Lipari&Tribunale, non doversi procedere per palermitano - Notiziario delle  isole Eolie # Eolie News

Torna a farsi incombente il pericolo di chiusura della sede del tribunale di Lipari.

«Il nostro emendamento alla legge di bilancio - riferisce il capogruppo democratico in commissione Giustizia alla Camera, Federico Gianassi -, che impediva la chiusura delle sezioni distaccate dei tribunali delle Eolie e dell’Isola d’Elba, è stato ritenuto inammissibile.

Questa decisione mette a rischio sedi di particolare importanza per la funzionalità della giustizia. Le sezioni di Lipari e di Porto Ferraio interessano infatti rispettivamente gli altri comuni e delle Eolie e gli 8 comuni dell’Elba. Il nostro emendamento aveva l’obiettivo di prorogarne per il momento di un anno la chiusura. Come Partito democratico proseguiremo certamente questa battaglia in tutte le sedi parlamentari».(gds.it)

NOTIZIARIOEOLIE.IT

download6780p.jpeg downloadfg67j.jpg 7d247f26-612b-4f18-9bbd-4ff9f206e05b.jpg

f3f991ed-c207-406b-93a3-c7b88bf0df16.jpeg

Il ministro della giustizia Carlo Nordio salva le tre sezioni distaccate dei tribunali di Lipari-Ischia e l'Elba.

E lo ha ribadito a Roma nell'incontro il vice ministro Francesco Paolo Sisto con i sindaci delle tre isole e con i presidenti delle associazioni Forensi.

Le Eolie durante l'incontro nella capitale sono state rappresentate dal sindaco Riccardo Gullo e dall'avvocato Luca Zaia, presidente dell'associazione Forense.

Lo stesso ministro Nordio subito dopo nel corso del "question time" al Senato ha affermato che "i tre tribunali non vanno chiusi e quindi attraverso un emendamento in 'Milleproroghe' ci sarà la nuova proroga, ma il vero obiettivo sarà 'stabilizzarli' per sempre anche con organico adeguato".

Sicuramente non si riuscirà entro l'anno, ma tra gennaio e febbraio si concretizzerà il tutto.

L'intervento dell'avvocato Luca Zaia

di Luca Zaia*

Si è conclusa la missione romana del Sindaco Riccardo Gullo e di chi scrive per tentare di salvare il Tribunale di Lipari, la cui chiusura é prevista per il prossimo 31 dicembre. Nel corso della mattinata la nostra delegazione, insieme a quella elbana, capeggiata dal Presidente dell’Associazione Forense, Avv. Paolo di Tursi, e dalle On.li Deborah Bergamini e Chiara Tenerini di Forza Italia, é stata ricevuta dal Viceministro alla Giustizia Paolo Sisto, il quale ha confermato la disponibilità di questo governo a concedere una proroga di un ulteriore anno, inserendola nello schema del Milleproroghe 2023.

La giornata si è conclusa con l’intervento del Ministro della Giustizia Carlo Nordio, che, nel corso del question al senato, ha chiarito la posizione del governo sulla sorte delle sezioni distaccate dei tribunali di Lipari, Ischia e Portoferraio, confermando la proroga di un anno sino al 31/12/2023, impegnandosi, nel proseguo, a valutare la possibilità di ripristinare definitivamente le dette sezioni distaccate nel rispetto del dettato Costituzionale dell’art 119, richiamando, in modo pertinente, la recente riforma costituzionale ai fini della futura stabilizzazione.

L’Associazione Forense delle Isole Eolie si ritiene, al momento, soddisfatta dalle rassicurazioni ricevute, sebbene continuerà a portare avanti tutti le iniziative necessarie a scongiurare la chiusura della Sezione del Tribunale di Lipari.

*Presidente A.F.I.E.

IL VIDEO DELL'INTERVENTO DEL MINISTRO CARLO NORDIO DURANTE IL QUESTION TIME IN SENATO  

downloadFG56.jpeg

"Benissimo la proroga della chiusura della sezione distaccata del tribunale di Ischia come una delle risposte immediate in termini di solidarietà e vicinanza alla popolazione di Ischia da parte della Presidenza del Consiglio e del ministro della Giustizia. Nel mille proroghe troveremo soluzioni anche per Lipari e Portoferraio.

Lo Stato e la Giustizia non arretrano più. Sono sicuro che, nel corso del mandato, troveremo una soluzione definitiva alla domanda di giustizia delle isole minori". Lo dichiara Andrea Del Mastro Delle Vedove (FdI), sottosegretario alla Giustizia.

Si attiva anche la Lega

Casamicciola: Lega, rimandare chiusura Tribunale almeno al 2024

"La tragedia di Ischia riguarda tutti e lo Stato, ad ogni livello, non può restare indifferente.
L'ipotesi che la chiusura della sezione distaccata del locale Tribunale sia rimandata di un anno ci trova favorevoli, ma potrebbe non bastare. La Lega ha già predisposto un emendamento al prossimo decreto Mille proroghe che interessa anche i tribunali di Lipari e Portoferraio e prevede la proroga dell'attività almeno fino al 31 dicembre 2024, in attesa di correttivi al taglio operato dal legislatore del 2012.

L'obiettivo è chiaro: evitare attese e garantire risposte rapide ai cittadini. Serve un cambio di prospettiva, la giustizia non è un costo, ma un investimento". Lo affermano i parlamentari leghisti Andrea Ostellari e Manfredi Potenti, rispettivamente sottosegretario alla Giustizia e componente della II° Commissione a Palazzo Madama.

AL TRIBUNALE DI LIPARI ASSOLTI DUE IMPRENDITORI

Panarea, accusati di interruzione di pubblico servizio per il mancato funzionamento del distributore di carburante assolti 2 imprenditori 

L’accusa era di interruzione di pubblico per il mancato funzionamento del distributore di carburante nella stagione estiva del 2018 nell’isola dei vip di Panarea.
Salvatore Saltalamacchia, amministratore della ditta “Salmotar” e il sub-concessionario Letizia Pio sono stati assolti perché il fatto non sussiste, alla sezione distaccata del tribunale di Lipari con sentenza del giudice Silvia Spina (piemme Francesco Cannavò, assistente giudiziario Rita Villanti). Gli imputati sono stati difesi dagli avvocati Romeo Palamara e Sebastiano Campanella.

A seguito di una serie di lamentele da parte di cittadini ed operatori turistici dell’isola, la stazione dei carabinieri di Panarea, aveva fatto una serie di verifiche, constatando che effettivamente la pompa di benzina sull’isola non erogava carburante. Addirittura le due postazioni, una proprio sul molo e l’altra alla fine del lungomare, non erano state neppure montate. Ed erano stati incriminati il concessionario Saltalamacchia e il sub-concessionario Letizia.

Con l’audizione di Damiano Vecchio, ingegnere, esperto in distributori di carburante, è stato puntualizzato che “l’erogazione non avveniva perché l’impianto non era a norma e necessitava di tutta una serie di interventi manutentivi all’impianto elettrico che, intanto non potevano essere effettuati nel corso della stagione estiva e soprattutto avrebbero determinato degli interventi di tipo invasivo perché bisognava sostanzialmente effettuare degli scavi lungo tutto il lungomare; interventi che da giugno a settembre sull’isola non possono essere effettuati.

Sono stati peraltro prodotti documenti provenienti dall’agenzia delle dogane e dal competente assessorato regionale che avevano autorizzato e disposto la sospensione del servizio di erogazione di carburante sull’ isola”.

RADIO ZIMMARI DA PANAREA E NOTIZIARIOEOLIE.IT CHE MUSICA E CHE NOTIZIE...

Rassegna Stampa Gds.it

Il ministro Nordio: «Proroga di un anno per il tribunale di Lipari, poi diventerà stabile»

Lipari, in arrivo la proroga per tenere aperto il tribunale

Panarea, il distributore di carburante era chiuso per cause tecniche: assolti due imprenditori

Lipari, porti e case colpiti dalle violente mareggiate: danni a Canneto

Maltempo e niente collegamenti alle Eolie: si teme per Stromboli dopo la tragedia di Ischia

Unicredit, intesa su bonus caro vita e ricambio generazionale: 80 assunzioni in Sicilia

Il gruppo Ryanair assume assistenti di volo: selezioni a Palermo e Messina, le date

RADIO ZIMMARI DA PANAREA E NOTIZIARIOEOLIE.IT NOTIZIE A SUON DI MUSICA...

AUGUSTADUE-top_flotta copia.jpg