Bonus pubblicità, modello aggiornato e istruzioni.

copertine_agevolazioni_bonus_pubblicità_2023.png

Confermato anche per il 2023 il Bonus Pubblicità, che torna al regime “ordinario”.
Infatti, a partire dal 1 gennaio 2023 il credito d’imposta sarà pari al 75% del valore incrementale (2023 vs 2022) degli investimenti in campagne pubblicitarie effettuati sulla stampa quotidiana e periodica, anche on line.
È richiesto un incremento minimo dell’1% rispetto agli analoghi investimenti dell’anno precedente. Approfittane!

Nella finestra temporale compresa tra il 9 gennaio e il 9 febbraio 2023 i soggetti che hanno presentato la comunicazione per l’accesso al “bonus pubblicità”, relativo agli investimenti effettuati nell’anno 2022, dovranno presentare la dichiarazione sostitutiva per confermare gli investimenti pubblicitari effettuati.

Tale comunicazione dovrà essere inviata per via telematica utilizzando il modello aggiornato, scaricabile dal sito del Dipartimento per l’informazione e l’editoria.

Scarica e stampa il calendario 2023 del Notiziario

318464339_5680157505403560_183921758779110117_n.jpg

foto Fabio Famularo

AGGIORNAMENTO. Prosegue a Stromboli l’emissione di lava dal cratere nord del vulcano, lo stesso dal quale ieri si sono generati diversi flussi piroclastici, il più consistente dei quali ha generato un’onda di tsunami, alta un metro e mezzo. Il flusso lavico, al momento, sta percorrendo il camminamento naturale della Sciara, raggiunge la linea di costa e sembra essere bene alimentato. Sull’isola oggi resteranno chiuse le scuole. Il sindaco di Lipari dopo un briefing, che si terrà al Coc (Centro operativo comunale), con i centri di competenza che monitorano lo Stromboli e con i Dipartimenti di Protezione civile nazionale e regionale, deciderà se fermare, momentaneamente, le escursioni sul vulcano.

Il Dipartimento della Protezione Civile ha disposto ieri il passaggio di allerta per il vulcano Stromboli dal livello giallo ad arancione e l’attivazione della fase operativa di preallarme.
«Tale decisione - si legge in una nota -, è stata adottata alla luce delle valutazioni emerse durante la riunione con i Centri di Competenza e il Dipartimento della Protezione Civile della Regione Siciliana, riunione convocata in seguito alle attività del vulcano, ovvero l’inizio di una fase eruttiva con un trabocco lavico dall’aerea craterica Nord e un flusso piroclastico che ha rapidamente percorso la Sciara del Fuoco raggiungendo il mare, accompagnato da crolli e frane lungo la parete del Vulcano. Tali fenomeni hanno, inoltre, generato un’onda di maremoto che non ha registrato danni a persone o cose».

I SERVIZI DEL TG2 E DI ITALIA1

VIDEO

evidenza-sito-passaggio-allerta-arancio-stromboli.png

L’innalzamento dell’allerta - spiega la Protezione Civile - determina il potenziamento del sistema di monitoraggio del vulcano e del raccordo informativo tra la comunità scientifica e le altre componenti e strutture operative del Servizio nazionale della protezione civile. «Il Dipartimento - continua la nota - condivide tali informazioni con la struttura di protezione civile della Regione Siciliana che, soprattutto in relazione a scenari di impatto locale, allerta le strutture territoriali di protezione civile e adotta eventuali misure in risposta alle situazioni emergenziali. Il sindaco del Comune di Lipari, che ha preso parte alla riunione, sarà costantemente informato sull’evoluzione della situazione in modo da poter garantire una costante e corretta informazione alla popolazione e l’adozione di tutte le misure di prevenzione necessarie». La Protezione civile invita inoltre la popolazione dell’isola a tenersi informata e «ad attenersi scrupolosamente alle indicazioni 

Terremoto_Eolie-625x350.jpg

Stromboli - Non si arresta il movimento tellurico in Sicilia, nella zona del Tirreno meridionale. Ancora scosse di terremoto sono state registrate a pochi chilometri di distanza dalle isole Eolie.

Il sisma è stato rilevato dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, alle 6,49 di stamattina, a nord dell’isola di Stromboli. La scossa di terremoto ha avuto una magnitudo di 3.1, con una profondità di 292 chilometri.(gds.it)

318309007_735282081294323_8048197984393741726_n.jpg

Stromboli - L'isola riparte dopo la paura per la nuova eruzione con crollo di parte del costone e con onda anomala di un metro e mezzo che non ha causato danni.

Per precauzione era scattato l'allarme con fuoriuscita di tutte le navi e aliscafi dai porti di Milazzo e di Lipari con allerta anche nelle coste tirreniche e calabre, poi a distanza di qualche ora rientrata.

Ripartono i collegamenti con l'arrivo del primo aliscafo da Milazzo che ha permesso ad isolani di sbarcare e partire. Da ieri pomeriggio dopo l'allarme onda anomala le corse erano state sospese. La nottata è passata tranquilla. Il parroco Giovanni Longo per eventuali necessità ha tenuto aperta per tutta la notte la Chiesa di San Vincenzo. 

"Oggi le scuole di Stromboli resteranno chiuse - comunica la delegata municipale Carolina Barnao - è una misura di prevenzione del rischio derivante dalle ceneri vulcaniche che potrebbero piovere sull’abitato in conseguenza degli eventi franosi in corso.

Per lo stesso motivo saranno distribuite a chi ne ha bisogno le mascherine chirurgiche da indossare in caso di ricaduta di ceneri.
Dalle 9:00 alle 11:00 in chiesa ci sarà un volontario dell’Associazione Vis addetto alla distribuzione".

A seguito della comunicazione pervenuta alle ore 16,24 in merito alla rilevazione di un’onda di maremoto quantificata in circa 1,5 metri dalle boe di rilevamento poste in prossimità della “sciara del fuoco” di Stromboli, è stato immediatamente attivato in Prefettura il Centro Coordinamento Soccorsi (CCS) per il monitoraggio della situazione e l’adozione delle attività di coordinamento eventualmente necessarie.

Dagli accertamenti immediatamente condotti con la collaborazione della Capitaneria di Porto che, tramite l’ufficio Circondariale di Lipari, ha disposto l’uscita di una motovedetta che si è portata da Lipari verso Stromboli per intercettare la preannunciata onda così da valutarne meglio la portata, ed in stretto raccordo con l’Arma dei Carabinieri ed il Sindaco di Lipari che aveva, nel frattempo, insediato il Centro Operativo Comunale, è stato possibile accertare che l’onda di maremoto si è progressivamente affievolita tanto da non comportare nessun fenomeno sulla terraferma, sia delle isole Eolie che delle coste siciliane o comunque recare disturbo alla navigazione.

Le attività del CCS, al quale stanno al momento partecipando Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Corpo Forestale regionale, Capitaneria di Porto DRPC e Polizia Metropolitana, proseguono per un ulteriore approfondimento della situazione e, altresì, per monitorare la ricaduta di cenere registrata, a seguito della attività effusiva, in località “Piscità” e che, al momento, ha comportato l’allontanamento di otto persone residenti in quella zona.

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, nell'ultimo bollettino comunica che il grosso flusso piroclastico delle ore 15:19 è continuato per diversi minuti producendo abbondante cenere che ha temporaneamente impedito la vista della zona sommitale. Alle 15:40 si è potuto osservare una colata lavica che si è incanalata lungo la Sciara del Fuoco e che alle 16:00 circa è arrivata alla linea di costa. Quando la nube di cenere si è diradata, si è potuto osservare che continua l’attività esplosiva alle bocche dell’area craterica nord. Il materiale fine viene disperso da deboli venti in direzione sud-ovest.

Dal punto di vista sismico, a partire dalle ore 14:00, si è osservato un incremento dell'ampiezza del tremore vulcanico che ha raggiunto livelli molto alti intorno alle ore 15:00 in concomitanza del flusso piroclastico delle ore 14:31. Alle ore 15:19 si è osservato un segnale sismico, di notevole ampiezza, riconducibile ad un secondo flusso piroclastico. Attualmente l'ampiezza del tremore vulcanico si attesta sui livelli medi.

I segnali delle reti di monitoraggio delle deformazioni del suolo non mostrano variazioni di rilievo. La stazione clinometrica di Timpone del fuoco ha mostrato una variazione impulsiva in corrispondenza del flusso piroclastico delle 15:19.

Immagine WhatsApp 2022-12-04 ore 19.17.07.jpg

foto e video di Caludio Utano

Rassegna stampa GDS.IT

La nuova eruzione dello Stromboli, tra spettacolo e preoccupazione

Nuovo terremoto alle Eolie, scossa di magnitudo 3.1 a nord di Stromboli

Lo Stromboli si risveglia e dà spettacolo, la Sciara del Fuoco causa un’onda tsunami

«Una scossa fortissima, siamo subito scappati fuori»: il racconto del terremoto a Lipari

Eolie, terremoto magnitudo 4.6: frane in mare, gente per strada, scossa sentita anche a Messina

I conti della Regione, serve una norma «Salva Sicilia» per metterli a posto

Influenza australiana, boom di casi in Italia soprattutto tra i bambini: sintomi e contagio

Concorso guardia di finanza, bando da 1.410 posti aperto anche ai diplomati: chi può partecipare

Siciliani famosi nel mondo, consegnato ad Agrigento il Premio Telamone: ecco i nomi

NOTIZIARIOEOLIE.IT

4 DICEMBRE 2022

menalda.jpg