michele sequenzia

di Michele Sequenzia

Caro Direttore,

sempre piu' fitti sono gli sponsor, meravigliose femmine piuttosto " desnude", calano sulle Eolie per depredarle meglio.
Una volta, un tempo erano i gran Signori, gran Dottori . Bella gente. Altra classe.
Soffre tutto l'arcipelago. Tutti fuggiti via, medici e giudici, se cadi a terra ti trasportano con l'Ape di un amico.
Se stai male, prega il Signore, chiudono anche le doglie.
Incuria e sprechi. Crollano i muri , rinnovate buche tappezzano il transito, la circolazione rischiosa, le auto finiscono in mare.

Mancano i ponti e pontili. Si cade in mare, finita la vacanza.
Ogni tanto, tra i boschi, spunta un cimitero di carcasse d'auto, in odore di progresso civile,
che incanta il paesaggio ed il mare.

Le Antiche Terme dei nostri Padri, meravigliose anime, esalano l'ultimo respiro, nella totale incuria dei Beni Protetti .
Solo la Chiesa reagisce, solleva problemi, auspica la Pace, ma inutilmente , indica dove sperare, mentre la poca saggezza dei governanti, distanti da tutto, affannati a non fare, è esempio di estrema crudeltà per chi soffre.
Brucia Stromboli, paradiso terrestre, umiliato dalla cattiva amministrazione,
I recenti immensi danni, sono ripagati da nuovi appetiti, di rinnovati odiosissimi quanto volgari sponsors televisivi.
Chi ha perduto tutto non ha piu' voce.
Tace chi giudica. Assente il diritto.

Lo si legge sul tuo Notiziario, ultimo faro che illumina coraggiosamente le perversità e le mancanze, di cui nessuno vuole farsi carico.
Il suo Direttore, con i suoi pochi mezzi, coraggiosamente lotta, contro chi non vorrebbe piegare la libertà di stampa, ogni giorno anima i racconti , le sofferenze, i guai di una popolazione antica, saggia ed onesta, condannata dall' imperatore Romano all'estinzione.

NOTIZIARIOEOLIE.IT

17 MARZO 2022

L’intervista del Notiziario a Michele Sequenzia, l’italiano vero e libero

images/banners/immagini_random/aveden-urso.jpg

 

Caro Direttore,

con la nuova Legge di bilancio ,a partire dal gennaio 2024, sono inasprite le sanzioni per tutti gli italiani all'estero che non risultano essere iscritti all’AIRE.

Le sanzioni sono molto più pesanti variano dai 200 ai 1000 euro per ogni anno di mancata iscrizione .

L'iscizione all'AIRE consente il diritto di voto per le elezioni politiche e referendum per corrispondenza nel Paese di residenza straniero,

e per l'elezione dei rappresentanti italiani al Parlamento europeo nei seggi istituiti dalla rete diplomatico-consolare nei Paesi appartenenti all'Unione Europea, oltre a beneficiare
dei Servizi anagrafici e di Stato Civile (rilascio o rinnovo di documenti di identità e di viaggio, e altre certificazioni.

Secondo dati ufficiali, nel 2023, risultavano essere registrate nell' anagrafe nazionale italiana 65.690.115 persone, di cui 6.026.112 residenti all'estero (AIRE), pari al 9,17% dell'intera popolazione italiana.

L'iscrizione all'AIRE permette ai cittadini italiani di esercitare diritti di cittadinanza , ed usufruire di una serie di servizi forniti dalle sedi consolari.

Caro Direttore,
siamo circondati da orribili conflitti, il clima politico italiano è avvelenato.
In Germania il nazismo e l'estremismo mettono in pericolo la democrazia.
La pace e la libertà, il futuro dei nostri figli, dell'intera Europa sono in pericolo.
Le Elezioni Politiche Europe di giugno sono un momento decisivo per il nostro futuro.
La nostra sopravvivenza dipende dai popoli che vogliono salvare la democrazia.
Solo l'Arte, la Pace, la Cultura, e la Buona Volontà, attraverso il rispetto del Lavoro e del Diritto, ci possono assicurare la nostra Sopravvivenza.

Il 18 febbraio 1564, moriva a Roma Michelangelo di Lodovico Buonarroti Simoni, noto semplicemente come " Michelangelo".
Uomo tormentato, carattere difficile, artista irriverente, visse una vita ricchissima di impegni, dalla Firenze dei Medici, a quella di Savonarola, partecipando
alla difesa della Repubblica Fiorentina, vivendo anni nella Roma dei Papi. Tra le sue opere piu note il David, a Firenze,
e la scene della Genesi nella Cappella Sistina a Roma.
Milioni di visitatori , da ogni parte del mondo, ammirano le sue opere, sparse in decine di Musei
Per Il suo carattere solitario, burrascoso e irascibile, fu rivale di Raffaello e di Leonardo da Vinci.
Il suo nome è associato alla bellezza, all'Arte dell'Italia Rinascimentale. Patrimonio dell'Umanità.
Michelangelo è simbolo di Pace.

Il mondo intero guarda, a 460 anni dalla sua morte, con stupore ed infinita ammirazione
l' irripetibile l’esperienza artistica di Michelangelo.
Ritenuto il più grande scultore di tutti i tempi, Michelangelo eccelse nella scultura, nella pittura e nell’architettura.
si rimane estasiati davanti le sue opere.
Insuperata resta nei secoli, di immensa forza spirituale, " La Pietà", gioiello immortale oggi nella basilica Vaticana di San Pietro, a Roma,
esprime la superiorità dell'Arte su ogni cosa mortale.

il Vasari scrive " riguardo alla Pietà " non pensi mai, scultore né artefice raro, potere aggiungere di disegno né di grazia,
né con fatica potrà mai di finezza, pulitezza e di traforare il marmo tanto con arte, quanto Michelangelo vi fece, perché si scorge
in quella tutto il valore et il potere dell'arte».

Caro Direttore,
impressionante volare su Las Vegas, attraversando una marea di oltre 160 grattaceli, e rimanere " impigliati" nel traffico aereo americano.
Come " scendere" se sono al completo i quattro scali dell'aeroporto internazionale Harry Reid, che ospita non meno di 85 compagnie aere, su un area d i oltre 12.000 km quadrati.
Se non si trova un posto per atterrare, si resta in attesa, cosi accade in altri minori aeroporti , spesso occorre pagare una tariffa extra, parcheggio privato, da 3.000 dollari.

Secondo le stime della "National Retail Federation" il 77% dei 335 milioni di abitanti negli States si sono collegati
in Tv per godersi il Super Bowl 2024 ,tifando su chi farà più" touchdown ".
Prezzi da capogiro. Per assistervi, il prezzo medio di un biglietto è stato di 12mila dollari.

Tifo alle stelle! Las Vegas, Nevada, ha ospitato l'11 febbraio il Super Bowl 2024, la partita di football americano più seguita d’America, tra i Kansas City Chiefs, e i San Francisco 49ers.
Traffico impazzito, preso d'assalto l' Allegiant Stadium, modernissima struttura che contiene fino a 65mila spettatori. costato oltre 2 miliardi di dollari.
Oltre 1000 giornalisti e televisioni del mondo hanno seguito l'incontro.
Pienone ovunque, alberghi, treni e bus, autostrade , ristoranti al completo.
Non si dorme mai . Un vorticoso giro d’affari, tra Casino', giochi d'azzardo, Radio-TV, shows, il Super Bowl,2024, ha generato non meno di 17,3 miliardi di dollari.
Di questi, l’80% spesi per divertimenti, albergo, cene, party, e bevande.
A Las Vegas si contano non meno di 200.000 modernissime, attraenti "slots machines", che ti alettano, ovunque ti giri, di ogni tipo.

Il super Bowl , macina milioni di dollari, evento sportivo straordinario, idolatrati e benvenuti i semi-dei dei noti cantanti, personaggi del cinema e Tv, artisti, danzatori. Las Vegas attira una colossale, variegata fauna di "celebrities", del miglior mondo dello spettacolo e dell'informazione.

Le tv, sfruttano ogni secondo del Super Bowl. Si parla di oltre 7 milioni di dollari pagati per mandare in onda uno spot di mezzo minuto.
Gli sketch pubblicitari di 30 secondi, usano i migliori volti noti, costati agli inserzionisti non meno di 5,6 milioni di dollari.
Mentre si gioca, le Tv accanitamente non smettono di "afferrare" lo spettatore " sparando" continue raffiche di incessanti, attraenti, innumerevoli spots commerciali,che spingono il consumatore americano all'acquisto di infiniti prodotti di largo consumo, molto  apprezzati dal pubblico.

Caro Direttore,
secondo statistiche del Codacons la Regione Sicilia ha subito, durante il 2023, una " raffica" di terremoti di magnitudo pari o superiore a 2.0, 'intera isola ha registrato non meno di 181 scosse, l'ultima 2 giorni fa.
E' noto che l'Etna, vulcano sempre attivo, nasconde un potenziale "magazzino "di forza devastante che mette in pericolo il territorio e la popolazione..

Molti siciliani sono stati convinti che con il nuovo " Ponte sullo stretto di Messina", si risolvano tutti i loro problemi.

S'immagina una Sicilia tutta trasformata, in 24 ore, in una nuova , ricca " Lombardia". Miracolo! Un ponte "sospeso sul nulla".

La senatrice del Movimento Cinque Stelle Barbara Floridia. "Quest'opera non serve a nulla!

Il progetto, tutto sballato, non ha sue risorse, ennesima costosa, inutile " cattedrale nel deserto"!!,

Gli 11 miliardi di euro , costo previsto, a fine corsa saranno piu del doppio, vincolati

a nuovi pesanti debiti, tutti a carico degli italiani.".

Pessima è la circolazione stradale siciliana. Le strade in Sicilia -gestione Anas- , sono pericolose, necessitano di interventi immediati.

di messa in sicurezza per evitare i continui incidenti.

La Sicilia oggi ha il 90 % delle sue strade insicure, irregolari, strette, pericolose..

Le statistiche sulla sicurezza dei ponti siciliani è tragica:,

in particolare:

Strada Catania-Palermo, ponte Simeto.

Agrigento, Viadotto Morandi

Porto Empedocle, ponte Spinola
Porto Empedocle, ponte Salsetto
porto Empedocle, ponte Zubbie o Re
Ponte sulla statale 18 tra Gioia Tauro e Palmi
Ponte sulla statale 107
Palermo, ponte di via Oreto .
Viadotto Acragas 1 e 2, Statale 115 quater
Ponte sul fiume Salso, Licata
Strada statale 626 Caltanissetta Gela (100m da Capodarso)
Ponte sul fiume Gornalunga lungo la S.P. 74 in prossimità dei territori comunali di Belapasso, Motta S. Anastasia, Paternò e Palagonia e per non parlare dei ponti di Porticello a Lipari di cui "Il Notiziario" ha scritto di tutto di piu' e dentro dorme pure l'eremita Pasquale...

 

 

Caro Direttore,
Ma cos'è il Mes? Giorni di roventi accuse e valanghe di insulti? Chi lo vuole?
Ma il MES è roba stravecchia!
Si tratta di un fondo nato nel 2012 e finanziato da tutti gli Stati membri
per offrire sostegno economico ai Paesi in difficoltà.

Veramente noi non siamo in difficoltà, siamo ricchi a palate!
Chi vi accede ha però delle precise regole da seguire, in materia soprattutto di risanamento economico.
Infatti noi italiani siamo tutti sani. Stiamo tutti benone.
La riforma di cui si parla vorrebbe rivedere i meccanismi di accesso: un esempio è l’introduzione dell'obbligo per lo Stato che vi accede di ristrutturare il proprio debito.
Ma noi italiani , pur avendo una valanga di debiti, viviamo da nababbi, cosa ce ne frega del Mes?

Ecco un bella risposa politica, fa piacere sentirla pronunciare, forte e chiara. Rimbomba su tutto il Continente.
Finché ci sarà un governo guidato da me l'Italia non potrà mai accedere al Mes”.

Cosi il Presidente del Consiglio, ha deciso per il " NO". A noi non serve il MES. l'Italia , si dissocia, non partecipa, si allontana, Paese sempre menp credibile.
Merita un grande applauso: " Noi marceremo diritto" di vecchia Mussoliana memoria.

Caro Direttore,

"E se telefonando......io potessi dirti addio..ti chiamerei........ Se io rivedendoti..fossi certa che non soffri.....ti rivedrei....."

ovunque siamo spiati, malgrado ogni precauzione. Sistemi super " intelligenti" , copiano la nostra voce, s'insinuano leggendo il pensiero, ove " l' inesistente" prende forma di " reale".. partorendo nostri " sosia" di ogni tipo. Sempre piu' siamo aggrediti da ogni sorta di falsi messaggi, in ogni lingua del mondo, tutto cio' rende la nostra vita un inferno. E noi sai a chi credere.
Ovunque dei micro-satelliti scrutano cosa pensiamo, siamo in balia di " pulci " nel caffè al mattino, entrano, astute, nelle nostre teste.

Anche se sei protetto , se rispondi al tuo personale, segreto, inaccessibile, in profanabile

telefono : o sai con chi parli, tieni gli occhi aperti, buone orecchie, oppure ti hanno informato male. Tutte le scelte sono pericolose. Liberamente, fiducioso hai preso in mano il telefono, in buona fede, come sempre avviene, non hai dubitato, attendi, ascolti e rispondi.
Ammesso che tu sia convinto che stai parlando con chi "conosci" , o almeno ritieni esserlo, perché chi controlla te lo ha confermato, tu sei in perfetta buona fede.
In questo caso nessuno puo' dubitare delle tue giuste intenzioni, la telefonata è ok. regolare.
Non esiste nessun pericolo, poi, tutto arriva improvvisamente, sei paralizzato, cambia tutto.

Tutti noi abbiamo subito uno " scherzo": lo "scherzo" quando si palesa, ti arriva come "un colpo di lupara" che frantuma porte blindate, attraversa muri di acciaio, ogni struttura di alta sicurezza, super protetta. Il tuo nemico sa i tuoi gusti, ti ha studiato . Conosce intimamente le tue " voglie".
Ha capito che hai sete di " Potere". Sei carico di voglia di strafare. E questo rischio si paga.
E ti arriva la raffica , che ti mette a terra, che immediatamente sfugge via, segue un percorso che tu non conosci. Ti scopri nudo. Un essere maligno, subdolamente, ti ha " usato", in piena luce del giorno, ti ha " fregato"...dispiace. Ti hanno messo in trappola, troppo tardi ! Inutile piangere "sul latte versato". Lo " scherzo", non è mai giocoso, lo sembra. In realtà è un disonesto, pericoloso crimine, dietro al quale si celano volti ed interessi della malavita.

Chi lo ha patito , lo tiene bene a mente, ne soffre. Lo "scherzo" fatto da bambini fa parte dell'infanzia felice, età dell'oro. Solo gli adulti sanno fare del male, concepiscono odiosi "scherzi".
L'inganno è fatto ad arte Se poi tu continui a rispondere, insisti nel loro ...gioco, ci vuole molta accortezza e continuità nel tenere viva una conversazione di cui si conosce chi sia dall'altra parte del telefono...sicuro di essere " in onda", nel rispondere, nel ragionare, nel concordare, convinto.. che tutto fili liscio... Lo "scherzo", o " beffa", in tutta la sua preoccupante evidenza, si " concretizza" solo dopo che hai capito che in realtà non esiste nessuno al telefono che tu conosca. Ti viene una rabbia, esplodi, ti hanno " violato", ingannato, distrutta la tua privacy. Sei stato raggirato, da falsi " politici".

Sicuramente il tuo potere, la tua posizione di " manager", o meglio di " leader", di " Capo Assoluto ", si è immediatamente " afflosciata", resti con la lenza vuota in mano ed il pesce ti ha beffato, sparito nel nulla, ti fa " marameo... Ormai la tua alta posizione " dominante", si è incrinata, come risvegliarsi improvvisamente da un brutto sogno. Ti senti nudo, indifeso, ma nessuno ti ha fatto un cenno, una mossa...perché nessuno ha saputo "o peggio di " leader", in un lampo di genio, qualcuno ha bloccato la telefonata?

Peggio ancora non averlo fatto direttamente, posizione delicata, da " Capo dei capi", nostro punto di riferimento politico, altissimo baluardo della Costituzione. Perché nulla hanno combinato i potenti tuoi " controllori"! Tutti questi delicati aspetti non sono ancora emersi alla luce.
Solo allora , tardivamente, ti rendi conto che ti hanno " turlupinato" . Sei stato depredato.
Atroce dubbio : se parli per 20 minuti, praticamente a vuoto, e nessuno ti avverte, stranamente convinto che qualcheduno ti ascolti, vuol dire che tutti i controllori della tua sicurezza, sono perfettamente informati che la cosa è perfettamente normale.
Come sostengono i " controllori" che sia stato uno "scherzo"? Spaventa la loro ingenua superficialità. Quale sarebbe la loro funzione? Farti fare "brutta figura"?
Allora, come appare, non sono in grado di fare il loro lavoro: è mancata la protezione .
Meglio attrezzarsi per il futuro.

Conclusioni: c'é chi dice :...ma non è successo niente, "quella conversazione non cambia nulla."
Questo tardivo, imbarazzante comunicato diventa " un macigno storico ".
Dove buona fede e incapacità, se non quel pizzico di menefreghismo, si mescolano in un assai imbarazzante oscuro " affaire", che sconquassa l'intera struttura portante della tanto agognata " Riforma delle Riforme". Una ombra nera, di cattivo presagio, aleggia sulle prossime elezioni politiche europee.

N.B. "Se Telefonando", musicato dal maestro Ennio Morricone. Il testo lo hanno elaborato Ghigo De Chiara e Maurizio Costanzo. La voce che lo ha reso brano immortale è quella di Mina. Era il 1966.

Caro Direttore,
abbiamo bisogno di buoni giornalisti, come lo era Gianni Minà, di persone che si dedicano a raccontare cosa succede, onestamente, direttamente senza essere “ bloccate”, ridotte al silenzio, emarginate. 
La cattiva informazione, dei falsi “ interessi”, ha prevalso su ogni “ bene” , siamo immersi in una turpe guerra, di infinite tragedie, ed oggi siamo tutti chiamati a difendere la nostra cultura , i nostri valori. Tutti noi insieme. Non c’è futuro se non reagiamo tutti insieme contro il mostruoso totalitarismo, chi ci vuole distruggere. 

E tutti noi, lettori e commentatori, con il Notiziario: fermiamo l’orrore della guerra. Leggo e trasmetto: Adriano Panatta ricorda Gianni Minà: “ Riusciva a fare quello che gli altri non riuscivano. Straordinario giornalista, di rara umanità. Le sue interviste non erano un modo per farsi pubblicità. Ottenere promozioni, consensi, applausi, amava e mirava alla “ persona”, senza altri interessi”. 

Adriano Panatta ricorda Gianni Minà in un’intervista rilasciata a La Stampa. In particolare, parla della finale degli Internazionali d’Italia al Foro Italico, nel 1976. Panatta affrontava Guillermo Vilas. Minà era presente. Si avvicinò a Panatta con il microfono in mano e gli chiese, in diretta tv, durante un cambio di campo: “Adriano come ti senti?”. 

L’ex tennista ricorda quell’episodio: “Oggi una cosa del genere sarebbe impossibile. Per un giornalista è diventato quasi impossibile fare un’intervista normale a un giocatore, figuriamoci entrare in campo durante la partita. Ci sono come degli sceriffi: se ti avvicini ti arrestano. Gianni era così, riusciva a fare quello che gli altri non pensavano nemmeno”. 

Panatta aggiunge: “A quei tempi eravamo già amici, cenavamo spesso insieme, quindi in realtà vedermelo spuntare vicino non mi diede neanche fastidio, anche se in quel momento stavo perdendo. Magari ad un altro avrei dato una racchettata in testa… Ci provò poi una seconda volta, e allora lo fermarono. Quindi credo che rimanga un episodio unico, nella storia del tennis e forse dello sport. E irripetibile. A Gianni, del resto, che volevi dirgli? Era amico di tutti. A quei tempi ci trovavamo spesso insieme, a casa sua, con noi c’erano Gianni Boncompagni, Franco Bracardi, Mario Marenco, Renzo Arbore, erano serate molto divertenti”. 

Sul Minà uomo: “Gianni era, soprattutto, una brava persona. Mai malizioso, come i giornalisti, anche per mestiere, a volte devono essere. Mai sopra le righe. Non inseguiva lo scoop per lo scoop; piuttosto cercava la storia, puntava a interpretare i sentimenti di chi aveva davanti. Il suo modo di fare era rassicurante, per questo riusciva a metterti sempre a tuo agio. Le sue non erano interviste tecniche, non parlava di tattica, di colpi. Gli interessavano le persone, i risvolti umani e psicologici”. 

Giocava a tennis? 
“No, a tennis non giocava: diciamo che non aveva proprio il fisico e l’attitudine dell’atleta. E poi era pigro, non faceva sport e per questo lo prendevo in giro. Ma non si arrabbiava mai”. 
Come riuscì a intervistare Fidel Castro?  
“Una volta, ai tempi della motonautica, andai a Cuba per una gara del mondiale. A quei tempi lavoravo per Tele Monte Carlo, la Rete 7 di oggi. Facevo i servizi per il telegiornale e alla gara d’esordio si presentò Fidel Castro. Ci salutò tutti, poi stava per montare sullo starter, la barca che dà l’avvio alle gare. Mi feci coraggio e da lontano gli dissi: ‘Comandante, sono un amico di Gianni Minà…’. Castro si fermò, mi guardò e mi sorrise: ‘Gianni Minà, certo. Allora vieni, vieni con me…’. E ottenni l’intervista”. 

Caro Direttore,
Tutto tranne, nella Repubblica, che rispetto della Legge. C’è profondo marasma nei conti pubblici, siamo a secco, si cercano soldi nelle blindate cassette di sicurezza. Leggo della lotta all’ultimo sangue, tra divisioni , aspre accuse e contrasti, tra Magistrati “ togati” e Magistrati “ ordinari”. Lotta di Classe? Si sciopera, si litiga, tutto il sistema è fermo. Si pena. Repubblica nel Caos: cosa ci stia a fare il Consiglio Superiore della Magistratura, inaffidabile, lo chiedo ai tuoi lettori.
Malgrado ogni richiamo alla Legge, dai massimi vertici, tutto rimane immutato. Continua la pessima politica, dei due partiti al governo, “ ti copro se tu mi copri”.. le carte sono truccate.
Permane l’inconcludente marasma che regna a Palazzo Chigi . Si avverte il soporifero vivacchiare del nostro Presidente Conte, elegante Ponzio Pilato, bella inutile presenza, banderuola altalenante, mentre non cessa la processione di Alti magistrati tutti beccati con le mani in pasta, indagati, smascherati, truffatori, mai radiati, che “ trafficano” con altri, magistrati e noti politici, governo ben attento, per indirizzare le importanti nomine degli uffici giudiziari tutte di comodo, unte le ruote, promozioni assicurate, dar libero corso ai loro sporchi affari.
Cosa è cambiato negli anni della Repubblica ? L’avvocato Giorgio Ambrosoli, esempio di alto senso della Legge, venne ignorato ed abbandonato al suo destino dal governo Andreotti, praticamente ritenuto “ nemico dello Stato” barbaramente assassinato l ’11 luglio 1979 dalla mano sanguinaria della potente “mafia politica”.
Il 3 novembre 1978, intervistato dalla Tv svedese, disse ”…certi personaggi, come Sindona, non sono una eccezione. Ce ne sono molti oggi in giro. Cambia il nome, la faccia, ma la sostanza rimane ieri come oggi ”.
Poi, nel silenzio dei giudici, senza troppa enfasi, l’intervista ad Ambrosoli, libera, coraggiosa voce, personalità assai scomoda al governo, sacrificata per ordine del Potere politico, venne trasmessa dalla nostra RAITV solo nel 1986.

silvio_merlino.jpg

 

 

Caro Direttore, 
quanti sono i nuovi casi di cancro/anno? Mai visti prima. Come ci alimentiamo? Cosa respiriamo? Ben vengano i controlli, non solo per le contraffazioni, ma per usare con ogni mezzo scientifico di laboratorio per ogni tipo di contaminazione. Il cancro è in agguato. Non risparmia nessuno. Leggo di “ Spiagge sicure”. Buona volontà, ma non basta. Bisogna andare a fondo. Si approfitta delle “ ferie” per maggiori guadagni, sulla pelle del turista. L’acqua che beviamo è buona? Quali sono i pochi i ristoratori “ estivi” onesti? Sappiamo cosa mangiamo?. C’è ressa ovunque. La massa di turisti è inarrestabile. D’estate una pacchia per i “ falsari”! La speculazione è massima, con il cibo “ senza qualità”. Come si controlla? Stati Uniti e la Cina impiegano tonnellate di antibiotici per la produzione alimentare. E che fine ha fatto la “ buona cucina italiana”? Cosa mangiamo realmente? Secondo la Food and Drug Administration (FDA), l’ 80% dell’uso totale di antibiotici negli Stati Uniti è in agricoltura, con suini e pollame che ricevono da cinque a dieci volte più antibiotici di mucche e pecore. La verdura cosa contiene? E il pesce? Tutta plastica? L’industria usa ogni mezzo per il profitto. Ogni schifosissima materia, a basso costo. Non basta la buona volontà. Occorrono tecnici specializzati, autorizzati a bloccare, sequestrare, eseguire seri controlli di laboratorio , 24 ore su 24 e immediati arresti. I controlli fatti in mare. Bloccare e verificare. Prima dello sbarco. Su ogni veicolo. Su ogni aereo. Senza sosta. Tutto l’anno, non per qualche ora. 
Ormai viviamo in mezzo alla “ contraffazione”. Ci costa miliardi di euro/ anno. (Conterfeiting Intelligence Bureau, 2005). Studi più recenti hanno segnalato come la vendita di prodotti contraffatti o riprodotti a basso costo rappresenti il 10 % del commercio mondiale. Il 27% circa dei prodotti contraffatti proviene dal bacino del Mediterraneo, commercializzato in Europa, Stati Uniti, Africa ed Est Europeo. Il 73% proviene, invece, dai Paesi del Sud-Est asiatico: il 60% viene destinato all’Unione Europea, mentre il rimanente 40% ai mercati extracomunitari. Dove scoppiano epidemie. Nelle maggiori aziende gli antibiotici vengono somministrati ovunque , anche ai pulcini appena nati, tutto ruota sul miserabile profitto. Chi è sicuro del pesce? E le malattie falcidiano i piu’ poveri.

Caro Direttore,

ovunque i governi cercano di ANESTETIZZARE LE NOTIZIE PER FAR CREDERE CIO’ CHE FA LORO COMODO". Quanto siamo distanti dalla Verità.dei fatti..e quanti e quali ostacoli si frappongono tra " il fatto vero" e " la manipolazione finale dell'informazione", tra il governo ed il cittadino, tra il " fatto in se stesso " e la sua " comunicazione" , quindi tra il " lettore" ed il " giornale-editore".

Ovunque si perseguita il buon giornalista, si censura, lo si boicotta fino a farlo tacere. Ogni giorno le persecuzioni aumentano. La democrazia ne soffre. Ne soffrono i cittadini. La libertà di stampa è compromessa. Occorre invece difendere la libertà di pensiero, di critica con ogni mezzo. Recentemente una lettera-appello è stata rivolta al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Si auspica un fondo speciale per la difesa dei giornalisti precari e freelance colpiti da continue minacce e da querele...

Desidero esprimere al Professore Carlo D'Arrigo i miei migliori sentimenti di stima e di simpatia quando scrive tra l'altro.." .La tv monopolizza l’attenzione dello spettatore orientandolo a seguire una notizia effimera distogliendolo da una più importante e che non si vuole evidenziare".

Ben scritto e ben detto. Grazie.

Ecco che il..tema di oggi è rendere " visibile" l'informazione in modo da farla circolare ovunque e comunque per la crescita culturale di tutti i cittadini. Tutti debbono essere informati. al meglio.ed in tempo. Al contrario le lobby, i centri di potere, gli interessi di casta, cercano in tutti i modi di bloccare l'informazione. Il loro motto è : Non si deve diffondere. Non si deve far circolare.

Si vuole stritolare il diritto di cronaca. Vi ricordate gli editti anti libertari di Berlusconi? Le ignobili battute di Renzi, e le orrende liste di proscrizione di Grillo?   Si puo' criticare un giornalista, come pure dissentire, ma non si deve delegittimarlo. La politica ed i partiti sono in confusione. Non hanno idee. Non sanno dove andare. Ci sono continue scissioni che non hanno vita lunga.. . Si continua negli errori di sempre, colpendo i giornalisti " non allineati".I governi usano la mano forte. Riporto per migliore comprensione: " .L’addio di Carlo Verdelli, il giornalista che avrebbe dovuto ridisegnare l’informazione televisiva pubblica, segna il punto più acuto della crisi della Rai «renziana», la Rai che Matteo Renzi un anno e mezzo fa ha affidato alle cure di un manager di sua fiducia, Antonio Campo Dall’Orto. Una crisi che dura da mesi e che, nell’ottica dell’ex premier, consumerà il suo passaggio più paradossale e doloroso tra qualche settimana: a metà febbraio un nuovo talk show di RaiTre, in onda il martedì sera, sarà affidato a Bianca Berlinguer, che l’ex presidente del Consiglio alcuni mesi fa aveva fatto allontanare dalla direzione del Tg3.

Una sorta di nemesi: sia pure dietro le quinte, Renzi si era battuto anche per cancellare un talk show come «Ballarò» e far allontanare il suo conduttore, Massimo Giannini, considerato ostile. Una movimentazione che alla fine ha prodotto un plateale boomerang: il programma che ha sostituito «Ballarò» - «Politics» - ha chiuso anticipatamente e per far risalire gli ascolti il direttore generale, il «renziano»

Campo Dall’Orto, ha dovuto richiamare la ex direttora del Tg3. Una sequenza eloquente: la Rai tutta «politica» di Renzi non è mai nata e la Rai, più ambiziosa, di Campo Dall’Orto si sta sgretolando. 

Riporto alcuni concetti di marketing strategico dell'Amministratore Delegato Antonio Campo Dall'Orto che ha presentato al Consiglio di amministrazione la rotta strategica della RAI tv di Stato. Due applicazioni per la piattaforma web, una per le news ed una per le reti    

Scrive Dall'Orto che chiarisce come l'informazione RAI TV deve essere opportunamente trasmessa al cittadino: " RaiUno: familiare, universale, in sintonia con il Paese, votata all'impegno civile, con grandi eventi e i talenti migliori. RaiDue: affidabile ma sorpendente, eclettica ma anti-conformista, sperimentale ed esploratrice, con un'informazione agile ed efficace. RaiTre: linguaggi innovativi, immagini d'autore. Rai Quattro: sfrontata, divertente, giovane, fantasy.(sic) Ecco la colata di notizie che producono quel certo senso di assuefazione, ci rilassano, danno un senso di ipnosi, non creano apprensioni, sono " digeribili", come tante caramelle dal gusto

zuccheroso.. " RAI UNO si specializzerà nei programmi per bambini e nei cartoni animati" ( sic). Sembra che la linea editoriale RAI TV sia prudentemente attenta a non informare e a non far conoscere.

." Sono quei programmi o quelle rubriche che miscelano l'informazione e l'intrattenimento ("Domenica In" è l'esempio più classico " ..Quelli del Calcio..non esprimono che noia...Oggi pagano il canone solo 15,5 milioni di famiglie, a fronte di una platea generale di 23 milioni" ( sic).   "Anche Rai Scuola può essere sacrificata, se gli accordi con il ministero dell'Istruzione lo permetteranno. Rai Scuola, attenzione, non verrebbe oscurata o cancellata, ma trasferita dal digitale terrestre ad Internet." ( sic)

Evidentemente la RAI Tv intende porsi in una posizione di dominio monopolistico, nel ruolo di " Guardiana intellettuale " degli italiani.

In realtà si diffondono a tutto campo senza alcun ritegno, le cattive maniere, il turpiloquio, l'uso improprio della lingua Chi difende il patrimonio della lingua italiana? .E le nuove generazioni che cosa imparerano dalla Scuola, e dall RAI TV, come potranno competere e farsi capire se parlano assai male e non sanno nemmeno leggere?

Sottoscrivo quanto scrive il Professore D'Arrigo, citando Tullio De Mauro: "ci sono ventiquattro milioni gli analfabeti, i semi-analfabeti e gli incapaci che vivono in Italia. La pubblica amministrazione, sommando dirigenti impiegati d’ordine e factotum, ne occupa poco più di tre milioni. Cercherò di capire dove sono gli altri ventuno milioni.

L'ignoranza linguistica genera povertà, disoccupazione, miseria. Siamo tutti piu' poveri. Il governo ha interesse nella cultura? Il mondo della televisione evolve rapidamente. Poderosi investimenti fanno crescere gli ascolti nel mondo in molte lingue. anche quelle delle minoranze. . Reti TV come CNN ,.BBC, Euronews, ZDF, ARD, RSI, ArteTv,   danno ampio, regolare ed approfondito rilievo culturale, con reportage scientifici in ogni campo dello scibile lungo 24 ore consecutive..

Nella Confederazione Elvetica l'articolo 17 precisa che la libertà della stampa, della radio e della televisione nonché di altre forme di telediffusione pubblica di produzioni e informazioni è assolutamente garantita. La censura è vietata.ovunque. Il segreto redazionale è protetto e garantito.

 
 
 

 

 
 

 

In tema di turismo caotico segnalo questa notizia:

(ANSA) - Come è triste Venezia.!! - Arrigo Cipriani si lamenta: "E' una città 'fantasma', perde cittadini, si abbassano le serrande delle botteghe: è ora di invertire la rotta e tassiamo il 5% per ogni acquisto, esclusi i generi alimentari e i medicinali, per un fondo per incentivare nuove attività e pagare, per esempio l'immondizia: il turismo ne produce tanta".

E' la ricetta di Arrigo Cipriani, patron dell'Harry's Bar di Venezia, per la città lagunare. "Le città più importanti del mondo, come New York o Dubai per citarne alcune, già lo attuano, perché non lo fa Venezia?".

Cipriani non è d'accordo sul numero chiuso dei turisti: "tanto a Venezia ci vengono lo stesso, anche se vuota."

Un declino che è iniziato 30 anni fa e ce ne vorranno altrettanti per riportarla vicino alla normalità".

"Venezia deve costruirsi una barriera spirituale che qui non esiste più.

Si può iniziare - propone - a recuperare la cittadinanza e lo si farà solo col lavoro. I turisti sono quelli che sono - ammette - e non si possono fermare".

---Torino-Vinovo . Dopo Cambridge ed Oxford oggi nasce ufficilamente la scuola internazionale Juventus College. Il gioco del calcio in Italia diventa, con tutti gli onori, " Titolo di Studio ". Ecco che senza alcun bisogno di normazioni e decreti del Ministero della Educazione, e nemmeno di fondi Europei.....nasce la scuola internazionale del moderno calcio , per ogni piede buono e fine testa. Forza ragazzi.

Con la famiglia Formiga prosegue un rapporto che dal 2014, ha preso il via con la collaborazione didattica all’interno del Juventus College a Vinovo, che ha visto diplomati i primi ragazzi della nostra Primavera». 

I costi stimati per la scuola si aggirano intorno ai 19,5 milioni di euro, sostenuti dal fondo immobiliare chiuso che ha finanziato in parte la costruzione del Juventus Village. La lingua curriculare sarà l’inglese .

Gli insegnanti tutti di livello, vengono selezionati prioritariamente in Gran Bretagna ( Brexit permettendo).La didattica sarà digitale, immersiva, basata sull’uso di iPad, gli ambienti all’insegna della tecnologia più innovativa.

La consegna della struttura avverrà tra pochi mesi, nell’estate 2017: previsto un «open day» l’11 febbraio.Titoli di studio calcistici fatti tutti grazie ai buoni piedi. Realizzata in collaborazione con la famiglia Formiga, sorgerà nell'ambito del campus per 700 studenti, tutti con quoziente intellettuale tra i piu' alti per il calcio, grazie ad un tappeto erboso di 8.500 mq, che comprende anche 50 moderni alloggi, con piscina, palestra e auditorium.

La scuola del Pallone "Juventus College" sarà la prima di tante altre anche per altre discipline....."La prima boarding international school - ha spiegato l'amministratore delegato della Juventus Aldo Mazzia - s'integra perfettamente nel progetto nato nel 2012, che intende riqualificare l'area della Continassa".  

La retta richiesta per la frequenza di questa «scuola straniera in Italia» - che partirà sin dal kindergarten, scuola dell’infanzia e «primo grado» (5 anni), sarà di 8-9 mila euro a testa , fino ai circa 16 mila a testa per frequentare la high school.

Ottimo il connubio tra formazione ( piede) e tecnologia digitale( testa) . Questo si che è progresso..

---Caro Direttore, grazie..

il Consiglio Comunale di Lipari visto in diretta, dimostra di possedere spiccato senso civico e alto senso di responsabilità. Si avverte una certa svogliatezza... andiamo verso l'Epifania...... che tutte le Feste si porta via.....Quanti sono gli " Ignoranti " che circolano nel mondo? Intendiamoci "ignorante " nel senso che " ignoro".

A proposito di banche... Cosa sono i "bonds"? Io personalmente non ne so quasi nulla.

Da tempo mi tengo lontano dalla banca.  

I miei amici invece stravedono per la Signora Direttrice che dirige in una certa filiale del Monte dei Paschi. I miei amici sono elettrizzati quando le possono parlare. Eccoli in fila.. in banca

La Direttrice sa parlare bene. Elegantemente, sa convincere. Sa vendere ogni tipo di titolo. Ci sa fare. I miei amici la invidiano Che bello. Sono attratti dal miele delle costose polizze assicurative dal profumo dei rendimenti variabili .. " Vedrete che buoni interessi vi daranno".." Non vi preoccupate..sono sicuri"...Sono offerte che non si possono rifiutare. La banca è solida, dicono. Si puo' stare tranquilli. Noi siamo seri. Chi vive a Siena adora il Monte dei Paschi di Siena. Ma chi è ignorante, come lo sono io, non sa che cosa si trama a Siena..

Oggi, è incredibilmente facile offrire consulenza per investimenti in Borsa... e pure relativamente semplice riuscire a piazzare e vendere, obbligazioni subordinate..attenzione cari lettori .. valgono zero..   azioni , se non obbligazioni di un istituto di credito praticamente fallito e non quotato in borsa  di cui si cerca di ignorare i bilanci, la consistenza patrimoniale, l'esposizione debitoria, come se fossero forme di risparmio sicuro, in piena fiducia, con rischio praticamente zero, analogo ai titoli di Stato. Esci dalla banca e sei fottuto. Raggirato, derubato. I miei amici si sono fidati.

Poi si scopre che tutto era vero. Lo sapevano tutti. Lo sapeva il Governo. Lo sapeva il Ministro. Lo sapeva la BCE.... Lo sapeva la Direttrice della Banca. Lo sapevano cani e porci.

Siamo a gennaio 2017 ecco che il debito pubblico Italiano ha fatto un nuovo balzo in avanti..cresce di miliardi al giorno... fa sanguinare i nostri corpi, mentre il nuovo governo , nuovo artificioso pasticcio costituzionale, ne carne nè pesce, è milioni di anni luce assolutamente assente dai veri problemi degli Italiani.

Una pioggia di nuove tasse sta per caderci addosso, lo dicono tutti...per coprire una nuova, spaventosa falla di un governo incapace, una   nuova emoraggia di oltre  20 miliardi di euro di cui almeno 8 “ipotecati” per il " risanamento Monte dei Paschi di Siena... " al netto delle sofferenze passate, mai sanate". Che paghiamo noi.

Eccoci ben serviti. Grazie Conte Gentiloni, siamo stanchi di tante chiacchere inutili, politiche dissennate, iniziative disastrose, pasticci elettorali, elezioni forzate, tutto in fretta e furia, senza cura, malfatto, senza elezioni, senza la volontà popolare...le massime cariche dello Stato in agitazione, cercano di tamponare le falle...con fattura finale a carico del contribuente.

Fallito il governo Renzi, si ritorna allo stesso punto. Siamo nel pantano fino al collo. Cornuti e mazziati.

La bella storica banca "Banco dei Monti di Siena" in soli tre anni di inutili, rabbiosi , sterili vertici... ha raccolto e vaporizzato  10 miliardi di aumenti di capitale. Cosa succede a Siena? Cosa si trama nel Palazzo? Ed il governo interviene inutilmente per sanare il cancro che la devasta.

Ma come? Truffando? Ecco milioni di " ignoranti" correntisti, raggirati, completamente denudati dei loro beni, mentre occorrerà da subito un'altra pioggia di tasse da almeno 400 milioni di euro per “ammortizzare” l’acquisizione da parte di Ubi di 3 delle 4 banche oggi stracariche di debiti, di tanta carta straccia.

Buona Befana a tutti.

---Progressivamente, quasi senza accorgerci, fatalmente... un cerchio di morte si sta chiudendo sopra di noi. E' Natale. Molti di noi, increduli, fotografano felicemente le vittime di attentati...come in una festa tra amici.Ci sono anche.... dei cadaveri! Che bella occasione... . mandiamo una bella foto agli amici per Natale?

Non bastano le raffiche di attentati a svegliare le nostre coscienze assopite. Ed ora che facciamo? Aspettiamo la prossima bomba sotto casa?

La sera del 19 dicembre 2016: un altro spaventoso bagno di sangue in Germania, assassinati a sangue freddo decine di nostri cari amici tedeschi. Violati i nostri piu intimi sentimenti. . Calpestato nell'odio, il Natale Cristiano e la Pace tra gli Uomini. La Germania è nuovamente in lutto. E con la Germania è in lutto tutto il nostro mondo. Siamo addolorati. Siamo stanchi . Come dobbiamo difenderci se   sono in pericolo la nostra storia, la nostra cultura.e la nostra fede?

Il Servizio di Controspionaggio Militare tedesco (Amt für den Militärischen Abschirmdienst - MAD) ha reso noto che oltre 20 giovani islamisti aspiranti terroristi o simpatizzanti dello Stato Islamico , pronti a morire per la causa islamica, risultano infiltrati nel Bundeswehr ,esercito tedesco, e si sta indagando su altri 60 potenziali casi.

L’allarme era scattato già ad agosto scorso, quando il MAD aveva rilevato un sensibile aumento di domande di arruolamento con ferma breve per ottenere l'addestramento all’uso delle armi da parte di giovani islamici. La scorsa estate erano stati confermati altri 24 casi scoperti tra il 2007 e il 2016, e non è escluso che alcuni degli infiltrati tutti terroristi islamici, siano poi andati ad unirsi allo Stato Islamico in Iraq e Siria.

Il 19 dicembre 2016: L’attentato terrorista islamico è l’ultimo episodio di violenza che ha insanguinato negli ultimi mesi la Germania:

– 18 luglio: un profugio pakistano ha ferito 4 persone su un treno vicino a Wuerzburg prima di essere ucciso dalla polizia.

– 22 luglio: a Monaco di Baviera il 18enne David Sonbody tedesco-iraniano, scoperto depresso sotto trattamento farmacologico, spara con una pistola contro un gruppo di persone in un centro commerciale: uccide 9 persone e ne ferisce 25 prima di suicidarsi.

– 24 luglio: un kamikaze profugo siriano che aveva appena giurato fedeltà ad Isis, Abu Mohammad D

Daleel, fa esplodere uno zaino imbottito ad Ansbach in Baviera ferendo 15 persone. L’unica vittima fu lo stesso Daleel.

– Lo stesso giorno un altro profugo siriano, armato di coltello a Reutlingen uccide una collega, una donna polacca incinta e ferisce altre due persone prima di essere neutralizzato da un passante che lo investe con l’auto.

– Il 26 novembre un bambino di 12 anni, iracheno nato in Germania ha tentato di provocare una strage in uno dei più grandi mercatini di Natale del Paese, a Ludwigshafen, in Renania-Palatinato, cercando di far esplodere nell’affollato mercatino uno zainetto che conteneva una rudimentale bomba con chiodi.

Dalle ultime tragiche notizie il quadro politico si fa nitido, chiarissimo : l'Unione Europea è ormai da tempo sotto pesantissimo attacco terroristico. I cittadini tutti sono in pericolo mortale..Sta crescendo ovunque il terrore. Inutile sottovalutarlo o far finta che non esista. O vogliamo negare i fatti?

1) Belgio : BRUXELLES - 2006, un attentato antisemita: si lamentano quattro morti al museo ebraico di Bruxelles. A ucciderli, a colpi di kalashnikov, un ex militare francese legato ai terroristi dell'Is.

2)- Francia - Parigi 2015, 7 gennaio 12 morti e 11 feriti sotto il fuoco che ha colpito il giornale parigino CHARLIE HEBDO -- Un noto giornale francese ed i suoi redattori colpiti a morte per aver pubblicato vignette giudicate, dai terroristio islamici, contro l'islam, il suo profeta..ossia oblasfeme. " Voi Cristiani...dovete morire" .siamo tutti nel mirino dei terroristi islamici, assassini senza pietà . L'attentato è stato rivendicato da Al-Qaeda , branca yemenita.

Il 9 gennaio 2015 , nuovo attentato un terrorista del 7 gennaio... si barrica in un supermercato kosher a Porte de Vincennes, uccidendo quattro persone.
Ancora Francia - Ancora PARIGI - Il 13 novembre 2015 Un feroce attacco terrorista islamico colpisce il Bataclan, una moderna sala per concerti nell'XI arrondissement, assai frequentata dai parigini, non lontano dalla sede di Charlie Hebdo. Il bataclan è sotto attacco terrorista. Pianificato da belve feroci. Sono esplosi contro i presenti in sala centinaia di colpi di kalashnikov Raffiche che mietono vittime innocenti. Contemporaneamente altri gruppi armati attaccano indifesi cittadini francesi. Scoppiano alcune granate attorno allo Stade de France, alla periferia della capitale francese, dove era in corso l'amichevole di calcio Francia-Germania. Si teme il peggio. Lo Stadio è stracolmo di tifosi tedeschi. Si continua sparare anche al  Beaumarchais e in altre due strade. Tensione e paura ovunque. Dieci i membri del commando terrorista islamico sono arrestati .


3)- Spagna : MADRID: - l'11 marzo 2004 lancio di bombe su binari e treni regionali nelle stazioni di Atocha, El Pozo, Santa Eugenia, stracolmi di lavoratori spagnoli. Attentati   organizzati da fanatici islamici, causano 192 morti e oltre 2.000 ferit Vengono ricordati anche con la formula 11-M o M-11 in parallelo con l'11/9 delle Torri gemelle di New York 2001.

4)- Regno Unito- LONDRA - Ferrovia metropolitana piena di operai e dipendenti : Il 7 luglio 2005, 52 operai, impiegati, commuters.. gente comune vengono uccisi in quattro attentati suicidi che colpiscono, nell'ora di punta, tre diverse stazioni della metropolitana e un autobus. Due le rivendicazioni, entrambe attribuite a gruppi legati ad al Qaeda, come risposta al coinvolgimento britannico in opearzioni militari in Iraq e in Afghanistan. Il 21 luglio il terrore colpisce ancora.....si susseguono altre quattro esplosioni che colpiscono la metropolitana e anche degli autobus.

5- Danimarca: COPENAGHEN - 14 febbraio 2015 Un terrorista armato fino ai denti uccide un civile e ferisce tre poliziotti durante una conferenza in cui si ricordava la fatwa iraniana contro Salman Rushdie e la sua presunta blasfemia. La notte successiva 15 febbraio , un'altra sparatoria presso la grande sinagoga della capitale danese, dove si stava svolgendo una cerimonia ebraica, un "bar mitzvah": un componente della comunità ebraica di 37 anni rimase ferito a morte.

Durante il dibattito organizzato in ricordo della strage compiuta dai terroristi islamici al giornale satirico francese, poco prima delle 16, una raffica di colpi d'arma da fuoco ha crivellato le finestre del locale, noto in città per i suoi concerti jazz. Più di trenta proiettili sono rimasti conficcati nella vetrina. La polizia danese ha confermato che nell'attacco è morto un 40enne, mentre tre agenti sono rimasti feriti L'attentatore si è dileguato a bordo di un'auto nera, una Polo Volkswagen, ritrovata poi dalla polizia che ora sta indagando per "atto di terrorismo". E' il premier danese Helle Thorning-Schmidt a confermare ufficialmente la matrice terrorista : "La Danimarca è stata colpita oggi da un cinico atto di violenza e tutto ci porta a credere che la sparatoria sia stata un attacco politico e quindi un atto terroristico".

6) Belgio -Ancora Bruxelles 23 marzo 2016 . il cuore dell'Europa, è sotto attacco. Nel mirino l'aeroporto e la metropolitana: i morti sono 31 e almeno 250 i feriti, come fa sapere alla fine di una giornata convulsiva il ministro della Sanità belga, Maggie De Block. Prima due esplosioni allo scalo aeroporto di Zaventem, alle 8 del mattino, che hanno ucciso 11 persone.
Dalle foto si risale a tre individui, spingono come tutti gli altri carrelli con le valige. Ma hanno guanti neri in cui forse nascondono i detonatori. Si nascondono tra la gente. Dei tre due si fanno esplodere, uno è in fuga, la polizia nelle ore successive dirama l'identikit e l'appello a testimoniare, a raccontare ogni dettaglio, anche un piccolo particolare può essere d'aiuto.
Un'ora dopo un'altra bomba è esplosa in centro, alla fermata del metrò Maelbeek, vicino ai palazzi delle istituzioni europee: qui i morti sono almeno 20.

Bruxelles è blindata, per ore resta irraggiungibile, palcoscenico di un nuovo assalto all'Europa che segue di tre giorni l'arresto di Salah Abdesslam il principale ricercato per gli attentati di Parigi del 13 novembre.

7) Ancora il Belgio vive ore di terrore 29 aprile 2016   - Cresce la paura di attentati terroristici contro le centrali nucleari in Belgio dopo la strage di Bruxelles.

8) -Francia-Nizza 14 luglio 2016, si passeggia lungo la " Promenade des Anglais.... .la gente festegggia : sono le 22:30 un camion dei terroristi si è lanciato sul pubblico riunito per la festa nazionale .I testimoni raccontano di colpi di fuoco sparati dalla polizia per fermare il camion nella sua corsa folle, lunga ben due chilometri e a zig zag, per fare più vittime possibile. In quel momento stavano esplodendo in cielo i bengala che festeggiano la presa della Bastiglia.

Un lago di sangue . almeno 84 morti e un centinaio di feriti di cui 18 in condizioni gravissime. Almeno 54 bambini sono ricoverati all'ospedale Lenval.

7) - Svizzera- Zurigo 19 dicembre 2016 : sono tre le persone che sono rimaste ferite a seguito di una violenta sparatoria avvenuta nei pressi di un centro islamico. Non è nota la gravità delle lesioni delle persone coinvolte. La zona dove si sono svolti i fatti, vicino alla stazione centrale, è stata isolata dalla polizia. Secondo i media locali, la persona che ha aperto il fuoco si è data alla fuga.

8) Turchia - Ankara- 19 dicembre 2016: brutalmente ucciso da un colpo di pistola Andrey Karlov, l’ambasciatore russo in Turchia, durante il suo intervento alla mostra fotografica intitolata La Russia attraverso gli occhi dei turchi, nel Centro d’arte contemporanea di Cankaya. Tutto in diretta Tv. L'ambascitore russo è colpito a morte mentre sta per cominciare a parlare.

L’attentatore, un poliziotto entrato nel centro mostrando il tesserino, ha urlato, brandendo la pistola carica “Non dimenticatevi di Aleppo e della Siria, Dio è grande. Voi ci uccidete ad Aleppo, e voi morite qui” e poi è stato ucciso, non prima di ferire altre tre persone. Il killer è stato identificato come un agente di polizia fuori servizio. Secondo il quotidiano Sabah, il suo nome è Mert Altintas. Ventidue anni, si era diplomato nel 2014 all’accademia Rustu Unsal di Smirne.

L’uomo parlava in turco e inframmezzava il proclama con espressioni in arabo come “Allah Akbar” “jihad”, “Aleppo”, “Siria”.

L’attentato si è verificato il giorno prima della riunione a Mosca tra ministri degli Esteri di Russia, Iran e Turchia per discutere della tragica situazione di Aleppo.

E seguono le proteste di massa organizzate ad Ankara e Istanbul contro le rappresentanze diplomatiche russe e iraniane, accusate dai manifestanti di essere responsabili della mancata evacuazione di migliaia di civili inermi e senza alcun rifugio dalla città martire.

Caro Direttore...

leggo che un suo lettore del Notiziario delle Eolie che ancora una volta scrive: Questo é quanto di più sintetico siamo riusciti a mettere insieme sul referendum con grande onestà intellettuale e nel rispetto della verità . Sappiamo che non è tutto , ma non vi è dubbio che abbiamo trattato la parte più controversa e più significativa . Adesso,volendo, il cittadino è in grado di discernere , con più convinzione , le ragioni del SI e del NO e votare convintamente SI o NO . A questo punto a te elettore la scelta . Per quanto ci riguarda noi voteremo convintamente SI .

Desidero precisare che: A) Non vedo - scorrendo le parole dello Scrivente-   alcun dato che metta in luce-pur con qualche delusione-   per lo meno alcuna   " grande onestà intellettuale ...

B " Non ravvedo quale possa essere la logica in campo... ed assomigliare al " rispetto della verità...Quale Verità?

C) Altrettanto mi resta assai oscuro - se non in mezzo a tanta spessa nebbia- che cosa s'intenda per ...un minimo di " parte controversa". Al contrario il tutto resta poeticamente avvolto in un pasticcio ontologico di rara insensibilità......di scrivente ... senza capo e ne coda. .

D) Assolutamente inverosimile che oggi il Cittadino..il comune cittadino italiano.. senza avere solide basi di profondi studi di diritto, storia, filosofia ...economia e finanza ..fortificate da sensibile acume personale. studi e ricerche in tutto il mondo dello scibile..aperto a tutte le ipotesi... sia in grado di discernere cio' che si cela dietro ad una materia di Diritto Costituzionale che modifichi , annulli...mortifichi.. norme preesistenti.....

.Ecco che ignorantemente , quanto ignobilmente,   si mette a repentaglio con il Si la Libertà dei Cittadini.italiani....soffocando ogni libera voce...immettendo tanta carne indigesta sul fuoco..mescolando il sacro ed il profano...urlando per le piazze d'Italia ogni orribile profezia di imminente peste bubbonica.. sconvolgendo la vita e gli affetti piu' cari dei cittadini..avvelenando l'arena politica con ogni sorta di malsane previsioni..facendo dell'intera penisola italiana un suo personale bordello.

Evidentemente per il Lettore Scrivente votare Si o Non è la stessa cosa... Cordialmente. Mi affido al buon senso dei tanti lettori del " Notiziario delle Eolie". Votiamo con coscienza , non con pregiudizio.

Un caro saluto dalla libera Svizzera...

 
   

 L'INTERVENTO

di Felice Lopes

Egr. Sig. Sequenzia,

sarò sintetico nella risposta alla sua nota , perchè non voglio seguire il principio andreottiano che dice non importa quel che dici basta che ne parli. Conseguentemente , non parlerò nel dettaglio della sua lettera , ma farò soltanto rimarcare l'acredine con cui è stata scritta . E' in piena sintonia con chi voterà NO il 4 Dicembre giustificandolo con menzogne , vaffa e vota con la pancia e non fidarti più del tuo cervello. Il mio stile è la buona educazione e il rispetto dell'altro e votare convintamente e scientemente SI. Distintamente.

Da ora in poi piu' chiarezza fiscale, precisione, onestà e conti in ordine. E non solo per il giorno dei morti. E vale per tutti, ricchi e poveri.   Si tratta di una innovativa proposta del Disegno di Legge che disciplina tutte le attività funerarie sul territorio nazionale, concerne tutto quello che potrebbe essere "normalizzato" dopo la nostra morte, attraverso procedure di Legge. .

Le cronache giudiziarie segnalano che “ da nord a sud, l’attività funebre e cimiteriale si è deteriorata divenendo oggetto di indagini di organi di polizia e della magistratura e, quasi ogni settimana, emergono nuovi fatti che documentano nuovi reati, di raggiri, traffici illeciti, messi in atto da operatori sanitari, collusi con alcune "imprese funebri" non ben identificate, tutto ai danni delle famiglie, eredi, dei congiunti deceduti che hanno dovuto subire pesanti ricatti”. .

Se la proposta venisse approvata tutte le spese funebri diventerebbero obbligatoriamente assoggettabili a Iva con un’aliquota del 10%. Si alzerebbe anche la soglia legale di detrazione Irpef per le spese funerarie al 50%. Ma quali sono le imprese funebri oneste? Chi ci tutela dalla concorrenza sleale?

Il Disegno di legge, ancora oggi in discussione, propone di introdurre un contributo di 30 euro per ogni funerale o altra operazione cimiteriale con l’obiettivo di coprire i vari costi di vigilanza, su molti aspetti amministrativi e di controllo che spesso non si registrano.

Dai controlli fiscali dei funerali, da noi in Italia, se ne parla poco, preferendo il silenzio. Questo disegno di legge nasce da volontà parlamentare che fa chiarezza in un mondo del lutto, del dolore, ed indaga su quello delle imprese funebri e delle loro tariffe , facendo luce sui costi delle varie cerimonie collegabili all'evento della morte, in cui talvolta prospera e regna l’illegalità.

Gli esempi di truffe non mancano, ma il timore di essere a nostra volta accusati non rende giustizia a nessuno. Il dolore , lo smarrimento sono molto forti di fronte alla morte, ecco che spesso ci sono gli altri che se ne approfittano. Si viene a sapere che se un impresa funebre supera i 1000 funerali all’anno dovrà dotarsi di almeno 4 mezzi propri, di avere a libro paga almeno 12 dipendenti, e di un direttore tecnico responsabile personalmente, che dovrà essere sempre presente durante il funerale.

Dopo i 300 funerali all’anno i mezzi di trasporto, opportunamente controllati tecnicamente, dovranno essere almeno 3, con la presenza in azienda di altri 6 dipendenti e di un direttore tecnico responsabile.Ma chi controlla se l'impresa " funebre" rispetti la Legge ?

Il mercato è oggi aperto senza controllo...e molte imprese " funebri" sanno muoversi sul mercato e prosperano.Illecitamente si introducono nelle case o nelle corsie degli ospedali e traggono illeciti guadagni. Chi mai le ha censite? Chi controlla il personale che si introduce - a vario titolo- negli ospedali e comunica i decessi all'esterno?

Spesso si paga a giornata personale avventizio, si prendono in affitto dei carri funebri di cui non si controlla nulla. Sono omologati? Sono in ordine meccanicamente? Ecco che prospera un mercato " parallelo" senza autorizzazione delle autorità competenti. Spesso non esiste una minima trasparenza né sui prezzi , né sulla qualità del servizio finale. Poi c'è la fretta. Ci sono altri funerali....che sono tutti in attesa.Le tariffe variano, ci sono patteggiamenti, sconti...denaro in nero, non esiste controllo. Quale deve essere il minimo costo per un funerale privato? Quanto costa un funerale nelle varie regioni italiane?.

Introducendo la detraibilità più elevata e un sistema di controllo dell’Ausl che viene pagato con i 30 euro , si incentivano i cittadini stessi a richiedere legalità, le detrazioni e quindi si richiedono fatture obbligatorie.

.In sintesi: l’obiettivo principale del Disegno di legge presentato da Stefano Vaccari del PD è quello di disciplinare l’attività funeraria e nello specifico l’obiettivo

è quello di definire i soggetti che possono operare nel settore funebre, tempi e costi, riorganizzare la tipologia dei professionisti operatori del settore, iscritti ad un albo, oltre a riordinare l'attuale normativa che regola il sistema cimiteriale, mettendo fine alla forte evasione fiscale.

 

---Ma chi è Donald Trump? Un uomo che a 70 anni diviene, contro tutte le previsioni, il 45º presidente degli Stati Uniti? Accidenti...ma come ci è riuscito?

Al di là dei suoi rabbiosi proclami populisti, delle sue stravaganti, assurde promesse elettorali, molti americani di ogni categoria, di ogni ceto sociale... lo hanno votato, contro chi lo dava per vinto. Interi Stati lo hanno votato in massa..Trump ha saputo catturare ed attrarre su di sè la vasta onda dell'opinione media dell'opposizione, di coloro che sono stufi, che ne hanno le tasche piene, della stragrande massa di americani che lo hanno preferito ad Hillary Clinton.Un successo senza precedenti.

.Donald Trump ha oggi annunciato che non ha per niente bisogno di 400.000 dollari/ anno per il suo salario presidenziale. Lui ne fa a meno.E lui ne ha di denaro per conto suo. Farà a meno anche della stupenda residenza presidenziale della Casa Bianca?   Ecco come si vincono le elezioni alla Presidenza degli Stati Uniti. Ha rinunciato al suo stipendio.

Una bella mossa. E gli americani lo ringraziano. Donald Trump ha saputo cogliere il momento giusto, ha fiutato ed ha ascoltato le voci delle masse degli insoddisfatti, dei precari, dei tanti disoccupati, dei reduci, di coloro che si sentono traditi. Molti americani che lo hanno votato, oggi vedono in Donald Trump uno di loro. Lo hanno idealizzato, sognando di essere al suo posto, anche perchè è ricco, ha fascino, baldanza, sicurezza. Quando parla .urla, si dimena, convince. Parla fuori dai denti. E non ha debolezze..Comanda. E piace.

Attacca e fulmina chi non lo approva. E' arrogante , poco diplomatico, ha un linguaggio assai povero, ma convince, spopola. Non ha perifrasi, articolazioni, belle frasi... ma va al centro. Sa gestire le sue mani che , con il pollice che tocca l'indice a mano aperta, vanno dritte al cuore...colpiscono l'immaginario collettivo e attirano le simpatie. Ecco Donald farsi largo , riuscire a diventare interessante e convincente.

Spesso dice cose insensate. Cose irripetibili. di pessimo gusto. Ma sa convincere.   Molti sono atttratti dal suo fascino, di uomo che prende cio che vuole, che sa mettere bene le mani sulla donna, a cui non si nega un suo fascino libertino, di perversione, comunque di un uomo sicuro, vincente, di mondo, circondato dal lusso e dalle belle donne. E perchè non starci? Ed il denaro fa il resto. Donald Trump ha saputo cogliere tutte queste debolezze, certe pesanti allusioni...cariche di erotismo a basso costo..fantasie popolari tra coscie e seni, sensazioni che si nutrono di tante false immagini televisive....di un mondo che non esiste se non dietro la telecamera ben piazzata....Un mondo fasullo. Ed ha saputo restare in sella, superando ogni ostacolo cavalcando da vero cow- boy un toro assai furioso. Ha subito ogni tipo di attacco.

Da ogni parte del mondo si sono scatenate le opposizioni piu' feroci. Ancora oggi molti urlano "Via Trump dalla Presidenza". "Non lo vogliamo" ! Ma Donald Trump ha resistito e resiste. Nessuno lo aveva previsto. Ha domato il cavallo furioso ed ha vinto.una battaglia che sembrava persa.

Al momento del voto pochi lo davano per vincente. Anzi . Donald Trump ha invece vinto tutte le opposizioni, ha spazzato via tutti quelli che lo volevano far fuori.Ed ora usa legalmente   tutta la potenza industriale, commerciale ed atomica degli Stati Uniti.

Donald Trump ha nelle sue mani un potere immenso. Oggi Donald Trump, oltre ad essere Predsidente degli USA, possiede oltre alla Trump Tower , anche la The Trump Building, l'emblematico edificio di stile Art Deco in pieno Wall Street, una splendida dimora a Beverly Hills e varie ville in Florida. Inoltre, possiede di 18 campi da golf in tutto il mondo, in California, Irlanda e Scozia.

Il portfolio di The Trump Organization comprende tutta la mappa degli Stati Uniti, da New York a Los Angeles, da Chicago alla Florida, ma anche investimenti in Sud America, India, Turchia o Canada, e ogni tipologia di attivi immobiliari: da grattacieli , ville, castelli, case e altre proprietà .

Ma non è stato facile. Donald Trump è stato accusato di ogni tipo di frode.. E' stato perseguitato dai giudici che hanno messo sotto accusa ogni sua attività. Donald Trump è riuscito sempre a sconfiggere i suoi dettrattori. Come avrà fatto è tutto da vedersi. Evidentemente gode di moltze protezioni nel mondo degli affari. Sa giocare bene le sue carte. Il dollaro comanda il gioco.. Oggi dirige il suo impero commerciale, industriale e finanziario dalla Trump Tower.E' un grattacielo di 58 piani, situato a New York al numero 721 della quinta strada all'angolo con la 56 . È un edificio a utilizzo promiscuo, in cui vi sono sia uffici sia appartamenti residenziali;È considerato come uno degli edifici più emblematici della città di New York e come emblema dell'impero Trump stesso; passò a essere parte della cultura popolare, essendo lo scenario principale del " Reality Show":

La sua altezza è di 202 metri. Resta un grosso interrogativo. Il mondo si chiede: come farà a convivere l'irruenza, la scarsa diplomazia di Donald Trump con il resto del mondo? Quale è il nostro futuro in Europa, se Donald Trump cancellasse gli accordi economici internazionali di pace e di assistenza? Che fine farà l'Unione Europea? Quanti nuovi muri si alzeranno nel mondo? Quante nuove guerre tra ricchi e poveri? Chi ci governerà? Chi ci darà il pane , il lavoro e la pace? Quale sarà il domani del mondo dei milioni poveri, dei diseredati, dei profughi, dei bisognosi? Di quella larga , immensa parte dell'umanità che chiede aiuto, che soffre gli odi e le guerre, che chiede giustizia? E come farà a convivere   il superbo impero di Donald Trump con i tanti nemici che odiano la democrazia.

----Cosa mangiavano gli uomini preistorici, quelli che ci hanno preceduto.. milleni or sono? Di che cosa si cibavano? Come si alimentavano? Per chi ama la storia .... l'appuntamento è a Legnago ( Verona) , venerdi' 18 alle ore 20 alla Locanda Mulino delle Valli di Casaleone 2.

Attenzione: si mangia nudi e crudi, senza piatti , bicchieri, forchette e coltelli. . Per partecipare, prenotarsi entro giovedì 17 al numero 0442.375175 .

Siamo infatti tutti invitati alla «Paleo-cena» organizzata dalla neonata associazione Valli Grandi con il Centro ambientale archeologico di Legnago. Una esperienza unica.

Oggi siamo molto viziati. Ci siamo completamente dimenticati della antica cucina paleolitica. Ecco che l’archeologo veronese Federico Bonfanti, perfettamente uomo paleolitico, ha tanta voglia di racccontarci che cosa porterà in tavola. Attenzione, si sta in piedi o per terra...Non ci sono sedie. . Non ci sono ne tovaglie e nemmeno tovaglioli.

Dobbiamo ricordarci che fino a 300 000 anni fa, i nostri precursori e antenati potevano, con grosse difficoltà nutrirsi , usando le sole mani, andando in cerca di cibi prevalentemente crudi, senza poterli conservare, non possedevano ricette, non avevano pentole...non avevano ancora scoperto il fuoco. Non esisteva la cucina. Il più antico sito europeo dell'homo erectus è la grotta del Vallonet sulla Costa Azzurra databile tra i 950-900 mila anni fa. In questa grotta sono stati trovati strumenti in pietra e anche schegge lavorate in osso che costituiscono i resti più antichi di strumenti in Europa.
Attenzione: l'uomo paleolitico doveva essere molto robusto, ricoperto di peli, con capelli e barba folta, gambe corte e muscolose , grandi e forti braccia, dita e mani assai robuste, stomaco di ferro..si lavava molto poco.. doveva avere buoni denti...non sapeva scrivere e nemmeno leggere..ma sapeva catturare gli animali, difendersi dagli aggressori ..uccideva per mangiare, protetto in comunità con altri suoi simili, in totale assenza di leggi .Usava di notte, rinchiudersi in strette grotte in modo da ripararsi dagli animali feroci, con cui conviveva di giorno. E gli animali uccidevano l'uomo. Non aveva altri mezzi per mangiare, per sostentarsi, all'inizio, se non di frutta di stagione, bacche, semi e noci, bruchi, vermi, lumache, insetti e crostacei. Tutto senza la minima cottura.

L'uomo paleolitico era circondato da tanti animali. Per secoli si cibava di quello che trovava, se lo trovava..durante la stagione buona...come semi, fiori, foglie e frutti carnosi. Niente altro. L'inverno era molto duro, spesso senza cibo e senza riscaldamento. La sua dieta per molti secoli si è basata su foglie, erbe, radici e tuberi, prima della scoperta del fuoco

Poi piano piano ha migliorato la sua dieta. I denti dell' Homo Erectus ed il loro logoramento stanno a dimostrare il progressivo consumo di cibi come certe carni di animali piuttosto dure, tagliate alla meno peggio, spesso sbranate crude con i denti, accompagnate da certi ortaggi freschi dalla radice croccante.

Lentamente nei secoli la sua dieta muta, cerca nuovo cibo, nuovi territori....ci si sposta in cerca di acqua fontamentale per l'uomo e gli animali. Si scopre il beneficio della carne e si inizia a catturare il pesce, nei fiumi , nei laghi e nel mare. Inizia il nomadismo, l'uomo attraversa i continenti, i mari ed i monti. Si inizia l'insediamento con la formazione delle tribu', e la coltivazione sistematica. La dieta migliora. Lentamente con la possibilità di cuocere le carni al fuoco si apprende che il gusto migliora, il cibo è reso sano, ha un buon odore e sapore.....oltre a rendere la carne ed il pesce...più facile da mangiare e da digerire.

Buon appetito.

---Miseria e Nobiltà

Due egoisti supermiliardari se ne stanno oggi al governo di due tra le maggiori potenze del mondo..... ed è fatta.

Il mondo guarda incredulo. Putin e Trump il nuovissimo potente duumvirato simile a quello di Cesare-Pompeo ...che puo' con un soffio distruggerci .. ma quanto durerà la loro luna di miele?

Oggi   l'America è in subbuglio. La gente da ogni dove, da nord a sud, ..è scesa in strada, manifesta e disapprova.. .

Ovunque si sta contestando la vittoria elettorale di Donald Trump: Si vivono ore di angoscia.. Milioni di americani si sentono traditi. Non vogliono Donald Trump.

E noi cosa facciamo ? Aspettiamo ?

Se si osserva bene , ovunque imperano i " Trump". E' la moderna logica di mercato. Ove si comprano e si vendono voti. La democrazia Parlamentare è un supermercato di ogni tipo di scambio. Destra e Sinistra vanno a letto, quando è in ballo il Potere. Obama vale mille volte Trump. Negli USA crescono milioni di illusi, che votano senza capire nulla. A cosa servono i Parlamenti? Sono il luogo dove si vende e si compra. Si elegge chi offre di piu', si scarta l'onesto, si premia chi sa meglio mentire.

Al governo vanno i peggiori. Oppure chi sa mentire meglio. La folla segue, vota e crede istupidita. La folla degli ignoranti. E' in voga anche da noi...il modernissimo mercato politico istituzionale, fatto di accordi sotto banco e mazzette, per gretto utilitarismo , inferno di perverso mercantilismo di anime e voti. Ci prova anche Renzi con il referendum del 4 dicembre.

I Trump come tanti potenti virus, si stanno diffondendo in tutto il pianeta. Fanno piazza pulita della " Cultura". Se non servi, ti elimino. Conta solo il " Denaro". Il Denaro è al Potere. Con Trump non si studia piu'. A che serve lo studio? Quando basta il Denaro? Cresce l'ignoranza. L'ignoranza ha un unico scopo: contaminare intere popolazioni, renderle sempre piu malleabili, docili ed ignoranti. farle sentire importanti purchè siano sempre ignoranti.

All'opposto per loro, la Casta Padronale dei Putin-Trump , nascono scuole   per i loro figli, per le loro famiglie,.. si inaugurano prestigiose università che forgiano i nuovi " Trump" . Si premiano gli ignoranti, i fannulloni. . Si perpetuano le differenze di classe. Cresce la miseria e la fame per miliardi di nostri simili.

I Trump hanno fiuto per gli affari. Si moltiplicano come tanti virus. il Dio Denaro è la loro Chiesa.. E cresce l'odio. I " Trump"..sono pericolosi. Sono invidiosi.Sono ignoranti e fanno sempre piu' proseliti.

Sono odiosi, pieni di se stessi, si incontrano ovunque, anche nel condominio, al bar, allo stadio, a scuola e in autostrada..

Solidarizzano con il cattivo gusto. Sanno solo sfruttare: Ti usano e poi ti gettano. Non leggono, non s'interessano, non si informano.

Non rispettano il prossimo.Non conoscono la storia. Non hanno il minimo rispetto per chi soffre. Ingannano e mentono.

---Grande Davide...tu sei un siciliano coraggioso, il tuo video è piaciuto a tanti miei amici svizzeri che amano essere liberi e difendono la libertà... Donald Trump in Svizzera non lo fanno entrare. Grazie Davide il tuo  Donald Trump è un pezzo raro ...da mandare in onda ovunque.

---E ora cosa succede? Dove andiamo a sbattere? Ci guardiamo attonici. Eravamo abituati alla pacatezza di Obama. Lo sentivamo un amico. E ora chi ci salva?. Da oggi tutto cambia dopo la strepitosa vittoria alle Presidenziali USA 2016 di Donald Trump. Un uragano di voti, ha sepolto sia H. Clinton che Obama. Diciamo che nessuno di noi si aspettava una débacle cosi solenne dei democratici .

Un voto totalitario, da nord a sud. Un' America compatta. Tutti per Trump. Oggi c'è chi ci gode. Tra gli altri , Viktor Urban, in Ungheria, Geert Wilders in Olanda, e Norbert Hofer, candidato dei liberal-nazionalisti in corsa per le presidenziali del 4 dicembre prossimo e Frauke Petry, leader in Germania di Alternative für Deutschland. E da noi che succede?

Si legge ora che la diplomazia europea - spaventata dai toni esasperati e dalla violenza eruttiva di Trump- si è affrettata a rassicurare sulla tenuta dei buoni rapporti con gli USA.Il ministro degli Esteri francese Jean Marc Ayrault ha detto : "gli USA...restano i nostri alleati. Vogliamo continuare a lavorare con loro. Se i risultati saranno confermati ci congratuleremo con Donald Trump". Ma i mercati sono in subbuglio. Ovunque prevalgono le vendite. Anche i mercati asiatici stanno segnalando forti perdite. E domani? I future sul Dow Jones segnano perdite superiori al 2%. Anche i futures in Europa sono in caduta libera: -4% alle 8:40 del mattino.Parigi ha aperto in calo del - 2,8%, Londra dell'1,6%, Milano del - 3,25%, Francoforte del - 2,9%.

Le quotazioni del petrolio sono in picchiata con il Wti americano che cede il 3,78 a 43,28 dollari al barile. Giù anche il Brent inglese a -3,41% a 44,47 dollari al barile.n Asia, la Borsa di Tokyo cede oltre il 5,5%, Hong Kong crolla a -2,82%: dopo un'apertura in rialzo di oltre 100 punti, l'indice Hang Seng ha invertito la rotta bruciando 646 punti, a quota 22.262. Il dollaro è crollato contro l'euro e lo yen, a 1,12 contro la divisa europea e a 101,47 contro quella giapponese.

L'oro invece, vola. Considerato il bene rifugio per eccellenza, quota adesso 1.318,47 dollari segnando un rialzo del 3,36%.Il peso messicano, sotto attacco, ha bruciato il 9%, dopo aver toccato il minimo storico con un rosso superiore al 10%.

Da noi in Italia cosa cambia?L'establishment politico italiano, con le sue profonde spaccature, come reagirà? Ovunque ci si interroga, sale la febbre. In Germania, il ministro della Difesa Ursula von der Leyen ha definito gli sviluppi delle ultime ore un "enorme shock", dichiarando che il voto pro Donald Trump è anche un voto anti-establishment Unione Europea? E noi che fine faremo? Donald Trump nemico dell'Europa?

E se avesse ragione Trump? Onestamente i nostri conti economici non tornano. Sono tutti in negativo. Lo hanno detto a Bruxelles. E Renzi non sa che pesci pigliare.Tutta la sua politica economica traballa. Ora vuole fare da solo, se non passa il referendum, allora si è messo anche contro l'EU.e le sue logiche di bilancio. Basta con tante regole fisse, con criteri antiquati. . Aboliamoli. Aboliamo i Trattati di Roma. Invece di essere cauto, Renzi non tiene conto di non possedere i numeri per fare una guerra all' Europa. E noi che fine faremo?.

Ma la realtà è ben piu' triste. Per tutto il 2016 -malgrado ogni tentativo di riprtesa- è continuato il rallentamento della nostra economia.Continiuamo a soffrire la debolezza degli investimenti. Non esiste un progetto globale, Renzi pensa ad altro. Siamo fermi. I terremoti hanno causato danni enormi, hanno maggiormente disastrato la breve speranza della " ripresa".

Obiettivamente i tagli alla spesa pubblica, comprese le infrastrutture...etc.. sono stati di circa 17 miliardi di euro: Tutto è rimasto bloccato. Nel 2009, gli investimenti assorbivano quasi il 7% delle uscite pubbliche totali; nel 2015, siamo scesi al 4,5%. Gli investimenti nelle opere del genio civile, antisismico, oltre a porti, ferrovie , scuole, ospedali..come per gli interventi per la difesa del suolo, fiumi e coste..sono stati dimezzati, un taglio simile a quello che ha interessato la spesa in impianti e macchinari..

Nel 2015, il valore dello stock del capitale investito nell’economia italiana è risultato pari a 10mila miliardi di euro. Nello stesso anno, il valore aggiunto si è avvicinato a 1.500 miliardi. Vale a dire che non siamo per nulla competitivi. Con o senza Trump...stiamo andando male. Per produrre un euro di valore aggiunto, da noi, sono stati necessari quasi 7 euro di capitale.Allucinante.

Nella seconda metà degli anni Novanta ne bastavano 5. Oggi, per ottenere un euro di valore aggiunto serve il 30% di capitale in più rispetto al 1995.

A festeggiare in UK è invece il leader dell'Ukip Nigel Farage che vede il 2016 come "l’anno di due grandi rivoluzioni politiche".

Si legge che urgentemente il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier ha indetto per domenica 13 novembre una riunione straordinaria dei capi delle diplomazie dell'Unione europea.

---Quello che leggo è tragico...stiamo tutti vivendo sulla nostra pelle l'immane disastro di intere popolazioni spazzate via dalla loro terra. Brutta situazione. Sono tutti senza casa. Siamo a Natale. Al freddo e senza nulla. Ogni giorno si susseguono ondate di maltempo, allagamenti, ponti e cavalcavia che crollano, muri che si sbrecciano, fiumi in piena,...voragini e crepe .... strade, autostrade..ferrovie.. coste, litorali..dissestati...e sempre nuovi morti e feriti...si parla tanto di standard di sicurezza,a tutto rimane lettera morta. Ma dove esiste da noi...la " Protezione"? Scoppiano scandali ogni giorno.., ma che succede?.

Si racconta la favola che non ci sono mezzi ..non ci sono i soldi.Ci sono tante brave persone che invece, non mollano, fanno miracoli. Ma non basta. Malgrado continui terremoti, il Governo è immobile. Vogliono modificare la Costituzione, e non sanno nemmeno di che cosa parlano.

" Costuiremo tutto come prima in fretta." sarä vero?

La situazione , invece, si aggrava giorno dopo giorno. Dove viviamo, non siamo sicuri, la casa ci puo' crollare addosso. Nessuno ci puo' aiutare. Adesso siamo in balia..anche dei " tornado". E la Protezione?

A forza di non fare nulla, senza alcun programma serio, il governo, imbelle, sa solo tassare i meno abbienti, ..crea tanta povertà... non interviene..non punisce i ladri, anzi li lascia liberi..creando danni spaventosi. Solo tanti disagi.

Obiettivamente non esiste nessuna sicurezza, ma solo tanta buona volontà. Chi fa " Protezione" vive male e lo vediamo ogni giorno. C'è una minima protezione per chi è vecchio , ammalato?Per chi è solo? Per chi lavora ? Per chi va a scuola?   Diamo una bella medaglia d'oro alla bandiera dei Vigili del Fuoco e poi tutti a casa.

A seguito di quanto amaramente segnala e scrive Michele Ristagno   riporto ed invio quanto segue...

" SENATO DELLA REPUBBLICA ITALIANA Ordine del Giorno n. G/2495/73/5 al DDL n. 2495 G/2495/73/5

BELLOT, MUNERATO, BISINELLA RESPINTO La Commissione, in sede di esame dell'articolo 6-bis, premesso che: 'articolo 6-bis introdotto durante l'esame alla Camera dei Deputati, al fine di assicurare la piena efficienza organizzativa del dispositivo di soccorso pubblico del Corpo nazionale dei vigili del fuoco anche in situazioni emergenziali, autorizza, al comma 1, l'assunzione straordinaria nei ruoli iniziali del Corpo di 193 unità, per l'anno 2016 a valere sulle facoltà assunzionali del 2017 e al fine di garantire gli st

standard operativi e i livelli di efficienza in relazione alla crescente richiesta di sicurezza proveniente dal territorio, prevede, al comma 2, rincremento di 400 unità della dotazione organica del ruolo dei vigili del fuoco;

per l'assunzione straordinaria delle 193 unità è previsto che «in caso di incapienza della graduatoria relativa alla procedura selettiva, indetta con decreto ministeriale n. 3747 del 27 agosto 2007, si attingerà dalla sola graduatoria relativa al concorso pubblico a 814 posti di vigile del fuoco indetto con decreto ministeriale n. 5140 del 6 novembre 2008;

per la copertura dei 400 posti portati in aumento è disposto si attinga mediante ricorso, in parti uguali, alle graduatorie relative alla procedura selettiva di cui al decreto ministeriale n. 3747 del 27 agosto 2007 e al concorso pubblico a 814 posti di cui al decreto ministeriale n. 5140 del 6 novembre 2008;

al fine di potenziare la capacità di intervento del Corpo nazionale dei vigili del fuoco il comma 3 dello stesso articolo 6-bis autorizza, nell'ambito della missione «Soccorso civile» dello stato di previsione del Ministero dell'interno, la spesa di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2106 al 2018, per provvedere all'ammodernamento dei mezzi e dei dispositivi di protezione individuale del suddetto Corpo;

per recuperare parte della cronica carenza del personale operativo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco è quanto mai indispensabile prevedere per il 2017 l'assunzione di ulteriori 500 delle circa 3000 unità operative mancanti, prorogando a tal fine la graduatoria degli idonei al concorso pubblico; a causa dei continui e consistenti tagli alle risorse finanziarie subìti negli ultimi anni e alle nuove emergenze

che è chiamato a fronteggiare, il Corpo nazionale dei vigili del fuoco necessità di maggiori investimenti per l'ammodernamento dei mezzi e dei dispositivi di protezione individuale rispetto a quelli previsti nel decreto in esame; impegna il Governo,

a predisporre, anche in successivi provvedimenti normativi (o nella prossima legge di stabilità), misure dirette ad autorizzare, in via eccezionale e in deroga alle normative vigenti, l'assunzione straordinaria nei moli iniziali del Corpo nazionale dei vigili del fuoco di ulteriori 500 unità per l'anno 2017, attingendo in parti uguali alle graduatorie di cui all'articolo 8 del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2013, n. 125 nonché a prevedere che, in caso di incapienza della graduatoria relativa al decreto ministeriale n. 3747 del 27 agosto 2007, si attinga alla sola graduatoria relativa al concorso pubblico a 814 posti di vigile del fuoco, indetto con decreto ministeriale n. 5140 del 6 novembre 2008 prorogandola, a tale scopo, al 31 dicembre 2017;

a prevedere, anche in successivi provvedimenti normativi (o nella prossima legge di stabilità), lo stanziamento di adeguate risorse aggiuntive, nella misura di almeno 5 milioni di euro a decorrere dal 2017, finalizzati ad investimenti per l'ammodernamento dei mezzi e dei dispositivi di protezione individuale."

---Verona ricorda i martiri della resistenza anti fascista

Oggi 8 novembre alle 16, all'Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere (palazzo Erbisti, via Leoncino, 6), l'Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea presenta il volume

«I signori del terrore. Polizia nazi-fascista e persecuzione antiebraica in Italia» a cura di Sara Berger (Cierre edizioni 2016).

Partecipano Sara Berger curatrice del volume, con i coautori Lutz Klinkhammer, Amedeo Osti Guerrazzi, Olinto Domenichini e Carlo Saletti.

Introducono Stefano Biguzzi,presidente dell’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea  e Vasco Senatore Gondola, segretario dell’Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere. 

La democrazia si difende con il sacrificio e la conoscenza di chi ama la libertà. .Per chi è giovane e non conosce l'orrore dela dittatura è opportuno possa leggere questo libro. Per non dimenticare.

Il LIBRO: Durante l’occupazione dell’Italia nel 1943-45, l’esercito e la polizia nazista si macchiarono di crimini contro l’umanità quali stragi di civili, rastrellamenti e deportazioni di avversari politici e di ebrei. Con saggi di Kilian Bartikowski, Sara Berger, Yael Calò, Roberto D’Angeli, Olinto Domenichini, Damiano Garofalo, Carlo Gentile, Lutz Klinkhammer, Amedeo Osti Guerrazzi, Libera Picchianti, Lia Toaff e Stephen Tyas.

Verona, capitale della Repubblica di Salo', sotto il tallone dei nazisti, era il centro strategico dei comandi militari agli ordini di Adolf Hitler, mentre Benito Mussolini Capo dell'Ex Partito Fascista era praticamente in ostaggio dei tedeschi, recluso a Gargnano a Villa Feltrinelli. Verona, ridotta a carcere militare, soffocata ogni libertà politica, con l’attivazione dell’ufficio del capo della Polizia di sicurezza e del Servizio di sicurezza (Befehlshaber der Sicherheitspolizei und des SD, BdS), divenne la tristissima sede di un atroce lugubre sistema punitivo dell’apparato poliziesco nazista-fascista.

I documenti di tale ufficio vennero, con la Liberazione del 25 aprile 1945, fretttolosamente distrutti, tuttavia si sono potute conservate alcune fonti sparse ritrovate presso archivi tedeschi, italiani, inglesi e russi.

Questo libro a piu' voci, analizza molteplici aspetti dell’attività di polizia del BdS: le considerazioni del SD sugli ebrei in Italia prima del 1943; la struttura e l’attività dell’apparato militare di Verona; i percorsi biografici dei massimi dirigenti e l’ufficio antiebraico; la triste deportazione degli ebrei da Roma ad Auschwitz con tappa a Verona; il rapporto con i fascisti locali; il trattamento post bellico degli agenti fascisti da parte degli Alleati; l’esempio dell’Außenkommando di Roma, subordinato al BdS e responsabile della strage delle Fosse Ardeatine; il coinvolgimento di speciali agenti tedeschi e delle loro trame durante il processo a carico del ex ministro Ciano e dei massimi gerarchi fascisti con la loro fucilazione a Forte Procolo del gennaio 1944, grazie al film "Il processo di Verona" di Carlo Lizzani.Un film da rivedere, molto istruttivo, per non dimenticare.

Caro Direttore,

non basta un terremoto al giorno per svegliare le coscienze degli italiani, ormai in letargo, mentre si polemizza-senza alcun senso- su chi vota Si e allora va bene restare sulla poltrona del partito.Invece chi vota No si trova cornuto e mazziato fuori dal partito.

E siamo alle solite. Siamo divisi su tutto. Idiotamente Si e stupidamente No. Quanto è stupida questa votazione!.

Le calamità quelle vere, di gente spazzata via ,di territori distrutti, di case rase al suolo. e di animali morti.. di odore di morte... non le vediamo .Si spera che i terremoti cessino. Siamo un popolo buono, cristiano...ci vogliamo bene...abbiamo tanta pietà...ci aiuti la Provvidenza..... Per poi ricominciare a fare nulla. Nulla di nulla.

Infatti malgrado gli avvertimenti, si continua a costruire male, senza cura, senza nessun progetto, case, ponti, autostrade, cavalcavia, scuole e ospedali. Ogni giorno siamo a rischio di trovarci sulla testa un ponte che crolla, ovvero precipitare nel vuoto ...una strada che sprofonda..va a pezzi. E facciammo finta di nulla.

L'Europa ci deve aiutare. L'Europa è ostile e non ci auta. Noi non possiamo sfamare chi fugge dalle guerre...non abbiamo i mezzi..non sappiamo dove farli dormire...Ora il terremoto..Siamo allo stremo...i comuni a rischio estinzione si moltiplicano e la gente soffre ogni pena...e non facciamo nulla.

Se trema Roma, con i suoi palazzi del potere, allora si fa finta di intervenire. Ci si preoccupa. "Facciamo presto che fa freddo. Non possiamo aspettare, superiamo la burocrazia. "

L'intera penisola si sta sfasciando sotto gli occhi, crollano ponti, chiese e ferrovie.. e noi continuamo a credere nel miracolo di Renzi. E c'è anche chi ci crede.... Importante per il governo ed i suoi bravi ministri che vinca il Si. Questo è il vero problema. Tutto il resto non interessa a nessuno.

E tanto meno ci interessa del signor Lorenzo Cesa, un personaggio assai discusso, di oscura e dubbia moralità, di cui è salutare ignorare l'esistenza, anche politica..

Renzi , alle corde, non sa che pesci pigliare. Il terremoto con le sue nefaste conseguenze   lo ha seriamente danneggiato...vorrebbe tanto rinviare ..il suo imminente funerale politico.

Leggo dal Notiziario delle Isole Eolie che " L’estate è già

finita da un pezzo, i consumi e i rifiuti diminuiscono in maniera proporzionale ma sulle strade di Lipari si accumulano e resta sull’asfalto per settimane quello che non serve. "

Caro Direttore, semmai questo disagio, segno di inciviltà, di ignoranza,di viltà, di pessima gestione politica di un intero popolo, del Si e del No...di uno stupido , insano, impopolare, referendum tanto inutile quanto dannoso..è sparso ovunque, su tutta la Penisola. Non solo a Lipari.

---Controproducenti sono le notizie che trapelano dai giornali italiani, TV di Stato compresa, giornalisti , redattori..poco informati...prezzolati a libro paga....opinionisti di comodo.. sempre piu' " governo" imbalsamati !

Attenzione: le offerte di lavoro della Confederazione Elvetica, ...che non è canton Ticino..sono spaventosamente in crescita! Certamente ogni Cantone si difende...ci mancherebbe...Con il referendum del 2016, il Canton Ticino è favorevole a fissare dei limiti ai frontalieri italiani che premono da anni ....quotidianamente circa 25 mila italiani ...si recano in Canton Ticino..... per lavorare. Con il 58% di si al referendum potrebbe essere imposto un tetto massimo ai frontalieri e sarà data precedenza alle persone nate in Svizzera o che vi risiedono. Ma a parità di qualifiche professionali resta al datore di lavoro la facoltà di assumere un cittadino svizzero o un frontaliero.

Ma cosa succederà ai frontalieri italiani? Non certo quello che soffiano i giornali italiani...Il presidente dei frontalieri del Ticino assicura che i lavoratori italiani frontalieri non hanno nulla da temere. Secondo il presidente, quanto proposto dal referendum non diventerà mai legge. La prima cosa da precisare è che domani non accadrà proprio nulla, perché quella è stata solo una consultazione per sollecitare Berna a fare qualcosa, ma dubito che si arriverà mai ad una legge vera e propria come richiesto dal testo della consultazione"..

Il referendum riguarda i frontalieri, ovvero coloro che abitano nei confini con la Svizzera italiana e pur vivendo in Italia lavorano in Svizzera. Resta tutto invariato per chi vuole trasferirsi a vivere in Svizzera.

Da noi, ecco che le notizie ..si alterano....." politicamente " guidate...e riportando fatti piu' o meno distorti.... . Lettori state attenti alle notizie, di chi non sa fare il proprio mestiere.

Ovviamente i tempi sono travagliati, siamo tutti consci delle problematiche sociali, il lavoro è difficile, manca il pane, c'è miseria, anche in CH...trovare lavoro è la speranza di molti.....anche in CH ...la vita costa molto in CH , i posti sono solo per chi sa e conosce. Gli affitti sono alti.

Attenzione le porte in Svizzera-....al contrario dei continui movimenti anti-straniero...crescono le tensioni e si alzano blocchi di guerra...contro gli immigrati.. proprio da certi partiti lombardi radicati sul territorio..mentre ...sono ben aperte le porte...per chi ha buona volontà, serietà, onestà... e per chi vuole vivere e lavorare in Svizzera , anche per i frontalieri, tedeschi, francesi ed austriaci...

Ogni giorno si legge di nuovi annunci di offerta di lavoro... Nel bar panetteria sotto casa mia, in lingua tedesca, oggi leggo che cercano personale. Vogliono un panettiere qualificato. Urgente. Si cercano lavoratori anche in Ticino e in tutta la Svizzera francese e tedesca come muratore, carpentiere, manovale, pizzaiolo, cuoco, infermiere, medico, autista, custode, operaio, ingegnere e altre professioni. Ma bisogna essere molto ben preparati. Sempre secondo lo studio dell’autorevole Schweizer Jobradar i settori lavorativi con più richieste di personale sono:

  • Sanità (infermieri, medici ed altro personale),Informatica,Commercio al dettaglio,Edilizia
  • Ristorazione e Hotel,Servizi finanziari,Consulenze legali e business, Amministrazione
  • Ottica e apparecchiature elettromedicali Ingegneria meccanica.

Centinaia di annunci di offerte lavoro Svizzera per italiani e stranieri, molti sono indiani, cinesi e giapponesi che lavorano in Svizzera. Lucerna è strapiena di personale giapponese impiegato nella vendita di orologeria di lusso. Andate a Lucerna. Gli aerei tra Tokyo e Zurigo -Lucerna sono carichi di turisti. La Svizzera crea ricchezza, reddito...non disoccupazione. E le banche ricevono milioni di euro, yen, valanghe di rubli...e dollari.. al giorno... sono ben amministrate. Il franco svizzero è ben apprezzato..

Molte sono le richieste nel settore edile, alberghiero, ristorazione, turismo, traduttori, interpreti..specialisti in agricoltura, sistema finanziario e bancario, legale e altro. La Svizzera è piena di italiani. Zurigo in testa. Molti sono la terza se non la quarta generazione . E sono felici. Non leggo la stessa opinione per chi vive e lavora in Italia. Certamente il livello di studio e di formazione professionale richiesto nella Confederazione deve essere elevato. Chi lavora è preparato. Chi non è ben preparato, resta disoccupato. E quanto giovani coppie e quanti nuovi nati si vedono in giro , mentre decrescono anno dopo anno...le nascite nel Bel Paese?

Cercano lavoro in Svizzera Italiana e in tutti gli altri Cantoni Elvetici compreso la Svizzera Tedesca e Francese. I candidati devono ben informarsi sui permessi di soggiorno per poter lavorare in Svizzera.. La legislazione sul Lavoro in Svizzera è molto precisa, rigida. i funzionari sono severi. Le tasse vanno pagate, da tutti, pena l'espulsione. Non come in Italia.In Svizzera c'è la democrazia diretta. Non come in Italia. E' il cantone che decide con i cittadini.... Non il Governo Renzi.

Dopo aver preso visione di tutte le informazioni richieste, si invia la candidatura e curriculum alle aziende che assumono e che cercano personale. Per lavorare in Svizzera, dove non è previsto un salario minimo o medio, è necessario cercare di accordarsi direttamente con il datore di lavoro per poter pattuire uno stipendio adatto alla propria mansione. Le tasse sono proporzionalmente alte e si devono pagare. . Esistono anche, in diversi settori, dei contratti collettivi di lavoro, definiti dai datori di lavoro e dai sindacati. In ogni caso, prima di iniziare un nuovo lavoro in Svizzera, può essere utile informarsi on line sui livelli dei salari normalmente versati per il proprio ramo lavorativo.
A tal scopo l’Unione Sindacale Svizzera ha sviluppato un calcolatore salariale per conoscere quanto si guadagna medialmente facendo il proprio lavoro con il proprio livello di esperienza. Importante: la conoscenza della lingua per ottenere un lavoro.

Sono ben quattro le lingue nazionali: tedesco, francese, italiano e romancio. Non esiste solo il Canton Ticino....nelle opinioni degli italiani ben informati. Imperativo conoscere la lingua del cantone. Nelle piccole e medie realtà lavorative avere una buona conoscenza della lingua parlata in loco, vi aiuterà molto nel trovare un lavoro in Svizzera. Il livello di conoscenza minimo della lingua varia in base alla posizione lavorativa per cui ci si candida. la Svizzera Italiana, il Canton Ticino censisce la maggior influenza di italiani in cerca di lavoro.Ma spesso chi cerca lavoro è poco preparato. Di questo il governo Renzi....non ne parla, mai. Come non ne parla mai di " evasione fiscale". Assolutamente sconosciuta.. Il governo dove la esporta? E tutto è regolare , Quanti sono i Donald Trump in Italia? Praticamente non si contano.

Le città Svizzere, nei vari Cantoni, sono tutte in crescita economica. E da noi? Città svizzere che hanno il più grande numero di offerte di lavoro e sono proprio quelle dove si parla il tedesco. Anche di questo non se ne parla poco in Italia.

Secondo la pubblicazione periodica sulla situazione del lavoro in Svizzera, effettuata dallo Schweizer Jobradar, la sola città di Zurigo copre oltre il 20% degli annunci di tutto mercato lavorativo svizzero. Zurigo in pieno sviluppo. Al secondo posto troviamo Berna, seguita da Aargau, Lucerna, Basilea, Ginevra, Waadt ed altri cantoni.

---Caro Direttore,

mi rendo conto - leggendo le spietate analisi dell'amico Angelo Sidoti- delle difficoltà amministrative dei conti che non tornano...dei deficit finanziari..dei buchi di bilancio ..dell'incuria di molti ...mentre tanta gente, vecchia e malandata... vive in miseria..inascoltata, giovani senza lavoro..e senza pensione..delle tante cose che non vanno..ma - lo dico all'amico- occore insistere e persistere. Non entro nel merito, non ne sarei capace.

Non sono partigiano di nessuno, non ho conti da rendere..non faccio il tifo per il " padrone" e tanto meno per il governo..Non mi piacciono quelli che fanno finta di fare.

Amo molto chi si batte per far chiarezza. Invidio Angelo Sidoti per il suo coraggio, per la sua indipendenza di pensiero. Quello che dice mi fa riflettere, mi commuove. Bisognerebbe averne di Angelo Sidoti al governo, ma chi lo ha capito? Invece abbiamo tanti tristi figuri. Se non sanno fare il loro mestiere....perchè mantenerli?

Oggi le cose sono molto complicate. C'è chi rema contro, ruba i soldi, poltrisce nella sua ignoranza..senza far nulla.

Mi rattrista molto vedere tanta ingiustizia , tanta ignavia. di governo ..mentre i debiti crescono a dismisura...e tutto costa piu caro. E chi li ferma i debiti?

Ogni giorno i supermercati offrono merce a prezzi scontati...ma la qualità è discutibile. La gente, anche nella grande Torino... fruga si accalca tra gli scaffali dove ci sono gli " sconti" al 50%. Ma il cibo, come le mozzarelle invecchiate... a basso costo.. non piace, sono amare, immangiabili.

Poi si fruga nei cassonetti in cerca di roba, per vera fame,tra i piccioni che si azzuffano per un pezzo di pane vecchio, o una fetta di mela marcia.

Nei giardini pubblici, miseramente tenuti, tra la sporcizia delle strade, dei marciapiedi a pezzi.. e i cartoni abbandonati ci sono dei poveri anziani in carrozzina, con le povere badanti, in attesa di andare a letto..

Mentre nel " Palazzo" si spreca denaro pubblico, si allargano le ineguaglianze tra i cittadini. Aumentano le tasse..Invece di unire, si disunisce. Che ci stanno a fare i " Palazzi Romani". E quanto ci costano ?

Ad ogni voce di " debito" corrispondono , a bilancio, enormi sacche di povertà, tristezza famigliare, agonia di vecchi. La rivoluzione liberale oggi è morta e sepolta. Viviamo fra tanti farisei che fingono di essere " democratici"...sono solo dei profittatori..i " bravi " del governo Renzi..

Sono almeno venti anni che stiamo male, malissimo. I governi che si susseguono... fanno solo pena. E siamo strapieni di debiti. Torino ha debiti per euro 3.200.108.563, pro capite il debito è di euro 3.519,7. Personalmente chi scrive ha debiti comunali per 3.519,7 euro! - Milano, città   ne ha per euro 3.931.174.371-ogni milanese pro capite ne ha per 3.036,1 euro.Palermo ne ha solo per euro 338.527.200, a testa per euro 513,2. Ma la macchina dello Stato non si arresta, perde in colpi, e crescono i debiti.La macchina statale li crea continuamente, incessamntemente..debito piccolo diventa grosso, enorme.E con i debiti cresce la disoccupazione, la povertà, il bisogno. La produzione industriale è ferma. Nessuno si sogna di investire in Italia.

Ma non bisogna arrendersi, caro Angelo! Non molliamo. Ogni uomo, è scritto, avrà cio che si merita." Cio che ami davvero non ti sarà strappato". Quello che ami resta tuo, ti appartiene, è la tua eredità.

---Che cosa aspettiamo? Leggo di forti,gravissimi ritardi ..da parte del governo nell'assicurare un minimo di sicurezza al territorio Siciliano, isole comprese. Continueremo a non occuparcene? Fare finta di nulla?.... Lo si legge da un rapporto dell'Ordine dei Geologi siciliani. Il problema è serio." ...La Sicilia è una delle aree più a rischio sismico in Europa, territorio ricco di straordinari monumenti e di bellezze architettoniche uniche al mondo. E la gente è sicura? Chi vive è sereno? Perchè tanti ritardi? Leggo che oggi mancano seri, approfonditi studi aggiornati del territorio,.sulla prevenzione e la messa in sicurezza delle opere dell'Uomo... Cosa facciamo?

Lo pone in evidenza l’Ordine dei Geologi siciliani.......con i suoi 11 consiglieri...“Nella nostra regione, secondo le stime del presidente dell’Ordine, Giuseppe Collura,   le attività di studio sulla microzonazione sismica sono ferme , praticamente dimenticate, nonostante consistenti stanziamenti statali legati alle diverse ordinanze del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile."

A che serve intervenire " dopo"?

Vogliamo evitare che l'intera Sicilia sia ridotta ad una nuova spaventosa Amatrice? Spendiamo milioni di euro...e tutto resta come prima? Si tratta di milioni di euro, spesi dai cittadini, destinati al finanziamento di un importante strumento di pianificazione regionale a prevenzione per interventi e miglioramenti antisismici su tutti gli edifici. Edifici , come scuole ed ospedali..ma anche di privati...che oggi sono molto spesso incapaci di resistere ad un terremoto. Dove vanno a finire questi milioni? Perchè non si interviene? I ritardi si accumulano ai ritardi. Siamo schiavi di una burocrazia che strangola la libera iniziativa. Ed i problemi restano. Che cosa hanno fatto nei decenni i governi regionali siciliani che si sono succeduti? Praticamente poco o nulla: non hanno dato seguito alle necessarie importanti azioni amministrative”. Ed i danni si vedono. Il territorio si impoverisce e cresce la miseria.
Leggo anche che " soltanto una prima parte di interventi sono stati effettuati , sino ad oggi solo su 58 comuni della Regione Siciliana dei 282, classificati a rischio secondo la normativa di riferimento, sono stati eseguiti gli studi di microzonazione di primo livello dando seguito alla prima ordinanza del 2010. Triste situaziine per chi ci campa e per chi lo legge. E nelle Eolie che cosa è stato fatto? Ci sono dati che certificano gli interventi?

Da quel momento gli interventi previsti si sono.....e chi lo sà... interrotti perché, nonostante le ingenti risorse disponibili, la Regione Sicilia non poteva intervenire con i cofinanziamenti regionali.Perchè? Ci sono dati certi?

Leggo che...“L'Ordine Regionale Geologi di Sicilia sollecita ancora una volta la politica ed il governo regionale ad attivarsi urgentemente verso un nuovo approccio operativo mettendo la "prevenzione" al centro della strategia di pianificazione territoriale”. ..al fine di sviluppare una più ampia conoscenza del sistema Terra, indirizzando la popolazione verso un approccio con la natura piu approfondito e una coscienza anbientale piu radicata."

Leggo che a Catania..." l'ottanta per cento delle scuole è stato costruito prima che entrassero in vigore le norme antisismiche.E allora? E nelle Eolie ci sono dati certi?

Leggo anche il Ministro Delrio ha preso finalmente coscienza del grave problema: "Dobbiamo dare grande attenzione agli edifici pubblici che ospitano i nostri bambini, i nostri ragazzi, il nostro futuro..e che devono essere assolutamente sicuri così come gli ospedali, e altri edifici pubblici..come anche le Chiese..ogni punto di ritrovo..le università...come cinema..gli stadi..i teatri..sotto ogni punto di vista».«Abbiamo tutti - ha aggiunto il sindaco di Catania - la percezione nitida che la nostra città e tutto il Distretto della Sicilia sudorientale, colpita nel 1693 da un terribile terremoto, è una delle aree italiane a maggior rischio sismico." Ecco come siamo messi.

I terremoti di maggiore intensità che potrebbero svilupparsi qui, secondo gli esperti, sono molto più catastrofici di quello del 24 agosto scorso che ha colpito l'Italia centrale. Abbiamo dunque un assoluto bisogno, come lo ha enunciato prioritario il presidente del Consiglio Renzi e dal ministro Delrio, di partecipare anche alla fase di ideazione e di progettazione del programma di messa in sicurezza al massimo livello possibile, per intervenire nelle scelte strategiche sul nostro territorio».

 «Dobbiamo risolvere due problemi drammatici: quello della messa in sicurezza degli edifici pubblici, a partire, come detto, dalle scuole, sulle quali comunque stiamo già lavorando per capire di quali interventi hanno bisogno, e quello del consolidamento antisismico di quelli privati. E' urgente. Dobbiamo lavorare seriamente con ogni mezzo, per trovare formule di finanziamento semplici, anche attraverso degli sgravi, per far sì che ogni cittadino possa rendere sicura la propria casa».

---La Messa è finita ".... Andate in Pace"...la gente piange..sfinita..tra le bare..ma chi mai troverà la " Pace " davanti a tanta incuria pubblica....a tanto disastro, uccise famiglie intere..turisti, albergatori, commercianti, insegnanti.. studenti. professionisti.. allevatori....etc..che ha spazzato via il magnifico, storico   territorio di tante piccole frazioni, ridotte a nulla..massacrato ..per la pessima gestione delle opere costruite con tanto arbitrio ed ignoranza..." dall'Uomo"..? Nessuno ha il coraggio di dire e di scrivere.la " verità"? Tutti assolti..la colpa è del " destino"? . Il terremoto non ha fatto danni.. .   I danni li ha fatti l'Uomo. Li abbiamo fatti tutti noi , sempre chiusi nel nostro egoiwsmo, privi di compassione, per chi soffre..spesso assenti..anche perchè non ce ne siamo poco o male interessati. La colpa è nostra e la stiamo pagando tutti. La colpa oggi ricade sulla intera comunità italiana. La magistratura ora indaga..in fretta in furia..si cercano faldoni tracce del delitto..delle opere ..carte logorate..mal scritte.. .impolverate e semi distrutte tra le macerie ..insanguinate..di veri omicidi..di carneficine ..di atti pubblici ..amministrativi.. Sangue che cola che rimorde.. Si vuole sapere..finalmente.... Si dovrebbe tutti indagare in tutta Italia..da nord a sud...quanti sono i faldoni che mancano? L'intera città di Roma è a rischio. .L'intero Paese è in pericolo.. Amici delle Isole Eolie..ovunque voi siate...il rischio di andare sotto le macerie..è altissimo..Lo sappiamo e cerchiamo di non dircelo. E chi paga? La colpa non si troverà mai, dove non si va a fondo. le colpe vanno e vengono e poi ..vengono " blindate"..per motivi di " sicurezza nazionale".. Il governo trema..ma tutto poi sarà chiuso in fretta. siamo noi tutti che dobbiamo essere in prima linea e chiedere che ci si svegli. di dare inizio ad una analisi completa.di ogni casa di ogni opera umana che ci faccia capire che rischio corriamo...di fare le cose seriamente. Cari lettori, per pura curiosità sono andato a leggere..tanto per vedere che cosa è stato fatto in tema di " terremoti"... dal Sindaco di Amatrice e dai suoi Assessori... Accidenti non ho trovato nulla. Nulla di nulla. Leggo dal sito elettronico del Comune di Amatrice..ove si legge che il Sindaco è il signor Sergio Pirozzi...nato nel 1965 , "....da sempre residente ad Amatrice, fin da giovane fa parte dell’associazionismo di Amatrice, vera risorsa della comunità. Viene scritto dal Comune di Amatrice...dove si legge che il Signor Sergio Pirozzi ..." a livello lavorativo è allenatore professionista di calcio “Uefa B”. Ecco il suo currriculum " professionale"...dove non si cita alcun titolo giuridicamente atto, magari una semplice Terza Media.. a consacrarlo.."Responsabile," alla guida di uno dei tanti " Comuni d'Italia". Personalmente credo che il Sindaco abbia fatto miracoli per salvare vite umane...ma...chiedo scusa ai gentili lettori..penso che un Amministratore di un Comune a rischio sismico altissimo...debba fare di tutto per salvare.... " prima" ....le vite umane..e le opere storiche...animali e allevatori..far applicare tutte le leggi..di essere custode e guida...di pretendere onestà... di imporre rispetto..di dare ogni segnale di presenza sul territorio..di denunciare ..di porsi in prima linea..di agire per il bene comune....oltre a possedere molte importanti nozioni di materie estremamente complesse, di seria gestione pubblica, di conoscere le leggi... contro ogni intrallazzo..per proteggere la gente.. per " ben operare"..... Tra le varie tappe del suo lavoro, leggo."spiccano i successi con l’Amatrice Calcio che dalla Seconda Categoria arriva fino in Promozione, le esperienze storiche di Ostia e Soriano nel Cimino, la guida del Rieti che riporta nei professionisti dopo 62 anni e l’esperienza con l’Ascoli Calcio dove vince il girone di Primavera." . Leggo inoltre che.." nel 1995 viene eletto Consigliere Comunale e nominato Vice Sindaco, funzione che svolge fino al settembre 2001. Nel 2004 viene eletto consigliere provinciale con Alleanza Nazionale.Nel 2009 è eletto Sindaco di Amatrice. In questi anni ha ricevuto i seguenti premi: “Ambiente Città di Salerno”, “Pubbliche Amministrazioni Eco Virtuose” e infine la Medaglia del Presidente della Repubblica per il convegno “Amatrice, città delle 100 Chiese”. Nel Marzo 2013 è nominato Presidente della VI Comunità Montana del Velino. Il 25 maggio 2014 è stato rieletto Sindaco di Amatrice per il secondo mandato.

Italia: aree geografiche che hanno sofferto disastrosi terremoti

Terremoti più forti ( M:magnitudo)

  1. Val di Noto, Sicilia orientale (11 gennaio 1693), 7,41 M 60.000 morti (dettagli)
  2. Reggio Calabria e Messina (28 dicembre 1908), 7,24 M 100.000 morti (dettagli)
  3. Calabria tirrenica centrale, Calabria (8 settembre 1905), 7,06 M, 557 morti (dettagli)
  4. Nicastro (oggi Lamezia Terme), Calabria (27 marzo 1638), 7,00 M[6], oltre 10.000 morti (dettagli)
  5. Avezzano, Abruzzo (13 gennaio 1915), 6,99 M[5], 33.000 morti (dettagli)
  6. Molise e Sannio (5 dicembre 1456), 6,96 M[6], 30.000 morti (dettagli)
  7. Montemurro, Basilicata (16 dicembre 1857), 6,96 M[4], 12.000 morti (dettagli)
  8. Messina e Reggio Calabria (5 febbraio 1783), 6,91 M[4], 50.000 morti (dettagli)
  9. Messina e Reggio Calabria (28 dicembre 1908), 7,24 M, 100.000 morti (dettagli)
  10. Val di Noto, Sicilia orientale (11 gennaio 1693), 7,41 M, 60.000 morti (dettagli)
  11. Reggio Calabria e Messina (5 febbraio 1783), 6,91 M, 50.000 morti (dettagli)
  12. Avezzano, Abruzzo (13 gennaio 1915), 6,99 M, 30.519 morti (dettagli)
  13. Verona (3 gennaio 1117), 6,49 M, 30.000 morti (dettagli)
  14. Molise e Sannio (5 dicembre 1456), 6,96 Mw, 30.000 morti (dettagli)
  15. Catania (4 febbraio 1169), 6,60 Mw, 20.000 morti (dettagli)
  16. Montemurro, Basilicata (16 dicembre 1857), 6,96 Mw, 12.000 morti (dettagli)
  17. Nicastro (oggi Lamezia Terme), Calabria (27 marzo 1638), 7,00 Mw, oltre 10.000 morti (dettagli)
  18. ^ AA.VV. (Geografia; Ita-z), pp. 782-783.
  19. ^ La Geologia regionale, URL consultato il 29-8-2010.
  20. 3.^ Constraints for an interpretation of the italian geodynamics: a review, in Memorie Descrittive Carta Geologica d'Italia. LXII, pp. 15-46, 16 figg., 2003.
  21. 4.^ a b c d Catalogo parametrico dei terremoti italiani 1691-1899, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia
  22. 5.^ a b c Catalogo parametrico dei terremoti italiani 1900-1963, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia
  23. ^ a b Catalogo parametrico dei terremoti italiani 217a.C.-1690, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia
  24. ^ Catalogo parametrico dei terremoti italiani 1964-1992, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

9   Irpinia e Basilicata (23 novembre 1980), 6,89 M[7], 2.914 morti (dettagli)

10 .Irpinia e Basilicata (8 settembre 1694), 6,87 M[4], 6.000 morti (dettagli)

Terremoti più disastrosi ( M:magnitudo)

10.Carinzia e Friuli (25 gennaio 1348), 6,66 Mw, 10.000 morti (dettagli)

Fonti, analisi, studi e ricerche sui principali terremoti  

---"La civiltà moderna ha posto come proprio fondamento il principio della libertà, secondo il quale l'uomo non deve essere un mero strumento altrui, ma un autonomo centro di vita. "

Cosi inizia...il " Manifesto di Ventotene" di Altiero Spinelli, Ernesto Rossi, Eugenio Colorni e Ursula Hirschmann, scritto in carcere sull'isola di Ventotene nel lontano agosto 1941, durante il duro confino fascista , su ordine di Sua Eccellenza, il Cavaliere Benito Mussolini, capo del governo di sua Maestà Re d'Italia Vittorio Emanuele III.

Ecco che oggi, sotto la minaccia di un disatroso fallimento della " Idea di Europa", nel timore di una inarrestabile " non crescita " di una economia che "non tira"... ....di investimenti che non producono..di continui ricorsi alla finanza pubblica..a nuovi pesanti debiti..di fabbriche senza lavoro.....di milioni di disoccupati senza pane ..di famiglie senza reddito..di vecchi senza cure... , di milioni di rifugiati politici.. di feroci terroristi che seminano odio e morte... ed ancora... di fronte alle crepe sempre piu' ampie di un possibile crollo dell'intero edificio " post bellico" -Unione Europea- , dopo il referendum anti EU della Gran Bretagna, Renzi con la Merkel ed Hollande abbiano preso finalmente coscienza del grave momento storico.

Solo chi tiene ben chiusi gli occhi non avverte l'avvicinarsi di un nuovo devastante terremoto. L'edificio Europa, patria comune dei popoli, nostro unico tetto..concepito con tanta passione da Altiero Spinelli, resiste, è sano o sta crollando?

Possono i popoli europei ritrovare in se stessi lo spirito creativo del " Manifesto" e con esso la forza di andare oltre i loro odiosi egoismi, superare il tremendo momento storico che stiamo vivendo ? Ecco il problema....

Opera di alta moralità politica , di poderosa, rara visione etica, di insegnamento per chi governa..il " Manifesto" traccia le linee essenziali per la costruzione di un nuovissimo modello ideale di una finalmente libera Europa Federale, che rinnega ogni oppressione totalitaria. Spinelli propone, dal carcere, una nuova strada da percorrere . Strada fin ora mai percorsa.

I cittadini, oggi in Europa , scrive Spinelli.. " sono tenuti ad obbedire ...il regime delle caste si spartisce il Potere" ...La Storia viene falsificata nell'interesse della classe governante.."

Occorre superare gli attuali egoismi nazionali e formare, tutti insieme una Confederazione Europea. Ecco la ricetta di Spinelli. Ne abbiamo tutti assolutamente bisogno.

Oggi a chi governa torna utile citare il " Manifesto di Ventotene" come antidoto alle preoccupanti scosse di un potente sisma continentale che logora lo stesso Premier, e la sua confusa azione politica. Manca la minima strategia politica , mancano gli accordi comuni.. prevalgono egoistiche visioni, mentre il governo, sotto accusa, si logora in odiose dispute, senza senso . Il Paese è stremato.

Una attenta rilettura del " Manifesto" è sicuramente di estrema utilità, vigoroso incitamento che spera di far riavviare il motore di una Europa, divisa su tutto, contrariata da molti, odiata da altri, insicura nei suoi passi, priva di idee, trafitta da debiti....stanca di tanti infelici, inutili sacrifici, oberata da crescente miseria. Noi tutti siamo stanchi..depressi .

Cosa facciamo? Vogliamo rimane ancorati al passato-scrive Spinelli- " ostinatamente a ricostruire i vecchi organismi statali... oppure andiamo tutti verso una nuova Europa Federale? Quello che è successo dopo il 1945, mostra la persistenza di forti contraddizioni tra chi vuole mantenere lo statalismo attuale o chi invece punta tutto sul nuovo federalismo europeo. Siamo ancora in tempo. Ma per quanto? Vogliamo ancorarci allo Stato, come santo " Protettore" ..pesante fardello, costoso ed inefficiente.. simbolo antiquato di " Padre della Patria comune", datato dai secoli...?

Semmai il " Manifesto" indica una nuova via, un percorso politico piu' moderno, dinamico, adatto ai tempi...che ci assicuri, finalmente libertà.... sviluppo e crescita. Che ne facciamo, di conseguenza, della nostra Costituzione del 1946? Sarebbe auspicabile dare corso, da subito, a quanto viene delineato dal " Manifesto": ad una Repubblica Federale Europea? Ma chi la realizza?

Quale strada sceglierebbbe il popolo italiano, chiamato a pronunciarsi ? Ma quanto è cambiata l'Italia dopo la fine del regime di Mussolini? Quanto invece di esso..regime...ci è rimasto appiccicato addosso? Come sono oggi gli italiani? Meglio...peggio? Vogliamo essere onesti? Vogliamo il federalismo di tipo tutto Europeo, o no ? Ma ci rendiamo conto del rischio che stiamo correndo? Cosa manca allo Stato oggi? I problemi irrisolti sono molti. Innazitutto dal 1945 è mancato il rispetto del cittadino..e delle sue opinioni.. la difesa delle minoranze, la poca o scarsa attenzione ai movimenti riformatori.

L'economia è rimasta nelle mani di opportunisti e profittatori. La Costituzione del 1946 ha trovato molti detrattori. Il suo cammino è stato ostacolato da molti . La crescita economica , anche delle minoranze, è rimasta un sogno. Lo sviluppo politico dei nuovi partiti..di nuove istanze.. è rimasto soffocato. Soffriamo la scarsa giustizia fiscale. Spinelli scrive che " Sono conservate le colossali fortune di pochi e la miseria delle grandi masse, escluse dalle possibilità di godere i frutti delle moderna cultura."

Di certo, il " Manifesto" è oggi -governo assente- lettera morta. Una gravissima perdita per la democrazia.

Dopo un breve periodo di crescita.. ...poco o nulla è stato fatto. Il governo , legato agli interessi della Casta....dei pochi intimi...dei gruppi di potere...si è sempre piu' arroccato al centro, tutti i partiti mirano, ancora oggi, al " centro"... le povere periferie sempre piu' trascurate , quelle montane...tra le valli...spesso irragiungibili, inverno ed estate...tra le montagne degli Appennini..le scarse strette strade, fragili ponti a rischio, il terreno fragile..la terra trema...e le abitazioni sparse tra le frazioni lontane ....del " natio borgo selvaggio",tagliate fuori dal progresso, dagli investimenti ,dalla storia.

Lo stiamo tutti vivendo in TV ...oggi dopo il disastroso terremoto del 24 agosto. Spaventose immagini. Città con ricche testimonianze di epoche medioevali , di oneste simpatiche comunità...sono oggi un cumulo di macerie. La popolazione è allo stremo.. non ha piu' casa..non ha futuro. Persino il cimitero è stato devastato ...Le bare schiantate al suolo..Tutto è andato distrutto. Non c'è piu' nulla. Decine di piccoli centri, ricchi di tradizioni, da sempre considerate " realtà minori", sono state praticamente escluse dal circuito dello sviluppo. Cosa fa lo Stato? Si fa loro dolorosa visita con tanti sacerdoti e...Messe Solenni .....tante.bare allineate.. ...post terremoto.

Ma prima? Che cosa si è fatto? Molte realtà locali, sane e produttive che producono il meglio del " made in Italy".. sono oggi, come ieri, rimaste fuori dal circuito della crescita. Centri storici ricchi di storia, praticamente abbandonati..sono in attesa di aiuti. II rischio è altissimo.

Il programma politico del " Manifesto" è ancora oggi roba che scotta. Il governo aspetta..non si pronuncia...e per quanto? Dopo il 1945, malgrado il " Manifesto", cosa è cambiato? Troppo moderno per essere vero. Troppo in avanti, rispetto ai tempi. E lo si capisce appena si rientra in Italia. Milioni di visitatori, Paese amato da molti, adorato dai tedeschi....che hanno pianto.... chi ci resta, chi ci investe? La stampa libera è spesso oscurata, gli interessi di una certa casta di odiosi speculatori sono oggi, come ieri, intoccabili..."tabu". Basta vedere chi dirige la televisione. Sempre piu' rari i giornalisti che dicono la verità..che conoscono il lorto mestiere...che non tacciono...che non nascondono i fatti.. Mancano le sane, oneste opposizioni che fanno circolare le idee. Come puo l'Europa Federale ... rinascere dalle sue ceneri solo rileggendo il " Manifesto"?

Inesistente e asfittica la circolazione delle élites in Italia. Si premia spesso chi non ha meriti,solo per opportunismo. I migliori cervelli emigrano. Manca una sana cultura del territorio, a salvaguardia del passato e delle imprese che hanno bisogno di innovarsi.

I giovani sono abbandonati a se stessi. Quando si metteranno in sicurezza le scuole? E gli ospedali? Ed i trasporti? Il sistema produttivo e quello dei servizi stanno arrancando, ci si industria senza alcun progetto, sotto il peso di una odiosa burocrazia.. Soffriamo di profonde ineguaglianze tra nord e sud, tra ricchi e poveri.

Lo vediamo tutti i giorni anche in Tv. I vecchi sono abbandonati a se stessi. La Tv cerca solo di raccontare una realtà di comodo, che non faccia male... che sappia solo fingere.... Oggi il terremoto ha messo a nudo le storiche arretratezze amministrative e la perenne scarsità di mezzi dello Stato. Esistono le planimetrie a catasto ufficiale di tutti gli edifici costruiti nel tempo, stalle e pertinenze...passaggi pedonali, vicoli, cantine...etc..ed ora distrutti? Dove sono? E quante sono quelle .....inesistenti? Come risalire alle responsabilitä del costruttore, del responsabile del progetto, se nessuno ha mai certificato l'idoneità del costruito?

Chi ha operato i tagli voluti dalla UE ...solo per mantenere i " parametri"...ha distrutto il nostro futuro. Chi controlla oggi di notte il territorio devastato? Chi aiuta la popolazione? Ci sono troppe inefficienze. E la sicurezza? Mancano poderosi investimenti per lo sviluppo e la ricerca. Si vuole ricostruire ma come? Le popolazioni soffrono ogni pena...mentre il Fisco discrimina, colpisce i poveri lascia inalterati i ricchi, crea solo miseria. Si vive male . I giovani emigrano.

Del " Manifesto " di Altiero Spinelli rimane inascoltato il suo disperato grido: " Oggi è il momento in cui bisogna saper gettare via vecchi fardelli divenuti ingombranti, tenersi pronti al nuovo che sopraggiunge così diverso da tutto quello che si era immaginato, scartare gli inetti fra i vecchi e suscitare nuove energie tra i giovani. Oggi si cercano e si incontrano, cominciando a tessere la trama del futuro, coloro che hanno scorto i motivi dell'attuale crisi della civiltà europea, e che perciò raccolgono l'eredità di tutti i movimenti di elevazione dell'umanità, naufragati per incomprensione del fine da raggiungere o dei mezzi come raggiungerlo.

La via da percorrere non è facile né sicura, ma deve essere percorsa e lo sarà."....solo con la definitiva abolizione dell'Europa in stati nazionali sovrani..in un regime federale che ponga fine all'attuale anarchia....."

Altiero Spinelli, Ernesto Rossi, Eugenio Colorni ( Ventotene agosto 1941)      

---E la morte viene in piena notte in assoluto silenzio ....spazza via tutto..bombarda e spiana..nessun dorma....invece .trema tutto..crolla anche il pavimento..siamo in trappola..il tetto si schianta sulla nostra testa..un rumore assordante di tronchi spezzazi di sassi rotolanti di blocchi di cemento frantumati..cerchiamo riparo ma dove?Che cosa facciamo? Chi ci puo' aiutare..nel buio pesto ..la luce è partita..la polvere ci soffoca..Le finestre sono volate via..e noi rotoliano verso il basso..insanguinati..precipitiamo fuori senza vita...

Tutta l'Europa, pure Obama e Putin.. piangono con noi.....Quante famiglie rovinate..quanta pietà per i pochi sopravvissuti , che orrore il disastro le case spianate , le macerie, i poveri corpi di bimbi straziati, il sangue....le ambulanze..i soccorsi..le pale, i cani..i pianti.. Ok arriva il nostro Premier.....cerca di dare risposte..soffre e ci conforta..Ma ci sono tanti altri problemi, molti insoluti.., mai affrontati..gravi mancanze di governi assenti.. .un sistema da rifare...che cosa facciamo domani per prevenire, al minimo , un nuovo terremoto.? Accidenti al terremoto! E subito si fanno collette..la gente ha il cuore grande che batte..siamo italiani..e si spera che non accada ...

Abbiamo fatto progressi in questi ultimi cento anni? Ditemi dove. I dati sono allarmanti e in peggioramento. Occorre rilanciare l'economia, Signori miei! La frase del Premier è ripetuta giorno dopo giorno.

Ma di rilancio vero... che serva a tutti..che crei spazi nuovi.che dia futuro..sicurezza .costruzioni innnovative..scuole sicure..ospedali sicuri...case sicure...con idee nuove..non si vede nulla. Nessuna spesa utile , nessun insegnamento, nessuna preoccupazione, tutto in silenzio..nessuno parla..per i terremoti.Nulla di nulla..come se non ci fossero...

Ecco che bisogna continuare a buttare denaro....per fare quadrare i conti in rosso.per l'UE. ..facciamo il Ponte su Messina..progetto che non serve a nulla..se non ci sono importanti investimenti che lo sostengono..a chi serve? EXPO 2015 e milioni buttati.. a che serve se ci sono i terremoti?

Tira e molla...i nostri politici ...i nostri amministrratori..i cari Ministri..cari Amministratori..per le prossime elezioni bisofgna farsi vedere..annunciare il cambiamento..Quanto sono bravi a parole..con frasi roboanti....se la tirano....poi se ne infischiano...tutta una manfrinata governativa.avanti ed indietro, senza senso...mentre la gente muore...Ponte di Messina che ha rischio altissimo di crollare..tra Scilla e Cariddi..basta leggere i dati della Scienza, di coloro che osservano..che ci dicono...che la terra trema..ovunque..Ma il Ponte sa da fare.

Apriamo gli occhi, cari amici, compagni di sventura.... Siamo a rischio tutti in Italia! Non ci sono posti sicuri...E soprattutto le isole, le magnifiche spiagge, la baie, le abitazioni, le insenature, le calette, la ricchezza del paesaggio, i borghi, le frazioni, i paesetti, i casolari..i boschi..i fiumi..i giardini..con tutti gli animali e le piante... Ovunque esiste il pericolo.

Mai sentito parlare, una sola volta, di progetti di tecnologia antisismica , di isolatori sismici, dispositivi speciali che vengono inseriti tra le fondazioni e le strutture in elevazione e che hanno la capacità di evitare l’insorgere di risonanze e di resistere quindi alle forti oscillazioni.?

Siamo .rimasti fermi per decenni...ad aspettare..senza far nulla...siamo Zona Sismica a rischio altissimo..e continiuamo a dare via libera a progetti sballati. Quanti sono gli stabene...gli   OK dei vari Uffici Tecnici.. ...a case fatte male..costruite lungo gli argini, lungo le spiagge, sui torrenti..in mezzo alle frane, auto-parcheggio che non servono a nulla, distruggono il paesaggio, orrendi garage ovunque....fumi che intossicano..motorini che inquinano..montagne di rifiuti ovunque abbandonati..spianate le colline, ripiene di acqua piovana, terreni a rischio, sottopassi allagati, strade impraticabili, passaggi pedonali trappole mortali in autunno...Fiumi di fango che trascinano via tutto.

Case per turisti..chi costruisce lo fa per risparmiare...in economia...fatte con il gesso, muri di latta..orripilanti sopraelevate, ponti sospesi, dai piloni di cartogesso, senza un minimo di cemento armato...senza analisi, senza controlli...stadi Olimpici malfatti.., ospedali fatiscenti..mai avviati,bretelle bloccate,..milioni di milioni di euro buttati al vento che producono danno su danno.

E la gente piange.

LA PROPOSTA.

di Ornella Costanzo

Vorrei chiedere alle Istituzioni, al Centro Caritas e alla Protezione Civile locali di poter istituire a Lipari un centro di raccolta di beni di prima necessità per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto in Centro Italia. Nel caso ci fossero già iniziative in corso vi chiederei di poterne dare alla comunità la massima diffusione. Grazie.

ECCO COSA OCCORRE.

di Sandro Pajno

Ecco cosa occorre per i terremotati. Beni alimentari non deperibili, pacchi d'acqua, coperte, indumenti nuovi imbustati che saranno consegnati alla protezione civile.

E ancora: Lenzuola singole nuove o usate (pulite) · Asciugamani (puliti) · Cuscini (puliti) Carta igienica · Rotoloni asciugatutto · Bicchieri di plastica
· Piatti di plastica · Tovaglioli di carta · Prodotti per la pulizia personale (shampoo, bagnoschiuma, sapone, dentifricio, ecc…) · Salviette umidificate
· Pannolini (per adulti e per bambini) · Colori per i bambini · Blocchi di carta · Giochi per i bambini · Acqua minerale − torce e pile − apriscatole
− kit pronto soccorso − medicine da banco (tachipirine - cerotti - pomate per ferite) − lettini da campo − brandine − coperte - vestiario (scarpe, tute, ecc). ALIMENTARI NON DEPERIBILI DI TUTTI I GENERI (PASTA - POMODORI PELATI - BARATTOLI DI FAGIOLI - CECI - LENTICCHIE - PISELLI - CARNE SIMMENTHAL - OLIO - SALE GROSSO SALE FINO - CAFFE - LATTE A LUNGA CONSERVAZIONE -ZUCCHERO - CAFFE' - OMOGENEIZZATI BISCOTTI)-

Già contattato il capo dei volontari della Protezione civile delle Eolie Bartolo Bonfante che ha dato la sua disponibilità.

L'INIZIATIVA DELLA GIUNTA GIORGIANNI.

di Fabiola Centurrino*

Il Comune di Lipari si associa all'iniziativa dell'A.N.C.I. (Associazione Nazionale Comuni Italiani) a sostegno delle popolazioni del centro Italia colpite dal sisma del 24 agosto scorso (www.anci.it).

La Protezione Civile assicura che, al momento, non mancano le principali forme di assistenza e chiede ai comuni di informare la cittadinanza della possibilità di contribuire alla realizzazione delle attività di ricostruzione e/o assistenza versando anche una piccola somma sul conto corrente unico, istituito dalla stessa Associazioneper coordinare la raccolta delle risorse, denominato “ANCI – EMERGENZA TERREMOTO CENTRO ITALIA”, specificando nella causale il comune di residenza.

Codice IBAN C.C.: IT27A0623003202 000056748129

Tra le innumerevoli iniziative di queste ultime ore, segnaliamo quella della Croce Rossa Italiana che promuove, oltre alla raccolta di fondi, anche la partecipazione attiva di volontari pronti a recarsi sui luoghi colpiti.

Per contatti ed informazioni è utile collegarsi al sito www.cri.it

(Vedi allegato C.R.I.)

La Protezione Civile ha inoltre attivato il numero 45500 sul quale è possibile inviare sms solidali del valore di 2 € a sostegno delle zone colpite dal sisma.

*Assessore

La Tv Tedesca ZDF ha trasmesso fino a tarda notte dal Maracanà la finale di calcio maschile per l'oro Olimpico 2016 tra Germania-Brasile,

terminata, dopo una lunga ,impari lotta, solo ai rigori 6 a 5 per il Brasile. Una competizione che non poteva finire che nei migliori dei modi, tra le urla gli incitamenti e cori....e pianti di milioni di tifosi brasiliani. Uno stadio strapieno, impazzito, un Paese in festa.

Ma come poteva vincere la squadra olimpica tedesca una battaglia già persa in anticipo?

Ovviamente i brillanti giocatori brasiliani Gabriel ( Milan) ,Rafael( Manchester United), Marcelo ( Real Madrid) Oscar ( Chelsea) ...sono nomi stellari del calcio brasiliano,tecnicamente superiori in ogni senso, infallibili, che si conoscono a memoria, scattanti , sempre in agguato...se li si confronta con quelli tedeschi di Horn, Klostermann, Sule, Toljian...certamente di minor livello calcistico.

Perché mai i club tedeschi, molto più' ricchi, non hanno messo in campo le loro migliori pedine?

I due Bender , Lars e Sven, unici astri del calcio tedesco, non hanno potuto far molto contro lo scatenato Neyman de Silva Santos, junior, un redivivo Pelé, massimo talento del calcio mondiale, una furia scatenata, che ha sospinto tutta la squadra brasiliana verso la vittoria.

Ha violato la porta tedesca due volte,con un ultimo definitivo rigore... trovando sempre lo spiraglio vincente della rete.

Come poter contrastare il bomber Neyman di raffinata tecnica, sempre in agguato...ben pagato: oltre 36,5 milioni di euro di ingaggio , incassa dalla sola pubblicità oltre 1,6 milioni di euro/anno. Chi poteva fermarlo?

Tutta la stampa tedesca riconoscente, oggi abbraccia affettuosamente l'intera squadra olimpica tedesca, che si è battuta con tutte le sue forze, ha ottenuto l'argento olimpico, grazie alla guida di Horst Hrubesh, esperto tecnico, intelligente allenatore di livello mondiale che, pur con mezzi modesti, ha saputo portare alla finale olimpica la sua squadra durante il lungo, non facile percorso delle gare.

---Andiamo avanti, coraggiosamente, gli atleti hanno bisogno di lottare su ogni palla, di vincere le onde, il vento, la pioggia, il caldo  e la paura. Sono affascinato da chi lotta  e da chi si impegna vorrei imitarlo stargli vicino. Che gioia vedere le giovanissime atlete in acqua, in gara per un centimetro, quasi senza respirare

E chi salta nel vuoto,chi si lancia per tuffarsi, chi osa cercare di uscire da se stesso, dalla propria miseria morale, dal pregiudizio, chi vola oltre i sei metri solo con l'asta , chi non molla dopo 10.000 metri, chi solleva immensi pesi, chi lancia il giavellotto, chi il disco, chi si lancia oltre l'ostacolo con la bicicletta chi prega,chi piange,chi non è mai arrivato, chi ha perso.

Caro Direttore, noi non molliamo. 

Noi restiamo  sulla" isola" la nostra patria comune, dove gli uomini sono liberi, combattono a viso aperto, rispettano le opinioni, tutte le opinioni, non celano il volto , non mentono per ottenere favori,  non calunniano, non calpestano le proprietà altrui, difendono i deboli e gli oppressi. Abbracciamo la nostra Costituzione, difendiamola da chi la vuole utilizzare per i propri " commerci". " Estote parati".

Che il lume della ragione prevalga sulle tenebre , su chi subisce, odii e  persecuzioni, malversazioni,  e  la galera unica soluzione di orrendi governi, che terrorizzano senza pietà,  che uccidono l'umanità, ci rendono simili alle bestie, costringendoci a fuggire via dalla Patria.  Che il tuo Notiziario e la tua Redazione possano spazzare via l'ignoranza, la falsificazione, i maneggi, gli opportunismi,  possa illuminare le menti, fortificare i cuori, di tutti i tuoi Lettori,  combattere i mali che generano  solo odio.

---Noi tutti, italiani e francesi, siamo uniti nel ricordo di padre Jacques Hamel, uomo di profonda fede, sempre al servizio dei fedeli, che è stato barbaramente ucciso martedi' 26 luglio da due terroristi jadisti penetrati armati di coltello nella sua chiesa di Saint -Etienne -du- Rouvray ( Rouen) .

Oggi, milioni di Francesi sono in pericolo di essere assassinati, scrive amaramente Eloise Lenesley, che accusa il governo francese di codardia di fronte al terrorismo islamico. Dove è finita la sicurezza francese?

Durante la messa del mattino, Padre Jacques Hamel di 86 anni , mentre stava officiando, è stato aggredito ed ucciso. Padre Jacques era prete ausiliario della chiesa di Saint -Etienne. Era nato nel 1930 à Darnétal, en Seine-Maritime. Nel 1958 era stato ordinato prete, aveva festeggiato il suo giubileo nel 2008 , dopo cinquanta anni di servizio per la Chiesa.

«Un prete forte e coraggioso per la sua età. I sacerdoti hanno il diritto di andare in pensione a 75 anni ma lui si sentiva ancora attivo, diceva che non c'erano abbastanza preti e quindi finché poteva prestare servizio ha preferito continuare a lavorare», ha raccontato Auguste Moanda-Phuati, il sacerdote responsabile della parrocchia.
Come riporta Le Figaro, Padre Moanda, di nazionalità congolese, era appena tornato dalle vacanze nel suo Paese e avrebbe ripreso servizio alla messa di mezzogiorno del giorno in cui è avvenuto l'attentato. Padre Moanda ha scoperto della morte di padre Jacques dalla televisione. «Era un buon prete che per tutta la vita è stato al servizio della gente. Nessuno avrebbe potuto immaginare che gli sarebbe capitata una cosa di questo tipo», ha commentato commosso.
 Padre Jacques era aperto al dialogo interreligioso e aveva preso parte anche a incontri con esponenti islamici locali.

Mohammed Karabila, presidente del consiglio regionale del musulmano fede della Normandia, lo descrive come «un uomo di pace. Una persona che ha dedicato la sua vita alla religione. Un uomo che ha sacrificato la sua vita per gli altri». 

Tutta la chiesa è in lutto. Padre Jacques era profondamente amato da tutta la comunità dei fedeli che oggi lo piangono. Il nostro ricordo va a Padre Jacques Hamel che nella sulla ultima lettera parrocchiale , del mese di giugno :(...) ha scritto...

Puissions-nous en ces moments la sua ultimare l'invitation de Dieu à prendre soin de ce monde, à en faire, là où nous vivons, un monde plus chaleureux, plus humain, plus fraternel (...)»...E sempre disponibile verso i bisognosi e agli indigenti invitava a pregare per la pace, padre Jacques Hamel, e per un mondo migliore dove sentirsi un po' meno soli:

"Preghiamo per coloro che hanno più bisogno, per la pace, per un migliore vivere insieme. Questo è l'anno della misericordia. Facciamo in modo che il nostro cuore sia attento alle cose belle, a ognuno, e a quelli che rischiano di sentirsi un po' più soli. Che le vacanze ci permettano di fare un pieno di gioia, di amicizia, di ritorno alle origini.

E allora potremo, ricaricati, riprendere il cammino insieme.

Buone vacanze a tutti. Padre Jacques".

---Quello che ho visto non fa bene a nessuno. Anzi. Sono forme perverse finanziate con le nostre tasse. Mi spaventa e mi irrita.

Mi fa anche schifo. Sullo sfondo una marea urlante di camicie verdi. Un comizio.. Un'orgia barbara..A che cosa brindano? Un rito celtico? «C’è la sosia della Boldrini qui». Appare un fantoccio che penzola in alto... Grandi risate tra i militanti nel pubblico. Il nobile Carroccio contro una donna? Come tanti cani arrabbiati si insulta la "donna". Un bersaglio per impotenti. La si deride e la si stupra. Ci si balla sopra...la si calpesta ...come fosse una bambola gonfiabile? La Presidente della Camera dei Deputati?   Perchè ? Quanta crudeltà, oscenità ed ignoranza ..

Vedo gente che lo imita... si sgola, sbraita e continua a riderne. Ballano e urlano. Perversi ed osceni. E lui continua a stuprarla. Indifferenza ed idiozia.

Lei penzola in aria e lui balla incosciente e lui si diverte davanti a tutti. E ride. Il suo insulto è diretto a tutte le donne. Insensibile sta stuprando davanti a tutti la stessa sua madre....stupidamente ...contro colei che lo ha generato....lui se la ride. Sono immagini devastanti, sacrileghe che mostrano il fallimento di cio' che crede sia il suo partito, della sua perversa ideologia,...... vuota, inesistente.

Ecco come si sviluppa il terrorismo. Idiotamente. Su larga scala. Tanta benzina sul fuoco, tanto odio che accende ovunque la morte. I terroristi sono tra noi.

Come " uomo" mi fa schifo parlarne e mi fa schifo scriverne. Non mi piace. Quello che dice e quello che predica appartiene a pura perversione. Cio che esprime è ributtante. Lui ne è beato. Ecco l' orrenda tribuna politica che pratica il disprezzo che si sposa con l'odio. Ricorda molto il Ventennio. I turpi fasti della corte Romana di Palazzo Venezia. Nido di camice nere.. alcova a cielo aperto..passeggio di ogni perversione di turpi truffatori.

Nulla muta..

Costoro continuano a rubarci la vita, ci privano della pace, ci tolgono il pane.. Sono odiosi. Non c'è futuro per noi. Italia serva umiliata e disprezzata. Nessuna reazione dall'area " amica" ..Nessun rimprovero.. Un tacito accordo da destra a sinistra....Le Ministre tutte sono irritate, scandalizzate deplorano, ma occorre tenerlo buono per i voti. Prima di tutto il Governo. In fondo il Carroccio ha puntellato servilmente ieri Silvio Berlusconi,. e domani .ci serve..anche se è utile idiota....per puntellare Renzi...nell'indifferenza ed ignavia. Facciamo finta di niente, ma non lo diciamo.

Ecco cio' che resta della " politica italiana", priva di nerbo, corrotta da torme di profittatori.

Riformare che cosa? Referendum ? Guardiamola tutti bene, vista da ogni angolazione. Una costellazione di personaggi squallidi, di lugubri assatanati. Una collezione di odiosi perdigiorno che non pensano che a soddisfare i loro capricci. E noi paghiamo... noi versiamo sangue per il loro divertimento e loro se la spassano al governo. Tutta gente di scarso livello morale e politico.

Una accolita di potenziali stupratori di donne. Facciamo attenzione: molti politici ,lo apprezzano, lo stimano..lo imitano....ma chi è stupido è pure ignorante ed è altrettanto pericoloso.

---Tutti noi lettori...siamo molto preoccupati, anche chi non è " giornalista". Anche il " lettore" deve stare attento quando legge? E non deve ragionare? Dove andrà a finire la nostra sacrosanta libertà di opinione?

Soffiano venti di guerra e di odio..e cresce la paura. . Sembra che oggi fare " informazione", fare luce nell'ombra, con l'impegno di non tradire la verità, giorno dopo giorno, sia sempre piu' pericoloso. Allucinante quanto si legge avviene oggi in Turchia! La follia al potere. Leggo che ormai oltre 50mila persone sono state sospese o sono agli arresti e su di loro pende la condanna a morte. Sono funzionari del ministero dell’Interno , come 21 mila gli insegnanti a cui è stata tolta la licenza per insegnare nelle scuole private, 15200 i docenti allontanati e su cui si sta indagando, 2700 i giudici e magistrati sospesi, 1500 i dipendenti pubblici licenziati, 500 gli imam rimossi. A migliaia di lavoratori statali è stato invece imposto il divieto di espatrio. Sono fatti spaventosi. Il ministero dell’Educazione ha annunciato di aver sospeso mercoledì altri 6.538 dipendenti. Dopo essere stato rimosso dal suo incarico è invece stato arrestato il rettore dell’Università Gazi di Ankara. E non è finita.

Ma come si può formare una opinione pubblica sana ed indipendente dal potere? Cosa vuole il Potere? Una massa di idioti che dicono ok? Sarebbe questo il Potere di Erdogan? Se il potere si arroga tutto, anche l'informazione che cosa resta? Follia pensare a bloccare il Pensiero. Tutto deve restare nell'ombra? Il popolo non deve sapere ciò che si nasconde e non appare? Aboliamo il cervello? Tu cittadino, resti nell'ombra?... taci e chini la testa? La tua opinione non conta? Sarebbe questa la via alla democrazia?

Ma da noi come stanno le cose? Dal rapporto dell'Osservatorio sui cronisti minacciati in Italia ( lo leggo dal Il Fatto Quotidiano) .....chi sa che cosa accade ogni giorno -nel bene e nel male- nelle redazioni dei giornali e nei tribunali? Anche da noi esiste la libertä di pensiero?

Antonio Pittoni 4 luglio 2015 scrive: " Sono almeno 30, da ottobre 2011 a maggio 2015, i giornalisti, fotoreporter e blogger condannati al carcere per un totale complessivo di 17 anni di reclusione. L’elenco comprende per esempio le due condanne ad 8 mesi inflitte al direttore di Panorama, Giorgio Mulè, a distanza di due mesi l’una dall’altra. La prima il 23 maggio, costata anche un anno di reclusione ai cronisti Andrea Marcenaro (pena non sospesa) e Riccardo Arena (pena sospesa), corrispondente da Palermo del settimanale e presidente dell’Ordine dei giornalisti della Sicilia. La seconda, poco più di due mesi dopo, sempre per omesso controllo (pena non sospesa) per un articolo firmato da Maurizio Tortorella (sanzionato con una multa di 800 euro). Il 10 maggio 2011 il Tribunale di Chieti ha condannato i giornalisti Walter Nerone e Claudio Lattanzio de Il Centro di Pescara a un anno di carcere senza condizionale per aver diffamato l’ex sindaco di Sulmona. Mentre 8 mesi sono stati inflitti per omesso controllo al direttore dell’epoca Luigi Vicinanza, oggi alla guida de L’Espresso. Il 6 luglio 2012 il tribunale di Bolzano ha condannato a 4 mesi di reclusione Orfeo Donatini e Tiziano Marson, redattore e direttore dell’Alto Adige, che erano stati querelati da un consigliere provinciale per una articolo pubblicato nel 2008.

E’ del 4 ottobre 2013, invece, la notizia della condanna a un anno e 4 mesi di carcere di Claudio del Frate, giornalista del Corriere della Sera, per un articolo del 2006 apparso a sua firma su Varesenews.it.

I giudici di appello hanno però ribaltato la sentenza di primo grado assolvendolo perché il fatto non costituisce reato. E’ andata peggio ad Antonio Cipriani, ex direttore delle 15 testate free press E-Polis: ha dovuto affrontare 34 processi e ora rischia di dover scontare i 5 mesi di reclusione ai quali lo ha condannato il Tribunale di Oristano il 2 luglio 2014 per un articolo del 2007 pubblicato su Il Giornale di Sardegna. Sono invece 7 i mesi di carcere comminati al cronista de Il Giornale Luca Fazzo per aver definito, in un articolo di giudiziaria, il querelante «accanito cocainomane» nell’ambito di un’inchiesta sullo spaccio e il consumo di droghe in alcune discoteche del centro di Milano.

Il ministero della Giustizia dispone dei dati completi e farebbe bene a pubblicarli, anche nell’interesse dei parlamentari che discutono una modifica legislativa su questo punto senza sapere cosa accade veramente ogni giorno nelle redazioni dei giornali e nei tribunali. Sacrosanta richiesta. Il riferimento è alla recente riforma della diffamazione, appena licenziata da Montecitorio ed ora tornata al Senato per la terza lettura che ha eliminato la pena detentiva per il reato di diffamazione introducendo, però,sanzioni pecuniarie da 5.000 a 50.000 euro.

E.... da quanto si legge...c'è il rischio di finire in carcere...

---Attenzione ai nascituri, ai nuovi nati : controllate attentamente il Dna di entrambi i vostri genitori. Se il Dna è lacunoso, povero, insignificante... cercate di evitare di nascere. La notizia fa paura, ma la Scienza non si ferma .

Abile arruolato o Riformato?

Dei ricercatori del King’s College di Londra, si sono dati da fare. Si sta sviluppando un nuovo test che valuta la presenza per - chi affronta gli studi - di analizzare   74 geni personali cruciali per il proseguimento negli studi. Ma quali sono i miei geni " cruciali"? Io non li conosco!

Il test genetico, pubblicato sulla rivista Molecular Psychiatry, é il momento decisivo nel predire il comportamento sulla sola base del proprio Dna, dote , bagaglio personale, e in futuro potrebbe essere usato per identificare ogni tipo di studenti a rischio abbandono scolastico, che necessitano di un programma educativo -assai costoso- tutto per loro. Ed io pago!

E quanto sono gli studenti italiani che abbandonano gli studi ogni giorno ? Una caterva. Una spesa spaventosa per lo Stato.. Vogliamo porvi rimedio?. Che ne pensano il Ministro dell'Educazione, i Presidi, i Professori, gli Educatori? A che serve investire nello studio, se il mio Dna ha valore prossimo allo zero? Sembra che per dimostrare se si è capaci di studiare o no, di lottare o no, di vincere la pigrizia e l'ignavia , la sua efficacia è stata sperimentata per ora su un campione di quasi 6.000 giovani, di cui sono stati considerati i voti ottenuti in matematica e inglese lungo periodo di studi...a 7, 12 e 16 anni di età.

I risultati dimostrano che «le differenze di rendimento tra gli studenti sono dovute quasi per il 10% al solo Dna». E come è il mio Dna? Sono scemo o furbo?

Accidenti ai miei genitori, è tutta colpa loro, se sono infelice e non studio? La differenza di genere fra maschi e femmine spiega solo l’1% della variabilità del rendimento scolastico, mentre la determinazione del valore del Dna, che tu sia maschio o femmina, pesà per il 5%. Accidenti!

Ormai chi nasce domani mattina saprà che cosa lo aspetta . Siamo ad un punto di svolta, per quanto riguarda la capacità di predire sulla base del Dna quelli che sono i punti di forza e di debolezza nell’apprendimento di uno studente.

E lo studio costa assai. Con il nuovo test del Dna «potrebbe essere usato per prevedere se uno studente rischia di avere serie difficoltà nell’apprendimento, in modo da sviluppare programmi di supporto personalizzati in base alle sue esigenze».

Mi ricordo che tanti anni fa , una volta ti bocciavano, ed amen. Se non studiavi andavi a lavorare. Dalla scuola uscivano assai pochi.Oggi si spendono milioni di euro, e abbiamo i peggiori risultati educativi. O non si vuole porvi rimedio?.

......Improvvvisamente , non si sa come...ieri ha preso fuoco gran parte della Sicilia, antica , generosa terra ricca di mare e vulcani, tradita da Eolo.. e dal gran caldo..Brutte notizie , terrore   e molti danni..: Centinaia le persone evacuate da abitazioni, Palermo, Messina e Catania isolate, con i collegamenti via treno sospesi, autostrade e statali bloccate. La situazione più difficile in provincia di Palermo, semi- affumicata.. chiusa l'autostrada .

A Cefalù, i roghi hanno minacciano le abitazioni...come a Collesano.In fiamme anche il magnifico territorio di Monreale, a fuoco anche Monte Pellegrino, che sovrasta Palermo. Una enorme nube di fumo ha avvolto l'intera città. Disagi si sono registrati anche all'aeroporto.

Le fiamme non hanno risparmiato neanche l'area archeologica di Calatafimi-Segesta. In fiamme ettari di macchia mediterranea anche ad Alcamo, Marsala e Mazara del Vallo. La situazione più difficile è stata sul versante tirrenico, nel territorio di Sant'Agata di Militello e sui Nebrodi. Un vasto rogo ha interessato il territorio tra Naso e Capo d'Orlando, in fuga la gente dalle abitazioni. La Statale Randazzo-Capo d'Orlando è stata chiusa subito.

La Statale che collega Palermo e Messina, è ancora chiusa tra Torrenova e Sant'Agata.Ma gli incendi non hanno risparmiato neanche le province di Enna e Agrigento. Ma che cosa sta succedendo?

Sarà bene riflettere sul nostro futuro, sui tremendi rischi che corriamo ovunque..infatti Lelio Finocchiaro acutamente ci ricorda che.. "...nel Sole nascente si vedra' un gran fuoco,nel circolo dell'esplosione regnera' la morte e si sentiranno le grida, questa morte sara' per guerra, per fuoco e per fame". Infatti...ieri la Sicilia è stata devastata dalla morte..."

Per quanto riguarda , cito sempre Lelio Finocchiaro... .".Nostradamus avrebbe previsto una invasione dell'Europa da parte degli arabi, ..cosa che sta succedendo da tempo , è lotta armata ovunque, gli Arabi ed i movimenti anti cristiani..anti europei ..guidati da potenti organizzazioni di ricchissimi criminal - terroristi ci stanno assediando, ci colpiscono ovunque mentre subdolamente potenti capi di governo aizzano i loro popoli all'odio contro la civiltà europea , le nostre costituzioni e la nostra libertà. Tutto cio' in odio alla civiltà che dal Rinascimento ha illuminato il resto del mondo, con la Bellezza, l'Arte , il Pensiero.....Molti popoli soffrono feroci repressioni di governi autoritari chiusi dentro il feroce egoismo del nero fanatismo religioso che trova proseliti ovunque...

Ecco che sette di criminali, di falsi profeti, armati fino ai denti, trovano facile linfa nelle periferie dei nostri ghetti, dove miserabili emarginati sono pronti all'omicidio per pochi euro..persino i bambini, come giovanissime donne.. vengono usati come porta bombe..sono fatti esplodere nei bar, nei ristoranti, negli stadi ..nelle piazze, ogni giorno assistiamo ad omicidi di massa..in nome di un Dio riconoscente che con il sangue delle vittime innocenti offre loro, agli assassini, in cambio dei loro delitti..eterna felicità ...... Ormai siamo completamente inermi davanti ai peggiori delitti.

Ci stanno togliendo ogni volontà di reagire. Si uccide ovunque per ogni motivo.Fanatici criminali con fredda determinazione.. circolano tra di noi, vivono nelle nostre case...poi ci colpiscono ...usando ogni tattica...ogni mezzo..ieri bombardate le Torri Gemelle, bruciate vive migliaia di vittime innocenti...oggi.... una scia di sangue corre lungo la Senna bagna Parigi ormai blindata , in lutto , mentre Londra è sotto assedio....sangue di tanti nostri simili, stroncati dal fuoco della mitraglia del fanatico terrorismo.. che attraversa l'oceano..fino ad Orlando negli USA, dopo aver colpito e messo a ferro e fuoco l' Africa e l' Asia ..

Ormai la gente, i nostri vicini di csa, si arma e spara su chiunque ... senza riflettere..senza pietà ..

Abbiamo perso ogni orientamento, smarito il buon senso, e domenica 19 l'Italia vota perche molte città sono state amministrate assai male, bande di criminali le tengono in ostaggio, impoverendo milioni di italiani. La politica italiana è smarrita, il governo traballa, il Premier isolato, cerca sostegno, emarginato da tutti. L'economia langue, cresce solo la miseria. Lo Stato è pieno di debiti Non esiste sicurezza..Le città italiane, ricche di storia, oggi male amministrate, sono preda di numerosi.. " candidati sindaco"   poco preparati, di scarsa cultura, mirano alla " poltrona"...ma ispirano assai poca fiducia, recitano senza intendere cio che dicono, spesso favoleggiando grandi interventi, inventando colossali riforme poi inesistenti, illudendo l'elettorato con programmi amministrativi tutti irrealizzabili, praticamente pura aria fritta.

Cosa ci offrono veramente i futuri sindaci?   Chi sono costoro? Cosa si cela dietro alle loro .. innumerevoli false promesse? Che cosa ci fa sperare in questa futura classe dirigente, in questi nuovi sindaci? Cosa sarà l'Italia dopo il 19 giugno?

Lelio Finocchiaro scrive" S'intravvede prossima una spaventosa terribile terza guerra mondiale "ATOMICA" con conseguenze disastrose , .... e puntigliosamente descritte, soprattutto per l'Inghilterra, con il pericolo della sua imminente uscita dall'Europa, ...si vota il giorno 23 in tutto il Regno Unito...la gente è spaventata , insicura, confusa..se vince il No...subiremo tutti un danno incalcolabile , con il No ... torniamo indietro tutti, subiamo un dietrofront della Storia..una sconfitta pesante ...per il futuro dei nostri figli e nipoti...non solo per l'Unione Europea..."Lasciare l'Europa minaccerebbe la nostra sicurezza economica e nazionale", ha aggiunto il primo ministro britannico. Il voto sarà "una delle più importanti decisioni che questo Paese affronterà nella sua esistenza".

--Da decenni   continua il braccio di ferro tra scuola pubblica e scuola privata. Esiste una sorta di torbida istigazione, patto scellerato , mafioso, che vuole una cultura di pochi, per la Casta..dominante.... che spinge verso la scelta delle scuole private per tutti quei genitori di persone disabili, problematici, adolescenti difficili, critici rapporti famigliari.. che spesso hanno bisogno di continuo sostegno. Ecco che ci si orienta verso questa “fascia debole” tra pubblico e privato a solo vantaggio di quest’ultimo, cio' comporta un atto lesivo dei diritti sanciti dal Principio di libertà di scelta dell’istruzione. La Carta costituzionale stabilisce che la scuola è pubblica o privata e che la scelta dell’una o dell’altra deve passare da una libera alternativa. La scuola privata per essere tale si regge sulla base dei principi economici liberali, principalmente mediante l’autofinanziamento; la scuola pubblica sopperisce di principio alla gravissima sofferenza economica delle famiglie meno abbienti, garantendo a tutti l’accesso all’istruzione. Ma i costi sono ormai proibitivi. Molti non riescono a far fronte, abbandonano la scuola. Ci vogliono almeno 100.000 euro/ studente per arrivare ad un livello decente, minimo di istruzione. Ma non basta mai. IlNostro ordinamento prevede la dotazione necessaria delle risorse all’istruzione pubblica e poi in chiave sussidiaria a quella privata. Ma si contuna a fingere che tutto vada bene.Non ci sono i mezzi, la scuola non funziona. L'ingiustizie crescono a seconda del reddito. Ma chi non ha mezzi non ha cultura. Chi non ha cultura è emarginato. Il governo tace.Milioni di cittadini diventano schiavi dell'ignoranza. Chi legge mai un buon libro? Chi sa scrivere senza fare errori di sintassi.?Ormai non si vedono che delitti e miseria. Furti, omicidi e violenze. Ovunque impera l'odio sociale. Cresce la paura ovunque. Le la scuola offe un panorama di miseria crescernte. Ovunque si sottrae alla scuola pubblica le risorse necessarie ad adempiere alla funzione dell’istruzione per la particolare categoria di disabili, cio avvantaggia i piu ricchi a scapito dei poveri.

Insegnare stanca.

Scuole senza fondi,
Talvolta fatiscenti,
Alunni sfaticati e sonnolenti...

.
Patti educativi disattesi,
Dirigenti sempre più insolenti.
A cercar di far quadrare i tondi,
Senza riconoscimenti,


Anche se la legge ci ha lesi
E bloccati son gli stipendi,
Ogni giorno, pieni di intenti


Con serietà, nonostante il lavoro duro,
Ci rechiamo nelle aule a seminare
Semi di sapere e di educazione,
A destare curiosità e passione
Ad aiutare gli adulti del futuro.


E quanta stanchezza e quante spese
Quanti occhi stanchi e voci arrochite
Quanti viaggi, mezzi, docenti itineranti,
Quanti incidenti e malanni
Sopportiamo e tiriamo avanti
Sbagliando, ché nessun riconosce i danni.


Perché nessuno sa cosa si cela
dietro la fatica di un docente;
dietro quel sorriso stanco
Quanto avvilimento!
Pochi grazie e scarso riconoscimento.
Ma oggi io vi dico:" Coraggio
Forza , io Vi stimo"


Siamo arrivati a Maggio
la strada è in discesa già dal primo.
E infine arriveran il riposo e
l'otium meritati
e prima o poi, me lo sento,
Anche il giusto riconoscimento.

Pubblicato Lunedì, 16 Maggio 2016 20:13 | Scritto da Cinzia D' Eramo

Il Paesaggio italiano ......da tutti i popoli amato...e vedo dal Notiziario delle Isole Eolie..quello " estivo"...delle Isole ......Lipari...sempre con l'annosa questione della "monnezza", malgrado il coraggioso impiego di "r.r.ss.uu. e raccolta differenziata nell’ambito del territorio comunale, con particolare riguardo a Lipari centro e Canneto".... . ben sapendo che il territorio cittadino e marino lungo le coste ogni giorno deve fare i conti con questa realtà.

Pure Vulcano, paradiso, meraviglia assoluta...Isola di Sogno..ignorata perennnemente dai tutori della Legge...lungo le vie come si vede dalle foto degli ultimi giorni è un immondezzaio. E gli Amministratori si riparano dietro la colata lavica di nuove normative, regolamenti, atti pubblici. circolari...editti....di sopra e di sopra o di sotto..... sempre in cerca di un " colpevole"..mai trovato.Eppure c'è chi denuncia.e da anni...ma resta inascolato. .

Ecco che il colpevole è sempre chi denuncia..chi scrive... chi ci crede..chi ha coraggio di metterci la faccia..in difesa siano pure di orde di cani randagi...

Ricca è l'Italia di questi Amministratori .che marciano sui Fori Imperiali con tanto di fascia tricolore..impettita .formazione compatta di cervelli convinti di " governare".. Molti di costoro non ricordano di aver pulito con la loro stessa lingua....le strade.di Lipari ...ieraltro...tutte ridipinte a colori intonati al Ministro Alfano .....compresi sbrecciati vicoli immondi. per rendere "confortevole" il maestoso passaggio " in visita ufficiale" con tanto di fanfara militare...labari e medaglie d'oro..baci ed abbracci.. tante strette di mano...al Signor Ministro dell'Interno.

Con quanto accanimento il premier Matteo Renzi finge di non capire che il suo programma di " riforme" non ha fatto centro. Che l'opinione pubblica lo ha abbandonato. E' penoso vederlo in Tv quando si contorce su se stesso, le solite smorfie, sperando di riuscire a darla ad intendere...bleffando e ripetendosi.. .

In mano non ha piu' carte buone... Finge e fingendo si allontana sempre di piu' dal suo naturale elettorato. Le sue parole suonano vuote. Crede , si illude di essere sempre ben in sella mentre l'intero suo partito lo ha lasciato solo.

In realtà -detto tra di noi- non è poi cambiato nulla. L'affluenza alle urne è stata bassa.. 39 italiani su 100 non hanno votato.

Che cosa vuol dire? Brutto segno per un Paese che vuole le " riforme". Per contro, una folla di esagitati -piu' o meno noti- sta correndo per le restanti poltrone di sindaco, quelle ancora in sospeso...E dopo?

Ma che ne sanno " costoro" di amministrazione? Conoscono bene la buona " amministrazione"? Come sempre i cittadini stanno a guardare. Nessuno di noi sa come andrà a finire. Noi da casa vediamo solo una folle corsa alla " poltrona", tutti vogliono diventate " Sindaco"..ci si contende la piazza, i voti che servono ...si rastrellano ovunque e comunque.di notte e di giorno...   con ogni mezzo. Ognuno fa carte false. Ci si sposa, alla fine, con disgusto, contro voglia.   Si parla male del prossimo, lo si detesta... poi ci si allea. Ci si allea persino con chi si disprezza.Ma nessuno di " loro" parla di " programma". Di serio, impegnativo programma per chi ci vive e lavora....per chi soffre..chi ha bisogno...programma politico-amministrativo, pesantissimo onere sulle spalle, elemento contabile basilare, per figli, madri, padri e nonni.. Per tutti . Dove lo possiamo leggere? Gli imbrogli -come sempre- sono in arrivo.. subito dopo.

L'opinione pubblica è quella di sempre.... frantumata e suddivisa su tutto. Da nord a sud tutto è nebulosamente insicuro. Come finirà la sfida per Roma? Chi avrà il coraggio di affrontare la montagna di debiti che strangola l'amministrazione ? Roma eterna città strapiena di debiti, di rogne e di indagati?

Sembra che il Movimento Cinque Stelle fondato dal ligure Beppe Grillo e dall'imprenditore del web Gianroberto Casaleggio stia andando alla grande. Per anni visto come una " stranezza" politica, una specie di " ameba" .corpo " estraneo"... .senza capo e ne coda...come fumo agli occhi per i detentori del Potere.. sia cresciuto e molto..

.Non si esclude che nell'opinione pubblica -lontano dal Palazzo e dalle mene partitiche -   sia visto come un Messia.. il " salvatore"...il "toccasana" caduto dal cielo... che risana l'intera penisola dai suoi eterni mali.

E se poi non mantiene le promesse?Totalitarismo sempre in agguato?Basterà, o fallirà ? Molti di noi lo votano...sperando .Molti ci sperano. Del resto restano molti dubbi. Il suo insperato successo del 5 giugno.. morde la coda ai Capi Maggiorenti di Destra e Sinistra. Pure i poderosi Sindacati . Destra e Sinistra oggi piangono. Cio' da particolare fastidio al nostro vetusto, obsoleto "establishment" che -da sempre- finanzia e guida gran parte del giornalismo che ossequia sempre prono ... il Premier attraverso la stampa e la Tv . Da sempre abituati a spartirsi ed a guidare..la massa abulica elettorale degli " indecisi". Basta pagare. E con i voti si ottengono le poltrone...che danno molto potere...e soldi..e ricchezza...

Da anni non succedeva che un Movimento, nato per puro caso, agli inizi visto come uno spettacolo di sempliciotti , di   " guitti"..guidati da un comico da " cabaret". La gente, incuriosita ha cominciatoa seguirlo ad ascoltarlo. Beppe Grillo, non sempre amato   resta   un personaggio " astruso" difficile, controverso , spesso odioso, irriverente e sguaiato.

Questo Movimento -non possiamo negarlo- cresciuto in solitudine...tra e nella piazza....spesso tra i lazzi e gli improperi di un clown...come Movimento spontaneo di ribellione..specie di " contro-potere" lontano dalle " sedie"..sta entrando anche nelle case e nei salotti televisi dei " bene".Cosa ci attende ..domani?

Il Movimento sempre piu inconsapevolmente crea nuova credibilità , segna una nuova via della democrazia dal basso, mai prima percorsa. Forse quello che ci mancava. Partecipazione, onestà... e credibilità. Grazie alle moderne autostrade della comunicazione - web il suo " elettorato" sempre piu' vasto, vede il Movimento in crescita -cosa mai accaduta. Il Movimento sta fuori dagli " stanziamenti" di legge per gli altri partiti. Non costa ai cittadini. Non pesa sul bilancio pubblico. Strada tutta in salita che sembrava impercorribile a molti di noi. Assurdo politico. Certamente il Movimento è cresciuto grazie al consenso degli esclusi, di molti di noi cittadini senza potere, noi tutti " insiemi " di una "maggioranza silenziosa", inascoltata, praticamente inerme, lontana dalla politica " ufficiale", noi massa ..di infiniti .senza volto che non ha mai contato..nulla .

Oggi - questa è la novitä- si sta affermando non piu' come semplice   "Movimento "populista e popolare., sanguigno..incattivito..sempre al limite della decenza..costruito sul poderoso nonsenso del Vaffa... .Movimento, con tante ombre e poche luci, con tante contraddizioni, ambiguità che non è mai piaciuto ai Palazzi Alti, agli Alti Comandi della Politica.

Oggi -dopo il 5 giugno- il Movimento di Beppe Grillo da enorme fastidio agli " altri" partiti ... perchè propone delle durissime scelte amministrative-politiche in linea con con i bisogni del popolo...di coloro che non hanno voce..dei tanti che soffrono..degli emarginati.

Semplicemente il Movimento vuole " che chi amministri sia " onesto e leale". Solo questo. Al contrario sembra che gli elettori italiani non sappiano fare le opportune differenze .

Questo Movimento non piace per nulla a Renzi e non piace assolutamente al   redivivo Silvio Berlusconi, di nuovo in campo, speranzoso di nuove vittorie, con almeno quattro candidati sindaco mandati allo sbaraglio...oggi in bega tra di loro .. .

Vorrei sapere: da domani che cosa cambia in Italia?Che cosa ci propongono di "nuovo" i nuovi Sindaci? Il quadro generale comunque lo si voglia.. resta assai confuso....
Abbiamo da anni la " febbre", il Paese è " malato"..non esiste " crescita" i giovani dove vanno? E la prognosi non è favorevole. A giugno 2016 restano sul tappeto una marea di problemi insoluti.

I dati -tutti in rosso- sono davanti agli occhi di tutti.

Il governo Renzi -se vuole governare- deve ancora intervenire :

- Il sistema sanitario costa miliardi ed i servizi sono scadenti

- Lo spreco in crescita di risorse pubbliche..ovunque ammanchi ..

i dipendenti continuano a falsificare e a rubare...soldi dello Stato
- La corruzione amministrativa da nord a sud è ad un livello critico;
- La spesa pubblica..scuola etc.. inghotte senza " rendere" ..resta fuori controllo;
- Il debito pubblico ...è   fortemente aumentato;
- Esistono forti dislivelli reddituali tra chi guadagna 10 euro e chi introita milioni di euro.

-Le tasse sono pagate sempre e comunque dai soliti " fessi". L'evasione fiscale resta alta. Ci sono nomi di importanti "   politici italiani .. ..che hanno portato il loro denaro fuori Italia, compiendo vari reati penali.Per loro non esiste reato?

- I reati contro la persona , i furti e le aggressioni sono in aumento

- Le pensioni sono ad un livello di vera miseria...praticamente il governo tenta di abolirle.cosi' sana il disavanzo...
- La disoccupazione giovanile è tragica, gli abbandoni scolastici sono in aumento, lo spreco di milioni di euro nella scuola è fuori controllo..

- Stanno svendendo i marchi italiani piu importanti i cinesi li comprano..il governo tace
- Altri 10 milioni sono al limite della soglia di povertà..il governo non vede e non sente  
- L'immigrazione è ad un livello esplosivo..i flussi di migranti sono fuori controllo;
- Forte è l'aumento della delinquenza, delle truffe ..dell'insicurezza...siamo tutti a rischio.

Caro Amadori....se mi permetti ti abbraccio....Grazie per avere messo i puntini sulle iiii...Grazie!

Da noi pullulano tanti dolcissimi lecchini- codardi-pronti a dire il contrario tutto diverso..da cio ' che coraggiosamente " scrivi".....

Molti vorrebbero esporti...da subito.. alla " gogna"...osare scrivere " contro"..è un oltraggio da punirsi..con pene   severissime ... progressive...alla " Putin" o alla " Erdogan"....

Guai opporsi al " Potere"..Si rischia di essere triturato da brutali ritorsioni e dolorose ammende...

Poi tutti insieme felici e contenti..il 2 Giugno...Presidenti e Premier....ai Fori Imperiali a dire convinti che " dobbiamo essere un popolo libero"...le voci debbono essere espresse senza " timori"...

Viva la Repubblica del 1946...A che cosa servono..le pesanti modifiche " alla Renzi"..che stravolgono al Costituzione???

. Io voto NO.

Un forte abbraccio al Direttore del Notiziario delle Eolie.. Bartolino e a tutta la sua Redazione..che si batte senza tregua per la piena Libertà di Opinione. dove ogni cittadino -ricco o povero- possa esprimere il suo pensiero, qualunque esso sia....nei modi che vuole

Di questo abbiamo estremo bisogno..... Tutto cio' .per rendere l'Italia un Paese vivibile..e meno " borbonico"...

Toglier la Libertà ai cittadini è il peggior delitto contro la vita stessa.

Sono in arrivo le elezioni amministrative. 5 Giugno 2016: luci accese sulle città e, cittadini...Si debbono rinnovare i Sindaci? I Candidati in pista - gente di primordine- in fila per vincere......Personalità e Coalizioni e contro Coalizioni si scontrano a testa bassa. Il robusto : PD-SC-PSI-CD-IdV-ALA che si oppone al sempre verde FI-LN--FDI-AP .... Tutto in solitaria il Movimento Cinque stelle...che mai vuole fare ? Chi farà goal?

La politica è la grande fabbrica dei Sogni...la piu grande illusione.

Sul banco .. l'offerta è ricca: Prodotti riciclati..a metà prezzo .....a sinistra ... .SI -SEL-POS-PRC mentre a destra ci sono scontati fine serie LN-FDI...al centro troviamo AP-UDC.....irriducibili antistorici...

Oggi 2 giugno....sui Fori Imperiali... memorabile parata repubblicana. ...castigata nei labari e pennacchi...tutto ricorda serietà .. i sindaci in prima fila, seguiti dagli studenti e i docenti di 53 scuole secondarie e gli atleti del Gruppo paralimpico della Difesa, riemergono Marina militare e Guardia costiera, gente di carattere , instancabile, impegnata giorno e notte per aiutare chi soffre...chi emigra e chi affoga. Nel complesso 3.600, tra militari a civili, a sfilare tra il Colosseo e piazza Venezia, mentre in tribuna d’onore il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con   il premier Matteo Renzi che è reduce dalla Svizzera dove ieri è stato inaugurato il piu lungo tunnel ferroviario del mondo sotto il San Gottardo lungo 57 chilometri.

I 56 i candidati sindaco hanno aderito a " Sai chi voti" .....ma nessuno di noi lo sa...E'da qualche secolo ,....forse dallo Statuto Albertino.... che aspettiamo le " Riforme"..una buona Scuola... la Sicurezza..l'Onestà......la Serietà...l'aria pulita...un buon ospedale , un prato verde...un futuro migliore...... una buona assistenza.....un   Posto di Lavoro.....una pensione decente.....

In verità.. siamo ormai ultimi....in tutto...cattedrali di insolenze...Chiesa contro Stato..una pioggia di querele..sul mare nereggiano orde di amici africani..anime perse....mentre le nostre spiagge....un mare di annegati...barconi sfasciati...in arrivo la dolce estate italiana...l'estate delle belle famiglie..dei nostri bimbi.........

Da tempo si vive nel Mare delle False Opinioni..... ci si sonda a vicenda..ci si spia...nessuno si fida..Pregiudizi dietro ogni angolo....Tutto è Contraffazione...marchi e brevetti.. patacche.......... la miseria ed i debiti crescono come funghi....

.Elezioni amministrative 2016 ...ecco i tanti nuovi nomi eccellenti tutti in riga..tutti in cerca di " vittorie elettorali"..

Parola d'ordine " Dobbiamo essere concreti...stare tra la gente.."... "Roma è nostra".. Dobbiamo vincere.." a Milano comandiamo noi"..."....si mira..al sodo.....

Italia, giugno 2016...triste l'addio di Obama..dimenticato.." yes we can".....tante somo le elezioni " urlate" .....sbracate--fischiate....inneggiate....

Il sogno di Matteo Renzi : immedesimarsi..essere...come Donald Trump, che vince le Presidenziali ?

Ecco famosi Manager.... che non vedono i debiti pubblici crescenti... malessere profondo che ci divora...cannonate, arabi conto arabi....terrorismo in casa.. fucilazioni di massa...città assediate dall'Odio.....euro- popoli in profondo rosso...nessuno ne vuole sapere..rimaniamo sereni .....votiamo come Montanelli, buon anima, soleva ripetere.." tappiamoci almeno il naso" ...oggi 2 Giugno festeggiamo la Festa della Repubblica.....a noi ...basta Vincere..e " Vinceremo"::Vinceremo in terra,in mare e in cielo""...

Finalmente è tornato a casa sua il Fuciliere di Marina Salvatore Girone . Le polemiche non sono ancora finite..Ci sono due diverse tesi in circolazione. Chi ha ragione? Tra Roma e Nuova Delhi infatti è calato il gelo.Ci sono voluti tre governi, e cinque anni per arrivare alla soluzione odierna . Di certo ci sono state troppe interferenze, maneggi politici, intrallazzi, scambi di favoritismi, oscuri patteggiamenti che hanno danneggiato i buoni rapporti diplomatici. L'italia ne esce male....a testa bassa.

Tutto cio' ha creato ombre e sospetti.. Si è creato attorno a Girone e al suo compagno Latorre un pessimo clima di inutili tensioni internazionali, mescolando verità e menzogne, si è rischiato un grossso incidente diplomatico. Chi sa la verità?

Di sicuro l'India ha subito deciso di cancellare tutti i bandi di gara vinti da Finmeccanica-Leonardo, per i suoi equipaggiamenti militari.

Oltre al " problema" Girone-Latorre, ci sono troppe tangenti di mezzo, troppi imbrogli , carte false....ed indagini in corso....accordi governativi...tra cui alti funzionari indiani, corrotti che oggi reclamano giustizia. Un grosso pasticcio. L’ex amministratore delegato Finmeccanica Giuseppe Orsi è stato condannato in appello a 4 anni e mezzo di reclusione per corruzione internazionalee false fatturazioni, oltre per attività di depistaggio. Bruno Spagnolini è stato condannato a 4 anni di reclusione per corruzione internazionale e false fatturazioni. Il gruppo italiano guidato da Mauro Moretti è da oggi nella black list di New Delhi.

Il motivo ufficiale sono le indagini della magistratura .. per presunte tangenti di un appalto di 560 milioni di dollari per 12 elicotteri Augusta Westland, oltre a quattro cacciatorpedinieri e sette fregate, progettati per essere armati con il cannone da 127 millimetri Otomelara, società del gruppo Finmeccanica. Ecco che cosa si cela dietro l'arresto dei due Fucilieri.

Giusto in tempo:alla decisione della Corte Suprema indiana di rimpatriare Salvatore Girone, ecco che il ministro della Difesa di Nuova Delhi annulla un mega contratto da 300 milioni di dollari per la fornitura di siluri per i sottomarini indiani.Una pedita secca per Finmeccanica-Leonardo..e per le finanze pubbliche del governo Renzi!!!

Secondo il Times of India “il ministro indiano della Difesa, Manohar Parrikar parla di troppe tangenti pagate ...per gli appalti.

Italia ed India sono da tempo ai ferri corti. Il peggio è per l'Italia.   Non vi saranno più nuove transazioni con Finmeccanica e sue sussidiarie . Un grosso danno all'export italiano.

Ci saranno in futuro...nuove forniture Finmeccanica? Parrikar ha risposto...ironicamente : “C’è un solo prodotto in tutto il mondo? ..."Ci saranno sempre i prodotti delle aziende russe, americane..francesi e altri ancora...filosoficamente..basta mettersi d'accordo.... : dopo tutto il denaro piace a tutti..trovare il "sistema".. ... potrebbe essere solo un po’ più costoso .....”.

" Vi scrivo mentre sono in volo verso il Giappone per il G7. Molti gli argomenti che la presidenza nipponica ha messo in agenda, in attesa di passare il testimone all'Italia che organizzerà l'appuntamento nel 2017 in Sicilia".!!!

Lo annuncia, in volo,  il nostro premier Matteo Renzi nell'e-news mentre è in viaggio per il G7

Leggo quanto amaramente denuncia il Preside Renato Candia....Quanto siamo distanti dal Giappone?

Per pura curiosità apprendo..basta leggere dal web...la distanza tra l'Italia ed il Giappone è " incolmabile"...da ogni punto di vista...... Renzi fa finta di nulla...e rende l'Italia .... lo zimbello della Cultura..il Paese degli Ignoranti....rovinando i giovani.e le loro famiglie....come gli insegnanti...e Presidi...non sviluppando cultura...conoscenza...ma solo un immenso..." disagio"....e miseria...

Al contrario ... in Giappone.."..Il preside, come ufficiale più alto della scuola ha un grande spazio di lavoro, l’ufficio del preside per l’appunto. Di solito ha un divano per intrattenere gli ospiti speciali e un lungo tavolo per condurre riunioni importanti.

Quella giapponese è una società che prende molto seriamente la scuola e l'istruzione in genere, in Giappone, si ha bisogno di due paia di scarpe quando si va a scuola.

Le scarpe per esterni e quelle per interni. Entrando dall’ingresso della scuola, le scarpe per esterni vengono messe nel porta scarpe e si indossano quelle per interni.

Questi box per le scarpe sono etichettati per grado e per classe, e ogni studente ha il suo posto assegnato. Lo stesso vale per gli insegnanti. per questo motivo l'istituto e  il percorso di studi vengono scelti con molta attenzione dai genitori, al proprio figlio/a una buona scuola potrebbe dare maggiori opportunità in campo professionale o accademico.

Gli insegnanti, prima e dopo le lezioni, si incontrano e lavorano nella sala insegnanti. Ogni insegnante ha la propria scrivania, ogni scrivania è allineata fianco a fianco e sono poste una di fronte all’altra.

Sono raggruppate in base al grado dell’insegnate. I primi tre funzionari della scuola (preside, vice preside e responsabile degli insegnanti) sono posizionati su di un lato della stanza, anche loro con le scrivanie allineate

Di particolare frequenza sono in Giappone gli istituti di matematica, nella cui materia infatti gli studenti giapponesi pare siano i migliori a livello internazionale. L'uniforme scolastica giapponese (seifuku (制服) è prevista in quasi tutti i gradi d'istruzione e da quasi tutti gli istituti, sia pubblici che privati, una tradizione questa che pensate risulta interrotta sin dal XIX secolo.


Le ammissioni ai livelli superiori di studio sono tutte ad numero chiuso, sono quindi previsti degli esami d'entrata (nyūgaku shiken (入学試験), obbligatori ad ogni grado).

La scuola obbligatoria inizia a 6 anni e prevede istituti di tipo pubblico e privato (in genere molto prestigiose).

Siccome la scuola è basata su libri di testo et similia, almeno per ora, una sala per la stampa è davvero necessaria. Qui gli insegnanti possono fare le loro fotocopie ed espletare altre esigenze di stampa. Questa camera è dotata di taglierine e di tutti i formati e tipi di carta.

L’ufficio amministrativo è dove lavora il personale non docente. I visitatori possono informarsi sulla scuola proprio in questi uffici. Gli insegnanti ottengono i loro materiali scolastici sempre da questo ufficio: dalla carta, alle clip, dagli elastici ai gessi ecc.

Le scuole medie e superiori non differiscono di molto dalle nostre italiane, la maggiore caratteristica consiste nell'assistenza di scuole specialistiche private dette Juku, con le quali lo studente viene preparato specificamente al sostenimento degli esami (nelle università le scuole speciali vengono chiamate Yobikou).

Ogni aula è dotata di sistemi audio-video. Il maggior numero di studenti in una classe è di quaranta bambini, anche se le piccole scuole di campagna possono avere anche meno di 10 bambini per volta. Le aule sono molto ben ventilate e illuminate, con grandi finestre scorrevoli e lampade a sufficienza.

Anche le porte sono scorrevoli e ogni aula ha sempre due porte.

Ogni sedia ha il suo banco con dei cassetti e sul retro della stanza ci sono armadi per mettere le borse degli studenti.

Come suggerisce il nome, la sala polivalente è utilizzata per qualsiasi scopo.

Potrebbe essere una sala riunioni per i club degli studenti, uno spogliatoio, ma il più delle volte viene utilizzata come stanza per l’inglese.

Le lezioni di inglese si tengono una volta alla settimana nelle scuole elementari giapponesi. I servizi igienici si trovano su ogni piano della scuola. Naturalmente i bagni dei maschi sono separati da quelli delle bambine e ovviamente lo stesso vale per quelli dei docenti. I servizi igienici sono forniti di asciugamani e sapone.

Le infermerie delle scuole sono così cool e rilassanti. Un posto molto accogliente per un bambino malato. Inoltre l’infermiera della scuola è sempre molto gentile. La clinica della scuola è spesso affollata quando è il momento di misurare l’altezza e il peso dello studente, e, in inverno, quando l’influenza si diffonde.

Inutile dire che sono tenuti molto assolutamente...puliti. Come ogni altro luogo del Giappone, le pantofole interne non vengono utilizzate all’interno del gabinetto, ma ci sono le apposite pantofole igieniche che vengono utilizzate al loro posto."

Qui in Svizzera si fa sul serio: entro il prossimo mese di dicembre da Milano Centrale si arriverà a Zurigo comodamente, e si risparmieranno buoni 50 minuti.( oggi si impiega circa 4ore ). Tutto questo grazie al nuovo tunnel ferroviario di 57 km a 800 metri sotto la montagna , costato al contribuente svizzero oltre 10 miliardi di franchi svizzeri.

Mentre i governi europei si accusano a vicenda, chiudono le frontiere, bloccano treni ed autostrade, nascono posti di blocco in assetto di guerra, riemergono odiosi ricordi , la Svizzera, - esempio di vera democrazia- apre nuove vie di comunicazione, spalanca nuove opportunità, apre i suoi confini ai giovani e alle imprese.

Mercoledì 1º giugno si terrà la cerimonia di inaugurazione. La Confederazione ha investito per quel giorno otto milioni di franchi. Oltre a Hollande, Merkel e Renzi, sono attese importanti personalità politiche . Ci saranno oltre 1100 invitati, parteciperanno circa 300 giornalisti da tutto il mondo. L'intera rete ferroviaria svizzera significativamente partecipa allo straordinario avvenimento.

Durante il fine settimana del 4 e 5 giugno, tra le stazioni del nuovo tunnel : Fluenen (Cantone di Uri)a nord, e Biasca (Cantone Ticino) a sud , si attendono 100 000 visitatori che su navette speciali potranno godersi l'attraversamento, tutto in galleria,a una velocità a 200 km/h.

Bastano 20 minuti per coprire 57 km. Il costo del biglietto A/R... è di 79 Franchi svizzeri a persona.

Finalmente dopo 17 anni di inteso, appassionato, duro lavoro, la Svizzera apre una nuovissima linea ferroviaria da e per l'Italia. Con i suoi 57 chilometri sotto la montagna, la nuova galleria del San Gottardo diventa il tunnel ferroviario più lungo al mondo. Innovazione, precisione e affidabilità tutta svizzera. Grazie a collegamenti più rapidi, frequenti e comodi, nonché all’introduzione di nuovo materiale rotabile , migliorerà la qualità del trasporto sull’asse nord-sud con l'Europa, da Rotterdam - Anversa verso Genova-Palermo. .

Ci saranno piu posti per i viaggiatori , vagoni molto piu' comodi e maggiore velocità. Si prevede che entro il 2025 la domanda complessiva di trasporto sull’asse nord-sud   traffico viaggiatori aumenti di circa il doppio, passando dalle attuali 9000 persone/ giorno a oltre 18 000. Per poter far fronte all’incremento del numero di passeggeri saranno necessari nuovi moderni treni.

Si attende un forte sviluppo per il traffico merci grazie alla nuova galleria ferroviaria del San Gottardo.Cio' comporterà maggiori e piu' rapidi collegamenti ad elevata affidabilità. I clienti di FFS Cargo faranno aumentare il volume del trasporto logistico si avrà una   diminuzione del trasporto su gomma, per far fronte alle crescenti esigenze di riduzione delle emissioni.

Nel traffico di transito internazionale, la nuova galleria del San Gottardo scavata a 550 metri sul livello del mare, -esempio unico al mondo - rappresenta un primo importante passo verso la ferrovia di pianura completamente in galleria attraverso le Alpi.

Come sarà il treno del futuro? Come si alimenterà? E quanto costerà'?

Sarà controllato esclusivamente dai sistemi satellitari e da internet? Viaggerà solo in tubi di acciaio? Ed i servizi per i viaggiatori? E la sicurezza? E come saranno gli altri treni, ad esempio per i pendolari, i lavoratori, dovranno subire le torture di viaggi indecenti, sempre in perenne ritardo,insicuri ?

Dal 29 maggio al 2 giugno , con oltre 1000 partecipanti, le Ferrovie Italiane ospitano , al Centro Congressi Stella Polare della Fiera di Milano il " World Congress on Railway Research". Come sarà il treno del futuro?

E' mancato Giacinto Pannella detto " Marco".....prima di Marco nessuno si è mai sognato di battaglie per i diritti civili, per l’obiezione di coscienza antimilitarista, per la dignità e i diritti degli omosessuali e delle donne sempre osteggiate.

Da solo ha combattuto la pena di morte, avversato la partitocrazia quando gli altri intascavano tangenti, ha alzato la bandiera del pacifismo e della fame nel mondo mentre in Parlamento e fuori sperperavano scannandosi per lottizzare Rai e aziende di Stato.

dal governo...quanti sorrisi beffardi e plateali offese. Spesso al limite della sopportazione ....lui ha sempre saputo pagare di persona..ci ha messo la faccia...si è rovinato la salute...aizzatore...delle folle..difensore della Costituzione. combattente per la libertà di opinione..per i diritti dei reietti...degli emarginati..autore di interminabili scioperi della fame e della sete per le cause più disparate, arrestato più volte, processato e condannato...odiato.....

Come noi italiani ...giovani e vecchi...non cambieremo mai...E' un difetto di " nascita".?...Quanti di noi italiani...siamo fuggiti dall'Italia..per miseria, per mancaza di futuro.. e quanti oggi non sanno nemmeno " amare" non ci riproduciamo piu' ....le nascite italiane sono crollate...il maschio italiano si è ritirato, esausto dalle fatiche .. crollato il mito dell'erezione illimitata.., malgrado una " libertà sessuale" mai vista prima......quanto poco conosciamo di storia Patria.......

Se poi parliamo di educazione " politica" di senso morale..di virtu' civili...siamo rimasti indietro ...non ci siamo mossi..siamo fermi.....tutto quello che è modernità, innovazione....progresso ...civiltà.. è visto come pericoloso ..da evitarsi....

Se ben ricordo a partire dal 1946..dal post fascismo... . di tipi ..alla "Marco Pannella" erano piene le università e le scuole, come le fabbriche...molti italiani e italiane stavano alla finestra ad aspettare " il cambiamento"...

Era il favoloso tempo dei " Vitelloni"...di Fellini...come tanti nostri amici.. del grigiore esistenziale....del vuoto morale..di noi giovani italiani.... .

Eravamo una miriade di dispossenti....di .poco istruiti, mal allevati..senza guida...senza futuro...migliaia di incapaci usciti dalla dittatura dell'ignoranza...in ressa per trovare un misero lavoro...Assolutamente amorali...scettici..vuoti...

Pronti ad ogni avventura...Tutti stipati sui treni di terza classe... diretti a Torino, come in Belgio o in Germania.. a migliaia con le nostre valige di carta pesta ..una ressa ..di sbandati...per trovare un pezzo di pane....Si fuggiva senza far ritorno...

Marco Pannella era tra di noi.. uno di noi... ma non lo abbiamo mai capito, “Non avevo neanche i soldi per il tram e mi facevo tutta Roma a piedi due volte al giorno”, ogni tanto aiutava il padre per rimediare soldi. “Alto e magro come uno spettro, lavorava con una capacità incredibile” .....lui .ha avuto la forza ed il coraggio di dire No di non accettare il " sistema" ...Lui vedeva lontano...

Noi dicevamo " Si"...Lui ha detto sempre.." No" ...trovandosi sempre .. "fuori" , decentrato..nè carne e nè pesce.. alienato tra alienati..affamato..reietto..cacciato via..malmenato..odiato ...transfuga tra i profughi..come lo siamo oggi...i cari italiani in Patria senza Patria,.senza diritti ..costruiti in appositi pollai.governativi.....guidati sempre dagli stessi governi .fotocopia orrenda dei peggiori sentimenti .. dove emergono come tanti funghi velenosi..i tanti nuovi opportunisti.. solerti lecchini di ogni governo, Elezioni Amministrative.di giugno 2016 ....già truccate da voti inesistenti....proiezioni di voto di migliai di assenteisti. si vota anche di lunedi per far piacere al Presidente del Consiglio, ....capolista di manovrati imbrogli di carte false...

Siamo in tanti come Marco Pannella che non ne possono piu' di questa Casta malefica... Autorità contro Autorità....Giudici contro Giudici...dove la Costituzione è presa a calci . ridotta a carta straccia priva di ogni diritto.

Persino Aldo Moro democristiano " doc"....scienziato politico di straordinarie capacità di governo, abbandonato dal suo stesso Partito, condannato a morte da chi gli era vicino......... .ha pagato con la vita il suo " non allineamento"...

Anni dopo....Pier Paolo Pasolini, genio poetico, rara voce libera . odiato dalla peggiore borghesia italiana e dalle potenti lobbies di potere... lo hanno assalito, torturato e massacrato, perchè era un " diverso"....Un uomo libero è assai raro in Italia........

Caro Direttore,

che fine ha fatto la "satira " in RAI tivù? E’ una scomparsa pesante, perché la satira è vita... aiuta a far capire ...ad indignarsi.. Permette di restare vigili, a porsi domande a non accettare... ma a ragionare ....

Con   disgusto leggo le ignobili accuse contro il comico tedesco Böhmermann che in Tv :"   ha accusato il Presidente turco Erdogan di pesante repressione della stampa , di colpire e di imprigionare le opposizioni, di gestione dispotica del potere .... di fare sesso con le capre e di guardare film pedopornografici mentre si divertiva a “reprimere le minoranze, e a prendere a calci i curdi e picchiare i cristiani”.!!!

Guai grossi per il governo tedesco....subito rimproverato, arrestato messo a tacere... il comico Böhmermann, mentre il governo turco, Erdogan in testa... ha chiesto la rimozione , la distruzione del video .ammonendo il governo tedesco .. urlando insulti contro la Merkel.....e decretando la fine di Böhmermann. .....

Da sempre la "satira"... è arma...pericolosa, letale : negli anni '54-'59 ..nella presitoria della nostra televisione.. RAITv ha messo in onda alle 21 ... " Un, Due, Tre" con i grandi Tognazzi e Vianello ...eravamo tutti felici di sentirli recitare, bravissimi, spiritosi, con tanta semplicità e bravura...veri comici...pezzi rari..di pura comicità, satira .graffiante, innovativa..creativa...aria nuova.. e che belle risate ci siamo fatti tutti.. milioni di italiani alla Tv...uno spasso..... una vera manna per chi ha vissuto sotto la Dittatura Fascista...dopo tanti anni di ......Camicie Nere.... Fasci Littori...

Rai-EIAR ... ci rincretiniva.....con i suoi slogan.. " Vincere e Vinceremo".....il " Sole Eterno di Roma"........

Finalmente si era negli anni '60... tempi nuovi, incredibili dopo anni di dura, oscena..censura..di bocche cucite.. di confino..di miserie...di galera per i dissidenti...rinasceva la " satira"......il libro pensiero...quanta nuova aria di libertà....e poi? .

Ma fare " satira"..e mandarla in onda...in Tv...a seguito di uno   stupidissimo incidente...occorso al Presidente Gronchi.....e ripreso da Tognazzi e Vianello.. ecco la punizione.....inflitta dalla RAI Tv Italiana ( ex EIAR) a Tognazzi e Vianello....licenziati in tronco ....

..Noi decretiamo... che lo spettacolo " Un Due Tre" venga da subito cancellato....Basta.

Tognazzi e Vianello ...cacciati dalla RAITV . Evidentemente ieri, come oggi...non si vuole.... "un linguaggio nuovo" e nemmeno la semplice " satira".....noi, miseri cittadini...ignoranti.. dobbiamo subire l'ideologia dominante ...con laridotti a .tanti cervelli passivi....che non contano nulla..che non reagiscono..

Siamo a maggio 2016, ...quanto è diventata brutta , volgare l'Italia oggi..che ha cacciato via il meglio del giornalismo di punta... dei suoi migliori comici..dei migliori critici..dei pensatori..dei critici.....Che povertà di linguaggio..che scarsa cultura, oscurantismo tutto televisivo-culturale ..quello Romano...che non vuole evolversi, che non intende migliorarsi..e competere...aprirsi alla migliore informazione... al miglior giornalismo, libero da oppressioni, da catene governative..

Tv di Stato, povera di idee, .che non crea lavoro, ma solo crescenti costi ...e siamo noi cittadini che paghiamo.che manteniamo il " carrozzone"...... che tristezza di mezzi la Rai Tv tecnologicamente arretrata....senza HD ...che squallore i filmati RAI degli anni '30..praticamente inguardabili..

Caro Direttore,

da quanti anni il Ministro dell'Interno della Repubblica non visitava " ufficialmente"Lipari? Lipari è sempre stato considerato territorio " alieno"..isola sperduta nel mare... Per decenni , Lipari serviva al "Regime " per mandarci "in soggiorno obbligato"...i suoi " oppositori"......Leggo che è prossima la visita di Angelino Alfano, nella sua veste di Ministro dell'Interno ...subito dopo quella recentissima del Presidente Rosario Crocetta!

.Ecco una buona occasione per l'intera comunità eoliana: fatevi sentire....

State allerta Voi " Webmaster", cronisti....giornalisti....non mollatelo..riprendete tutto...Date l'allarme generale... Suonate tutte le vostre trombe..

Finalmente, leggo, una nuova caserma dei Carabinieri tutta moderna, tecnologica, a servizio della comunità , intitolata alla memoria di " Orazio Majorana..." ..amava quella divisa più di ogni altra cosa al mondo. Sognava da sempre di diventare carabiniere. Un sogno, una volta avverato, che gli è costato la vita..."

Ecco tra voi finalmente in veste ufficiale ... il Ministro Angelino Alfano a Lipari. Alla cerimonia inuagurale, leggo, ci saranno i familiari di Orazio Majorana, Autorità, civili, militari e religiose, il Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Gen. C.A. Tullio Del Sette.
Bambini e bambine....studenti e studentesse, lavoratori, disoccupati, pensionati....cassaintegrati ..esodati... Ecco la vostra grande occasione. Consiglio Comunale in testa , Sindaco con fascia tricolore.... datevi da fare! Maestri e maestre..professori ed insegnanti, managers , albergatori e turisti....venditori ambulanti, contadini, rivenditori... e pescatori .di ogni ordine e grado ..Non mancate..siate presenti... fate sentire la vostra voce...

.Siate tutti in piazza, in strada..accompagnatelo ovunque per tutta l'Isola..fategli vedere ogni angolo e fatevi sentire con le vostre considerazioni, esponete i vostri bisogni, le vostre necessità.

Non fatevela sfuggire questa preziosa ..rara...presenza  

Ecco non dimenticate il vostro antico cimitero che va a pezzi ....le strade insicure, la   roba abbandonata per strada, carcasse di auto, erbacce tra gli scavi archologici, gli sprechi l'acqua, oltre al dissesto idrogeologico dei tubi rotti....il territorio saccheggiato dall'incuria ..il caos dell'abusivismo di un turismo selvaggio, di chi si approfitta del bisogno , chi sfrutta i deboli, i lavori senza sicurezza, le case fatiscenti, la popolazione che soffre, che ha fame, fategli vedere come sono ridotte le Antiche Terme di san Calogero, immenso raro patrimonio storico architettonico...

Quanti sono gli edifici, i vostri edifici pubblici,   le aule scolatiche che ospitano i vostri figli, che necessitano radicali interventi?

Il piano scuole di Renzi dove è finito? Chi protegge i vostri figli? E chi si ammala? Chi ha bisogno di un bravo medico ? Dove mandate a partorire le vostre donne?

Cari amici di Lipari ..meritate la massima attenzione...difendete i vostri diritti......Siategli vicini, incollati, fategli vedere la realtà di tutti i giorni.... di quello di cui avete bisogno..e portate con voi chi soffre, chi non sta bene, chi non ha nessuno, chi è anziano, chi oggi sta soffrendo immobilizzato sulla sedia a rotelle .e non puo muoversi....non puo parlare e nemmeno difendersi.

---E' sempre la migliore canzone , la piu' adatta al pubblico...del Festival Italiano.........................grazie Antonello Venditti:

........In questo mondo di ladri,
......in questo mondo di eroi,
Voi siete molto importanti
ma questa festa è per noi.Eh, in questo mondo di santi
......il nostro cuore è rapito
da mille profeti e da quattro cantanti.Noi, noi stiamo bene tra noi
......e ci fidiamo di noi.
In questo mondo di ladri in questo mondo di eroi...
........non siamo molto importanti
ma puoi venire con noi. In questo mondo...
........in questo mondo di ladri...

Poveri Magistrati italiani costretti a......far finta di nulla...tapparsi le orecchie e chiudere gli occhi.....non debbono nemmeno ragionare ..essere senza testa...non andare a votare....tanto il Premier Renzi li detesta.. come tanti nemici......

In Questura: 414 ..persone indagate ! Questa è la vera faccia da ladro del PD Italiano.... 414 tra indagati,...condannati,...rinviati a giudizio,...arrestati..

Da nord a sud è record di inquisiti. Corruzione, disastri ambientali, intrallazzi, bustarelle, bollature, spese pazze, peculati,concussioni. .....Genova, Bologna, Torino, Palermo, Roma e Milano,....

Il Partito democratico: una vera rete tentacolare ...

Ormai il furto è tanto dilagante..... il premier Renzi e la sua maggioranza è la peggiore di Europa ....Renzi ha tanti ladri attorno...fidatissime persone "per bene"....una maggioranza di loschi figuri.....per non parlare edei suoi ministri..Boschi in testa..... pronta ad ogni servizio...per il Partito di Renzi...

Il vero volto demoniaco del Partito di Maggioranza ..è una vera accolita di malviventi....una crescita di ladri impressionante a Foggia..... come a Livorno.........Roma ha tanti ladri che non sa come scegliere il migliore ..il piu astuto.......a futuro .....Sindaco della Città Eterna....

..............Francesco dovrà lavarsi le mani 100 volte al giorno..tanto quella dei Romani è sudicia........

Qui in Svizzera in Argovia....la magistratura fa il suo mestiere, la gente osserva la legge, ci si rispetta, nessuno ti taglia la strada, ti posteggia davanti il portone di casa, ti borseggia, si vive civilmente.

Nessuno sporca la strada, non ci sono immondizie. Guai a chi lo facesse.

Da anni la magistratura Italiana esce di casa scortata. Ci sono in giro tanti pistoleri. Lo ha scritto decenni scorsi Leonardo Sciascia.

Ma non è successo nulla. Nessuno oggi lo ricorda. I cittadini italiani hanno imparato a non dire nulla, non vedere nulla..

Alla RAI tv ho visto tanta polizia nei vicoli..ho sentito dire che bisogna collaborare.." se avete visto qualcosa o sapete di fatti , di persone, andate dal commissariato..collaborate". Ormai viviamo - noi anziani - chiusi in casa per paura di essere aggrediti Ogni giorno una rapina , un omicidio.

L'economia -lo dice la RAi - è in crescita. Anche la benzina cresce

Da noi chi indaga è visto male. Meglio evitarlo.

Spesso da Roma, chi comanda, fa eseguire un ordine, è il governo : un bravo giudice viene bloccato, depistato.

Un giudice bravo indaga. Lo fa bene. Invece di farlo crescere, lo richiamano a ricoprire cariche minori, non importanti. Tutto resta come prima. Ci vogliono decenni per una sentenza, che poi viene completamente cambiata. Intanto dilaga il delitto e le mazzette con ogni governo..

Prima danno l'ergastolo, poi danno la libertà. I giudici sono inflessibili. Ma non da noi. Intanto ci si ammazza tra i vicoli a colpi di pistola.

Scorre la droga. Guai ad indagare troppo. Lo abbiamo visto da decenni che non si indaga su nulla.   Guai a far sapere. Chi fa sapere rischia. Il giornalista non ha vita facile. Chi informa è a rischio. E' meglio bloccarlo. Lo fa Erdogan, menando colpi da orbo, con la prigione e le percosse.. . .

Ma si continua a fare gli inchini a chi è " boss dei boss". .Soprattutto durante i funerali.Renzi non interviene. Ultimamente lecca persino Cameron.

Ma lo fa per finta. Lo fa per sentirsi piu' inglese di lui.

Davanti ad un delitto tra i vicoli non interviene nemmeno il Ministro dell'Interno, che tace, c'è molta confusione, tante voci, urla e strepiti ... che servono a far confusione creando nuovi dubbi.

. A Genova, lungo il torrente che porta acqua in città,. si sprofonda nel petrolio a mare. Il porto tutto è inquinato. La gente sta male, non respira. La Rai Tv dice che tutto è sotto controllo. .

. Chi fa il bagno rischia lungo la riviera ligure. Tutto diventa insicuro. Se poi si indagasse le cose si complicano.. Se poi indaga troppo, ci sono i corvi che sannno come sistemarti.

La RAI Tv voce del padrone..non conosce il francese..mai sentito parlare in francese.. hanno pronunciato Rousseau....come fosse " Rosso". :

Alla RaiTv si parla   alla " romana"...se noi sai un minimo di francese......Rousseau diventa." Rosso"...piatto piatto .senza peli sulla lingua.....ma che ti frega!!!....

Nessuno italiano festeggia i " Natali di Roma"... Dies Romana. Un vero peccato. Una data storicamente importante il 21 aprile del 753 avanti Cristo per tutti.

Nel Regno Unito, invece, tutti gli inglesi, ogni borgo , ogni villaggio festeggiano   i 90 anni di Elizabeth Alexandra Mary, la Regina Elisabetta II.

" God Save The Queen"! Lunga vita alla Regina..... Elisabetta II del Casato di Windsor.

Ma non è finita: i festeggiamenti ufficiali della Regina Elisabetta II avranno luogo :

- Major General’s Review: Saturday 28th May 2016 at 10:30 on Horse Guards Parade.

- The Colonel’s Review: Saturday 4th June 2016 at 10:30 on Horse Guards Parade.

- Trooping the Colour, also known as the Queen’s Birthday Parade, Saturday 11th June 2016.

Per tutti noi europei ci aspetta un diverso appuntamento : il prossimo 23 giugno, il popolo di sua Maestà Elisabetta II sarà chiamato alle urne per decidere se il Regno Unito vuole rimanere con noi in Europa o andarsene per conto suo, via dall'Europa?

Da quanto si legge si avverte un ribollire di interventi, un flusso continuo di distinguo, di contraddizioni.Le opinioni pro o contro lasciano molti dubbi. Il dibattito resta alto, Cameron passa le notti agitato. Mentre si discute, i giochi sono ancora tutti aperti. Di qui l'incertezza. La costruzione Europea traballa. Una vittoria del No, non vogliamo l'Europa,   non fa presagire nulla di buono, per nessuno.

Se vincesse il No, gli inglesi decidono che noi ..europei..continentali..non siamo graditi, le cose si complicano per tutti. Anche in casa nostra, gli effetti negativi sono alla porta... In Gran Bretagna vivono quasi 600 mila italiani. Se vincesse il No salterebbero molti posti di lavoro, decine di migliaia di italiani, dovrebbero lasciare l'Inghilterra. Nascono nuove discriminazioni. Quelli che resteranno nel Regno Unito dovranno chiedere un permesso di soggiorno e cercare un eventuale difficile permesso di lavoro.Lo stesso potrebbe accadere ai circa 20 mila cittadini britannici in Italia, oggi occupati. E domani? Anche per costoro il futuro è incerto.

Un vero peccato. La Brexit, il no all'Europa, avrà ripercussioni politiche che potranno coinvolgere altri Paesi. Spagna, Portogallo, Grecia e noi in Italia, dove sono molto forti le critiche all'Europa, gran parte dei cittadini dicono no all'Euro, vedono di malocchio i trattati europei , hanno in odio le norme etico-economiche. Paesi dove le popolazioni stanno soffrendo le dure politiche di austerity e di controllo.

Il No all'Europa da parte della Gran Bretagna apre la porta a nuovi problemi. Gli specialisti prevedono   un forte peggioramento dei conti pubblici europei, un calo della produzione, una stretta ai consumi, un forte aumento del debito pubblico.Si faranno sempre meno affari, senza Londra.. La mancanza di lavoro si farà piu acuta. Tutte cose che fanno riflettere, mentre l'elettorato inglese è ancora oggi è indeciso, sulla permanenza di Londra nell’Unione Europea.

Si auspica da piu parti   un accordo politico che eviti la consultazione referendaria, scongiurando così un lungo periodo di instabilità per tutti.Un recente sondaggio della “City” ha evidenziato come la “Brexit” sia uno dei principali rischi di peggioramento  dello scenario economico europeo. 

Ed cosa succede al turismo?
Nel 2014 gli arrivi di turisti in Sicilia dal Regno Unito sono stati 152mila contro i 135mila del 2013 con un aumento del 12,6%; le presenze sono state 594mila contro le 509mila dell’anno precedente, con un saldo positivo del 16,5%. I numeri dell'Osservatorio turistico della Regione raccontano quindi una realtà in aumento medio del 15% in un anno. Guardando ancora più indietro nel tempo, nel 2009 gli arrivi in Sicilia erano 104mila e le presenze 404mila. In base ai dati del 2013 la provincia più turistica è Messina (47mila arrivi, 223mila presenze), seguita da Palermo (29mila arrivi, 98mila presenze) e Catania (15mila arrivi, 45mila presenze).
Si torna- con Brexit- ai controlli doganali-fiscali alle frontiere per gli inglesi che vengono in Italia? E per gli italiani? Si controllano le valige? Secondo l'ufficio nazionale di statistica britannico (Ons) l'economia dipende quasi interamente dal terzo settore, quello dei servizi, che produce il 78 percento della ricchezza totale del paese. La Gran Bretanga rappresenta infatti la seconda economia dell'Unione Europea e la prima dell'area “no-euro”.

La permanenza nell'Unione Europea permette infatti al Regno Unito di attrarre investimenti sia dai paesi membri che quelli al di fuori dell'Unione Europea. Con il Brexit la “City of London”, perde la sua influenza mondiale.

Le dichiarazioni provenienti dalla “City” sono in allarme. Secondo lo studio della “Boston Consulting Group” (Bcg), una delle aziende leader nel settore della consulenza strategica per il business, nel 2014 il mercato finanziario ha avuto un giro di affari di quasi 40 miliardi di euro, di cui un terzo (circa 13 miliardi) generato dal mercato delle assicurazioni.

Al contempo l'industria ne genera il 14,9 percento, mentre quello delle costruzioni è fermo al 5,9 percento.

Secondo le stime periodiche del “Ons” da tempo i servizi finanziari incidono per il 40 percento del totale, quindi più di tutti gli altri segmenti del settore. Ma la Brexit - l'uscita della Gran Bretagna dal contesto Europeo- rischia di compromettere seriamente questo trend. Nonstante la “Hsbc”, uno dei più importanti gruppi bancari del pianeta, con 47 milioni di clienti in 71 Paesi. abbia dichiarato che in caso di Brexit non sposterà la sua sede principale ad Hong Kong, ma il 20 percento dei posti di lavoro sarebbero da subito spostati da Londra a Parigi.

Ovviamente se vincesse Cameron con il No, anche altri Leader Europei sarebbero pronti a chiedere deroghe e privilegi a Bruxelles. L'Italia tra i primi. La pressante questione "emigranti " ..." flussi migratori" ed il costo spaventoso che comporta è insopportabile deve trovare una soluzione.

Da una parte Brexit, dall'altra " gli emigranti"...Due negatività. .Gi siamo indebitati fino al collo, stiamo andando a rotoli, i giovani non trovano un lavoo decente,   Renzi chiede libertà di azione, che gli viene negata. Non ha speranza di governare. Vive di sole chiacchere.

Tempi nerissimi per noi italiani, sempre piu poveri, con il Brexit..Renzi, che ci fa sprofondare nella miseria. Ecco perchè i vertici italiani chiedono all'Europa di potersi indebitare maggiormente per garantire gli investimenti necessari per il rilancio dell'economia...? Ma quale economia?

Renzi cerca di stare a galla...e crea ssolo insicurezza dando man forte alla emigrazione un infinito serpentone di esseri umani ...che sbuca da ogni dove, dal mare e dalla terra, a piedi , su barche e barconi...trascinandosi dietro milioni di bocche da sfamare..... tanto da far collassare tutto il sistema dei conti pubblici e delle famiglie italiane, sempre piu indebitate...

La realtà è un'altra: noi siamo il terzo paese più indebitato del mondo dopo lo Zimbabwe , secondo, e Giappone, in testa. Motivo per cui le istituzioni europee chiedono a Renzi maggiori , pesanti tagli della spesa dello Stato . Siamo praticamente falliti. Nessuno ci da credito. E la corruzione dilaga, le spese inutili si moltiplicano, scoppiano continui scandali, l'intero sistema collassa..

Ovviamente Renzi per ora da man forte a Cameron. Un gioco poco pulito. E commette un altro errore. Personalmente non credo che l'uscita della Gran Bretagna dall'Europa apporti benefici a lungo termine. Anzi al contrario : l'uscita della Gran Bretagna dalla Ue - malgrado opinioni diverse- resta una "vittoria di Pirro" dove chi avesse pur vinto , sognando un impero tutto suo, tutto in stile inglese, alla lunga non ha vinto proprio nulla. Abbiamo perso tutti.

Ora è caccia ...aperta.... il Governo gongola..." cercasi petrolio"....Oggi gli Italiani lo vogliono il petrolio.......a tutti i costi ...anche se fa male...se inquina.... Oggi abbiamo riscoperto la nostra antica sete di petrolio..e di gas..

Ecco... .finalmente da oggi inizia la nuova era... la corsa al petrolio italiano ... in casa nostra..si scava ovunque...

Si cercano giacimenti di gas. Si permette la distruzione del Territorio e del Paesaggio. Si trivellano i mari, il suolo... i laghi ed i vulcani, si dissestano non solo i litorali.......le aree protette.......si scava ovunque anche attorno alle isole...non solo nei limiti..ma tra i templi greci..le antiche chiese, i castelli, le tombe secolari... ed i musei. Ovunque c'è il tesoro da scoprire : il petrolio...il gas...

Agli italiani, è evidente, non interessa sei ti viene il cancro..che mi frega io sto a Torino...tu invece sei ad Augusta ?....

.Si legge che Gianluca Gemelli, è accusato di traffico di influenze illecite perché “sfruttando la relazione di convivenza che aveva col ministro allo Sviluppo economico indebitamente si faceva promettere e otteneva dalla Total” le qualifiche necessarie per entrare nella “bidder list delle società di ingegneria”

della multinazionale francese, e “partecipare alle gare di progettazione ed esecuzione dei lavori per l'impianto estrattivo di Tempa Rossa”. Ma la governo chi se ne frega?

L'inquinamento da petrolio ...come da gas è mortifero..è causato da migliaia di scarichi marini non depurati ..come di fiumi, fossi e canali, che poi alla fine si riversano in mare che soffre di doppio inquinamento ... .

Tutto diventa inquinato ..tutto il mare compreso il litorale...le coste...le spiagge....

Si registra un preoccupante disorientamento dei cittadini che non sanno a chi segnalare i problemi, a chi chiedere controlli o dove consultare i dati ufficiali sulla qualità delle acque.

Anche questo è un aspetto disatteso dalla Direttiva vigente e dal Portale delle Acque gestito dal Ministero della Salute che non è mai stato oggetto di campagne pubblicitarie né, come era previsto al suo esordio, di fare da sportello per le lecite richieste da parte dei bagnanti.

Lo stesso governo invece oggi gongola. Ha vinto il No...e allora basta con l'ambiente, basta con la salute, basta con il mare pulito. L'Italia rinuncia al suo bel nome..." Bel Paese". L'Italia diventa il Regno Preferito delle Trivelle....da dove sgorga libero...il Petrolio.ed il Gas.....

Cosa vuoi che possa fotterne ai cittadini dell’Umbria della ricerca del petrolio in mare? I petrolieri intanto ringraziano e si preparano a sfruttare i giacimenti fino all’esaurimento, senza neppure dare i giusti benefici economici all’Italia e agli italiani.

Allora trivellate. Forza.

Invece al governo piace questa inconsistente italica coscienza civica. Con il no ha trionfato l'ignoranza e l'ipocrisia. A Renzi e Soci piace l 'infelice, bassa partecipazione al referendum, il vasto disinteresse nazionale del 17 aprile. Il No ha stravinto. Una grande vittoria per il Partito Democratico.

A Doha , Iran e Arabia Saudita sono ai ferri corti per il potere sul petrolio. Ma non ci si intende. Sciiti e Sunniti a testa bassa con le mani lorde di petrolio, si fanno una guerra spietata, uccidono e fanno impazzire i mercati.Due visioni opposte , due potenze che mirano alla conquista del Medio Oriente, due feroci concorrenti in ogni campo.

Piu' scorre petrolio, piu ci si arma, si fanno guerre , piu disastri, piu miseria...Ma non basta.

L'intero Brasile è in guerra contro il governo che truffa e corrompe....

Ieri Mister Lula e oggi Madame Rousseff sono accusati di aver agito illegalmente, di aver commesso gravi irregolarità elettorali, un dossier colmo di atti di corruzione contro il patrimonio dello Stato. La miseria cresce in Brasile.

C'è l'inchiesta sui fondi neri del colosso petrolifero nazionale Petrobras che ha fatto tremare poltrone autorevoli all'interno del partito della Rousseff. Per i magistrati titolari dell'inchiesta sarebbero una cinquantina i politici vicini a Petrobas che avrebbero beneficiato di un sistema di «retrocommissione» con cui Petrobras ha costituito fondi neri per almeno 3,7 miliardi di dollari.

Notti insonni per la Presidente Dilma Rousseff,sotto inchiesta le imprese coinvolte nei lavori dellle Olimpiadi.Dei 37,6 miliardi di reais messi ufficialmente a budget per i prossimi Giochi Olimpici, 27,4 sono concentrati nella mani di Odebrecht, Oas, Mendes Junior, Queiroz Galvão e una sussidiaria della Camargo Correa, la CCR.

Tutte imprese coinvolte nello scandalo Petrobras. Ma non basta.

Nella baia di Rio de Janeiro si riversano ogni giorno migliaia di litri di acqua salata non trattata trasformandola in una discarica a cielo aperto: acqua delle lavatrici, scarichi dei servizi igienici, altri materiali illegali e rifiuti degli ospedali. Recentemente i ricercatori hanno trovato anche un super batterio, resistente alla maggior parte degli antibiotici, nei fiumi che si riversano sulla spiaggia di Flamengo, nel quartiere di Botafogo.

Si tratta di un pericolo enorme per le persone che nuotano nelle acque che bagnano la spiaggia. "Rischiano la loro salute", spiega il biologo Mario Moscatelli che denuncia la situazione da ormai molti anni. Sono decenni che tentano di ripulire la baia senza successo e, secondo lui, ci vorranno almeno altri 12 anni. "Sono già stati spesi miliardi senza miglioramenti", ha dichiarato lo scienziato che accompagna i giornalisti a Canal do Fundão, un luogo frequentato da turisti e abitanti del luogo che vanno all'aeroporto internazionale.

Al diavolo, la salute!

Il Dio Petrolio ora si è stabilito definitivamente in casa. Con l'aumento del prezzo del petrolio il mondo va in fiamme....aumenta tutto, si scatena una guerra dei prezzi che distrugge ogni risparmio. Addio all'orticello, al piccolo giardino fiorito di Michelle Obama.

Cresce il costo delle patate. costa cara l'insalata. Manca il cibo. E manca anche l'acqua in Brasile .Cresce la miseria. Il petrolio corrompe anche i santi e la speculazione annienta ogni piccolo risparmio. Ecco cosa vuole il governo: basta prezzi bassi...basta economie , via libera al petrolio...tutto deve aumentare.Da domani inizia l'aumento dei prezzi.....e i capitali.... ingenti guadagni.....vanno tutti in tasca ai petrolieri..ai trivellatori.

La guerra per il petrolio non fa bene a chi è povero.

Dal governo un solo grido:" . Via i Giudici che indagano . Abbasso i codici , ...Addio alla Costituzione". Basta controlli. Invece viva il Petrolio. Viva le trivelle, viva gli scavi, viva la devastazione.

Altro che " Goletta Verde"? da domani cancellate dal codice penale le oltre 18mila denunce , arrestate, 4.777 sequestri delle autorità competenti.
Da domani via ogni illegalità, cancellate le multe e le infrazioni. In Puglia, vengono eliminate 3.164 infrazione accertate (il 21,8% del totale nazionale), pure in Sicilia sparite 2.346 infrazioni(16,1%), cosi pure in Campania con 1.837 (12,6%) e Calabria con 1.370 accertamenti di reato (12,6%).Ogni chilometro di costa segnala un reato: la Campania in testa con 3,9, seguita dalla Puglia con 3,7, Molise con 3,1, Liguria con 3 e dalle Marche con 2,9.

Da oggi con la nuova legge sul Petrolio il governo impone il silenzio stampa .

Chi scrive è ovviamente contro il Petrolio , contro lo sfruttamento dell'Uomo...contro la follia delle trivellazioni, ovunque e comunque in Italia..Io amo il mio Paese, un Paese unico al mondo, dove c'è lavoro per tutti, dove la ricchezza non è nel Petrolio, ma è ovunque nel Paesaggio e nel Territorio... dove riposano i nostri vecchi, i nostri genitori che hanno insegnato a noi giovani ad amare il nostro Paese. Oggi l'intero patrimonio italiano sta per essere distrutto dall'ignoranza.La storia d'Italia è stata ignorata e calpestata .

Chi scrive è ritenuto senza dubbio un terrorista, peggio un delinquente ...un grosso ignorante che non ne capisce nulla. Un idiota..... che vuole bloccare lo sviluppo della Nazione, nemico dello Sviluppo, pericoloso essergli amico. Da evitarsi.

Caro Direttore,

a Verona Vinitaly 2016 ha segnato, è vero, un grande risultato economico, milioni di bottiglie hanno invaso il mondo.... il migliore vino nostrano ha il vento in poppa.Il Prosecco, tra gli altri, viene esportato in più di 100 Nazioni ed è il risultato di un’imprenditorialità progredita e diffusa, abbinata ad una vera e propria cultura del territorio. Il Veneto e non solo... fa viticoltura di qualità abbinata alla bellezza del territorio e alle sue peculiarità.

Probabilmente la crisi economica, la mancanza di lavoro, la miseria, i problemi di ogni giorno, il sentirsi inutili, depressi..., aiuta la vendita di alcolici. Certamente il vino conforta a sentirsi " meglio"...un buon bicchiere ....si beve per dimenticare.. . E' innegabile il beneficio del vino..

Ecco che gli Amministratori Pubblici , come Luca Zaia, convenuti Verona assieme al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con la loro presenza hanno contribuito al successo internazionale di Vinitaly.

Il Prosecco vino squisito, con il riconoscimento Unesco - ha tenuto a sottolineare il Presidente del Veneto - è un marchio che non porta vincoli, ma valorizza un sito in tutto il mondo.   che sta conquistando quote pari a quelle dello Champagne. Benissimo. Il vino italiano, apporta ricchezza , lavoro , ed   è sempre piu' ricercato.

Il Veneto è in testa: il 34% dei maschi 15enni dichiara addirittura un consumo di alcol settimanale, il 7% perfino giornaliero. Se si guarda al fine settimana, la percentuale sale al 49%, pure le ragazzine lo fanno sempre piu' spesso. Gli alcolisti giovanissimi aumentano in parallelo. Piu vino.... piu alcolisti.

Secondo il rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Globastatus report on alcohol and health 2014) che analizza i dati relativi a194 Paesi sono 3,3 milioni i decessi annuali nel mondo provocati dal consumo di alcol; un numero impressionante che rappresenta circa il 6% di tutti i decessi. Praticamente un morto ogni dieci secondi circa....Tra i ragazzi italiani di 15-16 anni, 63 su 100 dichiarano di aver consumato alcol nell'ultimo mese.

L’abuso di alcol, ricorda l’OMS, rischio di sviluppare un grande numero di gravissime patologie.

Per quanto riguarda il nostro Paese nel 2013 circa il 64% della popolazione baby di appena 11 anni e oltre... ha consumato almeno una bevanda alcolica nel corso dell’anno.

Si registra un aumento nel numero di coloro che consumano alcol in modo occasionale (si passa dal 37,6% del 2003 al 41,2% del 2013) e di coloro che assumono alcolici fuori dai pasti ( dal 24,8% al 25,8%).

Nel 2013, il 51,6% della popolazione di 11 anni e più che ha consumato alcolici nell’anno beve vino, il 45,3% birra e il 39,9% aperitivi alcolici, amari, superalcolici o liquori.Circa il 50% dell’alcol etilico consumato a livello mondiale lo è sotto forma di superalcolici, sempre piu preferiti, seguono birra (34,8%) e vino (8%).

Complessivamente, secondo l’ISTAT, i comportamenti a rischio nel consumo di alcol ...ovvero consumo giornaliero non moderato, binge drinking ...abbuffata alcolica.., uno dei fenomeni patologici giovanili, che passano dall'alcol alla droga, distribita davanti alle scuole e nelle discoteche, sempre piu di moda ovunque tra i minorenni.. da parte dei baby-ragazzi-ragazze... tra i gli 11-15 anni hanno riguardato 7 milioni e 144 mila persone (+13,2%).

Comportamenti a rischio maggiormente frequenti si rilevano anche tra gli over 65 (38,6% degli uomini e 8,9% delle donne), tra i giovani di 18-24 anni (il 23% uomini e l’8,6% donne) e tra gli adolescenti di 11-17 anni (rispettivamente l’11,7% e l’8,5%).

Nel cantone di Argovia vige l' assoluta proibizione di vendita ai minori di 18 anni di ogni tipo di alcolici.

A Lugano l'Archivio Storico delle opere di Giuseppe Prezzolini.

"L'Italia va avanti perchè ci sono i fessi .I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l'Italia sono i furbi che non fanno nulla , spendono e se la godono. " - Giuseppe Prezzolini

                                                                                                  Molto interessante la riscoperta in terra svizzera dell'Archivio Storico di un grande italiano, Giuseppe Prezzolini ( Perugia 27 gennaio 1882-Lugano 14 luglio 1982).

La moderna Biblioteca cantonale di Lugano, oggi possiede 26 Fondi principali e 40 Raccolte. I singoli Fondi hanno un forte legame affettivo con la Svizzera italiana, sia perché alcuni autori ne sono originari (Francesco Chiesa, Giuseppe Zoppi) o vi hanno soggiornato (Giuseppe Prezzolini, Giovan Battista Angioletti), sia per vicinanza affettiva (Guido Ceronetti) o familiare (Ennio Flaiano) con questa regione, sia ancora perché, tra l'uno e l'altro dei titolari dei Fondi medesimi, sussistevano amichevoli, profondi   rapporti intellettuali.

Nei suoi ventisette anni di attività, l'Archivio storico di Lugano di Giuseppe Prezzolini ha costituito un importante punto di riferimento per molti studiosi e ricercatori. Non va dimenticato il generoso gesto del medico dentista sanremese di origine sarda, Antonio Varoli, che nel 1996 lasciò all'Archivio Prezzolini una cospicua somma di denaro che ha permesso la crescita e lo sviluppo di molte iniziative culturali.La preziosa sezione manoscritta novecentesca della Biblioteca cantonale di Lugano è testimonianza del plurisecolare federalismo multilingue e multiculturale svizzero.

Da decenni il Canton Ticino investe e sviluppa ricerche in ogni campo, grazie soprattutto alla vocazione allo studio, allo scambio, al dialogo e al confronto con l'Italia, ne ispira da sempre gusti, inclinazioni e cultura oltre a punti di riferimento in ogni campo.

C'è molto da imparare dal Canton Ticino in tema di educazione alla democrazia. Come esemplare è il rapporto cittadino-potere, dove il cittadino esercita il controllo diretto su ogni proposta di legge, egli stesso è legiferante. Al contrario in Italia, dove il cittadino titolare di diritti costituzionali, subisce la onnipresente pressione lobby-governativa, praticamente estromesso , subisce il potere delle lobby. Ecco perchè la nostra crescita democratica è debole. La crisi devasta il Paese, non lascia la presa. La miseria cresce ovunque. Si riproducono anarchia, frantumazione politica e nuove sacche di miseria.

La cultura, la conoscenza, il sapere... nel canton Ticino sono fattori essenziali della funzione educativa, della struttura democratica, che produce rispetto, eguaglianza e coesione sociale, nonché forte componente dello sviluppo economico".

Ma che cosa è cambiato oggi in Italia?

Basta leggere cosa scriveva Prezzolini fin dal secolo scorso quando denunciava il profondo malessere italiano, la cattiva coscienza dei nostri politici-amministratori, .." Noi sentiamo fortemente l’eticità della vita intellettuale e ci muove il vomito a vedere la miseria e il rivoltante traffico  delle cose dello spirito” ( La Voce, 1908, II)

Prezzolini attacca il costume sociale e politico italiano, con tanti colpi di frusta contro, “la ciarlataneria di artisti deficienti e di pensatori senza reni, la mondanità chiacchierina che trasporta  le abitudini dei salotti e delle alcove nelle questioni di arte e di pensiero, il lucro e il mestiere dei fabbricanti di letteratura, la vuota formalistica che  risolve automaticamente ogni problema, l’egoismo e la paura  di ogni mutamento o di scossa sociale.”

( La Voce, anno 1908, II)

L'ignoranza democratica, il disprezzo delle Leggi, il comodo conformismo come la cattiva coscienza civile aumentano con il decrescere dell'impegno morale.

I nostri governi non hanno fatto crescere la vera democrazia. Al contrario, la crescita democratica è stata bloccata da decenni di malgoverno, che ha protetto la corruzione che paralizzata   l'Informazione.

Il Canton Ticino, al contrario, pone la Cultura e l'Informazione   al centro della politica come legge fondamentale ..." come espressione e condivisione delle peculiarità spirituali, materiali, intellettuali ed emozionali dell'intera società."

Per informazioni : e-mail : archivio.prezzolini@ti.ch

Direttore : Prof. Gerardo Rigozzi- Prof. Diana Rüesch

Viale Carlo Cattaneo 6 , 6900 Lugano

Telefono : 0041-(0)91-815 46 36 Fax : 0041-(0)91-815 46 39

Caro Bartolino,
ti allego due notizie tragiche. Siamo in lutto...l'informazione perde due   giovanissimi....nostri  compagni di viaggio.....

Il nonno

Gianroberto Casaleggio:

stava male da tempo. Negli ultimi tempi era stato visto in immagini impressionanti: una trasandatezza che sarebbe stata impensabile, per un Casaleggio nel pieno della sua parabola.

Aveva avuto due ischemie, e in una delle due aveva davvero rischiato grossissimo. Beppe Grillo, che fece di tutto per portarselo sul palco ancora assai debilitato nella seconda San Giovanni, quella della campagna elettorale per le europee del 2014, trovò una battuta fulminante: «L’ho riacchiappato per i capelli. Per fortuna che erano lunghi».

All’indomani di quel voto - relativamente deludente per il Movimento, dove va notato che “deludente”, nel boom clamoroso di questi anni, significava aver preso solo il 21 per cento - sui suoi capelli e il suo aspetto tornò un’assemblea invereconda del gruppo parlamentare dei cinque stelle, nella quale Silvia Virgulti, la coach tv del gruppo parlamentare, arrivò a dire: «Abbiamo perso per colpa del cappellino di Casaleggio in tv» (era successo che lui fosse andato da Lucia Annunziata con la testa coperta da un berretto con visiera, per via dell’operazione subita poco tempo prima).

Virgulti dopo quell’uscita fu promossa; diventò di lì a qualche tempo la fidanzata del leader rampante, il rottamatore cinque stelle Luigi Di Maio; e per Casaleggio, complice appunto la malattia, iniziò la fase finale, quella in cui con alcuni colpi di coda contro i giovani del direttorio cercava di riprendersi una creatura che era stata sua, e ormai gli veniva sfilata sotto il naso. 

La passione per l’efficienza  

Non voleva strutturare un partito ma alla fine lo ha consentito. Voleva portare a Roma le sane abitudini efficentiste ma non ci riuscirà, anzi.

Odiava la tv, ma ha preso un ex-del grande fratello e acconsentirà di vedere gli eletti del Movimento ridotti a star da teatrino talk show. Diceva «i giornali sono morti», ma poi usò il Corriere per comunicare la successione dinastica, da lui al figlio. Tanto limitato e quasi incapace quanto a doti politiche e di duttilità, quanto era invece dotato di idee - a volte bizzarre, altre con l’intelligenza del visionario - una specie di grandiosa distopia della realtà: leggere l’Italia, devastata dalla politica trentennale del post Tangentopoli, come se fosse un libro fantasy: qualcosa che poteva cambiare. Anche con un demiurgo.

Casaleggio sapeva tutto di quella letteratura, e dei film sci-fi. Era un grande appassionato non solo di geni del pensiero sul web (da Barabasi e Rheingold, da Gladwell a Eli Pariser), ma di Sciascia, tantissimo, e di Pasolini. Amava forse un solo politico della storia d’Italia, il comunista Enrico Berlinguer; eppure se dovessimo dire da che parte stava, è certo che politicamente, e persino per educazione e antropologia, fosse cresciuto e stesse a destra.

Non tanto per il fatto che si candidò una volta alle comunali del paesino che aveva eletto a buen retiro - Settimo Vittone - in una lista civica vicina a Forza Italia, ma perché pensava che gli immigrati andassero contenuti, altrimenti ci avrebbero divorato.

Credeva - lui, non Grillo, inventore dei meet up - in una società molto ordinata e verticale. Non a caso era amico di gente di polizia, e lavorò a creare il sito di Antonio Di Pietro. Amava però, anche, quelli che rompono quell’ordine, e in questo senso raccontò una volta: «I meet up dovranno essere dove sono i cittadini.

Non dovranno essere solo una cosa virtuale. Sapete perché la Lega ebbe il successo che ebbe? Perché era nei bar, all’inizio c’erano quattro persone a sentire Bossi. Ve lo dico perché uno di quei quattro ero io».

Il M5S nasceva sì da una distopia web, dalle teorie organicistiche della democrazia alla Rousseau, dal mito di Casaleggio per la Rivoluzione del 1789, o dall’appello alla disintermediazione (ma anche alla democrazia radicale alla David Graeber).

Ma poi nasceva anche dall’aver appreso certe lezioni assai prosaiche della prima Lega del Senatur.

Ma ai nostri vecchi chi ci pensa?

L’anno scorso i nostri morti sono stati 598.364, i nati invece sono solo stati 502.596. Sempre piu' vecchi e pochissimi i nati. – 95.768 il saldo(di cui pochi i 30.678 maschi e il doppio le femmine 65.130 )

Passando con il treno lungo la penisola si vedono sempre piu' case vuote, tetti rotti, muri sbrecciati, vecchi stabilimenti abbandonati, ovunque resti di fabbriche fatiscenti. Uno squallore.. Nessuno interviene . Fine del lavoro. Il bel territorio italico, ricco di ogni bene, abbandonato alle ortiche. Il treno corre e la miseria aumenta verso il sud. Molte frane hanno colpito anche la Calabria,   strade franate o chiuse, abbandonate al degrado. Ecco Crotone con scuole fatiscenti, sgarrupate ed irrangiungibili da parte della popolazione studentesca. Dopo la cancellazione della provincia ci sono tratti stradali chiusi, intransitabili, si possono percorrere a rischio. Nessuno interviene..I ragazzi che studiano come viaggeranno a dosso di mulo? Quante famiglie potranno campare nella miseria?

Niente treni, niente strade, isolamento completo. Non c'è voglia nè capacità di sviluppo.. Si emigra si va via e perchè ci stanno impedendo di fare figli di lavorare la nostra terra e di mantenere la nostra identità. Il declino italiano è evidente. Siamo preda di uno Stato inefficiente, di una classe politica indecente. Partono i giovani, e restano i vecchi. Il governo promuove il " Jobs act"? ma quale lavoro? Esportiamo classe dirigente, i migliori, e importiamo gente che non conosciamo, che non sa nulla di noi.

Sempre piu concentrazione demografica nelle aree urbane, in lugubri rifugi,   spopolamento nelle campagne. L’umanità è essenzialmente gregaria e tende a vivere sempre piu' in spazi ristretti. Basta vedere i nostri casermoni, orrendi edifici, dove la popolazione soffre ogni emarginazione. Come si puo vivere ? Il moderno processo di mega-urbanizzazione si è sviluppato in modo disordinato , anarchico. Si occupano le case senza diritto.Quante sono le case, ricchezza fuori catasto? E i terreni? Viviamo tra le sacche di miseria. Con l'abbandono, disastrose le conseguenze negative per l’ambiente:inquinamento dell’aria, con effetti perversi sulla salute, oltre a quello delle acque, con effetti che si irradiano ovunque nell’ecosistema ben oltre il territorio urbano, ormai invivibile, nonché lo spreco, ed il degrado dello spazio disponibile. La speculazione edilizia non va per il sottile, sta distruggendo il paesaggio.

Nel 2050 la popolazione umana del mondo toccherà – secondo le proiezioni – di oltre 9,725 milioni di abitanti.

Sono proiezioni ufficiali. Preoccupante è quanto scrive il Professor Massimo Livi Bacci : "La terra è cresciuta in popolazione di ben mille volte da quando, diecimila anni fa, quando era probabilmente abitata da circa poche migliaia di esseri umani: oggi si prevede che entro il prossimo mezzo secolo si raggiungeranno i dieci miliardi di bocche da sfamare."

Anche le moderne megalopoli   rischiano di sprofondare sotto il peso demografico, sono incapaci di gestire minimi servizi pubblici di base. Ci sono aree ricche, opulente, e enormi sacche di povertà crescente .Si stanno generando pericolose conflittualità, religiose e politiche. I partiti politici, cavalcano la rivoltà sociale , alimentano le profonde fratture nella società.

Le cosiddette “megacittà”, o agglomerati con oltre dieci milioni di abitanti, che erano due nel 1950, sono cresciute a dieci nel 1990 e a 28 nel 2014; le grandi città, tra i cinque e i dieci milioni, che erano 21 nel 1990, sono più che raddoppiate a 43 nel 2014, mentre le piccole città da uno a cinque milioni sono passate da 239 a 415.

La crescita delle grandi conurbazioni produce una altrettanto disordinata crescita della popolazione urbana, sopratutto nelle periferie, con un divario crescente tra ricchi e poveri.L'effetto negativo sull’ecosistema è destinato ad aggravarsi. Perchè tanta miseria?

È la miopia se non l'ignoranza della nostra società egoista che si riflette in una demagogica alternaza di false promesse, a costi pubblici crescenti.C'è chi chiude i confini, e sbarra le strade. l'Europa non reagisce. Tv e giornali informano a getto continuo, ma l'informazione è tarpata. L'opinione pubblica è divisa su tutto. Azioni concrete?

La natalità in Italia è sempre piu' scarsa, non si nasce..Il Governo rigidamente   boicotta le nascite, chiude gli ospedali, tradisce lo spirito della famiglia, condanna le giovani coppie alla sterilità..Verso la crescita zero. La burocrazia impera, decide la nostra vita...La nostra bassissima natalità, oramai perdurante da trent’anni, è un fenomeno con tragiche ricadute. Ma quale sviluppo ci attende? Nascere e crescere buoni cittadini a chi importa? Dove sono le politiche sociali che sostengono le scelte riproduttive delle coppie?

Caro Direttore, ricevo da Francesca Bisbano e trasmetto per informazione per i tuoi lettori.
Il nonno

Dal Palazzo Comunale di Montalbano Elicona si comunica che:

         Domenica 10 aprile 2016, ore 10,00, presso la Sala Convegni Arnaldo da Villanova - Castello   Svevo-Aragonese di Montalbano Elicona, il sindaco dott Filippo Taranto terrà un incontro ufficiale per evidenziare risultati e obiettivi conseguiti dall'elezione "Borgo dei Borghi 2015".

Il primo anniversario di un riconoscimento che ha stravolto l'economia del paese, costituirà anche occasione per mostrare agli organi d'informazione il fascino dell'Italia nascosta.

Attraverso la storia, le tradizioni, i miti e i misteri che caratterizzano il territorio di Montalbano Elicona, i partecipanti potranno conoscere le bellezze del borgo. Così all'apertivo di benvenuto, in compagnia del dottor Giuseppe Pisciuneri, seguiranno visite guidate nel centro storico e ai megalti dell'Argimusco.

Intervengono:Il sindaco dottor Filippo Taranto - consuntivo attività turistiche 2015 e presentazione calendario eventi 2016 – ore 10,00- L'avvocato Carmelo Mobilia - presentazione Mistico Fest – ore 10, 20 -Il dottor Giuseppe Pantano – studi, ricerche e attività convegnistica 2015 – ore 10,30- Il professore Gaetano Pantano autore del libro "Megaliti di Sicilia" – ore 10,40
Ospiti:Onorevole Marcello Greco, presidente commissione arte e cultura ARS-Michele Isgrò, responsabile Comuni Fioriti per la Sicilia- Fabio Bagnasco, esperto marketing Comune di Montalbano Elicona e produttore Mistico Fest.

Caro Bartolino,
la mia cara amica Anna Maria Zenobi,  di Alba Adriatica, è stata per molti anni  insegnante, educatrice per l'infanzia,
poetessa e scrittrice, sempre  impegnata culturalmente,  desidera -se possibile-  collaborare con il tuo Notiziario.
Mi ha inviato un suo pezzo  che io ti trasmetto.
Anna Maria è una persona di altri tempi...molto sensibile, onesta, affettuosa.
Ti abbraccio.
 
Il nonno
 
Caro Nonno, grazie sempre per la Tua affettuosa collaborazione e da oggi con infinito piacere possiamo contare anche sulla professoressa Anna Maria Zenobi. Attendo la foto ed ecco il Suo primo "pezzo". Buon lavoro. (bl)
 
 
di Anna Maria Zenobi

Contro l'infanzia violata

Storicamente il problema della tutela del bambino all’interno della propria famiglia si pose nelle diverse società solo nel XIX secolo: nel 1871 venne aperta a New York la prima associazione a favore dei bambini maltrattati. Solo Il 24 Settembre 1925 veniva approvata a Ginevra dalla Società delle Nazioni una “Dichiarazione dei diritti del fanciullo”; ritenuto un documento ancora ingenuo e per molti aspetti insoddisfacente, nel 1959 nacque in sede ONU la “Carta dei diritti del fanciullo”, riconosciuta anche dalla nostra Costituzione.

E prima?

Secoli di oscurantismo. Dall’usanza barbara di sacrificare il proprio figlio sull’altare degli Dei, una religione iniqua, sanguinaria l’imponeva fin dai primordi delle prime civiltà. Anche secondo gli Egiziani i quali ritenevano che i genitori, avendo dato la vita ai figli, dovessero essere esentati da colpa se gliela toglievano; a quella di Roma antica dove la patria potestas costituiva un potere assoluto e legalmente riconosciuto al padre sulla vita del figlio; e solo nel 374 d.C. l’uccisione dell’infante fu legalmente considerata un omicidio. Se successivamente, specialmente sotto l’influsso della religione cristiana, nasceva in tutti gli ordinamenti del mondo occidentale una ferma condanna per le uccisioni “degli innocenti”, non per questo si attenuarono le molte forme di violenza che resero la condizione di vita dell’infanzia spesso drammatica. Se non la morte l'abbandono . Il fenomeno dell’abbandono dei minori fu praticato ovunque , fin dalla seconda metà del ‘700. Nella sola città di Milano, intorno al 1860, l’abbandono dei minori fu di 4.384 bimbi.

Si riteneva che le violenze sui bambini temprassero il loro carattere: da qui l’usanza, protratta anche nella scuola, di stressanti compiti, spesso accompagnati da pesanti punizioni corporali. Bachettate sulle mai e sul sedere. Pesanti riflessi psicologici che hanno devastato intere generazioni. Poi lo sfruttamento, spesso inumano, bambini costretti al duro lavoro dei campi , negli opifici, nelle fabbriche con turni pesantissimi, senza assistenza, salari bassi, amarissima realtà: nelle fabbriche di cotone degli Stati Uniti e non solo, nel 1830 il 20% della manodopera era di bambini di colore anche sotto i dodici anni.

I diritti del bambino riguardano tutti noi: l’educazione alla moralità, all’istruzione, alla libera espressione del proprio pensiero. Nella dichiarazione dei diritti del'Uomo non sono contemplati i reati gravi riguardo agli educatori e la loro punibilità. La moderna pedagogia finalmente se n’è occupata recentemente per la preparazione degli educatori nel difficile compito della formazione morale del bambino.

Ma ancora oggi l’infanzia è la grande sconosciuta perché sono ignorate le attenzioni per le principali tematiche del mondo infantile: spesso il bambino viene lasciato solo, i genitori non hanno tempo, il padre assente, la moderna vita impone orari dove la madre ha impegni fuori casa, il lavoro impone ritmi devastanti per lo stipendio che non basta mai, e i genitori sono spesso assenti: il bambino cresce in solitudine. Ecco come a seguito delle separazioni e dei divorzi i bambini oggetto di liti, sono contesi, maltrattati, abusati. Spesso i bambini sono coinvolti in brutte storie di droga, bambini venduti per il traffico di organi, orribile mercato.

C’è bisogno di nuove norme severe, ma soprattutto di una nuova cultura, più umana, più giusta.

E sarebbe il caso che il nostro legislatore stabilisse delle pene severe per i reati di violazione a cui i bambini sono costantemente sottoposti, nelle famiglie, comunità e negli istituti scolastici, molti i casi di sadico bullismo, reati quotidiani: dallo dallo stupro, agli insulti , alle violenze corporali. Una vita difficile oggi per chi è bambino. Le ingiustizie sono al'ordine del giorno. Occorrono pene severe per i reati contro i minori nel nostro paese e in tutto il mondo, là dove esiste un vero mercato dei bambini, spesso legale. A livello nazionale, europeo come mondiale il problema deve essere affrontato e combattuto.

Oggi più che mai con le adozioni tra gay, nozze omosessuali, riconoscimento dei figli altrui , il problema non è stato nemmeno toccato: chi nasce oggi risulta tutt'ora senza diritti, un escluso. Tutti noi abbiamo il sacrosanto diritto-dovere di opporci al commercio e allo sfruttamento dei bambini.

Caro Direttore,

a proposito di paragonando........

avverto un crescente senso di profondo disgusto per cio' che vedo e sento. I paragoni - giusti o sbagliati-debbono esistere, anche se le loro calze sono molto strette e fanno male.

Ormai siamo entrati, paragoni a parte, in una infida nebulosa senza idee, senza regole, in una immensa confusione immorale.. .paragone ....indecente.. dove tutto è tristemente grigio...

Ecco perchè chi fa informazione , come la nostra RAI televisione di Stato..non cessa di non fare alcun paragone...preferisce evitare paragoni ... nello scorrere lento della propria antica ignavia..Oggi anche il governo non ama i " paragoni" ....vive di eterno autismo...

La colpa semmai......è dell'Europa, altro " paragone" indecente.........

Ecco perchè dalla Marcia su Roma, ...la Ville Eternelle..cullata dai sui vizi e dai suoi Santi...non ha paragoni.....gira su se stessa ...eternamente indolente, dama pretenziosa , spesso volgare...insofferente alle regole....senza paragoni. . Con il suo bel Governo, concepito illecitamente ... fuori Costituzione, " colpo di stato " Presidenziale...con un governicchio impotente, semi-serio ......senza paragone...

Sui sacri colli di Roma come nelle sue miserabili periferie si riproduce incessantemente l'accoppiamento statuale .....mostro indecente tra " l'artificio" e la " truffa". Un regime indigeribile..ecco il vero paragone italico.....

Anticamente, paragone a parte.... ne erano abusivamente nati due fratelli gemelli, parto sacrilego.... gettato immediatamente nel Tevere.

Gli accattoni , come i paragoni, restano accattoni.

A proposito di " lacrime di coccodrillo"..morire è per molti di noi .... sparire nel nulla, nel buio assoluto , mai piu ricordati, ancor meno nel condominio.

Invece, spesso sono i piu antipatici, i bei nomi , le belle personalità alla moda a essere ricordati con vistosi omaggi, targhe ricordo, conferenze, manifestazioni e convegni, con immenso spreco di denaro pubblico. Non ho mai letto il " Nome della Rosa", non sono andato a vedere il film, mi è stato subito antipatico, retorico e falso, inconcludente,...non so il perchè, d'istinto.

Umberto Eco è stato imnegabilmente uomo di assai elevata cultura.

I suoi libri sono venduti in tutto il mondo. Eco lo conoscono in ogni cantone Svizzero, ogni libreria del villaggio ha almeno un suo libro.

Per la Farnesina, Umberto Eco è molto piu' importante di Piero Buscaroli, Kurt Masur, Nikolaus Harnoncourt e Pierre Boulez, recentemente scomparsi.

Uomini di assai elevata cultura..raffinati interpreti....oggi trapassati.... geni musicali, giganti interpreti della piu raffinata musica classica, conosciuti in tutto il mondo. Per loro, la nostra TV Rai non ha sprecato troppo fiato.

Leggo che la Farnesina "intende tutelarne anche fuori dai confini nazionali il patrimonio culturale, sociale ed umano composto di opere tradotte in 100 lingue di Umberto Eco" .

"Per ricordare l'arte che Eco ha saputo creare, la Farnesina ha stabilito che la rete degli 80 Istituti di Cultura italiani nel mondo adotteranno per tutto l'arco del 2016 iniziative per celebrarlo. In tutte le città dove sono presenti gli Istituti verranno organizzate conferenze ed eventi dedicati all'ampio repertorio delle sue opere, coinvolgendo le personalità del mondo culturale locale che lo hanno conosciuto ed apprezzato".

Paradossalmente l'intero patrimonio artistico e musicale di Claudio Abbado, considerato uno dei più grandi direttori d'orchestra di tutti i tempi, dopo Klieber, Bernstein, Von Karajan, Toscanini e Furtwangler, sarà custodito a Berlino, presso la prestigiosa Staatsbibliothek, la biblioteca nazionale che si trova simbolicamente di fronte alla Philharmonie.

Spartiti, appunti autografi, registrazioni audio e video, lettere, testi di carattere musicologico costituiranno l'archivio del grande musicista e saranno resi accessibili in una specifica sala di lettura.

La Fondazione Berliner Philharmoniker curerà l'archivio e lo manterrà vivo dal punto di vista artistico. La Fondazione Claudio Abbado, istituita nel 2014 dai suoi eredi, vede così realizzato l'obiettivo di preservare il patrimonio musicale del Maestro attraverso un'archiviazione professionale: "I Berliner Philharmoniker, dato il loro stretto rapporto con Abbado, erano l'orchestra naturalmente destinata a curarne l'archivio con progetti che coinvolgano musicisti e studiosi".

Esiste ... " certezza del diritto"? Canone RAI 2016 in bolletta elettrica? Ad oggi 'regna il caos'. Ad affermarlo è l'Associazione Altroconsumo nel sottolineare che le modalità di riscossione ci sia ancora buio pesto.I primi 70 euro, su un totale di 100 euro, dovrebbero essere addebitati sulla nostra bolletta elettrica nel prossimo mese di luglio del 2016,

Su posizioni ancora assai distanti, Assoelettrica e  Ministero dello Sviluppo Economico. L'Agenzia delle Entrate ad oggi non ha ancora emanato l'apposito provvedimento con le istruzioni operative affinché chi non possiede il televisore nella casa di residenza ....-escluse le seconde ....terze case- .....possa presentare l'apposita autocertificazione in modo da non pagare la tassa di possesso senza incorrere in sanzioni che, con l'approvazione della Legge di Stabilità 2016 varata dal Governo Renzi, sono ora anche penali.

Per contro, Altroconsumo coraggiosamente sta portando avanti online, dal proprio sito Internet, la petizione con la quale oltre 95.145 utenti hanno già firmato l'abolizione del canone Rai attraverso la messa a punto di un pacchetto di riforme che preveda finalmente la privatizzazione dei canali RAI, oggi governativi, per garantire anche in Italia pluralità dell'informazione a 360 gradi, oggi in gran parte assai condizionata e fortemente penalizzata.

In che Paese viviamo? *

1- Record negativo di nascite.

Nel 2015 le nascite sono state 488 mila(-15 mila rispetto al 2014), nuovo minimo storico dall’Unità d'Italia. Il 2015 è il quinto anno consecutivo di riduzione della fecondità, giunta a 1,35 figli per donna. L'età media delle madri al parto sale a 31,6 anni.

2- Diminuisce la speranza di vita alla nascita. Per gli uomini si attesta, in calo, a 80,1 anni (da 80,3 del 2014), per le donne a 84,7 anni ( scende da 85).

L'età media di vita della popolazione aumenta di due decimi e arriva a 44,6 anni.

3- I morti :Nel 2015 i morti sono stati 653 mila (+54 mila rispetto al 2014 ). Il tasso di mortalità, pari al 10,7 per mille, è il più alto tra quelli misurati dal secondo dopoguerra in poi.L'aumento di mortalità risulta concentrato nelle classi di età piu anziane (75-95 e oltre).

4-Cure mediche: Secondo Cittadinanzattiva oltre 4,3 milioni di italiani hanno rinunciato alle cure mediche per il costo dei ticket e lunghe liste d’attesa. Il rischio è grosso per chi ha bisogno urgente   di un medico e non lo trova : dal 2009 ad oggi sono stati tagliati 25 mld di spesa sanitaria, mentre aumenta la popolazione anziana Sono 600mila i malati di Alzheimer in Italia e a causa dell’invecchiamento della popolazione e sono destinati ad aumentare. L’Adi (Alzheimer’s Disease International) ha stimato a livello mondiale per il 2015 oltre 9,9 milioni di nuovi casi di demenza all’anno, cioè un nuovo caso ogni 3,2 secondi.

5- Il costo medio annuo per assistere questi pazienti è stato stimato pari a 70.587 euro pro capite, comprensivo dei costi a carico del Servizio sanitario nazionale, di quelli che ricadono direttamente sulle famiglie e dei costi indiretti (gli oneri di assistenza che pesano sui caregiver, i mancati redditi da lavoro dei pazienti, ecc.).
Moltiplicandolo per il numero dei malati la cifra fa paura: 42,352 miliardi di euro l’anno, di cui “solo” 11,364 miliardi per le cure sanitarie e assistenziali in senso stretto. Il grosso va per le cosiddette spese indirette, che in questo caso pesano per la quasi totalità sul " caregiver", ovvero il familiare e/o i familiari che si prendono cura dei malati.

6- Spesa privata: cresce spaventosamente invece la spesa privata: le Regioni del Sud sono in testa.Quasi un cittadino su dieci rinuncia a curarsi per motivi economici, le tasse governative strangolano la sanità. I livelli essenziali sono meno garantiti che altrove.Nelle Regioni del Sud si riscontra la maggior quota di rinunce (11,2%)
Secondo il
Rapporto 2015 dell’Osservatorio Civico sul federalismo in sanità, realizzato dal Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.si descrive un federalismo non rispondente ai bisogni di salute dei cittadini e dove il codice di avviamento postale fa la differenza per accedere ai propri diritti.

7- Punti nascita:

Su 531 punti nascita attivi nel 2014, 98 effettuano un numero di parti inferiore ai 500/anno. Sulle 16 Regioni prese in esame , 6 Regioni risultano inadempienti (Sicilia, Calabria, Puglia, Campania, Lazio, Abruzzo);

Anche rispetto all’utilizzo del taglio cesareo, a livello nazionale nel 2014 siamo al 35,9% di parti effettuati con cesareo, Sicilia e Puglia (44%.).
Sulla distribuzione delle
Terapie Intensive Neonatali, i dati del 2012 indicano che gli standard fissati di 1 TIN per almeno 5000/nati vivi non sono rispettati.

La  media nazionale è infatti di 1 TIN ogni 3880 nati vivi l'anno; solo 4 Regioni ( Bolzano, Trento, Marche e Sardegna) ne hanno per più di 5000 nati vivi; Liguria, Abruzzo, Molise e Sicilia hanno invece una TIN per un bacino di utenza compreso tra 2000-3000 nati vivi ,superiore allo standard, le altre Regioni sono fuori standard.

8- Medici

Leggo che ....«Dalle università italiane escono, ogni anno, circa 8mila medici» . «Di questi solo una minima parte riesce ad accedere alle scuole di specializzazione. Ciò vuol dire che ci sono migliaia di medici, ogni anno, che non sanno cosa sarà del loro futuro».

II dati sono allarmanti:   quest'anno su 9 mila medici – 6500 neolaureati e 2500 laureati degli anni precedenti – i posti disponibili di medico saranno meno di 4500:   di questi 3500 finanziati dallo Stato, mille in meno rispetto all’anno precedente, e 900 dalle Regioni.

Un candidato medico, oggi, su due resterà fuori, disoccupato . Soldi buttati via.

E cittadini restano senza medici. E noi paghiamo.

Dal 2011 al 2014, i contratti di specializzazione finanziati sono stati 13 mila, contro i 17. 203 richiesti dalle Regioni e dalle province autonome. Il peggio viene dopo: dal 2009 al 2013 oltre 5mila medici italiani sono emigrati all’estero, in particolar modo Germania, Francia, Svizzera e Gran Bretagna, attratti da migliori opportunità di carriera.

E lo stipendio per vivere? Una vera chimera uno stipendio medio di 1400 euro mese lordo : la borsa di studio è di circa 11.600 euro l'anno, con tasse, assicurazione, Enpam a carico, oltre all'impossibilità di accedere ad attività professionalizzanti extra durante l'iter formativo e fino all'accesso in convenzione».

Leggo che "Nel Regno Unito esiste un’agenzia, finanziata dallo Stato, dedicata soltanto alla pianificazione del fabbisogno del territorio e dei cittadini ".

9-Alzheimer.

Sono 600mila i malati di Alzheimer in Italia e a causa dell’invecchiamento della popolazione e delle peggiorate condizioni assistenziali. E sono destinati ad aumentare. L’Adi (Alzheimer’s Disease International) ha stimato a livello mondiale per il 2015 oltre 9,9 milioni di nuovi casi di demenza all’anno, cioè un nuovo caso ogni 3,2 secondi.
 
10-Il costo medio annuo per assistere questi pazienti è stato stimato pari a 70.587 euro pro capite, comprensivo dei costi a carico del Servizio sanitario nazionale, di quelli che ricadono direttamente sulle famiglie e dei costi indiretti (gli oneri di assistenza che pesano sui caregiver, i mancati redditi da lavoro dei pazienti, ecc.).
 
Moltiplicandolo per il numero dei malati la cifra fa paura:
42,352 miliardi di euro l’anno, di cui “solo” 11,364 miliardi per le cure sanitarie e assistenziali in senso stretto. Il grosso va per le cosiddette spese indirette, che in questo caso pesano per la quasi totalità sul caregiver, ovvero il familiare e/o i familiari che si prendono cura dei malati.

L'editor del BMJ, Richard Smith: "I still believe that a good journal can be a major asset to a medical community. It can move medicine forward, less through providing a clear direction of travel but more highlighting the deficiencies of the present and providing a hundred ideas on how to do better".

Da noi, isole comprese, malgrado tante belle parole, la sanità pubblica con il ministro Lorenzin in testa, navigano a vista».

* Fonte :Quotidianosanità.it

E' mancata Ida Magli, illuminata antropologa , controversa figura di studiosa di fama internazionale, acuta osservatrice contro corrente. Tra i suoi libri più famosi "Matriarcato e potere delle donne" e "Gesù di Nazareth - Tabù e trasgressione" .

In uscita il suo nuovo libro 'Figli dell'uomo: storia del bambino, storia dell'odio', sulla violenza ai bambini in quanto soggetti molto deboli e senza potere.

Mi piace ricordare , per i gentili lettori del Notiziario delle Isole Eolie, alcune sue considerazioni:

Che cosa è la " Cultura"?

" Quando, nel 1871, l'antropologo Edward Tylor definì la cultura come un "complesso insieme di norme, di valori, di costumi, di tecniche…" si compì un passo fondamentale per giungere al concetto moderno di "cultura", ben diverso da quello che per secoli era stato adoperato come analogo a quello di "civiltà".

Per capire la nostra cultura dovevo capire i maschi, visto che sono stati loro a costruirla. Questa la strada che ho percorso a ritroso.

E alla sommità della risalita ho trovato il pene” scrive. In un breve manoscritto Ida Magli si avventura in una tesi scontata quanto illuminante: al principio della nostra civiltà c’è l’organo sessuale maschile. Così il “fallo” dell’uomo viene analizzato non solo come forza simbolica, ma come organo biologico.

Il pene, osserva Ida Magli, si erige, si distanzia in certo senso dal corpo e per giunta proietta la sua essenza all’esterno, amplificando la volontà di potenza dell’uomo. Così l’erezione diventa sinonimo di conquista e il getto dello sperma, uno strumento di dominazione."

L'Unione Europea:

" I problemi dell'Unione oggi sono piu' che mai antropologici. Siamo tutti diversi da nord a sud. Lampedusa non si trova nel Baltico. Soltanto gli economisti, come i dittatori che hanno dominato in lungo e in largo l'Europa, vogliono oggi " omologare" spazzare via ogni differenza.Si dimenticano dell'esistenza degli uomini e delle loro unicità. Il silenzio di fronte all'Europa degli psicologi, dei sociologi, degli antropologi è impressionante, tanto quanto quello dei poeti, dei musicisti, degli artisti.

Ma la responsabilità etica di un antropologo, che ha scelto di "osservare" i "diversi e lontani", è identica a quella dei Fisici di fronte alla scoperta dell' infinita materia nascosta nell'energia nucleare. Riusciremo a restare Europei? Siamo capaci di riconoscere l'Uomo in un mondo in continuo movimento ? Oggi l'Unione Europea è assurdamente riconoscibile per l'inerzia di fronte all'invisibilità di ciò che è ovvio.
La donna :

" Se è vero che noi occidentali siamo indubbiamente avanti rispetto al resto delle donne nel mondo, è tragicamente vero che rappresentiamo una netta minoranza; esistono milioni e milioni di donne asservite dagli uomini, calpestate nei loro elementari diritti, che non hanno neppure iniziato un solo passo fondamentale , cioè l’emancipazione. Noi europei l’abbiamo in minima parte realizzata. So che entrare nel mondo del lavoro è faticoso, che c’è una fortissima competizione con gli uomini, che il peso del doppio lavoro è ancora tutto sulle loro spalle.

Ma bisogna tenere duro. Io stessa vengo da un’esperienza di vita nella quale ho rischiato, proprio perché donna, di non poter accedere alla cultura che era invece a disposizione dei maschi, e non mi vergogno a dire che mio padre, per il quale lo studio delle figlie non era assolutamente essenziale, e quindi da non incoraggiare, essendo noi ‘destinate’ alla famiglia e ai figli.

Per questo non mi sento di rigettare in blocco tutto quello che è stato creato dagli uomini. Penso ci sia bisogno di noi donne dentro questa cultura e questa scienza per cambiarle e per cambiare anche gli uomini. La presenza di più donne nei luoghi dove si fa sapere è indispensabile per continuare il lungo cammino necessario a modificare le strutture stesse del sapere”.

A Milano ieri pomeriggio mi sono trovato in mezzo ad una sterminata marea di persone che protestavano. Cosa succede? Il governo Renzi è in alto mare sulla controversa polemica delle " unioni civili". Nulla da fare:  parlamento e governo sono distanti anni luce .Perchè il Partito democratico non ha una sua maggioranza ed è diviso su tutto. Ed ecco perchè le migliaia di  "coppie di fatto" eterosessuali non trovano alcun sostegno dal governo. E chi è omosessuale?

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, sez. IV, con la sentenza 21 luglio 2015, Pres. Hirvelä (Oliari e Altri c/ Italia) ha condannato l’Italia per violazione dell’art. 8 CEDU osservando che «Le coppie omosessuali sono capaci, come le coppie eterosessuali, di costituire relazioni stabili e impegnative e sono in una situazione assai simile a una coppia eterosessuale per quanto riguarda il loro bisogno di riconoscimento legale e di protezione della loro relazione (v. Schalk and Kopf, § 99, e Vallianatos, §§78 e 81, cit.)».

Quanta pena vivere in Italia!. A partire dal 1989, la Danimarca ha pienamente accettato di formalizzare di legge, le unioni di fatto delle coppie , maschili e femminili ,anche  dello stesso sesso, legalizzazione intesa nella forma di una partenership registrata, con pieni diritti.

Perchè l'Italia è tanto retrograda? Come la Danimarca , cosi l'Olanda, la Francia,il Belgio, la Spagna, il Sud Africa, la Norvegia, la Svezia, Il Portogallo, l'Islanda, l'Argentina, il Brasile, l'Uruguay, la Nuova Zelanda, il Regno Unito, Il Lussemburgo, La Finlandia, l' Irlanda, e gli Stati Uniti. In Italia non è cosi!

Ne consegue che ad oggi in Italia le coppie anche omosessuali che intendano ottenere riconoscimento legale, sono e restano " fuori da ogni diritto"? O matrimonio o nulla. .Come se non esistessero.....

Pertanto sono e restano  " persone " .." diverse".... non fanno parte della comunità......senza alcuna protezione della loro relazione, non godono di alcun diritto. Si arrangino.

Il Governo italiano continua ad ignorarle.

Si continua a negare loro uno specifico quadro legale che prevede il loro riconoscimento e relativa tutela delle loro unioni omosessuali.

L'Italia è sempre in fondo ...ultima in classifica, e sembra volerci restare..Scandaloso parlare di " matrimonio".

Che orrore!. La Chiesa di Danimarca ha aperto alle coppie omosessuali il matrimonio. Negli Stati Uniti ,la Suprema Corte ha stabilito che non esiste piu' alcun veto alle coppie omosessuali di sposarsi essendo tale veto de jure non costituzionale e che, al contrario de facto si legalizza ogni tipo di matrimonio omosessuale.

Molti italiani, ahimè, tra cui i molti esodati... non hanno diritto alla pensione. Molti di noi pur avendo diritto, sono alla fame, la nostra pensione è povera, insufficiente. La nostra pensione cala ogni giorno, viene tagliuzzata da Renzi. Anche un euro fa comodo. Un euro/mese tolto alla pensione ,moltiplicato per tutti i pensionati fa una bella cifra.

 

Poi invece ci sono i pluripensionati di Stato, Alte cariche pubbliche, Commendatori, Presidenti, managers che non producono un euro di profitto, tra cui molti VIP, miracolosamente esclusi da ogni " crisi"..ne hanno due, tre o piu' pensioni.

 

Poi ci sono i " politici" , gente sempre piu' orrenda, inguardabile, maleducata e straffottente, che godono di enormi privegi, mai messi in discussione. La loro pensione come viene calcolata? Tra questi ci sono i " politici eccellenti", quelli che negando ogni diritto agli " altri" si godono tutti i " diritti" altrui. La mia pensione è ferma al 1993. Io vivo d'aria, lo sa anche Renzi. .

----Chi è Eva Klotz ? Eva è figlia di Georg Klotz, condannato, in contumacia, per terrorismo   a 52 anni di carcere, fu' responsabile di numerosi, gravissimi attentati dinamitardi in Alto Adige in nome della "libertà del Südtirol", per il quale si autodefiniva un "combattente per la Libertà " , un Freiheitskämpfer, ....usando invece tipici metodi del "Terrorismo armato"..

Tutto il territorio del sud Tirolo, le innumerevoli valli, i passi alpini, la rete stradale e ferroviaria lungo l'Adige ed i suoi affluenti, da Trento e ad oltre Bolzano, dal 1979 in avanti hanno subito una serie ininterrotta di sanguinosi attentati , usando mine anti uomo contro i nostri carabinieri, militari, polizia. Sono stati usati esplosivi contro   monumenti, cimiteri, attaccando ferrovie, caserme, abitazioni, sconvolgendo la vita di migliaia di italiani residenti. Quanti sono i danni subiti dalla collettività italiana?

Eva Klotz , nata e vissuta in Alto Adige, indottrinata da suo padre Georg , è stata per molti decenni, consigliere comunale e provinciale a Bolzano,leader e fondatrice dell'Union für Südtirol, e del Sudtiroler Freiheit, entrambi movimenti anti italiani, anti liberali e anti costituzione italiana..

 

Eva Klotz ha sempre sostenuto, in netto contrasto con la Costituzione che:il “Südtirol ist nicht Italien” – “L’Alto Adige non è Italia”. L'Italia per la Signora Eva Klotz è solo...." spazzatura".

 

Eva Klotz trova ancora oggi molti appoggi nei circoli della destra estrema tedesca che ha armato i terrosti sud tirolesi e raccoglie simpatie anti italiane tra gli Schützen Sud Tirolesi.

 

La Signora Klotz si batte da sempre contro il bilinguismo tedesco-italiano, contro la cultura, disprezza tanto la toponomastica italiana, quanto la storia italiana.

 

Tuttavia, Madame Klotz, oggi pensionata dopo 31 anni di " buon governo"   gode di una ricca pensione elargita dal governo Renzi. Sono 945 mila euro e rotti...versati dai contribuenti italiani a favore di Eva Klotz..Denaro che la Klotz sta impegnando attivamente nella sua lotta contro L'Italia.

 

Perchè e per quale ragione il Governo Renzi continua ad elargire una ricca pensione ad Eva Klotz? Con quali diritti e quali meriti possiede Eva Klotz che puo' essere considerata " pensionata" se dal suo lungo curriculum politico emerge tanto odio e tanta violenza contro l'Italia?

 

Eva Klotz durante il suo lungo mandato politico ha ancora recentemente sostenuto che:

 

" Chiederci di festeggiare l'Unità d'Italia è come chiedere ad una donna stuprata di festeggiare con lo stupratore l'anniversario della violenza subìta »

 

"Impegnarsi per arrivare a un referendum per avere un futuro del Sudtirolo senza Italia, indipendente."

 

"Si può essere amici ma senza dovere rispondere a regole altrui. Amici ma padroni in casa propria »

 

" Voglio un Sudtirolo completamente libero dall'Italia"

 

 " Se mio padre -Georg Klotz- , era un terrorista, allora lo ero pure Garibaldi"

 

" Il sud Tirolo non è Italiano: i nostri atleti del sud tirolo non sono italiani"

VUOI PARLARE ALLA GAM?
Un evento al giorno a mezzogiorno dal martedì alla domenica
dal 15 marzo 2016

 

"In the future, everybody will be world famous for fifteen minutes.”Andy Warhol.

 

Ogni giorno, dal martedì alla domenica alle ore 12 in punto, sull’opera all’aperto “Anni Luce” di Giulio Paolini, chiamata comunemente Arena Paolini, prende vita un programma partecipativo che invita le persone della città a proporsi nel loro quarto d’ora di celebrità mediante l’esposizione di un progetto personale. Attraverso racconti, monologhi, letture, azioni e musica il museo si apre alla gente.

 

Chiunque può proporre il proprio progetto che una volta accolto, permetterà alle idee di prendere forma in quindici minuti esatti.

 

Se Warhol pensava che quindici minuti fossero pochi, a noi nell’era digitale ci sembrano un’eternità”, dichiara il direttore Carolyn Christov-Bakargiev.

 

Il comitato curatoriale che sceglierà tra le proposte pervenute sarà composto, oltre che dal direttore, da Virginia Bertone, Arianna Bona, Gregorio Mazzonis, Anna Musini, Riccardo Passoni, Elena Volpato.

 

Si può inviare la propria proposta all’e-mail parlareallaGAM@fondazionetorinomusei.it

 

Prossimamente sarà possibile iscriversi direttamente sul sito www.gamtorino.it

 

I partecipanti che riceveranno una mail di approvazione del progetto unitamente a una password, potranno prenotare i loro 15 minuti sul calendario disponibile sul sito del museo.

 

  Gli interventi saranno registrati in videoe visibili  sul canale youtube della GAM

 

Info: parlareallaGAM@fondazionetorinomusei.it  www.gamtorino.it

 

GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e contemporanea di Torino

 

Via Magenta, 31 t. 011 4429518 www.gamtorino.it

 

Ufficio stampa GAM: Daniela Matteut. 011 4429523 daniela.matteu@fondazionetorinomusei.it

Caro Direttore,

finalmente leggo una bella notizia che ci viene inviata da Marcello Silvestri, ben venga una sempre maggior " comunicazione"...che generi conoscenza e civiltà...ne abbiamo tutti estremo bisogno..in questa Italia divisa, frantumata, impoverita   su tutto....cerco nel web di saperne di piu'.... ma chi è Marcello Silvestri......forse è " genovese broker di testate".?

Le " Eolie fanno notizia..in Liguria" ???

Liguri e Siciliani sono - parlo esclusivamente della mia esperienza di quasi mezzo secolo- due mondi tra loro tanto distanti.

Grosso modo, intendo ben inteso...- la maggioranza- ....tanto i Liguri   sono chiusi in se stessi,     avidi.." tirati"...ed " agnostici", tanto i Siciliani - la maggioranza- sono generosi., aperti e sensibili. Due mondi. Due culture. Come intendersi?

In Liguria, da est ad ovest, il turismo estivo esplode, navi, aerei e pulmann da ogni dove fanno ricchi i commercianti, albergatori e bagnini.. e Comuni. Sulla Regione si riversa un fiume di denaro, ma dove va a finire tutta questa ricchezza?

Ho avuto molte esperienze " Liguri".....di ogni specie ed età....con .uomini, donne, impresari, amministratori, condomini, professori, bibliotecari, commercianti, artisti, pescatori,   ristoratori, giardinieri etc.. ..ho seguito per anni i dibattiti pubblici, di ogni specie, ho conosciuto bravi parlamentari, autorevoli sindaci , assessori, ho scritto per editori, impegnati per la difesa del territorio , per la difesa del mare, contro gli speculatori, soprattutto contro il pesantissimo disesto idrogeologico, contro la cementificazione, in difesa delle coste e delle spiagge liguri. La Liguria è terra meravigliosa. Ma i Liguri? Chi sono costoro?

La Spezia quanto è lontana da Imperia?

Oggi posso dire che la Liguria ha molte altre facce che non conosco.

Mi dispiace solo che i Liguri - quelli che ho conosciuto- siano preoccupati a coltivare il loro " orticello"...     Ma se non sei " Ligure"? Se non parli " genovese"?

Se t' incontrano perchè ti guardano "storto"?

Ho notato che che tra loro ...i " liguri" si parlano fitto e si salutano con grandi sorrrisi.

Se ti parlano lo fanno solo per loro interesse, magari si sforzano ... ti sorridono cercando quello che serve loro.

Se ti salutano, magari ti scrivono....   lo fanno solo per avere la loro " convenienza".. ....sarà tutto vero?

Baci ed abbracci.....

 

Il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, recentemente a New York, ha concluso il suo importante discorso con una frase storica, alla “Kennedy", ricevendo un grande applauso e l’abbraccio del governatore Cuomo: "Benvenuto nel club dei siciliani", gli ha detto il Governatore dello stato di New York , a cui il nostro Presidente ha risposto.:

 

Vorrei concludere con queste parole che spero siano adatte e adeguate per esprimervi l’affetto dell’Italia nei vostri confronti e la mia personale amicizia. Lo faccio con un’espressione breve e simbolica: " today I am a New Yorker ".

 

Straordinariamente interessante, per la storia dell'emigrazione, è il Museo di Ellis Island

 

L'emigrazione italiana verso gli USA non è un fiabesco incontro oltre oceano della povera fanciulla con il " ricco paradiso americano". Riporto in lingua originale: " More than 12 million immigrants were processed in Ellis Island.Over time, numerous structures including a hospital and contagious disease wards were operating. After passage of immigration laws in the 1920s, it was used more for "assembly, detainment, and deporting aliens," and symbolized a closing door.

 

Immigrants were required to pass a series of medical and legal inspections before they could enter America. The actual experience of going through inspection or detainment on Ellis Island was often nerve wracking. Those who did not pass these inspections were returned to their country of origin on the boats that brought them here. Even though only 2 percent of those coming to America were turned away at Ellis Island, that translated to over 250,000 people whose hopes and dreams turned to tears "

 

Il New Orleans Times, ottobre 1879, riferiva che il Second District della città di New Orleans era stato invaso dai "ben noti e famigerati siciliani assassini, falsari e ladri, che, nell'ultimo mese, hanno formato una sorta di compartecipazione generale o società per azioni per il saccheggio delle proprietà, danneggiando ogni civile convivenza nei vari quartieri della città".

 

Un nome per tutti: Giuseppe Esposito sembra essere stato il primo membro di "Cosa nostra" a emigrare negli Stati Uniti; insieme ad altri sei compari siciliani, approdati a New York dopo essere scappati dall'Italia per aver ucciso undici ricchi proprietari terrieri, il cancelliere e il vice-cancelliere di un tribunale di provincia siciliano. Esposito venne poi arrestato a New Orleans nel 1881 e estradato in Italia..

 

Si apprende infatti che i primi gruppi di mafiosi siciliani che operarono negli Stati Uniti si stabilirono nell'area prima di New York e poi a New Orleans, occupandosi essenzialmente di furti, estorsioni e rapine a mano armata.ai danni delle comunità, attraverso messaggi ricattatori, accompagnati da minacce di morte, incendi, omicidi, rapine e danneggiamenti

 

Divennero influenti, potenti e temuti, soprattutto a New York. Progredendo lentamente dalle operazioni criminali in piccoli quartieri dei ghetti miserevoli di " Little Italy".. alimentati dall'ignoranza e dalla povertà, fino a coivolgere le piu' alte organizzazioni nazionali e metropolitane. Struttura di potere che condiziona gran parte della politica nazionale.

 

Eravamo ai primi del secolo scorso, e la "Mano Nera"già operava nei vari quartieri newyorkesi a cavallo del 1900. Era il nome di una potente " gang" di pericolosi criminali, crudeli boss mafiosi   che brutalizzarono le popolazioni imponendo il "pizzo", boicottando,lucrando, rubando. L'emigrazione offriva loro mano d'opera a costo zero. La miseria faceva aumentare la prostituzione giovanile ed il gioco d'azzardo e le scommesse " truccate". La droga ed i sui derivati....l'illusione dei paradisi artificiali.. hanno seminato la morte ovunque. Dal 1989 al 2014 si stima l'AIDS abbia infettate nel mondo cira 36,9 milioni di persone, la maggior parte sono decedute.Il 25 % delle popolazioni africane soffre di AIDS.

 

Con l'emigrazione -fenomeno che oggi dilaga nel mondo- è cresciuta ovunque l'instabilità dei governi e la insicurezza dei cittadini. L'emigrazione sta sconvolgendo gli stati. Intere città sono state rase al suolo. Si fugge senza sapere dove poter andare. Milioni di esseri umani sono senza cibo.Da noi, in Europa, nascono barriere, fili spinati, muri..... contro gli immigrati. Si mobilitano le forze armate di mare e di terra. Si chiudono con la forza le frontiere. Gli odi religiosi, alimentano il fanatismo che a sua volta alimenta la fuga e l'emigrazione. Intere città sono sotto assedio. Siamo tutti in pericolo. Personaggi come Lucky Luciano, Calogero Vizzini , Giuseppe Genco Russo, Joe Adonis, Frank Coppola, Vito Genovese etc...etc..non sono certo esempi da imitare.

Il Buon Natale è alle porte: anche quello dei poveri anziani, preda di malviventi. Caccia aperta al " vecchio pensionato anziano".

Anche questa mattina suonano alla porta. Sono solo in casa e non sto bene. Suonano ancora con insistenza. Io non apro. Non capisco perchè la dannata porta del condomnio è sempre aperta. Ma io non apro.

Intravvedo poi due tipi che scendono le scale e urlano" siamo del gas..dobbiamo fare un controllo." . L'altra settimana un mio condomino ha aperto la porta . Ho saputo poi che lo hanno derubato.

La mia vicina è stata derubata si era fidata di due donne Una aveva una strana forza negli occhi. E tu cadevi in trance.

Sono anziano e solo, ogni ora del giono squilla il telefono , io non rispondo. Ho paura e ho capito che vogliono fregarmi. Martellano , ma io non rispondo. Per fortuna ho ancora il PC. Fin che posso. Posso vedere chi mi ha scritto.

Posso rispondere. Mi piace scrivere e avere degli amici. Noi anziani siamo soli. Per un anziano il PC è utile. Mi scrivono , ma non li conosco. Una marea di proposte, di inganni. C'è chi mi ha lasciato una eredità di milioni di dollari. Piu si allarga il mondo digitale piu crescono i furti e raggiri.

Addio sicurezza, chi si fida? La sicurezza costa. Non per noi, vecchi..La sicurezza se la fanno le banche, calano una enorme rete ... per prendere i pesci...tu paghi..

E' scoppiato uno scandalo, sono coinvolte molte banche. Urla e strepiti. Anche il governo urla, sbraita....è colpa di Bruxelles.. Gli anziani, indifesi restano truffati. Molti hanno abboccato all'amo. L'amo delle Banche" amiche". Oggi hanno perso tutto. Tanta gente per strada, gente disperata. Sono state le banche a rapinare i loro clienti. Loro ti vendono carta straccia..e tu paghi. .

Il furto è di moda. Il governo latita. Se rapinano una banca ci sono cento " pantere" che la difendono. E tu anziano sei nudo e crudo. E sei fregato . Le banche invece sono ben fornite da poderose porte blindate. Poi ci sono muri d'acciaio, con " detectors" e le forze dell'ordine, il telefono rosso in Questura..basta pagare....Le banche si proteggono, fanno quello che vogliono. A loro interessa solo il tuo denaro. Se ne vuoi paghi. Loro ti vendono la loro carta straccia. Tu subisci ogni controllo, su tutta la tua persona : via anche gli occhiali, ti bloccano davanti ai cancelli, ai passaggi obbligati, ti frugano nelle tasche...ti lanciano contro fasci luminosi, video camere puntate...ti analizzano da capo a piedi...sotto lo sguardo di guardie giurate.Poi davanti alla banca, ci sono pronte le " gazzelle" dei Carabinieri, motori accesi,pronte a bloccarti.

Sei " ben protetto" solo quando paghi, all'entrata. Quando esci non interessi piu di un fico secco.

Se sei anziano, stai attento ... sei fregato: ovunque ci sono raggiri: una pioggia di falsi obblighi di pagamento, le tue banconote sono false, i tuoi abbonamenti sono fasulli, e devi pagare di nuovo..oramai devi arrenderti..la truffa è come il tiro al piccione. Tutto regolare. Nessuno ti ascolta. L'anziano non ha piu' voce, è come moribondo.

Mi barrico in casa e non apro a nessuno.

Caro Direttore,

le notizie che arrivano dalla RAI TV , i vari commenti , le discussioni ed i dibattiti, i palinsesti televisivi, " talk shows" piu' prestigiosi, gli illustri ospiti che conversano a vanvera, tra urla, insulti e strepiti, fanno toccare con mano tutto il vuoto di governo, l'insieme di inutilità della nostra "classe dirigente".

Una nuova tempesta valutaria sta dissanguando i risparmiatori italiani. La Banca popolare di Vicenza ha realizzato maxi-perdite e svalutazioni dopo il taglio di quasi il 25% del valore delle azioni ..Si evidenzia un conto in rosso di 1,053 miliardi di euro.

Allucinante: per anni la Banca d'Italia non si sia accorta di nulla, o non abbia voluto farlo?

In questo stralunato panorama , tra accuse e contro repliche, armi alla mano, spicca lo scandalo bancario , con precise accuse di " conflitto d'interesse" sulla testa di un ministro il cui padre sembra essere coinvolto in quanto responsabile di certe " pratiche bancarie" , non del tutto pulite, su cui indaga la Magistratura.

Invece di fare piena luce, il bilioso Premier spara inutili bordate, senza venire a capo di niente, mentre battono le mani i suoi leccapiedi, ministri scolaretti senza pretese, circondati dalle tante belle ministre del Partito Democratico, tutte in rigorosa " quota rosa".

Disgustosa visione del Parlamento italiano, nel suo scomposto far finta di fare, il suo continuo agitarsi, gli sberleffi, gli insulti,da un banco all'altro, l'accorrere degli inservienti, il corpo a corpo, i gestacci... le parolacce di pessimo gusto, le inutili, vuote votazioni, i richiami, le espulsioni, le tante schede bianche, lo scampannellio nervoso, il rimprovero ottuso, il logorante oziare, il costoso transfer aereo, il costoso balletto di pranzi e cene, con i due presidenti associati ..lui e lei..quasi mano nella mano...- coppia assai mal assortita- simili a cani da guardia.....tra il parlottare di faccendieri e mestatori, intenti ai loro sudici affari.

Un mio caro amico lontano dall'Italia, mi scrive:

" E quando scendo in Italia mi preparo sempre l'elmetto e le mutande di ferro ; sapendo già quello che mi spetta. Ho chiuso tutti i conti con le banche e vivo felicissimo qui con questa che ho ora, ti chiamano a casa per informarti, ti spediscono informative che nel paese dei balocchi Italia ve li scordate, il sindaco passa per farti gli auguri,vai in comune e non fai a tempo a sederti, già servito, e tutto a gratis.

Se sbagliano a fare i conti, le aziende, : luce acqua e gas o telefonia ti chiamano per restituirti, e non ho mai e dico mai pagato una cent di € in più oltre il dovuto. In Italia : hai versato e ora per riaverli devi pregare, prendere un avvocato o girare come uno scemo.

Tra l'altro qui , la comunità e sempre attiva e i bambini corrono felici e sicuri. Assieme a gente di ogni dove. Penso e vedo l'Italia e ha inizio l'affanno; tg terroristici,banche, faccendieri di ogni sorta,immondizia, luce, gas, acqua, bolli e imposte o gabelle varie ,assicurazioni,telefonia,canone tv , ospedali, ecc ecc.

Qui è tutto a misura d'uomo, nel rispetto delle Leggi.

Ve la sognate una architettura sociale di questo tipo laggiù. Il saper vivere trav gente che paga le tasse, che rispetta l'ambiente. Che rispetta le diversità. Ove ognuno si sente parte del tutto. E tutti sono trattati alla stessa maniera. Non per farti invidia ma è vita vissuta giorno per giorno. Si paga il 50% di tasse senza discutere..ma sempre in buona fede.. e non un comntinuo paga paga!

Scusa l'ardore ma, bisogna viverle per capire.

Saluti e buona fortuna a voi che restate. "

E' arrivato Babbo Natale: ci ha portato tanto carbone...: Banca delle Marche, Popolare dell’Etruria, CariFerrara e CariChieti ci hanno venduto i loro prodotti fasulli....tanta .." carta straccia" a noi forse non sapevamo cosa compravamo.... e questo ha avuto "conseguenze tragiche".

Luigino D'Angelo, è suicidato dopo aver perso tutti i risparmi, 110mila euro, investiti nei bond "subordinati" ..una vera truffa...di Banca Etruria. La procura della Repubblica di Civitavecchia ipotizza il reato di istigazione al suicidio.

. Jonathan Hill, commissario Ue ai servizi finanziari,   ha ribadito che devono essere rispettate le regole sugli aiuti di Stato previste nell'Unione.

Il Governo fa finta di non avere sentito.

Da anni..le banche ci .hanno venduto carta straccia, incassato i nostri euro buoni, hanno fatto i loro comodi dilapidando ricchezza,   hanno rovinato le nostre famiglie , ci hanno buttati sulla strada, hanno rapinato le nostre tasche.

Poveri noi: ci siamo fidati di Istituti con tanto di patente di Stato di Libero Accesso al Furto.

Era noto a tutti , al capo del Governo, in testa..... ma nessuno ha mosso un dito. Lo si sapeva, ma nessuno " responsabile" è intervenuto. Dicono che lo si sapeva da decenni.

Adesso è tutta colpa di Bruxelles.

Ennesima bufala . Il Governo Renzi cerca "soluzioni".?

Indegna e irritante la RAI-Tv che lancia messaggi di stizza contro le sane Istituzioni.bancarie di Bruxelles. Come pürima con la Merkel. E nessuno querela il Direttore Generale RAI per falso e menzogna?  

Perchè non si azzerano i Consigli di Amministrazione?

Su che diavolo " indaga" Banca d'Italia e la Corte dei Conti? Praticamente su nulla. Ci hannno fregato tutto. Sono le urla di 130mila persone disperate,al verde.

Gente che aveva piena fiducia. Oggi alla fame. Il Governo cerca scappatoie, che non servono a nulla. .

Tra domenica notte al lunedì mattina, il governo Renzi indegnamente rappresentato...si mette a giocare sulla pelle dei cittadini. Non sapendo cosa fare per non andare subito a casa...ha espropriato azioni e obbligazioni di cittadini che non c'entrano assolutamente niente con la pessima gestione di queste quattro banche ..lo ripetiamo: Banca Marche, CariFerrara, Banca Etruria e CariChieti..

Banche pericolose. infette ...da evitare.....

Questo è il giusto messaggio. Questo è l'unico messaggio che doveva essere chiaramente detto in RAI TV ....a tutto volume.....su tutti i canali....Invece nulla di nulla. continuando a mentire.

Cittadini italiani, onesti contribuenti, che in altri casi sono stati salvati o dal fondo di tutela interbancario o dallo Stato oggi invece vengono completamente abbandonati. Perché vengono abbandonati?

Perché queste quattro banche - assolutamente in profondo rosso,con pesanti debiti pregressi - verranno ripulite e vendute al miglior offerente come un vergini immacolate.Con astuta manovra.. del governo Renzi dal primo gennaio 2016....rischia di perdere tutto chi vi ha versato oltre i centomila euro.

Questo vale anche per i piccoli risparmiatori, vedi piccole imprese, quelle su cui il governo conta la " Ripresa" .

Ora... le enormi perdite di questi Istituti di Credito il Governo le cancella, e le scarica sugli azionisti, obbligazionisti, che perdono tutto. E tutto finirà senza un minimo processo. Tutto tornerà come prima ...sempre con gli stessi nomi e cognomi, i cui figli e nipoti... saranno ai vertici bancari ...arricchiti di enormi pensioni, senza un giorno di galera.

Risparmiatori di tutta Italia: state attenti al Governo Renzi .....

Come puo' la Turchia pensare di far parte della Unione Europea?

Il problema non è a quale gruppo etnico una persona appartenga, ma l'ideologia fascista totalitaria che opprime ogni voce dissidente....sistematica oppressione che vige oggi in Turchia ..anche con la violenza delle armi..dove impera una sola lingua, un'unica nazione, un solo Stato e un'unica religione.. rappresenta la negazione di tutti i valori della nostra recente storia.Europea.

Uzay Bulut, musulmana di nascita, è una giornalista turca che vive ad Ankara, scrive:

"Sono nata in Turchia e lì ho frequentato le scuole elementari, le medie e le superiori. Prima dell'inizio delle lezioni, scattavamo sull'attenti e ci facevano leggere ad alta voce il Giuramento studentesco turco in cui dicevamo: 'Sono turco' e la 'mia esistenza sarà dedicata all'esistenza turca'.

I libri di testo affermano che durante la Prima guerra mondiale, gli assiri e gli altri cristiani 'pugnalarono la Turchia alla schiena, cooperando con gli Stati imperialisti' e che gli assiri erano 'traditori'. Essi influenzano gli scolari turchi con cose del genere, pertanto, i bambini musulmani guardano con sospetto i bimbi assiri."

"Alla scuola media, avevamo un insegnante, che dal primo momento che mise piede in classe ci chiese: 'Siete cristiani? I cristiani alzino la mano!' Qualche bambino l'alzò timidamente. Lo sguardo nei suoi occhi la diceva lunga. Ma l'atteggiamento di un insegnante non è mai un criterio per valutare un'intera società."

Caro  Direttore,
 allego un interessante annuncio per i tuoi giovani lettori...che sono in cerca di lavoro!
Si tratta di  reperire personale specializzato per un posto di lavoro presso  una nota e ben avviata Panetteria-Caffè nella città di Schoftland nel cantone di Argovia. La posizione offerta per la cura, per la preparazione  e produzione, cottura di vari tipi di pane, di dolci,  etc.. è sicuramente accompagnata da un ottimo livello di salario.. ma si esige competenza ed esperienza...
A seguire ogni altro  utile riferimento.

 Con i miei migliori saluti ed auguri....di buona fortuna..
 Il Nonno

Ricerca di Personale nel cantone di Argovia in Svizzera:

RICERCHIAMO : Panettiere - Dolciario..SPECIALIZZATO

Per un posto di lavoro in una panetteria che è anche un ottimo Caffè ..

Dove : in Schöftland cantone di Argovia-Svizzera

Café Caprice Caffé -Panetteria

Bäcker-Konditor/in (EFZ)
Schwerpunkt Bäckerei-

Aufgabenbereich:Per ogni riferimento e informazione per il posto di lavoro

Si prega di telefonare al Signor

Jürg Mathys

Telefono   0041- 062 721 10 44

Dorfstrasse 29, 5040 Schöftland
Telefon: 062 721 10 44 Zur Verstärkung unseres Bäckerteams suchen wir nach Vereinbarung eine/n.  

- Abwägen von Teigen- Preparazione e controllo del peso della pasta....
- Teigherstellung-   Fare la pasta impastare secondo i procedimenti di legge
- Aufarbeiten von allen Teigen - trattare i vari tipi la pasta
- Ofenarbeit- saper lavorare e controllare esattamente il forno
- Alle anfallenden Arbeiten in der Bäckerei-

Essere in grado di svolgere tutte le attività che sono necessarie in un panificio

Was wir verlangen: SI RICHIEDONO:

- Pünktlichkeit- Si esige ....Puntualità
- sauberes, exaktes und speditives Arbeiten- Essere in perfetto ordine, si esige esattezza e buona velocità di esecuzione
- mindestens drei Jahre Berufserfahrung- Occorre avere Tre anni di esperienza in panetteria..

Ich hoffe, ich habe Ihr Interesse an meinem Betrieb geweckt, und ich freue mich auf ein persönliches Kennenlernen.

Orario di lavoro da Lunedi- sabato e anche Domenica:

06.00-22.00h-Ogni giorno lunedi-venerdi
06.30-17.00h Sabato
07.30-17.00h Domenica

Caro Direttore, si continua a criticare con feroce livore chi oggi gode di una pensione appena sotto i 2000 euro/mese? E Renzi ... guida la crociata..contro i pensionati! Quanta distorcente informazione si annida in RAI -Tv, grancassa di inferocite trombe governative, sciagurato giornalismo, avvelenata Agorà sul tema " pensioni". Siamo tutti figli N.N. di pessimi amministratori pubblici. Risultato : politiche economiche errate, saccheggi di fondi pensione, polemiche e furti di ogni genere, avvelenano la vecchiaia dei lavoratori anziani. Come noi ieri, oggi voi generazione giovane.... state lavorando, puntuali onesti contribuenti, oberati da una classe dirigente " ladruncola", superficiale, sclerotizzata,che sta funestando l'Italia a partire dal 1945...massacrando il " lavoro"... a cominciare dai liberi professionisti, seri lavoratori autonomi, piccoli e medi imprenditori, artigiani e commercianti, tutti coloro che rischiano la pelle stando sul mercato, nei settori esposti alla dura concorrenza. Si prospetta per tutti voi lavoratori ...un futuro senza " pensione". Altro che " tutela del lavoro"! " Ricchi pensionati" .....dopo 35 anni di contributi versati sopravvisuti allo sterminio della seconda guerra mondiale, alla dittatura fascista, ai bombardamenti, alla fame, Italia Anno Zero...con l'inflazione alle stelle, ridotti a chiedere l'elemosina agli USA, con lo Stalinismo dei Soviet in casa. Ed ora.... Buttati fuori dalla nostra Azienda, esodati...essendo " anziani". Abbandonati in mare...in balia delle onde..siamo tutti esodati senza Santi in Paradiso pur avendo pagato lira dopo lira...mese dopo mese..per anni ...? Oggi cari signori Ministri...vi siete dimenticati che ci siamo tolti il pane dalla bocca per darvi un minimo di educazione? E voi oggi ci ringraziate con un bel calcio nel didietro?

" Mit den Tod Helmut Schimdts haben die Deutschen eine Vaterfigur verloren" *

Cosi " Der Spiegel " ricorda la straordinaria figura di uomo di Helmut Heinrich Waldemar Schmidt, (23 December 1918 – 10 November 2015).

Tutta la stampa internazionale ha ricordato il poderoso contributo di Helmut Schimdt alla crescita morale e materiale della Germania, dopo la fine del regime di Hitler, e la spaventosa tragedia che ha colpito l'Europa intera . Con paziente arte diplomatica, impegno e determinazione Helmut Schmidt   ha contribuito alla crescita dell'intera nazione tedesca e alla rinascita della democrazia. Il 23 novembre scorso tutta la città di Hamburg , sua città natale, ha voluto parteciparte alla cerimonia funebre di Stato che si è tenuta in ricordo dell'ex cancelliere tedesco . Il borgomastro di Hamburg Olaf Scholz lo ha ricordato come " un gigante della politica". Hanno preso parte alla cerimonia il Bundespresidente Joachim Gauk , la cancelliera Angela Merkel, l'ex Presidente della Repubblica Francese Valerie Giscard d'Estaing . Uomo di forte carattere, autorevole economista, sostenitore della Unione Europea , Helmut Schmidt è stato il primo cancellere che ha riportato la Germania nel novero dei paesi piu avanzati del mondo", cosi lo ricordato l'ex ministro degli esteri USA Henry Kissinger (*Con la morte di Helmut Schmidt i tedeschi hanno perduto la figura del Padre)

Caro Direttore,

siamo a fine novembre, stiamo entrando nell'ultimo mese del 2015, un anno di crescente miseria, di terrore e di insicurezza.

Le principali criticità riguardano:

1 - La sicurezza dei cittadini, la difesa dei diritti delle minoranze, le trascurate periferie e centri minori, aree tutte a rischio, le famiglie e gli individui..sono sempre piu isolati, emarginati...soli.

Crescono le sacche di povertà che alimentano la malavita...e la mafia..

2 - Carente è la formazione dei giovani, alle giovani generazioni, spesso private di ogni capacità di critica, manca l'interesse dello Stato per chi cresce, mancano professionisti, abili managers,   mancano   aiuti alla famiglia, alle madri, ai pensionati, nessun aiuto a chi resta solo, impotente.Un destino orribile.

3- Altrettanto carente, inesistente è l'assistenza ai nostri cari anziani, per chi è vecchio, per chi soffre, alle crescenti esigenze di aiuto concreto alle persone in difficoltà, per malattie professionali, invalidità, per i mali profondi della solitudine, per combattere nuovi mali in agguato, di fronte all'allungamento della vita media.

4- Mancano gli investimenti per moderni edifici , mancano reti stradali e sistemi di trasporto pubblico aggiornati, aree dotate di innovative tecnologie per la scuola, per la musica, l' università , per la ricerca, lo studio che ha bisogno di spazi crescenti, di aiuti alla conservazione e allo sviluppo dei beni culturali, ai musei, teatri, cinema, pinacoteche per crescere ...alle libere professioni..inventare nuovi mestieri...per liberarci dal bisogno....

5- L'economia langue.Le città soffrono, la vita costa troppo, il sistema non tira. Si disinveste, si fugge all'estero. Il lavoro manca. Si risparmia su tutto. Si produce assai poco e male . La fiscalità non frena le frodi, il malaffare e premia chi evade, mortifica il lavoro e fa soffrire i deboli.Non sostiene chi lavora e produce . Penalizza chi ha voglia di fare.

Soffre la libera iniziativa. Si blocca l'intelligenza. Si premia chi evade..Il costo sociale resta enorme...il passivo del bilancio dello Stato è stratosferico.La burocrazia è insaziabile, inadeguata ai suoi compiti..

.

6- Ma dove siamo finiti? Di tutta evidenza i fatti di sangue di Parigi, la disperata caccia all'uomo di Bruxelles dimostrano le perenni carenze di chi è in prima linea:

Si parla di "intelligence" come parola magica.A che serve l'"intelligence"? Gli uomini e gli armamenti sono insufficienti, inadaguate le loro protezioni. Si scopre una partita " fasulla" di sei milioni e 400mila cartucce difettose, inefficaci. Un patrimonio dilapidato. Le "munizioni" in uso, per fermare il terrorismo a che servono? Costano tanto ma non servono a nulla. Anzi possono scoppiarti in faccia. C'è perenne scarsità di benzina. Giubbotti oggi in dotazione... anti proiettile... assolutamente indadeguati.

Chi è sulla strada è praticamente nudo.

Tutto cio' lascia campo aperto al delitto.

7- Chi conosce che cosa vuole da noi l'Islam? Chi vuole il nostro sterminio? Il governo che cosa propone? Chi è in grado di salvaguardare la nostra cultura, la nostra stessa identità? Chi ci difende dal terrorismo?

Ergo: I gruppi di fanatici, bestiali assassini in nome di Allahu Akbar .... hanno messo in ginocchio l'intero sistema di sicurezza europeo.

Siamo tutti in loro balia.

Molti di loro albergano tranquillamente tra di noi, vanno e vengono, senza alcun pericolo salgono sui treni o aerei, passano e ripassano le frontiere , nessuno si accorge di loro. Preparano bombe esplosive, si armano di ogni tipo di moderna mitragiatrice, usano armi pesanti, affittano automobili, lanciano bombe, uccidono , sparano sulla gente , sugli inermi, nei ristoranti, fanno a pezzi i bar, fanno stragi per le strade, distruggono locali pubblici, mettono bombe negli stadi dove la gente è in maggior pericolo. Siamo tutti sotto attacco!

Poi si fanno fotografare,mentre si fanno saltare in aria, uccidendo il maggior numero di persone, tagliano le gole agli " infedeli", ci mandano messaggi di morte.

8- Dove sono i controlli? Ci sono statistiche aggiornate? Chi conosce chi abita negli appartamenti, in faccia sul nostro stesso pianerottolo, nelle mansarde, nei locali dei nostri condominii?Cosa fa la Polizia di Stato?

Tragicamente nessuno controlla chi va e chi viene dai centri sociali di assistenza. Le nostre città sono in pericolo. Oggi sotto tiro nemico sono : La Scala di Milano, il Duomo di Milano e Piazza San Pietro a Roma.

Il 7 dicembre assente il Presidente della repubblica Mattarella per la "Giovanna d'Arco" di Giuseppe Verdi al Teatro alla Scala di Milano.

Pericolo mortale.

Nessuno sa chi è il nostro vicino.La gente non sa che fare, corre via, ha paura, teme per la propria vita, se ne va per i fatti propri. Noi ci rintaniamo in casa.

Scuole,università..bar, ristoranti e metropolitane sono chiusi. E domani?

9- Una volta il treno era una nostra cara abitudine. Un caro amico. Oggi il treno è in crisi profonda. Nessuno lo vuole. Il governo è a secco. Chi vende pensa di fare un buon affare? Renzi vuole far fuori i pesanti debiti, ha bisogno di liquidità e allora si da il via alla privatizzazione del 40% delle ferrovie dello Stato.

Nessuno si chiede il perchè?

Evidentemente non ci sono speranze per risanare le ferrovie dello Stato. Non ci sono manager capaci.

Qui in Svizzera, ogni giorno prendo il mio treno senza problemi. Ho l'abbonamento su tutta la linea, compresi tram, autobus, ovunque vada, compresi navi-traghetto sui laghi svizzeri, e sulle teleferiche in montagna. I treni sono puntuali, sicuri, puliti e confortevoli. La rete offre ogni comodità. Le stazioni ferroviarie sono ricche di ogni ben di Dio. Non si vede polizia. Non ci sono carabinieri. I collegamenti sono rapidi, atti a soddisfare ogni esigenza. Non ci sono code o scene disgustose. Il personale è multilingue..sempre pronto ad ogni richiesta. Centinaia di utenti, la maggior parte studenti, prendono i treni ogni giorno.

Ci sono vasti parcheggi per le biciclette ovunque. I centri minori sono serviti alle stesse condizioni di Zurigo o Basilea. Non ci sono città ben servite ed altre mal servite. Tutti i treni hanno l'aria condizionata e riscaldata. I controlli sono capillari. Tutti i vagoni sono in perfetto ordine. Le toilette sono tutte rigorosamente pulite e dotate di ogni confort.

Da noi siamo alla resa dei conti. I moderni costosi se non inutili Freccia Rossa non rendono cio che costano. I continui sconti dei biglietti, promozioni, i ribassi durante la settimana...il costo del personale di bordo piuttosto snob ...non sono in grado di coprire il debito.Ecco perchè lo Stato non riesce a mantenere questo " baraccone"pieno di debiti.

Si cerca solo di far convogliare nuove..future risorse sull'Alta Velocità, mentre non saranno fatti investimenti per i pendolari e i trasporti regionali, che sono i peggiori d'Europa, e continuano a versare in condizioni da terzo mondo. Il traffico merci langue.

Con il pericolo di terroristi,di nuovi massacri anche sui treni, il traffico passeggeri è in passivo e ci resterà.

Sono dunque queste le azioni con cui il Governo intende presentarsi al tavolo internazionale della Cop 21-in una arena mondiale- sul tema dei cambiamenti climatici che si terrà a Le Bourget -Parigi dal 30 novembre all'11 dicembre?

Che fine ha fatto la politica governativa per la riduzione delle emissioni inquinanti?

10- - Last but not least...negli ultimi 20 anni, la tecnologia informatica, i sistemi telematici.. si sono sviluppati drammaticamente e in parallelo sono cresciuti molti rischi di attacco.

Siamo di fronte a crescenti pericoli.Ci sono utenti individuabili solo attraverso un codice di identificazione particolare.. Molti di loro sono sconosciuti.

In tale modo le informazioni private vengono confinate in zone di memoria protette , “vigilate”, per accedervi è necessario fornire all’elaboratore un nuovo codice d’accesso...anche il denaro non è piu sotto controllo.

La password può essere associata a un gruppo di pagine, ad un semplice gioco , ad una sigla, ovvero ad una singola pagina o anche a un singolo dato. In alcuni casi l’elaboratore può funzionare per eccezione, cioè non richiede esplicitamente la password ma, se non gli viene fornita spontaneamente dall’utente, nel presentare le informazioni richieste sopprime quelle protette.

In questo modo l’utente non autorizzato ha solo una visione parziale dei dati; questi gli verranno presentati in modo che l’assenza dei dati omessi non appaia evidente...

Ecco ancora di piu' esposti al terrorismo che apre falle sempre piu' pericolose, sposta liberamente- grazie a questi innovativi sistemi- il flusso denaro sporco nato da ogni illecito arrichimento, senza essere sottoposto a nessun controllo. Come puo' indagare la magistratura se manca il " corpo del delitto"? Chi ci protegge?

In un mercato parallelo, del tutto fuori legge, si acquista e si vende ogni bene, si lanciano messaggi, si esce e si entra liberamente, senza che le autorità monetarie di controllo possano interveniere per bloccare il traffico internazionale di armi, di bombe o di droga.

Il pericolo è ovunque. Il terrorismo usa armi assai sofisticate che mettono in serio pericolo la vita dei cittadini ed i loro beni. Noi siamo sotto scacco. Oggi è la Siria, domani chi sarà la prossima vittima?

Da strumento amministrativo-legale per facilitare le attività di scambio tra privati, ora è strumento strategico per l’industria del terrorismo che puo' colpire dove vuole.Inutile negare l'evidenza: il mondo che abbiamo conosciuto sta per essere cancellato, travolto dalla storia.

Non c'è posto per il passato. Sta subentrando un nuovo mondo cibernetico, assai pericoloso, dove tutto si confonde, dove tutti i nuovi nati , ovunque nel mondo, saranno costretti ad obbedire.

Nessuno sarà esluso. Sarà indifferente vivere in una metropoli, su di un isola, in montagna, in una roulotte ... o in aperta campagna; perché i sistemi telematici con i quali dovremo dialogare per sopravvivere, ci terranno costantemente sotto sorveglianza; ogniqualvolta useremo le nostre meraviglie tecnologiche, i guardiani della Rete, i pirati informatici, chi governa, o chi ci odia, saranno sempre piu' aggressivi,   individueranno i nostri desideri, capiranno le nostre intenzioni, e provvederanno a dominare ogni nostro pensiero.

Caro Direttore, Lo storico Museo di Castelvecchio di Verona è stato violato. Giovedi' scorso, la bella città di Verona, dove ho trascorso gli anni della mia formazione giovanile, una delle città piu belle d'Italia, è stata defraudata dei suoi meravigliosi, unici gioielli di famiglia. Chi ha compiuto questo atto criminale ? Come è potuto avvenire ? Il danno è altissimo sia economico che morale. Un furto incredibile, un episodio allarmante che obbliga ogni cittadino ad intervenire. La cronca riporta : "Erano in tre, due armati, a volto coperto. Sicuramente professionisti, in un’ora e un quarto hanno potuto liberamente agire. Hanno scelto opere preventivamente scelte con cura. Le conoscevano . In quel momento, verso le 19,30, poco prima della chiusura, al museo era in corso il passaggio di consegne tra il personale, che di giorno è di almeno 11 persone, ma che a quell'ora è ridotto alla sola cassiera, e l'agente della vigilanza notturna.

 

Mi chiedo: e gli altri 10 " custodi" dove erano? Spariti, tranquillamente senza controllo? " Tutti a casa" .... La guarda giurata ispeziona le sale in chiusura per verificare che tutto sia in ordine...e che non ci sia nessuno, quindi torna all'ingresso e manda via la cassiera. Come è facile rubare!!!

 

Chi controlla la Guardia Giurata che deve fare tutto da sola? Perchè tanta superficialità?

 

Ecco che il furto è avvenuto in quell'arco di tempo...brevissimo ." Un varco, una piccola falla, in chiusura ma a Museo ancora aperto, sta chiudendo...un minimo momento di distrazione...nella fretta di andare a casa...una disattenzione che costa cara...quando i sistemi di allarme, in particolare i sensori volumetrici, collegati con la centrale operativa dell'istituto di vigilanza, non sono ancora attivati.

 

Ovviamente lo sapevano tutti. Anche il Direttore? Il Museo stesso è totalmente insicuro..senza alcun controllo, puo' succedere di tutto..tutto a portata di mano..dove si puo rubare tutto.

 

Come è stato facile per i tre malviventi che hanno immobilizzato la guardia giurata e imbavagliato la cassiera.

 

Mentre due ladri costringevano il vigilante ad accompagnarli nelle sale dove hanno rubato i quadri, il terzo bloccava la cassiera. Alcune tele sono state rimosse dalle cornici e arrotolate, altre no. Per allontanarsi, i tre hanno utililizzato persino l'auto della guardia giurata. Che passeggiata per i ladri!

 

Ma di quale sicurezza   parla il Ministro degli Interni? Non bastano le orribili morti di Parigi? Non bastano i proclami di morte verso tutti noi?.Quando ci sveglieremo in difesa della nostra vita, delle nostre città sotto assedio ? La difesa del nostro patrimonio artistico, dei nostri musei, delle nostre pinacoteche, coincide con la difesa della nostra civiltà e del nostro futuro . I nostri valori sono custoditi dalla nostra storia. Perchè tanta libertà di azione nei confronti dei criminali? Perchè tanta tolleranza? Che cosa fa lo Stato per noi cittadini?

 

Ovunque si spende per   attività , tanto inutili quanto costose. Lo Stato è invece spesso pericolosamente assente.davanti al suo patrimonio.E i cittadini pagano il prezzo piu'alto vessati da ogni nuova imposta. . .

 

Leggo sui principali quotidiani alcuni commenti e riporto::" La rapina al Museo Civico di Castelvecchio di Verona è la materializzazione dell’incoscienza d’uno Stato troppo impegnato a vessare i suoi cittadini anziché difenderli. Il riferimento non è solo al sindaco Flavio Tosi, ma riguarda tutti gli amministratori delle città italiane.

 

Sempre occupati a disperdere soldi pubblici, in libere prebende in mille iniziative elettorali..di mercato...per avere piu voti..ottenere la maggioranza.. anziché provvedere alla massima attenzione e controllo severo nel tutelare i tesori artistici delle nostre straordinarie città. .

 

Quanta scarsa attenzione! Si lasciano pressoché incustoditi capolavori d'arte , si lamenta spesso la mancanza di fondi. Chi difende , protegge capolavori unici al mondo.. praticamente nudi... in pubbliche strutture? E nel contempo s'investe denaro per un apparato burocratico lento, pesante, antistorico.poco efficiente, fatto di personale impreparato..poco pagato..senza dotarsi di sistemi moderni di allarme.

 

Lo Stato puo' permettersi di esporre decine di magnifici quadri, di opere d'arte , di storiche collezioni, con l’ingresso praticamente libero...a disposizione dei criminali?

 

. Perchè la Signora Direttrice del Museo di Castelvecchio era assente e se ne stava a cena tranquillamente , ma guarda la combinazione, al ristorante veronese dei Dodici Apostoli? Nessun senso di colpa?

 

Con questo sorprendente furto, uno dei più eclatanti tra quelli avvenuti negli ultimi anni, è stata mutilata, violata una parte del nostro patrimonio storico e artistico.

 

Il danno economico, stimato, delle diciassette opere trafugate ammonta a 15 milioni di euro..

 

In realtà com’è possibile quantificare il prezzo della “Sacra Famiglia con una Santa” di Andrea Mantegna? Negli ultimi trent’anni sul mercato delle aste l’unico quadro certamente attribuito a Mantegna, una piccola tempera su tavola “Discesa nel Limbo”, è stato aggiudicato da Sotheby’s nel gennaio del 2003 per 28,6 milioni di dollari.

 

Mentre il ritratto femminile detto “La Dama delle licnidi”, dipinto nel 1602 -e quindi giovanile- da Pieter Paul Rubens potrebbe valere anche diversi milioni di euro.

 

A cui si devono aggiungere i valori della superba “Madonna della quaglia” del 1420 di Antonio Pisano detto Pisanello, insieme alle opere del Caroto, Jacopo Bellini, Domenico e Jacopo Tintoretto e tutti gli altri.

 

"Queste le opere trafugate:
La Madonna della quaglia del Pisanello
San Girolamo penitente di Jacopo Bellini
la Sacra famiglia con una santadi Andrea Mantegna
Ritratto di giovane con disegno infantilee Ritratto di giovane benedettino di Giovanni Francesco Caroto
Madonna allattante, Trasporto dell'arca dell'alleanza, Banchetto di Baltassar, Sansone e Giudizio di Salomonedi Jacopo Tintoretto
Ritratto maschile della cerchia di Jacopo Tintoretto
Ritratto di ammiraglio veneziano della Bottega di Domenico Tintoretto
Ritratto di Marco Pasqualigo di Domenico Tintoretto
Dama delle licnidi di Peter Paul Rubens
Paesaggio e Porto di mare di Hans de Jode
Ritratto di Girolamo Pompei di Giovanni Benini. "

---Caro Direttore, non ci sono dubbi: abbiamo ricevuto la dichiarazione di guerra. Una dichirazione che non lascia dubbi. Un guerra che vuole il nostro sterminio. Vogliono distruggerci. La nostra vita è in pericolo, tutta la nostra civiltà è in pericolo. Non ci sono soluzioni pacifiche. Non ci sono copromessi. Nessuna tregua e nessuna pace. Uniamoci tutti contro la barbarie , il fanatismo, l'odio, le persecuzioni di chi vuole imporci il suo Credo! Gridiamo forte: " Sono nato libero. Non voglio essere schiavo". Non voglio essere indottrinato. Noi tutti amiamo conoscere, sapere, siamo affamati di apprendere di leggere libri, la nostra Stampa è Libera...da noi circolano le Informazioni...le Opinioni..i Dibattiti..noi leggiamo tutti libri, liberamente. ...da noi esiste la libertà di espressione, la libertà di pensiero.Voglio essere libero di scegliere . Non voglio nessun educatore che mi imponga cosa credere. Non voglio essere sottomesso e crescere nel chiuso di nessuna Idelogia. .... Unico Pensiero. Noi non abbiamo nulla in comune con le Vostre Credenze. Non abbiamo nulla a che fare con i vostri Profeti. Noi sappiamo quanto male hanno prodotto il Totalitarismo,il Fanatismo., la Follia Omicida di uomini barbari..

 

Nel mio Paese sono cresciuto in piena libertà. Nel mio Paese ci sto bene. Nessuno mi ha mai costretto a fare cose che non voglio fare. I miei educatori mi hano insegnato che debbo rimanere libero. Non saro' mai amico di chi uccide il mio amico, mio fratello, i miei simili.

 

Noi non siamo assassini. Noi non siamo fanatici.

 

Viva la nostra Libertà di pensiero, viva la Democrazia. Noi lottiamo per essere liberi. Noi siamo liberi di scegliere, cambiare opinione, scrivere, leggere..parlare.

 

Nessuno ci tappa la bocca. . . Mai piu. Noi possiamo andare dove vogliamo, scegliere i nostri amici, le nostre compagne. Possiamo crescere i nostri figli liberamente. Noi amiamo la Vita.

 

Noi rispettiamo il nostro Prossimo.. La nostra terra è ricca, di ogni frutto. I nostri mari ospitano ogni tipo di pesce. Ovunque da noi crescono alberi, si allevano animali. Il nostro pane è profumato. Il nostro cibo è ottimo. Ovunque si premia la Cultura, la Musica , l'Arte.   Le nostre Città risplendono di Musei, Teatri, Palazzi, Università, ci sono Giardini, Piazze, Fontane, Monumenti, dove milioni di giovani liberi s'incontrano quando e come vogliono, insieme discutono, insieme crescono...liberamente ..Essi sono il nostro futuro.

 

Da noi gli Uomini e le Donne crescono in piena libertà. Nessuno impone matrimoni. Nessun uomo, compera, vende o schiavizza una donna. Nessuna donna subisce amputazioni, castrazioni. Nessuna donna è ritenuta proprietà come un animale. Nessuna donna è soggetta al marito. Le nostre case accolgono chi ha bisogno. Noi dividiamo il nostro pane con chi ha fame. Noi non uccidiamo nessuno.

 

Da voi esiste solo la Persecuzione, la Tortura, la Decapitazione, la Lapidazione. Voi imponete il vostro Credo. Voi violate le leggi di Dio.Voi propalate l'Odio. Voi insanguinate le nostre strade, le nostre case. Voi decapitate. Voi fucilate. Voi violate tutti i codici , tutte le leggi di ogni continente, di ogni città. Voi non rispettate i Diritti dell'Uomo. Voi siete solo sanguinari fanatici, senza anima , senza futuro.

 

Voltaire ha scritto: ."..Bevo quaranta caffè al giorno per essere ben sveglio e pensare, pensare e pensare a come poter combattere i tiranni, e gli imbecilli.

 

Sarà senz'altro un veleno, ma un veleno lentissimo: io lo bevo già da settant'anni e, finora, non ne ho mai provato i tristi effetti sulla mia salute...” Egli attacca frequentemente l'uso politico della religione per giustificare le guerre, e auspica la distruzione del fanatismo religioso.

 

Ci sono meno cannibali di una volta nella cristianità; questo è sempre un motivo di consolazione nell'orribile flagello della guerra, che non lascia mai respirare l'Europa vent'anni in pace. Se la guerra stessa è diventata meno crudele, il governo di ogni Stato sembra divenire ugualmente meno inumano e più saggio.

I buoni scritti, pubblicati da qualche anno, sono penetrati in tutta l'Europa, malgrado dei satelliti del fanatismo che controllavano tutti i passaggi.

La ragione e la pietà sono penetrate fino alle porte dell'Inquisizione. Gli atti da antropofagi che si chiamavano "Atti di fede", non celebrano più così spesso il Dio di misericordia alla luce dei roghi e tra i fiotti di sangue sparsi dal boia.

In Spagna si incomincia a pentirsi di aver scacciato i Mori che coltivavano la terra; e se oggi si trattasse di revocare l'editto di Nantes, nessuno oserebbe proporre un'ingiustizia così funesta. ».

L'Editto di Nantes fu un decreto emanato dal re Enrico IV il 30 aprile 1598,   editto che pose termine alla serie di orribili guerre di religione che avevano devastato la Francia dal 1562 al 1598, regolando la posizione giuridica degli ugonotti , i calvinisti.

Voltaire, Della pace perpetua.

Trenitalia : Missione .... Strategie e .... Pessimo Servizio...

"Trenitalia, è una Azienda controllata al 100% da FS Italiane SpA, e come Azienda di Stato , ha tra i suoi obiettivi garantire al paese ( Italia) un'offerta di servizi di qualità, in grado di soddisfare, in ambito nazionale ed europeo, le esigenze di mobilità dei viaggiatori e di trasporto delle merci, impegnandosi a rendere sempre più moderna e funzionale la struttura industriale e indirizzare l'azienda verso obiettivi di sviluppo tecnologico e di fatturato a costi efficienti, lavorando per competere, con lealtà e professionalità.

L'intera organizzazione di Trenitalia, impegnata a soddisfare le esigenze del cliente e le richieste del mercato, assicura sempre più elevati standard di sicurezza e realizza piani di sviluppo e modernizzazione nel rispetto della sostenibilità sociale e ambientale.

In Trenitalia è confluito gran parte del know-how di 160 anni di storia delle Ferrovie Italiane: un patrimonio inestimabile che, libero ormai da rigidità  e vincoli, quotidianamente si arricchisce di nuove conoscenze e competenze come volano all'operatività, in termini di metodi, strumenti e linee guida.

Le linee guida del Piano Industriale 2014-2017 indicano i principali obiettivi strategici da perseguire per accrescere l'efficienza e l'efficacia dell'impresa, migliorare la qualità del servizio e recuperare competitività.

Trenitalia intende posizionarsi tra gli attori principali nel mercato europeo del trasporto ferroviario ed è in questa prospettiva che nei prossimi anni è necessario perseguire, il seguente obiettivo strategico:il Gruppo FS italiane continua ad evolversi, anticipando i tempi e divenendo interprete delle esigenze dei propri clienti con iniziative sempre più efficaci per tutelare l'ambiente e per garantire il benessere di tutta la collettività. " ( sic)

Domenica 8 novembre : Torino - Stazione Centrale Porta Nuova ...sono le 11.54 cerco un posto in seconda classe..... sul treno Trenitalia" Regionale veloce" 2011...... che arriva a Milano alle 13.46 ....ho il maledetto timore di restare in piedi......

Ho ancora tempo, ... ho ancora qualche minuto, vado di fretta... mi incammino lungo il marciapiede 18 per arrivare in testa al treno. C' è da camminare ...perchè il treno via via diventa stracarico ..spesso si resta in piedi, che faccia caldo o freddo..any time....non cambia nulla...ogni giorno è la stessa avventura...avere un posto ...."seduti " ....diventa sempre piu un problema...

Arrivo quasi in testa al treno , noto ...attaccate alla motrice ci sono ancora tre carrozze di seconda classe , ok mi affretto ..c'è meno gente, anzi non c'è nessuno..sono contento....un posto lo trovo sicuro.... Cerco di aprire una porta , mi aggrappo con tutta la forza, ma non si apre...bloccata... caspita..che sbadato...non ho letto un biglietto appiccicato alla bell ' e meglio...su cui è scritto " carrozza "Inutilizzabile" ......

Caspita.. vado avanti...cerco un'altra carrozza in testa, una dopo l'altra anche quella attaccata alla motrice,ma anche quella è " Inutilizzabile".

Su ciascuna carrozza Trenitalia..che ho cercato di aprire... le porte sono sbarrate ! Su tutte quelle bloccate, spicca una breve scritta tutta colorata.con il Tricolore in bella vista che spiega.... ..Benvenuti su Trenitalia per " Milano Expo 2015.....visitate Milano".

Inutile andare a Milano per visitarte EXPO 2015..oggi 8 novembre... è ormai tutto chiuso, tutto in liquidazione.

Perchè insistere se Expo 2015 è " Fertig"..Closed" .....chiuso.

Torno di corsa indietro e cerco uno straccio di carrozza utilizzabile.....spero di trovarla ..alla fine.

Mi chiedo, mentre finalmente mi siedo: quante sono oggi in circolazione carrozze Trenitalia ridotte ..fuori servizio, sarà a causa della marea di visitatori di Milano EXPO 2015? Sarà che le porte di Trenitalia - treni eccellenti - non hanno retto il super stress di ingordi passeggeri, tutti pazzi furiosi...per EXPO 2015....travolta ogni resistenza? Quante sgangherate-fuori uso -indecenti Carrozze Passeggeri e quanti rottami ferroviari sono in circolazione .. da nord a sud...che vanno su e giu per la stessa rete Trenitalia, insieme a migliaia di ignari passeggeri paganti..? Perchè non è stato controllato nessun biglietto? Quanti hanno viaggiato a "sbafo? "

A Milano in arrivo alle 13.. 46 alla stazione Centrale quanti sono i .vagoni vuoti su e giu' per la Pianura Padana.....brutti segnali dell'incuria, dello spreco ?......

Scendo dal treno, fine corsa, e noto che le carrozze "bloccate" sono sempre attaccate al treno pendolare . Perchè sono abbandonate in coda..completamente ignorate, dai Tecnici e dai numerosi Managers che operano per le ferrovie Trenitalia. Ognuno di loro ha altro da fare?

Del resto a chi chiedere ? A che pro? Le prime tre carrozzze inservibili se ne stanno tutte tranquillamente attaccate alla motrice ..... ritornano a Torino, e poi da Torino ritornano sempre inutilizzabili a Milano. Effetto Expo 2015? E chi risponde di tanto spreco?

Cambio treno. Milano Stazione Centrale: sono le 14.25 , salgo sull' Eurocity -Treno 18 in partenza per Zurigo .

Sulla mia carrozza 05 mi trovo nel caos dello stretto corridoio, stracarico di viaggiatori e di bagagli, arrivo al mio posto prenotato a sedere n. 31 Finestrino .

Noto , mentre mi siedo sul mio sedile completamente sfondato...... che il sedile del posto n.32Finestrino che mi sta di fronte... è ricoperto di liquami vari, irrorato da un vasto alone grigio-giallo ...indefinito materiale organico..spicca sul blu del sedile..cerco attorno e vedo che anche il posto a sedere n. 30 Corridoio , accanto a me, ahimè è tutto una macchia indefinibile..Sarà solo acqua?

Passa nello stretto corridoio, ingombro di valige, una donna, ha i capelli biondi ricci, parla spagnolo indossa una camicia rossa porta dei guanti di plastica azzurri ....ritengo sia addetta alla pulizia.

Tutti possono notare che il posto a sedere 32Finestrino ha il sedile tutto sudicio, la donna senza stupirsi ......toglie l'appoggiatesta del posto 32Finestrino e lo stende , sul sedile, in modo da coprire la "frittata" ...

Il sedile 32Finestrino risplende ora , fresco , pulito e lavato. Chi ci siede sopra sappia che i suoi pantaloni avranno piuttosto bisogno di essere accuratamente puliti.

In seconda classe Eurocity..il Milano - Zurigo -andata- costa solo 75 euro.

Cerco una toilette, un bagno, detto volgarmente una latrina...una volta si chiamava "00"...la trovo per caso proprio vicino alla carrozza ristorante.

Entro e mi trovo sotto il naso......la relativa tazza, ....sedile scomparso.... ripiena, colma di urina e .di altre schifezze..che vi nuotano.... Come fare se ....dove mai sedersi??? il tutto fluttua con il treno in corsa..e si riversa sul pavimento del cesso , mentre il treno abborda le curve strette tanto che mi sbatte e risbatte contro le pareti ....del gabinetto WC. Avverto che sono immerso nello sporco. Tutto il WC dell'Eurocity.. è sozzo, mai pulito da giorni..da settimane??.

Mi trovo con le scarpe ormai a bagno...nella fetente urina , sparsa su tutto il pavimento, residuato dei viaggiatori del treno Eurocity 18 , mi sento in balia...praticamente immerso nel loro odoroso.." lascito".: Il fetore è forte, ..si avverte la totale dimenticanza di disinfettanti , detersivi per pulire bagni e lavabi, introvabili sapone, carta igienica e salviette; per economie di Bilancio dello Stato..e dei Decreti del Governo Renzi, i cessi di Trenitalia diventano luoghi di coltura di ogni tipo di batterio.

Chi viagga Trenitalia...lo fa a suo rischio e pericolo. Si possono contrarre serie malattie infettive. I luoghi più a rischio sono i bagni dei WC quelli dove ci sono contatti stretti tra le persone, nei mezzi di trasporto affollati, nei luoghi di ritrovo e negli spazi al chiuso, dove la massa di tante persone favorisce la diffusione del virus.

Inutile ripeterlo: Trenitalia non ama la pulizia sui treni. Sono anni di treni che fanno pena. Bandito tutto quello che è indice di pulizia .

Attenzione : .da Milano Centrale i treni, che vanno verso il Centro Europa, sono assai poco puliti..! E che razza di sporcizia! . In fretta e furia si tolgono le cartacce , i giornali e i vuoti... ma lo sporco rimane li ..eterno. Se gli addetti sono pochi chi paga deve anche viaggiare nello sporco?. In molti casi un treno pulito è vero miraggio: per lo più le imprese ( quando esistono) non fanno che lasciarlo come lo trovano..  

E che cosa resta fare nell'urgenza del bisogno, nel piu' vicino WC ...se non puoi aspettare? Correre via? Dove? Trovare un altro cesso? Cerco di illudermi e di farcela lo stesso, cerco di far presto, che sarà mai, mentre il treno prende velocità...improvvisamente   mi sta salendo dallo stomaco un primo segnale di conato di vomito. Sarà il profumato WC? Sto sudando abbondantemente, cercando di stare calmo.

Inutile spingere l'inutile bottone verde che risulta bloccato. Schiaccio e rischiaccio. Niente da fare. Maledetto bottone ....bloccato..che servirebbe a spingere via la debordante melma acquosa,   maleodorante ..........

Eccomi servito: mi trovo assediato mentre l'acqua putrida, Wc occupata o no..intasa perennemente il cesso del treno Eurocity n. 18 da Milano per Zurigo.. Inutile . Cerco di stare calmo, pazienza, cerco a tutti i costi di " completare l'operazione" , spingo , faccio ogni sforzo. Soffoco, in un instabile equilibrio, sospeso con le gambe larghe, cercando di non fare defluire la mia stessa urina sui miei pantaloni e sulle mie scarpe ,mentre, il vaso sempre piu' colmo,.......scosso ad ogni curva, trabocca da ogni lato..

Informo ......per tranquilizzare chi legge..che Trenitalia precisa - si legge in una nota -

"....che il rinnovo dell'appalto, finalizzato a realizzare sempre migliori performance di qualità per i propri clienti, si sta realizzando con la riassunzione di tutti gli operatori finora impiegati nello stesso perimetro di attività, nel pieno rispetto, quindi, di quanto prevede il contratto.

In sostanza il passaggio delle attività alle due nuove imprese vincitrici di gara non determinerà alcun esubero, nessun lavoratore resterà senza occupazione.

Ma è bene mettersi in testa che:

"L'imminente cambio appalto nei servizi di pulizia dei convogli di Trenitalia, eseguiti negli impianti di Milano Centrale, Martesana e Greco, sta determinando un'agitazione del personale con conseguenti ricadute anche sulla qualità dei servizi offerti.

Ecco spiegato il perchè :

Trenitalia è ovunque impegnata a contenere i possibili disservizi procurati dall'agitazione e si scusa con la clientela per gli eventuali conseguenti disagi". (Omnimilano.it)

(24 Marzo 2015 ore 14:53) (sic)

Caro Bartolino, mi duole profondamente informarti che sabato scorso 25 luglio, mia sorella Maria Renata è mancata a Verona all'età di 91 anni.mariasequenzia
Maria Renata, era nata a Trieste e vissuta per molti anni in Istria con i nonni dalmati, di Neresine, nell'isola di Lussinpiccolo, gente tutta di mare.
Maria Renata, spirito libero, ha dedicato tutta la vita alla difesa della identità storica delle genti dell'Istria, del Quarnaro, delle isole e della città romano-venete della Dalmazia.

Una storia tragica di molti italiani, oggi dimenticati.
Per ignoranza e falso patriottismo di una Italia stravolta dal crimine
e dalle lobby di potere, si sono dimenticatle opere ed i giorni di illustri, generosi Italiani.
Maria Renata ha sempre cercato di non " dimenticare". E' stata per decenni voce solitaria che ha difeso la Storia Patria. Maria Renata ha mantenuto alto il ricordo , per non lasciare perdere...
Dove e chi oggi si ricordano oggi i nomi, tra cui, quelli di :
Luigi Dallapiccola, Rossana Rossanda, Antonio Crast, Antonio Smareglia, Antonio Gandisio, Alida Valli, Giuseppe Tartini, Pier Antonio Quarantotti Gambini, Sergio Endrigo?
E chi mai ricorda oggi il sommo Niccolo' Tommaseo nato a Sebenico e la sua immensa opera in sette volumi in difesa della lingua Italiana...il suo " Dizionario dei sinonimi della lingua italiana".....la nostra stessa identità storica??

Oggi i governi e chi amministra.lo Stato....casta di profittatori, che mirano alla pura falsificazione della Storia. Per vile interesse vendono a chi paga di piu' la storia patria.

Maria Renata, in contro tendenza, ha sempre sostenuto il contrario. Ha combattuto molte battaglie politiche, culturali, linguistiche, sociali...spesso in solitudine... spesso ignorata, se non derisa.. e anche ferocemente attaccata.... spesso da chi ha compiti istituzionali. Ci son interessi che il Governo non intende toccare: la mafia, e l'evasione fiscale, tutto deve rimanere come prima.... Come la Grecia.

Per vile ignoranza e cattiva abitudine sono stati ovunque dimenticati molti italiani veri patrioti. Sono state cancellate intere pagine della storia. Pagine non comode.
Ovunque, Maria Renata - sebbene presa da molti impegni, anche con i suoi genitori molto anziani- è stata protagonista di convegni nazionali, internazionali, membro del consiglio direttivo del Partito Radicale, innamorata del pensiero e della forte personalità di Leonardo Sciascia. Sempre in prima linea , il volto sorridente, ha combattuto, fuori e dentro la scuola, strenue battaglie contro l'ipocrisia ed il conformismo di un governo servile.

Maria Renata era presenza sempre attiva, infervorata ...entusiasta...ovunque si parlasse dell'Istria e dei suoi profughi, dei Beni abbandonati...di gente poverissima che ha dovuto subire ogni privazione...di popoli oppressi, gettati nelle foibe...cacciati via dalla furia comunista di Tito.
Mentre il governo italiano era ed è ... latitante , se non inerme, succube
Noi tutti, in famiglia la piangiamo. Il nostro è un lutto immenso. Abbiamo perso una voce libera.

Una cara amica. Una vera patriota. Una voce oltre frontiera che parla una lingua tanto cara.
Come noi, stretti dal dolore, altrettanti molti dei suoi amici la piangono.
Chi mai ricorda la storia ? L'Istria tutta, Pola, Fiume...e Trieste, città martire, ed i triestini, con i nostri fratelli istriani e dalmati, gente di cuore, che hanno difeso con il proprio sangue l'indipendenza della città di san Giusto,contro la barbarie rossa.
Oggi sono stati praticamente dimenticati. Sulla storia , sulla notra comune civiltà, è calato il silenzio che uccide. Cancellati nomi storici di Capodistria, Parenzo, Umago, Rovigno, Abbazia ...si è stravolta la storia, cancellate le radici.

Maria Renata, spirito indomito, si è battuta con tutte le sue forze per la difesa del territorio, dei confini" sacri" della sua Patria, ..in difesa della lingua dei Padri...dei suoi nonni..di sua madre indomita "neresinota"...custode dei costumi e delle tradizioni dell' Istria e dello splendido dialetto istriano..
Cosa dobbiamo fare noi, oggi? Forse che dobbiamo riprenderne la voce? Non mollare. Forse che dobbiamo dare forza nuova, maggior impegno al suo magistrale insegnamento e pensiero. Il suo insegnamento, il suo impegno politico, la sua abnegazione vanno molto al di là . Chi l'ha conosciuta ha sempre apprezzato il suo caratteristico vivacissimo spirito Istriano, la sua franchezza espositiva, il senso ironico, velato da tanti ricordi amari.

Molti , oggi, a Verona la ricordano. Ma anche altrove il suo nome è conosciuto. Molti la conoscono personalmente. Alcuni sono stati suoi amici
Ha avuto molti scolari. Per decenni ha insegnato italiano e latino nei licei di Verona. Dopo la laurea in lingue e filologie classiche con il massimo dei voti, presso l'Ateneo di Firenze, ha collaborato " free lance" con l'Arena di Verona.
E' stata corrispondente tra il 1946 e 1951 , da Stoccolma per il quotidiano veronese, viaggiando e facendo molti straordinari reportages in una epoca di scarse comunicazioni.
Ricordo , in particolare quelli dedicati alla cultura per l'attribuzione dei Premi Nobel, nella severa atmosfera del Palazzo, alla presenza del re di Svezia Gustavo VI Adolfo.
Poi la Sopraintenza dei Monumenti Storici di Verona diretta dal Professor Avena, divenne centro dei suoi nuovi interessi. Maria Renata ha amato Verona che è diventata la sua nuova Patria.
Mi ricordo giovane studente, la città di Verona era praticamente distrutta. I nazisti, fuggendo, avevano fatto crollare tutti i suoi ponti,in particolare accanendosi su quello che storicamente è il piu' noto: il Ponte Pietra.

Per ricordarla , in questo triste momento, ho stralciato un documento che la riguarda, sempre combattiva, sempre a fronte alta. Una donna tutta d'un pezzo tutta Patriota..che amava la verità.
Magari farà piacere leggere questo passo....forse alcuni dei tuoi lettori che l'hanno conosciuta.

"La chiamano «l'altra shoah», per indicare il genocidio e l'esodo degli italiani che vivevano in Istria, Croazia e parte della Dalmazia. Dalle 10 alle 12 mila persone uccise o gettate nelle foibe tra il 1943 e il 1956, circa 350.000 costrette all'esilio.
Ora si battono per fare memoria di quegli eventi, «prima che il nuovo assetto dell'Unione Europea getti un definitivo velo su quella tragica vergogna, compiuta verso i nostri connazionali dagli slavi comunisti con la collaborazione di alcuni partigiani comunisti italiani». Chi parla è Maria Renata Sequenzia, presidente del Movimento nazionale Istria, Fiume e Dalmazia di Milano, relatrice al convegno «L'altra shoah e la nuova Europa» svoltosi l'altra ieri a palazzo Erbisti, nella sede dell'Accademia di agricoltura, scienze e lettere. Un convegno promosso dall'assessorato comunale alle Politiche giovanili, di cui è titolare Massimo Mariotti, con il sostegno della Provincia (assessorato alla Cultura) e organizzato dall'associazione culturale-economica Orizzonti, presieduta da Claudio Beccalossi.
Un incontro per fare memoria di un «olocausto che seppure molto limitato per numero di vittime rispetto a quello compiuto verso gli ebrei dai nazisti», ha aggiunto Maria RenataSequenzia, «è comunque stato compiuto con una persecuzione etnica nei confronti di chi non apparteneva a una razza, quella slava. Esclusione dalle scuole e dal lavoro, nazionalizzazione delle loro terre, e poi le uccisioni e l'esilio: ecco l'olocausto di quegli italiani». Marco Pirina, autore di 13 libri sull'argomento, presidente del Centro studi e ricerche storiche Silentes loquimur di Pordenone riconosciuto come Istituto di storia moderna dalla Regione Friuli-Venezia Giulia, ha tracciato le coordinate storiche di quei fatti: «Nel 1911 gli italiani in Istria, Croazia e parte della Dalmazia erano 390 mila, oggi sono 30 mila; gli esuli, che fuggirono fino al 1956 durante il periodo del terrore, furono 350 mila, 10 e 12 mila le persone uccise, infoibate e mandate in campo di concentramento. Lo sterminio degli ebrei fu una cosa ignobile, ma anche quello nei confronti degli italiani in Istria fu un genocidio, programmato e realizzato».
Pirina da 13 anni sta raccogliendo migliaia di schede sulle vittime delle foibe, con fotografie, documenti e nomi dei responsabili degli eccidi.

«Il procuratore militare di Padova» annuncia « Sergio Dini, consulterà i nostri archivi per avere informazioni sui crimini di guerra compiuti in quelle terre nei confronti di carabinieri, guardie di finanza e poliziotti italiani». «È giusto che la Slovenia e la Croazia vogliano entrare nell'Unione Europea, ma prima riconoscano il genocidio compiuto nei confronti dei nostri connazionali italiani nelle foibe. Da molto tempo il presidente della repubblica italiana e quello croato hanno deciso di porre un monumento come ricordo di quei martiri; che si faccia, allora».

A dirlo è stato Dino Giacca, presidente dell'associazione nazionale socioculturale Continuità Adriatica, che ha sede a Monfacolone. Giacca, figlio di esuli e parente di varie persone infoibate, con la sua associazione si è già recato in diverse foibe istriane per depositare una croce con una poesia dedicata alle vittime e una bandiera tricolore.
«Nelle celle dell'Istituto di medicina legale di Lubiana, in Slovenia», ha aggiunto, «sono depositati 360 chilogrammi di ossa, che si fanno risalire a circa 130 persone, ritrovate nel 1993 intorno alla cavità carsica di Capodistria slovena: chiediamo che tornino nella loro patria».
Al convegno hanno partecipato anche Denis Visintin, rappresentante della Comunità italiana di Buie d'Istria, in Croazia, Stefano Mattiussi, segretario di Continuità Adriatica, Paolo Spadafora, che ne è vicepresidente e il parlamengare di Alleanza nazionale Adolfo Urso, fra i fondatori dell'Osservatorio parlamentare. Interverrà anche Scipione Caneva, addetto del consolato generale della Regione Croazia a Trieste, che ha portato il saluto del console generale Viekoslav Tomasic e ha rilevato il clima di grande distensione da parte delle associazioni di esuli istriani. (e.g.)

(Da L'Arena di Verona)
«L'altra shoah e la nuova Europa» è il titolo della conferenza proposta dall'assessore alle politiche giovanili del Comune, Massimo Mariotti. «E' un titolo un pò provocatorio - ammette -: non si vuole mettere a confronto quanto accaduto agli italiani orientali con il genocidio degli ebrei, ma anche questi nostri connazionali hanno subito uno sterminio di massa». E l'assessore provinciale Adimaro Moretti degli Adimari rileva: «L'Italia ha dimenticato e siamo in debito con quelle popolazioni. Abbiamo passato un periodo in cui c'era l'ipermemoria del nazismo e l'amnesia del comunismo, che è stato la più grande galera della storia». Il sottotitolo della conferenza recita: «Il genocidio e l'esodo degli italiani scomodi di Istria, Fiume e Dalmazia. Passato e presente in attesa d'una giustizia in extremis e prima che il nuovo assetto dell'Unione Europea getti un definitivo velo su quella tragica vergogna». Sono previsti interventi di: Marco Pirina, presidente del Centro studi e ricerche storiche "Silentes loquimur" di Pordenone), su «1943-1956: il genocidio degli italiani, programmazione ed esecuzione»; Dino Giacca, presidente dell'Associazione nazionale socioculturale "Continuità Adriatica" di Monfalcone, su «Pensieri dei discendenti di quegli italiani cacciati dalle loro terre, preoccupazione per l'entrata della Slovenia e della Croazia nell'Unione Europea»; Denis Visintin, presidente della Comunità degli italiani di Buie d'Istria in Croazia, su «Comunità degli italiani in Croazia ieri, oggi e nella "Continuità"»; Stefano Mattiussi, segretario della "Comunità Adriatica", su «"Continuità Adriatica" nella fase evolutiva del cambiamento della politica italiana con la probabile vittoria del Polo»; Maria Renata Sequenzia, presidente del Movimento nazionale Istria, Fiume e Dalmazia di Milano, su «L'attuale situazione delle conoscenze storiche ed umane sull'olocausto degli italiani. Panoramica sulle possibilità di sviluppo del "Movimento"». Paolo Spadafora leggerà alcuni brani sui temi della conferenza, coordinata da Claudio Beccalossi, presidente dell'associazione culturale economica Orizzonte. Nell'occasione verranno esposti pannelli fotografico-documentali inerenti la storia antica e moderna dell'Istria.

Al caro professore Sequenzia e familiari siamo vicini in questo momento di grande dolore per la perdita della sorella Maria Renata (bl).

Al dolore con un abbraccio si unisce anche il fratello Gennaro e famiglia.

IL RINGRAZIAMNETO.

di Michele Sequenzia

La generosità è atto sublime. Trovare un amico è trovare un tesoro. Tutta la famiglia Sequenzia sparsa ovunque dalla Sicilia, terra dei Padri,  verso il mondo... ringrazia i cari Bartolino e Gennaro, la coraggiosa voce libera del Notiziario delle Eolie online di Lipari ..per le  affettuose parole.

Chi ha fatto del  Bene non muore mai. E' eterno lo spirito dei Buoni. Mia sorella Maria Renata sa che si trova finalmente in Pace tra gli amici piu' cari.  
Noi tutti auguriamo alla famiglia Leone ogni bene.

IL RICORDO.

di Carlo Cesare Montani*

MARIA RENATA SEQUENZIA. Omaggio ad una vera patriota italiana. "Non omnis moriar" !

Le vite umane sono transeunti ma i valori restano, germogliando attivamente nei cuori e nelle menti di chi onora le bandiere della Patria nel segno della fede e della speranza.

Maria Renata Sequenzia è "andata avanti" lasciando un esempio di alto patriottismo nella sua lunga opera di educazione dei giovani, di fervida pubblicista, e di impegno etico - politico nella meritoria Presidenza del Movimento Nazionale Istria Fiume Dalmazia, sempre attivo in difesa dell'italianità. Ultimamente, le condizioni di salute non le avevano più consentito di partecipare alla vita pubblica, ma non mancava di far pervenire in ogni occasione un messaggio di fiducia ed incitamento.

Un'immane tragedia come quella del genocidio perpetrato dagli slavi con l'allucinante strage delle Foibe ed il conseguente Esodo dei 350 mila, fu oggetto del suo costante e straziante Ricordo, tanto più commendevole in una stagione di pervicaci silenzi e di antistoriche valutazioni negazioniste.

Era nata a Trieste nel 1924 da famiglia dalmata (i nonni erano originari di Lussino). Esule a Verona, che divenne la sua seconda patria, aveva studiato a Firenze, presso la cui Università si era laureata in lingue e filologie classiche col massimo dei voti. La sua straordinaria cultura venne dedicata prioritariamente all'insegnamento negli Istituti superiori ed all'attività di pubblicista: tra l'altro, nella seconda metà degli anni quaranta fu corrispondente da Stoccolma del quotidiano scaligero "L'Arena" con una serie di servizi assai coinvolgenti sul Premio Nobel.

Alla stregua delle sue origini e del naturale patriottismo familiare accentuato dall'Esilio, aveva acquisito una straordinaria sensibilità per la storia giuliana e dalmata e per il "vulnus" sofferto dall'Italia e dai suoi figli migliori con l'iniquo "diktat" del 1947 (e più tardi col vergognoso trattato di Osimo). Proprio per questo, aveva sviluppato vincoli di affinità spirituale con Maria Pasquinelli, al cui dramma fu sempre attenta partecipe, non meno che al suo complesso percorso spirituale.

La Prof. Sequenzia fu altrettanto attiva nella difesa dei valori cristiani e civili, in una generosa battaglia a favore della vita, contro l'aborto e l'eutanasia, ma nello stesso tempo, sempre pronta ad un dialogo costruttivo: esempio perenne di saldi convincimenti, in esemplare convergenza di pensiero ed azione. Nello stesso tempo aveva sviluppato una fertile sensibilità artistica in collaborazione con la Soprintendenza ai Monumenti di Verona.

All'inizio degli anni ottanta era stata vicina alle battaglie radicali per la tutela dei diritti dell'uomo e del cittadino, ma poi si era dissociata da quelle posizioni, in primo luogo per l'atteggiamento dichiaratamente filo-slavo assunto da Marco Pannella e dalla dirigenza del partito (senza dire della pregiudiziale abortista in chiara antitesi con la sua fede). Ad un occhio disattento poteva sembrare animata da istanze di retroguardia: invece, era profondamente convinta della necessità di battersi per valori non negoziabili, nella certezza che la partita fosse tutt'altro che perduta, e che l'avvenire avrebbe reso giustizia.

In questo, era fedele al vecchio insegnamento di Mons. Antonio Santin, l'eroico Vescovo di Trieste e Capodistria che aveva patito le angherie partigiane nell'esercizio del proprio Ministero pastorale e che non aveva mancato di sottolineare come le vie dell'iniquità non possano essere eterne.

Coniugare la nobiltà dei sentimenti con la forza della prassi richiede una matura consapevolezza critica ed una sana visione patriottica, che sono patrimonio sicuro degli eletti. Come questa indimenticabile Presidente del Movimento Nazionale Istria Fiume Dalmazia, dal cui esempio è cosa buona e giusta "trarre gli auspici".

Maria Renata Sequenzia: presente !

*Storico - Esule da Fiume

---A proposito di questo pesantissimo, aspro conflitto d'interessi tra EU e Grecia, che prelude ad una inevitabile guerra tra popoli, del triste futuro di intere generazioni i cui governi non fanno altro che creare dissidi, sviluppando ovunque odii di classe, tra ricchi e poveri, avvelenando la nostra esistenza, distruggendo immense ricchezze, impoverendo il destino di tutti gli uomini e della loro umanità, solo avidi di gloria e di denaro........riporto quanto scrive Adam Smith ... ..." il saggio del profitto non cresce con la prosperità e non diminuisce col declino della società [...] Al contrario, esso è naturalmente basso nei paesi ricchi ed è alto in quelli poveri, ed è sempre massimo nei paesi che vanno a tutta velocità verso la propria rovina. »
(Indagine sulla natura e le cause della ricchezza delle nazioni - Libro I, Cap. XI, p. 253)

Mercoledì 15 luglio l'ISTAT ha pubblicato un rapporto sulla povertà in Italia relativa al 2014.
Dai dati risulta che il 5,7 per cento delle famiglie residenti in Italia si trova in condizione di povertà assoluta, praticamente mancano di tutto, per un totale di 4 milioni 102 mila persone: il 6,8 per cento della popolazione residente.
Ma anche la povertà relativa coinvolge il 10,3 per cento delle famiglie e il 12,9 per cento delle persone residenti, per un totale di 7 milioni e 815 mila persone. Quindi 4 milioni e 102 mila persone+ 7milioni e 815 mila persone fanno circa 12 milioni di povera gente, senza futuro.
Le persone più povere sono sempre piu' donne, minori, anziani e se non bastasse i residenti al sud.
La mano invisibile compare nel seguente passo della Teoria dei sentimenti morali (1759) di Adam Smith.
« Non serve a niente che il superbo e insensibile proprietario terriero ispezioni i suoi vasti campi, e che, senza pensare ai bisogni dei suoi fratelli, nell'immaginazione consumi da solo tutto il grano che vi cresce.
Il familiare e comune proverbio, che dice che l'occhio è più grande della pancia, non è mai stato così vero come nel suo caso.
La capacità del suo stomaco non regge il paragone con l'immensità dei suoi desideri, e non è maggiore di quella del più umile contadino. [...]

La produzione del terreno mantiene in ogni momento quasi lo stesso numero di persone che è in grado di mantenere. I ricchi non fanno altro che scegliere nella grande quantità quel che è più prezioso e gradevole.

Consumano poco più dei poveri, e, a dispetto del loro naturale egoismo e della loro naturale rapacità, nonostante non pensino ad altro che alla propria convenienza, nonostante l'unico fine che si propongono dando lavoro a migliaia di persone sia la soddisfazione dei loro vani e insaziabili desideri, essi condividono con i poveri il prodotto di tutte le loro migliorie.

Sono condotti da una mano invisibile a fare quasi la stessa distribuzione delle cose necessarie alla vita che sarebbe stata fatta se la terra fosse stata divisa in parti uguali tra tutti i suoi abitanti, e così, senza volerlo, senza saperlo, fanno progredire l'interesse della società, e offrono mezzi alla moltiplicazione della specie.

Quando la Provvidenza divise la terra tra pochi proprietari, non dimenticò né abbandonò quelli che sembravano essere stati lasciati fuori dalla spartizione. »
(Teoria dei sentimenti morali - BUR Biblioteca Universale Rizzoli, Milano, 2001, pp. 375-376)

---Il Signor Ministro Franceschini - si legge- ha in mente treni che oggi non ci sono........ sta sognando una Italia unita.. come quella vagheggiata dal Conte Benso di Cavour.
Quando arriveranno da noi....i treni per il Sud.e dal Sud....nuovi di zecca, ad alta velocità, tutti in orario, ma tutti da costruire...da inventare, con personale preparato, educato, moderno...e tecnologia avanzate, ... mentre gli investimenti sempre al palo, sono tutti fermi da almeno 15 anni ....La rete ferroviaria ormai è tutta un buco, da rottamare..Oggi si arriva bene o male....fino a Milano EXPO.e finisce tutto li.
Il nostro Ministro sa come fare e l'Italia dopo il suo intervento.. dal nord a sud finalmente sarà unita dopo tanti anni di attesa vale a dire dal 20 settembre 1870. Era ora. Facciamo presto o andiamo a finire al macero..come tanti ferri vecchi....come rottami.
Basta copiare cio che hanno fatto i giapponesi. Svegliamoci. L'ultima generazione del treno GR-Maglev utilizza magneti superconduttori e sospensioni elettrodinamiche, al contrario del Transrapid, che utilizza convenzionali elettromagneti e sospensioni elettromagnetiche di tipo attrattivo.
Il "Superconducting Maglev Shinkansen" sviluppato dalla Central Japan Railway Co. ("JR Central") e Kawasaki Heavy Industries è quindi attualmente il treno più veloce del mondo. La proposta del Chūō Shinkansen è stata approvata il 27 maggio 2011, la costruzione è iniziata nel 2012 e nel 2027
Tokyo e Nagoya verranno collegate dal maglev in quaranta minuti; il completamento del tracciato fino a Osaka avverrà verso il 2040, e Tokyo sarà unita con Osaka in un'ora e sette minuti; il tracciato di test entrerà a far parte della linea.
Il treno che presterà servizio è una diretta derivazione del JR-Maglev e si chiama Shinkansen Serie L0, costruito da un consorzio formato dalla Mitsubishi Heavy Industries e dalla Nippon Sharyo. Il treno sarà a guida automatica, senza macchinista a bordo.
Per frenare si usano due sistemi: il primo, quello principale, è un sistema magnetico che inverte la polarità dei magneti, facendo decelerare il treno; il secondo è un sistema di aerofreni di derivazione aeronautica, che agiscono grazie all'attrito con l'aria.
Il treno si solleva di circa 10 millimetri da terra per l'azione di magneti posti sulla "rotaia guida" e di altri magneti superconduttori posti lungo tutto il treno, in una speciale lega di niobio e titanio raffreddata a -269 °C da elio liquido
Infatti , se uno ha viaggiato una sola volta in Giappone, praticamente ovunque nelle stazioni del Sol Levante la banchina è a filo della soglia del treno, con una distanza molto ridotta tra la banchina e la soglia; sono presenti per ogni migliore informazione.... linee a terra numerate che delimitano il punto esatto in cui la porta del treno si aprirà, in modo che i passeggeri possano attendere in modo ordinato l'arrivo; operazioni di entrata e uscita molto rapide anche grazie all'abitudine di viaggiare "leggeri" cioè di spedire a parte i bagagli ingombranti.
Da noi si usa trasportare i nostri pacchi e valigie voluminose .Poi fatto non secondario esiste in Giappone una puntualità esemplare:si stimano ritardi medi inferiori ai dieci secondi.
Da noi la media Trenitalia varia ma non ci sono statistiche.La colpa è sempre di un altro.. Interessante è il sistema di avvisi che comunica quanti minuti e secondi mancano all'arrivo e nell'ultimo tratto anche quanti metri il treno deve ancora percorrere prima di fermarsi. Tutto questo consente di mantenere velocità medie di percorrenza elevatissime con un numero di fermate molto numeroso.
All'interno delle carrozze moderne e silenziose la situazione è molto confortevole: sempre la pulizia è assoluta, sedili orientati sempre in direzione della destinazione, grazie alla semplice manovra azionabile anche dai viaggiatori: Punto critico delle nostre ferrovie è la nostra antica abitudine di chiedere il biglietto in maniera ...brusca..senza grazia.....
In Giappone, vige la gentilezza estrema degli addetti al controllo dei biglietti,sempre con i tradizionali guanti bianchi, poi ci sono carrozze speciali con aria condizionata meno fredda per persone particolarmente delicate. All'interno di ogni carrozza c'è uno schermo che preannuncia le fermate e, alle stazioni, il nome della città è segnalato sia in caratteri ideografici che fonetici, per facilitare la comprensione. La sicurezza sui treni è elevatissima e gli incidenti pur nel pesante traffico giapponese sono molto rari.
I treni viaggiano durante il giorno dalle 6 del mattino alle 24. Tra mezzanotte e le 6 vengono effettuate le operazioni di manutenzione e pulizia totale del treno.
Durante le ore notturne tutta la rete è percorsa dai cosiddetti Doctor Yellow , speciali convogli di colore giallo che testano-il Giappone è a rischio di terremoti- le perfette condizioni delle linee.
Da noi è tutta un'altra musica. C'è assai poca voglia di fare. I governi litigano su tutto. Si continua a perdere tempo.
Magari chi ha voglia di portarci fuori dal medioevo.......abbia il coraggio di alzare la mano.

---Dopo tanta omertà, ecco venuta a galla tutta la sporcizia rimasta sotto il tappeto. Quanta ipocrita informazione, ridicoli comunicati stampa, Telegiornali RAI tutti in ossequio pedissequo ai dettati del governo...i mercati finanziari bollono.Allarme rosso. E che si sta facendo in casa nostra? Chi ci assicura di non finire arrosto? Ci mettiamo, anche noi, come la Grecia......contro i " Trattati Europei"? Siamo veramente stanchi di " austerity"?
Da anni la stampa italiana accusa la Germania: prima negli anni 80-90..era il marco tedesco, la bestia nera....
L'Italia perdeva punti su punti. La lira viaggiava con il respiro corto. Ci volevano 1000 lire per aver un marco tedesco. La nostra industria automobilistica, malgrado ogni aiuto di Stato, ne usciva schiacciata dalla capacità tecnologica della Germania. Sempre in crescita. Il monopolio Fiat, tutto di interessi privati, non è mai riuscito a combinare nulla di buono. Miliardi dopo miliardi di lire...prosciugati da Corso Marconi.....come la Grecia di oggi buttati al vento per sostenere una industria debole, chiusa in se stessa.
Vecchia industria, fatta di sole braccia di contadini in miseria, schiavizzati dai ritmi di lavoro.
Oberata di debiti. Ieri, come oggi,la Stampa italiana e quella governativa davano sempre la colpa al marco tedesco. Se tutta l'Italia era debole.con continui scioperi...governi balneari.senza idee...gente che sfruttava...tutta la colpa era del maledetto marco tedesco. La Fiat produceva automobili invendibili, a costi altissimi. La Fiat produceva in perdita e gli italiani pagavano. Ma la colpa era sempre del marco. Se l'Italia andava male era colpa della Germania e della sua moneta..
Oggi la colpa del fallimento della Grecia è solo ed esclusivamente della cancelliera Merkel. La storia si ripete.
E' sempre la stessa musica. E l'Italia si allea con i governi piu retrogradi, che non vogliono controlli, mai in anticipo con i tempi. L'Italia, e la sua politica è vanagloriosa, senza avere nulla di serio -vogliamo essere onesti- tutta fallimentare, scuola compresa. Non c'è futuro per i giovani italiani. Nulla di nulla.
I giornali e telegiornali italiani TV di Stato giornalmente insultano la Merkel di ogni sua nefandezza. Tutto colpa della potenza industriale e commerciale della Germania. La Germania esporta, dunque : ammazziamola! .
La Germania crea posti di lavoro. Insultiamola!. La Germania offre posti di lavoro agli italiani in fuga dal Paese, senza reddito... : odiamola!. La Germania per molti italiani è quella del periodo Nazista. Ogni giorno i nostri media linciano le proposte tedesche.
Ma poi vogliono fare il pieno di turisti tedeschi. Vogliono riempire gli alberghi e le spiagge di tedeschi..
Ecco che l'incapacità di soluzioni cooperativistiche, ma solo egemoniche è tutta colpa di Berlino. Che brutta Germania.
Oggi sono saltate tutte le regole, saltata la scacchiera globale. Siamo divisi su tutto. E' amaro costatare l' incapacità dei vertici politici di casa nostra..che parlano a vanvera... che balbettano frasi sentite altrove. Dove trovare una Merkel italiana in difesa dell'Italia? Alziamo bandiera bianca.
E cio' dimostra che l'attuale Europa divisa su tutto non ha sufficiente intelligenza politica e democratica, ma vive sotto la sferza, giusta o ingiusta, della guida della Germania, l'unica che ci protegge dal default...dalla miseria ... dallo scomparire dalla storia... per quanto ancora....con vassalli ipocriti come la Francia, e servi sciocchi, impreparati come l'Italia di Monti, poi Letta e infine eccoci con Renzi. Immaginiamo l'Italia tornare alla lira? Allucinante.

Il panorama di oggi è che l'Italia ha fatto il solito giochetto sporco, come nella prima guerra mondiale.Prima da una parte, poi dall'altra. Da noi si gioca a nasconderello. Si salta sul carro che vince. E Russia ed USA stanno a guardare.
Bel risultato dell'Europa tutta colorata di rosso, con debiti e miseria crescente, popoli in guerra.
La Stampa italiana ignora, o finge, che 87 milioni di tedeschi hanno creduto nella Grecia. Ogni tedesco ha versato una somma di 700.000 euro a favore della Grecia. 87 milioni di tedeschi moltiplicato 700.000 euro,...ecco che cosa è lo sforzo della Germania per aiutare la Grecia. Accidenti a chi ritiene la Germania avara, nazista e taccagna, retrograda....

Con il triste finale dove il vecchio Continente non esiste più politicamente, ma è destinato a diventare una mera espressione geografica, in ricordo del detto del vecchio Klemens Wenzel Lothar von Metternich Grazie all'Italia ed ai suoi ministri anti Merkel siamo tornati al famoso " Quadrilatero".a farci la guerra della Lega.....
Per gli «adulti» europei... il calendario è già scritto. Si vive in Grecia..giorno per giorno una agonia senza fine. Molti crepano di fame. La fame serpeggia ovunque. Non c'è merce in giro. Manca il pane. Domani: Consiglio europeo per discutere del caso Grecia; dopodomani: senza un accordo, e quindi senza aiuti, la Grecia non paga il miliardo e mezzo dovuto al Fmi; 1° luglio: corsa agli sportelli delle banche greche, che il governo solo chiudendo le banche, come già accaduto a Cipro due anni fa. 2 luglio: proteste di piazza contro il governo Tsipras fino a determinarne la caduta; 3 luglio: costituzione di un governo tecnico di unità nazionale; 4 luglio: ripresa dei negoziati a Bruxelles, con nuovi interlocutori greci, che accettano le condizioni imposte dall'Europa.
Un film già visto, purtroppo, con l'Italia nel 2011, in fallimento.tutto italiano......quando al G20 di Cannes del 3 e 4 novembre si cercò di commissariare il nostro Paese, ormai in via di fallimento..offrendo 80 miliardi di dollari di aiuti, in cambio di riforme sangue, sudore e lacrime imposte dalla Troika. Sudore e sangue che stanno prosciugando l'Italia.

Il nostro Primo Ministro Silvio Berlusconi non ne ha mai masticato di economia. Preferiva altri " giochi". Ha sempre avuto in disprezzo la Merkel. Il governo Berlusconi non si è mai interessato dell'Italia.Il signor Presidente Napolitano lo ha dovuto " sostituire" con il signor Mario Monti, che non seppe fare che astruse alchimie, assai costose, ma inefficaci.
La storia si ripete. E i risultati sono disastrosi. Vengono i brividi solo a pensarci. Se crolla la Grecia noi siamo a ruota. L'Italia nel 2011 è cascata per tradimenti interni alla maggioranza di governo e alle istituzioni, le peggiori che abbiamo avuto.Bruxelles tenta il possibile, ma non riesce a combinare nulla. A nessunno piace questa Europa, non è quella che abbiamo sognato.
Tanto più che, facendo cadere governi legittimi e sostituendoli con esecutivi tecnici non si risolve nulla. Cecità del Presidente Napolitano. .L'esperienza italiana lo dimostra: a novembre 2011 la disoccupazione era al 9,2%, mentre ad aprile 2015 ...ultimo dato disponibile... , ha registrato il 12,4%; il rapporto debito/Pil è passato dal 116,4% a novembre 2011 al 133,1% di oggi; nel 2011 l'Italia cresceva ancora dello 0,6%, mentre il 2014 ha chiuso a -0,4%. Un calo continuo che segna assai brutto tempo.

Inutile far finta di non vedere: un fallimento su tutti i piani: etico, democratico, economico e di governance. Ed è proprio quest'ultima, la governance europea, che esce sgretolata dalla vicenda greca. Per l'Europa, la trattativa in corso su Atene è un gioco allo sbaraglio...con la pistola carica puntata alla tempia.
Comunque vada le istituzioni europee sono a pezzi. Se l'accordo con la Grecia si fa, l'Europa perde perché salva un Paese restio al rispetto delle regole.. D'altro canto, se l'accordo non si fa, e si realizza lo scenario con il cambio di governo in Grecia, l'Europa perde perché si conferma l'incapacità di governo.
Non a caso, i presidenti del Consiglio che sono venuti dopo, Monti, Letta e lo stesso Renzi, non hanno difeso per nulla la sovranità nazionale, e non hanno dato alcun sostegno etico -politico alla volontà del popolo italiano.
L'Europa a trazione tedesca -l'unica che ci tiene in vita- si alimenta dello scippo di sovranità e della delegittimazione dei leader eletti.
Un' Europa affetta dal solito vizietto qualunquista - totalitario, venato da forte populismo è debole, fragile e subalterna. Una Europa senza futuro. E questo si sta vedendo a seguito della recente crisi ucraina e nelle inutili sanzioni alla Federazione russa. Da cui l'Europa ci rimette e basta, a costi altissimi, senza il supporto strategico di una saggia politica energetica comune.Nulla di nulla.
La nostrade bolezza si acuisce nei confronti del terrorismo che avanza e ci minaccia da vicino. Siamo invasi da una immigrazione di popoli in fuga che non sembra cessare.. Stiamo soffocando. L'Ue sta per essere schiacciata, , fra due imperi che aspettano solo il momento buono.
I cinesi riusciranno a comperarsi a buon prezzo quello che ancora rimane vendibile della Grecia?
Chi ancora crede nell'Europa dei Trattati?
Errata -corrige:
Luigi XV ( 1710-1774) è morto di vaiolo. Luigi XVI (1754-1793) è morto ghigliottinato.Ci scusiamo con i lettori per l' errata informazione di un nostro precedente comunicato.

---Après moi le déluge!‹aprè mu̯à l delü′ü∫› ( «dopo di me il diluvio»). Per chi ancora non lo sapesse...è la storica frase attribuita dalla tradizione al re di Francia Luigi XV, a pochi giorni dalla presa della Bastiglia. I sanculotti lo hanno poi, imprigionato e ghigliottinato! La ghigliottina è pronta anche per noi.Il diluvio è prossimo, se si continua tergiversare per sanare il cancro che prolifera dentro e fuori i mercati, illudendoci di poter esistere, la nostra fine è sicura. Il barometro segna tempesta ma ci si continua ad illudere. Che cosa vogliono i Greci alla fine? 375 miliardi di euro di debito prodotto dalla insana politica economica greca, per loro, non esistono. Hanno dilapidato somme immense e speso senza criterio. Non hanno creato nulla. Oggi sono alla fame. il governo concede 20 euro a testa/ giorno. Poi chiude il rubinetto. Crepate di fame.
In realtà, siamo noi i veri , unici colpevoli dei loro misfatti. Anzi noi tutti dobbiamo pagare loro ogni cosa. Noi paghiamo e loro se ne fregano. Tra ottobre del 2015 e dicembre del 2018, la Grecia ha bisogno per puro..... sopravvivere, senza fare investimenti, di 51,9 miliardi di euro che non tengono ancora conto,della chiusura delle banche, del controllo dei capitali e dei debiti arretrati accumulati dopo quella data. Banche chiuse, come mangiamo?
Ci accolliamo la Grecia intera, con tutta la storia e filosofia, come debito primario " europeo". E anche per noi ...rubinetti chisi...Tutto sotto la luce del sole. Viva la Grecia. Invece di ringraziare chi cerca di salvare il possibile, la nostra stessa esistenza.... ci si accanisce a sostenere il contrario.
Basta vedere i nostri telegiornali..che sciatteria...che accanimento contro la Merkel e i suoi testardi ministri delle Finanze. Che profonda ignoranza storica e politica serpeggia in Italia. Povera stampa Italiana, con tanti giornalisti schierati sull'attenti.. a libro paga. . Ma andate a vedere che cosa fanno i tedeschi ed i loro alleati . Sentite le loro campane. Leggete la loro Stampa..Studiate il tedesco. Andate a leggervi le varie cronache parlamentari, con la Germania, impegnata su tutti i fronti, su ogni continente..mentre da noi si straparla ancora e sempre del venerato statista...Silvio Berlusconi, dei suoi perversi acquisti " parlamentari", che hanno sciaguratamente portato tutti noi alla nera miseria. Ma in quale paese stiamo vivendo? Da noi persistono molte idee balorde in tema di sistema politico-economico tedesco. Noi non vogliamo severità, l'ordine ed il rispetto. Noi vogliamo fare come la Grecia. Da noi l'onestà è un optional. Fanno furore solo il sapere maneggiare l'opinione pubblica, pro domo sua........ed il pressapocchismo..che serpeggia tra i maggiori media . Tutto appare oscuro ed insicuro. Viviamo male. Anche l'opposizione si schiera a metà.. Chi governa da noi...ama il conformismo, vuole solo consensi. Il popolino abbocca. Da noi va il populismo piu' sfacciato. Queste errate politiche hanno allargato le sperequazioni ed eroso quel poco di buono che il grande progetto europeo poteva preludere. La Germania e altri intelligenti partners europei marciano per la loro strada...lavorano sodo..aumentano il PIL pro-capite. Quello tedesco sale di 3,6 punti ed è l'unico paese a migliorare la propria vita. Sulla Germania , complice la Grecia, si scaricano tutte le invidie dei popoli piu' arretrati, la Germania e la sua cancelliera Merkel. diventano il mostro da combattere. e da umiliare. Senza la Germania l'Europa è semplicemente un cadavere vivente. L'Italia che cosa ha fatto? Poco o nulla. La Grecia perde in pochi mesi...26 punti, Cipro 18,1, l'Italia 10,9, la Spagna 7,3, il Portogallo 6,2 punti. Ed il governo Renzi che fa? .
Ormai è evidente: la Grecia dice no all'Europa . Un no netto. Bacchetta tutti.La Grecia di Platone e di Pericle si mette contro l'intera Europa..
Ma da noi , in Italia, l'estate si preannuncia rovente..La Grecia ha perso, in pochi giorni, il 78 % delle prenotazioni. Da noi molti albergatori -bagnini si rallegrano.Qualcuno forse spera e gioca con il fuoco tentando di " rubare turisti"...altrui...
L'autunno sarà oscuro. Poveri pensionati greci. Dopo anni ed anni di tanti inutili discorsi, infinite diatribe, pro e contro, finalmente la Camera e Senato hanno revocato il vitalizio a 18 ex parlamentari italiani..condannati in via definitiva per reati di particolare gravità con pene di oltre due anni. Tra loro anche il beneamato Silvio Berlusconi e il suo compare Marcello Dell'Utri.

---I sogni di Dimitrios Papadimoulis :
Che il 24 febbraio 2015 scriveva: In Grecia vogliamo cambiare il nostro sistema fiscale, per far pagare di più i ricchi e meno i poveri e allo stesso tempo garantire l'efficacia delle procedure di gettito fiscale e sanzionare ogni tentativo di evasione o elusione fiscale;
ovvero... - Nulla di fatto.

b) vogliamo un sistema giudiziario greco più efficiente, che si occupi degli scandali economici e amministrativi in modo rapido e con fermezza; ovvero.... - Mai realizzato-

c) vogliamo introdurre procedure in Grecia d'appalto giuste, economiche e al contempo competitive, che non garantiscano agli oligarchi greci e a "interessi particolari" privati una "sovvenzione permanente"; - Tutto da rifare-

d) abbiamo bisogno in Grecia di mercati dei prodotti e dei servizi, nei quali gli oligopoli dell'olio, della distribuzione alimentare, delle telecomunicazioni, dell'industria del latte o del trasporto e altre non esercitino più in sistema di monopolio; - Sogni chimerici-

e) dobbiamo rafforzare il nostro sistema bancario greco e affrontare il problema pan-europeo dei crediti dalla riscossione incerta, sotto l'egida istituzionale dell'Unione Bancaria e la collaborazione della BCE; .- Assolutamente inverosimile-------

 

---Ficogrande o Fico piccolo.... da quanto leggo..come " turista" non Eoliano... ....non del posto...uno dei tanti viaggiatori estivi ...all'oscuro di tutto..uno stupido ..uno dei tanti " vacanzieri"....che s' incontra ovunque....che si accinge a pensare dove spendere qualche giorno in vacanza...in santa pace....estate 2015...ma dove?.
Caro Bartolino...ma a che ci stanno a fare queste Amministrazioni?
Si rendono conto del danno che promuovono con le loro esternazioni.? Quanto male - turisticamente -possano produrre ovunque nel mondo delle vacanze.E che danno " d'immagine" !
... Questa eterna...melina ...di frasette...avvelenate.....di.battute salaci..puntualizzazioni infantili ......progetti fasullli..cretinerie e simili....tra addetti alla " politica" del territorio devastato dall'incuria. dal perenne " non fare"......
In altre parole mi fanno schifo.
Bastassero le dimissioni. Autorità comunali..sempre con la loro bella bacchetta in mano a picchiare in testa...illuderci ...come se fossimo tutti, turisti compresi...tanti asinelli..senza tener conto dei cittadini sonoramente gabbati. ..e tanta povera gente in arrivo da ogni parte...senza un tozzo di pane...e dello spreco di milioni di euro che fuggono dalle Isole Eolie...sempre piu povere...sempre piu abbandonate da tutti. ..
Che pena mi fanno. A causa di tutti questi pessimi risultati amnministrativi ..dove .Assessori e Sindaci...si lavano.reciprocamente le mani.....non fanno altro che dimissionare...e non fare che..." non risolvere".
Gente assai poco utile. . E quando non gli gira a loro favore...lasciano incompiuto il loro mandato..sono in fuga.... E le cose continuano a peggiorare. ...Se poi si va a leggere bene...C'è chi la racconta a modo suo., chi la reinterpreta all'opposto...senza tante cerimonie....
Ieri a Cordoba la temperatura alle 15 era di oltre 43 gradi.
Generalmente il sole nel solstizio ha regole fisse...picchia in testa con i suoi raggi di fuoco...si rischia...se non ci si copre bene il capo immergendolo nell'acqua fredda. . Con il calore si allentano i sani controlli cerebrali e ci si mette sulla brutta strada della " Avenida des los Insultos"...
Buona regola ..fare attenzione.prima di scrivere.
Caro Bartolino, quanta pazienza hai! Leggo dal tuo Notiziario ...un lungo sproloquio di dati contabili-amministrativi ... senza capo ne coda. Un documento che evidenzia l'inutilità e l'inerzia..della gestione comunale. La solita storia. E noi paghiamo. E le cose non cambiano. E tutto aumenta. Non sono certo di capire bene, ma se tutto fosse vero, il Comune di Lipari sarebbe su tutti i giornali e Tv svizzere...per essere l'ente pubblico che spicca per la sua alta qualità di amministrazione pubblica. dove tutti i contribuenti sono felici e contenti. Se fosse vero.
Caspita ... qua e là ...si legge di tutto e di piu' : tra le cose piu' azzeccate....da favola ... il Comune di Lipari ha speso per interventi sui porti di tutte le sue isole circa 140.000,00 euro; una cifra ingente se si pensa che la Regione Siciliana, proprietaria di tutti gli scali della Sicilia, nel capitolo destinato alla manutenzione delle zone portuali dispone di meno di 100.000,00 euro."
Lipari spende e spande piu' di tutta la Sicilia messa insieme. E i risultati si vedono.

Le Spiagge? Il mare piu' bello d'Italia? Le coste piu' antiche ? Il panorama affascinante..L'estate 2015? Il Comune "....non è in grado in questo momento di fare un controllo efficace sulle spiagge, quindi non intende affidarsi a soggetti che potrebbero diventare i "padroni della spiaggia" o consentire in alternativa che sotto la titolarità formale del Comune ognuno pensi di poter trovare il modo di evadere la legge.
Udite, udite:
"Sempre questa amministrazione ha progettato, finanziato e affidato con gara, la realizzazione di un area di carico e scarico utile a liberare il porto, area non ancora realizzata per lungaggini, ormai risolte, imputabili alla una burocrazia regionali, e non a questa Amministrazione.
"Il piano spiagge è in fase di redazione( ?????) , come risaputo,( non certo dai turisti, completamente all'oscuro) ..... è stato nominato un Commissario Regionale che sta lavorando con gli uffici. -Si potrebbe saper chi sia " Costui"? Altra spesa fuori bilancio...altro capitolo costoso ed inutile...

"Ciò non limita in nessun modo il rilascio di concessioni, come d'altronde è successo negli ultimi anni in tutte le isole a chi ne abbia fatto legittimamente richiesta. Non capisco cosa abbia impedito, a chi aveva necessità, di organizzarsi facendo istanza invece di attendere l'azione "sostitutiva" del Comune..

Non c'è bisogno di altre annotazioni, povero Coordinatore e povera Lipari..in che mani siete...anche l'italiano ha le sue regole...mi scuso e non mi dilungo.....
Personalmente mi rendo conto .....leggendo questo puntuale quanto severo reportage del Vostro Sindaco...che non sia una bella " pensata"... prenotare una vacanza, oggi, a Lipari. Un piccolo capolavoro di arte amministrativa e di viabilità:
Leggo e riporto: A:
"..hanno pavimentato la via di accesso al Vulcano sino alla fine dell'abitato ed altre due vie che congiungono il porto alla via Roma;
Leggo e riporto:B:
"L'ambulanza a sirene spiegate bloccata davanti il market, imbottigliata tra una fila di macchine, l'infermiere che imprecava perché doveva trasportare un malato all'eliporto ed i vari proprietari delle macchine che cercavano con manovre azzardate di mettersi da parte. Finalmente alcuni volenterosi hanno scarrozzato una macchina e così si è potuta sbloccare la situazione. L'indomani ho incontrato l'infermiere-autista a cui ho consigliato per l'avvenire di percorrere la stradina che dall'ingresso della guardia medica porta al posteggio, ma il suddetto, con un risolino, mi semplicemente detto: vai a vedere quella strada e così ho fatto. Mi sono ivi recato e sono rimasto scioccato nel notare che la stradina a fondo naturale non esisteva più a parte un grosso fosso dovuto all'acqua piovana. Sono arrivato al famoso posteggio ove invece del posteggio davanti ai miei occhi è apparso un campo trincerato, sono ritornato indietro di tanti anni quando facevo le manovre militari sull'altopiano di asiago, luogo storico della prima guerra mondiale. Il famoso posteggio era quasi tutto occupato dalle ditte che eseguono il lavoro a Vulcano, pieno di tubi, cemento, pietrisco e tante altri materiali. Un polverone si alzava perchè andavano e venivano di là ruspe, betoniere e vari camion, le poche macchine che avevano avuto la disgrazia di ivi posteggiare erano ridotte in uno stato pietoso.
E vogliano il turismo? "

---Caro Bartolino, mi è capitato di leggere e riporto per i tuoi lettori un interessante tema-dibattito che riguarda da vicino chi è editore, unico responsabile di cio' che scrive e di cio' che pubblica... con tutte le penalizzazioni, le contestazioni... e i mal di pancia quotidiani, e chi come lettore, collaboratore, o commentatore esprime, invia, o riporta opinioni personali, propri punti di vista, che possono dare adito ad interpretazioni spesso confliggenti. E spesso è cosi.

Che fine stia facendo oggi...la tanto celebrata " libertà di opinione"...in un Paese martoriato dalle mafie e dal malaffare, soffocato da governi di pura rapina, .dove l'Onestä è vista come una grave malattia...resta tutto da scoprire. Brutta la nostra storia patria, che rispecchia ignoranza e pessime abitudini, dove fiumi di diffamazioni e di turpiloqui..attraversano il web giorno e notte. . Siamo ormai sepolti dagli insulti " al Buon senso" e i lettori piu' saggi, in generale, preferiscono astenersi da commenti.

Ma gli insulti , le provocazioni, e le lettere anonime... fioccano anche in piena estate. . Ovunque sul web si possono leggere tante diverse interpretazioni di cio' che potrebbe .... tout court essere apostrofato...come intollerabile..oscena... " diffamazione".

Il mondo del web...è diventato molto grande..e ognuno viaggia con i suoi mezzi.. a seconda dei diversi diritti dei vari paesi..che ognuno poi interpreta secondo la propria geografia, e metodi e criteri che non sono mai...omogenei...anzi .

Ma cosa vuol dire oggi " diffamazione", se l'Editore è il Partito al Potere? Hitler ed il Partito nazista potevano dire e sostenere qualsiasi opinione ..ergo ..: si poteva forse..." diffamarli"??.

Che "giudizio diffamatorio"..in generale... possiamo esprimere di fronte alla " Storia".??

Come giustificare ad esempio, la famosa lettera di Emile Zola...." Prima di tutto, la verità sul processo e sulla condanna di Dreyfus. "...inviata..al Presidente della Repubblica Fancese Félix Faure il 13 gennaio 1898? E' ancora oggi...pura....diffamazione? Ovvero ... Zola è stato animato da pura e coraggiosa ricerca della Verità?

Per non far perdere tempo...riporto per i tuoi lettori quanto leggo:"

"La Corte europea, recentemente si è espressa per una pur " limitazione della libertà di informazione e di manifestazione del pensiero, in maniera da rendere - è la mia banale opinione- editore e lettore avvinti e legati con la stessa corda...poi " ibernati" e ....praticamente " ingabbiati".Fine della Storia. .

" Ci si rende però conto della portata dirompente della stessa decisione e delle conseguenze che essa potrebbe produrre sulla circolazione dei contenuti online e, quindi, riconosce, che la possibilità di esprimersi, anche in forma anonima, attraverso internet potrebbe essere visionata se non " controllata" e pertanto sanzionata..

" L'innegabile limitazione della libertà di informazione e di manifestazione del pensiero che un simile obbligo comporta è, secondo i giudici della Corte europea, coerente con il necessario bilanciamento tra i diritti fondamentali dell'uomo che, in una questione di questo genere, vengono in rilievo ovvero con la libertà di comunicazione da una parte ed il rispetto della dignità dell'uomo dall'altra.

"Cosa voglia dire " Libertà di Comunicazione" resta ancora da comprendere. I giudici della Corte intendono mettere nero su bianco affinché dalla loro decisione non devono essere tratte conclusioni affrettate e più ampie di quelle giustificate dalla peculiarità della vicenda nella quale, applicando il diritto estone – Paese nel quale l'editore in questione ha la propria sede – i giudici nazionali avevano ritenuto, con valutazione che non compete alla Corte europea ridiscutere, che l'editore di un giornale resta tale anche in relazione ai commenti dei propri lettori e non può sottrarsi alla propria responsabilità invocando l'applicazione della speciale disciplina europea in materia di assenza di un obbligo generale di sorveglianza sui contenuti pubblicati da terzi, applicabile ai c.d. intermediari della comunicazione.

"Prima di far passare il principio che secondo la Corte europea dei diritti dell'uomo l'editore di un giornale online deve rispondere anche della diffamatorietà dei commenti dei lettori, quindi, val la pena leggere, riga per riga, le oltre sessanta pagine della Sentenza nella quale, tra l'altro, i giudici di Strasburgo precisano che la loro decisione si riferisce esclusivamente ad un grande quotidiano d'informazione online e "non concerne altri tipi di piattaforme su internet nell'ambito dei quali sono pubblicati commenti di internauti, come, per esempio, i forum di discussione o le bacheche online, dove gli internauti possono esporre liberamente le loro idee su qualsiasi argomento senza che la discussione sia diretta dai responsabili del forum, né concerne le piattaforme di social network o i forninori di servizi" di hosting, né i blogger.

La pronuncia riguarda – e la Corte di Strasburgo non si stanca di ripeterlo – uno dei più grandi quotidiani online del Paese [ndr l'Estonia], noto per il carattere polemico e violento dei propri commenti tanto da aver già formato oggetto di attenzione da parte delle istituzioni e, in particolare, commenti palesemente violenti ed offensivi che, per essere ritenuti illeciti, non necessitavano di alcun esame approfondito.

E, prima che il contenuto della decisione della Corte europea – che, pure, forse delude chi nei giudici di Strasburgo ha, sin qui, individuato il baluardo ultimo della libertà di informazione specie nel contesto telematico – sia travisato e strumentalizzato per sostenere la sostenibilità democratica di più stringenti forme di responsabilità a carico degli editori online, val la pena anche di ricordare che, nel caso di specie, ad uno dei più grandi editori del Paese, ritenuto responsabile di non aver rimosso dei contenuti diffamatori nei confronti di un altrettanto importante imprenditore era stata comminata una sanzione da 320 euro, niente risarcimenti milionari ed in grado di mettere in forse la sopravvivenza del giornale, né "manette" brandite contro l'editore o il direttore del quotidiano on line.

E' però, quella della Corte europea dei diritti dell'uomo una decisione dalla quale se da un lato non va utilizzata per trarne principi ulteriori rispetto a quelli stabiliti dai giudici, dall'altra non può essere neppure sottovalutata specie mentre il nostro Parlamento si accinge a dettare nuove norme in materia di diffamazione con riferimento, tra l'altro, proprio all'informazione sul web.

I giudici di Strasburgo, infatti, sottolineano più e più volte nella loro decisione che si sono ritrovati – quasi "costretti", sebbene a larghissima maggioranza ovvero 15 contro 2 – a dover riconoscere la legittimità della responsabilità dell'editore per la mancata tempestiva autonoma rimozione di commenti palesemente illeciti postati dai lettori, in quanto il diritto estone – come interpretato dai giudici nazionali – è, sul punto, assolutamente chiaro nel prevedere tale forma di responsabilità.

Per limitare la libertà di informazione – così come ogni altro diritto fondamentale dell'uomo – infatti, e la Corte europea lo ricorda in modo inequivocabile, serve una legge, chiara e che renda prevedibile le conseguenze di qualsivoglia scelta imprenditoriale.

Quella legge – tanto per guardare alle cose di casa nostra – in Italia, in questo momento, per fortuna non esiste e sarebbe, pertanto, auspicabile che continuasse a non esiste o, meglio ancora, che il Parlamento chiarisse una volta per tutte che forme di responsabilità oggettiva come quella che attualmente colpisce editori e direttori in relazione ai contenuti dei giornali, sono bandite dal mondo dell'informazione dove l'equilibrio tra libertà di informazione e rispetto della dignità della persona, può essere efficacemente garantito dal principio secondo il quale chi sbaglia paga e chi pubblica un contenuto illecito – anche se di terzi – può essere richiesto di rimuoverlo.

"Chiamare l'editore di un grande giornale a rispondere delle centinaia – e talvolta migliaia – di commenti pubblicati sotto ogni articolo dai propri lettori, significa, inesorabilmente, invitarlo ad azionare forme di "censura" privata e preventiva a tutela del proprio portafogli e, per questa via, limitare il diritto di parola dei lettori che dopo decenni nei quali sono stati costretti al ruolo di soggetti passivi, oggi, grazie ad Internet, hanno appena conquistato il diritto di replica, di opinione e di commento.".Buona lettura...a tutti!

---Accidenti a " Etruriando"....e a questa Repubblica .....ed ai suoi ingordi amministratori , " magna ..magna." che ci stanno spolpando....
Leggo e trasecolo. Anche Papa Francesco , da Torino....ha parlato chiaro. La situazione in cui versa l'Italia,. causa i continui scandali e ruberie, amministrazioni disoneste, collusioni del governo, faccendieri e mafie......è molto critica. Se non si cambia rotta e non si fa totale pulizia, il futuro è incerto per tutti.
Cerco dei riferimenti e trovo quanto ti allego. Questa Italia dei tantissimi magna..magna..che proliferano indisturbati....in barba alle leggi..al buon gusto....mi sembra la fotocopia di quella governata- si fa per dire- oggi ad Atene..da questi indegni ministri Greci...che stanno distruggendo l'intera economia europea..avvelenado la vita di milioni di cittadini onesti. .
Leggo e riporto per i tuoi gentili lettori:
"Pier Luigi Boschi, genitore biologico di Maria Elena Boschi, ha ricoperto i seguenti incarichi e gode dei relativi emolumenti:Consigliere di Amministrazione di Banca Etruria dal 3 aprile 2011;
• Presidente de La Treggiaia s.r.l. (società agricola);
• Presidente di Valdarno Superiore (società cooperativa agricola);
• Presidente del Frantoio sociale Sette Ponti (società cooperativa);
• Presidente de L'orcio s.r.l.;
• Vice Presidente Montecucco s.r.l. (società agricola);
• Consigliere del Consorzio di tutela dei vini con denominazione d'origine Valdarno di sopra;
• Consigliere di società Immobiliare Casabianca s.r.l.;
• Consigliere Frantoio di Ricasoli (società agricola cooperativa);
• Consigliere di Ciuffenna (società agricola cooperativa);
• Consigliere de L'Olivo (società cooperativa);
• Consigliere di Zootecnica del Pratomagno (società cooperativa);
• Consigliere di Ciuffenna s.r.l.;
• Amministratore di Progetto Toscana s.r.l.;
• Amministratore della Società Le Logge s.r.l.;
• Amministratore della Società Pestello s.r.l.

Pier Luigi Boschi è diventato vicepresidente di Banca Etruria nel maggio 2014. Nel frattempo la Banca d'Italia, con due ispezioni, nel 2012 e nel 2013, aveva multato per irregolarità contabili ed ammministrative...la Banca Etruria per 2,54 milioni di euro.
Tra coloro cui era rivolta la sanzione, è presente anche Pierluigi Boschi. Come afferma Davide Vecchi su Il fatto quotidiano, gli ispettori di via Nazionale gli hanno inflitto una multa di 144mila euro per "violazioni di disposizioni sulla governance, carenze nell'organizzazione, nei controlli interni e nella gestione nel controllo del credito e omesse e inesatte segnalazioni alla vigilanza".
Ordunque...da inizio 2013, la sua posizione di manager, come quella degli altri amministratori dell'istituto di credito, è al vaglio di due procure, quella di Arezzo e di Firenze.
I reati ipotizzati dall'inchiesta in corso da parte della magistratura sono: false comunicazioni sociali in danno dei soci o dei creditori, ostacolo all'esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza e di falso in prospetto. Che bravo manager!
E proprio qualche giorno fa, il Governo, su proposta della Banca d'Italia, ha approvato il commissariamento dell'istituto aretino, provocando il commento del Ministro del governo Renzi...Maria Elena, figlia di Pierluigi, "dura lex, sed lex". Ma gli emolumenti non cessano, anzi...
Che vergogna questa Italia. Il minimo, ma proprio il minimo.. che Maria Elena Boschi dovrebbe fare e dimettersi dal governo immediatamente e sparire dalla scena politica, per sempre. ..." Scialamu, che minestra ministro".

---Stiamo entrando nella stagione delle " ferie", del grande traffico estivo. Un fiume di automonbili dal nord scende verso l'Italia... attraversa ogni giorno il tunnel del San Gottardo. Ma chi arriva in Italia con il treno, rischia di non ripartire. Chi ha pagato e prenotato il treno oggi martedi 16 giugno rischia . Il traffico ferroviario della " Bella Italia"...è praticamente paralizzato. L'Italia ferroviaria è in crisi d'identità. Le Ferrovie dello Stato sono in crisi. Una estate difficile per molti operatori del settore " vacanze".
Riporto per i tuoi lettori una breve sintesi che si puo' leggere sui vari media.
" La gravissima aggressione subita da Carlo Di Napoli, il giovane capostazione è sfuggito alla morte, colpito con un machete da due " latinos" nella stazione milanese di Villapizzone, ha squarciato il silenzio sulle condizioni di disagio in cui operano colleghi e professionisti del 32enne, sottoposti più di quanto la cronaca registri a pesanti vessazioni e minacce.
Dopo mesi di silenzio finalmente emerge il problema della sicurezza. Il problema è serio.
Gli altoparlanti danno brutte notizie : quindici treni saranno soppressi, dal prossimo 26 giugno in sette regioni, qualora ai capitreno non sia garantita la presenza delle forze dell'ordine a bordo.
Il tema sicurezza sui treni è diventato un tema centrale della politica ferroviaria nazionale non solo per i sindacati, ma anche per le Ferrovie dello Stato. Un argomento diventato ancora più 'caldo' dopo l'ennesima aggressione a un dipendente.
I sindacati di base Orsa, Cat e Cub hanno scioperato con adesioni, secondo dati diffusi dalle organizzazioni, del 90% dei dipendenti fra le 9 e le 19 determinando forti disagi per i viaggiatori e paralizzando la circolazione. La riunione - a cui hanno preso parte Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti-Attività Ferroviarie e Fast Ferrovie - era stata convocata appunto per arginare il fenomeno delle aggressioni al personale in servizio a bordo dei convogli di Trenitalia. Si è stabilito che in attesa si attivi un tavolo di monitoraggio e intervento, "i lavoratori addetti al servizio di assistenza alla clientela a bordo treno, in presenza di situazioni potenzialmente a rischio e previa attivazione della richiesta di intervento della Polfer, possono temporaneamente sospendere l'attività di controllo ..-praticamente non richiedere al viaggiatore il suo biglietto-viaggio-...... per agevolare gli interventi di prevenzione da parte delle autorità competenti".

Ma quali sono le tratte più a rischio, quelle che rischiano di essere soppressi se non verrà garantita la presenza a bordo delle forze dell'ordine? Secondo quanto riferisce l'agenzia ANSA la soppressione scatterebbe dal 26 giugno se non venisse garantita la presenza delle forze dell'ordine. Ecco di seguito la lista, dei treni piu' insicuri.."Subito gli agenti a bordo dei convogli a rischio o non partiranno", è la richiesta unitaria del Gruppo Fs e dei sindacati dei trasporti.

Treni a rischio sono in
PIEMONTE:il 33029 Torino Porta Nuova-Cuneo: Torino -Cuneo- 10220 - Cuneo-Torino : Cuneo-Torino - 10103 Torino -Ventimiglia: Torino -Ceva

VENETO: il 2248 Bologna-Venezia SL: Rovigo-Venezia SL-2203 Venezia SL-Trieste: Mestre-Latisana

EMILIA ROMAGNA:il 2075 Piacenza-Ancona: Modena-Rimini

LIGURIA:il 24488 La Spezia-Sestri L.: La Spezia-Levanto-655 Ventimiglia-Milano: Ventimiglia-GenovaP- 11276 Sestri Levante-Savona: GenovaPP-Savona

TOSCANA:il 6637 Firenze SMN-Arezzo: Firenze CM-SGiovanni-23351 Firenze-Viareggio: S.Miniato-Viareggio

LAZIO-il 12188 Nettuno-Roma T.: Aprilia-Roma T.-12211 Roma T.-Nettuno: Roma T.-Aprilia

CAMPANIA.il 2382 Napoli C-Roma T.: Napoli C-Formia-3708 Sapri-Napoli C.: Battipaglia-Napoli .
Ecco la prima lista dei treni più a rischio, che saranno quindi cancellati se ai controllori mancherà il supporto fisico sui treni degli agenti. Sono soprattuto le corse del mattino, verso la costa o le località di mare, o della tarda serata di rientro nei capoluoghi : Firenze, Genova , Venezia , Roma , Napoli e Torino. E che fanno i turisti che arrivano ?
Già da settimane Milano Centrale è a rischio. Ma Roma e d'intorni non sta meglio. Proibitivo fare il biglietto.tra una folla eterogenea di richiedenti asilo e di " migranti".
Ovunque cresce la paura e l'insicurezza. Il caos aumenta. Si temono aggressioni al personale ferroviario. ma anche i passeggeri sono a rischio. I furti di valige sono aumentati e cosi le truffe .. Circolano numerosi falsi biglietti ferroviari. Una folla di sconosciuti sale e scende dai treni, importunano con ogni tipo di richieste i viaggiatori. C'è chi suona e canta. Chi elemosina..
In futuro si viaggia solo se scortati dalla Polizia.Per ogni corsa è indicata anche la tratta critica dove, negli ultimi tempi, sarebbero avvenuti problemi nel controllo dei biglietti e aggressioni ai ferrovieri.
"Nei casi in cui si ravvisino rischi concreti per l'incolumità e la sicurezza delle persone a bordo treno oltre ad attenersi alla procedura per la richiesta di intervento da parte della Polfer" i ferrovieri possono, secondo le linee di intervento condivise dai sindacati e da Ferrovie, anche "sospendere temporaneamente l'attività di controllori......., al fine di agevolare gli interventi di prevenzione da parte delle autorità competenti".. Perchè mai pagare il biglietto, attendere ore e ore...se non si parte il biglietto è scaduto?
Tutti i treni saranno forse dotati di telecamere? Saremo spiati anche negli orrendi , insani WC,. da terzo mondo?
Forza Italia vuole chiedere l'esercito sui treni, con soldati a bordo.Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia: "La sicurezza sui treni è una priorità assoluta , bisogna rafforzare la Polfer, e se la Polfer non ce la fa, occorre l'utilizzo dei militari". Non è d'accordo con la soppressione dei treni a rischio, invece l'assessore regionale ai trasporti del Piemonte Balocco: "La Regione Piemonte considera gravissima la ventilata sospensione di servizi pubblici fondamentali su alcune tratte considerate a rischio". Trenitalia rafforzerà la formazione del personale sui comportamenti antiaggressione e sul potenziamento dei servizi "antievasione"...... nelle località e per i treni considerati più critici.
Si preannuncia una estate " turistica" ...molto " calda". Altre cancellazioni sono previste e il peggio deve ancora venire..

---..."Come è triste Venezia."......Massimo Cacciari ha la voce rotta dall'emozione e dall'amarezza.
<<"Perdere una città così è a dir poco criminale. Se fosse accaduto quando c'era il vecchio Pci, il responsabile Enti locali sarebbe venuto a Venezia e li avrebbe fatti fuori tutti. Oggi non c'è più il Pci, ma mi auguro che il gruppo dirigente Pd se ne vada a casa" >>.
Il Pd , mal organizzato, va in frantumi in Liguria , evapora.. a Venezia nelle brume della laguna......La perdita del capoluogo veneto dopo 21 anni di centrosinistra è la dimostrazione di non sapere guidare il partito.. con tutti conti dei suoi ministri...spesso sballati.. . .
Casson..perde San Marco.....e per un pugno di dollari...vince Luigi Brugnaro che sa bene dove mettere le mani ed il portafoglio. Il 15 giugno 2015 viene eletto sindaco di Venezia vincendo il ballottaggio contro Felice Casson..
Luigi Brugnaro è uomo di azione...presidente di Unana Holding che raggruppa 20 aziende operative nei servizi, nella manifattura, nell'edilizia e nell'agricoltura. Viene considerato tra i sostenitori dell'introduzione della flessibilità del mercato del lavoro strumento di modernizzazione e competitività delle imprese.
Fautore della nascita di Venezia " Città Metropolitana", tra i capisaldi del suo pensiero ci sono l'etica nello sport, che è strumento di educazione e formazione per i giovani e la valorizzazione del talento.
I
Cosa ha fatto Renzi per Venezia? Dopo l'uppercut che lo ha steso al tappeto....... sbotta ..." il centrodestra non è affatto morto, anzi è un avversario temibile quando si unisce". ..

"La perdita di Venezia è stata un disastro." E Venezia sa sempre approfittare di chi la fa godere di piu'.
.
Brugnaro è un tipo che sa come farla sua...
Ricordiamo ..." Poveglia per tutti"...Brugnaro non ha digerito la sconfitta subita dal Demanio Pubblico che ha respinto la sua offerta di 513 mila euro per il diritto di superficie per 99 anni dell'isola di Poveglia.nella laguna veneta. Ma l'appetito non manca. Oggi Poveglia è in realtà composta da tre isole: l'ottagono, un corpo centrale e la parte verde.
L'ottagono, la parte più antica, è una fortificazione che controllava l'ingresso delle navi in laguna dal porto di Malamocco nella guerra di Chioggia.
Tutto fa gola a Venezia. ..anche la sabbia La speculazione avvolge la città tutta. .
Tutti pronti a mangiarsela. Bel colpo per Brugnaro, sindaco, che saprà rilanciare. .Venezia soffoca di turismo banale. Un gran bordello vivere a Venezia.. ..... Città d'Arte...Costosa come una Grande dama del Settecento, ha bisogno di cambiarsi spesso d'abito. E succhia denaro ovunque. Investire e sfruttare. Ecco Brugnaro ... il primo a speculare.. Rendendosi conto che così, in fatto di turismo, Venezia non può più andare avanti.
Turismo di massa o di élite? I costi per la sua stessa sopravvivenza sono altissimi. Il Comune applica una tassa di soggiorno: euro 4.50 a persona, a notte per gli adulti; euro 2.25 a notte per gli ospiti tra i 10 e i 16 anni. Dalla tassa sono esenti i minori di 10 anni.
Ecco come ha facilmente vinto Luigi Brugnaro. Ha saputo cogliere le opportunità. Occorre migliorare l'offerta, spendere di piu'... investire nel nuovo che avanza...altrimenti si perde.
Brugnaro ha le mani in pasta ovunque. ben appoggiato dalle spinte del mondo cattolico ai massimi livelli.
I veneziani " gran signori", con un reddito medio pro-capite di 21.811 euro all'anno. I più "poveri" invece sono gli abitanti di Caorle con un reddito di 15.285 euro all'anno. Il paese più ricco d'Italia è Portofino, mentre il più povero è Cavargna, in provincia di Como, nel quale gli abitanti dichiarano un reddito medio annuo di poco superiore ai 6.500 euro.
Luci ed ombre, ieri ricca di personaggi famosi. come Tiziano, Tiepolo, Tintoretto e Veronese, artisti come Palladio, Monteverdi e Vivaldi che lavorarono a Venezia. Anche Marco Polo e Casanova .... Venezia oggi si sgretola.... Arrigo Cipriani, patròn dell'Harry's Bar, chiede rispetto per una città unica al mondo..dove dei turisti per caso... urinano in un cestino dei rifiuti a San Marco è solo l'ultima immagine di un oltraggio che pare non avere limiti.
Il grido di Cipriani non è l'unico, ma viene da uno dei veneziani più noti al mondo. E per questo rimbomba ancora più forte.
Venezia, assaltata da masse di 25 milioni di turisti l'anno, non basta più nemmeno come vespasiano. D'accordo, la buona educazione ormai è merce scomparsa. E le immagini di questi giorni della Venezia oltraggiata, palcoscenico per bravate e "selfie" di dubbio gusto, hanno fatto il giro del mondo. Di fronte a cotanta maleducazione virale, non resta che bandiera bianca, sopravvive qualche veneziano - noto o meno noto - a gridare il suo dolore ed indignazione sulla tolda di una nave sempre più in balìa delle onde.
Il Casinò di Venezia in una decina d'anni gli incassi sono più che dimezzati; si passa dai 200 milioni del 2004 ai nemmeno 100 milioni del 2014. Un calo vertiginoso.
In compenso le spese si sono mantenute costanti, con un massimo nel 2006 , 86 milioni..
Per capirci, fino al 2011 le spese sono state sempre tra il 40 e il 50% degli incassi, mentre nel 2014 sono salite fino al 75% degli incassi.
Nel 2014, Il bilancio del Comune di Venezia presentava: entrate da giochi 96 milioni di euro, spese 72 contributi straordinari 2 , ricavo netto 22,, imposte 8, e così alla città sono arrivati appena 16 contro i 101 del 2004.

Que c'est triste Venise.... Charles Aznavour
Que c'est triste Venise
Au temps des amours mortes
Que c'est triste Venise
Quand on ne s'aime plus
On cherche encore des mots
Mais l'ennui les emporte
On voudrait bien pleurer
Mais on ne le peut plus
Que c'est triste Venise
Lorsque les barcarolles
Ne viennent souligner
Que des silences creux
Et que le coeur se serre
En voyant les gondoles
Abriter le bonheur
Des couples amoureux
Que c'est triste Venise
Au temps des amours mortes
Que c'est triste Venise
Quand on ne s'aime plus
Les musées, les églises
Ouvrent en vain leurs portes
Inutile beauté
Devant nos yeux déçus
Que c'est triste Venise
Le soir sur la lagune
Quand on cherche une main
Que l'on ne vous tend pas
Et que l'on ironise
Devant le clair de lune
Pour tenter d'oublier
Ce qu'on ne se dit pas
Adieu tout les pigeons
Qui nous en fait escortent
Adieu Pont des Soupir
Adieu rêves perdus
C'est trop triste Venise
Au temps des amours mortes
C'est trop triste Venise
Quand on ne s'aime plus

---Ormai siamo in piena emergenza. Tutti i porti d'Italia sono in allarme. La marea degli immigrati cresce. Ma occorre fare attenzione. Due flussi di emigranti attraversano la Penisola.
Dal 2008 al 2014 è emigrato all'estero un prezioso capitale umano italiano la cui istruzione nel complesso è costata allo Stato 23 miliardi di euro. Sono 23 miliardi dei contribuenti regalati ad altre economie. È una cifra pari al doppio di quanto occorre per stendere la rete Internet ad alta velocità che in questo Paese continua a mancare. È una somma pari a un terzo del costo dell'intera rete ferroviaria ad alta velocità italiana, che al chilometro è la più cara al mondo.
Ma quando si tratta di laureati, diplomati o anche solo di titolari di una licenza media che se ne vanno portando con sé le proprie competenze e l'investimento che è stato fatto su di loro dagli asili d'infanzia alle aule universitarie, sembra normale non protestare. E noi contrinbuenti paghiamo questo sfacelo.
E la strombazzata " Riforma della Scuola", che intende fare? Di questo ennesimo scandalo che penalizza e rende improduttivo...l'intero Sistema Scuola..di rado se ne parla. Per ilm governo..non è uno scandalo: sembra normale, anche se nella storia dell'Italia non era mai successo. L'altro scandalo che è sotto l'occhio di tutti. Ed è molto peggio del primo. Pessime notizie pervengono ogni giorno dalla Siria, da Libano, Libia, Chad, Eritrea, Iraq, Afghanistan, Somalia . Molte popolazioni, torturate dal bisogno sotto l'influenza delle armi, debbono lasciare le loro case, ogni loro bene, sotto i bombardamenti e le minacce dei terroristi. Milioni di persone soffrono ogni tipo di privazioni oltre la fame e la sete.
Si amplia l'area geopolitica di milioni di chilometri quadrati...che soffre un crescente odioso totalitarismo religioso sotto il controllo di gruppi armati, che impongono il loro credo, creano aree di forte instabilità con le popolazioni stremate che ora cercano rifugio in Europa. In crescita ovunque le organizzazioni criminali che, nei vari Paesi alimentano il flusso migratorio, come il traffico di armi e di droga e di prostituzione , da cui traggono immensi, illeciti profitti. L'invasione continua. Il governo, dopo anni, ha scoperto l'acqua calda.
La Sicilia ed i Siciliani hanno pagato un tributo altissimo di cui nessuno tiene conto. Lampedusa dove si trova? Su 100 italiani scommetto che lo sappia il 10%. La situazione nel Mediterraneo "è senza precedenti ed eccezionale", per questo serve "una risposta eccezionale, immediata e coordinata". . Un intervento tutto centrato sulla prospettiva di una risoluzione Onu che dia il via al piano elaborato dalla Ue che comprende anche missioni contro gli scafisti, i trafficanti, le organizzazioni, i reclutatori, l'intero sistema logistico della crinalità organizzata. .
Secondo l'Organizzazione internazionale per le migrazioni, almeno 1.727 persone sono morte in mare dall'inizio del 2015. L'ultima tragedia è avvenuta nel mese di aprile, quando una nave che trasportava circa 900 migranti verso l'Italia si è capovolta nel Mediterraneo, causando la morte di quasi tutti coloro che erano a bordo.
Oggi, il panorama che è davanti agli occhi di tutti è spaventosamente peggiorato. Mentre l'Europa sta soffrendo una crisi d'identità senza precedenti, l'Africa ed il medio oriente sono devastati da lotte tribali, insanguinati da conflitti religiosi, da una forte ripresa dell'odio politico ed economico di tutto cio' che è rappresentato dal nostro mondo , dalle nostre istituzioni, la nostra civiltà, e da quello sono gli Stati Uniti d'America.
Tutta l'Europa è oggi in serio pericolo. Abbiamo di fronte un problema immenso. Molti paesi di fronte al Mediterraneo...una volta Paesi pacifici..sono sempre di piu' sotto l'influenza di brutali gruppi di fanatici terroristi islamici, che usano ogni mezzo per il dominio assoluto, religioso e politico dei territori.

Molti di noi sono ignari di cio' che accade in Africa. Da Agades nel Niger si dipartono le rotte dell'emigrazioni africane che toccano: il Marocco, il Sahara occidentale ,la Mauritania, il Senegal, il Gambia, la Guinea Bissau, la Sierra leone, il Ghana, il Burkina faso, l'Algeria , Ceuta e Melilla, come Malta.
"Ho visto persone costrette dai militari a bere acqua fetida per indurre problemi intestinali e fargli espellere le palline con le banconote arrotolate nel cellophane che avevano ingoiato per non farsi derubare »
(Testimonianza raccolta da Gabriele Del Grande, Fortress Europe, luglio 2008, Niger: i rifugiati denunciano gli abusi subiti nel Sahara)

Per chi rimane senza soldi.... il viaggio si tramuta in tragedia. Secondo diverse testimonianze le oasi del deserto nigerino e libico sarebbero disseminate di schiavi. Giovani partiti dall'Africa occidentale alla volta dell'Europa e rimasti bloccati senza soldi per proseguire né per ritornare.
« Dirkou è una gabbia e il Sahara e il Ténéré sono le sue sbarre. Di disperati come loro, prigionieri dell'oasi, ne hanno contati diecimila. Per non morire di fame lavorano gratis. Nelle case dei commercianti o nei palmeti.
Lavano pentole, curano orti e giardini, raccolgono datteri, impastano mattoni. In cambio di una scodella di miglio, un piatto di pasta, il caffè, qualche sigaretta. Volevano arrivare in Italia, sono diventati schiavi.

Solo dopo mesi di fatica il padrone li lascia andare, pagando finalmente il biglietto per la Libia: 25 mila franchi, 38 euro e 50.
Impossibile chiedere aiuto. Anche solo far sapere a mogli e genitori che non si è ancora morti. Non c'è banca, non c'è Internet. Il telefono a Dirkou non esiste »
(Reportage di Fabrizio Gatti, Corriere della Sera, Clandestini schiavi nell'oasi del Ténéré)

La storica stazione ferroviaria di Milano Centrale è praticamente stata ridotta ad un dormitorio pubblico, occupata da poveri esseri umani...da tante decine di migranti che dormono per terra. Senza riparo. Ovunque. Come tante bestie. Non c'è nessuno che li aiuta?. Sono magrissimi, larve umane .. senza forza.
La Tv li inquadra, per fare il servizio di Agorà...anche ieri mattina..ma sempre da lontano. Nessuna intervista . Quella gente puzza. Molti sono sporchi e laceri. Se ne stanno seduti dove trovano posto. ..La gente li evita...Sono come tanti " zombi"...Ricordano i condannati ..i reprobi..i condannati alle pene eterne.. i delinquenti che affollano i gironi dell' Inferno medioevale di Dante Alighieri....raro reporter.....del male del Mondo....

Nei palazzi del " Potere" si continua a litigare...le Istituzioni cercano soluzioni...sparano trovate...vogliono voti...Poi ognuno scarica le proprie responsabilità sull'altro. Cosa ci stanno a fare tanti Capi? Tanti Alti Funzionari?Tanti partiti politici che nulla di serio sanno proporre? I Burocrati , ben stipendiati, nei loro uffici, oggi al fresco? Perchè tanta ipocrisia? Che cosa fa il Presidente della Repubblica, nel suo bel Palazzo del Quirinale?
Ovunque si chiudono occhi ed orecchie. ... Chi dovrebbe.. non parla. Anche la Stampa cerca di evitare il problema. I giornalisti tengono la bocca cucita. La Stampa cede il passo al potere. Meglio evitare. Si perde il posto se per caso si scrive qualche scottante verità. E quante critiche se appena si fanno precise denunce. . E' meglio non interessarsi ...gli italiani debbono andare in ferie...continuare a finta di sperare... la politica va da un'altra parte..sempre lontana dal popolo...si cerca di vivere alla giornata...si tampona dove si puo'...fa quel poco , quel minimo che in altri Paesi sarebbe ritenuto un preciso.reato...
Mentre ci si azzuffa in Campidoglio...si impreca contro il Sindaco...la marea dei poveri aumenta. Non si sa dove ospitarli, che cosa fare con loro. Chi ha una casa ha il terrore di perderla. Chi è solo teme di essere derubato. E chi aiuta gli italiani sbranati dalle tasse? Continuano gli sbarchi malgrado le continue proteste di molti cittadini. I partiti non sanno che cosa fare. Per ottenere voti farebbero ogni imbroglio, con promesse mai mantenute. Ma dove va si a finire tanta gente che occupa ogni spazio? Come possiamo far fronte a tanta massa di disperati? Che fine faremo noi, chiusi, spaventati dentro le nostre case? I Centri di accoglienza sono ormai ridotti male...fatiscenti, orribili lager...servono soluzioni..
Molte scuole in tutta Italia da anni abbandonate , in disuso ..... oggi sono occupate da tanti poveri essereri umani...diventate dimora di molti clandestini e senzatetto. Le scuole spesso inagibili - e sono la maggior parte- e le caserme..vanto dei nostri gloriosi Reggimenti ...sono ora meta di vandalismi di ogni genere: distrutti banchi, sedie e lavagne, servizi igienici fuori uso e computer lanciati dalle finestre. Dal vandalismo si è passati al nomadismo. Si ruba quello che si trova. Si ha fame. Aumenta il pericolo per tutta la popolazione. Furti e stupri ed ogni altro genere di violenza. Gli anziani sono presi di mira. Anche le nostre donne che.... per molti africani non contano nulla.
E il peggio deve ancora arrivare. Il governo finge di non vedere. La marea africana ed asiatica..avanza...Tutto viene rinviato tra chiacchere inutili...ripensamenti, improvvisazioni.. ..il nervosismo aumenta. Dove è finito il piano da 24 mila posti di aiuto agli immigrati..proposto dalla Commissione Ue? Quale sarebbe la nuova...strategia del Governo? Che cosa dobbiamo fare noi cittadini, soffocati da ogni genere di tasse?
Sembra che non sia sicuro che venga approvato, è infatti insufficiente perchè risolve solo un decimo delle questioni. Un ennesimo piano fallimentare, che costa milioni di euro , che non risolvere nulla .Tutto rinviato? E' invece urgente una strategia comune per un problema complesso che non può essere affrontato solo dall'Italia, ma emerge l'enorme inadeguatezza del governo italiano -diviso su tutto- incapace di gestire anche i rapporti-non facili- con gli altri Stati, per non parlare dell'incapacità di ottenere il minimo sostegno dovuto sull'immigrazione.
Che cosa abbia combinato la nostra Mogherini..... di buono...nessuno lo sa. Renzi sembra essere molto lontano da Otto von Bismarck. Quello che è certo che ad oggi non esistono piani o strategie comuni per poter evitare il collasso dell'intero sistema economico europeo.

---Denis Diderot.. strenuo difensore dei diritti delle donne...piu' volte incarcerato per le sue idee rivoluzionarie, punito severamente per aver deriso, infranto i tabu' dell' " Ancien Régime"...e dell'Assolutismo... ha scritto:

" Quand on écrit des femmes, il faut tremper sa plume dans l'arc en ciel et jeter sur sa ligne la poussiére des ailes du papillon; comme le petit chien du pélerin , à chaque fois q'uon secoue la patte, il faut qu'il tombe des perles".

Colgo l'occasione per augurare ogni miglior successo di pubblico e di critica al dottor Giuseppe Mento ed all'avvocato Silvana Paratore come all'organizzazione tutta, Relatori e Stampa, per l'imminente convegno di Lipari presso il Gattopardo Park Hotel sul tema :" Il pensiero femminile e la modernità...." .
Tema di estrema importanza strategica-culturale-etica che mette in gioco non solo il ruolo sempre piu' complesso della donna in una società " in movimento"...in piena evoluzione, ma il prossimo futuro del nostro stesso modo di esistere, di poter competere, le nuove esigenze della struttura della famiglia, basata sulla totale libertà della scelta del partner, contro ogni pregiudizio sessuale, contro ogni condizionamento, il fondamentale bisogno di un sistema scolastico aperto, innovativo, stimolante, sempre piu' articolato, modernamente concepito, libero da autoritarismi che possa accedere continuamente all'innovazione, alla ricerca, lo sviluppo di nuovi progetti per la crescita dell'economia, dei nuovi prodotti competitivi, le nuove autostrade digitali che si aprono alla nuova imprenditoria, non ultimo la profonda trasformazione del sistema distributivo- finanziario attualmente regolato dalle lobby di potere, che strangolano lo sviluppo delle future generazioni.
Purtroppo siamo ancora molto, molto lontani dalla piena emancipazione femminile. I governi mantengono il loro potere e producono soprattutto conformismo ed ignoranza.

Traggo lo spunto per segnalare che :

"European Women's Lobby sta lavorando al progetto WEstart, sull'imprenditoria sociale femminile in Europa. Attualmente è in corso una mappatura delle imprese interessate, ed è online un sondaggio, disponibile anche in italiano.
In un'intervista all'edizione Usa di "Elle", Chelsea Clinton parla dei diritti delle donne e del valore simbolico della candidatura di sua madre Hillary alla Casa Bianca. La giovane Clinton, che ha collaborato attivamente al progetto No ceilings, ha sottolineato che in America sulla parità di genere c'è un problema fondamentale, e una donna presidente, chiunque sia, potrebbe contribuire a risolverlo. "Chi siede intorno al tavolo conta. E conta anche chi siede a capo del tavolo," ha concluso.
Nell'ambito delle celebrazioni per il 70° anniversario della vittoria in Europa, il sito del governo britannico ha pubblicato un articolo sulle donne nella Seconda guerra mondiale.
In Cina, il 13 aprile le autorità hanno rilasciato Wei Tingting, Wang Man, Zheng Churan, Li Tingting e Wu Rongrong, le cinque attiviste femministe arrestate poco prima dell'8 marzo per aver tentato di organizzare un'azione di sensibilizzazione contro le molestie sessuali sui trasporti pubblici. Per la loro liberazione, avvenuta su cauzione, c'è stata una grande mobilitazione, sia in Cina sia a livello internazionale. Alla situazione delle donne cinesi sono dedicati un articolo di Cecilia Attanasio Ghezzi su Internazionale e un editoriale del Guardian.
Un articolo di Sarah Shaw uscito sul Guardian fa il punto su sviluppo sostenibile e salute sessuale delle donne: i prossimi mesi, quelli in cui i leader mondiali metteranno a punto gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile, saranno decisivi per i diritti sessuali e riproduttivi a livello globale e dunque per cambiare il destino di milioni di bambine e di donne.
Una gallery con le storie – in prima persona – di giovani femministe di tutto il mondo è online sul sito del Guardian: dall'Armenia all'Indonesia, dall'Egitto alla Romania, le attiviste raccontano se stesse e i problemi che affrontano ogni giorno.
Un'infografica del sito FiveThirtyEight basata su dati dell'Economic Policy Institute (Usa) mostra come il divario retributivo di genere aumenti all'aumentare del reddito.
Il sito Citiscope, dedicato all'innovazione urbana, ospita un articolo di Azm Anas su Salina Hayat Ivy, sindaca di Narayanganj, prima e unica donna a capo di una delle 11 city corporations del Bangladesh: con il suo lavoro di buona amministrazione, lotta alla povertà e sostegno alle microimprese, svetta tra i suoi colleghi maschi.
Per la prima volta dalla rivoluzione del 1979, l'Iran nominerà un'ambasciatrice donna. L'incarico dovrebbe essere conferito a Marzieh Afkham, portavoce del ministero degli esteri e una delle donne politicamente più influenti del Paese, ma la sua destinazione non sembra ancora decisa.
Si sta svolgendo in questi giorni a New York il summit Women in the World, che racconta battaglie e vittorie di donne e ragazze di tutto il mondo.
Presentato da Tina Brown in collaborazione con il New York Times, l'incontro prevede la partecipazione di personalità della politica dell'economia, del cinema, insieme ad "artisti, ribelli, peacemakers e attivisti". Tra i tanti nomi, quello di Meryl Streep, che nel frattempo ha deciso di finanziare un laboratorio di sceneggiatura riservato alle donne dai 40 anni in su."

---Non appena si attraversa il confine, superato il tunnel del San Gottardo, dopo Arth Goldau e Lucerna, si arriva nel Cantone di Argovia....ci si sente diversi, come trasformati rispetto a quando si era in Italia.
E' una sensazione che dopo decenni di viaggi da e per l'Italia, mi capita spesso e mi accompagna sempre, come in un sogno liberatorio . Rientro in Svizzera dopo alcune settimane trascorse a Santa Margherita Ligure e avverto oggi come sempre, che in Argovia non sono piu' lo stesso di prima, cambio di " abito"... mi sdoppio... sento di appartenere a un mondo che non esiste da noi, in Italia.
Qualche giorno fa in Tv ho visto il nostro primo ministro Renzi... tutto infuocato di se stesso..... ... ho spento al Tv.
Sono anni che si sentono dire le solite frasi. Ci sono stati in pochi mesi...tre primi ministri, uno meglio dell'altro..tutti calibri di altissima levatura..dell'élite politica italiana.. e non è cambiato nulla. Prima , per decenni, c'era al governo un tipo alla " Erdogan" , un dittatore ...quelli che da noi vogliono..tutto e subito...uomini di forte tempra politica...e di appetito robusto.. i danni poi venuti alla luce.... sono stati rilevanti....
Ai nostri " Leaders"...tutti scelti dal Potere e non dai cittadini...non frega nulla a loro se c'è la Costituzione. Non appena al governo i nostri Leaders..vorrebbero che la Magistratura facesse i loro comodi. Il Parlamento approva. Non fa le Leggi. Il sistema Italia viaggia sempre con la maggioranza. Quelli all'opposizione non contano nulla. Si perpetua la schiavitu' di chi perde. E la gente in Italia si rassegna. Si diventa succubi del potere.

Gli italiani si fidano degli " scaltri". Di chi appare esserlo. Chi è scaltro è anche ritenuto... "intelligente ed onesto". . Anche se poi vengono prodotti immensi danni da gente tutta all'opposto. . L'elettorato italiano che vota oggi è al 52%.. Mezza Italia non vota. Non ama le urne. Non vota per nessuno. Non ha piu' voglia.
In Italia il povero Ras libico Gheddafi avrebbe avuto molti voti, Gheddafi..aveva forti quote azionarie della famiglia Agnelli....e avrebbe imposto, se al potere...anche il Corano.
Anche Putin, piace alle folle, avrebbe avuto un certo seguito., come Erdogan in Turchia.
In Italia vince chi " fa la voce grossa"..... chi finge di " fare"...Renzi infatti si sbraccia,..si come un ossesso....vuole convincersi....vuole farte il " Leader"...."stiamo decollando"....." tenetevi forti"....."L'Italia sta ripartendo".......ma dove..ma quando??
Ma stiamo scherzando?
Mentre in realtà siamo un corpo tanto inerte....diviso su tutto.. pieno, zeppo di debiti ...con enormi problemi insoluti, una macchina industriale a pezzi....tessuto sociale lacerato...con tanti poveri che bussano alla porta....e costi della vita in crescita....
Mi chiedo dove stiamo andando a sbattere ..con tanto di pilota megalomane.e incapace.......

Quanta fasulla propagandea elettorale.... ovunque in TV.......reti pubbliche e private tutte in un solo coro.di osanna.....con gli stessi identici telegiornali..pagati anche dai contribuenti...tutti fotocopia ..... similmente ai fasti fascisti di Benito Mussolini da Palazzo Venezia...in guerra con Grecia.....tanto da romperci ...noi....le nostre reni...e non le loro...e far una tristissima figura con gli alleati Tedeschi....tra tradimenti e loschi imbrogli ..di Roma...Ladrona.... come oggi.
... Nulla di nuovo sotto il sole...del Campidoglio...

Fare goal è un mestiere improbo...da incubo...per chi ha i muscoli inerti ..pur imbottititi di milioni di euro,..... non si combina niente. I nostri bellimbusti, dallo scalpo all'ultima moda, facce poco raccomandabili... con i piedi abulici, si sono liquefatti a Berlino....ignorando ogni geometria intelligente, privi di regia, sprecando tempo e denaro pubblico...costossimi buffoni .., poveri illusi a libro paga di di un sistema degenerato, losco.quanto perverso.
Da noi il calcio è drogato, ridotto a puro ignobile mercato di osceno profitto, contaminato dal turpe guadagno, in mano a pessimi managers.

Imparate ragazze italiane..da Messi e compagni come si gioca a calcio.
Ragazze italiane, ragazze moderne, libere da vecchi tabu'..non andate a vedere i maschi..non esaltatevi per le loro prodezze...cancellateli dai vostri sogni..cercate la vostra strada... .non fatevi imbrogliare ...dai nostri media....
Guardate le vostre colleghe tedesche ed il calcio femminile praticato in Germania
Imparate da loro che cosa è il calcio moderno, un gioco nobile, piacevole, fantastico, ricco di umanità, solidale, intessuto di sana pura sportività.

---Expo Milano 2015 è ormai in fase di " lancio". ....e sta per essere inaugurato il primo maggio.Sono in arrivo milioni di visitatori da tutto il mondo.
Sui vari media è riportato che dal 27 marzo al 12 aprile l'Angola, paese africano in forte crescita economica, è stato presentato al pubblico italiano nell'ambito dell'iniziativa Roma verso Expo Milano 2015, nel Terminal 3 - partenze dell'Aeroporto internazionale Leonardo Da Vinci.
Presentazione cui ha partecipato l'Assessore a Roma produttiva e Città Metropolitana Marta Leonori e di S.E. l'Ambasciatore della Repubblica dell'Angola in Italia Florêncio de Almeida e del Commissario Generale dell'Angola per Expo Milano 2015, la dottoressa Albina Faria de Assis Pereira Africano.
Ma che cosa stanno approntando " ad hoc" le Autorità sanitarie italiane per contrastare ogni possibile eventualità di infezione da Ebola in Italia? Esiste un Piano-Ebola? Dove e come informarsi?
Riporto per pronto riferimento riporto quanto segue: " The Angolan health authorities are conducting awareness raising campaigns with passengers and workers at airports around the country about the danger posed by the Ebola epidemic hitting several West African nations.
The measures stem from the fact that Angola has been ranked among the group of countries with "moderate to high" Ebola infection risk, after cases of the disease were recorded in neighbouring Democratic Republic of Congo.
Sierra Leone, Liberia, Nigeria and Guinea Conakry are the most hit countries.As a result, a health team has been deployed at Luanda's "4 de Fevereiro" International Airport, equipped with temperature sensors as fever is one of Ebola's symptoms.
The measure that includes the floating of banners in strategic locations near airports migration, check-in counters, embarking and disembarking lounges, is intended to inform the citizens and avoid the entry of the epidemic into the country.
With the outbreak of the disease in various African countries, the Angolan Health Ministry adopted strict surveillance measures at ports, airports and transports from regions with Ebola prevalence.
Passengers entering the country through Luanda airport with fever symptoms will be placed under quarantine as a prevention, according to health authorities.
Ebola is a deadly disease caused by a virus. Its transmission occurs through direct contact with the blood and other body fluids from infected persons, animals or corpses. Le Ambasciate degli Stati Uniti si stanno vivamente interessando per evitare ogni possibile contagio da Ebola: " We strongly recommend that U.S. citizens traveling to or residing in Angola enroll in the Department of State's Smart Traveler Enrollment Program (STEP) at travel.state.gov.
STEP enrollment gives you the latest security updates, and makes it easier for the U.S. embassy or nearest U.S. consulate to contact you in an emergency. If you don't have Internet access, enroll directly with the nearest U.S. embassy. "
Recentemente i media in tutto il mondo...si sono interessati a molti casi di ebola scoppiati in alcuni paesi africani. In particolare, al 25 febbraio 2015 sono stati segnalati 23.729 casi sospetti con 9.604 morti. Diverse organizzazioni, tra cui la Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale, i Centri statunitensi per il controllo delle malattie e la Commissione europea hanno donato fondi e mobilitato personale a loro disposizione per aiutare a contrastare l'epidemia. Alcune associazioni umanitarie e di beneficenza tra cui Medici senza frontiere, la Croce Rossa e il Samaritan's Purse hanno operato nella zona.
Al 26 febbraio 2015, si sono registrate dodici evacuazioni mediche di casi confermati di Evd ( Ebola virus disease) , avvenute in Europa :3 in Germania, 2 in Spagna, 2 in Francia, 1 nel Regno Unito, 1 in Norvegia, 1 in Italia, 1 nei Paesi Bassi, 1 in Svizzera. Inoltre, sedici persone asintomatiche esposte a Evd e poi risultate negative al virus sono state evacuate in Europa :7 nel Regno Unito, 3 in Svezia, 2 nei Paesi Bassi, 1 in Danimarca, 1 in Germania, 1 in Spagna e 1 in Svizzera. Per maggiori informazioni si legga anche l'aggiornamento Ecdc "Medical Evacuations" del 6 marzo 2015.

---C'è gente in Italia che liberamente ruba, falsifica, imbroglia e viene anche semplicemente assolta. La classifica in oggetto vede in testa i migliori professionisti della Politica.
Dai nostri " partiti"...sempre piu' animali dai robusti stomaci ... esce la migliore classe politica.Là ci trovi le migliori menti, al top della Amministrazione Pubblica..
C'è chi dice che questa è la regola, il nostro male minore...anzi si mormora che da noi la Legge è connaturata alla "Politica", quella dei Furbi che fanno " Politica". Tutto direttamente proporzionale.
Su 10 giovanissimi italiani che incontri sui treni da Milano per Zurigo piu' della metà sono fuggiti dall'Italia per la corruzione, il mal costume, la mancanza di lavoro. Ma il peggio sta per arrivare..
Molti se ne vanno verso la Germania, altri in Polonia, chi in Lettonia. Una fuga continua.
Le cronache riportano che un povero " negro".... un certo Evans Omoigui, un tempo residente a Genova, è stato per anni prima sfruttato, pagato male, assicurato peggio. Anche lui è scappato a gambe levate dall'Italia. .
La cosa schifosa, che fa veramente male è che non appena ha chiesto giustizia in quanto derubato essendo stato alle dipendenze dirette di un certo signor Tiziano Renzi , che gestisce la società Arturo Srl non ha potuto ottenere giustizia.
Il signor Tiziano Renzi risulta essere il genitore biologico dottor Matteo Renzi, oggi Presidente del Consiglio italiano

Leggo che la società Arturo Srl, da tempo in cattive acque, è stata messa in liquidazione e poi cancellata dal registro delle imprese. Nessuno amministratore si è mai presentato alle udienze.
Leggo che la sentenza, pronunciata il 20 settembre 2011, condannava la società della famiglia Tiziano Renzi a pagare 85.862 euro per il licenziamento illegittimo del proprio dipendente..il Signor Evans Omoigui. Ma nessuno ha pagato un cent a Omoigui.
Tutto il santo Diritto è stato capovolto, in quianto tutto è risultato praticamente illegale, per certi cavilli procedurali. Non è successo nulla. Tutto cio in barba a tutti i principi costituzionali e al " Jobs Act" legge di ampia apertura democratica ... a forte tutela dei deboli..
Ecco che al povero nigeriano, alla fame nera, senza lavoro, senza casa, spinto al suicidio, venivano riconosciuti a mala pena.. 3.947 euro, a saldo dei pagamenti non effettuati dal Signor Tiziano Renzi e a saldo ...dei mancati riposi.

Leggo ed...... il senso di disgusto mi è salito vorticosamente..... che anche questo minimo, miserrimo rimborso non gli è mai stato versato.

---La fortuna si nasconde nel pomodoro. Dalla prima bottiglietta prodotta nel 1876, già nel 1907 Heinz produceva 12 milioni di bottigliette di ketchup/ anno .
Oggi 25 marzo 2015 nasce il supercolosso dalla fusione di H.J. Heinz e Kraft Foods, operazione da cui nasce un gruppo da 28 miliardi di dollari di ricavi/anno che si chiamerà Kraft Heinz Company.
Si riporta il testo ufficiale:
Merger will create the 3rd largest food and beverage company in North America and the 5th largest food and beverage company in the world.
• Combined company to be named The Kraft Heinz Company and to be co-headquartered in Pittsburgh and the Chicago area.
• The new company will have revenues of approximately $28 billion with eight $1+ billion brands and five brands between $500 million-$1 billion.
• Stock and cash transaction, with Kraft shareholders to receive a special cash dividend of $16.50 per share upon closing and stock in the combined company representing a 49% stake in the new company.
• Berkshire Hathaway and 3G Capital will invest an additional $10 billion in The Kraft Heinz Company; existing Heinz shareholders will collectively own 51% of the new company.
• Significant synergy opportunities with strong platform for organic growth in North America, as well as global expansion, by combining Kraft's brands with Heinz's international platform.
• The Kraft Heinz Company is fully committed to maintaining an investment grade rating; Company plans to maintain Kraft's current dividend per share, which is expected to increase over time.
• Investment community conference call at 8:30 a.m. EDT; Media conference call at 10:00 a.m. EDT.
H.J. Heinz Company, offering "Good Food Every Day"is one of the world's leading marketers and producers of healthy, convenient and affordable foods specializing in ketchup, sauces, meals, soups, snacks and infant nutrition.
Heinz provides superior quality, taste and nutrition for all eating occasions whether in the home, restaurants, the office or "on-the-go".
Heinz is a global family of leading branded products, including Heinz® Ketchup, Sauces, Soups, Beans, Pasta, and Infant foods (representing over one third of Heinz's total sales), Ore-Ida® potato products, Weight Watchers® Smart Ones® entrees, T.G.I. Friday's® frozen snacks, and Plasmon® infant nutrition. Heinz is famous for its iconic brands on six continents, showcased by Heinz® Ketchup, The World's Favorite Ketchup®.
Gli azioni di Kraft riceveranno, oltre alle azioni della nuova entità, un dividendo straordinario in contanti di 16,50 dollari per azione.
Berkshire Hathaway, la holding di investimento di Warren Buffett, e l'operatore di private equity brasiliano 3G Capital investiranno ulteriori 10 miliardi di dollari nel nascente gruppo, il cui capitale farà capo per il 51% agli attuali azionisti di Heinz, mentre la parte restante sarà in mano ai soci Kraft. L'iniezione di capitali di Berkshire e 3G Capital servirà a pagare il dividendo straordinario.
Bernardo Hees, attuale Ceo di Kraft, ricoprirà lo stesso ruolo in Kraft Heinz.
Nelle contrattazioni di pre-market il titolo Kraft balza con un aumento del 15,78%.
Sul sito www.reuters.it altre notizie .Come su www.twitter.com/reuters_italia

...133° anniversario della nascita di Amalie Emmy Noether.
Amalie Emmy Noether (Erlangen, 23 marzo 1882 – Bryn Mawr, 14 aprile 1935), è stata una matematica tedesca di origini ebree. Si è occupata tutta la sua vita di fisica matematica, teoria degli anelli ed algebra astratta, ed il suo nome è indissolubilmente legato al celebre teorema di Noether del 1915, che mette in luce nel campo della fisica teorica una profonda connessione tra simmetrie e leggi di conservazione.
Figlia del noto matematico Max Noether, nasce nella città bavarese di Erlangen, e fin dalla giovane età mostra spiccate capacità analitiche matematiche. Dopo aver passato gli esami necessari all'insegnamento del francese e dell'inglese, sceglie di rivolgersi allo studio della matematica all'Università di Erlangen, dove il padre insegnava. Completata la tesi sotto la supervisione di Paul Albert Gordan, lavora all'Istituto di Matematica per sette anni, senza essere mai pagata.
Nel 1915 viene invitata da David Hilbert e Felix Klein a far parte del Dipartimento di Matematica dell'Università Georg-August di Gottingen.
Tempi duri per una donna, anche se estremamente dotata. Alcuni membri della Facoltà di Filosofia si opposero, sostenendo che il titolo Privatdozent non potesse essere attribuito alle donne, e lei trascorse quattro anni tenendo lezione a nome e per conto di David Hilbert. Nel 1919 le venne alfine concesso di sostenere l'esame per l'abilitazione, che ottenne nel maggio dello stesso anno, continuando però ad insegnare senza percepire alcuno stipendio fino al 1923.
Durante gli anni trascorsi a Gottingen ottenne rispetto e stima a livello mondiale per i suoi innovativi lavori in matematica, venendo invitata a tenere una conferenza plenaria al Congresso Internazionale dei Matematici di Zurigo, in Svizzera, nel 1932.
L'anno seguente il governo nazista della Germania le vieta l'attività di insegnamento in quanto ebrea. Non si rasegna e combatte per sopravvivere. Emigra negli Stati Uniti d'America, dove ottiene un posto al Bryn Mawr College in Pennsylvania. Nel 1935 si sottopone ad un intervento chirurgico per una cisti ovarica e, nonostante positivi segni iniziali di ripresa, muore dopo quattro giorni.
È stato uno fra i più importanti personaggi matematici di tutti i tempi. Il topologo russo Pavel Alexandrov la definì tout-court «il più grande matematico donna di tutti i tempi»,] e lo stesso Albert Einstein ne pubblica un apprezzamento sul New York Times poche settimane dopo la sua morte..
Il premio Nobel per la fisica Albert Einstein il primo maggio del 1935 scriveva all'Editore del " The New York Times":
"The efforts of most human-beings are consumed in the struggle for their daily bread, but most of those who are, either through fortune or some special gift, relieved of this struggle are largely absorbed in further improving their worldly lot.
Beneath the effort directed toward the accumulation of worldly goods lies all too frequently the illusion that this is the most substantial and desirable end to be achieved; but there is, fortunately, a minority composed of those who recognize early in their lives that the most beautiful and satisfying experiences open to humankind are not derived from the outside, but are bound up with the development of the individual's own feeling, thinking and acting.
The genuine artists, investigators and thinkers have always been persons of this kind. However inconspicuously the life of these individuals runs its course, none the less the fruits of their endeavors are the most valuable contributions which one generation can make to its successors.
Within the past few days a distinguished mathematician, Professor Emmy Noether, formerly connected with the University of Göttingen and for the past two years at Bryn Mawr College, died in her fifty-third year. In the judgment of the most competent living mathematicians, Fräulein Noether was the most significant creative mathematical genius thus far produced since the higher education of women began. In the realm of algebra, in which the most gifted mathematicians have been busy for centuries, she discovered methods which have proved of enormous importance in the development of the present-day younger generation of mathematicians. Pure mathematics is, in its way, the poetry of logical ideas. One seeks the most general ideas of operation which will bring together in simple, logical and unified form the largest possible circle of formal relationships. In this effort toward logical beauty spiritual formulas are discovered necessary for the deeper penetration into the laws of nature.
Born in a Jewish family distinguished for the love of learning, Emmy Noether, who, in spite of the efforts of the great Göttingen mathematician, Hilbert, never reached the academic standing due her in her own country, none the less surrounded herself with a group of students and investigators at Göttingen, who have already become distinguished as teachers and investigators.
Her unselfish, significant work over a period of many years was rewarded by the new rulers of Germany with a dismissal, which cost her the means of maintaining her simple life and the opportunity to carry on her mathematical studies.
Farsighted friends of science in this country were fortunately able to make such arrangements at Bryn Mawr College and at Princeton that she found in America up to the day of her death not only colleagues who esteemed her friendship but grateful pupils whose enthusiasm made her last years the happiest and perhaps the most fruitful of her entire career. "
ALBERT EINSTEIN.
Princeton University, May 1, 1935.

---Torino ospita il 28° Salone internazionale del libro.
Il 28° Salone internazionale del libro di Torino si svolgerà dal 14 al 18 maggio 2015. Il tema conduttore di quest'anno è "Le meraviglie d'Italia".
Il paese ospite d'onore, è la Germania, con oltre venti autori tedeschi che presenteranno i loro libri pubblicati in Italia.
Tra i primi nomi di personalità del mondo della cultura che parteciperanno ci sono Andrea Carandini, Philippe Daverio, Salvatore Settis, Tomaso Montanari, Melania Mazzucco, Cesare De Seta, Attilio Brilli.
"La presenza della Germania - ha commentato il direttore del Salone, Ernesto Ferrero - rappresenta un implicito riconoscimento dell'autorevolezza raggiunta dal Salone torinese da parte di chi organizza la piu' prestigiosa fiera mondiale del settore, ed e' una partecipazione che cade in un momento cruciale nell'intera vicenda europea, travagliata da nuove tensioni e incomprensioni".
Faranno parte della forte nazionale tedesca, tra gli altri, giovani autori come Daniel Kehlmann e Ingo Schulze, filosofi come Markus Gabriel, professore presso l'Università di Bonn, acuti analisti della crisi economica e finanziaria degli Stati europei Wolfgang Streeck, scrittore politico, direttore emerito del Max Planck Institut di Berlino; e G.Anther Walraff, autore del libro-scandalo "Cabeza de Turco", sempre in prima linea in difesa della libertà di opinione.

Non mancheranno divulgatori scientifici, autori per bambini e di graphicnovel. Molto attesa anche una delle 'star' delle filosofia europea, Peter Sloterdijk, di cui e' uscita di recente la traduzione italiana dell'opera maggiore, la trilogia di "Sfere". I tre volumi delle Sfere di Peter Sloterdijk si propongono di esplorare le possibilità e le frontiere del vitalismo geometrico: "L'idea che la vita sia questione di forma: ecco la tesi che associamo alla vecchia e rispettabile espressione sfera, mutuata da filosofi e matematici."
Sara' presente anche il maggior egittologo vivente, Jan Assmann, personalità di spicco negli ambienti scientifici, appassionato ricercatore di fama internazionale, socio dell'Accademia delle Scienze di Torino.
Lo stand nazionale tedesco, posizionato nel Terzo padiglione del Lingotto, prevede anche, accanto a una spaziosa libreria, un elegante spazio incontri destinato ad ospitare il pubblico durante gli incontri, le conferenze su temi letterari, in ricordo dei classici della letteratura tedesca, da Goethe a Thomas Mann, di cui ricorrono quest'anno i sessanta anni della scomparsa.

Oltre alle varie iniziative che si terranno al Lingotto Fiere, anche quest'anno con il programma del Salone Off la città di Torino, la provincia e i comuni che ne hanno fatto richiesta parteciperanno al salone con altri eventi sul tema " Le meraviglie d'Italia" diffusi nel territorio.
Un cordiale benvenuto a tutti i visitatori del Salone.

---Caro Direttore,
per pronto riferimento ti allego quanto riportato sull'Arena di Verona in relazione all'attacco terroristico a Tunisi che ci sta proprio di fronte ...davanti alla nostra porta di casa.
L'articolo è a firma Simone Antonini.
Anche il turismo culturale come la vita di ciascuno di noi sono seriamente messi in serio pericolo.
Con i miei migliori saluti ed auguri!

Terrore a Tunisi- Reportage di Simone Antolini.- fonte : L' Arena di Verona 19 marzo 2015-

"Le porte del bus si aprono e lasciano spazio alla morte. L'attentato del museo del Bardo a Tunisi è stato vissuto in presa diretta da due coniugi veronesi: Mauro Forante, 41 anni di Castel d'Azzano e la moglie Luana Rossato, 37 anni.
A bordo della Costa Fascinosa si erano presi un momento di meritato relax per festeggiare i 15 anni di matrimonio insieme ai figli Giulia e Nicolò, rimasti sulla nave.
La visita al museo? Una scelta come tante altre, per scendere a terra. Mai, però, avrebbero pensato di vivere momenti di panico, paura e terrore. La morte che ti accarrezza la faccia. Ti mette paura e poi ti lascia lì. Sbigottito.
L'attentato di Tunisi, orribile quanto imprevedibile, ha fatto il giro del mondo portando con sè un triste carico di morte.
Luana rivive il terrore e il panico vissuti insieme al marito. In una giornata di ordinaria follia. «Attraccati a Tunisi» racconta «avevamo prenotato i biglietti per visitare il museo. Tutto normale, fino a lì. Visita alla città e poi via in pullman in direzione Bardo».

Inizia l'inferno. «Ricordo l'ora: le 12,30. La nostra guida sta per uscire dal pullman per andare a fare i biglietti. L'autista apre la porta e si scatena subito l'inferno. Piovono proiettili, la guida viene colpita. Non l'abbiamo più vista tornare indietro. Era ferita, altro non so. Non possiamo ripartire, anche perchè pure l'autista viene colpito da una scarica di proiettili.

Scoppia il panico all'interno del pullman. Eravamo tutti italiani. Esplodono vetri, il mezzo viene crivellato di colpi. Gli spari non cessano, sono scariche che ci tolgono il fiato. Ci stringiamo tutti insieme. Una sopra l'altro, ammassati. Due persone muoiono, trafitte dai colpi, erano le più vicine alla porta, e sono state investite mortalmente dalla scarica».
I secondi diventano anni. «I colpi continuano ad arrivare. Non sappiamo cosa fare, cosa pensare, a cosa appellarci. Per fortuna, l'intervento della polizia tunisina è tempestivo e risolutivo. I poliziotti ingaggiano un duello a fuoco che dopo un po' di tempo ci aiuta a capire che forse sopravviveremo a tutto quello che ci sta succedendo.
Anche gli attentatori portavano le stesse divise della polizia, ma un particolare era diverso: erano muniti di armi non convenzionali.
Restiamo a terra. Sempre ammassati. Perchè i colpi non cessano. Poi finalmente tutto finisce».
Due morti, una guida ferita che non si trova più, pure l'autista ferito. Luana e Mauro sembrano essere illesi. I figli, per fortuna, avevano deciso di non partecipare alla visita al museo. Un sollievo per la famiglia Forante.
Adesso però c'è da rialzarsi, uscire da quella macchina di morte e provare a tornare in fretta alla vita
Il racconto di Luana continua: «I soccorsi sono stati immediati, ci hanno portato in una vicina caserma della polizia.
Noi insieme a tanti stranieri. E lì ci siamo sentiti abbandonati. Non c'era nessuno che parlava italiano. Non abbiamo visto nessuno del consolato.
Francesi, spagnoli e polacchi, finiti con noi dentro a quella tragedia, hanno trovato assistenza. Io e Mauro? Abbiamo chiamato l'ambasciata, volevamo sostegno, aiuto, avevamo paura.
Ho detto: ci hanno sparato addosso, siamo vivi per miracoli. E qui non c'è nessuno che ci sta dando spiegazioni, aiuto, sostegno. Una delusione profonda che si è unita allo sconforto per tutto quello che è successo».
Luana tira un sospiro: «Abbiamo vissuto tre lunghissime ore dentro ad un incubo. Momenti che faremo fatica a dimenticare in fretta. La voglia, però, era quella di lasciare in fretta quel posto di morte. E pensavamo: quando riusciremo a tornare sulla nave? Quanto tempo ci vorrà? Ma qui qualcuno ci aiuta? O siamo stati dimenticati?».

Mauro è stato trattenuto anche per accertamenti. Hai paura di tutto. Hai paura che non sia mai finita. Intorno c'è l'inferno, ma dentro al cuore la speranza di lasciare in fretta Tunisi. «Alle 17,30» riprende il racconto Luana «finalmente siamo ripartiti. Con i mezzi blindati siamo stati scortati alla nostra nave. Vivevamo qualcosa di surreale.
Arrivati al porto, sembrava che venissimo da una semplice gita. Per carità, non ci aspettavamo chissà quale accoglienza. Tutto sommato ci avevano "solo" sparato addosso ed eravamo reduci da un attentato».
Finisce la storia, pure la crociera d'amore. Luana, Mauro e i due ragazzi hanno visto da vicino il lato oscuro del mondo che sparge odio. Quanto basta per restare annichiliti. Bruciati dentro. Salvi per miracolo.
Simone Antolini

---Caro Direttore,
il tuo Notiziario, come una voce urlante nel deserto, continua ad essere inascoltato da chi Amministra Lipari. Possibile tanto perverso menefreghismo nel Palazzo? Io continuo a vedere grazie al Notiziario, tanto pattume sparso nell'isola ovunque a cielo aperto. Cosa dice l'Assessore al Turismo? Tace? Che dolore, che tristezza per chi paga valanghe di tasse e rimane inascoltato!!
Ma non è finita. Leggo che il malcostume e l'illegalità continuano ad essere addirittura politicamente " vincenti", procurando -nel malcostume amministrativo - una pioggia di benefici economici ben paganti.

Leggo "che tra gli impegni di spesa del comune di Lipari vi sono quelli relativi all' indennità a carico degli amministratori comunali del mese di febbraio 2015 e che questi risultano essere comprensivi di € 1.610,00 posti a carico dello stesso assessore dimissionario.
A breve ci sarà anche l'indennità ( nuova) di spesa del mese di marzo 2015, e quindi altre € 1.610,00, che sommata a quella precedente ammonterà ad € 3.220,00."
Ed i rifiuti stanno a guardare.

Leggo con costernazione che " è possibile che un paese rimanga privo per ben due mesi di uno degli assessori avente importanti deleghe che vanno dall'edilizia scolastica, ai rifiuti sino ai beni culturali e ambientali?"....Possibile tanta inerzia amministrativa?

Leggo che il nuovo Assessore che ha preso il posto di Tiziana De Luca è Fabiola Centurrino. Possiamo sapere quale è il suo programma amministrativo e in particolare quale la sua strategia nell'affrontare il suo difficile ruolo negli ambiti di stretta competenza e per i cambiamenti ecologici di grande portata in corso con particolare riferimento all'avvio della raccolta differenziata?

---Lancio di sassi, uova e lacrimogeni e cariche della polizia contro la «scuola» di Renzi
Ovunque si leva un grido di protesta. Un Paese che si ostina a non avere una politica della conoscenza, fondamentale per la costruzione di un futuro migliore. Gli investimenti in istruzione e ricerca ci costerebbero meno di quanto ci costa l'ignoranza. Continua la protesta degli studenti sul mal funzionamento della scuola in tutta Italia. Il mondo della scuola chiede una nuova politica, una nuova gestione.Anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il premier Matteo Renzi, il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini sono stati sollecitati: una domanda su tutte: «Perché il governo abbandona le scuole superiori?». Ormai lo stato di difficoltà degli istituti scolastici per carenza di risorse dura da anni.
Il costo per un buon funzionamento della scuola è sempre piu' alto. Ci sono tante spese che non si possono tagliare. Come si puo gestire la scuola con trentamila euro/ anno, in media, per istituto? A fronte di una dotazione ordinaria statale che varia dagli otto ai 12mila. E così gli unici finanziamenti concessi nel 2014, assolutamente insufficienti, dai 2mila ai 6mila euro a scuola, sono serviti a tamponare solo la poca manutenzione straordinaria, necessaria solo a risolvere impellenti problemi di sicurezza. E chi paga il conto finale?
«E chi ha pagato le spese telefoniche, le spese degli uffici di segreteria, le spese di piccola manutenzione i bagni,la pulizia, lampadine, serramenti vari che cadono a pezzi?», chiedono provocatoriamente i genitori. «Noi, naturalmente, i genitori..sottraendo risorse ai progetti e all'offerta formativa dei nostri figli. Perché il governo ha scelto di abbandonare le scuole? Perché, contrariamente all'impegno costituzionale, non garantisce nemmeno la copertura dei servizi minimi di funzionamento e manutenzione? E perché nessun rappresentante istituzionale ha voluto rispondere all'appello dei dirigenti?» che pure, nel settembre scorso, avevano lanciato il medesimo grido d'allarme chiedendo che il governo sbloccasse con urgenza il patto di stabilità per l'edilizia scolastica e la manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici degli istituti superiori, per poterne garantire in qualche modo il funzionamento.
Sale ovunque un urlo di dolore: «Denunciamo l'assenza di un governo che annuncia interventi sulla "Buona Scuola" ma sottrae importanti risorse finanziarie essenziali per il funzionamento ordinario delle scuole».Continua il braccio di ferro: " Chiediamo risposte sullo sblocco dei fondi statali e il rimborso delle spese sostenute dai genitori per le scuole nel 2014». Riporto quanto scrive un genitore assai preoccupato: " Posso solo che confermare. Molti professori demotivati trasmettono la loro "inutilità" agli studenti che a loro volta non ricevono alcun stimolo. Spesso si resta senza far nulla. Il clima è teso e non produttivo. Tra professori malati, supplenti non sempre presenti e spesso del tutto inutili, aule mal funzionanti, organizzazione delle attività spesso povera, apparecchiature che cadono a pezzi e a chi interesssa? Gli studenti sono più creativi a casa che inseriti in questo sistema fatiscente gestito da degli emeriti incompetenti che nella loro vita magari avranno venduto dei gelati al chiosco. E poi è ora di finirla con la mafia dei libri. E' possibile che debbano portarsi a scuola 15 kg di carta nell'era digitale. Guardate, se vedo per strada uno dei responsabili codardi di questa situazione non so che parole avrei per lui. Per me la scuola possono chiuderla. Tenete i vostri figli a casa che è meglio.

---Mi chiedo... con la " Festa della Donna " 2015 appena conclusa........quali sono i nuovi progetti del governo Renzi a favore della Donna? Di tutte le Donne? Ne hai sentito parlare?
«Siamo da oltre un anno in attesa del Piano Nazionale contro la violenza alle donne, siamo da ben oltre un anno senza una interlocuzione ministeriale – spiegano dalla DiRe –. Il ministero dei diritti delle donne, ministero per le Pari opportunità non esiste, né tanto meno altra delega è stata assegnata». Risultato: «Ruoli e funzioni confusi non aiutano ad affrontare un tema centrale per il Paese».

Leggo quanto scrive oggi l'avvocato Alfio Ziino...rabbrividendo : Renzi ha intenzione di depenalizzare la legge contro lo stalking? Costui vuole cassare la norma dello stalking che sta aiutando le donne in tutto il mondo, a che pro':"
Salvo che il fatto costituisca più grave reato, è punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni chiunque, con condotte reiterate, minaccia o molesta taluno in modo da cagionare un perdurante e grave stato di ansia o di paura ovvero da ingenerare un fondato timore per l'incolumità propria o di un prossimo congiunto o di persona al medesimo legata da relazione affettiva ovvero da costringere lo stesso ad alterare le proprie abitudini di vita ».
Non basta leggere le continue persecuzioni di cui soffrono le donne, ovunque?

Mi chiedo: ergo...da oggi tutti i bravacci italiani e affini...lontani e vicini...oggi chiusi in carcere...sono in libera uscita? Liberi impuniti?
Secondo gli studi della Sezione Atti persecutori del Reparto Analisi Criminologiche dei Carabinieri, gli stalker potrebbero inquadrarsi, in cinque tipologie:

il "risentito", caratterizzato da rancori per traumi affettivi ricevuti da altri a suo avviso ingiustamente (tipicamente un ex-partner di una relazione sentimentale);

il "bisognoso d'affetto", desideroso di convertire a relazione sentimentale un ordinario rapporto della quotidianità; insiste e fa pressione nella convinzione che prima o poi l'oggetto delle sue attenzioni si convincerà;

il "corteggiatore incompetente", che opera stalking in genere di breve durata, risulta opprimente e invadente principalmente per "ignoranza" delle modalità relazionali, dunque arreca un fastidio praticamente preterintenzionale;

il "respinto", rifiutato dalla vittima, caratterizzato dal voler contemporaneamente vendicarsi dell'affronto costituito dal rifiuto e insieme riprovare ad allestire una relazione con la vittima stessa;

il "predatore", il cui obiettivo è di natura essenzialmente sessuale, trae eccitazione dal riferire le sue mire a vittime che può rendere oggetto di caccia e possedere dopo avergli incusso paura; è una tipologia spesso riguardante voyeur e pedofili. E quanti sono costoro?
Ovviamente cio' vale per tutti i tipi e varietà di sesso... di varia umanità, censo, nazionalità , tradizioni, colore e credo immersi nella patologia della giungla quotidiana in cui siamo costretti a vivere, compresi quelli di origine non ben definita dalle attuali normative....
Ora come la mettiamo con chi ha subito pesanti minacce e molestie? Chi subisce torti, umiliazioni anche sul posto di lavoro......in officina...nelle amministrazioni private e pubbliche...come anche a scuola.... dai compagni ..dagli amici...spesso nell'omertà di chi ha la responsabilità ...e tace...oppure in casa tra parenti..tra mura che non parlano...da chi si sente forte e comanda...da chi tortura...tiene in schiavitu'...e obbliga a chinare la testa, al silenzio..mentre ti umilia....tanto da rendere la tua vita invivibile... anche oggi senza denunciare?
Da oggi bisogna stare zitti e non reagire? Se uno si sente molestato, violentato..angariato ..deve tenere la bocca chiusa?
Ovvero da oggi siamo diventati tutti piu' bruti, ignobili , simili alle bestie. Da oggi picchiamo chi ci fa comodo? Liberiamo il nostro sadismo, le nostre perversioni ..facciamo valere il nostro potere, la nostra malvagità su chi si trova in posizione subalterna... la legge ce lo consente?
Il 25 novembre scorso, il ministro Maria Elena Boschi aveva definito la violenza sulle donne «un crimine contro l'umanità» ricordando che «ancora oggi circa 7 donne su 10 subiscono violenza fisica e sessuale e che 600 milioni di donne vivono in paesi che non lo considera un reato». Per questo, ricordava, l'Italia «è stato uno dei primi paesi ad aver aderito alla Convenzione di Istanbul»!!!.
Che oscenità giuridica, Renzi abolire la legge dello stalking! Che pessima politica del Partito Democratico verso le Donne. Che brutta immagine per l'intero popolo italiano offrono per prime le donne del governo targato PD-Renzi.

---Lo leggo dalla Stampa.
Il Fisco cerca personale per dare la caccia agli evasori. Novità assoluta per gli italiani. Mai letta una notizia simile. Tutti i passati governi si sono sempre tenuti alla larga: non tocchiamo gli evasori, soprattutto se sono politici incalliti. Facciamo loro ponti d'oro.
Oggi sembra che il vento stia cambiando? Sarà tutto vero? Aria nuova dalla Svizzera? Meglio correre ai ripari. Lo leggiamo dalla Stampa. Il Fisco ha avviato una selezione pubblica per l'assunzione a tempo indeterminato di 892 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario, per attività amministrativo-tributaria.

Lo comunica l'Agenzia delle Entrate, che dispone questa ripartizione: Emilia Romagna, 110 posti; Liguria 20, Lombardia 470, Piemonte 110, Toscana 42,Veneto 140. Non si accenna ad altre regioni.
Si evince che la massa degli evasori si rintanano piu agevolmente in Lombardia ( Expo 2015?). In Liguria va tutto bene.
Previsto un tirocinio di sei mesi retribuito.
I candidati dovranno compilare e inviare la domanda di ammissione al concorso solo per via telematica, entro il termine del 26 marzo, utilizzando l'applicazione informatica accessibile mediante collegamento sul sito istituzionale dell'Agenzia delle Entrate, all'indirizzo www.agenziaentrate.gov.it.

La notizia è apparsa sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4a serie speciale – Concorsi ed esami del 24 febbraio 2015. Prove di selezione a partire dal 21 aprile.

--Leggo su prima pagina - Stampando- ....noi italiani facciamo tanti festivals, tanti talk shows, ci illudiamo di essere intelligentissimi, siamo latin lovers...bravi tra smorfie, canzonette e risate...ma siamo praticamente messi molto, molto male per quanto riguarda la " Libertà di Stampa", che poi non è altro che la libertà di esprimere il proprio parere, cio che si pensa.
La realtà è assai triste: si legge poco e si legge male.
Molti non leggono e non s'interessano.
La vicina Slovenia sta meglio di noi, assieme a chi vive in Bosnia Erzegovina, Serbia, nelle Mauritius, in Georgia, a Hong Konk, nel Senegal e nella Repubblica Moldova. Possibile che siano tutti migliori di noi?

Ma poi da noi...manca chi ti ascolta. Manca l' " altro". Manca chi ti legge. Manca chi ti scrive. Manca l'interesse alla reciprocità. Manca la comunità..manca chi ti possa aiutare. Chi scrive spesso " urla nel deserto". E' un solitario, un pazzo. E' antipatico. Alla fine ci facciamo del male da soli.
Le istituzioni sono tante porte chiuse. Lo Stato non comunica, obbliga e punisce. Lo Stato limita, blocca, teme la concorrenza.

Con i Palazzi non si parla. Sono al servizio di se stessi, si autoascoltano, si proteggono con il " silenzio" .... Tutto si svolge a porte chiuse. Ci sono pochissimi giornalisti liberi. Pochi gli editori, che hanno coraggio di pubblicare cose " scomode". Sono a rischio. E perchè dovrei pubblicare cio' che è scomodo? Guai in agguato. Chi ha potere si difende con stuoli di avvocati. La verità viene fuori dopo secoli. Ci sono molti interessi, spesso poco puliti. Ci sono le inchieste che sono manovrate dal potere. Se poi i personaggi sono VIP... tutto viene blindato. Guai ad indagare. Si preferisce far finta di niente.
Chi è libero, scrive onestamente, su cose accertate, vere, viene spesso lapidato. La stampa viene spesso allontanata di brutto dal Potere. Le domande vengono preventivamente concordate.
Chi ha coraggio di far conoscere cose nude e crude...viene punito, la gente lo fugge. Molti sono finiti al confino. La maggior parte degli " altri" ..campa perchè gode dello " stipendio".
Si scrive a comando. Si pensa a comando. Si campa a comando
Gli altri che non lo fanno.... faticano per sopravvivere.
I giornali seguono il vincitore. Si accodano al potere. Oggi si scrive di " destra". Domani di "sinistra". Si finanzia solo il partito che vince, che governa..il leader fa scrivere impone cio che gli fa comodo. Solo quello che gli fa utilità, che gli rende, che lo fa crescere nelle opinioni degli altri..
Il mondo di oggi dell'informazione vive di clientelismo.

La verità dei fatti viene "lavorata a dovere, poi masticata " affinchè venga " ben digerita". cosi si precipita nell'ignoranza intere generazioni, i giovani si drogano, fuggono dalla scuola, non leggono, non studiano...non vogliono crescere dentro. Si distruggge ricchezza ... e si crea enorme miseria.
La libertà di stampa rantola..lentamente si spegne con la democrazia....

Mentre scrivo ho pensato a Danilo Dolci* che scriveva amaramente:
" A chi vede Palermo e la provincia circostante, non occorre molto per verificare che la grande maggioranza della popolazione è scontenta, molto spesso gravemente scontenta, amara, a lutto.
Perchè, - accade di pensare a chi osserva – questa maggioranza di scontenti non riesce a diventare maggioranza di diversa azione, nuova spinta, nuova maggioranza politica?.
Finchè i rappresentanti dello Stato cercano ad ogni costo di coprire generali, questori, ministri, sottosegretari più o meno inseriti nella struttura mafioso-clientelare;
finchè si vuol far risultare ad ogni costo che sono i mafiosi a circuire il loro politico e non si critica il reciproco appoggio (...), lo sfruttamento reciproco;

finchè non si fa chiaro fin dove arriva nel comportamento di certi 'politici' la loro responsabilità personale, e fin dove la corresponsabilità governativa;

finchè ci capita di incontrare persone ad altissimo livello di responsabilità - ministri, sottosegretari, magistrati - le quali in privato ammettono di sapere che certi loro colleghi sono uomini della mafia (cioè appartenenti ad essa o ad essa disponibili), ma non osano assumere posizioni aperte;

finchè funzionari e parlamentari continueranno a pretendere dalla povera gente indifesa quel coraggio che essi stessi, sebbene protetti dal proprio mandato, non hanno;

(...)finchè ogni gruppo, ogni partito che si dice democratico, non osa sciogliere i suoi vincoli mafioso-clientelari;

finchè la maggioranza delle persone si comporta come se questi problemi non li riguardassero affatto;

finchè, ad ogni livello di responsabilità,non si sarà disposti a rischiare per la verità, osando opporsi in modo organizzato all'ingiustizia e alla violenza organizzata ovunque essa sia -: il corpo sociale non potrà che rimanere sostanzialmente fermo, infetto.

- * Danilo Dolci, Chi gioca solo e chi no : ricerca sociale ed azione democratica in sicilia 1952-1968 - Edizioni Einaudi

---A proposito Bioando....non c' è nessun bisogno di .." modificare la Costituzione"...di inventare " varie riforme.costituzionali..." ....di nuove diavolerie di capi gruppo o di .....economiche finanziarie ..di sviluppo...in cerca di impossibili nuovi mercati Asiatici o Africani...investendo altrove...quello che si dovrebbe investire da noi, in casa nostra..

Stiamo con i piedi per terra. ...

Cacciamo via questi vari ignobili cialtroni...questi " falsi industriali " che ci avvelenano con i loro prodotti fasulli , artefatti, indigeribili, senza gusto, senza vitamine, senza proteine...costosissimi....,facciamoli sparire dal mercato...basta non comperare...e se ne vanno via...i loro scaffali si svuotano per sempre...

Torniamo alla semplicità .. dei cicli naturali...senza guardare il " Meteo"...che ci angoscia.....che ci rende ansiosi, gli uni contro gli altri, in perenne bisticcio, .lasciamo in pace il PIL....sviluppiamo e curiamo il " Territorio".....il " Paesaggio" ....ovunque e comunque...con la saggezza dei nostri padri...dei nostri nonni..della nostra bella intelligente umana gente sana..che da secoli suda e lavora la terra e rispetta il mare..gli alberi, le acque...i fiumi...

Gente antica con le mani callose e lo sguardo pulito, gli occhi chiari onesti..aperti che non mentono.....Occhi e mani che ha creato il paradiso in terra che si chiama Italia...oggi deturpato e ridotto a transito di una umanità sofferente ......

Amiamo la nostra terra ovunque dal nord al sud... lungo le coste..sui monti e sulle colline..luoghi mitici di Santi e Predicatori...di Poeti e Pittori e Musicisti eccelsi ....che molti ci invidiano..

Rispettiamo il nostro mare paradisiaco ben protetto, .ricco di ogni ben di Dio...le nostre montagne.i vulcani...le isole.... i nostri boschi...i laghi ed i fiumi...che ci offrono il sano prodotto di centinaia di aziende oneste che producono ogni ben di Dio....
Diamo vita all biodiversità....di migliaia di piante oggi sconosciute ed abbandonate... soppiantate da ogni schifezza chimica e dagli invadenti OGM...

Piante naturali... che producono immensi benefici e ci permettono di nutrire i nostri figli in modo corretto...e di invecchiare senza soffrire di tanti mali...e gravi malattie..mortali...
Spazziamo via questi disonesti che con i loro Super mercati offendono il Gusto...il Buon senso antico del buon profumo del pane fatto in casa..e ci riducono con il portafoglio vuoto....

Siamo tutti preda di Aziende moderne che debbon dare profitto...che debbono dare denaro a chi investe...
Aziende che ci torturano con le loro immonde offerte...ci turlupinano giorno dopo giorno..con le loro false " azioni commerciali".con sconti e riduzioni di miserabili centesimi....tessere e carte......tutta roba fatta per il solo.... Dio Denaro....che ci avvelenano piano piano ...

.basta non votarli e non comperare i loro dannati prodotti...

---Sarà l'ultima volta e me lo auguro, che buttiamo al vento una marea di euro per eleggere il nostro 12esimo Presidente al Quirinale? Che follia! Nemmmeno i Faraoni riuscivano a far spendere tanto denaro pubblico per la loro incoronazione, ai loro servi.
Se i dati economici italiani segnano rapido deterioramento, con una spesa pubblica che ci trascina inesorabilmente verso la crisi greca, perchè si continua con tanta pomposa messa in scena? Il Presidente Mattarella vorrà finalmente intervenire per ridurre le spese del Quirinale? Ieri 1009 grandi elettori hanno salutato , battendo le mani per 42 minuti, la sua elezione; oggi ci sono milioni di italiani che battono i denti per il freddo polare, chiusi in casa per la neve, i mari in tempesta, affamati e senza lavoro.
Dal 2015 vogliamo essere coerenti e seri o vogliamo continuare lungo la strada del giuoco al massacro?

Il Direttore della Camera di Commercio Italiana per la Svizzera , Giangi Cretti, scrive * :"....Entriamo nel 2015 con la consapevolezza che nuotiamo nel bel mezzo di una "società liquida" , che , in quanto tale, non fornisce nessun solido riferimento, dove la sola ancora di salvezza, consiste nella capacità di galleggiare......

Ce lo racconta l'ultimo rapporto Censis : il numero 48 che descrive un Paese atomizzato, insicuro, individualsta, autoreferenziale e un po' cinico.
Rannicchiato nel grigiore infinito dell'incertezza, passivo mentre "stiamo dissipando il capitale ummano e corrodendola stabilità del ceto medio".
Quello stesso che ha rappresentato per decenni il fondamento del nostro benessere e cardine di tenuta sociale.Stessa sorte tocca a quello culturale: inteso come patrimonio, ma anche come sistema di valori...
Da una parte ci si adagia su antiche mediocrità ad una vita "in orizzontale" , dall'altra " si fugge in avanti moltiplicando incentivi, riforme e manovre volte a spezzare l'inerzia del corpo sociale" e "a recuperare credibilità peso a livello europeo". Si preferisce vivere ancorati alle vecchie idee. Aumenta la competizione selvaggia, che alimenta il nostro gene egoista. Aumenta l'economia in nero, con un sommerso superiore al 21 % del PIL.
Si continua a ragionare male ed ad agire peggio. Due modi di vedere le cose , secondo il Censis, che certo non si integrano fra loro.

A fronte di una " sconcertante rassegnazione collettiva" fa riscontro "un'affannnosa moltipicazione dei tentativi per sfuggire ad essa" da cui risulta" una società sempre piu' informe".

In sintesi: il Rapporto Censis contiene un accorato appello alla politica che deve essere " arte della guida" e " non coazione di comando", riappropriandosi della sua fiunzione di promotore dell'interesse collettivo, in grado di riproporsi come soggetto generale dello sviluppo."
Basterà aver eletto Presidente Sergio Mattarella per tornare a sperare?

Ma c'è di peggio: continua la fuga dall'Italia. Si salvi chi puo'!
Anche il capitale umano resta" in- agito", sembra non interessi a nessuno la sua crescita. Mussolini voleva che le madri italiane facessero sempre piu' figli. Oggi Renzi spera il contrario.Mira ad un pesante calo delle nascite. Quale benedizione, dal Cielo! Non ci saranno piu' disoccupati.
Se calano anche i pensionati dello Stato, magari crepando a ritmo sostenuto grazie al diffondersi di maligne influenze suine, il governo ha tutto da guadagnare con la spesa pensionistica. Che bella cosa il Bilancio dello Stato in ordine: che vengano pure le influenze, le turpi malattie, pur che ci sia un rapido calo dei pensionati ancora in vita.

Anche per questi motivi, da una parte ci sono i cittadini stranieri che lasciano l'Italia + 14,2% sul 2013, dall'altra 82.000 cittadini italiani sono arrivati in Svizzera in cerca di un reddito e di occupazione, con un + 20,7% sul 2013.
Sono recentemente emigrati nel Regno Unito 13 mila italiani, in Germania 11.000, Svizzera 10.000, Francia 8.000, Stati Uniti 5.000.

* Fonte: " La Rivista" edizioni Camera di Commercio Italiana per la Svizzera pag.1 e 6 -
Anno 106 - Gennaio 2015.

---Caro Bartolino,
ho incontrato ieri sul treno Milano - Zurigo -per puro caso,dopo tanti anni- il professore Giulio Maria Chiodi,  un mio caro amico di Università, viaggiatore instancabile come altrettanto insaziabile ricercatore,  che è stato, tra l'altro, ordinario e direttore presso l'Istituto Universitario di Messina, e presso l'ateneo Federiciano di Napoli.

 Il Professor Giulio Maria Chiodi che insegna " Scienze della Formazione", presso l'Universitä degli Studi Suor Orsola Benincasa, stava andando a Locarno per un Convegno di studi.

Ovviamente gli ho subito parlato della tua Redazione di Lipari del Notiziario delle Eolie online, come  del tuo impegno  a tutto campo per la promozione  storica e culturale, la difesa del territorio e del paesaggio,  e non ultimo,  per lo sviluppo occupazionale ed economico dell'arcipelago.

Visto l'interesse del Professor Chiodi per gli studi sul " Mito", ed in particolare su " il Simbolo Politico", ( vedi: www.simbolopolitico.it) , gli ho rammentato che- anche ultimamente -  la tua redazione  ha dato ampio risalto alle molteplici attività  del Centro Studi di Lipari, in un dettagliato reportage del presidente Antonino Saltalamacchia: vedi " Lipari&Centro Studi.La Relazione dell'attività 2014.

Sono particolarmente contento, quanto onorato,  di avere incontrato il mio amico di studi Giulio Maria Chiodi. Basta ed avanza ricordare i suoi innumerevoli impegni e saggi  e la  vasta bibliografia.

Nello stesso tempo sarei felice se  il Professor Chiodi potesse contribuire allo sviluppo delle attività culturali di Lipari e delle Eolie.

Per ogni altra informazione. :

giuliomaria.chiodi@libero.it
giuliomaria.chiodi@uninsubria.it

Con i miei migliori auguri!!!

--Il Natale non butta bene, anzi .... e l'inverno è lungo. Aspetta e spera..la Befana di Renzi è di certo....carica di nuovi guai, di tasse, di miseria, di tanti cani bastonati..... e di tante promesse sballate........
C'è chi aspetta e spera e c'è chi non ne puo' piu' di questa Italia rabberciata, sconquassata, rozza, maleducata ed incivile persino con i cani.
Non è colpa di Renzi......se la baracca va sempre piu' sottoacqua ...se ci sono tanti, troppi ignoranti in giro ...gente pericolosa .....la colpa è di quell'italiano medio, diffuso ovunque...ottuso, privo di idee, ipocrita che vive di doppi sensi..che si esalta di stupidaggini....di cose futili...italiano a cui piace non sapere...rimanere ignorante..disprezza il " diverso" ...non conosce le lingue..lo si incontra ovunque sui treni...anche in seconda classe...

Molti italiani in Germania..sanno poco o nulla di noi in Italia. Noi ne sappiamo ancora meno di loro se poi a nostra volta.. andiamo fuori.

A Natale molti treni che provengono da Berlino e che vanno al sud sono carichi di italiani, povera gente che torna in Italia.
C'è un flusso di persone in andata e ritorno-Nord Sud- che dal punto di vista " politico".... di elettorato " attivo"..non è né carne e nè pesce. Per chi votano? Per Renzi?
Non leggono e non ragionano. Semplicemente: non sanno. Sono gli " emigrati" sparsi ovunque.......Non sanno parlare bene e nemmeno esprimersi..... in tedesco, spesso lo storpiano... e non ricordano piu' l'italiano e tanto meno i verbi al congiuntivo....

La Befana di Renzi...non si cura della nostra lingua.
Il governo Renzi per primo.... la disprezza.
Lui parla in un certo " italiano"....in maniera del tutto " sua" ...fantasiosa, tutta inni, incoerenti e fasulli. Ricorda tanto il passato " regime".... Quello della retorica ..delle false promesse...Il suo italiano sembra malcotto alla griglia... alla " fiorentina", sobbalza... sfregola ...è unto....è salato...non mi piace....non cotto...indigeribile..
Con Renzi.... la lingua italiana perde ogni solennità ...diventa un flusso di parole irregolari, fiume di ripetizioni, senza punti di riferimento.. La sua lingua è come aria sprecata al vento..favoleggiando di mondi lontanissimi..irragiungibili.
Spesso Renzi...priva di senso cio che dice. Sa di mentire e mente. Sa di essere insicuro di ogni parola, quindi la contorce come fil di ferro..la rende falsa..la rovina.
Il suo italiano è una farsa. Un cantico di sciocchezze.. Le lingue sono un patrimonio civile di tutti. Sono la nostra comune civiltà. Sono una cosa seria..

Per la Befana si sentono ogni giorno delle statistiche abberranti. Addirittura si parla di Berlusconi al 20% in corsa per il Quirinale! Accidenti!
Non ci sono limiti alla Befana Italiana.
Che sacco pieno di carbone ci sta buttando addosso.
Attenti !!!! Fuggiamo via da questa Italia..... altrimenti saremo sepolti sotto tanta nuova miseria.
Buona Befana a tutti.....

---Recentemente Renzi, Presidente del Consiglio Italiano, con la Mogherini ha incontrato in Turchia il presidente Tayyip Erdogan, che si propugna essere la nuova "La spada dell'Islam".
Per Erdogan essere "donna", in Turchia, significa essere relegata a ruoli " diversi" dall' uomo ( sic) .
Convinto di avere sempre ragione, anche contro ogni verità storica, Erdogan ha altresi affermato, sempre alla presenza di Renzi , che l'America è stata scoperta da marinai islamici ( sic) tre secoli prima di Cristoforo Colombo, molto prima del 1492 ( sic).
Sembra che Renzi non abbia battuto ciglio, anzi gli abbia sorriso con deferenza, ingoiato il boccone amaro, preoccupato di salvaguardare interessi commerciali a noi ancora ignoti.

E' noto che Tayyip Erdogan non ama essere contrariato.
Blocca ogni dissenso, impedisce ogni libera voce, non vuole sentire opinioni contrarie alla sua.....
La democrazia in Turchia è sotto il suo tallone. Chi non si piega alla sua volontà finisce in catene. Molti giornalisti, scrittori e liberi pensatori che la pensano diversamente sono finiti in carcere.
Alcune fortunate aziende Italiane "lavorano" in Turchia. Producono per il regime di Erdogan. Creano ricchezza in Turchia, per i mussulmani del governo Erdogan.

Sta nascendo un secondo ponte sul Bosforo, grazie alle Aziende Italiane, che operano in Turchia.
Renzi recentemente si è scagliato - dopo lo scandalo che ha coivolto quell' enorme giro di affari " in nero", che nasce e si sviluppa grazie a Milano capitale di Expo 2015 e che va dritto dritto nel cuore del governo Renzi...fin dentro i Palazzi di Roma Capitale - urlando:
"puniremo con tutta la nostra forza ogni irregolarità, chi ha sbagliato pagherà, saremo durissimi e inflessibili anche per chi ha sbagliato( rubato) del partito democratico." ( sic) .

Sembra che in Turchia, al contrario dell'Italia, non ci sia mai stato un giro di tangenti, di profitti illeciti, di denaro in " nero" ...tantomeno imbrogli e mazzette. Gli appalti del governo per ogni tipo di costruzioni / servizi in Turchia, sotto il giusto, illuminato pugno di ferro di Erdogan, sono tutti "mussulmani correct".

---Caro Direttore, siamo a fine anno, un anno di patimenti, di miseria. Oggi, 12 dicembre c'è lo sciopero generale. Tutto fermo. Cresce la protesta. La gente ha fame...sta male.
A che punto siamo con le " riforme"del Governo Renzi? A fine anno 2014 ..ci sono delle cose che funziano? Abbiamo imboccato la strada giusta?
Dopo anni di rapaci governi mafiosi, di politici truffatori, di collassi bancari, di inganni, ... come stiamo a Giustizia Fiscale?
Siamo piu' felici di prima? Possiamo mandare a scuola i nostri figli e nipoti? Ci sono maestri adatti? Ci sono giudici illuminati? Ci sono politici onesti?
Funzionano i trasporti? Siamo ancora un paese democratico? Possiamo ancora esprimere il nostro parere? Possiamo stare sicuri in casa e per strada? Le tasse le pagano tutti?
Per chi non vive in Italia è assai difficile capire cio' che accade. Personalmente non vedo nulla di nuovo ..di buono con Renzi. Siamo finiti in un baratro ed il governo fa finta di niente. In giro c'è tanta conflittualità e miseria.

Le promesse di Renzi e.... la nuda realtà..

-Sblocca Italia....... "La Zattera della Medusa"..
- Gli 80 euro........ un boccone avvelenato
- Riforma del Senato e del Titolo V: ......"Da qui all'eternità"
- Legge Elettorale:............ Una congiura mafiosa
- Jobs Act..........................Il tumulto dei Ciompi
- La delega fiscale. .......Un grosso imbroglio
- Spending Review........Il Sacco di Roma
- Riforma della giustizia.... Odissea nello Spazio
-La Riforma della Pubblica Amministrazione.... la Tomba di Sisifo

---Burini e tangentari!
E' scoppiata la grana di Roma tutta mafiosa. Aprendo la Tv spunta, attorniato da un nugolo di fotografi, il sindaco di Roma ..ovvero Marino che pedala soddisfatto tra la folla dei suoi fans.
Non ha nulla da fare oggi in ufficio?
Che bella faccia tosta, la sua! Subito dopo sento tuonare il nostro presidente del Consiglio, in maglione rosso, tutto incazzato..." non lasceremo Roma in mano ai ladri?
" Gli scandali non oscurino gli onesti"! ( sic).

Possibile che nemmeno il Presidente del Consiglio non sia informato? E se non fosse a conoscenza di cio che accadeva sotto il suo naso, nella città Capitale d'Italia?
Mai sentito parlare di alti protettori, di illustri lobbisti, di potente mafia che sfrutta i derelitti?Della cricca che si spartisce Denaro e Potere?
Non legge i giornali? Non ha mai aperto la Tv?
Subito dopo scoppia un nuovo scandalo : piccato ...con dentino avvelenato il Sindaco di Amatrice, risponde per le rime a Renzi, incauto Presidente del Consiglio.. Il nome Amatrice non si tocca. Nemmeno per scherzo. "Cave canem"......Renzi.
Amatrice è nobile comune italiano non è da confondersi con altri comuni limitrofi che ospitano "tangentari all'amatriciana"....detto da Renzi

Ma che anima candida il Sindaco di Roma! Sembra che a lui gli scandali giovino, facciano crescere il consenso popolare dei Romani..sti burini...
Il colossale buco di bilancio della Città Eterna, con tutta la corruzione che la pervade ovunque fin nelle sue invivibili, fatiscenti periferie, non lo tocca per niente.
Anzi lo rende forse piu' democratico, simpatico e credibile?

Per una migliore informazioni è da leggere : ( Alberto Moravia- Il profeta indifferente- di Maria Grazia di Mario)

In estrema sintesi una bella definizione di Roma:
" Roma è la vera capitale di questa orrenda , piccola borghesia, senza tradizioni, nè ambizioni, nè morale, nè rispetto umano"
( Alberto Moravia)

---Verso un Natale di pace...

L'Italia ama circondarsi di ecomostri, ne nascono a dozzine.
Se salta in aria l'ecomostro di Sorrento, orrenda visione che ha ridotto a pattumiera le nostre fantastiche coste, brutalizzato il paesaggio, eccone spuntare subito altri..
E' affascinante vederne tanti in poco tempo.
Uno spettacolo mai visto prima. Tutta la tv ne parla, si stappano bottiglie di champagne, ci si complimenta, si festeggia l'avvenimento. Siamo bravi, gli ecomostri affascinano.
l'Isola del Giglio stuprata dal relitto della Costa Concordia vuole giustizia, Stacchino innocentemente ...non ha fatto affogare nessuno..anzi lui voleva salvare il salvabile...ha ha fatto solo.... una " stupidata". ll " Mose" sulla laguna di Venezia non sembra fermi l'acqua alta.
Tra gennaio e novembre 2014 sono andati in fumo 700.000 posti di lavoro nella totale ignavia di sullodati superministri e con tanto di plurilaurea e master in finanza internazionale.

Il canale di Sicilia è stato ridotto ad un enorme cimitero. Il Presidente della Repubblica vigila sulle bambinate di Renzi. La polizia spara sulla folla di protestanti lacrimogini tossici come in Ucraina, ma non si capisce cosa diavolo ci stia fare il Ministro dell'Interno.

Evviva: vogliamo farci ancora piu' male del male...ecco in arrivo l'EXPO 2015 tutta la Lombardia è in festa.. malgrado un forte puzzo di maxi tangenti.
Fatto un buco se ne fa subito un altro, con tutto il territorio tappezzato di discariche abusive.
Siamo un enorme bunker di cemento....senza criterio...su cui sorgono almeno 258.000 case abusive, con un giro di affari in nero di circa 18,3 miliardi di euro.

"Avanti popolo alla riscossa" ...Siamo a cavallo il governo reagisce, l'Italia non ha bisogno di lezioni dal'Europa...siamo fuori dalla crisi :

A- Ordinanze di demolizione case abusive : 46.760 - B - Demolizioni effettuate: 4.956
rapporto tra A/B: 10,6%.. ( Fonte Legambiente 2014 )

---Caro Direttore, con l'aria che tira ...di "classici messaggi di fine anno"...noi anziani metalmeccanici pensionati non ne sentiamo la necessità. Ne facciamo volentieri a meno.
Basta e avanza quello che arriva dalla Tv.

Continue risse per le vie di Milano per poter avere un tetto sulla testa.
C'è chi sfratta e chi è sfrattato.
C'è tanta povertà. Si vedono tante facce sciupate, disilluse, rabbiose. C'è tanta poca voglia di ascoltare " messaggi". Ci sono continue cariche di manganellate. Piovono a destra e ....a manca.. tanti poveri poliziotti non ne possono piu' .... ..la gente non sa se e dove potrà andare a dormire.

Le strade anche in centro...sono ancora tutte piene di fango. I fiumi hanno rotto gli argini...C'è gente che urla, che sciopera.
L'acqua continua ad uscire dai tombini intasati da decenni di incuria. La metropolitana è ferma....allagata.
Prima esisteva un intero territorio fertile.
Vogliono costruirci il mastodontico Milano EXPO-2015, oggi tutto è fermo .. pieno zeppo d'acqua.
Sono le escrescenze maligne della Enorme Piovra della Burocrazia. Crescono e si moltiplicano i Palazzoni del Potere , nidi di malvage sentenze: non è stato il cancro ad uccidere tremila lavoratori italiani che hanno assorbito nei loro polmoni le sottili velenose fibre di Eternit. Non è successo nulla. I morti oggi riposano in pace, ingiustizia è fatta..
Ma il Male non si ferma.
Aumenta spaventosamente il Debito Pubblico, dopo la tragedia della ennesima alluvione miliardaria. Dove stiamo andando?
E con l'odiosa pressione fiscale, contro ogni legge costituzionale, il Palazzo ha permesso e concesso al Governo di dar vita ad ogni iniquità ,colpendo le popolazioni piu' povere, i bisogni essenziali di milioni di persone bisognose.
Sono cresciuti gli indigenti, i poveri, i diseredati. Intoccabile la Casta. Intoccabili i patrimoni protetti , legalmente esenti da ogni tassa. Si è altrettanto permesso alla criminalità di poter disporre di sempre maggior potenziale usando la corruzione ad ogni livello. La società democratica si è liquefatta: il gioco, la truffa , l'immoralità, l'invidia, la superbia, il predominio, l'odio, la menzogna..e la volgarità hanno oggi...il predominio sul Bene.

Volgare è non interessarsi alla gente che soffre e far.... finta che tutto vada bene.
Volgare è falsare la Verità.
Volgare è mentire al popolo. Anche a fine anno.

---Caro Direttore, poderosi, modernissimi jet supersonici stanno portando comodamente a casa dalla lontana Australia i Vertici della terra: nel bene e nel male, l'incommensurabile vuoto politico di cui reggono le ambigue sorti, assieme ai destini del nostro mondo, rimangono senza risposta.
Dopo confusi tentativi di possibili quanto ambigui se non paradossali abboccamenti, rimane la certezza delle loro inutili presenze, consci della loro globale inefficienza.
Specchiandosi e pireottando nel vuoto apparire delle effimere quanto graziose nullità di cui sanno fare abile sfoggio, sono riusciti a rendere ingovernabilile il perenne conflitto delle loro ipocrite ritorsioni.
Ovunque la terra sanguina, negli odi piu profondi, siamo immersi nel dolore.
Sconvolta ogni forma di vita, si spala con le mani nude il fango dell'insipienza concepita nelle sedi di partito, e poi... divenuta solenne... spocchiosa... realtà amministrativa, fonte di immense perversioni.

Una burocrazia malata, felicemente ignorante, dotata di immensa superbia ha deliberatamente progettato e deliberato di bloccare il regolare deflusso dei fiumi.
Ha costruito orrendi edifici, contro ogni regola, speculato su ogni metro quadrato, permesso ogni abuso, venduto la propria anima. Il suo motto preferito : "Occore fare cassa".
In realtà, tolta la benda dagli occhi, viviamo in una società dove la perversione amministrativa e fiscale è la Regola Prima , figlia primogenita di oscene congiunzioni carnali. Sono anni che stiamo subendo gli errori delle peggiori amministrazioni.
Sono costoro, con la loro autorizzazioni, che hanno fatto crollare non solo le colline, ma pure ponti, case, muri, cimiteri, strade e ferrovie, ovunque costruiti male, senza criterio. Sono loro che hanno portato la morte in molte famiglie. Ovunque, ad ogni pioggia, dalle otturate discariche.... traboccano tonnellate di liquami velenosi di coartati fiumi , imprigionati dalla cementata demenza della peggiore amministrazione.

Ovunque le precluse viscide acque in cerca di sfogo...allagano fertili campi , invadono ogni abitazione, scardinano il cemento armato, uccidono ogni forma vivente,lungo le scorticate spiagge sommmerse, dissacrate, sterili, scandalosa metamorfosi dell'Italia tutta.
Intere regioni senza vita, in piena recessione, con fiumi e laghi, sono immerse nel fango. Ruggiscono i violenti fiumi che travolgono argini falsamente robusti.
La storia delle nostre genti è stata sistematicamente distrutta.Siamo soffocati dalle peggiori falsificazioni politiche di pessimi amministratori.
Nell'abbandono del maestoso avito territorio, tradite le aspettative, ignobilmente privati di ogni cura, trionfano i malvagi Cavalieri dell'Apocalisse. L'intero territorio metropolitano di Milano sta subendo l' orrendo profluvio di inimmaginabili storture di moderne oscenità architettoniche destinate al colossale fallimento economico-finanziario di Expo 2015.

Aumentano le fila dei diseredati, dei profughi, dei senza lavoro e dei senza tetto . Cresce la protesta civile. Si smantellano storiche fabbriche, si cedono aziende, brevetti e know-how. Si liquida l'intero patrimonio storico.
Le Tv ci bombardano di pessime notizie. Si scandagliano i cieli, nell'ansia di governare il giorno dopo.....Il governo tace.
I migliori meteorologhi internazionali sono riversi ...al nostro capezzale nel moribondo tentativo di placare gli insulti della irriconoscibile Rosa dei Venti.

---" Hallo World"!....qui cometa 67P/ Churyumov-Gerasimenko....parlate Terra....vi sentiamo...

Oggi 12 novembre 2014 , dal freddo, inospitale buio del cosmo è arrivato sulla terra uno straordinario segnale elettronico: la sonda "Rosetta" lanciata 10 anni fa il 2 marzo 2004 è perfettamente riuscita a raggiungere la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, percorrendo 6 miliardi e mezzo di chilometri.

Per oltre 31 mesi l'intero sistema in orbita era stato ibernato e non aveva trasmesso segnali.

Spettacoloso quanto assai rischioso l'aggancio finale sulla cometa quando il minuscolo " ragno" meccanico "Philae" - costato almeno 1 miliardo di euro- si è sganciato da Rosetta, arpionando l'inospitale crosta ghiacciata: un glaciale cavernoso masso vagante che da oltre 4 miliardi di anni sfreccia indisturbato tra le immensità inesplorate degli spazi cosmici.
Tutto cio' è stato possibile grazie all'impegno caparbio di numerosi scienziati dell'Agenzia Spaziale Europea, tra cui il capo progetto Paolo Ferri, assistito da Andrea Accomazzo, Stefano Mottola e dalla planetologa Angela Coradini, cui si deve la fondamentale scoperta dello spettrometro Virtis.

Si potrà finalmente far luce su molti segreti del nostro sistema solare? Si apriranno nuove possibili vie alla sua conoscenza? Da dove arrivano i raggi cosmici, e da che cosa sono prodotti? Come è nato l'Universo? Quale è l'origine della nostra vita ? Quali sono i limiti nostri e del Cosmo? Ci sono altri mondi?

Per captare sulla terra il messaggio inviato da "Philae" sono stati necessari 28 minuti e 34 secondi. Si apre una nuova era per il progresso scientifico dell'intera umanità: uno straordinario segnale cosmico che arriva sulla terra da una distanza di oltre 511 milioni di chilometri.

Tutta l'operazione" Rosetta" è impressionante : oggi abbiamo raggiunto un punto di esplorazione sull'universo , oltre ogni limite immaginario.
Per la prima volta della storia umana il centro ASE di Darmastadt è riuscito a ricevere messaggi da una distanza siderale. Non solo. Da oggi inizia una nuova era per la ricerca scientifica e sul destino finale del pianeta terra.

----                           "Caro amico ti scrivo... "

E domani si ricomincia....In Tv, è noto, chi conduce è spesso un tantino ipocrita prima , dopo e durante.

Ieri sera 23 ottobre 2014, Michele Santoro con il suo " Servizio Pubblico" avrebbe fatto la pace con Marco Travaglio, dopo la violenta lite di giovedì scorso, o no ? Non sono stati amici per la pelle? Travaglio non ha forse dato un contributo essenziale, di straordinaria efficacia, di ottimo giornalismo, facendo crescere a dismisura lo "share" di " Servizio Pubblico" e di Santoro ?

Che cosa è servito litigarci? Santoro cosa stava macchinando ? Ieri sera, c'era molta attesa per il ritorno in scena di Marco Travaglio. Sarebbe intervenuto? Per puro opportunismo? Per ragioni di politichese televisivo, a salvaguardia di interessi privati, di pura immagine ovvero di contratto? Finalmente svelato il segreto di Pulcinella. Ecco , arriva in scena ...Marco Travaglio.

Michele Santoro, non ha steso il tappeto rosso... ha pensato che fosse opportuno " rifare il verso alla storia"...un racconto alla " Bignami" ...riassunto strapazzato...leggermente stonato, magari immaginando che bastasse imitare, male, Lucio Dalla , come se non fosse successo niente, giovedi scorso. Una spruzzata di deodorante su tanto cattivo odore ?   Santoro ricorda il tempo che fù.... stende un velo pietoso sulla vicenda di sette giorni fa.. musicalmente rimettendo i cocci rotti al loro posto? Come tutti gli imbonitori di cui la TV fabbrica a getto continuo i peggiori prodotti, ha voluto declamare, sardonicamente, sottotono .... un suo pur mesto " mea Culpa.....mea maxima culpa"?

La Tv insegna la menzogna.. mentre noi spettatori come tanti i polli che girano allo spiedo .: "Con la collaborazione con Travaglio ho cercato di porre fine, facendo di Marco la mia bandiere, al più spudorato dei conflitto d'interessi, quello di Berlusconi. Travaglio è per me qualcuno che rappresenta la libertà di pensiero e con lui ho seguito sempre una regola, 'non c'è nulla di cui non si può parlare nelle mie trasmissioni' . Così Santoro.

Con le note di   "Caro amico ti scrivo così mi distraggo un pò", Santoro intenderebbe curare le ferite di Genova? Salvare la faccia, la sua, con gli spettatori? Magari non riacutizzare le latenti tensioni anche con il Presidente Burlando?

C'era bisogno di scomodare   Dalla ? Michele Santoro: "Ho conosciuto Marco Travaglio tanti anni fa quando, da juventino, faceva un'inchiesta su Luciano Moggi, plurimilionario manager, capoccia onnipotente , all'alba dell'immenso scandalo di calciopoli. Mi sono reso conto che era una giornalista di razza e gli offrii una collaborazione che lui rifiutò per un contratto a Repubblica".

E ancora Santoro, perfetto imbonitore , sempre sulle note di Lucio Dalla rispolvera i vecchi temi anti- ex Cav. Berlusconi per elogiare ancora una volta Travaglio: "Con Marco ci siamo rivisti qualche anno dopo che lui aveva presentato l'Odore dei soldi, un libro inchiesta contro Berlusconi. Ci siamo riavvicinati dopo l'editto bulgaro che fece fuori dalla Rai me, Luttazzi ed Enzo Biagi. Gli chiesi subito di collaborare con me". E nonostante quello che sia successo, credo che 20 anni fa non ho fatto un errore nel credere in Marco".

 

eolcalandra.jpg