downloadmise.jpg

di Michele Sequenzia

Caro Direttore,

il previsto bonus di 200 euro erogato per tutti i pensionati e lavoratori presentato dal premier Mario Draghi durante la conferenza stampa del 2 maggio 2022 per contrastare i pesanti costi per imprese e famiglie arriverà in busta paga o con la pensione, ma solo per i residenti in Italia. In realtà sono stati penalizzati tutti i lavoratori italiani che oggi hanno un contratto di lavoro fuori dal territorio nazionale e tutti i pensionati che risiedono all’estero. Ancora una volta gli italiani che lavorano, che producono reddito con il loro sudore vengono pesantemente discriminati, considerati cittadini di serie “B”, mentre chi oggi non lavora e non produce viene sostenuto dal governo. In Italia, si favorisce premiare il lavoro "in nero“, senza alcuna assicurazione, esattamente come il “reddito di Cittadinanza”.

silvio_merlino.jpg