Dopo l’interruzione dovuta alle limitazioni dettate dall’emergenza Covid-19, Donnavventura è tornata in viaggio! Le ragazze ci raccontano i viaggi dell'estate 2021 anche su questo sito, con resoconti, foto e video. Trovate l'indice di tutti gli articoli di Donnavventura Experience 2021 sulla pagina dedicata www.touringclub.it/donnavventura.
 
L'arcipelago delle Isole Eolie è costituito da sette splendide isole e da alcuni isolotti e scogli che affiorano da un mare azzurro e limpido. Sono uno dei 55 siti italiani inseriti dall'Unesco nella World Heritage List come patrimonio naturalistico. L'arcipelago, caratterizzato da una natura selvaggia e incontaminata, comprende anche due vulcani attivi, Stromboli e Vulcano.
 
 
Stromboli è l’isola più settentrionale delle Eolie. È piccola, sono circa 4 km per 3, e caratteristica dell’isola è il vulcano che si erge per circa 1000 metri sul livello del mare. Qui vivono circa 400 persone nella bassa stagione, quasi tutte concentrate nel borgo di pescatori, dove anche la gastronomia locale è molto apprezzata dai visitatori. Il vulcano di Stromboli è continuamente in fase eruttiva e, quando ci si trova sull’isola, si ha la sensazione di camminare su di una creatura vivente, che dorme, respirando sommessamente.
 
 
L’escursione più bella è sicuramente la scalata dello Stromboli, per ammirare i crateri del vulcano e vedere le eruzioni da vicino, ma in totale sicurezza. Emozioni uniche e adrenaliniche, solo per i più temerari. La scalata inizia dall’osservatorio e si prosegue per una prima parte del percorso piuttosto semplice: un sentiero di cespugli colorati da fiori selvatici che si insinuano in un canneto e costeggiano il sinuoso sentiero fino a circa duecento metri di quota, quando la vegetazione inizia a scarseggiare e il sentiero a diventare confuso, indistinguibile, inizia la parte difficile: stradine piccole, polverose e inesistenti si alternano a gradoni di rocce e sabbia.
 
 
Le nostre ragazze con il sorriso e con entusiasmo affrontano la scalata, ogni tanto si fermano a fare una piccola sosta per ammirare dall’alto la distesa infinita d’acqua che inizia a tingersi di colori caldi che preannunciano un imminente tramonto. A quota 600 metri il cielo inizia ad imbrunire, il sole a surriscaldarsi e il vulcano a borbottare, senza regole, senza tempi, indomito, indipendente, mentre le nostre Donnavventura decidono di passare dall’outfit tipicamente estivo a uno invernale.
 
 
La temperatura cala ripidamente quando il sole si ripara sotto l’orizzonte e cala la notte. Il vulcano sembra impazzito, eruzioni improvvise si alternano dai diversi crateri, il boato è sempre più forte, le nostre Donnavventura munite di torcia scalano l’ultima parte e arrivano in cima, dove la vista è mozzafiato e lo spettacolo indescrivibile. Sembra di essere alle origini del mondo, in contatto con la terra, le nostre reporter si sentono così piccole, indifese, ma estasiate, entusiaste e soddisfatte. Hanno appena scalato un monte di 900 m, e hanno visto uno spettacolo unico al mondo.
 
 
L’isola di Stromboli è fascinosa e misteriosa e se si vuole sentire vibrare e ruggire Madre Natura questo è il luogo ideale.
 
 

airpanarea.jpg