Eventi e Comunicazioni

agevolazioni_bonus_pubblicità_2024.jpg

"Con il Notiziario delle Eolie Bonus pubblicità con credito d'imposta al 75%" 

Dettagli...

65922296_2291573827726637_930973855495749632_n.jpg

b9c6aea9-eae6-41e4-9771-bd3a81211750.jpg

764ab44d-69f4-4f1f-be21-72f335335a33.jpg

ULTIME NOTIZIE. Si è appena appresa la notizia del decesso di una persona. Si tratta di un turista milazzese di 35 anni, che era in compagnia di un giapponese e un brasiliano rimasto ferito. Si trovavano in escursione sul lato Ginostra in località Punta Corvo, un luogo molto panoramico. Ancora non chiare le cause del decesso. Ultimate le operazioni di recupero, lo sfortunato con la motovedetta raggiungerà Milazzo e su disposizione della procura della Repubblica di Barcellona sarà eseguita l'autopsia. 2 Canadair sul posto hanno quasi domato l'incendio. 70 persone dagli aliscafi della Liberty Lines sono state trasportate a Lipari e ospitati negli alberghi. Una famiglia Toscana arrivata a Milazzo è stata ospitata in albergo dalla Liberty Lines. Commenta il dirigente Nunzio Formica: "Sono scappati da Ginostra senza niente...". 

Nell'isola eoliana mobilitate tutte le autorità: carabinieri, guardia costiera, vigili del fuoco, Croce Rossa, medici, volontari Ingv e Protezione civile. In zona anche le motovedette delle forze dell'ordine.

Due equipaggi della Guardia Costiera Ausiliaria operativi da Lipari hanno trasportato i Vigili del Fuoco su Stromboli e stazionano in loco per eventuali avacuazioni.

massimo,P20imbesi_04012227.jpg.pagespeed.ce.H7pvLzqkIe.jpg

La vittima: Massimo Imbesi di 35 anni, milazzese e abituale frequentatore di Stromboli. Deceduto a Ginostra in località Punta Corvo. Ironia della sorte era l'uomo che parlava agli uccelli come si vede nella foto. 

IMG_3931.jpg

L'intervista al sindaco Marco Giorgianni che ha emesso l'ordinanza per vietare in questa fase le escursioni sul vulcano. A Stromboli per dare sicurezza ai cittadini per tutta la notte rimarrà la nave della Ngi, mentre motovedette delle forze dell'ordine vigileranno su Ginostra. 

VIDEO DEL SERVIZI DEI TG

Bartolino Leone era in diretta

CORRIERE.IT

Trema Stromboli, esplosioni dal cratere: escursionista muore, un altro è ferito. Turisti in mare Video Foto

REGIONE SICILIA: STROMBOLI; MUSUMECI, RABBIA E DOLORE PER MORTE ESCURSIONISTA

"Rabbia e dolore" per la morte del giovane escursionista sull'Isola di Stromboli viene espressa dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. "Ho sentito telefonicamente il sindaco di Lipari - dice il governatore - e sono in stretto contatto con il capo della nostra Protezione civile,
che mi aggiorna costantemente sull'evolversi della situazione, che adesso sembra sotto controllo. Alla famiglia del ragazzo deceduto sul vulcano - conclude - va il cordoglio del governo regionale, ai feriti l'augurio di una pronta guarigione".

 

Fonti di Palazzo Chigi hanno reso noto che il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte è costantemente aggiornato sulla situazione ed è in contatto con i vertici della Protezione civile. Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha twittato: "Vicini ora per ora ai cittadini di Stromboli, lavoro e preghiera".

La nota del sindaco Giorgianni

In riferimento all’eruzione di questo pomeriggio avvenuta a Stromboli, il Sindaco Marco Giorgianni comunica che, se pur trattandosi di un fenomeno di intensità più elevata rispetto alla normale attività del Vulcano, essa non ha prodotto conseguenze negative immediate a livello di maremoto o danni ingenti a cose e persone.
Si è attivato immediatamente al Comune il Centro operativo ed immediatamente sono state allertate Prefettura e Protezione Civile.
A Ginostra, dove la caduta di lapilli ha causato alcuni incendi, stanno operando il personale dei Vigili del Fuoco, della Guardia Forestale, della Guardia Costiera e dei Carabinieri. Sul posto anche la Protezione Civile Comunale. 
Sono state sentite le Guardie Mediche e non si registrano feriti né a Stromboli né a Ginostra.
Pur non rilevandosi la necessità di evacuazione, comprendendo la paura e lo stato di agitazione dei presenti, sono stati dirottati e messi a disposizione alcuni aliscafi per quanti volontariamente hanno preferito lasciare l’isola e raggiungere Lipari.

---Grosso incendio a Ginostra. 30 isolanti e turisti evacuati con l'aliscafo della Liberty Lines. Altro mezzo in arrivo che ha inviato un 2° mezzo.

IL SINDACO MARCO GIORGIANNI: Non c’è alcun ordine di evacuazione, solo esplosione più grossa che ha provocato incendi su Ginostra,solo panico ma arrivati tutti i soccorsi, abbiamo mandato due aliscafi solo per chi vuole lasciare l’isola ma nessun allarmismo solo fumo tutto sotto controllo i canadair stanno andando a spegnere incendio ma nelle prossime ore potrebbero essere emesse delle ordinanze particolari.

IL SINDACO DI SANTA MARINA DOMENICO ARABIA: Emergenza Stromboli: al momento non c’è pericolo per onde anomale o tsunami. In via precauzionale sono state fatte sgomberare anche le spiagge dell’isola di Salina e si raccomanda di non accedervi fino a questa sera. Vi prego di attenervi alle indicazioni fornite da Carabinieri ,Vigili Urbani,Guardia Costiera,Guardie della Riserva

IL COMUNICATO DELL'INGV

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che le reti di monitoraggio hanno registrato alle ore 17:16 (15:16 UTC), una esplosione di forte intensità.
A partire dalle ore 14:46:10 UTC, si è verificata un parossisma che ha interessato l’area centro- meridionale della terrazza craterica dello Stromboli. In particolare, sono stati distinti due eventi esplosivi principali rispettivamente alle 14:46:10 e alle 14:46:40 UTC. La sequenza è stata preceduta alle 14:44: UTC da trabocchi lavici da tutte le bocche attive della terrazza craterica. Personale INGV in campo ha osservato una colonna eruttiva che si è innalzata per almeno 2 km di altezza al di sopra della area sommitale disperdendosi in direzione sud-ovest. I prodotti generati dal parossisma sono ricaduti lungo i fianchi del vulcano. Il fenomeno in questione è anche visibile sul tracciato sismico, il quale mostra oltre alle esplosioni maggiori circa 20 eventi esplosivi minori. Dopo la fase parossistica il segnale del tremore è in diminuzione.

4596468_1726_stromboli_eruzione_diretta_turisti_lapilli_vulcano.jpg

Imponente eruzione del vulcano a Stromboli, nelle isole Eolie. Paura tra i tanti turisti in vacanza sull'isola. Si valuta l'evacuazione. La frazione di Ginostra è in fiamme e si segnalano piogge di lapilli. L'eruzione è stata accompagnata da violente esplosioni.

Una serie di violente esplosioni sono state registrate dal cratere del vulcano Stromboli dall'Ingv di Catania. Due trabocchi di lava scendono dalla Sciara del fuoco. La caduta di lapilli sta provocando degli incendi nella zona dei canneti. Dei turisti per paura si sono lanciati in mare.

L'eruzione è catalogabile tra quelle più gravi, tecnicamente un'eruzione "parossistica", come se ne verificano al massimo 5 o 6 in un secolo.

D-jzOcUWkAA33ia.jpg

5779723f-eed1-4aa1-8fc0-fa9b4b2a626f.jpg

LE TESTIMONIANZE.

Mariangelica di Ginostra: Tranquillizziamo tutti sulle nostre condizioni di salute.
Si è trattato solo di un grande botto che ha comportato l'ascesa di polveri vulcaniche e qualche lapillo incandescente, che ha causato un incendio contenuto.
Ci siamo presi un bello spavento,ma ora tutto ok. Ci sarà da spazzare parecchio.

Rosaria Cincotta: Lo Stromboli ha fatto un grosso botto. Stiamo tutti bene ci sono incendi sparsi per la montagna, ma noi stiamo bene.

Giacinto Giglio: «C'è stata una potente esplosione. Abbiamo sentito un boato, poi si è alzata una colonna di fumo e lapilli incendiari su Ginostra e fiamme sui costoni del vulcano». Sono momenti di paura vissuti da alcuni testimoni a Stromboli, che raccontano di una vera e propria «pioggia di lapilli».
«Vediamo una colonna di fumo nero dal vulcano, abbiamo sentito un boato molto forte, metà dell'isola di Stromboli non si vede», racconta un testimone oculare da Lipari.

Carolina Fragapane: "Prima un boato, poi il fumo e la pioggia di pietre. Erano le 16.46, si stava facendo il bagno a pochi metri dalla Spiaggia lunga di Piscità, una delle più frequentate soprattutto nel periodo estivo, accessibile solo da un passaggio sconnesso e precario a causa dell’erosione da piogge e mareggiate, ma - secondo gli isolani - anche l’unica via di fuga in caso di allarme tsunami come nel dicembre del 2002.

(In quella data si ricorda che si sollevò un’onda anomala alta 20 metri che travolse l'isola per il distacco di due milioni di metri cubi di pietra lavica dal costone della Sciara del fuoco, l’equivalente di un palazzo di 30 piani. Da allora l’isola è costantemente monitorata.)

Gianluca Giuffré: "C'è stata una potente esplosione. Abbiamo sentito un boato, poi si è alzata una colonna di fumo, fiamme sui costoni del vulcano". "Tutte le persone che si trovavano al villaggio, circa un centinaio tra turisti e residenti, si sono barricate in casa e si sono lanciate in mare mentre l'energia elettrica è stata interrotta, forse a causa di un guasto alla centrale. Per il caldo è esplosa una bombola di gas, senza provocare danni o feriti".

VIDEO 

aveden-urso.jpg