289253765_578682900283588_6783060405783228183_n.jpg

di Maria Grazia Cucinotta

Condivido con i 15.000 cittadini delle Isole Eolie l'esigenza di garantire il diritto alla salute e alla sacratalità della vita assicurando un adeguato Servizio sanitario e il buon funzionamento dell'ospedale di Lipari.

Quindi caro Presidente Musumeci e caro Assessore alla salute Razza mi rivolgo a voi perché possiate assicurare insieme a tutte le forze politiche e governative il diritto alla salute di tutti i cittadini e di tutti i turisti del nostro meraviglioso arcipelago.

Lasciare aperto un ospedale e non fornire personale specializzato e strumentazione necessaria è una mancaza di rispetto per la vita.

download (1)QAS1.png
 
Sanità: Cucinotta a Musumeci, salvate ospedale Eolie

Anche Maria Grazia Cucinotta è in prima linea per "salvare" l’ospedale delle Eolie. “Condivido – dice - con i 15.000 cittadini delle Isole Eolie l'esigenza di garantire il diritto alla salute e alla sacratalità della vita assicurando un adeguato servizio sanitario e il buon funzionamento dell'ospedale di Lipari”. 

L’attrice messinese si è rivolta in particolare al presidente della Regione Nello Musumeci e all’assessore regionale della sanità Ruggero Razza  “Mi rivolgo a voi - ha detto - perché possiate assicurare insieme a tutte le forze politiche e governative il diritto alla salute di tutti i cittadini e di tutti i turisti del nostro meraviglioso arcipelago”. “Lasciare aperto un ospedale – ha concluso - e non fornire personale specializzato e strumentazione necessaria è una mancanza di rispetto per la vita”. 

NOTIZIARIOEOLIE.IT

257556281_10224481959710042_3782349598869081541_n.jpg

Ecco il nostro di Festival: NON CI RESTA CHE PIANGERE…

Nel famoso film di Troisi vengono messe insieme una serie di gag da una trama fiabesca, dove tutto è lecito, trovate divertenti per suscitare ilarità.
Non è purtroppo quello che sta succedendo a Salina nella XI edizione del Marefestival “Premio Massimo Troisi'', che si terrà sull'isola dal 23 al 25 giugno 2022, con ospiti d'eccezione, star dello spettacolo e personalità note dell'ASP di Messina.
Lo SLOGAN di quest'anno è ''NESSUN UOMO È UN'ISOLA, EQUITÀ E BISOGNI DI SALUTE''
Il Comitato L'ospedale di Lipari non si tocca, in nome della comunità Eoliana la quale è in lotta per la propria salute ormai da tanti anni, non può accettare questo slogan divulgato su tutti i giornali anche a livello nazionale, poichè un messaggio falso e riduttivo rispetto alla reale situazione sanitaria delle nostre isole.

Forse fa parte di una trama fiabesca dove tutto è lecito ma invece di suscitare ilarità e divertimento, suscita in noi sgomento, rabbia e tanto dolore.
Uno degli ospiti d'onore, ovvero il direttore dell'ASP Messina BERNARDO ALAGNA, afferma: ''Vogliamo offrire anche quest'anno agli abitanti di Salina e ai turisti, l'opportunità di fare controlli e di avere specialisti dell'ASP di Messina a due passi da casa, per agevolare i territori come le isole, che spesso comportano difficoltà a raggiungere gli ospedali...”, e ancora, “…una preziosa opportunità per raggiungere gli utenti, sensibilizzare sulla prevenzione delle malattie più comuni e fare esami e screening gratuiti anche per la fascia pediatrica ''
Questa è una trama fiabesca, di quelle fiabe paurose che non ci piacciono. La realtà è tutt’altra, altrettanto paurosa ed inaccettabile.
Siamo una comunità di circa 20.000 persone , abbandonata, senza cure e sicurezza sanitaria.
Non abbiamo più un ospedale funzionante, dobbiamo spostarci, affrontando difficoltà e spese anche per gli esami più banali.

Le nostre vite sono legate all'elisoccorso, chiuse le sale operatorie, niente cardiologi né anestesisti, chiusa la camera iperbarica, chiuso il punto nascita. I malati oncologici costretti a viaggi stressanti e mortificanti per sottoporsi a terapie salvavita.
Sappiamo benissimo che bisogna fare prevenzione, ma alle Eolie non si può fare; sappiamo bene tutto quello che ci manca per la nostra salute e lo sapete anche voi, ma siete rimasti sordi alle nostre continue richieste d'aiuto, e non ve lo possiamo perdonare.
Per tutti questi motivi non possiamo tollerare questa farsa all'interno di un festival del cinema che si presenta con questi slogan. NON OFFENDETE OLTRE LA NOSTRA INTELLIGENZA, LA NOSTRA DIGNITA’!

Se come dite, “il festival dev’essere una vetrina per una comunicazione efficace in tema di salute”, allora che sia detta la verità sulla situazione sanitaria alle Eolie!
Che sia davvero, come dice il direttore artistico Cavalieri, “un contenitore culturale”, e non una inutile passerella di medici e specialisti con le relative consorti in una spensierata vacanza a Salina. Che sia dunque l'occasione per riflettere su problemi gravi e reali di queste popolazioni.
Non ci servono 3 giorni di ''salute'', ne vogliamo 365!
Lo slogan della precedente edizione era molto bello: ''SCEGLI LA VITA'', lanciato dall'attrice Maria Grazia Cucinotta.
Noi Eoliani vogliamo scegliere la vita, e voi invece ci avete lasciati al nostro destino di zone periferiche ed emarginate. Cambiate rotta, siamo pronti a tutto!
Buon festival e buone vacanze.

Il comitato spontaneo di cittadini

“L’OSPEDALE DI LIPARI NON SI TOCCA”

Paolo Arena Angelo Natoli Giovanna Maggiore Marilena Mirabito Mariagiulia Romagnolo Anna Spinella Avv. Antonella Longo Laura Zaia Renata Conti Silvia Carbone

Lipari, "Katharine" di 61 metri da 322 mila euro a settimana attraccato nel pontile di Peppe Li Donni... VIDEO

287978318_10225661462716880_4606716621466135615_n.jpg

Lipari - Lo yacht 'Katharine' (ex. New Sunrise) di 61,3 metri ha una velocità di 13 nodi. Lo stile degli interni sono del designer francese Zuretti.

Costruito nel 2000, offre sistemazione per un massimo di 12 ospiti in 6 suite comprendenti una master suite, una cabina Vip, tre cabine doppie e una cabina doppia. Ci sono 7 letti in totale, di cui 1 king, 4 queen e 2 singoli. È anche in grado di trasportare a bordo fino a 16 membri dell'equipaggio. 

s_945_d265e.jpg

VIDEO

 

Lipari, "Forza Italia perno del centro destra..."

downloadm,.-.png

Desideriamo esprimere il nostro sincero ringraziamento e la nostra profonda gratitudine per la fiducia e le preferenze ricevute a tutte le elettrici ed elettori residenti nel Comune di Lipari, a tutti coloro che hanno rinnovato la loro fiducia in Forza Italia e nel gruppo responsabile locale. I candidati di Forza Italia al Consiglio Comunale, indicati nella lista SiAmo Eolie con Gaetano Orto sindaco, hanno ottenuto un ottimo risultato. Nel ringraziare la squadra di persone meravigliose con cui abbiamo condiviso questo percorso di crescita, rinnoviamo la nostra stima all’avv. Gaetano Orto per l’impegno sempre dimostrato verso i territori insulari e per essersi, in questa non facile competizione elettorale, distinto con onore per i toni pacati e i modi garbati, per aver dimostrato di essere un modello di genuinità e di eleganza.

Forza Italia cresce e si conferma il perno insostituibile del centrodestra anche a Lipari, nonché motore di un progetto politico che unisce l’esperienza politica ed amministrativa alla formazione dei più giovani per orientare un ricercato ricambio generazionale da altri, ahimè, osteggiato. Forza Italia a Lipari sente il peso della responsabilità consegnata dal voto e dalle continue manifestazioni di affetto della gente. In questi ultimi giorni, ci è stato chiesto da molti cittadini come sia stata possibile l’esclusione, trasversale alle liste, dei candidati più votati e dunque più rappresentativi del contesto sociale locale. Abbiamo spiegato, ancora una volta, le regole del sistema elettorale maggioritario in vigore in terra di Sicilia per i comuni al di sotto dei 15.000 abitanti; e abbiamo rimarcato il valore assoluto del rispetto delle regole al di là di ogni valutazione nella sostanza. Nel merito delle considerazioni generali e dei dati elettorali acquisiti nessuno di noi farà, però, un passo indietro affinché la volontà sacrosanta degli elettori venga rispettata come è giusto che sia.
Noi siamo ancora qua.

Abbiamo tutti una grande responsabilità verso chi ci ha dato fiducia, verso il paese e verso noi stessi. Pertanto nel ringraziarvi ancora, confermiamo la nostra intenzione di continuare con la stessa perseveranza l’azione propositiva che ci ha contraddistinto in questi anni, di continuare a fianco dell’on. Tommaso Calderone e in Forza Italia il nostro percorso politico
con lo stesso coraggio, con la stessa forza, con l’impegno di sempre e a muso duro.
Noi siamo ancora qua. Forza Lipari !

Lipari, Comune&Sospensione lavori edili

downloadfrco.jpg

di Francesco Coscione

Il fermo dei cantieri edili dal primo luglio è uno degli argomenti caldi di questa estate e della nuova amministrazione. Si è giustamente evidenziato il problema degli ormai famosi cantieri del 110, come tutti li chiamano, che hanno scadenze precise. Si è tenuto però poco conto di una condizione ancora più scottante: i lavoratori dell'edilizia, che nelle isole non sono pochi, e le loro famiglie, come e cosa mangeranno senza stipendio per due mesi e mezzo? Alcuni imprenditori forse possono permettersi economicamente il blocco, ma quelli che stanno otto ore sotto il sole per portare il pane a casa, che pane porteranno in quei mesi?

È di vitale importanza cercare e trovare una soluzione non fermandosi al "si è fatto sempre così". Magari la mia è una idea irrealizzabile ma il Comune potrebbe farsi carico, almeno in parte, delle ore perse utilizzando i lavoratori per il diserbamento delle strade, anche urbane (che sono dei boschi) e dei sentieri. Sistemazione dell'arredo urbano fatiscente, del basolato divelto di SottoMonastero, diserbamento e pulizia del Belvedere di Quattrocchi che sopravvive solo grazie a chi ci lavora, riparazione delle voragini nel parcheggio di via Cappuccini, eccetera, eccetera.

Immagino la difficoltà burocratica ed economica di questa soluzione ma potrebbe essere un modo per dare dignità al paese e alle persone che sono senza lavoro.
Il turista ha i suoi diritti ma quei padri di famiglia hanno il diritto preminente del lavoro e del cibo. Grazie

eolcalandra.jpg