pprf68.jpg

di Graziella Bonica°

Una vita “troppo complicata e onerosa”..

Vivere alle isole minori più lontane, fra un po' sarà impossibile.

Essere residente a Filicudi o Alicudi è diventato un vero lusso che pochi possono permettersi;   un privilegio solo “cartaceo e sentimentale”, per chi qui è nato e conduce o cerca di condurre la propria esistenza per 365 giorni all’anno.

Tutto sembra orchestrato perché questi luoghi magnifici diventino solo meta turistica estiva, e per soli nababbi con yacht al seguito.

Basterà dare qualche numero per comprendere che i costi giornalieri che devono sopportare i residenti, per qualunque tipo di attività connessa allo svolgimento dell’ ordinaria vita quotidiana, sono divenuti insostenibili.

  • Oggi, un biglietto in aliscafo da Milazzo ad Alicudi è costato 38 Euro;
  • Il biglietto per il trasporto di una moto residente , da Filicudi a Milazzo, 28 euro;
  • Il prezzo di un biglietto ordinario in aliscafo, per Filicudi 31.60 Euro;
  • La semplice revisione di un motorino, se sei di Filicudi, viene a costare : E.23.50 per il trasporto da Filicudi a Milazzo ; E. 23.50 per il ritorno; un pernottamento a Milazzo , pari ad Euro 30/35.00 ; E.70.00 la revisione vera e propria , vitto ( un panino , una vivanda..10.00 al ribasso), totale: circa 160 Euro ;
  • Il trasporto di un’ utilitaria, costa intorno ai 70 euro circa, andata e ritorno Filicudi - Milazzo;
  • Nei giorni di fine settimana o a cavallo di ponti festivi, se non hai programmato di partire o rientrare, ed hai una necessità impellente, devi augurarti di trovare un posto sul mezzo di linea;
  • Il semplice trasporto del pane, costa, ai bottegai, circa 3.00 Euro per ciascun sacco e sempre per favore;
  • I farmaci, non possono arrivare se non sono urgenti e anche in questo caso, arrivano se il “santo non è di marmo e suda” e si muove a compassione;
  • Se hai bisogno di acquistare generi alimentari come ad esempio, la carne, devi partire, quindi : acquistare un biglietto per Lipari di andata e ritorno, lasciare il tuo lavoro, recarti nel capoluogo e rientrare a Filicudi non prima delle 17 e30. Praticamente un kg di carne ti costa : 10 /14 euro al Kg, a seconda del taglio , una giornata di lavoro e un biglietto di andata e ritorno da e per l’isola.
  • Se hai un figlio in età scolare che deve recarsi alle scuole superiori: o ti fai un mutuo e lo sposti con la madre a Milazzo o Lipari, oppure lo lasci dov’è, non istruito e “isolato” dal resto del mondo..
  • Se sei un anziano e non hai dimestichezza con smartphone e tecnologia varia e non ci vedi piu’ tanto bene, puoi attendere anche tre mesi per avere la bolletta della luce, sempre che prima non te la stacchino. ( cosa avvenuta a tanti..) - Se hai bisogno di fare un ‘ecografia, una visita specialistica qualunque a Messina, paghi, oltre ai 130/120 euro della prestazione vera e propria, anche: 7.80 + 7.80 ( biglietto da residente) , + pernottamento, vitto e alloggio e bus ( piu economico che in macchina) 30+8.00+20= Circa Euro 174.00.
  • - Tenendo a mente queste cifre, senza avventurarsi altrove, chi può permettersi di restare a convivere con i disagi che un ‘insularità di questo genere comporta per i residenti??
    E sorvoliamo sui disservizi che afferiscono agli Enti amministrativi del capoluogo, perché confidiamo nel tempo che dedicherà alle isole minori , il nuovo Sindaco e nella Sua certa volontà di risollevarne le sorti e nella consapevolezza che la vita dei coraggiosi eoliani rimasti su questi scogli vada incentivata, agevolata e resa meno difficoltosa e onerosa.
    Cogliamo l ‘occasione, anzi, per augurare al Dott. Riccardo Gullo , un mandato proficuo, fiduciosi, come abbiamo già mostrato di essere, nella Sua competente azione amministrativa e nel Suo coraggio.

  • *Del comitato spontaneo “Noi per Filicudi”.

 

Lipari, Felice Nicchia nominato responsabile di Nuova Democrazia Cristina nella frazione di Quattropani

blauria

di Bartolo Lauria*

Comunico che Felice Nicchia è il nuovo responsabile di Nuova Demcrazia Cristiana nella borgata di Quattropani

L'incarico è stato ufficializzato allo stesso Felice Nicchia che ha già dato la sua disponibilità. 

Confermo la mia assoluta disponibilità ad essrLe vicino.

*Commissario N.D.C

 

Lipari, deceduti Giuseppe Coluccio e Francesco Carbonaro

downloadcand.jpg

Lipari, è deceduto Giuseppe Coluccio
 
Aveva 69 anni
 
E' deceduto anche Francesco Carbonaro
 
Aveva 92 anni
 
Ai familiari le condoglianze del Notiziario
 
IL CORDOGLIO
 
Alla famiglia Carbonaro giunga il sentito cordoglio per la scomparsa del caro Francesco.
Dalla Famiglia Conti, la Direzione ed i collaboratori tutti dell'Hotel Giardino sul Mare.

289052860_3277508909050966_3777617543628488687_n.jpg

State sereni.
A Filicudi non c' e'stata alcuna anomalia.
I voti sono stati assegnati correttamente.
È chiara la volontà degli elettori.

I candidati , soprattutto la candidata dell isola, ha ottenuto voti anche con altri sindaci.
Molti di quelli che hanno votato Gullo e Gugliotta hanno dato il voto a Giorgia...
Il voto disgiunto lo ha consentito.
E Gullo ha avuto voti a pioggia.
Tanti, anche senza indicazione di Consiglieri.
Riconosciamo la vittoria al Sindaco che inequivocabilmente la gente ha voluto.

La democrazia ha questo di bello.
Non cerchiamo il pelo nell'uovo.
Certo brucia perdere.
Ma si sarebbe perduto anche con un solo voto in più.

Isole d'Italia, Del Deo (Ancim) "Si pensi ad autonomie differenziate..."

 

"Apprendo dalla stampa che il Ministro per gli Affari Regionali sta lavorando ad un rinnovato testo dell’autonomia differenziata che, dunque, torna nuovamente al centro dell’agenda politica nazionale".

A dichiararlo è Francesco Del Deo, sindaco di Forio e presidente di Ancim, Associazione nazionale Comuni isole minori.

"Nel merito - prosegue Del Deo - auspico che - nell’interesse dei territori fragili - possano essere preventivamente individuati e finanziati i Livelli Essenziali delle Prestazioni (Lep), introdotti dall'articolo 117 della Costituzione e mai definiti (come denunciato più volte dalla Corte Costituzionale). Inutile ricordare che l’individuazione dei fabbisogni standard e dei Lep è fondamentale per ridurre la sperequazione tra le aree ricche e povere del Paese".

"Pertanto, nel ricordare - ancora una volta - il netto sottosviluppo e sottofinanziamento delle isole minori, rappresentate dall’Associazione Nazionale dei Comuni delle Isole Minori (Ancim) che mi onoro di presiedere, auspico che il Ministero competente possa coinvolgere anche l’Ancim nella definizione di un testo che, sicuramente, impatterà anche sul tessuto economico delle isole italiane, da Nord a Sud", conclude Del Deo.

NOTIZIARIOEOLIE.IT

8 GENNAIO 2022

L’intervista del Notiziario al dr. Francesco Del Deo, presidente Ancim e sindaco di Forio. L'intervento

 

 

Domande rivolte al Signor Sindaco del Comune di Lipari.
Se i lavori di bonifica del molo di Filicudi porto sono finiti da tempo, cosa si aspetta a riaprire lo scalo ?
Perche ' procurare tutti questi disagi alla gente, ai commercianti e mettere ancora in pericolo i conducenti dei grossi camion costretti a fare la strada, mai messa in sicurezza, di Pecorini??
Perche' la nave della spazzatura arriva al porto e i camion anche più pesanti possono transitare sul molo?

E visto che siamo sotto elezioni, qualcuno, oltre al Sindaco uscente, saprebbe rispondere alla domanda: " ma dove sono finiti i due milioni di euro previsti e stanziati per la messa in sicurezza della Provinciale di Pecorini?

*Comitato " Noi per Filicudi

 

Il Neo Comitato spontaneo ,di quartiere, "Noi per Filicudi", alla luce dei programmi presentati dalle varie compagini elettorali e dai candidati sindaci, rappresenta agli stessi di avere stilato, una serie di priorità, per Filicudi, che non ha scorto in nessuna delle "loro previsioni", fatta eccezione per alcuni punti presenti in quello della candidata Annarita Gugliotta.

L'attenzione alle isole minori, ahimè, è sempre carente, perché le criticità che ci riguardano sono sempre state di diverso tenore rispetto a Lipari e avrebbero meritato,negli anni, un ' attenzione diversa.
In ciò, dunque, sta con molta probabilità, il declino amministrativo che abbiamo subito, soprattutto, nell'ultimo decennio.

Il rilancio dell' economia e la contemporanea salvaguardia delle nostre isole deve necessariamente toccare prioritariamente, alcuni ambiti, a partire, come sostiene correttamente, il Dott. Angelo Giorgianni, dai trasporti, ma anche dalla scuola, dalla razionalizzazione dei servizi in genere, da un' attenzione al territorio che risulta essere latitante in ogni sua forma.

Dunque, alla luce di quanto premesso,il Comitato, ha stilato un programma delle necessità che l isola ha urgenza di affrontare e che nel dettaglio, si indicano a ciascuno dei candidati.

Il programma elettorale utile per Filicudi

  • Istruzione:

Il primo grande obiettivo per Filicudi, dovrebbe riguardare innanzitutto il settore dell’istruzione , a sua volta, intimamente connesso a quello del disagio patito da anni, dalle famiglie, costrette a dividersi e talvolta a spaccarsi, per la necessità di garantire il diritto allo studio ai propri figli.

Il fenomeno dei” vedovi bianchi”, ben rappresentato da un noto giornale qualche tempo fa, è figlio infatti, della carente offerta formativa che l ‘isola garantisce ai suoi giovani studenti.

I genitori, a costo di enormi sacrifici hanno lasciato le proprie famiglie, sobbarcandosi affitti, viaggi, costi di ogni genere senza aver mai avuto dal Comune alcun tipo di aiuto economico e senza che mai, un amministratore abbia chiesto a nessuno cosa mancasse ai figli Filicudari. Sarebbe bastato un piccolo convitto a Lipari e il problema sarebbe stato risolto, senza costringere nessuno a spostarsi dall’isola, se non i ragazzi per la settimana..

  1. C) prevedere l ‘utilizzo, della palestra ( anche nelle ore pomeridiane) della scuola grazie all ‘invio di un docente di educazione motoria, ormai divenuto figura obbligatoria anche alla primaria, aprendo finalmente le porte di questo magnifico plesso ad attività extra curriculari che impegnino e consentano l’ aggregazione dei giovani e meno giovani che non hanno alcun luogo in cui incontrarsi o dove cimentarsi in attività laboratoriali, ludiche o sportive;
  2. D) realizzare, dopo anni di promesse, l ‘impianto sportivo polivalente in luogo già indicato accanto alla scuola.

Per i giovani che dovranno recarsi alle superiori, individuare locali a Lipari ( anche presso istituti religiosi) che facciano da convitto per i ragazzi di tutte le isole minori che consentano ai genitori di restare con le proprie famiglie e con i figli piu piccoli sulle isole, cosi da rendere meno faticosa anche la vita scolastica degli stessi studenti viaggianti dalle altre isole. ( Salina, per esempio)

  • Ufficio decentrato sull’isola o invio di impiegati comunali per certificazioni di vario genere o per altre necessarie mansioni.

Non esiste sull’isola alcun tipo di decentramento dei servizi comunali ( anagrafe, stato civile…) che consenta ai cittadini di avere una banale certificazione senza che vengano gravati per questo, da costi che hanno un peso sulle tasche dei cittadini delle isole minori per biglietti, tempo e quant’altro.

Sarebbe altresì necessario l ‘Invio sull’isola di un vigile urbano, nel periodo estivo, che garantisca ordine e disciplina stradale e di conseguenza l’ incolumità pubblica, considerato lo sfrecciare di tante macchine e camion anche in prossimità dei centri abitati come se si trovassero in circuiti e non su una strada extra urbana.

  • Trasporti e collegamenti

Va prevista la realizzazione di un porto- rifugio che garantisca l ‘operatività anche in condizioni meteo marine avverse e la normale operatività dello scalo alternativo di pecorini, nella stessa misura in cui è previsto lo scalo di Rinella ( almeno per gli aliscafi)

I trasporti cui mi riferisco sono tanto quelli via mare che terrestri.

A Filicudi esiste una rete stradale, da quel che è dato sapere , collaudata solo fino a Rocca di Ciauli.

Questo non consente di avere un servizio pubblico di trasporto. Dunque, urge , provvedere al collaudo della strada provinciale ( oltre che alla sua manutenzione ordinaria e straordinaria) che permetta anche alla nostra isola di servirsi, specie in tempo di flussi considerevoli di turisti, di minibus adatti a raggiungere tutte le frazioni con una spesa sostenibile e con corse orarie.

Per quel che riguarda il trasporto pubblico per mare, occorre rivedere itinerari orari, nell ‘ottica dell’ offerta di un servizio utile ai cittadini , prima che comodo a chi lo offre .

Gli orari attuali infatti, non consentono ai filicudari di muoversi in modo agevole da e per l’isola.

Questi vanno fissati, previo ascolto e accordo con i rappresentanti delle esigenze delle isole interessate e non a tavoli che queste esigenze sconoscono.

Sarebbe utile infatti: ripristinare tre giorni a settimana l ‘aliscafo mattutino intorno alle 7 e 30, cosi come sarebbe altrettanto utile rivedere l’ orario estivo degli aliscafi : il primo parte dall’isola solo alle 11 e 45 ..

Ripristinare i vecchi orari della nave reinserendo, per esempio, il venerdi .

Andrebbero riviste , anche le tariffe per i non residenti, poiché sembra che una famiglia di 4 persone che intenda venire a Filicudi ,con veicolo e in nave, spenda somme esorbitanti.

Non puo’ dirsi meno dispendioso l ‘aliscafo..

Le tariffe devono agevolare le isole piu lontane: non penalizzarle.

Non sarebbe peregrina l’ idea di un biglietto unico e di un collegamento da e per Palermo con nave veloce e di un miglioramento o rinnovamento di parte del naviglio esistente .

4) Opere pubbliche e viabilità.

L’ impegno sul piano delle opere pubbliche non puo’ prescindere dal mettere al primo posto i servizi essenziali e in primis la manutenzione stradale a tutti i livelli. Strade riqualificate eviterebbero incidenti alle persone e utilizzo delle stesse in modo da decongestionare il traffico veicolare estivo incontrollato e poco confacente con lo spirito di chi sceglie un ‘isola come la nostra per le proprie vacanze. ( Troppe macchine, non residenti, presenti sull’isola)

Sarebbe opportuno anche conoscere la fine fatta dai 2.000 000 di euro stanziati per la viabilita e sicurezza della strada provinciale di pecorini..

E poi, il decoro urbano, il ripristino dei sentieri, dei muri a secco, del verde pubblico, la realizzazione di almeno due parchi giochi, un campetto di calcio, la riqualificazione e restauro delle aree cimiteriali, la realizzazione di parcheggi a Filicudi porto e Filicudi pecorini, l’ avvio di edilizia popolare in zona Fossetta o altre aree compatibili, a favore dei giovani che intendono affrancarsi dai genitori e vogliono mettere su famiglia.

Messa in funzione del nuovo  acquedotto prima realizzato e poi  abbandonato sotto costa guardia e necessaria revisione di condutture e salubrità del prezioso liquido che arriva nelle nostre case.

Aprire al pubblico i bagni del museo o prevedere urgentemente, la posa di bagni chimici da cantiere.

5 – Sanità

Ritengo necessario  un insieme di provvedimenti normativi specifici per i territori insulari.

 Un quadro legislativo regionale e nazionale , che definisca , anche in deroga, un sistema sanitario adeguato alle esigenze precipue  di tutte le isole minori, con potenziamento dei servizi ospedalieri del capoluogo liparese e l ‘istituzione di telemedicine stations funzionanti, in ogni Guardia medica. 

Oltre la predisposizione in ogni singola struttura, di piccole macchin per analisi di base o l invio di personale che venga a fare prelievi agli anziani che non possono spostarsi.

L’ invio di un pediatra con cadenza  settimanale sull’ isola.

6) Cultura e servizi speciali

Pensare ad un recupero delle antiche tradizioni religiose, culinarie , folkloristiche  da far diventare motivo di attrazione  e di interesse da parte dei visitatori in tutti i periodi dell’anno con destinazione 

di somme anche per eventuali spettacoli o eventi da organizzare sull’isola.. ( Si ricordino la “festa del mare” del compianto Angelo Merlino e le festivita’ patronali annuali)

Attenzione particolare al Museo dell’isola ad oggi non valorizzato e mal tenuto.

Apertura locale sezione museale nei vari periodi dell ‘anno con gestione da parte di giovani del luogo e utilizzo immediato del servizio igienico inutilizzato nel locale accanto.

7) PUDM

Si rende necessario un documento di pianificazione che individui con precisione le modalità di utilizzo del litorale marino e ne disciplini gli usi a vantaggio di attività di tipo privatistico, alfine di non sottrarlo interamente alla pubblica utilità , garantendone la fruibilità anche ai pescatori e ai Filicudari in genere.

8) FONDI TICKET Conoscere e individuare, in anticipo, l’ utilizzo delle somme introitate col ticket sui biglietti dei viaggiatori da e per Filicudi.

Sapere , a tal proposito , come sono state utilizzate queste somme fino ad oggi, posto che sull’isola non sembra siano state spese .

9) FONDI PNRR Previsione utilizzo, modalità e spese del fondo sull ‘ isola di Filicudi.

*Comitato " Noi per Filicudi".

 

"Se mi ami proteggimi". Il porto di Filicudi. l'incompiuta da 13 anni...

VIDEO MESSAGGIO

crocetta-porto-1.jpg

NOTIZIARIOEOLIE.IT

8 GIUGNO 2019

Da Filicudi in linea Graziella Bonica "Piovono massi giganti ma è un'isola Patrimonio dell'Umanità...?". Immediato l'intervento della giunta Giorgianni. Le reazioni nel web e Il Punto e Virgola

26 SETTEMBRE 2019

Da Filicudi in linea Graziella Bonica "si intitoli la scuola a John Bonica il padre del dolore che curò anche John Kennedy". Papa Giovanni "lavoro immensamente importante per l'umanità"

21 OTTOBRE 2020

LE INTERVISTE DE "IL NOTIZIARIO". Filicudi, da 12 anni la grande incompiuta del porto... Parla il consulente comunale Francesco Scaldati

25 APRILE 2021

Filicudi, "anche noi al porto vogliamo un gazebo ed un terminal..."

28 APRILE 2021

Da Filicudi in linea Graziella Bonica e Peppino Taranto "Enel: lavori con continui blackout e ancora palificazione selvaggia?"

3 MAGGIO 2021

Filicudi, "cimitero dimenticato..." Videomessaggio di Graziella Bonica

maisano_fiori_taxi.jpg