Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità 

Questo sito utilizza Cookie tecnici e di profilazione di terze parti. Clicca sul bottone - chiudi - per accettare l'uso dei cookie e proseguire la navigazione.

Stampa
Categoria: Politica

downloadasdgt.jpgdownloadfret.jpgdownloadervgf.jpg

di Annarita Gugliotta, Francesco Rizzo e Franco Muscarà*

Al Sindaco del Comune di Lipari Rag. Marco Giorgianni, All’ Assessore ai lavori pubblici del Comune di
Lipari, Avv. Gaetano Orto E p.c. Al Presidente del Consiglio Comunale di Lipari Dott. Giacomo Biviano

Oggetto: Interrogazione urgente - Centralina fotovoltaica di Ginostra – Isola di StromboliCon la presente , i sottoscritti Considerato che
1. è stato elaborato un progetto per l’ammodernamento della centrale fotovoltaica di
Ginostra, finanziato interamente ed i cui lavori sembrerebbero pronti per avere inizio;
2. gli Enti interessati ad oggi hanno provveduto con gli atti di competenza , tranne a quanto
pare il Comune di Lipari, per ciò che ci risulta;
3. la Protezione Civile regionale ha messo a disposizione uomini e risorse economiche per
accelerare l’iter e per mettere in sicurezza la centralina di cui trattasi;

4. è stata predisposta una bozza di accordo di programma condiviso da tutti gli attori per
poter procedere all’esproprio dei terreni ed alla consegna all’ENEL;
5. detto accordo di programma se pur condiviso informalmente dal Comune di Lipari non è
stato ancora perfezionato con la necessaria delibera e successiva sottoscrizione;
6. tale situazione in fase di stallo da oltre un anno, potrebbe comportare la perdita dei
finanziamenti;
7. a causa della mancanza dell’accordo di programma ed il mancato inizio dei lavori si è tuttora
costretti ad utilizzare gruppi elettrogeni per la centrale con trasporto del carburante a mezzo
elicottero da Stromboli a Ginostra;
8. gli scriventi sono stati informati e più volte invitati ad intervenire dal responsabile di Vento
Eoliano per le Isole Minori, Sig. Gianluca Giuffrè.
Nell’esercizio di una prerogativa statutariamente riconosciuta ad ogni Consigliere
Comunale, i sottoscritti chiedono di conoscere

• Per quale ragione ad oggi non è stato firmato l’accordo di programma pattuito con gli
Enti interessati e non si è provveduto alla presentazione dell’accordo de quo per la
relativa delibera di ratifica che ne sancirebbe l’efficacia;
• Quale sia il motivo ostativo che impedisce il perfezionarsi dell’ultimo passaggio per
l’inizio dei lavori e la messa in sicurezza della centrale fotovoltaica di Ginostra.
Fiduciosi di una sua repentina risposta per iscritto,porgiamo Cordiali Saluti.

*Consiglieri comunali Vento Eoliano

Al Sig. Sindaco del Comune di Lipari Rag. Marco Giorgianni

Oggetto: : Interrogazione consiliare urgente su messa in sicurezza ed operatività degli approdi delle isole minori dell’arcipelago eoliano - Si richiede risposta scritta-

Considerato che ormai da tempo quasi tutti gli approdi insistenti nell’Arcipelago Eoliano attendono il completamento o addirittura l’inizio di lavori di messa in sicurezza o manutenzione.
Viste le continue segnalazioni in merito alla fatiscenza delle strutture portuali (vedi nota del 16.06.2020 di Gianluca Giuffrè, responsabile Isole Minori per il Vento Eoliano e i continui appelli di Maria Grazia Bonica, già presidente di Circoscrizione dell’ Isola di Filicudi ) .

Ad oggi:  - A Filicudi occorre completare i lavori di messa in sicurezza dell’approdo principale , ormai fermi da anni malgrado le prestigiose passerelle;
- A Ginostra ancora si attende l’inizio dei lavori di messa in sicurezza e miglioramento tecnico dell’approdo di Protezione Civile.
- A Stromboli, da tempo immemore si attende il completamento dei lavori del molo di Ficogrande così da renderlo operativo e funzionale e la messa in sicurezza del molo di Scari.
- A Vulcano si continua ad operare in regime di emergenza con il porto delle navi adattato all’ormeggio degli aliscafi e l’ex pontile degli aliscafi ancora del tutto divelto e danneggiato. L’ approdo di Protezione Civile di Vulcano Ponente risulta in grave stato di abbandono e divelto.

Considerato che le strutture anzidette necessitano di urgenti ed improcrastinabili interventi di manutenzione e messa in sicurezza al fine di ripristinare e garantire la loro efficienza.

Considerato che la scarsa funzionalità degli approdi limita fortemente il normale svolgimento della vita quotidiana degli eoliani che vedono continuamente leso il proprio diritto alla mobilità
Con la presente Si chiede - di riferire in maniera dettagliata circa lo stato dei lavori di messa in sicurezza del molo di Filicudi Porto ;

- quando avranno inizio i lavori di messa in sicurezza del pontile di protezione civile di Ginostra , a quale ditta sono stati appaltati i lavori, a quanto ammonta la misura dello stanziamento per la messa in sicurezza e nel dettaglio come verranno o sono stati spesi ;

- quali interventi sono previsti , se previsti, per l’Isola di Stromboli e di Vulcano;

- quali interventi sono previsti per l’ Isola di Lipari, in particolare riferimento al molo di attracco degli aliscafi;

Inoltre si chiede di provvedere con urgenza alla messa in sicurezza del piccolo molo della frazione di Canneto, ove la pavimentazione in parte è divelta e precaria e la sistemazione della boa luminosa insistente presso Marina Corta.

Ribadendo quanto sia fondamentale per gli abitanti delle Isole Minori potere usufruire di porti con funzionalità ottimale , si attende cortese riscontro entro trenta giorni dalla predetta .
Cordialmente

*Consiglieri Comunali del “Vento Eoliano con Rizzo Sindaco

105734596_723760431786915_3446453824886264441_n.jpg

Apprendiamo con soddisfazione che oggi si è provveduto presso l' Assemblea regionale siciliana all' approvazione del contributo a favore delle partorienti delle Isole minori.
Ben consapevoli che questo ristoro mai potrà mitigare i sacrifici che le mamme e le famiglie eoliane sono costrette a sobbarcarsi per dare alla luce i propri figli, fuori casa e lontani dai propri affetti. Continuando nella richiesta unanime di garantire presso il nostro nosocomio l’adeguata assistenza sanitaria alle gestanti e ai nascituri, vogliamo ringraziare il Presidente della regione on. Nello Musumeci , che sul punto si era impegnato ai tempi e che ha rinnovato la sua disponibilità, l’assessore Razza che ha presentato l’emendamento con la richiesta di contributo a livello governativo, l’on. Elvira Amata , nella qualità di capogruppo di Fratelli d’Italia , che lo ha sostenuto e votato in aula, unitamente a tutti i deputati che l' hanno approvato.
Un ringraziamento particolare va a Ferdinando Croce che ha condiviso in silenzio questa battaglia e al consigliere comunale dell' isola di Pantelleria Michela Silva che da sempre ha perorato tale causa.

di Annarita Gugliotta

Per tutte le mamme che mi stanno chiedendo in privato in merito al contributo specifico che secondo le mie informazioni
il meccanismo di rimborso delle partorienti avverrà in ordine cronologico, rimborsando nell'anno di competenza le istanze dell'anno precedente.
Quindi il 2020 per il 2019, il 2021 per il 2020, il 2022 per il 2021. Come già avvenne nel 2016 quando venne istituito il contributo. Ovviamente (in ragione del numero complessivo delle partorienti) si potrebbe porre il problema nel 2022, e a quel punto si dovrà valutare un’altra disposizione per quella data.
In settimana entrante probabilmente avremo il decreto assessoriale che disciplina per bene il meccanismo e tutto sarà più chiaro.
Nell' attuale finanziaria sono stati stanziato 900.000 € anziché i 600.000 previsti dalla precedente legge del 2016 sempre per un triennio, proprio per bilanciare il “vuoto” verificatosi per il 2019.
Insomma aspettiamo il provvedimento attuativo.

ravesi.jpg