12507291_10208295012278161_7328692383628363738_n.jpg

di Laura Zaia

Il giornalista Pino Nazio ha intervistato tramite zoom me e due gestanti Eoliane, tra cui Francesca Falconieri, sulle problematiche dell'ospedale e le difficoltà delle gestanti delle nostre isole soprattutto in tempi di covid.

Le interviste sono state trasmesse ieri sera su Rai2 

Lipari&Ospedale in agonia, mamme e gestanti su Rai2

Eolie, zona arancione la nota della Giunta Giorgianni

Per effetto dell’Ordinanza contingibile e urgente n.3 del 13.1.2022 del Presidente della Regione Siciliana, il Comune di Lipari passerà in zona arancione da sabato 15 a mercoledì 26 gennaio 2022, quale misura di contenimento dei contagi e contrasto alla emergenza epidemiologica da Covid 19.
 
Tale provvedimento si è reso inevitabile visti i dati forniti dalle Autorità Sanitarie relativi alla diffusione del virus sul nostro territorio che mostrano nell’ultimo periodo un preoccupante e repentino aumento dei casi di positività tale che aveva portato l’Amministrazione a richiedere alle Autorità Sanitarie un parere sulla possibile istituzione della zona arancione. Successivamente, la stessa ASP di Messina e il Commissario ad acta per l’Emergenza Covid avevano inviato al Dipartimento ASOE – Regione Siciliana una comunicazione in cui si includeva il Comune di Lipari tra i territori considerati ad alto rischio per l’andamento epidemiologico particolarmente critico, che ha motivato le disposizioni dell’Ordinanza regionale per il nostro territorio.
 
Per conoscere le regole che entreranno in vigore da domani è possibile consultare la tabella emanata dal Governo sulle attività consentite senza/con green pass “base”/”rafforzato” al seguente link:
 
 
L’Amministrazione Comunale

 

SERVIZIO CIVILE Bando Unpli 2022 Di seguito il testo completo del Bando Ordinario 2022:

Sono 56.205 i posti disponibili per i giovani tra i 18 e 28 anni che intendono diventare operatori volontari di servizio civile. Fino alle ore 14.00 di mercoledì 26 gennaio 2022 è possibile presentare domanda di partecipazione ad uno dei 2.818 progetti che si realizzeranno tra il 2022 e il 2023 su tutto il territorio nazionale e all’estero. I progetti hanno durata variabile tra gli 8 e i 12 mesi.
In particolare, dei 56.205 posti di operatore volontario, 54.181 sono i posti disponibili per i 2.541 progetti da realizzarsi in Italia e 980 quelli per i 170 progetti all’estero. Si aggiungono 37 posti nei 4 progetti finanziati dal PON-IOG “Garanzia Giovani” – Misura 6 bis) “Servizio civile universale nell’Unione Europea” e 1.007 posti nei 103 dedicati alla sperimentazione del Servizio civile digitale.
Anche quest’anno, ogni singolo progetto è parte di un più ampio programma di intervento che risponde ad uno o più obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e riguarda uno specifico ambito di azione individuato tra quelli indicati nel Piano triennale 2020-2022 per la programmazione del servizio civile universale. I programmi d’intervento sono, in totale, 566.
Sono previste, in alcuni progetti, riserve di posti per giovani con minori opportunità (disabilità, bassa scolarizzazione, difficoltà economiche, care leavers e giovani con temporanea fragilità personale e sociale). Previste poi, in altri progetti, alcune misure “aggiuntive” (un periodo di tutoraggio nell’ambito del servizio da svolgere oppure, per i progetti che si realizzano in Italia, un periodo da uno a tre mesi da trascorrere in un altro Paese europeo). Per candidarsi ai posti riservati il candidato dovrà necessariamente possedere lo specifico requisito richiesto.
Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it dove, attraverso un semplice sistema di ricerca con filtri, è possibile scegliere il progetto per il quale candidarsi.
Ai giovani selezionati, che saranno poi avviati al servizio civile, è riconosciuto un assegno mensile pari a € 444,30.
 
Nella sezione “Per gli operatori volontari” del sito politichegiovanili.gov.it sono consultabili tutte le informazioni utili alla presentazione della domanda nonché del bando, da leggere attentamente.
Anche quest’anno, per facilitare la partecipazione dei giovani e, più in generale, per avvicinarli al mondo del servizio civile, è disponibile il sito dedicato www.scelgoilserviziocivile.gov.it che, grazie al linguaggio più semplice, diretto proprio ai ragazzi, potrà meglio orientarli tra le tante informazioni e aiutarli a compiere la scelta migliore.
Ricordiamo che per poter candidarsi ai progetti messi in campo da UNPLI, è necessario essere in possesso del titolo di studio minimo di diploma di maturità ottenuto a conclusione del ciclo quinquennale dalla scuola secondaria di secondo grado.

Grazie a Gaetano Orto che stamattina ha fatto un sopralluogo ed ha mandato ad intervenire gli operai della geomar che in questo momento stanno cercando di risolvere il problema, grazie anche a Massimiliano Taranto che nonostante non sia competenza sua si è prodigato ad aiutarci, grazie ad Annarita Gugliotta che da due giorni è in contatto con me e si è interessata e ha cercato di fare il possibile per noi. Ma soprattutto grazie agli operai della geomar che stanno lavorando ora sotto il sole cocente per risolvere il problema (anche se noi gli abbiamo messo un ombrellone per non farli scuocere). Grazie a tutti Nella speranza che entro stasera possiamo tornare alla normalità e riavere l'acqua che scorre dai nostri rubinetti.

NOTIZIARIOEOLIE.IT

Situazione attuale: Doccia fatta a casa di mia zia, e acqua comprata per lavarci le mani, la faccia e poter sciacquare due piatti. Peggio degli accampati.. È una vergogna!!!!

 

---Ancora senz'acqua, anche se dicono fino a ieri c'era mah... Evidentemente le cisterne di chi è prima si riempiono e i nostri serbatoi restano vuoti. Non si lavano piatti, vestiti, ma soprattutto non possiamo rinfrescarci noi... Terzo mondo?? No purtroppo... Realtà di quest'isola... E Oggi siamo solo al primo agosto... Non si può.

---C'è un isola senz'acqua ed è una vergogna nel 2019 in un paese "civile"!!!

Non si può con le navi che vanno e vengono e un dissalatore sull'isola, in piena estate soprattutto per chi come me ha bambini e animali, ma anche per chi ha anziani e malati in casa.

LE REAZIONI NEL WEB

Maria Greco: Vergogna

Alessandro Giardina: Viva gli eoliani viva il turismo... Ora ad agosto per la festa andiamo tutti a Marina Corta a cantare insieme a cantanti pagati da noi... Così ci passa!

Pietro Di Grado: Bisogna scrivere alla magistratura... Troppi giochetti inconcepibili dietro il servizio idrico

Alessandro Giardina: I giochetti sono solo dietro il servizio idrico?

Laura Zaia: A Lipari c'è gente che è senz'acqua da mesi e per un autobotte ci sono liste di 10 giorni e anche più

Jessica Greco: Ben detto! Storia di tutti gli anni...

FIUME D'ACQUA IN VIA FRANZA

 

Gentile direttore,

E’molto doloroso vedere sprecare acqua pulita presumibilmente potabile che si riversa in strada dal parcheggio comunale incanalarsi verso via Roma e questosi vede spesso. I cittadini della zona chiedono giuste verifiche visto che nella stessa zona la rete idrica ha qualche volta delle difficoltà tecniche a garantire sempre il servizio di rifornimento idrico nelle case.

Cordialmente

Lettera firmata

L'INTERVENTO

 

di Francesco Coscione

Gentile Direttore, leggo sul tuo-nostro giornale le lamentele per l'acqua di famiglie con bambini. Penso che non ci siano speranze per il futuro, considerando che:

" Proroga alla ditta Geomar di Fiumefreddo dell'affidamento relativo al Servizio di gestione e manutenzione impianti idrici e fognari a servizio dell'intero territorio comunale dal 01/07 al 30/09/2019 e manutenzione straordinaria a chiamata. Ribasso 92%, importo a base d'asta 162 mila euro."

Vorrei comprendere come fa una ditta a garantire gestione e manutenzione su sei isole con € 4.860 al mese? Io se fossi dalla parte dei molto pazienti, educati e civili cittadini che hanno problemi idrici mi farei qualche domanda.

Al nostro Comune (Sindaco, Amministrazione, Consiglieri di maggioranza a minoranza, ecc) va bene così. Per dignità non ditemi che la legge lo consente, non ne ho alcun dubbio. Lungi da me sfiorarmi anche solo il pensiero che l' Amministrazione compia atti illegali.

Vi sono però atti che meritano una considerazione particolare che va oltre la legge e i numeri. Vi sono situazioni familiari che meritano un'attenzione maggiore.

L'acqua è necessaria alla vita, non è un optional, non deve essere pagata di più per necessità, non deve essere chiesta come favore, non deve essere elemosinata!!! La dignità di una famiglia è più importante di ogni altro atto comunale!!! Dieci giorni per un'autobotte d'acqua sono un tempo vergognoso senza scusanti!!!

L'Amministrazione di questo Comune risponda ai cittadini dai quali è stata eletta e ai quali deve rendere conto del proprio operato e scriva pubblicamente i motivi di questo disservizio. Un uomo è tale non perchè compie grandi imprese, ma perchè si prende la responsabilità dei propri atti e dei propri errori, se ce ne sono!!!

 

danierimunafo_1.jpg