'angolo.

SVUOTARE LA CACHE

Infine un consiglio di natura prettamente logistica: regola base prima di ogni nuova ricerca è lo svuotamento della memoria cache con annessa eliminazione dei cookies (che contengono le informazioni sui siti internet visitati). Il tutto per evitare che possano comparire i vecchi prezzi - retaggio di una visita precedente - al posto dei nuovi, col rischio di farci perdere i "best prices".

airpanarea.jpg