9d5c67f2-af79-4da0-a37f-40433c5e8bb5.jpg


ascolta la musica in sottofondo clicca sul triangolo

Perchè abbonarsi ? Perchè Il Notiziario delle Eolie è il giornale online della comunità Eoliana. E' un servizio d'informazione libero e puntuale con video interviste, notizie di politica, cronaca, cultura, avvenimenti e molto altro. Tutto questo sempre con grande impegno costante e quotidiano. Per aiutarci a fare sempre di più abbiamo bisogno del tuo supporto. Attiva oggi stesso un abbonamento, sostieni il tuo Notiziario delle Eolie 

Per Natale Regalatevi un abbonamento 

Scarica e stampa il calendario 2022 del Notiziario

rcandia.jpg

di Renato Candia*

Progetto ‘Una senatrice a scuola

Gli alunni dell’Istituto Comprensivo LIPARI incontrano la senatrice Barbara FLORIDIA

Nella mattinata di venerdì 18 dicembre scorso, gli alunni delle classi seconde e terze di scuola secondaria dell’ I.C. Lipari, hanno potuto vivere un’importante esperienza di conoscenza diretta di esercizio della democrazia nel nostro Paese.

Attraverso una serie di collegamenti on-line le varie classi si sono avvicendate in una successione di incontri, programmati e gestiti dalla prof.ssa Pennisi (referente di progetto) e dai docenti della scuola secondaria in orario di servizio, con la senatrice Barbara FLORIDIA in diretta da Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica Italiana.

L’incontro, che è avvenuto su piattaforma zoom e che era previsto come attività didattica nell’ambito dell’insegnamento dell’Educazione Civica, ha permesso ai nostri alunni di Lipari e di Vulcano, di vivere concretamente un’esperienza unica: essere cittadini dentro le Istituzioni. La senatrice Floridia, o più confidenzialmente Barbara, così come preferisce essere chiamata perché, dietro un titolo o una carica esiste sempre una persona, ha spiegato ai ragazzi qual è stato il suo percorso. Con l’entusiasmo, con la passione e soprattutto con lo studio, è possibile realizzare le nostre aspirazioni, e anche giungere a ricoprire una carica politica importante come questa. Essere infatti senatori della Repubblica è una professione vera e propria, che permette di investire tutte le energie cercando, soprattutto attraverso le parole, di cambiare in meglio le regole del vivere civile.

“Le parole sono le armi della democrazia”. Questa è stata la frase che la senatrice ha rivolto ai ragazzi invitandoli a studiare sempre con passione e in profondità per imparare ad affrontare un mondo in continua evoluzione: solo se si conoscono le parole giuste si è in grado di argomentare una questione. La Democrazia è, forse dovrebbe essere, un dibattito equilibrato in cui ogni rappresentante del popolo, rimanendo sempre coerente con se stesso, può esprimere la propria opinione e trovare soluzioni comuni.

In tempo di emergenza epidemiologica e di didattiche e distanza, non si possono organizzare visite guidate all’interno della camera del Senato. Così invece, grazie alla disponibilità della senatrice Floridia che ha messo a nostra disposizione il suo tempo, è stato possibile vedere da vicino i luoghi dove vengono proposte, discusse e approvate le Leggi dello Stato italiano, attraverso un’esperienza unica, che ha fatto sentire la nostra comunità scolastica parte concreta e integrante della nostra Italia.

*Dirigente scolastico

LA NOTA

Barbara Floridia .jpeg

Istituto Comprensivo di Lipari, la sen. Barbara Floridia racconta agli studenti il valore della democrazia e cosa significa operare nelle Istituzioni.

“Nei giorni scorsi ho avuto l’opportunità di partecipare al progetto ‘Una senatrice a scuola’ organizzato dall’Istituto Comprensivo di Lipari nell’ambito dell’insegnamento dell’Educazione Civica, per parlare agli studenti delle classi seconde e terze di scuola seconda e far vivere ai ragazzi l’esperienza di essere cittadini dentro le Istituzioni.

Ho raccontato in videocall il percorso che mi ha portato al Senato della Repubblica ed il lavoro che quotidianamente mi tiene impegnata in Commissione, in Aula e sul mio territorio di appartenenza.

Inoltre, ho spiegato come ‘le parole sono le armi della democrazia’. Tengo molto a questa frase che rivolgo sempre ai ragazzi, invitandoli a studiare con passione e in profondità, per imparare ad affrontare un mondo in continua evoluzione: solo se si conoscono le parole giuste si è in grado di argomentare al meglio una questione. La Democrazia è un dibattito equilibrato in cui ogni rappresentante del popolo, rimanendo sempre coerente con sé stesso, può esprimere la propria opinione e trovare soluzioni comuni.

Ringrazio il dirigente scolastico dell’I.C. di Lipari, il prof. Candia e la prof.ssa Pennisi referente del progetto, per questa costruttiva occasione di confronto con gli studenti. Specie in questo momento così delicato dovuto alla pandemia, è fondamentale trovare occasioni nuove di dialogo per stare comunque vicino ai nostri ragazzi per stimolarli e coinvolgerli in progetti come questo, perché loro rappresentano il futuro del nostro Paese”, così in una nota la senatrice messinese Barbara Floridia (M5S).

imagesfghk.png

 

Lipari, Cintura Nera 1° Dan Niccolò Basile

Cintura 2.jpg

di Marco Basile

Proprio qualche settimana fa , riordinando lo sgabuzzino mi sono capitati tra le mani i primi guantoni per la Kickboxing di Niccolò, Spinx neri comprati nel 2010 e conservati in un cellophane, scarichi e con la pelle ormai consumata. Da allora ne abbiamo conservati molti altri , regali per un Natale o per una bella pagella e altri ne conserveremo.
 
Sono passati dieci anni da quando un bambino rotondetto e impacciato muoveva i primi passi dentro una palestra, un cammino fatto di sacrifici, sudore, rispetto, costanza, preparazione alle competizioni, allenamenti, cinture, sparring, viaggi, controllo del peso, pianti ,risate, infortuni,  vittorie e sconfitte. Una crescita graduale, non sempre facile, con tante difficoltà come del resto la vita di tutti i giorni, ma un primo obiettivo chiaro in mente: la cintura Nera. Ieri a Messina, più esattamente a Milì Marina, una commissione d'esame presieduta dal Maestro Piscitello dell'Ente di Promozione Sportivo C.S.A.In affiliato al Coni ha consegnato al giovane Niccolò la cintura Nera 1° DAN. Niccolò sa bene che neanche questo è un punto di arrivo, ma un primo scalino verso altri traguardi che , speriamo, arriveranno in futuro. Complimenti anche ad un altro nostro ragazzo eoliano, Andrea Mirabito, che ha ottenuto anch'egli questo prezioso riconoscimento.
 
Un doveroso e sentito ringraziamento va al Maestro Massimiliano Paladino che gli ha insegnato negli anni tecniche praticamente perfette, a tutti i ragazzi che si sono confrontati con lui e che hanno contribuito alla sua crescita e un ringraziamento particolare al Maestro Bartolo Profilio che lo ha ospitato nella sua Accademia Karate Lipari nell'ultimo anno e che , dopo la chiusura per il Covid ha continuato a seguirlo online spronandolo e consigliandolo anche nei momenti più difficili.
Niccolò si è allenato tutti i giorni, in giardino durante l'estate e in casa con le giornate piovose e ventose, non ha mollato mai e tutti gli siamo stati vicini 

“#IoLeggoPerchè”, straordinario successo di genitori e alunni all’I.C. ‘Lipari’

Il progetto “#IoLeggoPerchè“ all’Istituto Comprensivo ‘Lipari’ si è concluso in questi giorni con le cifre di un successo straordinario che ha visto la nostra scuola raccogliere da sola l’equivalente del 50% di quanto tutte le scuole dell’area tirrenica messinese aderenti all’iniziativa hanno potuto mettere assieme. L’iniziativa, coordinata dalla prof.ssa Cettina Antonuccio assieme ai docenti referenti di plesso e ai coordinatori di sezione e di classe dell’intero Istituto, e con il referente territoriale Teodoro Cafarelli, della Libreria Capitolo18 di Patti, si è sviluppata dapprima attraverso una serie di incontri in videoconferenza durante i quali il ‘nostro’ libraio Teodoro, ha presentato e letto alcuni racconti scelti apposta per ciascuna delle classi con cui si è potuto collegare.

Gli alunni hanno ascoltato, seguito e interloquito dalle loro postazioni, provando l’emozione del giovane lettore che dopo aver sentito raccontare una storia impara a desiderare di farla ancora più sua leggendola, sfogliando le pagine di un libro, dandosi il tempo per immaginarla, toccando con la mano le parole per arrivare a conoscere il piacere della lettura. L’iniziativa prevedeva quindi la raccolta di un contributo volontario per l’acquisto di una vera e propria biblioteca della scuola: e qui i genitori hanno fatto la loro parte con un entusiasmo e una partecipazione davvero non comuni. È stata raccolta la cifra di circa 1400 euro, corrispondente più o meno a 150 volumi.

A questi andranno poi aggiunti quelli che i promotori dell’iniziativa #IoLeggoPerchè daranno in omaggio alla scuola, proporzionalmente a quanto acquistato. È un segnale molto forte della scuola che si stringe in comunità: alunni, genitori, insegnanti, Teodoro, tutti hanno messo assieme il loro entusiasmo e le loro passioni, immaginando un sogno, una biblioteca che speriamo materialmente di poter inaugurare non appena questo brutto incubo della pandemia si sarà dissolto. Grazie a tutti, per aver saputo guardare in alto e per continuare a farlo: io leggo perché la lettura fa immaginare possibilità, accompagnando l’alunno di oggi ad essere il cittadino che domani saprà realizzare un mondo migliore.

*Dirigente scolastico

VIDEO

Coronavirus: ordinanza di Musumeci, cosa cambia per le feste natalizie

Nuove disposizioni per chi arriverà in Sicilia durante le festività natalizie. Le prevede l'ordinanza appena firmata dal presidente della Regione Nello Musumeci, dopo un confronto con il Comitato tecnico scientifico, i medici di base e il presidente dell'Anci Sicilia. Ecco le novità, in vigore da lunedì 14 dicembre a giovedì 7 gennaio, per limitare il contagio da Coronavirus.

Registrazione sul portale e tampone

Chiunque arrivi in Sicilia dovrà registrarsi sulla piattaforma www.siciliacoronavirus.it ed essere in possesso dell'esito negativo del tampone molecolare rino-faringeo effettuato nelle ultime 48 ore. Sono esclusi i pendolari e coloro che si siano allontanati dall'Isola, nei giorni immediatamente antecedenti, per recarsi nel territorio nazionale per un periodo inferiore a quattro giorni.

Tamponi rapidi nei drive-in

Qualora la persona che fa rientro non abbia potuto sottoporsi al tampone molecolare ha diverse opzioni. Può recarsi presso un drive-in appositamente dedicato per sottoporsi al tampone rapido antigenico. In caso di esito positivo, si seguono le procedure previste per i soggetti Covid-19 positivi, con ripetizione del tampone molecolare e presa in carico da parte del Sistema sanitario regionale. Se negativo, potrà recarsi al domicilio, con la raccomandazione di mantenere i dispositivi di protezione individuale, evitare i contatti con soggetti terzi e sottoporsi nuovamente a tampone antigenico dopo cinque giorni.

Tamponi molecolari nei laboratori

In alternativa, si può andare presso un laboratorio autorizzato e sottoporsi al tampone molecolare, a proprie spese, con l'obbligo per la struttura stessa di darne comunicazione al dipartimento di Prevenzione dell’Asp.

Isolamento fiduciario

Chi non segue nessuna delle precedenti procedure, come ultima ipotesi, ha l'obbligo di porsi in isolamento fiduciario per 10 giorni, presso il proprio domicilio, dandone comunicazione al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta ovvero all’Asp di pertinenza.

"Contapersone" nei Centri commerciali

Previste ulteriori misure limitative e finalizzate alla verifica del rispetto delle misure contenitive del contagio da Covid-19. Durante l'orario di apertura degli esercizi pubblici, con particolare riferimento al settore commerciale, fermo restando l'obbligo di garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro, il ricambio d'aria nonché la ventilazione dei locali, i titolari degli esercizi sono tenuti a comunicare all'Asp il numero massimo dei clienti ospitabili, secondo le Linee guida nazionali vigenti, esponendo il cartello con tale limitazione all'esterno del locale. I Centri commerciali pluri-negozio dovranno munirsi di strumenti “contapersone” agli ingressi, limitando e scaglionando gli accessi dei clienti

Obbligo di registrazione dei clienti per ristoranti e pizzerie

I titolari di ristoranti e pizzerie hanno anche l'obbligo di conservare l'elenco dei clienti serviti ai tavoli per un periodo di almeno due settimane, nel rispetto della normativa vigente sulla tutela dei dati personali, così da garantirne la disponibilità per le autorità sanitarie.

Potere dei sindaci

I sindaci potranno consentire agli esercizi pubblici l'orario continuato e adottare, altresì, misure limitative di accesso alle aree comunali (come zone pedonali e luoghi pubblici di aggregazione) per evitare assembramenti e stazionamenti prolungati, anche mediante l'utilizzo di transennamenti o regolatori di flusso di entrata e uscita. Per questi compiti potranno attivare anche personale delle associazioni di volontariato.

Coinvolgimento dei medici e dei pediatri

L'ordinanza del presidente Musumeci prevede anche il coinvolgimento dei medici di Medicina generale e i pediatri di libera scelta, che supporteranno le Asp per tutta la durata del periodo emergenziale, nella gestione dei pazienti Covid-19 positivi o sospetti tali, effettuando i tamponi antigenici rapidi o di altro test.

E' morto Tony Zermo, storico inviato speciale e prima firma del quotidiano La Sicilia. Aveva 89 anni ed era ricoverato in ospedale perché positivo al Covid-19

a70ccac880812f662a44e1cee1db65ac.jpg

La sua passione per il giornalismo lo aveva portato a scrivere sul 'suo giornale' fino a pochi giorni prima che si aggravasse e si rendesse necessario il ricovero.
Da inviato speciale ha seguito tutti i grandi avvenimenti italiani e siciliani, di cronaca e politica soprattutto, ma anche di temi sportivi e anche culturali. E' stato tra i primi cronisti ad arrivare nel Belice nel 1968 dopo il terremoto. Ha seguito gli anni di piombo del terrorismo, il processo alle Brigate Rosse a Torino e si è occupato del rapimento di Aldo Moro. Era stato a Palermo per raccontare il maxiprocesso a Cosa nostra e poi per le stragi di Capaci e Via D'Amelio. Era stato anche inviato di guerra: nel Golfo nel 1991 e a Sarajevo durante quella civile nella ex Jugoslavia. Ha raccontato anche del caso Sindona, dei misteri di Calvi, del morto-vivo di Avola, della tragedia delle tre bambine uccise dal mostro di Marsala.
Tra le sue grandi battaglie quella per la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina e per il Casinò di Taormina.
Sempre in prima fila, ma sempre accanto ai giovani cronisti che sono cresciuti e si sono formati con lui. Sempre pronto a dare, ma anche a ricevere consigli, così lo raccontano. E a scrivere con amore disincantato della sua amata Catania. (ANSA).

Tony Zermo: «Questo coronavirus mi fa sentire vecchio. E piango»

di Tony Zermo

«Piango perché sono vecchio, perché questo coronavirus mi fa sentire vecchio. Piango perché sento il mondo lontano, perché dal balcone non vedo più nessuno. Piango per questa mia vita interrotta, per la brutta prospettiva di usare la maschera quando uscirò. Già, ma quando uscirò, quando tornerò a calpestare le basole del marciapiede? Piango perché ricordo i miei genitori come non facevo da tempo, piango perché ricordo gli amici che non ci sono più, perché penso a quando ero giovane e felice come se il mondo fosse mio e io fossi del mondo.


Piango perché non ho alcuna certezza del domani, perché non so quando potrò uscire e se uscendo correrò il rischio di incontrare la morte. Piango perché quando si riaprirà il mondo non potrò più viaggiare a causa della mia sopravvenuta decrepitezza, piango perché mi è stato rubato l'ultimo pezzo della mia vita, quella che era destinata alla libertà assoluta, alla spensieratezza, agli amici, al gioco, ai piccoli piaceri della vita. Piango perché un piccolo virus bastardo arrivato dall'Asia sta cambiando il mondo e le mie abitudini. Piango perché è Pasqua, perché le musiche liturgiche mi ricordano l'innocenza perduta, piango perché mi commuovo sotto il peso dei ricordi e non so bene se questa è la mia ultima Pasqua. Abbraccio tutti i vecchi come me che si interrogano sul domani e a cui non può bastare il calore degli affetti familiari, il tricolore sui balconi e l'inno nazionale».

 

I docenti della Santa Lucia a scuola di francese

“Primaire EN français verso la scuola secondaria”- 1° annualità

Nel corso del corrente anno scolastico, i docenti della scuola primaria di questa istituzione scolastica saranno coinvolti in attività di formazione che li vedrà impegnati nello studio della lingua straniera francese.
In un’ottica di arricchimento dell’offerta formativa, i docenti che si formeranno attraverso questo progetto verticale per l’apprendimento e potenziamento della lingua francese attraverso il CLIL e l’animazione linguistica, potranno proporre attività di CLIL nelle classi della scuola primaria .
Tali attività con gli alunni prevedono la durata di 10 ore con la compilazione di diario di bordo .
e registrazione delle attività svolte.
Le attività di CLIL potranno essere proposte ed indirizzate anche agli alunni di scuola dell’infanzia.
Questa iniziativa formativa vede la collaborazione con la Prof.ssa Tindara Martina De Pasquale Presidente ANILS della sezione di Barcellona PG.

*Dirigente Scolastico

L’ISTITUTO COMPRENSIVO LIPARI S.LUCIA AI 200 ANNI DELL’INFINITO DI LEOPARDI

         Il FlashMob per i duecento anni dell’Infinito di Giacomo Leopardi ha contagiato anche Lipari e la nostra scuola, l’Istituto Comprensivo Lipari – S.Lucia. I versi celeberrimi del poeta di Recanati toccano le corde del coraggio, insegnano a guardare oltre i confini apparenti del nostro sguardo, incoraggiando a vedere il mondo con gli occhi della fantasia, della curiosità e della speranza. E la poesia ha proprio questa funzione: saper raccontare con poche parole un universo di pensieri, emozioni ed esperienze.

È questo il senso profondo anche del nostro Progetto educativo. Le classi 1°B, 3°B e 3°A hanno creato un loro FlashMob in forma di video clip, raccontando il loro Infinito leopardiano, dando ai versi la forza delle immagini, potenziando il senso del testo e trasfigurando la siepe del colle di Recanati nelle sabbie cangianti delle spiagge eoliane dove il mito si confonde aggiornandosi con l’immaginario dei viandanti che quotidianamente le percorrono.

Il video, oltre che in chiaro al sito di Istituto (www.iclipari.gov.it) , è visibile direttamente al seguente link:

https://prezi.com/yuyq1_mtyfay/quotl039infinitoquot/?utm_campaign=share&utm_medium=copy

infinito.jpeg

 

Nelle giornate che hanno preceduto l’inizio di queste vacanze natalizie, si sono svolti ai plessi di questa Istituzione scolastica gli eventi Telethon.
La risposta degli alunni e delle loro famiglie è stata davvero importante e sentita, e tutti gli intervenuti hanno donato il loro contributo al fondo TELETHON per la ricerca contro le malattie rare.
Questi i risultati: Canneto (raccolti € 223,80), Lipari (raccolti € 267,00), Pianoconte (raccolti € 434,00), Vulcano (raccolti € 185,00), per un totale di € 1.109,80.
Lo scrivente ringrazia tutti sentitamente per il successo dell’iniziativa, e in particolare le insegnanti e il personale tutto che hanno dedicato il loro tempo con impegno, passione e professionalità assicurando il bellissimo risultato.
Grazie ancora di cuore!

 49103566_366348387507997_5196380905937043456_n.jpg

 

marisa-slide.jpg