m-y-lady-s-93m-super-yacht-feadshipside-1170x566.png

Lipari - Davanti alla piazzetta di Marina Corta si è ancorato "Lady S", battente bandiera della Cayman Islands di 93 metri di lunghezza per 14 di larghezza.

Il suo proprietario è il magnate statunitense Dan Snyder, a cui appartiene anche la squadra di football Washington Football Team della Nfl.

Linee essenziali ma grande lusso per i suoi 12 ospiti. All’interno: campo di pallavolo, pallacanestro, badminton e simulatore di golf. Ma per non farsi mancare nulla anche: beach club con bagno turco, piscina di acqua fredda, teatro Imax ed eliporto e naturalmente un "mega-super-gommone" ma rossonero.

IMG_3530.jpg

 

Eolie, salgono a 73 i postivi al covid

Lipari - Nelle Eolie salgono a 73 i positivi al covid. Oltre ai 12 positivi di Leni, nel Comune di Salina, sono stati accertati altri 61 contagiati dai medici dell'Usca nel resto dell'Arcipelago.

Cosi' ripartiti: 40 a Lipari, 9 a Panarea, 8 a Vulcano, 3 a Filicudi e 1 a Stromboli.

IMG-20210825-WA0026[1].jpg

download (1)QAS1.png

2° LANCIO - Nelle Eolie salgono a 73 i positivi al Covid. Oltre ai 12 contagiati di Leni, nel Comune di Salina, sono stati accertati altri 61 casi dai medici dell'Usca nel resto dell'Arcipelago. Cosi' ripartiti: 40 a Lipari, 9 a Panarea, 8 a Vulcano, 3 a Filicudi e 1 a Stromboli. A Leni,  oltre ai 12 isolani positivi vi sono 17 da contatto che sono anche in isolamento. Sabato screening di massa. 

PRIMO LANCIO - SALINA - A Leni, uno dei tre Comuni di Salina, nelle Eolie, 12 isolani sono risultati positivi al Covid e 17 sono in isolamento a causa dei contatti avuti con i contagiati.

Il sindaco Giacomo Montecristo, accogliendo una nota inviata dall’Usca di Lipari, ha organizzato per sabato, dalle 16 alle 18, una campagna straordinaria di screening, su base volontaria, da eseguire al campo sportivo, che coinvolgerà residenti e turisti.(ANSA)

Lipari - La polizia municipale ha sequestrato un fabbricato di circa 140 metri quadri. Era stato realizzato abusivamente.

L'INTERVENTO

Trainito-FRancesco-Confcommercio-696x355.jpg

di Francesco Trainito*

Sembra certo che tutta la Sicilia, da lunedì prossimo, sarà in zona gialla, ciò
avrà come conseguenza alcune limitazioni principalmente per il settore della
ristorazione, da alcune fonti si parla addirittura di una possibile zona rossa tra
poche settimane.
Come Ascom Sicilia avevamo già evidenziato le conseguenze letali che, un
passaggio a zona arancione o rossa, avrebbe avuto sulla già debole economia dopo
20 mesi di restrizioni a causa del Covid, adesso che ci avviciniamo sempre di più a
questo scenario, diventa sempre più urgente rivedere le restrizioni che limitano le
attività, prevedendo delle deroghe, come già è stato previsto per il consumo al tavolo
all’interno delle attività.
Le imprese vogliono lavorare ed hanno rispettato tutte le regole, anche se
queste hanno inciso sui ricavi, la riorganizzazione aziendale ha generato costi
aggiuntivi, ma oggi necessitiamo di certezze sul futuro, non si può vivere
nell’angoscia di vedere pregiudicato il proprio lavoro.
Purtroppo paghiamo, oltre per le carenze della sanità siciliana, anche per la
bassa percentuale dei vaccinati che incidono sul cambio di colore. Speriamo che le
istituzioni non perdano ancora tempo nel valutare deroghe legate all’utilizzo del
green pass, le attività economiche non devono più chiudere e così come si farà dai
primi di settembre per i voli aerei, chiediamo che tutte le attività restino aperte con
l’utilizzo del green pass.
Ne approfittiamo per invitare la popolazione a vaccinari, in modo tale da
attenuare i danni creati da questa pandemia e finalmente pensare ad un futuro
diverso, più vicino a ritrovare quella “normalità” ormai perduta.

*Presidente Regionale Ascom Sicilia ASSOCIAZIONE DEI DATORI DEL LAVORO DEL COMMERCIO, SERVIZI, TURISMO E PM

gattopardo-hotel.jpg