290279396_5118109794939889_8671386843999136513_n.jpg

289056028_5118117018272500_5067737098829561490_n.jpg

di Monica Blasi*

Si è conclusa una grande impresa!
Partendo dal porto di Lingua a #Salina un gruppo di 12 nuotatori, con grande esperienza di nuoto in acque libere, hanno nuotato senza mai fermarsi fino a Baia di Ponente nell'isola di #Vulcano.
 
Dopo le traversate a nuoto tra le isole di Alicudi e Filicudi nel 2020 e poi di Filicudi e Salina nel 2021 questa è la TERZA tappa del progetto “#Eolie a #nuoto: sulla #rotta dei #delfini” promosso nell'ambito del Progetto Europeo Life Delfi e supportato da e.on.
Il progetto “Eolie a nuoto: sulla rotta dei delfini” prevede di percorrere a nuoto, ogni anno, una delle rotte che collegano le sette isole Eolie e nasce dalla collaborazione di Associazioni Sportive, Fondazioni e sponsor privati con l'associazione Filicudi Wildlife Conservation, che si occupa da anni della salvaguardia delle popolazioni di #cetacei e #tartarughe #marine nelle isole Eolie e del Pronto Soccorso Tartarughe Marine di Filicudi.
Il principale obiettivo dell’impresa nella sua interezza è soprattutto quello di connettere le sette isole Eolie al fine di promuovere la salvaguardia e la tutela del mare e in particolare la rotta dei delfini e delle tartarughe marine, che ogni anno attraversano queste acque venendo incontro a pericoli di ogni genere.
 
La traversata Salina-Vulcano è stata effettuata in staffetta trainando la bandiera del progetto #LifeDelfi a testimoniare le difficoltà incontrate dai delfini e i pericoli a cui vanno incontro senza una adeguata protezione delle loro aree di alimentazione e riproduzione. Durante la traversata lo staff di Filicudi WildLife Conservation e le imbarcazioni di supporto alla nuotata si sono occupati di recuperare i rifiuti di plastica incontrati durante la navigazione, di monitorare la presenza dei delfini utilizzando la #APP #Marine #Ranger e di valutare il rumore acustico, grazie all’ausilio di idrofoni.
 
Al termine del progetto sarà realizzato un documentario per testimoniare l'impresa e divulgare il progetto al fine di promuovere l'istituzione dell'#Area #Marina #Protetta delle isole Eolie e la tutela delle rotte di migrazione dei delfini e delle tartarughe marine nell'area Eoliana.
Si ringrazia la Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera di Lipari e filicudi_divers per il costante supporto ai nuotatori durante la traversata e @Milena Pignato per l'ospitalità a tutti noi a conclusione dell'evento!

289826074_5118117518272450_6138353622788564648_n.jpg

VIDEO

Isole d'Italia, "la voce si fa sentire alla Camera..."

maxresdefault-29-1200x900.jpg

"In qualità di presidente ANCIM ho portato la voce di Ischia e delle Isole Minori presso la Camera dei Deputati, partecipando ad un incontro incentrato sulle problematiche e progettualità del Terzo Settore".

Lo ha riferito Francesco Del Deo, sindaco di Forio e presidente di Ancim.

"Come ho riferito nel corso del dibattito, i cittadini delle Isole Minori vivono una quotidianità totalmente differente rispetto agli abitanti della terraferma. - ha aggiunto Del Deo - Tant’è che, spesso, noi Sindaci davvero non riusciamo a dare una risposta concreta a chi lamenta la carenza di servizi e sconta problematiche pesanti per il sol fatto di essere nati su un’isola. Dai trasporti alla scuola, dalla sanità alla giustizia, viviamo in modo problematico i quattro pilastri che reggono una società civile, proprio a causa dei nostri problemi d’insularità".

"Così, - ha aggiunto il presidente di Ancim - mentre in Grecia le isole minori rappresentano una grossa miniera sotto il profilo sociale, economico e culturale, l’Italia continua a legiferare solo per il Paese-Italia, dimenticando totalmente le nostre isole. Colgo l’occasione per ringraziare l’Onorevole Carfagna grazie a cui siamo riusciti a instituire la 73esima area.
Pertanto, ho chiesto alla politica presente, al di là dei partiti, di portare avanti un’azione forte a sostegno delle isole minori".

"Anche, a seguito della battaglia che stiamo portando avanti – come Ancim – per quanto concerne il riformato articolo 119 della Costituzione, con l’obiettivo di conferire alle isole minori lo status di “di zone diverse , disagiate, con peculiarità ed esigenze diverse rispetto alla terraferma”. Senza dimenticare la battaglia a tutela dei tribunali delle isole minori.
L'intervento è stato molto seguito dal pubblico presente nella storica sala stampa della Camera dei Deputati, e che ha posto le Isole Minori al centro del dibattito e di nuovi progetti", ha concluso Del Deo.(quinewselba.it)

NOTIZIARIOEOLIE.IT

8 GENNAIO 2022

L’intervista del Notiziario al dr. Francesco Del Deo, presidente Ancim e sindaco di Forio. L'intervento

Vulcano, mare che bolle preso d'assalto dai turisti. Ma non c'è il divieto?

289057471_5228305500593612_5533425509956950992_n.jpg

Terza tappa del progetto “Eolie a nuoto: Sulla rotta dei delfini”, promossa nell’ambito del progetto Europeo Life Delfi, che ha l'obiettivo di ridurre le interazioni negative tra i delfini e le attività di pesca professionali in diverse aree del Mediterraneo.

Il progetto “Eolie a nuoto” nasce dalla collaborazione di Associazioni Sportive Professioniste, Fondazioni e sponsor privati con l'associazione Filicudi Wildlife Conservation, che si occupa da anni della salvaguardia delle popolazioni di cetacei e tartarughe marine nelle isole Eolie e del Pronto Soccorso Tartarughe Marine di Filicudi, con il supporto della Guardia Costiera di Lipari.

Il progetto “Eolie a nuoto” prevede di percorrere a nuoto, ogni anno, una delle rotte che collegano le sette isole Eolie. La traversata tra le isole verrà effettuata in occasione di periodi interamente dedicati al mare e alla promozione della sua salvaguardia. In particolare, ogni impresa a nuoto sarà accompagnata da eventi culturali e di divulgazione ambientale aperti a tutti sulle diverse isole.

Il principale obiettivo dell’impresa nella sua interezza è soprattutto quello di connettere le sette isole Eolie al fine di promuovere la salvaguardia e la tutela del mare e in particolare la rotta dei delfini e delle tartarughe marine, che ogni anno attraversano queste acque venendo incontro a pericoli di ogni genere. 

eolian-bunker.jpg