Lipari - 30 sono i positivi di cui 8 sono ricoverati fuori isola. 45 in quarantena. Scuole ancora chiuse. Ultimati i lavori nel cimitero di Pianoconte. Dopo ben 30 anni - ha dichiarato - finalmente c'è l'ampliamento".

Malfa, stamane ai cittadini eseguiti 221 tamponi e sono risultati tutti negativi

Leni, tamponi negativi

di Giacomo Montecristo*

Oggi pomeriggio a Leni sono stati effettuati 98 tamponi rapidi, tutti con esito negativo. Un grazie particolare ai volontari della Protezione Civile di Leni per l'aiuto che hanno dato durante le operazioni di screening, ai medici dell'Usca e al dott Giuseppe Zampogna.

*Sindaco

Coronavirus: ordinanza di Musumeci, cosa cambia in Sicilia

Restano confermati la didattica a distanza per gli studenti delle scuole superiori, la chiusura di teatri, cinema, musei, parchi, palestre e piscine e il divieto di circolazione dalle 22 alle 5.
Lo prevede la nuova ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, appena firmata, per limitare il contagio del Coronavirus nell'Isola. Il provvedimento, in vigore da domani (domenica 29 novembre) a giovedì 3 dicembre, modifica alcune delle attuali restrizioni, adattandole alla nuova classificazione in "area gialla" per la Sicilia.
Permane, inoltre, a bordo dei mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale, il limite del 50 per cento di riempimento rispetto alla capienza, oltre alla chiusura dei centri commerciali nelle giornate domenicali. Eccezione solo per farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole.
Potranno riaprire (dalle 5 alle 18), invece, i bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie e pizzerie. Consentita, fino alle 22 la vendita di cibo solo per asporto, mentre nessun limite per il domicilio.
Sarà possibile muoversi all'interno del proprio Comune, e fuori, dalle 5 alle 22. Negli altri orari spostamenti possibili solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o di salute.

LA BELLA NOTIZIA: NUOVO PARTO IN EMERGENZA E SEMPRE DELLA STESSA MAMMA

s-l640.jpg

Lipari, a distanza di un anno un nuovo parto all’ospedale

Lipari – A distanza un anno un nuovo parto in ospedale. E sempre in emergenza, visto che il punto nascite è ancora chiuso. La signora M. Z., di 23 anni, si è recata al pronto soccorso e stava per partorire. In fretta e furia è stato interpellato il dottor Mondo e il ginecologo ha organizzato l’equipe e la donna ha dato alla luce tranquillamente il suo piccolo. Sia la mamma che il neonato stanno bene.

Il ginecologo - in realtà . aveva tentato di richedere l'intervento dell'elicottero del 118 ma era impegnato in altro servizio urgente. 

La stessa signora sempre lo scorso anno (esattamente il 26 dicembre) aveva partorito una bimba che era venuta alla luce in attesa dell’arrivo dell’elisoccorso. Con il nuovo bimbo, i figli sono saliti a 4.

Tutti gli altri bimbi invece in questo arco d tempo sono nati tra Messina, Patti, Milazzo e Catania. Un altro parto in emergenza all’ospedale di Lipari era avvenuto due anni fa.

Gli isolani si chiedono: “ma se si può nascere in emergenza perché non si può con i parti ordinari?”. Anche per questo Sandro Biviano, portator di disabilità, insieme alla compagna Sara Garofalo ed al fedelissimo Bartolo Cappadona da quasi un mese porta avanti la “crociata” nella sede dell’assessorato regionale della salute. 

L'INTERVENTO

downloadqweds.jpg

di Eliana Mollica e Gesuele Fonti*

Al Presidente del Consiglio Comunale Dott. Giacomo Biviano e.p.cal Sindaco di LipariSig. Marco Giorgianni

Oggetto: test Covid-19 per il personale dipendente del Comune di Lipari, per i componenti del Consiglio Comunale e della Giunta.

Con la presente si invita La S.S. a  richiedere all'ASP di Messina uno screening sui componenti della Giunta e del Consiglio Comunale, da estendere a tutto il personale dipendente del Comune di Lipari.
Da diverse settimane, nel territorio comunale la curva del contagio da Covid - 19 è in crescita e ci preoccupa l'assenza di misure maggiormente restrittive, a nostro parere necessarie, per contenere la diffusione del coronavirus e azzerare il contagio.

Il personale in servizio presso gli uffici comunali è quotidianamente esposto, così come i comportamenti della giunta e del consiglio comunale , a continui contatti con il pubblico anche se nel rispetto delle disposizioni anti Covid e ciò richiede un necessario monitoraggio.
Nei giorni scorsi, taluni consiglieri comunali, con una nota indirizzata alla Presidenza, hanno dichiarato la propria indisponibilità a presenziare alle sedute se non convocate in modalità remota.

La S.S. ha già chiarito, dopo aver richiesto agli uffici competenti la disponibilità di apposita piattaforma e relativo regolamento, le ragioni che al momento non rendono possibile lo svolgimento delle adunanze con collegamento da remoto.

Da diversi mesi, il Consiglio Comunale non riesce a svolgere i propri compiti istituzionali per le continue assenze  alternate dei suoi componenti, che impediscono di fatto il raggiungimento del  numero legale necessario per discutere e votare i numerosi argomenti all'ordine del giorno.

Riteniamo dunque opportuno, dato che a breve saremo convocati per l'approvazione dei bilanci di previsione e altri inderogabili atti amministrativi, che Lei chieda alle autorità sanitarie competenti un test Covid-19 oltre che per il personale degli uffici comunali anche per il Consiglio e la Giunta al fine di garantire, si spera, la presenza di tutti i componenti alle prossime e urgenti riunioni di Consiglio Comunale.

*Consiglieri comunali Moderati per Calderone

Covid: Musumeci, Sicilia gialla? Soddisfatti ma non è un liberi tutti

«La Sicilia da domenica sarà gialla? Ne prendiamo atto con soddisfazione e continueremo a lavorare con lo stesso impegno messo in campo dall'inizio della pandemia. Nelle prossime ore, insieme all'assessore alla Salute Ruggero Razza, incontrerò il Comitato tecnico scientifico per valutare le misure da adottare alla luce della nuova classificazione. Sia chiaro: non è un liberi tutti!».
Lo afferma il presidente della Regione Nello Musumeci, commentando le dichiarazioni del ministro della Salute che ha annunciato il passaggio della Sicilia ad area gialla.

Lipari, è morta la signora Mimma Sampieri

candelamorte.jpg

Lipari, è deceduta la signora Mimma Sampieri

Ai familiari le condoglianze del Notiziario

airpanarea2.jpg