Foto Gianpaolo Gottardi.jpg

di Gianpaolo Gottardi*

ISOLA DI ALICUDI CURIOSITA’ CARTOGRAFICHE

Già al primo colpo d’occhio appare evidente come il dettaglio della linea costiera sia molto maggiore nella carta del 1851 nonostante la scala sfavorevole: 1:280.000 contro 1:150.000 della cartina moderna.

Chiaramente si trattava di una realizzazione grafica basata su rilevamenti diretti effettuati sul posto sia da terra che dal mare; non c’erano le immagini da satellite di cui disponiamo oggi.
In ogni caso non può essere trascurata la presenza, sulla carta del 1851, di alcuni scogli “importanti” come dimensione quali quello situato a ponente, vicino alla profondità rilevata di 11 metri e quello a Nord, vicino alla profondità rilevata di 15 metri.

Nondimeno, sempre sulla stessa carta, balzano all’occhio la prominenza verso Sud prossima alla profondità rilevata di 18 metri e quella a Nord-Est denominata Punta Bazzini.
Sulla carta del 1983, come pure su tutte le carte nautiche moderne anche più recenti, di questi scogli e di queste prominenze non c’è traccia, o quasi.
I due scogli citati, sottoposti ai violenti marosi di ponente per oltre un secolo e mezzo, si sono probabilmente ridotti a dimensioni non significative; così pure è lecito pensare per il piccolo promontorio della costa meridionale.

Osservando Punta Bazzini invece, e andando a localizzarla sulla carta moderna, troviamo una chiara traccia della sua passata esistenza. La punta Nord-Est dell’isola infatti presenta attualmente, in quel preciso punto, una prominenza sommersa a 2 metri di profondità.

Questa “trasformazione” della Punta Bazzini rivela un fatto determinante per capire il cambiamento del profilo di costa e di tutte le parti che risultavano emerse nel 1851.
Infatti la violenza dei marosi può senz’altro avere distrutto la parte emersa di Punta Bazzini, ma non può averla portata a due metri sott’acqua.

Ne consegue che a far sparire scogli e prominenze hanno agito non solo le violente mareggiate, ma ha contribuito in modo sostanziale anche l’innalzamento del livello del mare.

*Amministratore della società G.T.C. che si occupa di settori alimentare, industriale e farmaceutico di Milano

127887676_10221932349931391_4829148394143118779_o.jpg

NOTIZIARIOEOLIE.IT

7 AGOSTO 2014

Eolie, l'Ingv fotografa i cambiamenti delle coste

28 SETTEMBRE 2015

Lipari, il resoconto del seminario su "aumento del livello marino e movimenti verticali della crosta terrestre"

20 SETTEMBRE 2017

LE NOTIZIE DEL NOSTRO GIORNALE ONLINE FANNO IL GIRO D'ITALIA. LE INTERVISTE DE "IL NOTIZIARIO". Eolie, l'Ingv studia il fenomeno dell'innalzamento del mare... "Il mare sale le isole scendono...". Servizio su Geo&Geo" di Rai3 VIDEO Il Punto e Virgola

4 SETTEMBRE 2018

Roma, workshop sul progetto europeo "Savemedcoasts" organizzato dall'Ingv sull'aumento del livello marino. Interessa anche le Eolie

6 DICEMBRE 2018

Ingv: "163 le coste del Mediterraneo a rischio inondazione. A Lipari le spiagge stanno scomparendo..."

8 APRILE 2019

LE NOTIZIE DEL NOSTRO GIORNALE ONLINE FANNO IL GIRO D'ITALIA. LE INTERVISTE DE "IL NOTIZIARIO". Lipari, Marco Anzidei dell'Ingv su "scenari di aumento del livello marino alle Eolie: cause ed effetti". La registrazione della conferenza. Servizio sul Gr1

7 AGOSTO 2019

Lipari, "quel porto romano..."

11 AGOSTO 2019

Eolie&Cambiamenti climatici. La Campagna dell'Ingv su movimenti del suolo e aumento del livello del mare. Gli scenari attesi

idealcolor-ban.jpg