9d5c67f2-af79-4da0-a37f-40433c5e8bb5.jpg


ascolta la musica in sottofondo clicca sul triangolo

Perchè abbonarsi ? Perchè Il Notiziario delle Eolie è il giornale online della comunità Eoliana. E' un servizio d'informazione libero e puntuale con video interviste, notizie di politica, cronaca, cultura, avvenimenti e molto altro. Tutto questo sempre con grande impegno costante e quotidiano. Per aiutarci a fare sempre di più abbiamo bisogno del tuo supporto. Attiva oggi stesso un abbonamento, sostieni il tuo Notiziario delle Eolie 

Per Natale Regalatevi un abbonamento 

Scarica e stampa il calendario 2022 del Notiziario

 

sleonepiccola1.jpg

di Salvatore Leone

Le isole Eolie avevano veramente bisogno di un uomo di cultura almeno durante il periodo estivo.

La presenza di Marcello Sorgi, fra l'altro figlio di un noto penalista palermitano, regala per mare e per campagna un senso di appagamento che nella realtà dei fatti dimostra la sua personalità mai appariscente. Un dietro le quinte diventato un vero valore aggiunto per le isole.

Determinati successi politici, determinate presenze nelle isole oltre che determinati successi editoriali e incontri ravvicinati fra personaggi di fama mondiale vivono e rendono con questa sana compagnia.

Ci sono delle speranze nascoste che un giorno Marcello, scendendo da Quattropani o sbarcando a Pignataro si sentirà chiedere: "e' ura pi Piazza Mazzini, cacchi cosa a fari puru tu. Camina!"

pierograssowmn.jpg

image-42.jpeg

bacialemani.jpg

 

otticasottile.gif

2otticasottile.gif

Seguici su FB.jpg

Info commerciale. Lipari, a Marina Lunga "L'Officina dei Ricambi" di Salvatore Stramandino 

18528045_10211243917367257_7031021656380630741_n.jpg

L'Officina dei Ricambi di Salvatore Stramandino è a Marina Lunga di Lipari: ricambi per auto e moto, noleggio, vendita scooter, mezzi elettrici e prodotti pulizia nautica 

Eol Mare
le-macine-ristorante

Proposte per gusti raffinati che tuttavia non tradiscono le tradizioni della cucina Eoliana

PIANOCONTE - LIPARI

 

"Formicheoliane"

Le Formiche sono un gruppo di scogli facenti parte di un bassofondo esteso e chiamati così per le loro dimensioni ridotte. L'immersione è poco impegnativa soprattutto in caso di mare calmo e l'acqua trasparente permette di visualizzare lo scenografico fondale marino, ma anche queste Formiche nel loro piccolo s'incazzano come dice il titolo di un libro". Questi piccoli e fragili scogli sono riusciti nel tempo ad affondare grossi battelli e per ultimo un bellissimo e sofisticato motoscafo. Attimi di terrore a bordo e a mare per i quattro occupanti. Qualcuno ha gridato, guardando il cielo, "maledette Formiche". Eolie belle e pericolose anche con mare calmo. Ogni isola delle Eolie ha il suo scoglio a fior d'acqua o le sue reti d'allevamento. Sembrano sempre pronte all'affronto e all'affondo del disattento capitano. Negli anni hanno seminato panico. C'è chi ha lanciato l'idea di abbassarne l'altezza al fine di rendere più sicura la navigazione. Ma gli ambientalisti insorgono. Basterebbe che la pubblica autorità intervenisse definitivamente per eliminare i pericoli, magari illuminandoli. Giusto a mezzo miglio a sud-est di Panarea 38° 37,55′ – N 015°05,14′ E.

panarea-le-formiche.jpg

barca_affonda_panarea.jpg

Il calcio alle Eolie

Tutto l'arcipelago eoliano vive il mondo del calcio come sport principale, anche se esistono discipline più praticate ma meno guardate o aiutate. Il calcio eoliano ha avuto qualche nome importate a livello nazionale e mondiale. Il prof. Franco Scoglio, allenatore di serie A e di alcune nazionali straniere. Come calciatore c'è Cristian Riganò arrivò in serie A con la Fiorentina diventando un grande goleador, ricordo un gran goal fatto da centrocampo. Come sponsor dello Stromboli arrivò Giorgio Armani. Adesso che alle Eolie passeggiano il presidente del Napoli calcio e quello del Real Madrid, si nutrono speranze di aiuto e d'incoraggiamento prima che i campi di calcio possano trasformarsi in parcheggi o esposizione per bancarelle per la vendita di "plasticaltro". Giusto per tirare qualche calcio a quella palla che alcuni vogliono portarsela a casa.

Eolie, "acqua&munnizza" d'epoca

Nel merito della storia, oggi siamo in grado di vedere, osservare, toccare ed applaudire che alle Eolie non manca niente. Turismo di ricchi, semi ricchi e giornalieri andanti. Addirittura la stessa acqua é un orologio compreso di calendario. Non manca neanche l'immondizia. Non basta mai. Ritornando indietro nei tempi, posso ricordare il lavoro di due guardie municipali o vigili urbani. Il signor Errico, responsabile per la distribuzione, che con due aiutanti passava le giornate con le manichette dell'acqua arrotolate che arrivavano alle cisterne delle case e si sentivano le urla gioiese per l'arriva- arriva. Era una festa. Si diceva un ora e quella era. Ma anche il vigile Saltalamacchia responsabile del servizio raccolta rifiuti merita un ricordo. Radunava due volte al giorno i suoi spazzini (allora si chiamavano così). Dopo ripetute urlate affidava scope e carretti per zone. Entrambi i lavori per "acqua&munnizza" venivano svolti a mano. Giusto lavoro, qualche sacrificio e pochi soldi. Le strade erano pulite e lavate e l'acqua c'era. Tutti , come nelle favole, erano puliti e dissetati.

Controticket milazzese

Ormai le Eolie hanno sfondato in tutti i sensi. Sono stracolme di turisti. Tutto esaurito e tutti esauriti. Meno male che i 5 euro sono sbarcati alle Eolie. Milazzo si mangia le mani, pensa alla tassa di sbarco per chi proviene dalle Eolie a Milazzo. Un ticket da 7 euro. I milazzesi cercano uno "sponsoronorevole". Giusto per valere due euro in più delle Eolie. Avanzano i contatori umani per capire ed assaporare il gusto degli incassi, come investirli e forse pure a come mangiarseli. Perché il ticket è uno studio fatto a tavolino e non un gioco. Sembra che degli infiltrati milazzesi siano pronti ad entrare nei conti dei comuni eoliani per guardare le cifre del ticket e poi poter sognare di goderseli come Paperon De Paperonis tuffandosi dentro piscine senz'acqua ma con tanto liquido contante. Sogni che lasciano il segno magari senza colla perché i soldi spesso restano incollati alle mani. Il controticket milazzese è pronto allo sbarco e alla guerra del ticket per 2 euro in più.

Sessione di sesso

L'America forse è ancora più indietro di quello che crediamo. E' capace di creare guerre per perderle. Gli americani, a parte quei 4/5 nomi ricchissimi, sono dei bambinoni che giocano su tutto. L'insegnante Laura Ramos, è stata arrestata per aver fatto sesso con 4 suoi studenti quasi diciottenni (una alla volta ed in giorni diversi). Adesso é finita in manette per gli incontri proibiti con le sue prede. La professoressa Ramos rischia 10 anni di carcere anche se il suo avvocato ha dichiarato che la sua assistita ha diritto alla presunzione di innocenza. Invece poteva dire che i rapporti sessuali erano semplicemente delle lezioni di ripasso, un dopo scuola. Perché oggi fare l'amore è spesso un mestiere come fu nel passato e come sarà nel futuro. Iniziano ad esserci in giro troppi ripetenti per questo una sessione di sesso darebbe più libertà, almeno nei movimenti.

Eolie, la tassa di sguardo...

Un politico eoliano, solitamente ben informato, mi racconta la voce che gira navigando per il mare eoliano dalle parti di Calajunco. Il senatore Raffaele Ranucci, dopo aver salvato dal fallimento i comuni eoliani, con la sponsorizzazione per la tassa di sbarco, ha notato che un casino di gente ammira la sua storica barca e quella degli altri. Cosi ha pensato di radunare segretamente i 4 riferimenti politici dei 4 comuni eoliani e ha proposto il progetto per la nuova tassa "spellante".

Chiunque sarà sorpreso a guardare una di queste barche da sogno che arrivano alle Eolie dovrà pagare 10 euro a sguardo. Per la foto ben 15 euro e 20 per il filmino. Il listino prezzi, che sarà autorizzato dagli uffici competenti romani, prevede anche il pacchetto prendi undici e paghi dieci.

Il comitato degli emigranti eoliani (EE) sta cercando inutilmente di essere esentato. Ma i comuni non ci sentono. Al limite e su richiesta forniranno la card che esenta il pagamento del primo scatto salvo scarto. Che riguardo, da non pronunciare però, altrimenti per la riguardata gli euro diventano 20. Occhio agli sguardi...

20690251_10155105291929735_6303687318519719581_o.jpg

Lipari. Toga&Togo

Oggi possiamo dire che l'ex sindaco Mariano Bruno era avanti di oltre mezzo secolo. Nella Vulcano, isola di sindaci lungimiranti, aprì il campeggio-villaggio "Togo Togo".

Adesso il presidente del Togo, nell'imbrunire domenicale è stato accolto, in segreto e alla grande nel palazzo comunale, da personaggi di spicco presenti nell'isola. L'attuale sindaco con la toga del vice sindaco in mano avrà garantito la legalità dell'incontro ed alcuni spiattellamenti che faranno onore alle Eolie. Salina compresa.

Il perno della pre tavolata con post tavolata sarà stato il caldo africano. Usi e modalità per allenare le popolazioni eoliane alla convivenza. Il Togo, il cui nome significa "andare all'acqua", è avanti nell'abbattimento tecnologico del caldo grazie agli alberi baobab.

Nell'incontro si è usato il dialetto kotokoli che é simile all'eoliano. La tassa di sbarco risulta essere stata pagata dal signor presidente in valuta Franco cfa. I lavori sono stati aperti con pensieri religiosi voodoon.

Eoliani col marchio di qualità

Il popolo eoliano ha particolari caratteristiche che deve assolutamente essere certificato. La guerra del cappero fra Lipari e Salina ha aperto gli occhi alla gente.

Ormai gli eoliani sono un prodotto e la politica commerciale oltre che quella politica-politica inciderà pesantemente sulla strada da percorrere. Vista la presenza di 4 comuni nell'arcipelago si tratterà di definire a chi dare il DOP, IGP, DOC e STG.

La stessa Unione Europea ha riconosciuto che l'origine geografica condiziona la qualità e peculiarità degli abitanti in base all'alimentazione prodotta a km 0 sul proprio territorio del comune di appartenenza. Verbalmente tutti si vantavano, pur non essendo certificati, di essere eoliani DOC. Da oggi invece saranno solo una parte gli altri 3 tipi di abitanti dovranno litigare per essere DOP o IGP o STG che non vuol dire qualità inferiore ma suona male anche se accanto si potrebbe aggiungere un timbretto Ce magari anche contraffatto.

 

I "Los Ninos" delle Eolie

Il duo eoliano "Los Ninos" ha una mira perfetta. Non sbaglia un colpo. Il loro mirino centra perfettamente tutti gli obiettivi di cui le Eolie hanno bisogno. Il Centro Studi Eoliano, ancora una volta, porterà a Lipari la vera donna del momento. La "Presidenta" Laura Boldrini. Una visita per la storia. Sicuramente le Eolie saranno ai suoi piedi e non solo per ammirare i suoi sandali francescani (senza chiusura posteriore) che calzò durante la visita al Papa. La speranza, anche dei tanti suoi compagni eoliani del partito Sel, sarà vederla non solo per i sentieri dell'arcipelago ma per l'ospedale di Lipari o delle Eolie. Quell'ospedale che i suoi colleghi di governo sbarcando alle Eolie non hanno potuto visitare e discutere perché il tempo era stretto. Magari serve questa signora per allungarlo, per il semplice fatto che una parte della sua vita è stata dedicata al terzo mondo. Anche questo sarà un merito aggiunto della premiata PS. (Paino-Saltalamacchia).

pluri-impresa.jpg