rla.jpg

Sotto lo sguardo di Dio”, omaggio del Poeta brolese Rosario La Greca al Beato Rosario Angelo Livatino, nel giorno della sua prima memoria liturgica

Il 29 Ottobre si celebra il Beato Rosario Angelo Livatino, è anche il giorno in cui nel 1988, a 36 anni, si accostò al Sacramento della Confermazione, compimento di un percorso di fede che abbracciò da adulto con convinzione.

Quello vissuto il 9 Maggio 2021, è stato un avvenimento straordinario, il primo Magistrato Beato nella storia della Chiesa Cattolica, a presiedere la solenne celebrazione il Cardinale Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi.

Non ci sono reliquie di quel che resta del corpo di Rosario Livatino, sull’altare della sua beatificazione, ma la camicia ingrigita dal sangue rappreso, indossata nel momento del martirio dal giovane Magistrato, che compare dentro una teca trasparente. Durante l’intensa omelia il Cardinale Semeraro ha ricordato le tre lettere “STD, Sub Tutela Dei”, che Livatino ”scriveva in pagine particolari e qualche volta ha scritto sovrastato dal segno della Croce”.

“Alla Madonna Bruna del Tindari”, lirica del Poeta brolese Rosario La Greca
Il 7 e l'8 Settembre, si festeggia la Madonna Bruna del Tindari, Madre nostra e Fiducia nostra.
Si tratta di una ricorrenza importante che vede ogni anno la presenza di migliaia di fedeli e pellegrini, desiderosi di manifestare il proprio amore e la propria riconoscenza alla dolce Madonnina, speranzosi di ricevere da Lei, Madre buona, la Sua benedizione e protezione materna e tante sospirate grazie. Anche quest’anno la Festa, a causa delle restrizioni dovute al covid-19, non si potrà celebrare nel modo consueto. Ciò non impedisce, nel rispetto delle norme attuali, di poter officiare solennemente i momenti liturgici. Per tutti e due giorni sono previsti i riti eucaristici in diverse fasce orarie, al fine di consentire ai fedeli di partecipare evitando assembramenti.

Anni fa, il Poeta Rosario La Greca di Brolo, devoto sin da piccolo della Madonna, ha composto la lirica: ”Alla Madonna Bruna del Tindari”. In questi giorni è stato realizzato un video, dove è possibile ascoltare la lirica declamata dalla voce espressiva e professionale di Sara Liuzzo di Capo d’Orlando, la musica è del M° Giuseppe Faranda, eseguita al pianoforte dalla brava e versatile Giusy Accordino di Brolo, allieva dell’Accademia Music Art di Sergio Camuti e studentessa del Liceo Linguistico “V. Emanuele III” di Patti. Per l’occasione della Festa, il Poeta brolese ha il piacere di fare ascoltare la lirica a tutti i devoti della Madonna del Tindari.

È possibile vedere il video scrivendo su Google e YouTube: “Alla Madonna Bruna del Tindari”, lirica del Poeta brolese Rosario La Greca.

MADONNA DEL TINDARI.jpg

“Sei Tu, o umile Santo”, lirica dedicata a S. Antonio di Padova
Il 13 Giugno, la Chiesa celebra la memoria di Sant'Antonio di Padova, uno dei santi più amati e conosciuti, noto per i suoi miracoli ma soprattutto per la sua vicinanza alla gente semplice. Patrono non solo della città di Padova, che custodisce le sue spoglie mortali, ma anche di molte altre città e Paesi sparsi in tutto il mondo, come Brasile e Portogallo. Sant’Antonio è un Santo molto amato anche a Messina, i cittadini messinesi considerano il Santo di Padova come il loro “S. Antonio di Messina”.

La sua caratteristica immancabile è il giglio candido, tanto che il fiore è detto proprio “giglio di Sant’Antonio”, questo fiore dal profumo intenso, rappresenta la Vergine Maria nell’Annunciazione, dunque simbolo dell’Incarnazione di Cristo, fiorisce sul bastone di Giuseppe e contraddistingue molti altri Santi come San Luigi o Caterina da Siena. È un fiore che simboleggia purezza e nobiltà d'animo. Per l’occasione della festa del Santo, il Poeta Rosario La Greca di Brolo (Messina), ha il piacere di fare leggere a tutti i devoti una sua lirica dal titolo “Sei Tu, o umile Santo”, dedicata proprio al Santo più amato, invocato e venerato dal popolo cristiano, che di seguito pubblichiamo:

Sei Tu, o umile Santo (A Sant’Antonio di Padova)
Sei Tu, o umile Santo,
della diletta Padova l’albore e il vanto.

Con i radiosi palpiti del Tuo cuore,
colmi di povertà e generosità,
Tu rischiari ogni trepidante anelito d’amore
dei Tuoi amati figli e con soavità,
tenerezza e candore,
Li guidi ad orizzonti nuovi di fraternità,
dopo averLi inebriati della Sua Parola.

È dolce unirsi a Te, o umile Santo!

Tu che stringi nel tenero abbraccio
il Celeste Bambino, fulgido germoglio di Santità
e dispensi a noi poveri tanta felicità,
consenti di legare la nostra vita al Pane della carità.
Per questo Ti rendiamo grazie, o umile Santo.

Tu col candido giglio in mano ci orienti l’esistenza
a petali di purezza e di benevolenza.
Esaudisci le trepide invocazioni che si elevano
fiduciose dai nostri cuori sofferenti,
che in Te confidano.

Con la soffice brezza dell’aurora,
intoniamo per Te, o umile Santo,
un meraviglioso e soave canto,
per la gioia d’averTi sempre accanto.

 

GENTILE DIRETTORE,

LA MIA FAMIGLIA È ORIGINARIA DI LIPARI, UNA CITTADINA A CUI SONO MOLTO LEGATO.

Seguo sempre con interesse il suo giornale online. le invio questa e-mail perche' ho aderito all' iniziativa promossa dal missionario laico biagio conte "date un letto per un povero" e ho pensato di promozionarla, così da sensibilizzare e coinvolgere più persone possibili.

Le invio un articolo e le chiedo gentilmente di pubblicarlo sul vostro giornale on line e sulla pagina facebook. allego anche una foto di Biagio Conte, che ho trovato nella pagina facebook del missionario.

Colgo l’occasione per porgere a lei e alla sua famiglia, tantissimi auguri di buon anno. grazie di vero cuore.

bcon.jpg

Il Poeta Rosario La Greca di Brolo aderisce e promuove l’iniziativa “Doniamo un letto per un povero”
Il missionario laico Biagio Conte, fondatore della “Missione di Speranza e Carità” di Palermo, in occasione delle festività natalizie, ha lanciato un appello ai palermitani, ai siciliani e a tutte le persone di buona volontà: «Doniamo un letto per un povero».
«Sento di farvi un appello per aprire i cuori, in questo Natale ognuno doni un letto: una rete, un materasso e un cuscino per i 1000 poveri della Missione Speranza e Carità. Aiutateci a migliorare il luogo dove dormono e vivono. Vi chiedo con tutto il cuore un aiuto, che può essere un segno per il 2020», ha affermato il missionario.
"Abbiamo verificato, in una fabbrica del settore, che una rete solida, con le tavole di legno costa 30 euro, un materasso in poliuretano con tessuto idrorepellente costa 32 euro un cuscino 8 euro, per un totale di 70 euro. Vogliamo dare più dignità ai poveri, insieme possiamo farcela, ha detto fratel Biagio”. Il Poeta Rosario La Greca di Brolo, legato da una lunga e profonda amicizia con Biagio Conte e Don Pino Vitrano e sostenitore della “Missione di Speranza e Carità” di Palermo, ha accolto l’invito dando la propria adesione e invita Parrocchie, Associazioni, Fondazioni e quanti vogliono contribuire alla donazione, ad aderire all’iniziativa “Doniamo un letto per un povero”, che è possibile consultare sul sito “www.pacesperanza.org“.

daninosulmare2.jpg