a6d569e3-e6bb-4b22-b96b-59155ec4f619.jpg

di Smeralda Cappello

Lipari, il progetto Erasmus+ “CEMLO” con la Croazia, la Lituania, la Slovenia, la Turchia e l’IIS Isa Conti Eller Vainicher

CEMLO, acronimo che sta per “Connect: enjoy mountains & learning outdoors” è il progetto Erasmus+ che il nostro istituto coordina dal settembre del 2019, e che vede la partecipazione delle scuole: Solski center Velenje, in Slovenia; Eitminiskiu gimnazija, in Lituania; Nazilli Sosyal Bilimler Lisesi, in Turchia e Gimnazija Fran Galovic Koprivnica, in Croazia.

Questo progetto, che si conclude nel mese di giugno, ha preso l’avvio dalla consapevolezza che i giovani, al giorno d’oggi, tendano ad eclissarsi sempre più frequentemente in mondi virtuali, con conseguenze importanti sul loro stato di salute, tanto mentale quanto fisico. È per contrastare questo fenomeno che è stato ideato questo progetto, il quale, sfruttando le risorse naturali e socio-culturali che ci circondano, propone un apprendimento sul campo, basato sull’esperienza. Nel corso dei tre anni di validità di CEMLO, gli studenti sono stati all’aria aperta e hanno imparato, con metodi moderni, innovativi e interattivi, argomenti di discipline come la geografia, la biologia, la fisica, la matematica, la storia, senza trascurare, naturalmente, lo sport e il rafforzamento delle competenze linguistiche e comunicative.

Gli studenti hanno avuto la possibilità di apprendere nozioni di base di escursionismo, orientamento, campeggio all’aria aperta, camminate sportive. Inoltre, le montagne e le aree collinari sono state il leitmotiv del progetto, che ha permesso di realizzare delle attività anche in aree protette e considerate Patrimonio dell’Unesco. Lo scopo è stato non solo quello di costruire la propria identità culturale rafforzando le conoscenze nel contesto del patrimonio materiale e immateriale, ma anche di trovare analogie e somiglianze con coetanei di altre zone dell’Europa, nella salvaguardia dell’ambiente e nel rispetto dell’ecosistema.

La prima mobilità, dal titolo “Living together with nature”, si è svolta a Lipari, dal 27 settembre al primo ottobre del 2021. Durante quella settimana, i partners stranieri hanno scoperto le bellezze dell’arcipelago delle Isole Eolie, salendo in cima all’isola di Vulcano, passeggiando tra gli scavi archeologici dell’isola di Panarea, ammirando la sciara del fuoco, a Stromboli, che illumina il buio della sera, senza trascurare gli scorci panoramici dell’isola di Lipari e le ricchezze naturali, storiche e socio-culturali del suo territorio. Hanno migliorato le proprie competenze in storia, geografia, scienze, sport, tecnologia digitale, oltre che in lingua inglese; hanno condiviso e rafforzato valori europei comuni; hanno sviluppato abilità di problem solving e competenze sociali lavorando in gruppo.
La seconda mobilità, “Step by step, following the mountain trail” ha avuto luogo in Croazia dal 25 al 29 ottobre 2021. I 

partecipanti sono stati accolti dalla scuola croata e hanno imparato l’importanza di uno stile di vita sano. Hanno scoperto un’app per misurare il percorso e i chilometri di camminata, hanno scalato la montagna Kalnik e partecipato a giochi tradizionali croati. Hanno ammirato i laghi di Plitvice e il Parco Nazionale e imparato ad usare una bussola e ad orientarsi nei boschi. Hanno anche ammirato le stelle usando un telescopio. Inoltre, hanno scoperto la geologia del luogo, osservando il territorio, e illustrato la propria tramite campioni di rocce. Anche le leggende tradizionali sono state oggetto di analisi.

La terza mobilità, “Exploring our mountains, rock by rock” si è svolta in Lituania dal 4 all’8 aprile 2022. Gli studenti hanno scoperto la cultura lituana e partecipato a giochi tradizionali. Hanno preso parte ad un workshop di ceramica e ad un atelier di cucina, per ottenere un antico pane tradizionale.

Hanno visitato la città di Vilnius, il castello di Trakai e altri villaggi del territorio.

La quarta mobilità, “Mountains – a well of hidden treasures”, è stata ospitata dalla scuola turca dal 2 al 6 maggio 2022 e ha permesso ai partners stranieri di scoprire l’ecosistema di ogni paese partecipante, tramite presentazioni digitali, e di prendere parte ad attività sportive, come sessioni di yoga mattutine, escursioni in mountain bike e trekking nei boschi, e di scoprire come montare una tenda da campeggio e come recuperare i dispersi con i cani da salvataggio. Inoltre, la visita a Pamukkale, sito Patrimonio Unesco, e ad Efeso, città dell’Asia Minore, sono state intervallate da workshop di ceramiche tradizionali e da una crociera su un caicco al largo delle coste greche.

L’ultima mobilità, svoltasi in Slovenia dal 13 al 17 giugno 2022, ha avuto come tematica “Mapping our connections” e ha permesso ai partecipanti di scoprire cibi e sport tradizionali di ogni paese, di partecipare ad escursioni di trekking sulle montagne slovene e a sessioni di nuoto al lago di Velenje e di visitare la capitale Lubiana, oltre ad altri luoghi geologicamente e culturalmente importanti, come le grotte di Postumia e la miniera di carbone.

Le varie mobilità sono state intervallate da videoconferenze su tematiche diverse, come l’approfondimento delle aree di montagna e collinari dei paesi coinvolti, l’uso della matematica applicata alla geografia, gli sport tradizionali. Inoltre, ogni scuola, negli anni di validità del progetto, ha realizzato attività di varia natura, tra cui l’intervista ad un apicoltore, delle escursioni nel territorio per scoprirne le peculiarità, la realizzazione di un portfolio che raccoglie le esperienze dei vari partecipanti. Tutto il materiale è stato pubblicato sul sito web del progetto (consultabile a questo link: https://cemloeu.weebly.com), che diventa così un ricco archivio di conoscenze e testimonianze internazionali.

291418494_10225703104957910_1828828072208974462_n.jpg

NOTIZIARIOEOLIE.IT

27 APRILE 2022

Lipari, “L’euro: hier, aujourd’hui, demain” il progetto Erasmus + con l’istituto Isa Conti Eller Vainicher. Video interviste di Federico Lo Schiavo e Francesca Bertè

15 MAGGIO 2022

Lipari “STOP FENCES” il progetto Erasmus + con l’istituto Isa Conti Eller Vainicher 2º Episodio con Federico Lo Schiavo e Francesca Bertè

18 MAGGIO 2022

Lipari “THE PROMOTION OF ENTREPRENEURIAL SKILLS AMONG SEN STUDENTS” il progetto Erasmus + con l’istituto Isa Conti Eller Vainicher 3º Episodio con Federico Lo Schiavo e Francesca Bertè

27 MAGGIO 2022

Lipari “DIGITAL COMPETENCES” il progetto Erasmus + con l’istituto Isa Conti Eller Vainicher 4º Episodio con Federico Lo Schiavo e Francesca Bertè

9 GIUGNO 2022 

Lipari, si conclude il progetto Erasmus+ “L’euro: hier, aujourd’hui, demain” con la Polonia, il Lussemburgo e l’istituto Isa Conti Eller Vainicher.

Una delegazione dell’IIS Isa Conti Eller Vainicher di Lipari ha partecipato, nella settimana dal 30 maggio al 4 giugno 2022, alla mobilità conclusiva del progetto Erasmus+ “L’Euro: hier, aujourd’hui, demain”, che impegna il nostro istituto dal settembre del 2019.
Dopo la mobilità in Lussemburgo, che ha avuto luogo dal 3 al 9 ottobre 2021, e quella a Lipari, dal 19 al 22 aprile 2022, undici alunni della nostra scuola, guidati dalle prof.sse Daniela Affé, Mariangela Bella e Smeralda Cappello, hanno raggiunto, assieme ad una rappresentanza della scuola Ecole de Commerce et de Gestion di Lussemburgo, la scuola polacca Zespol Szkol Ogolnoksztalcacych Nr 1 w Raciborzu, a Raciborz, per riflettere sull’importanza della moneta unica europea.
Questo progetto, infatti, si è posto l’obiettivo di analizzare il potenziale dell’euro, a un ventennio dalla sua nascita, e di immaginare il suo ruolo nell’Europa di domani.
Secondo una logica temporale, la prima mobilità, con tema “L’euro: hier - ieri”, ha avuto luogo in Lussemburgo e ha permesso di riflettere sulle origini della moneta unica Europea. Gli alunni e i docenti polacchi, italiani e lussemburghesi, hanno scoperto le motivazioni che hanno dato l’avvio alla nascita dell’euro, hanno riflettuto sul suo impatto sul potere d’acquisto, hanno visitato alcune istituzioni europee come la Corte di Giustizia e assistito ad alcune conferenze tenute da rappresentati della Banca Centrale e del Parlamento Europeo. Sono stati, per una settimana, nel cuore dell’Europa.

La mobilità successiva, che si è svolta a Lipari con il tema “L’euro: aujourd’hui – oggi”, ha avuto lo scopo di mostrare il presente di una piccola realtà che fa del turismo la principale risorsa economica e di riflettere su quanto la moneta unica faciliti questo settore. Gli alunni e i docenti polacchi, lussemburghesi e italiani, hanno assistito alla conferenza di Christian Del Bono, presidente della Federalberghi, hanno visitato l’hotel Aktea, una delle strutture ricettive più importanti del territorio, hanno incontrato la dottoressa Valeria Schifilliti, ricercatrice dell’Università di Messina, che ha tenuto un workshop di economia.

Infine, l’ultima mobilità, dal titolo “L’euro: demain – domani”, è stata organizzata dalla scuola polacca e ha spinto la riflessione un po’ più avanti: poiché la Polonia non fa parte della zona euro, gli alunni e i docenti lussemburghesi e italiani hanno potuto vivere in prima persona una conseguenza della mancata adozione dell’euro, dovendo cambiare valuta; hanno dunque riflettuto sui rischi e i vantaggi della moneta unica europea. Nel corso della settimana in Polonia, è stato chiesto ai partecipanti di analizzare il potere d’acquisto fra i tre paesi, confrontando i prezzi di un paniere di beni; di inventare l’euro polacco, disegnando una banconota digitale; di intervistare la gente del posto, chiedendo opinioni e pareri sullo zloty polacco e sull’euro.

I risultati, al termine di questo progetto Erasmus+, mostrano che la qualità delle attività proposte, nei vari momenti del progetto, è stata coerente con gli obiettivi prefissati. Gli studenti hanno migliorato le loro conoscenze economiche; hanno apprezzato il patrimonio culturale europeo; hanno rafforzato le proprie competenze linguistiche, tanto in francese quanto in inglese; hanno addirittura acquisito qualche nozione di polacco e di italiano e sono stati sensibilizzati alla tematica della cittadinanza europea. Soprattutto, hanno tessuto dei legami d’amicizia che vanno al di là delle differenze culturali, e che testimoniano da sé la riuscita del progetto Erasmus+.

289821858_10225655426205971_3820839306959105848_n.jpg

 

menalda.jpg