Vulcano-Gas.jpg

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ha osservato "un'espansione" del campo fumarolico del Gran Cratere della Fossa sull'isola di Vulcano. I gas fuoriescono da nuovi punti di emissione, sia sulla parte esterna del cratere che in aree periferiche del cono vulcanico.

Sono le parole di Giuseppe Salerno, Responsabile dell'Unità Funzionale Vulcanologia e Geochimica dell'INGV, che ha ampliato la propria rete di monitoraggio sull'isola. Anche alla base, sulla spiaggia e a mare "c'è stato un incremento nel tasso e nella composizione chimica di questi gas emessi," ha detto Salerno. Si tratta di uno dei due elementi di rischio per la popolazione, che ha portato le autorità locali ad istituire una zona rossa oggetto di evacuazione.

L'altro, ha aggiunto Salerno, è associato alla vera e propria nube vulcanica, che il vento può spingere verso il porto, creano disagi "dovuti principalmente alla CO2 (anidride carbonica) ma anche alla SO2, all'anidride solforosa." Dopo un rapido incremento dei parametri nel mese di Settembre, da metà Novembre "si osserva una stabilizzazione", seppur su un "livello alto." Salerno ha commentato anche sulle recenti scosse di terremoto registrate al largo delle Isole Eolie. Si tratta di eventi - ha detto - dalle caratteristiche geologiche non associabili al contesto vulcanologico di Vulcano.

INGV CONTROLLI ANCHE CON IL DRONE

dd90ba59-4faf-4463-ab3e-df121ab59ce8.JPG

Vulcano, INGV: "il campo fumarolico ha avuto un'espansione", parametri gas nocivi stabili, alti

 

 

#LocalTeam

download (1)QAS1.png

A due settimane dalla dichiarazione di zona rossa nell’area del Porto e dintorni di Vulcano dove è presente un'emissione di vapori vulcanici, nelle Eolie, continuano le verifiche dei tecnici dell’Arpa con l’ausilio di una stazione mobile. Nel pomeriggio il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, avrà una riunione con gli esperti per predisporre un piano di emergenza e la prossima settimana incontrerà la popolazione.

La mappatura dell’isola continua anche da parte dei vulcanologi delI’Ingv di Catania che hanno osservato "un'espansione del campo fumarolico del Gran Cratere della Fossa "e che i gas fuoriescono da nuovi punti di emissione, sia sulla parte esterna del cratere che in aree periferiche del cono vulcanico”.(ANSA)

SERVIZIO DEL TG3 SICILIA

S.Agata Militello, l'Asp al lavoro per riaprire punto nascite

SERVIZIO DEL TG3 SICILIA VIDEO

laisejpg.jpg