Con 129 milioni di turisti cinesi nel mondo, destinati a diventare 700 milioni nei prossimi cinque anni, oggi la Cina è il più grande mercato del turismo sia in termini di spesa che di numero di viaggi verso l’estero. Dal 2012, infatti, guida la classifica come top-spender per il turismo internazionale. Nel 2016, la spesa dei turisti cinesi ha raggiunto 261 miliardi di dollari, a +12% rispetto all’anno precedente.

I dati sono stati annunciati nel corso di una conferenza stampa a Venezia da Dai Bin, presidente della China Tourism Academy, l’organismo del ministero del turismo cinese preposto alle politiche di sviluppo del turismo outbound. L’evento precede l’importante cerimonia che si terrà domani, venerdì 19 gennaio, a Palazzo Ducale, quando le principali cariche europee e cinesi inaugureranno il 2018 – Primo Anno del Turismo EU-Cina.

“Il 2018 EU-China Tourism Year – ha sottolineato Dai Bin – sarà una grande occasione per promuovere lo scambio fra le persone, lo sviluppo economico, e instaurerà un principio di fiducia reciproca per lo sviluppo delle strategie”.

“Le destinazioni europee – ha aggiunto Eduardo Santander, direttore European Travel Commission (ETC) – riconoscono la necessità di restare competitivi in Cina: solo attraverso una più profonda cooperazione con le autorità cinesi e un maggiore impegno del settore turistico europeo a sostegno di iniziative di marketing pubbliche e private congiunte, l’Europa riuscirà nell’intento di attrarre più viaggiatori dalla Cina”.

Dai dati emerge la costante crescita della domanda di viaggi in Europa dalla Cina, con 12,8 milioni di turisti nel 2016 che si stima arriveranno a 20,8 milioni all’anno nei prossimi 5 anni. La destinazione preferita in Europa è la Francia, ma per motivi di sicurezza, nel 2017 i viaggiatori cinesi si sono spostati su destinazioni come l’Italia, considerata un paese più sicuro, oltre che una destinazione da sogno, che ha raggiunto 1,4 mln di turisti cinesi ed è in costante crescita.

Attraverso il piano di promozione dell’Anno Europa-Cina, il Vecchio Continente punta a diventare la migliore destinazione globale per i turisti cinesi. Per cogliere tale opportunità, la Commissione Europea e la European Travel Commission hanno creato una piattaforma promozionale su base collaborativa, volta a stimolare il turismo in Europa a partire dal 2018. Partner strategico per l’organizzazione di tutti gli eventi di promozione dell’Anno del turismo Europa-Cina è Welcome Chinese, l’unica certificazione ufficiale riconosciuta dal Governo cinese, dedicata all’ospitalità dei cinesi che viaggiano, emessa dalla China Tourism Academy in collaborazione con China Central Television (CCTV), rete televisiva nazionale, China UnionPay, unico circuito di carte di credito emesso in Cina.

“Su incarico del governo cinese – ha spiegato Jacopo Sertoli, presidente di Welcome Chinese – il nostro compito è quello di aiutare e guidare le imprese europee del turismo al fine di soddisfare le necessità del nuovo profilo di turista cinese e favorire accordi con gli operatori cinesi. Il piano di promozione dell’EU-China Tourism Year è una straordinaria opportunità per le aziende di settore e le destinazioni già certificate e quelle che vorranno certificarsi”.

“Attraverso la definizione degli standard e la formazione mirata per l’accoglienza dei viaggiatori cinesi – ha aggiunto Dai Bin – Welcome Chinese punta a diffondere nel mondo maggiori informazioni sui turisti cinesi e offrire quality services profilati. Allo stesso tempo, sarà una buona occasione per le agenzie di viaggio e le OTA cinesi per comprendere le destinazioni turistiche e ottenere una cooperazione sul piano della comunicazione attraverso la promozione sui social media, meeting, roadshow, report tematici”.

logo_isoleolie.gif

uzu-peppino1.jpg