b022e41e-ec49-4f68-9d5d-14aa97ad3b7b.jpg

di Bartolo Casella

Caro direttore,

per quello che potrà servire,volevo dare sfogo alla mia indignazione.

Colgo l'occasione per ringraziare e far riflettere chi ha permesso la chiusura dell'ufficio dell'agenzia delle entrate a Lipari.

Stamane devo prendere l'aliscafo da Lipari per Milazzo e viceversa ,affittare una macchina o pagare un taxi,perdere una giornata di lavoro, solo per vidimare i registri " formulario di trasporto rifiuti" perche' l'unico ufficio aperto più vicino si trova a Barcellona.
Quanto mi costa?

Annamo bene...

Cordialmente

Le reazioni nel web

Tindara Falanga, Questi si chiamano disagi!!

Rosario Fabiola Quattrocchi, Noi da Milazzo dove anche quì l'hanno chiuso, andiamo a Messina perché a Barcellona non fanno tutto

Salvatore Leone, Questi sono i veri aumenti per gli eoliani non i costi dei biglietti dei mezzi di trasporto…un vero patrimonio per le tasche degli eoliani

Angela Lo Ricco, Devi prendere anche appuntamento

Anna Spinella, Costi e disagi, innumerevoli difficoltà che si accumulano e rendono il quotidiano complicato da gestire e da organizzare. Isole ed isolani sempre più isolati ed abbandonati

Cristian Giuffrè, Concordo Pienamente! Per una vendita di una barca da pesca il compratore è dovuto andare a Patti 2 volte mettendoci tra appuntamenti e sbagli vari quasi 2 mesi!

Armando Esposito, Va sempre peggio, è diventato tutto enormemente complicato ormai e mi chiedo e continuo a ripetermi perché si è arrivati a questo punto?

Diana Saltalamacchia, Caro Bartolo, l'ufficio è chiuso dai primi di novembre 2021, figurati! (doveva essere un chiusura "temporanea") Ormai ci hanno tolto tutto..

Giovanni Martello, Credo che un responsabile ci sarà??

Gianna Sidoti, Sarebbe opportuno almeno aprire uno sportello polifunzionale Inps, Agenzia entrate, Riscossione… Così come era qualche anno fa al Comune. Poi a poco a poco tutto è stato soppresso…soltanto qualche tempo fa è stato affisso un bel cartello Agenzia Entrate solo per “fiura”

Panarea, per i mega yacht è l'isola prescelta anche da "Lady Marina" del valore di 50 milioni di dollari

1-67545l-2560x1440.jpg

Panarea - In rada si è ormeggiato "Lady Marina", di 65 metri. E' stato costruito da Feadship e consegnata al suo proprietario Sergio Mantegazza, miliardario svizzero, luganese, proprietario dell’impresa “Globus Tours” e della compagnia aerea “Monarch”. “Lady Marina”, 64 metri, tre piani, è provvisto di un nuovissimo sistema antirullaggio per quando è ancorato.

È alimentato da 2 motori Caterpillar  e ha una velocità di 16 nodi con un'autonomia di 5.600 nm. Ha un ponte per elicotteri. Il suo interno è stato progettato da Donald Starkey. Ospita 12 turisti con un equipaggio di 12 persone.

Chi è Sergio Mantegazza?

 

 

downloadfgy76.jpg

È il proprietario di Group Voyagers, un gruppo di viaggi noto per i suoi marchi Globus e Cosmos

È nato nell'ottobre 1927. È sposato e ha 3 figli (Fabio, Maria e Paolo).

Viaggi Globus

Globus fu fondata dal padre di Mantegazza, Antonio, nel 1928, che iniziò con una barca a remi per trasportare merci.  

Presto Mantegazza acquistò dei pullman a motore e offrì dei tour intorno al lago di Lugano in Svizzera e in Costa Azzurra e in Italia.

Negli anni '60 e '70 il Globus si espanse rapidamente con tour internazionali e attività per il mercato statunitense.

Lipari, dietro l'isola c'è "Malahne" che appartenne al produttore cinematografico Sam Spiegel 

scale_3802_bb85c.jpg

Lipari - Dietro l'isola si è ormeggiato "Melahne", di 50 metri, con velocità di 12 nodi, vaporetto del 1936, che ha svolto anche funzione di supporto logistico in guerra a Dunkerque. Appartenne anche al produttore cinematografico Sam Spiegel e divenne uno degli yacht più famosi al mondo

Gli interni d’epoca sono di Guy Oliver, che in precedenza aveva disegnato le stanze al numero 10 di Downing Street. Grandi bagni con vasche, scrivanie e accoglienti aree salotto creano interni eleganti e accattivanti dove i suoi 10 ospiti possono godere del massimo splendore a bordo. La nuova sala da pranzo sul ponte principale dello yacht era originariamente occupata dai fumaioli di scarico del motore.

Le aree dell’equipaggio e della cambusa sono state quelle maggiormente interessate dalle modifiche rispetto allo yacht originale

Lipari, lo squadrone dell'"Eolmare" di Luca Finocchiaro con mister Claudio Ranieri

290213405_10225664829761054_1901373540946106519_n.jpg

Stromboli, c'è "Regina d'Italia" ex Dolce e Gabbana

regina-ditalia-yacht-2.jpg

Stromboli - Al largo dell'isola si è ancorato "Regina d'Italia", ex di Domenico Dolce e Stefano Gabbana che tramite Edmiston and Torrance Yachts, lo hanno venduto per 13.5 milioni di euro.

Scafo d’acciaio, 51 metri e una sovastruttura di alluminio, è stato disegnato da Della Role Design, mentre l’ allestimento degli interni è stato pensato dagli architetti di Lazzarini Pickeringi. L’interno con zaffiri e rubini fino alle pelli di visone e coccodrillo.

Ha una velocità di 18 nodi con un’ autonomia di 4600 miglie . 

download (1)QAS1.png

Turismo: yacht invadono mare delle isole Eolie

Le Eolie prese d’assalto dai mega yacht. Le sette isole rientrano nel “crocevia” Capri-le Lipari e Sardegna. E pur senza porti adeguati le navi si fermano in mezzo a mare. Come accade a Panarea, la prescelta. A parte i yacht di proprietà, per lo piu’ si tratta di charter di almeno 60 metri, con 10-12 turisti nababbi a bordo. Una settimana costa circa 300 mila euro. Dall’inizio della bella stagione se ne sono visti almeno una ventina. Nell’isola dei vip che ha già ospitato Alessandro Preziosi che carca villetta, Christian De Sica e family e Michelle Hunziker, si è ancorato "Lady Marina", di 65 metri, del valore di 50 milioni di dollari. Il “patron” è Sergio Mantegazza, miliardario svizzero, luganese, proprietario dell’impresa “Globus Tours” e della compagnia aerea “Monarch”. Tre piani, è provvisto di un nuovissimo sistema antirullaggio per quando è ancorato. A Lipari, già invasa dai campioni dello sport, il tecnico Claudio Ranieri con catamarano all’Eolmare di Luca Finocchiaro, e l’”aeroplanino” Vicenzino Montella (a Salina l’ex mediano delll’Inter Giancarlo Pasinato che ha visitato il museo del calcio di Santino Ruggera), dietro l'isola c'è "Malahne" che appartenne al produttore cinematografico Sam Spiegel. 50 metri, vaporetto del 1936, che ha svolto anche funzione di supporto logistico in guerra a Dunkerque. A Stromboli, è tornato "Regina d'Italia", ex Dolce e Gabbana che dopo la mega villa di Piscità, lo hanno venduto per 13.5 milioni di euro. E l’estate è solo all’inizio…(ANSA)

Satira&Pizzini

mqdefaultDFG.jpg

A Lipari piangono l'ospedale e a Salina lo festeggiano!!!

banner marotta web.jpg