luca_chiofalo17072023.png

Il turismo romantico e sostanziale, i numeri, i trasporti, l’indolenza meridionale, la movida, le ordinanze, la qualità, la penetrazione del mercato, l’economia legale, le barche top, il piano porti, le manifestazioni, il porta a porta, migliorare per non peggiorare, aree marine, restare, il lavoro e l’eoliano nato turista, la chiamata e la politica a porte chiuse, il commercio indipendente, il consumatore, gli zoccoli e…

Lipari&Ospedale in agonia, tavolo tecnico con il rettore dell'Università Salvatore Cuzzocrea ma il commissario dell'Asp Alagna non si presenta... "i farmaci oncologici possono viaggiare evitando le sofferenze i disagi e i costi ai malati eoliani..."

20934954_1133384873458635_7760995529881852696_o.jpgdownloadfgt5.jpeg

di Danilo Conti*

In data odierna si è tenuta la riunione del tavolo tecnico convocata dal Magnifico Rettore dell’Università di Messina su richiesta del sottoscritto in qualità di Portavoce del Comitato Amici dell’Ospedale e Presidente del Comitato Eolie 20-30.

Erano presenti oltre al sottoscritto il Rettore dell’Università di Messina, l’amministrazione di Lipari nella figura dell’Assessore Dr.ssa Roccella, il direttore amministrativo del Policlinico Dott.ssa E. Amata, ordinario di oncologia clinica Prof. N. Silvestris, il dirigente del reparto di cardiologia interventistica Dr. A Micari, l’On. De Leo della commissione sanità all’ARS.

ASSENTE SENZA MOTIVAZIONE PERVENUTA

Assente l’ASP di Messina e con grande rammarico non è stato neanche inviato un delegato in rappresentanza.

Rilevata di contro grande ed ampia disponibilità da parte di tutti i presenti per trovare soluzioni condivise per la risoluzione di alcune importanti problematiche che affliggono da anni la sanità eoliana. Si è discusso a lungo di un progetto già sperimentato con successo, che potrebbe essere già pronto a partire.

FAR VIAGGIARE I FARMACI CHEMIOTERAPICI È’ POSSIBILE

Dalla riunione è emerso chiaramente e senza possibilità di smentita che il Farmaco Chemioterapico può viaggiare e raggiungere l'Ospedale di Lipari. Sul punto vi è stata la conferma scientifica e la disponibilità al trasporto. L'ASP sul punto non ha chiarito il motivo dell'impedimento a noi riferito che invece è assolutamente fattibile.
Quindi possono viaggiare i farmaci e non i pazienti e finalmente c’è chi è disposto ad offrire questo importante servizio. Pronti a spedire i preparati e ad infonderli in loco. Ma serve un’apertura da parte dell’ASP di Messina che invece è rimasta ad oggi sorda alle nostre numerose richieste. Quanti pazienti si sarebbero già potuti curare in questi anni, quante risorse economiche risparmiate per le famiglie eoliane costrette a viaggiare per le terapie e per le terapie del dolore? Quanti disagi in meno oltre quelli cagionati dalla malattia?

LA POLITICA ED I NUMERI

Si è percepito che la politica dei voti non vuole perdere il suo potere sul territorio e da qui certamente le resistenze all’arrivo del policlinico (struttura pubblico/universitaria con grandi risorse e professionalità). Ma non demordiamo ed il Rettore Dr. Cuzzocrea è stato molto determinato, oltre ad essere costantemente apparso attento, consapevole e sensibile alle problematiche che affliggono i pazienti eoliani. Ha quindi deciso di riconvocare possibilmente entro fine mese, un’altra riunione del tavolo tecnico.
Si è discusso anche di altre opportunità ma ne parleremo in seguito perché era importante evidenziare la prima grande verità.

Centro regionale per l'Impiego la protesta si allarga anche a Messina e Provincia...

ghj.jpeg

turmalin.jpg