downloadcve.jpeg

Alle Eolie nasce il “Santuario della lucertola”. Il progetto “Life Eolizard” è portato avanti da alcuni ricercatori e punta alla salvaguardia di una delle specie più a rischio del Mediterraneo, la “Podarcis raffonei”. In pratica, sulle piccole spalle di 100/150 inconsapevoli lucertole grava letteralmente il futuro di una intera specie.

Gli scienziati hanno in programma di prelevare dalla natura alcuni esemplari di lucertola delle Eolie, metterli al sicuro al Bioparco di Roma e lasciare che si riproducano, per poi reinserirli in futuro in un ambiente dove potranno di nuovo svilupparsi.
“Ogni passo del progetto per la salvaguardia della lucertola delle Eolie è guidato dal metodo scientifico e in particolare dalle evidenze della genetica, così da preservare questa specie in via di estinzione ma anche da contemperare la tutela delle altre specie coinvolte - dichiara Daniele Salvi, docente dell’Università dell’Aquila - a Vulcano vi sono evidenze di ibridazione tra la lucertola delle Eolie e la lucertola campestre, è necessario selezionare esemplari che non siano ibridi. In secondo luogo, i nostri studi hanno confermato che Podarcis raffonei soffre di una bassissima diversità genetica, che rappresenta una delle maggiori minacce per la conservazione della specie.

Sarà quindi necessario per la selezione dei fondatori della colonia che andremo a costituire artificialmente presso il Bioparco, e che poi verrà riportata in natura, impiegare un elevato numero di individui che siano rappresentativi della variabilità genetica della specie, così da salvaguardare il potenziale evolutivo della nuova popolazione che verrà rilasciata in due isolotti che costituiranno il Santuario della lucertola delle Eolie”.
Insomma, si punta a creare per questi minuscoli esserini una vera e propria “Arca di Noè”. Il progetto, co-finanziato dal programma Life dell’Unione Europea, e presentato a Roma presso la Sala dei Lecci del Bioparco, è frutto di una grande collaborazione che vede coinvolte diverse istituzioni, tra cui le università di Roma Tre e dell’Aquila, Triton Ets, il consiglio nazionale delle ricerche”.

“Ci proponiamo – spiega Giulia Luzi, project manager dell’associazione Triton - di migliorare lo stato di conservazione della lucertola attraverso importanti azioni di gestione. L’obiettivo è di incrementare il numero di individui, dell’attuale popolazione esistente, attraverso un programma di allevamento in cattività, a cui seguirà un rilascio in natura. Ci proponiamo di fondare due nuove popolazioni sugli isolotti di Bottaro e Lisca Bianca, al largo di Panarea, così da istituire un vero e proprio Santuario”.

Lipari, "Eoliemultiservice" di Fulvio Pellegrino "l'artista della pitturazione è di casa..."

c32d3eae-a1d2-472e-aaee-251ea7d51e19.jpeg

La ditta di Fulvio Pellegrino assicura con professionalità pitturazione interna ed esterna, infissi con lavori in cartongesso "Isobell" per risalita umidita e muffa e lavori in resina, microcemento, carta da parati e pietra ricostruita.

Info 368664594

64ad7217-970f-4496-876b-780bbe0b5a33.jpega655f0cc-8be9-49b3-9f47-0580c6cdc6a6.jpeg

NOTIZIARIOEOLIE.IT

Giulia Luzi, project manager LIFE EOLIZARD

Ciò che spesso ci sentiamo dire, è che il progetto LIFE Eolizard sia molto ambizioso, infatti per noi rappresenta una vera sfida. Entro il 2028, ci proponiamo di migliorare lo stato di conservazione della lucertola delle Eolie,Podarcis raffonei, attraverso importanti azioni di gestione. L’obiettivo è di incrementare il numero di individui, dell’attuale popolazione esistente, attraverso un programma di allevamento in cattività, a cui seguirà un rilascio in natura. Ci proponiamo di fondare due nuove popolazioni sugli isolotti di Bottaro e Lisca Bianca, al largo di Panarea, così da istituire un vero e proprio Santuario perPodarcis raffonei.

Messina, è deceduto Nino Romano promotore del Movimento Cristiano lavoratori

436444001_10229697102925363_1956451205278562248_n.jpg

A Messina ha concluso la sua giornata terrena Nino Romano, uno dei promotori del Movimento Cristiano Lavoratori e padre dell’attuale presidente provinciale Fortunato Romano.
Fu agli inizi degli anni 70’ che, a seguito della scissione dalle ACLI, Nino Romano diede vita, proprio a Messina, al MCL., Il suo nome lo si annovera tra quello di quei giovani che, con per caparbietà e dedizione, decisero, nel giugno del 1971, di dare continuità all’impegno sociale e politico a servizio della Chiesa e dei lavoratori, istituendo quella che oggi rappresenta una delle maggiori organizzazioni del mondo del lavoro.

Propulsore del Movimento, con diligenza e passione ha ricoperto l’incarico di presidente provinciale, regionale e vicepresidente nazionale dedicando il suo impegno alla realizzazione di un sistema che garantisse giustizia sociale e democrazia. Sempre in prima linea nella difesa dei diritti dei lavoratori e delle persone più fragili. Nino Romano, è stato anche un importante dirigente della Regione Siciliana, ricoprendo numerosi incarichi di governo.

Oggi la città di Messina saluta un figlio illustre che ha segnato la storia sociale della Sicilia e del Paese.
Il Circolo del M.C.L. di Lipari, si unisce al dolore della Famiglia Romano e in particolare del figlio Fortunato.

Ai familiari anche le condoglianze del Notiziario delle Eolie

Rassegna Stampa GDS.IT

TGS-NEWS-NUOVO-LOGO-625x350.jpeg 

ascolta-rgs-mini_new.jpg

Recuperato in mare un cadavere a Filicudi, è il terzo in poche settimane alle Eolie

La Rai blocca «Sempre al tuo fianco», la fiction che incendiò Stromboli non andrà in onda

Vulcano, recuperato un cadavere in mare

Vulcano, al matrimonio di Diletta Leotta con Loris Karius la damigella sarà Elodie

Lipari, gli incendi a Lami: denunciato un uomo

Lipari, Hotel Aktea via Paolo Borsellino e Giovanni Falcone 98055 - 090 981 4234

Isole minori, Aricò: «Garantiti i trasporti gratuiti per i dipendenti pubblici»

Eolie, invasione di comitive di turisti cinesi

Alicudi, le 600 capre selvatiche saranno donate gratuitamente a chi le richiederà

Lipari, a Bagnamare case a rischio crollo e strada colabrodo

Lipari, ai poveri il cibo invenduto e vicino alla scadenza

Vulcano, il giallo del cadavere ritrovato: odontoiatri forensi al lavoro

Indennità per i medici di periferia in Sicilia: la norma resiste, lo spiega Schifani nell'intervista a Tgs

Cento medici stranieri rispondono all’avviso della Regione Siciliana

Sole e caldo anche a Pasquetta in Sicilia, si sfioreranno i 30 gradi

Lipari, "domani verrà ritirato umido e vetro in ristoranti pizzerie e bar..."

 

di Gianni Iacolino*

Martedì 2 aprile, onde venire incontro alle esigenze delle attività di ristorazione, verrà ritirato umido e vetro in ristoranti e pizzerie e bar, posticipando a giovedi la raccolta della plastica.

*Assessore

spesa mia ORIZZ copia.jpg