foto_home.jpg

Il gup del Tribunale di Barcellona Salvatore Pugliese ha rinviato a giudizio sei persone residenti Filicudi per stalking nei confronti di un minorenne. Nei confronti dei sei imputati era stata mossa l’accusa ben più grave di violenza sessuale di gruppo, per aver costretto per ben due volte un bimbo di 11 anni ad abbassarsi i pantaloni, rimanendo completamente nudo, imponendogli di toccarsi i genitali.

Gli avvocati difensori Pinuccio Calabrò, Mario Trifilò, Giovanni Cicala, Domenico Rizzello, Alessandro Mirabile e Marco Gemelli hanno chiesto ed ottenuto che il reato venisse derubricato da violenza sessuale di gruppo in stalking, ipotizzando che si trattasse solo di un’azione finalizzata allo scherno ed alla derisione del ragazzino. Gli imputati dovranno presentarsi per la prima udienza dibattimentale davanti al giudice monocratico di Barcellona il prossimo 13 marzo 2020.(24live.it)

“Dopo diversi mesi di ricerca e approfondimento di tutte le problematiche da parte della mia collega senatrice Grazia D’Angelo, abbiamo deciso di richiedere con urgenza un incontro al Ministero della Giustizia per un confronto che potesse far capire la gravità della situazione tra il Presidente del Tribunale di Barcellona P.G. dr. Giovanni De Marco., il Procuratore capo Dr. Emanuele Crescenti e il nostro Sottosegretario alla Giustizia, Vittorio Ferraresi.” Dichiara in una nota il Sottosegretario Alessio Villarosa.
“All’incontro che si è tenuto ieri a Roma, alla presenza anche dei dirigenti che al Ministero si occupano di questo genere di problematiche, è stata data l’opportunità di illustrare e affrontare insieme al Sottosegretario Ferraresi tutte le preoccupanti “fratture” che attanagliano da tempo le due più importanti strutture che sono e, possiamo garantire saranno, un “faro di giustizia” per tutto il comprensorio.” Dichiarano Villarosa e la senatrice D’Angelo.
“I problemi affrontati sono stati numerosi, dalla ormai critica carenza di personale amministrativo e di magistrati sia per il Tribunale che per la Procura, alle preoccupanti statistiche legate ai trasferimenti di giudici che dal Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto preferiscono sempre altre strutture superati i 3 anni ed infine le gravissime problematiche legate alla struttura in sé che andrebbe ristrutturata e sul quale, insieme al MEF, stiamo cercando di intervenire.” Continuano i portavoce del Movimento 5 Stelle.

“Già stamattina sono arrivate le prime risposte perchè è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.136 del 12 giugno 2019 il provvedimento che dispone lo scorrimento della graduatoria per 903 assistenti giudiziari e l’assunzione attraverso un nuovo concorso di circa 1850 funzionari giudiziari. Sarà una risposta importante alle carenze di personale, che purtroppo sono comuni a tutte le strutture italiane, per potenziare nel minor tempo possibile gli uffici giudiziari e assicurarne la piena funzionalità.” Conclude la senatrice Grazia D’Angelo.

---Neon si è staccato dal soffitto del tribunale di Barcellona e ha ferito alla testa l'avvocato Davide Bongiovanni. Subito soccorso per le cure necessarie.

OLTRE-IL-SORRISO-ONLUS-banner.jpg