Al rientro da una missione addestrativa a bordo di un elicottero HH139B dell'82° CSAR del 15° Stormo, abbiamo visto e filmato per voi il Vulcano Stromboli in eruzione.

Guardate le immagini riprese con la camera flir dalla mission consolle oltre a quelle live!

#AeronauticaMilitare #latuasquadrachevola

INGV, L'ATTIVITA' PROSEGUE CON ALTI E BASSI

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che sta continuando il trabocco lavico dall’area craterica Nord, alimentando una colata di lava il cui fronte si attesta ad una quota di circa 500 m. Molti blocchi incandescenti che si distaccano dal fronte, rotolano lungo la Sciara del Fuoco raggiungendo la linea di costa. Si osserva inoltre una intensa attività stromboliana da entrambe le aree crateriche Nord e Centro Sud.

Da un punto di vista sismico l'ampiezza del tremore vulcanico, la frequenza e l'energia dei transienti riconducibili ad eventi esplosivi mostrano un quadro stazionario.

I dati di deformazione del suolo disponibili non mostrano variazioni di rilievo. La stazione tilt di Timpone del Fuoco da ieri non trasmette più.

INGV, ATTIVITA' RIDOTTA

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica l'analisi delle immagini delle telecamere di video-sorveglianza dell'INGV-OE mostra che è continuato il lento decremento dell’attività effusiva alimentata dal trabocco lavico all'area craterica Nord. Al momento la colata non è più alimentata ed è in raffreddamento. È inoltre presente, sempre all’area craterica Nord, un’attività di spattering.

Non si notano inoltre particolari variazioni nell’attività esplosiva stromboliana da entrambe le aree crateriche Nord e Centro Sud.
Nella mattinata del 23 Gennaio 2021 l'ampiezza del tremore risulta in lenta diminuzione. L'ampiezza degli eventi esplosivi rimane bassa e anche la frequenza è simile al periodo precedente, con un evento ogni 5-10 minuti.
I dati di deformazione non mostrano variazioni significative.

NOTIZIARIOEOLIE.IT

22 GENNAIO 2021

ravesi.jpg