Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità 

Questo sito utilizza Cookie tecnici e di profilazione di terze parti. Clicca sul bottone - chiudi - per accettare l'uso dei cookie e proseguire la navigazione.

Stampa
Categoria: Opinioni

 pina.jpg

di Pina Cincotta Mandarano

Anche Panarea è in coda per conoscere qualche profezia per il 2020. Io ricordo che qualche amico turista intorno agli anni 80 era in contatto con una veggente bulgara che era considerata la “Nostradamus dei Balcani”. Aveva previsto un pericolo di vita nel 2020 sia per il presidente russo Putin che per il presidente americano Trump. Ricordiamoci che all’epoca nessuno li conosceva.

La certezza della veggente oggi viene confermata anche dalla previsione giusta che la Cina sarebbe diventata una delle più grandi potenze economiche mentre aveva previsto anche che gli estremisti musulmani avrebbero conquistato l'Europa. Quando disse che gli americani sarebbero stati attaccati da uccelli di fuoco si riferiva alle torri gemelle. Quella donna era cieca eppure parlò anche dell’isola col cratere in fondo all’Europa che prima generò onda gigantesca e poi eruttò. Alla fine le Eolie sono negli eventi di tutti mi dicono gli eletti.

Notiziario russo.jpg

Il Notiziario si legge e si ascolta

LE RICETTE DI PINA CHE FANNO LECCARE I BAFFI

Polipetti bianchi con olive nere

 

Ingredienti (per 4 persone): Un kg e un quarto di polipetti veraci, 6 cucchiai di olio d’oliva, un ciuffo di prezzemolo, 2 spicchi d’aglio, peperoncino, sale e olive nere

Questa pietanza può fungere sia da antipasto che da primo piatto, a seconda della quantità che se ne servirà singolarmente. Si preparino opportunamente i polipetti veraci (dovranno tutti essere sotto i 10 cm di lunghezza), badando bene ad accertarvi della loro freschezza: il loro colore dovrà essere grigio-marroncino. Dopo la pulitura dei polipetti – che avverrà come al solito tramite l’asportazione del becco corneo tra i tentacoli e degli occhi, oltre che delle interiora presenti nella testa – si depongano in una terrina insieme d un po’ d’olio, due o tre spicchi d’aglio tritati, prezzemolo sminuzzato, poco peperoncino, una presa di sale, con un dito d’acqua.

 

Il tutto si terrà a cottura nella terrina di coccio, a fuoco lento, accertandosi di tanto in tanto che non si restringa eccessivamente (se ciò avverrà, aggiungete un po’ d’acqua). Se invece la parte liquida sarà troppa, continuate la cottura senza coperchio, mescolando con un mescolo di legno. A cottura ultimata versate i polipetti in un ampio piatto da portata e aggiungetevi le olive nere, servendo quindi tempestivamente.

anpin.jpg

210X250-BANNER-CONCORSO-DECO.jpg