IMG-20200801-WA0003.jpg


 

prima_pagina.jpg   PRIMA PAGINA: "GALLINARANDO”

Sull’operazione Gallinara l’avvocato Alberto Cortassa interviene con alcune precisazioni sull’esercizio della prelazione. “Ai sensi dell’articolo 60 del TU Beni Culturali (D.Lgs. 22/01/2004, n. 42) il Mibac, la regione o agli altri enti territoriali nel cui ambito si trova il bene, hanno facoltà di acquistare in via di prelazione i beni culturali alienati a titolo oneroso o conferiti in società, al valore di cessione o di conferimento”. “In questo caso, né la Regione, né il comune di Albenga hanno evidentemente esercitato il diritto di prelazione, che è stato esercitato dal Mibac il 17 settembre. Il MIbac ha acquistato solo la villa e non tutta l’isola, come il sindaco e i politici interessati hanno detto di voler fare. Però la prelazione non poteva essere esercitata sulla società, perché le quote della Gallinaria S.r.l. non erano soggette a prelazione.

Per il resto, è sufficiente leggere il decreto per rendersi conto che lo scorso 22 luglio la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio di Imperia e Savona ha ricevuto cinque denunce, ai sensi dell’art. 59 del TU, relative al trasferimento di proprietà a titolo oneroso alla Gallinaria S.r.l. del complesso di immobili posti sulla sommità dell’isola Gallinara. Tutti immobili soggetti a tutela e sottoposti a Notifica del Ministero dell’Educazione Nazionale - Amministrazione dei Monumenti, Musei, Gallerie e Scavi di Antichità - del 19 giugno 1937 e al Decreto Ministro Pubblica Istruzione del 2 novembre 1968, trascritto il 14.01.1969, tuttora efficaci ai sensi dell’art. 128 del D.Lgs. 42/2004; l’isola inoltre è anche sottoposta a tutela paesaggistica, dichiarata di notevole interesse pubblico ai sensi della L. 1497/1939 con Decreto 8 novembre 1951. Tutti elementi ben noti all’acquirente, che infatti sapeva di dover preservare l’isola. Il Mibac ha acquistato solo un edificio al prezzo complessivo di € 8.013.952,48, cioè la villa che negli anni ’60 venne edificata  ormai suddivisa in otto appartamenti; tutti gli altri edifici, tra cui la chiesa, la torre d’avvistamento genovese, la casa del guardiano e le altre ville suddivise in vari appartamenti rientrano nei 4 lotti rimanenti, che erano stati offerti tutti in prelazione allo Stato.

L’isola in sé, quella che il Ministero ha definito “la parte selvaggia dell’isola, inutilizzabile per i vincoli ambientali e paesaggistici”, resta privata come lo era prima. Lo Stato per accedere alla villa dovrà sbarcare al porticciolo, privato anch’esso; lo Stato, immagino, imporrà un passaggio coattivo, per permettere l’accesso all’immobile; certo non potrà imporre ai privati di permettere a chiunque l’accesso all’intera isola; per farlo, dovrebbe acquistare l’isola, ma dovrebbe acquistare anche gli edifici restanti.

 

 

ISOLA DENTRO

TOMATOES (1) copy.jpg

 

Il fabbro che forgia amore, lancia
oltre il fuoco il martello. Giusto
per misurare la forza e tuffarsi nel gelido
inverno. L’isola ama e odia,
cancellando dalla mente il cuore.
Si può? L’anima vuole ma non ha la forza.
L’amore è veramente una rosa
con le spine che producono realtà mentre i petali
producono fastidiose illusioni. Adesso
si lascia il posto alla scuola,
senza insistere sul blocco e cercare altro,
restando seduti da qualche parte,
aspettando l’ora dell’apericena.
Occhi di vita e di passione per
dire che sono dentro tutti.

 Il_Vulcano_a_Piedi_Stromboli_Trekking_orizontale.jpg

  

 

 aaaaaaaa.jpg CONTROCORRENTEOLIANA: SAN CALOGERO

 Cosa si può fare o si deve fare di San Calogero? il dibattito dura ormai da oltre 30 anni e nessuno ancora ha le idee tecnicamente chiare su cosa fare dell’immobile, che dopo gli ultimi lavori costati una bella cifra, resta immobile e fermo. Sottoutilizzato, si dice politicamente, ma non turisticamente. Togliendo all’isola la sua funzione curativa e sottraendo alla comunità il godimento. Ci sarà un perché o è pura ignoranza?

 

 pitvf.jpg VERO&FALSO 

-Politico eoliano vuole restare tale.

-Elettore eoliano vuole cambiare.

-Ginostra cerca sole piccolo.

-Lipari cementificherà il campo antenne di Sant’Angelo.

-Stromboli vuole tre numeri chiusi.

-Panarea alloca se stessa.

-Gli eoliani vogliono soldi digitali a perdere.

 

IMG-20200914-WA0002.jpg

INFORMAZIONEXINFORMAZIONE-ll Notiziario si legge e si ascolta

 

Lipari, vendesi alloggio centro storico. Attico panoramico di mq.120 con terrazzo soprastante. Per informazione tel.337-20 36 18

Guarda i video suIl Notiziario si YoutubeSeguici su  logo facebook-piccolo logo twitter 
Condividi il "Notiziario" pubblica gli articoli sul tuo profilo 

Eolie siti utili isoleolie.it - vacanzeeolie.it 
alberghieolie.com - eolianinelmondo.com 
eolieintouch.it - casevacanza.isole-eolie.com

eolieintouch.jpg