9d5c67f2-af79-4da0-a37f-40433c5e8bb5.jpg


ascolta la musica in sottofondo clicca sul triangolo

Perchè abbonarsi ? Perchè Il Notiziario delle Eolie è il giornale online della comunità Eoliana. E' un servizio d'informazione libero e puntuale con video interviste, notizie di politica, cronaca, cultura, avvenimenti e molto altro. Tutto questo sempre con grande impegno costante e quotidiano. Per aiutarci a fare sempre di più abbiamo bisogno del tuo supporto. Attiva oggi stesso un abbonamento, sostieni il tuo Notiziario delle Eolie 

Per Natale Regalatevi un abbonamento 

Scarica e stampa il calendario 2022 del Notiziario

PHOTO-2021-10-19-11-23-34.jpg

IMG_1426.jpg

PHOTO-2021-10-19-10-25-00.jpg

Lipari - L'assessore regionale dei trasporti Marco Falcone è sbarcato per partecipare ai lavori del consiglio comunale. E nell'intervista rilasciata al Notiziario dichiara "le Eolie non saranno penalizzate..."

In consiglio è presente il sindaco Marco Giorgianni che relaziona su Vulcano.

Il presidente Giacomo Biviano anticipa che Christian Del Bono e Davide Starvaggi presidenti di due associazioni hanno richiesto di intervenire in aula.

L’assessore ai trasporti del Comune di Lipari Daniele Orifici ha ricordato che “nel periodo invernale ci sono le riduzioni delle corse serali degli aliscafi da Milazzo, ridotte anche le corse per Panarea e Stromboli e non si condivide la sosta notturna degli aliscafi ad Alicudi e Stromboli che sono sempre a rischio mareggiate. Non condividiamo neppure la riduzione delle due corse Palermo Eolie, e l’inserimento del nuovo collegamento con due corse estive con Cefalu. Non è previsto un aliscafo di riserva e sono state ridotte le eventuali penalità’”.

Critici anche i rappresentanti degli albergatori e del comitato trasporti Christian Del Bono e Davide Starvaggi soprattutto sul nuovo collegamento con Cefalu’ a discapito di due corse con Palermo e nel periodo invernale con orari che non vanno bene per le isole minori. Anche l’orario del collegamento con Messina è da rivedere, così come con Vibo Valentia. Il pagamento dovrebbe avvenire in base al miglio effettuato. Garanzie anche sulle tariffe occorre facilitare i pendolari. Per le navi è stata rimossa della nave delle 6,30 che porta anche gli infiammabili e due volte la settimana non vi sono due corse della nave delle 21. Visto che il bando è stato pubblicato che margini ci sono per le modifiche?

Danilo Conti, associazione Eolie 2030: i nativi eoliani che sono sparsi nel mondo quando rientrano pagano come turisti non mi pare giusto. I mezzi vanno adeguati per i disabili anche per le toilette.

Giuseppe Grasso Ringrazio la sensibilità dell'assessore Falcone che ha immediatamente risposto alla chiamata del consiglio, cosa che non ha fatto qualche altro suo collega. Vorrei sapere che possibilità ci sono per rivedere questi bandi? Qui bisogna tutelare i cittadini perchè ormai si parte per tutto visto che si sono chiusi quasi tutti gli uffici pubblici. Occorre la garanzia dei posti sugli aliscafi. Dobbiamo disporre di un mezzo notturno per far rientrare in giornata gli eoliani. Anche in terraferma il bus di Milazzo deve essere in coincidenza con la corse degli aliscafi.

Adolfo Sabatini Mi sorprende come mai queste richieste non sono state accolte? L'assessore Orifici ha scritto, le associazioni hanno scritto ma le proposte non sono state accolte. ma mi fa piacere che si può apportare qualche modifica. I cittadini delle isole minori sono super penalizzati. Nessuno verifica gli orari. Ci sno giorni che per il maltempo non viaggiano i mezzi di linea per Milazzo e invece i vaporetti turistici privati vianno regolarmente.

Gesuele Fonti Viste tutte le difficoltà che vi sono dobbiamo pensare a trasporti alternativi, aviosuperficie, elicotteri...

Annarita Gugliotta Occorre una rimodulazione per Filicudi e Alicudi che non può rientrare in giornata. Lamentele arrivano anche da Ginostra, Stromboli e Panarea. Nel bando è previsto che le società si dovranno anche occupare della manutenzione delle strutture portuali. 

Peppe Finocchiaro Assessore adesso ci aspettiamo risposte concrete. Bisognerà intervenire sul bando per le richieste fatte perchè non possiamo e non dobbiamo attendere altri 5 anni. 

Francesco Rizzo Si spendono 130 milioni di euro per questi collegamenti ma è evidente che questi servizi devono essere effettuati venendo incontro a quelle che sono le nostre esigenze. 

Marco Falcone, assessore. Sui trasporti marittimi con i nuovi bandi regionali non ci saranno penalizzazioni. Con questi bandi abbiamo suddiviso l’arco dell’anno in tre stagioni: quella invernale, quella media e quella estiva. E’ evidente che per l’estate, vista la gran richiesta a livello turistico che vi è in queste isole, abbiamo previsto un ulteriore potenziamento delle corse e ovviamente una riduzione negli altri periodi, ma non con particolari penalizzazioni, così come si sta paventando. In linea di massima il finanziamento è quasi identico al precedente. Ma l’impegno è che se ci saranno particolari richieste potranno essere accolte.

L'intervista all'assessore Falcone e anche al vice sindaco Gaetano Orto e si parla anche di portualità

LE REAZIONI: FEDERALBERGHI PRESIEDUTA DA CHRISTIAN DEL BONO

Federalberghi Isole Eolie ribadisce tutte le proprie preoccupazioni per l’impianto di collegamenti marittimi proposti attraverso le procedure aperte di affidamento in concessione pubblicate il 29 luglio e in scadenza il 19 novembre.

“Pur apprezzando la presenza a Lipari e la disponibilità, dimostrata in Consiglio Comunale, dall’Assessore Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, Marco Falcone, non possiamo non evidenziare la nostra insoddisfazione per gli effettivi esiti dell’incontro” afferma Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Eolie e Isole minori Sicilia e prosegue “i dirigenti e i funzionari della Regione avevano fatto un lavoro egregio e in parte avveniristico nel confezionare una gara che finalmente prendesse in considerazione in modo integrato sia i servizi a sovvenzione statale che quelli a contributo regionale e che accogliesse l’introduzione di una media stagione, allungando il periodo di alta alle effettive necessità dei territori. Alcune forzature e alcune carenze dello studio alla base del bando ne compromettono però di fatto il risultato finale”.

Nel documento illustrato in Consiglio Comunale, Federalberghi non ha mancato di sottolineare come l’impianto proposto avrebbe potuto e dovuto essere più aderente alle esigenze delle comunità locali soprattutto nei periodi di bassa stagione. “Appare, quindi, a nostro avviso, inappropriata e insufficiente la possibilità di ricorrere all’utilizzo della clausola di salvaguardia, così come richiamata dall’Assessore Falcone, che sarebbe invece dovuta servire per limare nel corso degli anni un impianto ottimale e concordato con le comunità e non per porre rimedio a una serie di peccati originali già evidenti ed evidenziati in fase di stesura e pubblicazione del bando”.

In particolare, sul versante dei mezzi veloci, nei periodi di bassa stagione, le isole di Alicudi e Filicudi vengono penalizzate, rendendo quasi possibile andarci e tornarvi in giornata in tempi utili, mentre a Stromboli l’ultimo aliscafo di rientro risulterebbe, nella migliore delle ipotesi, alle 17.00. Senza contare l’assurdità di prevedere le soste notturne dei mezzi nelle isole di Alicudi e Stromboli. A questo si aggiunga la riduzione di una corsa nella fascia di rientro da Milazzo verso le Eolie.

Risultano, inoltre, penalizzante importanti tratte, quali: la Palermo-Eolie, la cui frequenza viene ridotta a sole tre volte alla settimana e quelle che interessano il capoluogo (Messina), dove i tempi per raggiungere la Città Metropolitana si allungano vistosamente a seguito di tortuosi percorsi che portano il mezzo a toccare per due volte nella stessa corsa la sponda calabrese.

Di contro si assiste all’incomprensibile e ingiustificata introduzione della tratta che collega Cefalù alle Eolie, le cui miglia – come per altro più volte fatto rilevare nella fase di consultazione che ha preceduto la pubblicazione del bando – avrebbero dovuto essere spese meglio in favore della comunità eoliana. Anche la tratta con Vibo Valentia per due volte alla settimana, negli orari e nelle frequenze proposte, non risulta funzionale ad ottimizzare l’impianto dei collegamenti marittimi eoliano.

Nel bando non mancano le difficoltà per le Compagnie di navigazione che dovessero aggiudicarsi i servizi: troppo brevi i tempi previsti su alcune tratte per il trasbordo passeggeri così come per le operazioni di bunkeraggio; molte le ore di inoperosità dei mezzi su alcune tratte con relativi sprechi e inefficienze; rischiose e disagevoli le soste notturne ad Alicudi e Stromboli.

Infine, si stigmatizza l’assenza della previsione del mezzo di riserva come quella di un metodo più cogente che parametri la corresponsione del contributo all’effettiva effettuazione delle corse o delle miglia percorse. Anche sul versante tariffario la barriera dello sconto massimo del 30% per le agevolazioni in favore dei pendolari e di altre categorie di interesse per le comunità locali risulta del tutto insufficiente.

Sul versante delle navi ro.ro., è stata rimossa la nave delle 06.30 da Milazzo, deputata anche al trasporto delle merci (compresi gli infiammabili). Mentre permangono tutti i disagi e i disservizi per la mancata effettuazione della corsa delle 21.00 da Milazzo per due giorni alla settimana. Anche i tempi di percorrenza delle tratte sembrano del tutto anacronistici così come inaccettabile prevedere un tempo massimo di 4 giorni per la sostituzione di un mezzo in avaria. Anche in questo caso, non si ritiene sufficiente e idoneo il massimale di scontistica previsto del 30% in favore di pendolari e altre categorie. Andrebbe, inoltre, rimossa la maggiorazione per il trasporto di automezzi con carichi infiammabili o merci pericolose perché tali costi si riversano sulla comunità. Per lo stesso motivo, andrebbero aumentate dal 20 al 50% le riduzioni per alcune categorie di mezzi commerciali di interesse per l’approvvigionamento dell’arcipelago.

PRO LOCO DI STROMBOLI PRESIEDUTA DA ROSA OLIVA

Un bando di gara pubblicato per un appalto di 120 milioni di euro annui che non offre nessuna garanzia agli abitanti delle Eolie in termini di continuità territoriale oltre al fatto che non tiene conto della vocazione al turismo delle Eolie. Alla domanda perché non Cefalù o Sant'Agata di Militello è facile rispondere, perché le Eolie vivono di turismo, anche internazionale, ed hanno la necessità di maggiori collegamenti con gli aeroporti. Quanto alle tariffe agevolate per i nativi e residenti le dichiarazioni dell'Assessore Regionale sono mortificanti. #trasporti

L'ASSESSORATO REGIONALE DEI TRASPORTI RISPONDE A GIANLUCA GIUFFRE' DI GINOSTRA

In relazione a quanto da Lei esposto, si ritiene necessario preliminarmente fare presente che questa Amministrazione Regionale, con Decreto n. 23/2021 ha approvato la Rete integrata dei servizi pubblici di collegamento marittimo con le isole minori, costituita dai servizi erogati con il Gestore Nazionale (SNS) e dai servizi regionali integrativi, effettuati ai sensi della L.r. 12/2002, oggetto del bando in relazione al quale sono stati da Lei mossi taluni rilievi. Tale premessa è d’obbligo per evidenziare:

- da un canto, che la rete dei collegamenti dei servizi regionali, per la prima volta nella storia dei
collegamenti marittimi tra la Sicilia e le isole minori, è costituita da un assetto unico in cui si
sono eliminate sovrapposizioni e parallelismi di servizi,
- dall’altro per rilevare che i servizi previsti nel bando di che trattasi costituiscono soltanto una
parte della rete dei collegamenti marittimi prevista per le isole minori.

Entrando ora nel merito, è dato evidenziare che nel nuovo assetto previsto, i collegamenti su
Ginostra sono garantiti dai collegamenti con le Navi e con le Unità Veloci.
SERVIZIO NAVI. Sono previsti due linee di collegamento:
1. EO_N_01 “Milazzo-Vulcano-Lipari-S.M.Salina-Panarea-Ginostra-Stromboli-Napoli”;
2. EO_N_03 “Milazzo-Vulcano-Lipari-S.M.Salina-Panarea-Ginostra-Stromboli”.
Il primo servizio (EO_N_01) è garantito dalla società SNS con le partenze concordate con il Gestore attraverso l’Istanza di revisione della Convenzione, il cui percorso è in fase di completamento.

Nello specifico in Alta Stagione, sono previste 3 partenze settimanali per ciascuna direzione in
luglio ed agosto e 2 in giugno e settembre, in Media Stagione 2 partenze/settimana ed in Bassa
Stagione 1 partenza/settimana.
Il secondo servizio (EO_N_03) è garantito, sia da SNS sia dai servizi regionali, tutto l’anno con
un’offerta su Ginostra pari a 6 partenze/settimana (4 SNS + 2 REG).
SERVIZIO UNITÀ VELOCI. Sono previsti due collegamenti:
1. EO_V_03 “Milazzo-Vulcano-Lipari-S.M.Salina-Panarea-Ginostra-Stromboli”;
2. EO_V_08 “Messina-Stromboli-Panarea-S.M.Salina-Lipari”.
Per quanto attiene al rilievo in ordine alla cancellazione della “corsa serale estiva per Messina e
Stromboli, con partenza da Ginostra alle 19.05” si fa presente che la previsione della corsa in
partenza da Stromboli alle 18:10 con arrivo alle 21:00 a Vibo Valentia costituisce un refuso
nell’indicazione “Destinazione”, in quanto l’arrivo è previsto a Milazzo anziché Vibo Valentia.

Di tale refuso è stata data anche pubblica evidenza nella pertinente sezione delle FAQ del bando. Per cui nulla è cambiato rispetto allo stato attuale. Deve sottolinearsi che:
 i servizi previsti in estate prevedono un significativo miglioramento, in quanto l’Alta Stagione
ricopre un periodo più lungo (1/6 – 30/9) rispetto all’attuale, previsto dal 20/6 al 3/9;
 per qaunto attiene al collegamento EO_V_08 “Messina-Stromboli-Panarea-S.M.Salina-Lipari”
con passaggio a Stromboli, nulla osta che la proposta formulata dall’offerente possa prevedere la effettuazione anche lo scalo di Ginostra.

Per meglio evidenziare il miglioramento complessivo apportato attraverso la costruzione della
nuova rete unitaria dei servizi sui collegamenti su Ginostra, si riporta di seguito un confronto tra i servizi offerti attualmente (si è preso a riferimento una settimana nelle tre diverse stagionalità) ed i servizi complessivi (SNS + REG). Servizi attuali:

Sullo scalo di Ginostra, il seguente servizio settimanale è stato preso a riferimento come
attuale:
 Bassa e Media Stagione: 24 corse/settimana;
 Alta Stagione: 47 corse/settimana.
Il Progetto di rete complessivo prevede su Ginostra la seguente offerta di servizi:
 Alta Stagione: sono previste complessivamente 112 corse/settimana di cui 56 effettuate da SNS.
Il restante servizio, 56 corse/settimana, sono previste nei servizi integrativi regionali e 28 corse/
settimana hanno l’obbligo di sostare nello scalo di Ginostra (le ulteriori 28 corse/settimana sono a discrezione dell’offerente farle transitare nello scalo di Ginostra).
Vi è da tenere conto che le 56 corse/settimana di SNS rientrano nell’ambito dell’offerta concordata con il Gestore SNS attraverso l’Istanza di revisione della Convenzione e per cui è previsto lo scalo di Ginostra per 49 corse/settimana, alle quali si sommano 28 corse/settimana del servizio regionale per un totale quindi di 77 corse/settimana.
Tale risultato rende evidente come il nuovo assetto dei servizi previsti risulti significativamente
superiore a quanto offerto attualmente.
 Media Stagione: sono previste complessivamente 48 corse/settimana di cui 28 erogate da SNS.

Rispetto alle 20 corse/settimana effettuate con servizi regionali, il 50% (10 corse/settimana) ha
l’obbligo di fermare a Ginostra.
Tenendo in considerazione l’assetto complessivo, il servizio garantito con 38 corse/settimana
(28 SNS + 10 REG) serve obbligatoriamente lo scalo di Ginostra, per cui il servizio è significativamente superiore a quanto offerto attualmente.
 Bassa Stagione: sono previste complessivamente 38 corse/settimana di cui 28 erogate da SNS.
Rispetto alle 10 corse/settimana effettuate con servizi regionali, il 50% (5 corse/settimana) ha
l’obbligo di fermare a Ginostra.
Tenendo in considerazione l’assetto complessivo, 33 corse/settimana (28 SNS + 5 REG)
fermano obbligatoriamente a Ginostra, per cui il servizio è superiore a quanto offerto attualmente.
Quanto sopra nell’auspicio di avere fornito adeguate rassicurazioni in ordine a quanto lamentato.

Il Dirigente Generale Dott. F. Bellomo Il dirigente del servizio Dora Piazza

concitt.jpg

IlVulcanoaPiediorizontale.jpg