maurizio-vulcano.png

Vulcano di nome e di fatto, l’amore dei genitori nato alla Capannina, il padre con la musica...

in giro fra costa azzurra e la bella Italia, il Pirata il locale francese dove si buttavano i piatti in mare a fine cena, la foto esclusiva con Andreotti, il patto con vulcano, l’amore per Capo Grillo, il finocchietto raccolto alle 7 del mattino, la riconoscenza per gli eoliani, la scuola le creature preparate con l’arte antica per il gusto d’oggi e… 

 

 

DA MILANO IN LINEA IL FIGLIO DI "DON GINO"

4c0cc2dc-55e2-49d5-afbf-e00b6c068f7c.JPG

di Roberto Vulcano

Bartolino buon giorno
Ho ascoltato l’intervista che Gennaro ha fatto al sig. Maurizio Vulcano, nell’introduzione affermava che a Lipari c’era un Gino Vulcano che aveva una trattoria.
Volevo precisare che mio papà è ancora vivo ha una certa età qualche acciacco ma c’è.

È vero che aveva una trattoria e per l’acquisto della carne si serviva proprio da Suo papà che io da ragazzino andavo a ritirare.
Poi converti’ la trattoria in bar dove faceva delle pizzette fritte e ogni anno che vengo a Lipari incontro sempre molte persone che mi dicono ah le pizzette di don Gino e mi stupisco che hanno ancora questo ricordo dopo tanti anni.

Certo erano altri tempi dove non c’erano pane cunzato spriz è molto altro ma forse questo piccolo bar soprattutto in inverno era un ritrovo per i ragazzi dell’epoca.

Ho vissuto a Milano e adesso che sono in pensione ho un appartamento a Lipari e faccio 7 mesi a Milano e 5 a Lipari che è l’isola della mia giovinezza con tanti ricordi
Purtroppo non ho delle foto, ovvero ho delle diapositive da qualche parte in cantina in quanto lavoravo nel campo della fotografia e si utilizzavano le diapositive.

Volevo fare un cordiale saluto a Gennaro e Bartolino che conosco da giovani e al caro Salvatore che da ragazzini e appassionati di vespini ogni tanto ci si confrontava a Marina Lunga assieme a Roberto Mezzapica e Felicino Famularo Cordiali saluti..

rando_filicud2.jpg