"Destagionalizzeremo il turismo in Sicilia puntando sugli itinerari religiosi sul quale abbiamo investito circa 2 milioni di euro per intercettare un target internazionale legato al turismo di fede che nella nostra isola, nel biennio 2014-15, è aumentato del 52% e che è destinato a crescere". 

barbagallo

È quanto ha affermato Anthony Barbagallo,  assessore al Turismo, Sport e Spettacolo, che ha partecipato all'apertura di ‘Aurea 2016’, la Borsa del Turismo Religioso e delle Aree Protette.   

"Una crescita significativa - aggiunge Barbagallo - che vogliamo potenziare attraverso la qualità dell'offerta, abbiamo infatti già previsto 13 itinerari di fede di fortissimo richiamo come la festa di Sant'Agata (Catania), di Santa Lucia (Siracusa), il cammino di fede di Santa Rosalia (Palermo) e la festa di San Calogero (Agrigento). Sono stati confezionati dei pacchetti-vacanza ispirati alla religione e alla natura che saranno proposti e venduti a buyer italiani e stranieri specializzati sul turismo religioso e naturalistico, un settore che nel nostro paese vale già 2,5 milioni di euro e di cui pensiamo di raggiungere almeno il 15%".

Turismo religioso in crescita e la Sicilia va ad Aurea con 13 nuovi itinerari

festa di sant'agata

Nel biennio 2014-15 turismo religioso in Sicilia è aumentato del 52% e la Regione si prepara a potenziare l'offerta con 13 nuovi itinerari di fede. Ad annunciarlo Anthony Barbagallo, assessore regionale al Turismo, che domani in Calabria presenterà ad ‘Aurea’, Borsa del turismo religioso e delle aree protette, i nuovi progetti di itinerari di turismo religioso finanziati dall' assessorato per circa 2 milioni di euro e già in fase di realizzazione su tutto il territorio siciliano.

"Ad Aurea proporremo progetti di vacanze ispirate alla religione e alla natura per un turismo sempre più vario e destagionalizzato. Proposte che rafforzeranno e qualificheranno l'offerta turistica della Sicilia e che saranno presentate e 'vendute' a buyer italiani e stranieri, provenienti da vari Paesi, dalla Germania alla Polonia, dalla Svezia alla Svizzera, specializzati sul turismo religioso e su quello naturalistico - spiega Barbagallo a La Sicilia - Un settore che nel nostro Paese vale già 2,5 milioni di euro e in cui pensiamo di raggiungere il 15%".

Tra gli itinerari proposti: la festa di S.Agata (Catania); Il cammino di fede di S. Alfio (Messina, Taormina, S. Alfio, Trecastagni e Lentini); La festa di S. Lucia (Siracusa); il cammino di fede di S. Rosalia (Palermo); La festa di S. Calogero (Agrigento); le Settimane Sante di Trapani, Enna e Caltanissetta; La vara di Messina; Le feste di S. Giorgio e S. Giovanni (Ragusa).

 

Il commento: a proposito degli itinerari religiosi!

di Aldo Natoli
 
aldo natoliDopo la promozione dell'albergo diffuso dell'Assessore Regionale al Turismo, Cleo Li Calzi, oggi apprendiamo della promozione per destagionalizzare il turismo del nuovo Assessore Regionale Anthony Barbagallo sugli itinerari religiosi. Un segmento sicuramente interessante che dovrebbe portare in Sicilia moltissimi visitatori! Ma, come spesso accade nelle programmazioni regionali, viene trascurata la realtà eoliana. Infatti tra le tante festività pasquali non risultano essere inserite le celebrazioni dei Misteri della Passione e della Pasqua di Resurrezione che rappresenta nell'Eolie la prima grande festa che segna l'arrivo della primavera con le sue luci e i suoi colori, e assume una connotazione religiosa ed una tensione emotiva difficilmente riscontrabile altrove, e si evidenzia per una ritualità i cui effetti scenografici prendono aspetti altamente suggestivi.

 

lagiara.jpg