"Ascolta si fa giorno" Rubrica a cura di Gennaro Leone

0a656270-e51e-4b8e-84b5-c3f89f7a119f.jpg

ee17b553-7aa0-4e88-9683-51a1791d8a2e.jpg

260b79ee-325d-4e3e-851e-6ad77473bfef.jpg

LIpari - Consiglio comunale. In aula 9 consiglieri. In apertura il presidente Giacomo Biviano ha dato notizia delle dimissioni di Adolfo Sabatini da presidente della commissione debiti fuori bilancio. Il vice presidente Erika Pajno ha richiesto di trattare la questione tribunale e il consigliere Fulvio Pellegrino ha espresso solidarietà ai tre operatori ecologici licenziati dalla Loveral e ha chiesto spiegazioni all'assessore Taranto presente in con l'assessore De Luca. La questione tribunale sarà trattata al 2° punto all'odg.

Biviano ha riferito di avere ricevuto due richieste dai locali comitati rappresentati da Alex Crivelli e Danilo Conti di essere ascoltati in consiglio comunale.

Biviano ha riferito che il sindaco Giorgianni è impegnato in videoconferenza e appena potrà interverrà. 

Susanna Guarnuto di Assoimpreseolie illustra le prinicpali richieste a partire dai controlli sanitari per chi arriva nelle isole. 

Danilo Conti del comitato Eolie 20 30 ha ribadito le principali richieste e ha sollecitato una cabina di regia tra pubblico e privati per stabilire le strategie da portare avanti per l'immediato futuro. 

Giuseppe Grasso: critiche devo fare al governo nazionale che si è dimenticato degli operatori delle isole minori italiane ma devo rimarcare che si è dimeticato anche dei professionisti

Assessore Tiziana De Luca: come si sa il sindaco ieri ha avuto una importante riunione alla Regione e quindi sarebbe opportuno che in aula relazionasse il primo cittadino.

Gesuele Fonti: facciamo sempre documenti ma qua c'è gente che non mangia. Ci sono negozi che chiudono. Ringrazio per aver inserito il 5G che è un vero pericolo per la salute pubblica. Sono demoralizzato. Anche oggi se non era per la minoranza non era garantito il numero legale. Dove andremo di questo passo?

Consiglio sospeso per 5 minuti per conferenza dei capi gruppo per decidere in che modo dovranno proseguire i lavori consiliari.E' stato deciso di proseguire il base all'odg.

De Luca relaziona sulle novità che riguardano la sanità: dall'esame morfologico, al nuovo dirigente medico al bonus partorienti anche per il 2019. Sia da Musumeci che da Razza abbiamo avuto conferma che presto ci sarà una riunione.

Peppe Finocchiaro: Ci sono alcuni provvedimenti che riguardano anche le nostre isole ma preferirei che ci fossero dei capitoli ad hoc proprio per le isole minori. Spero anche anche le richieste del nostro sindaco possa essere accolto. Faccio anche i complimenti ai rappresentanti delle associazioni per il lavoro fatto e anche per la ribalta nazionale che sono riusciti a dare. Dobbiamo ripartire con tutte le corse di collegamento e possibilmente prevedere anche delle agevolazioni sulle tariffe.

Fonti: nella gestione di questa emergenza il consiglio non è stato mai coinvolto. Vedo una stagione già compromessa, vedo anche le difficoltà degli imprenditori, cosi' come anche l'indotto. Nel paese c'è un disagio forte soprattutto della povera gente che non sa come poter vivere. Questo aspetto l'abbiamo affrontato bene? Credo poroprio di no. Eppure lo Stato ha affidato al Comune ben 108 mila euro per i bisogni di questa gente. Avevo fatto delle proposte che non sono state accolte e posso dire che parecchia gente si è lamentata con me perchè non ha visto un euro. E proprio per questo abbiamo presentato delle interrogazioni e delle risposte dell'assessore De Luca non siamo affatto soddisfatti. Ho anche notato che al supermercato nei giorni scorsi ho notato gente che utilizzava ancora i buoni spesa quindi se li hanno utilizzati orari non erano tanto bisognosi... E' chiaro che non può passare il messaggio che qui si è alla fame. Ho sentito che c'è gente che non può pagare la bolletta della luce. I messaggi che devono partire sono quelli delle belle immagini, come il video della bimba che ha fatto il giro del mondo.

Francesco Rizzo: confermo che per la situazione che si è dterminata nelle Eolie c'è un serio rischio di infiltrazioni mafiose. Condivido anche la proposta fatta dal presidente Conti di costituire un tavolo tecnico tra pubblico e privato per vedere sul da farsi.

Erika Pajno: devo fare un plauso ai cittadini e anche all'amministrazione per come è stata gestita la fase del covid19 perchè le isole del nostro Comune non hanno avuto alcun caso di contaminazione e da questo punto possiamo essere orgogliosi. 

Relaziona il sindaco Marco Giorgianni: sulla richiesta del potenziamento delle corse da e per le Eolie ne ho parlato con il presidente Musumeci nella riunione di ieri ed ha anticipato che potrebbe scattare dal 7 giugno ma aspetta conferma anche da Roma. Al presidente come sindaci delle isole siciliane abbiamo anche presentato un dettagliato documento, Posso aggiungere che grazie al contributo regionale di quasi 3 milioni di euro dovremmo avere una boccata d'ossigeno per il nostro bilancio.

Il sindaco Giorgianni si è anche soffermato sulle responsabilità in caso di covid19 su chi gestisce una attività. Per questo - ha puntualizzato - i protocolli dovranno essere chiari. Pensate se accade in un albergo o su un vaporetto che trasporta turisti... Per esempio con i vaporetti delle gite in questa estate ci dovremo rassegnare: non avremo certamente i numeri degli amnni precedenti. Giorno 3 alla Regione avremo una nuova riunione.

Dopo la sospensione del consiglio definito odg per indire tavolo tecnico e approvato insieme ad altri due e aggiornato a lunedì.

70f233a0-1cdd-4629-bc6a-edb208e7ace3.jpg

5b53ea92-0a00-4fee-abfe-64d5b8887e55.jpg

989f8678-84a5-4d69-a39e-cba44b938d8f.jpg

98e2c5e2-ed49-4b22-8b71-0681c88490f9.jpg

IL DOCUMENTO DEL COMITATO EOLIE 2030

di Danilo Conti*

Gentili Consiglieri Comunali, gentile Presidente del Consiglio, preliminarmente desidero ringraziarvi tutti per l’attenzione, la possibilità e lo spazio che ci state concedendo, utile a noi ma speriamo lo sia anche a voi, per rappresentare le istanze che abbiamo elaborato con tutte le attività produttive che hanno deciso di associarsi al Comitato Eolie 2030.

Mi perdonerete per un po’ di emozione nella lettura di quanto segue, emozione per trovarmi per la prima volta a parlare difronte al Consiglio Comunale ed al suo Presidente, perché le mie parole sono condizionate da questi ultimi mesi di 

profonda incertezza, perché le mie parole portano il peso della responsabilità delle persone che rappresento in quest’aula.

Come saprete certamente, anche in virtù del ruolo che siete stati chiamati ad assolvere, le nostre isole vivono già da qualche anno una crisi economica, che certamente ha radici lontane dal nostro territorio, ma non possiamo non escludere, saremmo ipocriti, che molte sono anche nostre responsabilità, che rare sono state le scelte e poco efficaci sono stati i tentativi, di trovare soluzioni serie e concrete per avviare un percorso utile ad emarginare i motivi della crisi.

Purtroppo, negli ultimi mesi, siamo stati messi ancor più a dura prova, da un evento imprevisto ed imprevedibile, che ha definitivamente segnato e messo in ginocchio la nostra classe imprenditoriale tutta. Nessuno escluso.

Dal panettiere all’albergatore siamo stati travolti da uno tsunami che segnerà per sempre il nostro percorso di vita, professionale.
Più volte ci siamo ritrovati a parlarne tra noi imprenditori e vi assicuro che tanti sono stati i momenti di sconforto e disperazione, ma siamo eoliani e siamo certi di 

poter uscire ancora una volta, forse anche più forti, da una situazione di emergenza. Siamo consapevoli di dover fare ancora sacrifici, ma ci sentiamo forti anche del vostro contributo, del vostro ruolo, della vostra pazienza, che ci permetterà di uscire finalmente da questo limbo che ci ha visti costretti ad una limitazione della nostra libertà, per contenere i danni.

CABINA DI REGIA

Nel merito vi chiedo, a nome del comitato che mi onoro di rappresentare, di valutare la possibilità di istituire una Cabina di Regia, che metta insieme la classe politica ed imprenditoriale (questo momento rappresenta la sintesi della nostra richiesta) per tracciare insieme un nuovo percorso, innovativo e rivoluzionario, fatto di buoni propositi, di idee, di PROGRAMMAZIONE, di iniziative volte a migliorare la condizione economico sociale del paese. Vi chiediamo di approfittare delle nostre professionalità, di poter rappresentare le reali esigenze del tessuto imprenditoriale eoliano. Professionalità che mettiamo gratuitamente a vostra disposizione per il bene del nostro paese.

ZONA FRANCA URBANA

In questi giorni abbiamo provato a lanciare un messaggio forte, attraverso un primo incontro con l’amministrazione, due video che hanno fatto il giro d’Italia e del mondo e diverse concertazioni anche di carattere politico, per spiegare come per noi è fondamentale l’utilizzo di uno strumento di defiscalizzazione e decontribuzione a medio/lungo termine e che non può certo bastare il parziale ristoro dei danni subiti in questo periodo, o lo sconto sull’imposta dell’imu o l’esenzione dal pagamento del suolo pubblico riferito all’anno in corso.
L’emergenza può rappresentare nel dramma anche una grande opportunità ed immaginiamo che un’azione condivisa per chiedere al governo nazionale e regionale l’istituzione della Zona Franca Urbana rappresenti la vera medicina per tutte le nostre aziende ed elimini la paura che infiltrazioni mafiose possano depauperare e saccheggiare per quattro denari il lavoro di una vita. Le Isole Eolie sono praticamente in vendita da tempo, oggi rischieremmo addirittura una svendita.

Ve lo chiediamo con il cuore in mano, valutate con l’attenzione che riterrete giusta, lo studio di questa proposta, consultate, se lo riterrete opportuno, chi ha già adottato ed usufruito di una misura del genere, prendetevi tutto il tempo che vi serve ma agite, senza condizionamenti di parte e provate a darci una risposta su questa opportunità. La ZFU (Zona Franco Urbana) una legge già in vigore dal 2013 e poi modificata più volte per essere plasmata sulle esigenze dei territori, che ci permette una visione a 14 anni con sgravi decrescenti dal 100% dei primi 5 anni, al 60% nei successivi 5 fino al 20% degli ultimi 2 anni. Questo senza intaccare le casse dei Comuni.
Uno sgravio contributivo di massimo 200.000€ in de minimis, su tre bilanci consecutivi, all’incirca 67.000 € anno.
Una iniezione di adrenalina per le imprese, liberi professionisti con benefici diretti ed indiretti anche per i lavoratori:
No IRES No IRAP No IMU No Contributi previdenziali,
ripeto senza intaccare le casse comunali. Un capitolo di spesa dedicato alle zone che vivono un disagio socio economico e che colmerebbe il gap competitivo oggi vissuto per la nostra distanza dalla costa e preserverebbe il territorio da infiltrazioni mafiose, fenomeno già alle porte, o per meglio dire ai porti.

TRASPORTI

C’è anche il problema dei trasporti da affrontare, problema atavico per il quale pensiamo di avere trovato una soluzione che possa ottimizzare i servizi e che restituisca liquidità agli imprenditori locali, ma lo tratteremo in un’altra seduta se lo riterrete utile ed opportuno.

Concludo trasferendovi il convincimento che con la collaborazione di tutti si possano ottenere grandi risultati per il bene del nostro paese.
Lo abbiamo cominciato a fare chiedendo insieme il passaporto sanitario, ma non basta!

Adesso è necessario trovare le sinergie giuste per avviare concretamente il protocollo sanitario e solo dopo, con l’efficienza dei controlli, potremo chiedere una deroga sul distanziamento sociale per provare a salvare la parte residuale di 

una stagione turistica ormai partita malissimo.

L’idea di potermi relazionare con chi è stato scelto a rappresentarci, mi provoca un’emozione forte e sento che si possa scrivere una nuova pagina di storia che prescinda dai colori politici e che anteponga gli interessi del paese agli interessi di chi preferisce, NON AGIRE, PER NON ESSERE GIUDICATO.

Concludo, certo di non suscitare la vostra ilarità, con una frase di M.T.di Calcutta, che disse: ”La felicità è un percorso, non una destinazione” e noi quel percorso dobbiamo provare a farlo insieme, per il bene dei nostri figli. Grazie!!!

*Presidente Comitato Eolie 20-30

IL DOCUMENTO DI ASSOIMPRESEOLIE

di Alex Crivelli

Oggi 22 Maggio 2020 dietro richiesta della nostra associazione, siamo stati ricevuti dal Consiglio Comunale del comune di Lipari per sensibilizzare e sottoporre alcuni punti.
Nel ringraziare il Consiglio per aver accolto le nostre richieste, in particolar modo l’istituzione di un tavolo tecnico, dall’altra si evince che anche in questo momento di particolare emergenza, le diatribe politiche prevalgono sui reali problemi socio-economici dell’intera comunità Eoliana.
Qui di seguito tutti i punti, le richieste e le proposte della nostra associazione;

1. Prevedere un protocollo sanitario ai porti di ingresso per le Isole Eolie non troppo rigido, ma al contempo necessario: controllo della temperatura, autocertificazione in cui si attesta di non aver avuto sintomi covid-19 nelle ultime 72 ore e di non avere contatti con soggetti infetti.
2. Chiedere all’Amministrazione di prevedere per la stagione estiva una struttura idonea per i soggetti che presentano sintomi.
3. Sollecitare tavolo tecnico con rappresentanti delle Associazione del territorio.
4. Proporre all’Amministrazione una massiccia campagna promozionale a livello nazionale per pubblicizzare le Isole Eolie come destinazione per le prossime vacanze estive; riducendo il biglietto dei trasporti per tutti al 50% oppure la riduzione del biglietto del 50% solo per i siciliani dal giovedì alla domenica che soggiornano minimo due notti nei mesi di giugno luglio settembre ottobre.
5. Preparare il territorio per l’inizio della stagione turistica: pulizia spiagge, pulizia sentieri, arredo urbano etc
6. Predisporre il servizio di vigilanza con assistente bagnanti per le spiagge libere, come già previsto da leggi nazionali.
7. Concedere più suolo pubblico alle aziende richiedenti attivando procedure snelle con istruttorie semplificate.
8. Facciamo presente che da un sondaggio effettuato tra i nostri associati alcune attività che hanno aperto i battenti lamentano che ad oggi sia antieconomico rimanere aperti.

*Presidente

NOTIZIARIOEOLIE.IT

Al primo punto la questione Coronavirus con dibattito sugli aspetti sanitari e socio-economici; seguono tra gli altri, tecnologia 5G sul territorio, aviosuperficie a Poggio dei Funghi di Quattropani e debito fuori bilancio di 207 mila euro per l'Ato per l'Ambiente con la transazione che interessa la società Green Fleet di Messina che gestisce la nave dei rifiuti.

consconv.png

CORONAVIRUS&CONTRIBUTI SOCIALI. DIFFIDA ANCHE DEL CONSIGLIERE PELLEGRINO

downloadGFB,.jpg

a3ce29ca-26a2-4cb2-925b-3e3a47daa4f2.jpg

LA RISPOSTA DELL'ASSESSORE DE LUCA

downloadfg67.jpg

di Tiziana De Luca*

In riscontro a quanto scritto dal Consigliere Pellegrino, si chiarisce che alcuna interrogazione o atto di sindacato ispettivo propriamente individuabile, giusto art.43 del TUEL Dlgs 267/2000 e regolamento comunale di riferimento ( interrogazione, interpellanze, mozioni) è stato ricevuto dalla scrivente, se non averla letta sui notiziari online.

Non escludo problemi tecnici, che purtroppo si sono susseguiti in questi mesi anche in ufficio servizi sociali, per cui mi scuso se ciò è avvenuto e sarà mia premura rispondere comunque alle sue richieste, per rispetto del ruolo che ricopre in rappresentanza dei cittadini e al di là di paventate azioni giudiziarie, stante la non perentorietà dei termini attestata dalla giurisprudenza e stante il fatto che la sottoscritta e l'Amministrazione comunale non hanno mai voluto sottrarsi sia per le vie brevi che per vie istituzionali, in ultimo il Consiglio Comunale del 21 Aprile.

*Assessore

MOLLICA E FONTI TORNANO ALLA CARICA

download1w4t.jpg

di Eliana Mollica e Gesuele Fonti*

Riceviamo, in data 19 maggio 2020, la nota Prot. n. 6804 datata 18.5.2020 a firma dell’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Lipari avente ad oggetto “Riscontro Interrogazione n. 1/2020 del 16.4.2020 "Erogazione buoni spesa nel territorio comunale".

Con la citata nota l'assessore Tiziana De Luca risponde all’interrogazione del gruppo Moderati per Calderone in merito all’erogazione dei buoni spesa nel territorio del Comune di Lipari, fornendo solo una parte delle informazioni richieste.

L’Amministrazione comunale non ha probabilmente colto i motivi alla base dell’Interrogazione sottovalutando il valore dei suggerimenti contenuti. La celerità nonché puntualità con cui, inoltre, ha ritenuto di dover rispondere a una interrogazione dall’indiscutibile valore sociale rappresenta già di per sé una risposta dell’impegno e del modo di intendere il proprio ruolo politico ed istituzionale .

L’assessore De Luca sente invece il bisogno di esaltare la tempestività del Comune di Lipari (tra i primi comuni sottolinea) ad emanare Avviso Pubblico e modello di richiesta del beneficio, dichiarando :“coinvolgendo un’ampia platea di beneficiari al fine di contrastare energicamente il disagio provocato dall’emergenza COVID-19 ed in particolare contestualizzando le dinamiche tipiche di un territorio isolano e a vocazione turistica che vede numerose famiglie poggiare il loro sostentamento su una stagionalità, potenzialmente compromessa in quella data considerando la crisi sanitaria in atto e in deficit rispetto al pregresso visto che ad inizio d’anno finivano presumibilmente i sussidi di disoccupazione”.

L’assessore Tiziana De Luca difendendo il lavoro svolto dal personale degli Uffici Servizi Sociali del Comune di Lipari , da noi mai messo in discussione, chiarisce il ruolo svolto dall’esecutivo e riportiamo testualmente : “l’Amministrazione ha fornito i necessari indirizzi politici per procedere all’espletamento delle misure di solidarietà alimentare messe a disposizione degli Enti locali da parte del Governo nazione e del Governo regionale.”

E nella risposta scritta alla nostra interrogazione datata 16 aprile 2020 si sottolinea come “la procedura ha inteso privilegiare le situazioni più problematiche e diffuse”. 

Si evidenzia inoltre quanto di seguito dichiarato dall’assessore : "[. ] ..sono pervenute e sono state istruite dall'ufficio 1.053 istanze di nuclei richiedenti – includendo in tal numero quelle incomplete, errate e dichiaranti uno stato di indigenza (opz. 5 del modulo) ma prive dei requisiti prioritariamente considerati dal bando ( reddito e nucleo familiare con figli) - e hanno trovato accoglimento, fino ad esaurimento delle risorse, e secondo quanto attestato nella richiesta di ammissione al beneficio, 485 istanze (su 750 circa ammissibili) e 1080 buoni assegnati." [ ].

Noi Moderati per Calderone non ci riteniamo assolutamente soddisfatti della risposta data dall'assessore Tiziana De Luca in riferimento all'interrogazione n. 1/2020 del 16.4.2020 "Erogazione buoni spesa nel territorio comunale", e le motivazioni sono facilmente deducibili.

La tempestività dell’Ente ad emanare Avviso Pubblico e modello di richiesta del beneficio, che il Sindaco di Lipari ha ritenuto essenziale evidenziare in ogni diretta Fb e in ogni utile occasione, ha tanto il sapore della favola populista del governo Conte secondo la quale l’Europa e il mondo guarderebbe l’Italia con ammirazione per i decreti approvati.

Con l’Ordinanza di Protezione Civile n. 658 recante “Ulteriori interventi di protezione civile in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili” si assegna ai Comuni italiani un contributo pari a 400 milioni di euro per interventi di solidarietà alimentare.

E il Comune di Lipari ha ricevuto la propria quota di finanziamento pari a 108.000,00 euro circa, un importo che a noi non appare affatto irrilevante. Le risorse stanziate dalla Protezione civile nazionale servivano a coprire un bisogno tangibile che, a dire il vero, noi non ritenevamo essere così esteso nel territoriale eoliano dato il numero di istanze (1.053) pervenute agli Uffici Servizi Sociali del Comune .

Riteniamo tuttavia che fosse necessario intervenire per fare fronte a un disagio concreto e a un bisogno di assistenza alimentare sul territorio, non solo determinato dall’emergenza bensì da una precarietà dell’occupazione che negli anni ha indebolito il nostro tessuto sociale.

Siamo intervenuti, affidando a una interrogazione a risposta scritta considerazioni e dubbi sulle procedure adottate, per rispondere alle richieste di aiuto pervenute da più parti. Moltissimi cittadini hanno infatti lamentato l’esclusione dal beneficio nonostante il dichiarato stato di necessità e il possesso di tutti i requisiti richiesti per l’assegnazione dei buoni spesa. 

Noi moderati per Calderone non ci riteniamo assolutamente soddisfatti della risposta data dall'assessore Tiziana De Luca in quanto le procedure adottate dall’Amministrazione non hanno privilegiato le situazioni più problematiche e diffuse, o almeno non tutte. L’Amministrazione Giorgianni non ha fatto alcuno sforzo per intercettare il reale bisogno di assistenza alimentare presente nel nostro territorio. Emerge una attenzione scrupolosa rispetto alla corretta compilazione dei moduli non prestando, invece, la dovuta comprensione alle evidenti difficoltà di taluni nel redigere in modo regolare le istanze per l’accesso ai buoni spesa. 

Riteniamo inoltre il criterio adottato per l’assegnazione dei buoni ovvero quello cronologico, cosi come dichiarato in più occasioni dal Sindaco e non indicato nella risposta dell’assessore, fino ad esaurimento delle risorse, inaccettabile e inconcepibile per le modalità di raccolta delle istanze indicate nel bando. Le richieste per l’accesso ai buoni spesa infatti sono state depositate presso farmacie e supermercati e consegnate nelle isole minori ai delegati del Sindaco. Ed è evidente come che tali procedure non ammettano il richiamato criterio (quello cronologico) . 

Se i nostri suggerimenti fossero stati accettati, le richieste si sarebbero potute compilare, nei modi e nei tempi necessari, direttamente presso gli uffici comunali con l’aiuto del personale municipale e senza incorrere in errori ritenuti in fase di valutazione motivo di esclusione.

La carenza di personale presso gli Uffici dei Servizi Sociali non è un motivo sufficiente a giustificare l’affidamento a terzi di compiti delicati, tra queste la raccolta delle istanze, che potevano essere invece affidati al personale di altri settori organizzando in modo ordinato l’accesso agli uffici comunali nel rispetto della privacy. 

In data 04 maggio 2020, sono state accreditate sul conto corrente del Comune di Lipari le risorse impegnate in forza del DDG n. 340 del 04 aprile 2020 e per il rispettivo importo di 76.926,00 euro.

Oggi, a distanza di ben 17 giorni, è legittimo chiedere all’Amministrazione comunale quando riterrà opportuno pubblicare il successivo Avviso pubblico e modello di richiesta del beneficio dato che circa 265 richieste, ritenute in precedenza ammissibili dagli uffici comunali, non sono state accolte per l’esaurimento delle risorse stanziate dalla Protezione civile nazionale.

*Consiglieri Moderati per Calderone 

NEL LINK CHE SEGUE LA NOTA DELL'ASSESSORE DE LUCA INVIATA A MOLLICA&FONTI

doc. 1351780593.pdf

di Fulvio Pellegrino

Mio malgrado devo ricordare all’Assessore De Luca che l’invio di una PEC (9 aprile 2020) è a tutti gli effetti una “raccomandata” e non leggere la posta elettronica è a mio avviso un illecito.
Detto ciò le comunico di non credere alla sua giustificazione visto che le ho trasmesso la stessa mia richiesta anche attraverso l’ufficio di protocollo (vi conosco mascherine….) assunta al n.5319 del 15 aprile 2020.
Mi duole rilevare che al Comune di Lipari è diventata una consuetudine non leggere la posta elettronica. Forse una furbata NON un problema tecnico.
Lasciando piena la memoria con il conseguente rifiuto di una PEC se mai fosse accaduto questo è a mio avviso un reato.
Sono tra quelli che ha capito il giuoco e quindi oltre alla PEC porto le mie richiesta all’ufficio di protocollo.
Se avesse rispetto del ruolo che ricopre non avrebbe trovato questa banale giustificazione per lavare la sua coscienza davanti il giudizio degli Eoliani.
Se mai fosse ancora vivo Carlo Collodi dopo aver visto come opera questa amministrazione avrebbe dovuto immaginare che mastro Geppetto avrebbe dovuto costruire tanti burattini con il naso molto molto lungo. Peccato per voi amministratori che una sola fatina per tanti Pinocchietti non basterebbe.

Guarda i video suIl Notiziario si YoutubeSeguici su  logo facebook-piccolo logo twitter 
Condividi il "Notiziario" pubblica gli articoli sul tuo profilo 

Eolie siti utili isoleolie.it - vacanzeeolie.it 
alberghieolie.com - eolianinelmondo.com 
eolieintouch.it - casevacanza.isole-eolie.com

gattopardo-hotel.jpg