Eventi e Comunicazioni

agevolazioni_bonus_pubblicità_2024.jpg

"Con il Notiziario delle Eolie Bonus pubblicità con credito d'imposta al 75%" 

Dettagli...

426341941_10229366072929820_376444531295561263_n.jpg

426520091_10229366073289829_1403071423848883467_n.jpg

Bormio è una perla del turismo italiano, garantendo chilometri di piste sciistiche e assoluto relax negli storici impianti termali.

Piccolo comune della provincia di Sondrio, in Lombardia, con 3500 abitanti e con una presenza turistica di oltre 50 mila vacanzieri.. E' in Alta Valtellina, in una location suggestiva, il Parco Nazionale dello Stelvio. I cittadini si ritrovano al centro delle Alpi, il che ne fa un luogo particolarmente turistico.

La maggior parte dei visitatori si concentra nella stagione invernale, tra le piste da sci e le terme. C’è altro però da ammirare, con ampie vallate nelle quali potersi perdere, restando ore e ore ad ammirare gli splendidi paesaggi. Le origini sono molte antiche, considerando come in epoca romana si conoscessero già le fonti termali, così come le valli. Le prime documentazioni sulla storia della città risalgono però all’anno mille.

426341955_10229366073489834_4035365594573007221_n.jpg

426367413_10229366074009847_6505799710724642554_n.jpg

La città era nata con intenti commerciali. Dopo la Seconda Guerra Mondiale però si è assistito a un boom turistico. L’antica storia cittadina fa in modo che ogni suo luogo abbia un’enorme rilevanza. Piazza Cavour è ricca di edifici storici, mentre il Cortivo un tempo vedeva riunirsi l’assemblea, mentre nel Kuerc si radunava il popolo. L’intera piazza è dominata dalla Torre delle Ore, che risale alla fine del Quattrocento.

Nel cuore dell’Alta Valtellina si trova la skiarea di Bormio, immersa in quello che è il panorama mozzafiato del Passo Stelvio. Sono presenti tre comprensori, per un totale di 115 km di piste. Nello specifico vengono offerti 50 km del comprensorio di Bormio, con 15 impianti di risalita, 35 km di piste per il comprensorio di S. Caterina Valfurva, con 9 impianti di risalita, e 30 km per il comprensorio di S. Colombano, con 12 impianti di risalita.

Un totale di 115 km per tutti i tipi di sciatori, principianti ed esperti. Ritrovarsi in questi luoghi vuol dire cimentarsi in discese in grado di far sentire chiunque un vero campionato. 

Nonostante la maggior concentrazione sia in inverno, la possibilità di sciare qui è garantita tutto l’anno, considerando come da novembre ad aprile siano aperte le piste a Bormio, mentre da maggio a novembre ci si può cimentare sulle piste del Passo dello Stelvio (area sciabile estiva più vasta delle Alpi).

427701724_10229366073089824_5600219922905985872_n.jpg

426531771_10229366073889844_2196985127179904196_n.jpg

Come detto, Bormio è particolarmente nota per le proprie terme. Sono tre gli impianti, a partire dalle Terme di Bormio, ovvero quelle pubbliche, sito nel centro del paese.

All’esterno della cittadina, in una zona particolarmente suggestiva, sono siti i QC Bagni Vecchi e QC Bagni Nuovi. Qui sarà possibile godere del panorama offerto dal versante della montagna, che affaccia sulla valle. In questi due impianti a dominare è il lusso. Tutti i crismi di una struttura moderna vengono rispettati, ma molti turisti preferiscono affidarsi interamente alle bellezze naturali, senza un eccessivo tocco artificiale umano.

È questo il caso della Pozza di Leonardo da Vinci, che si trova appena fuori dal centro di Bormio. Sul luogo non è possibile trovare alcuna indicazione, dunque è necessario conoscerne l’esatta posizione, affidandosi ai locali.

I cittadini hanno realizzato una vasca di pietra e sassi, utile per raccogliere l’acqua termale prima che si riversi interamente nel torrente Braulio. Si tratta dunque di terme gratuite. Tutto o quasi viene dunque lasciato all’opera naturale, con 8-10 persone che possono serenamente gustarsi i 36 gradi delle acque.

VIDEO

castalia17.jpg