downloadmofom.jpg

di Eliana Mollica e Gesuele Fonti*

Al Presidente del Consiglio Comunale e.p.c. al Segretario Comunale di Lipari

Oggetto: sdoppiamento degli argomenti all’ordine del giorno e convocazione di due sedute di Consiglio Comunale.

Con la presente chiediamo alla S.S. di prendere in considerazione l’opportunità di convocare, in tempi brevissimi, due sedute di Consiglio Comunale per discutere i diversi ed urgenti argomenti all’ordine del giorno attraverso una rinnovata e più utile disposizione dei punti.

Riteniamo, infatti, lo sdoppiamento degli argomenti calendarizzati necessario per restituire fluidità ai lavori del Consiglio Comunale e per concludere celermente l’esame dei numerosi punti all’ordine del giorno.

Pertanto, ci permettiamo di suggerire alla S.S. un nuova disposizione degli argomenti, oggetto di continui rinvii, sospensioni ed aggiornamenti, suddivisi in due distinti ordini del giorno come di seguito indicati:

1. Situazione Finanziaria;
2. Approvazione schema di convenzione per l’affidamento del servizio di tesoreria;

3. Ratifica variazione urgente di bilancio in esercizio provvisorio approvata con deliberazione di G.M. n.22 del 25/05/2020;
4. Piano dei porti e delle rade;
5. Nuovo assetto servizi marittimi;
6. Situazione cimitero di Pianoconte.

1. Sdemanializzazione di una appendice della strada vicinale Collino, in località “Collo” nell’isola di Lipari. Ed ancor;
2. Stato di avanzamento lavori lungomare di Canneto
3. adeguamento costo di costruzione 2021;
4. Problematica operatori ecologici;
5. Area Marina protetta delle Eolie;
6. e situazione Pozza dei fanghi di Vulcano.

*Consiglieri comunali

Ufficio Circondariale Marittimo Lipari Ordinanza n. 13/2021 in data 19.04.2021 - Proroga ordinanza 05/2021 del 26.02.2021 - Temporanea modifica della viabilità porto di Sottomonastero di Lipari 

Al Sig. Sindaco e.p.c. al Sig. Segretario Comunale al Presidente del Consiglio Comunale

Oggetto: Interrogazione a risposta scritta - Bilancio di Previsione 2020/2022 – Cronoprogramma e adempimenti.

Premesso che il bilancio di previsione è un documento di pianificazione economica e di programmazione politica che deve essere approvato annualmente dal Consiglio Comunale, su proposta della Giunta, entro il 31 dicembre dell’anno precedente (Decreto Legislativo n. 267/2000 TUEL);
che il dott. Giovanni Cocco, funzionario direttivo in servizio presso il Dipartimento Autonomie Locali, è stato nominato con il D.D.G. n. 404/53 del 25/11/2020 Commissario ad acta per curare, in via sostitutiva, gli adempimenti relativi all’approvazione del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2020/2022;
che con nota Prot. n. 3257 del 04 Marzo 2021, inviata alla Giunta e al Consiglio Comunale, il Commissario ad acta, nell’esercizio dell’attività di impulso conferita allo stesso con il D.D.G. n. 404/53 del 25/11/2020, indica il cronoprogramma in merito all’iter approvativo del bilancio di previsione 2020/2022;

che il cronoprogramma determinava entro e non oltre il 31/3/2021 l’approvazione da parte del Consiglio Comunale sia del PEF Servizio smaltimento rifiuti 2020/2022 e 2021/2023 sia del PEF Servizio idrico 2020/2022 e 2021/2023;
che il programma relativo all’iter approvativo del bilancio di previsione 2020/2022 indicava, altresì, entro e non oltre il 31/3/2021 l’approvazione da parte del Consiglio Comunale del Regolamento del Canone Unico Patrimoniale;
che i richiamati documenti sono atti propedeutici e/o connessi all’approvazione dello schema di bilancio di previsione 2020/2022, che come disposto dal Commissario ad acta dovrà essere approvato dalla Giunta municipale entro e non oltre il 30/4/2021.

Considerato che, ad oggi, nonostante i ripetuti solleciti l’amministrazione non ha provveduto all’invio delle relative proposte di deliberazione al Consiglio Comunale per gli adempimenti di propria competenza;

che in assenza di una proposta di deliberazione l’Organo collegiale non può svolgere il proprio compito, dunque è esente da qualsivoglia responsabilità;
che il paese affronta emergenze importanti, non tutte riconducibili agli effetti della crisi sociale ed economica conseguente all’emergenza sanitaria per il diffondersi del Coronavirus;
che la condizione di criticità finanziaria/squilibrio finanziario dell'Ente, aggravata da una situazione debitoria per i numerosi debiti fuori bilancio, preoccupa oltremodo le opposizioni in Consiglio Comunale;

che nel corso della riunione di Consiglio del 05 febbraio 2021, con all’ordine del giorno “Situazione finanziaria dell’Ente”, è stato approvato un documento che impegnava in modo vincolante l’Amministrazione ad adottare, entro il 28 febbraio, la proposta di deliberazione trasmessa dal Dirigente del 2° Settore dott. Francesco Subba e ad inviare tale proposta al Consiglio Comunale per gli adempimenti di propria competenza;
che i sottoscritti Consiglieri comunali, tenuto conto della relazione del Dirigente del 2° Settore datata 27/01/2021, in riscontro alla richiesta del Commissario ad acta Prot. n. 918/2021 del 21/01/2021, nonché della proposta del Dirigente del 2° Settore Prot. n. 1419/ 2021 del 28/01/2021, hanno più volte sollecitato l’iter previsto per legge, declinando ogni eventuale responsabilità che possa sorgere in esito alla attuale situazione di squilibrio in cui versa l'Ente, avendo i medesimi sempre ottemperato ai propri compiti e doveri istituzionali con correttezza e responsabilità e secondo i dettami di legge;

che il 2021 sarà un anno di cambiamento che richiederà un impegno straordinario da parte di tutti per la realizzazione di nuovi progetti e per la pianificazione di nuove strategie volte a favorire il rilancio dell’economia nazionale.

Tutto ciò premesso e considerato si interroga il Sindaco per sapere :

 se tutte le risorse richieste ed attese da Stato e Regione per la definizione dei bilanci sono pervenute e se le stesse sono sufficienti ai fini del raggiungimento del pareggio di bilancio per gli anni 2020/2022;
 quando l’Amministrazione fornirà al Consiglio Comunale un quadro reale della situazione economica finanziaria dell’Ente;
 a quanto ammonta in contenzioso in essere;
 a quanto ammonta il pre-contenzioso (richieste)
 a quanto ammonta il fondo crediti di dubbia esigibilità;
 a quanto ammonta il fondo crediti commerciali;

RELATIVAMENTE AL SERVIZIO IDRICO

 I quantitativi di acqua giornaliera prodotti dal dissalatore di Lipari e immessi nella rete;
 I quantitativi di acqua prodotti dal dissalatore di Lipari e immessi nella rete negli ultimi tre anni (2018-2019-2020);
 i quantitativi di acqua fornita dal ministero a mezzo navi cisterna negli ultimi tre anni (2018-2019-2020;

 I quantitativi di acqua in entrata (navi) ed in uscita (utenze) nelle isole minori;
 a quanto ammonta il costo del servizio idrico comprese le manutenzioni straordinarie nell’anno 2020

 

 

Al Sindaco e.p.c. al Presidente del Consiglio Comunale DI LIPARI

Oggetto: possibilità di rilascio di certificati anagrafici attraverso tabaccherie del territorio, in alternativa agli uffici comunali.

Il Comune di Lipari affronta importanti criticità, è innegabile, sia per la cronica carenza di personale, che determina spesso disservizi e ritardi connessi alle attività di controllo, accertamento, di riscossione e di contenzioso in relazione ai tributi locali, sia per l’assenza di risorse necessarie all’ammodernamento dei processi amministrativi e all’innovazione riguardo alla promozione dei territori.
E’, tuttavia, per il Comune di Lipari vitale avviare senza indugio un processo di rigenerazione tramite interventi di recupero a livello di infrastrutture e di servizi; un progresso tecnologico e di ammodernamento che garantisca ai cittadini e alle imprese servizi sempre efficienti.
Benché appaia arduo, se non altro per il momento, immaginare tale percorso, riteniamo indispensabile aprire un confronto su soluzioni possibili indicando forme di collaborazione e convenzioni per il miglioramento di taluni servizi in favore dei cittadini.

Centinaia di Comuni italiani, nell’ottica di una maggiore efficacia ed efficienza dell’azione amministrativa e del miglioramento dei servizi offerti agli utenti, hanno già approvato uno schema di convenzione con la Federazione Italiana Tabaccai (FIT) per l’attivazione del servizio di estrazione e rilascio delle certificazioni anagrafiche presso gli esercizi autorizzati associati alla Federazione presenti sul territorio comunale.

La convenzione con la FIT coinvolge anche la società Novares SpA (Gruppo FIT) come soggetto attuatore.
La realtà di Novares S.p.A. nasce su iniziativa della Federazione Italiana Tabaccai che, con gli oltre 46.000 esercizi associati, rappresenta un network storicamente radicato sul territorio nazionale che eroga quotidianamente servizi alla cittadinanza e che è divenuto operativo anche nel settore della riscossione dei tributi.

Novares è iscritta al n° 174 dell’Albo dei Concessionari abilitati ad effettuare attività di riscossione delle Entrate degli Enti Locali - ex art. 53 D.lgs. n°446/1997, istituito presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ed è interamente partecipata da Arianna 2001 S.p.A., Società al 100% del Gruppo FIT. Novares, certificata ISO 9001:2015, è stata abilitata da CONSIP S.p.A. ad operare nel Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione – M.E.P.A. ai sensi del comma 6 dell’art. 36 del Codice dei Contratti Pubblici, per i servizi di supporto all’accertamento e alla riscossione di tutte le Entrate degli Enti Locali.

L’appartenenza alla Federazione Italiana Tabaccai consente a tale realtà di avvalersi della Rete delle Tabaccherie associate per svolgere, a beneficio delle Pubbliche Amministrazioni e nell’interesse comune dell’utenza finale, servizi di recapito per le attività di affissione del materiale pubblicitario e per la gestione dei pagamenti ICP, DPA OSAP, servizi di distribuzione di specifici “kit” di servizi, etc..
La Rete Novares è dunque in grado di affiancare le Amministrazioni comunali, e più precisamente i Servizi Demografici, nel rilascio di certificati anagrafici quali ad esempio certificati di residenza e stato di famiglia.

Questo nuovo progetto da la possibilità ai comuni di migliorare il servizio verso la cittadinanza, senza costi aggiuntivi e abbattendo quelli della struttura di front office dei Servizi Demografici. I Cittadini avranno a disposizione il servizio nei giorni e negli orari di apertura delle Tabaccherie su tutti i punti attivi a prescindere che si trovino sul Comune aderente, con l’ulteriore agevolazione della possibilità di acquistare eventualmente le marche da bollo necessarie, evitando perdite di tempo.
Un’ulteriore semplificazione dunque per i cittadini.
Il Cittadino potrà così agevolmente ottenere un numero sempre maggiore di servizi afferenti alla Pubblica Amministrazione, dai pagamenti al ritiro kit rifiuti, dal rilascio di certificati anagrafici e camerali, alle informazioni di varia natura, con una capillarità ed una flessibilità di orario unica su tutto il territorio nazionale.

Sono evidenti gli effetti e i benefici successivi all’adesione a tale progetto, si chiede pertanto alla S.S. di valutare tale utile percorso nell’interesse dell’Ente e dei Cittadini.

 

 

Il Covid corre veloce in Sicilia. Sono 1.842 i nuovi positivi al Coronavirus in Sicilia su 10.587 tamponi processati, con un indice del 17,3%. Questo è il dato registrato nella nostra regione, nelle ultime 24 ore . Il Governo regionale ha chiesto al Ministro Speranza, di anticipare di almeno una settimana, il provvedimento di istituzione della zona arancione per la Sicilia.
Il Presidente della Regione, dopo la dichiarazione ministeriale della zona arancione per la Sicilia, ha prontamente presentato la sua ordinanza con regole ancora più severe per rafforzare la zona arancione, in una sorta di ‘zona siciliana’.

Condividiamo lo stato di preoccupazione del Governo regionale e della maggioranza di governo per il diffondersi dei contagi in Sicilia. La situazione negli ospedali Covid e nei reparti di terapia intensiva è sotto controllo ma i ricoveri sono in continuo aumento.
A ottobre, l'arcipelago eoliano ha registrato un numero elevato di contagi. E in poche settimane, la situazione pandemica si è trasformata nell'isola di Lipari in una preoccupante emergenza. Riteniamo di dovere esprimere tutta la nostra apprensione per il continuo aumento dei contagi e per il difficile momento che viviamo. Il nostro territorio, ad oggi, fortunatamente ha un numero bassissimo di casi Covid. Questo però non deve in alcun modo condizionare le nostre condotte, non dobbiamo abbassare la guardia. È necessario continuare ad essere prudenti e responsabili per contenere il contagio e gli effetti della pandemia.

Invitiamo, pertanto, il Sindaco di Lipari a considerare la possibilità di richiedere alle autorità sanitarie screening periodici dei residenti e dei pendolari per evitare una possibile ripresa della curva dei contagi.
L'ordinanza di Musumeci prevede misure più rigide anche per gli esercizi commerciali; sono previste misure di distanziamento interpersonale negli esercizi commerciali, con la previsione di screening per gli operatori. Chiediamo, dunque, al Sindaco di Lipari di incontrare gli esercenti del nostro comune per avviare la necessaria sinergia in questa ulteriore e difficile fase della pandemia.

Gruppo consiliare Forza Italia

 

 

di Eliana Mollica E Gesuele Fonti

Al Segretario Comunale, Al Sig. Presidente del Consiglio

Oggetto: costituzione gruppo consiliare "Forza Italia".

I sottoscritti Consiglieri Comun in conformità a quanto stabilito dal Regolamento del Consiglio Comunale e dallo Statuto del Comune di Lipari,  con la presente comunicano la costituzione del gruppo di "Forza Italia" in seno al Consiglio Comunale.

L' adesione al progetto politico di "Forza Italia" è la naturale prosecuzione di un percorso da tempo intrapreso a fianco dell'on. Tommaso Calderone, capogruppo di "Forza Italia" all'Assemblea Regionale Siciliana ed autorevole esponente del partito in Sicilia.

Proseguiamo il nostro percorso politico accanto all'On. Tommaso Calderone e in Forza Italia, in continuità con quello che fino ad oggi abbiamo svolto all’interno del Consiglio Comunale.

Con un rinnovato entusiasmo, nel rispetto del mandato ricevuto dal nostro elettorato, porteremo avanti una politica attenta ai bisogni dei territori e delle giuste istanze della nostra Comunità.

 

Al Presidente del Consiglio Comunale e.p.c. al Sindaco e al Collegio dei Revisori dei Conti
Oggetto: mancata approvazione bilancio di previsione 2020/2022 – richiesta convocazione “urgente” di Consiglio Comunale.

In riferimento alla nota indirizzata al Sindaco e alla Presidenza del Consiglio, e inviata al Collegio dei Revisori dei Conti per conoscenza, in data 02 dicembre 2020, con oggetto “mancata approvazione bilancio di previsione 2020/2022”, i sottoscritti, in qualità di Consiglieri comunali, chiedono di sapere i motivi per i quali la S.S. non ha ancora provveduto alla convocazione di una seduta di Consiglio Comunale per la trattazione dei numerosi argomenti ormai da mesi all’ordine del giorno e per avviare, come da noi richiesto con la citata nota, il necessario ed urgente confronto riguardo alla mancata approvazione del bilancio di previsione 2020/2022.

Il bilancio di previsione è un documento di pianificazione economica e di programmazione politica che deve essere approvato annualmente dal Consiglio Comunale, su proposta della Giunta, entro il 31 dicembre dell’anno precedente (Decreto Legislativo n. 267/2000 TUEL).
Tuttavia, la Giunta Comunale non ha provveduto all’adozione del bilancio di previsione e dei documenti complementari allegati da sottoporre al Consiglio Comunale per l’approvazione. La mancata approvazione dell’atto amministrativo nei termini previsti per legge, fissata per il

corrente anno al 31/10/2020, ha comportato un danno per l’Ente e per la Comunità. La mancata approvazione del bilancio di previsione 2020/2022 apre scenari nuovi sui quali è necessario confrontarsi con responsabilità anche a seguito dell’avvio delle procedure di nomina del Commissario ad acta, in una condizione di criticità finanziaria /squilibrio finanziario dell’Ente che a noi appare gravissima e di difficile soluzione.
Chiediamo, pertanto, alla S.S. di convocare, in tempi brevissimi, una seduta di Consiglio Comunale per affrontare l’argomento in oggetto.

 

di Eliana Mollica e Gesuele Fonti*

Sig. Marco Giorgianni Al Presidente del Consiglio  Dott. Giacomo Biviano Comune di Lipari 

Oggetto: ordine del giorno del 12.6.2020 - richiesta studio di fattibilità tecnica economica per la progettazione di una aviosuperficie in località Poggio dei Funghi nell’isola da Lipari.

In data 12 giugno 2020, il Consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno che impegnava l’amministrazione comunale a richiedere all’Ufficio regionale di coordinamento per le isole minori siciliane presso l’assessorato alle Autonomie locali, e al Dipartimento delle infrastrutture, della mobilità e dei trasporti, presso l'Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità un intervento diretto alla realizzazione di uno studio di fattibilità tecnica economica per la progettazione di una aviosuperficie in località Poggio dei Funghi nell’isola da Lipari.
In data 02/07/2020 è stato pubblicato all’Albo Pretorio del Comune di Lipari - Del.C.C. 14/20 - Atto di indirizzo per la realizzazione di una aviosuperficie nell'isola di Lipari in località Poggio dei Funghi.

Si chiede pertanto Alle SS. LL. se il deliberato è già stato inviato agli uffici regionali competenti così come richiesto dal consiglio comunale in data 12 giugno 2020.
In caso di mancato invio, si chiede di inoltrare con urgenza l’atto di indirizzo Del C.C: 14/20 all’Ufficio regionale di coordinamento per le isole minori siciliane presso l’assessorato alle Autonomie locali, e al Dipartimento delle infrastrutture, della mobilità e dei trasporti, presso l'Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità.

*Consiglieri comunali Moderati per Calderone

linea-verde-orriz.jpg