felicedambra.jpg

di Felice D’Ambra

Buona Festa a Tutte le Donne lettrici del Notiziario Eolie online e non solo.

La festa della donna viene da molto lontano, ci sono voluti molti anni di ingiustizie, razzismo, brutalità, violenze, stupri, morte, ma grazie al valore, alla cultura, all’umanità, all’arte di un pugno di grandi donne che negli anni e con grande coraggio sono riuscite a cambiare molto della ostacolata vita delle donne nel mondo.

La Festa della donna di oggi 8 marzo, è festeggiata ogni anno, ed è anche l’occasione per ricordare le conquiste sociali, le lotte politiche ed economiche, e i diritti di cui il genere femminile è stato ed è protagonista.

Questa celebrazione si teneva negli Stati uniti d’America a partire dal 1909 e successivamente si è diffusa nel resto dei paesi europei e del mondo.  Ma chi sono state queste donne che hanno migliorato davvero il mondo che ha fatto la differenza nel corso del tempo. Sono state donne di classe, di grande cultura e oggi ne elenco alcune che hanno cambiato anche la storia e hanno fatto la differenza a partire dalla metà dell’ottocento ai giorni nostri:

Anna Bolena la Regina che per lei il re Enrico VIII d’Inghilterra andò allo scontro con la chiesa dando origini allo scisma anglicano. I rapporti tra lo stato e religione di allora, non sarebbero più stati lo stesso.  Ermeline Panhkurst, fu la donna che ha fondato la “Women’s Social and politica Union e ha combattuta la battaglia più dura in occidente per i diritti delle donne. Se oggi le donne godono di una certa libertà è anche per merito suo.

Elisabeth 1 d’Inghilterra e d’Irlanda è considerata dal mondo la più grande Regina che l’Inghilterra abbia mai avuto. È grazie a lei se l’Inghilterra è diventata una potenza mondiale. Lady D La principessa triste, è stata una delle reali più amate dal popolo Inglese. È sempre stata impegnata in cause umanitarie, alla lotta all’AIDS, nei paesi in via di sviluppo alle mine anti uomo.

Ha lasciato un solco profondo nei sudditi e non solo. Jacqueline Kennedy si dice che dietro ad un grande uomo, c’è sempre una grande donna: Jacqueline Kennedy è stata una first Lady, tra le più stimate. Insieme al marito John Fitzgerald Kennedy, ha stravolto regole e convenzioni dell’etichetta della presidenza americana. Amelia Farhart è stata una pioniera del volo, è stata la prima donna solitaria ad attraversare l’Atlantico ed in assoluto la prima persona ad aver sorvolato sia l’Atlantico che il Pacifico. Ma tante altre sono degne di nota come:

Madre Teresa di Calcutta, Maria Teresa d’Austria, l’Imperatrice di ferro che per mantenere la pace, strategicamente fece sposare i 4 figli per imparentarsi con nobili di Francia, Spagna, Ducato di Parma e regno di Napoli. Rita Levi Montalcini, è stata una neurologa, accademica e anche senatrice a vita italiana e premio Nobel 1986. Grazia Maria Cosima Damiana Deledda, nota semplicemente come Grazia Deledda, è stata un grande scrittrice sarda, vincitrice del premio Nobel 1926. Proprio quest’anno sarà festeggiato il suo 150mo anniversario della sua nascita.

Maria Lai l’artista che ha legato il suo paese natio Ulassai in provincia Ogliastra con un nastro azzurro lungo 207 chilometri. Maria Lai la bambina è ricordata nel Museo della vecchia stazione ferroviaria di Ierzu, del vecchio trenino verde turistico che lo scrittore Inglese David Herbert Lawrence nel suo viaggio in Sardegna nel 1921, ora chiamata in onore di Maria Lai, stazione dell’arte. Inoltre Maria Lai nota come la bambina di 91 anni fu ricevuta con tutti gli onori a Montecitorio dall’allora Presidente della Camera On. Laura Boldrini.

Grande è stata anche la prima donna della moda parigina che è stata una celebre stilista francese, capace con la sua opera di rivoluzionare il concetto di femminilità e di imporsi come figura fondamentale del fashion design e della cultura popolare del XX secolo. Ancora oggi  ”Coco Chanel, porta il suo nome “Chanel”. Tante altre grandi nomi italiani e straniere hanno fatto grandi l donne nel mondo. Marlene Dietrich (Lily Marlene l’Angelo Azzurro), Mata Hari, Ava Gardner, Elisabeth Taylor, Erica Jorge, Emily  Bronte, autrice di Cime Tempestose (la storia di Heathcliff), che racconta le brughiere Inglesi, avrebbe compiuto 200 anni. Come non ricordare la grande Margaret Mitchell l’autrice della grande storia di Via col Vento e della guerra di secessione americana tra il Sud e il Nord che fece una moltitudine di vittime. E come non ricordare anche la “Grande Donna che fu la Prime Ministre Inglese Margaret Thatcher, nota a tutto il mondo politico mondiale dell’Epoca come “The Iron Lady”( la donna di ferro). 

Ricordo anche la Venerabile Madre Florenzia Profilio, fondatrice dell’orfanotrofio scuola Paritaria  S. Antonio di Lipari, nata a Pirrera di Lipari il 30 dicembre 1813 , deceduta il 21 febbraio 1956.

 

Da Salina in linea Carmela Mannuccia

47378559_2338225249580737_7805764114545901568_o.jpg

di Carmela Mannuccia

Auguri a te, bimba, figlia, mamma, nonna. Auguri a tutte le donne guerriere, testarde, appassionate, belle ma sopratutto intelligenti e indipendenti... Uomo amala e rispettala!!!!

Lipari, le donne della Fidapa protagoniste 

10861000_898934446825530_5433143523904418343_o.jpg

di Lucy Iacono*

Buongiorno Bartolino, per la Festa delle Donne iniziative anche della Fidapa delle Isole Eolie "Le Sette Sorelle".

Due socie hanno partecipato ad un progetto promosso dalla Fidapa Distretto Sicilia.

Macrina Marilena Maffei ha messo in luce le Donne eoliane pescatrici mentre la Socia Jannuzzi ha parlato di Donne nel mondo.

La neosocia Domenica Iannello ha dedicato una poesia pubblicata dal Notiziario. Grazie

*Presidente Fidapa Eolie

angolo-del-pesce.jpg