119900129_10221394787932677_7797825520488118245_n.jpg

119908216_10221394982337537_283269447096127436_n.jpg

Lipari - consiglio comunale con Imu al 10,6. Presenti 9 consiglieri, assenti 7. In aula il sindaco Marco Giorgianni, il dirigente Francesco Subba e i revisori dei conti Emanule Lasagna Liuzzo (Presidente) di Modica e Antonino Biondo Antonino (Componente) di Barcellona.

All'odg anche la situazione finanziaria dell'Ente

I consiglieri di maggioranza hanno presentato un odg per invitare l'amministrazione dal 2021 a seguire a riportare  l'Imu alla precedente aliquota

Contestazioni in aula da parte di Francesco Rizzo e Adolfo sabatini per l'assenza dei revisori dei conti ecc.

Il presidente Giacomo Biviano stanno per arrivare.

Relaziona il sindaco Marco Giorgianni annunciando tutti i benefici economici che sono in arrivo sia a livello nazionale che regionale che permeteranno di chiudere il bilancio che dovrà essere approvato entro fine mese ma potrebbe esserci una proroga fino a novembre. E ha ribadito tutto il disastro che c'è con l'idrico soprattutto a livello economico che rischia seriamente di mettere in crisi l'Ente.

Francesco Rizzo: mi rivolgo ai revisori dei conti per la ditta che hanno fatto alla luce dei mancati introiti per l'idrico e i rifiuti. C'è anche la diffida dell'assessorato regionale che invita a gestire il nuovo impianto di Vulcano con nuovi costi per l'ente. 

Anche Gesuele Fonti si è soffermato sulle difficoltà che si prospettano con l'idrico, ripercorrendo la vicenda Amam. L'idrico addirittura potrebbe aumentare dell'80%.

Adolfo Sabatini: abbiamo il dovere di prenderci le nostre responsabilità e ci tengo a dire che non si tratta di un aumento dell'imu. I problemi ci sono e sono di ordine economico. Ma sono in arrivo dei quattrini e potremmo far quadrare i conti.

Approvato l'odg di Rifici e anche l'aumento dell'Imu.

IMU, DURISSIMA NOTA DEL CONSIGLIERE FULVIO PELLEGRINO

downloadfp.jpg

di Fulvio Pellegrino

Ieri in Consiglio Comunale abbiamo assistito all'esecuzione di una preconfezionata decisione che colpisce tutti noi cittadini.

Il consigliere Fabiola Centurino sempre assente, oggi è stata sollecitata a presenziare, l'immagine è quella del teatro pittoresco di Pinocchio dove ci sono i burattini di legno che
Muovono perchè qualcuno decide di muoverli, povertà della libertà
Abbiamo assistito al comportamento di un Consigliere di minoranza Francesco Rizzo che si è sottratto alla posizione assunta dai consiglieri di opposizione e da lui inizialmente Condivisa per poi accomodarsi in separata sede con primo cittadino, chiedendo sospensione del consiglio, e
poi in conseguenza tradire i consiglieri di opposizione in aula tanto da garantire il numero legale cosi da far votare i presenti della maggioranza l'aumento dell'IMU con il primo cittadino e rimanere in aula garantendo cosi il numero legale per la votazione dell'aumento dell'IMU.

Abbiamo assistito ad interventi di consiglieri che in strada sparlano a zero contro l'amministrazione poi in Consiglio si comportano come ostaggi.
Oggi è il giorno in cui la politica a Lipari ha toccato veramente il fondo
della bottiglia. I cittadini ovviamente non tutti dovranno pagare e pagare l'aumento IMU.
Quale consigliere comunale mi sono opposto a tale volontà. Da domani chiederò a chi di competenza del Comune quanto è necessario per accertare chi ha pagato l'IMU in questi anni, chi la deve pagare, quanto credito ha il Comune alla voce IMU e se sono state fatte le richieste di pagamento.
Continuerò a fare politica per il bene del Comune di Lipari, per la verità,
onestà e libertà.

*Consigliere

IL COMMENTO 

downloadms.jpg

di Michele Sequenzia

Che bello l’intervento del consigliere, Fulvio Pellegrino! Leggerlo fa bene al cuore. Rinfranca. Magnifica voce che spazza via ipocrisia, conformismo, canto libero, pensiero onesto, una gran brava persona.

119895354_10221394806853150_4540176819965285775_n.jpg

119943176_10221394923176058_3883341875435297734_n (1).jpg

NOTIZIARIOEOLIE.IT

Consiglio comunale su debiti fuori bilancio. All'odg somme per oltre 650 mila euro. In aula 8 consiglieri, il sindaco Marco Giorgianni, l'assessore Max D'Auria, il dirigente Francesco Subba e il funzionario Natalino Furnari che sta relazionando.sui debiti.

Sul debito dell'Ato di 207 mila euro alla luce delle polemiche che vi sono state nei precedenti consigli ha riferito che sarà ritirato perchè è intenzionato a richiedere un parere legale.

Il presidente Giacomo Biviano ha letto una nota del dirigente Francesco Subba sull'Imu sostenendo che visto che è tra gli ultimi punti all'ordg ha evidenziato che c'è la necessità di trattarlo con urgenza insieme al regolamento. E ha proposto di anticparlo all'odg.   

Gesuele Fonti: posso essere d'accordo se c'è la garanzia che si tratteranno tutti i punti, debiti in testa visto che potrebbe esserci un danno per l'ente. Ricordo che anche questo consiglio si sta tenendo grazie alla minoranza che garantisce il numero legale.

Raffaele Rifici: occorre fare un consiglio solo sui debiti

La proposta viene approvata. Si trattano regolamento e Imu 2020.

Fulvio Pellegrino: visto che la maggioranza non c'è propongo di rinviare l'argomento ad altra seduta. La proposta non passa.

Sull'imu interviene il dirigente Subba: c'è la necessità di approvare la nuova aliquota al 10,6 (prima 8,6) ed entro anche perchè entro settembre si dovrà approvare il bilancio. la necessità c'è anche per la questione idrica che comporta spese non indifferenti. 

Fonti: sono stato sempre contrario all'aumento di tributi e lo sarà anche adesso. Con questo aumento posticiamo di un anno il dissesto dell'Ente. Noi per essere chiari non permetteremo questo aumento. Noi lasceremo il consiglio e prego il presidente di convocare un nuovo consiglio urgentemente-

Giorgianni: non c'è piu' il numero legale ma voglio dire al presidente di convocare subito il consiglio per trattare i 2 punti ed evitare il dissesto. L'amministrazione non si riconosce nelle dichiarazioni di Fonti. Posso dire che fino ad ora abbiamo fatto di tutto per evitare il dissesto. Tra l'altro siamo ancora in attesa dei fondi del governo Conte per far quadrare il bilancio. Il problema del Comune purtroppo oggi è il costo dell'idrico causato dal contenzioso che è scattato con l'Amam. Tra l'altro non è giusto che il Comune per l'acqua debba pagare ogni anno un milione 750 mila euro quanto questo costo dovrebbe essere a carico dello Stato cosi' come anche sanito dalla Corte Costituzionale.

Peppe Finocchiaro: penso che sia fondamentale l'aumento dell'Imu per evitare il dissesto e garantire l'equilibrio del bilancio. 

In aula solo 5 consiglieri e cade il numero legale

L'ELENCO. 1) Ato Eolie 207 mila euro; 2) Peppe Casella 2.440 per pulizia torrente; 3) Peppe Casella 21.904 pulizia torrente; 4) Peppe Casella 8 mila 666 pulizia torrente; 5) Bel Mar 1981 condotta idrica; 6) Eolian Service per ex discarica Lami 15 mila 203; 7) Laboratorio Ambientale e Sicurezza di Messina 14 mila 792 ex discarica Lami; 8) dipendenti comunali per cause 19 mila 587; 9) Risarcimento danni stradali 40 mila 598; 10) Società Consortile Lipari Parcheggi di Milazzo 312 mila 473; 11) debito Guarino Rosa importo non specificato; 12) debito Guarino Rosa e company importo non specificato. 

DOMANI ALLE 10 NUOVO CONSIGLIO COMUNALE SU SANITA' E SABATO ALLE 11 CIVICO CONSESSO SU REGOLAMENTO E IMU 2020

Non c'è numero legale salta il consiglio comunale con un bel "carico" di debiti fuori bilancio. Oltre 650 mila euro... Presenti sei consglieri della minoranza ed uno della maggioranza.

Sicilia: da governo Musumeci Piano Covid da 278 mln

Il governo Musumeci è pronto a sostenere l'imprenditoria siciliana per rimettere in moto l'economia dell'Isola messa a dura prova dall'emergenza Covid. Il Piano messo a punto, dopo l'approvazione della legge di stabilità regionale, prevede una prima tranche di interventi da 278 milioni di euro che provengono dal Po Fesr ed è stato presentato stamane, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Orleans, alla presenza del presidente della Regione Nello Musumeci e degli assessori alle Attività produttive Mimmo Turano, al Turismo Manlio Messina, all'Istruzione Roberto Lagalla, alle Infrastrutture Marco Falcone e all'Economia Gaetano Armao.

«C'è stato - ha sottolineato il governatore - un proficuo lavoro di confronto e di concertazione con tutti i gruppi parlamentari dell'Ars e così è stato possibile individuare una serie di obiettivi in maniera realistica e concreta, tenendo conto delle cose possibili». Queste prime risorse a disposizione saranno ripartite tra: microimprese (con un budget totale di 125 milioni di euro), settore turistico (75 milioni di euro), scuola (38 milioni di euro), editoria (10 milioni di euro), confidi (20 milioni di euro) e servizi di trasporto (10 milioni di euro).

«Un sostegno concreto - ha assicurato il presidente Musumeci - che dovrà arrivare al più presto a destinazione, senza alcuna perdita di tempo. Andremo avanti con altri bandi a seconda della reazione che registreremo su questi primi avvisi. Ho raccomandato che i bandi fossero più snelli possibili, si tratta di un intervento emergenziale, perché le disponibilità finanziarie devono arrivare subito alle imprese, che sono in condizioni cianotiche».

Il governatore ha sottolineato che «il Piano è stato frutto di un processo di confronto, di concertazione con tutti i gruppi parlamentari della coalizione di governo e opposizione. Ci siamo incontrati, abbiamo comunicato i nostri obiettivi, dal Parlamento sono arrivate le proposte integrative e la legge di stabilità 2020 è stata varata col proposito prioritario di dare sostegno agli operatori economici. In questi mesi ci sono state inevitabili polemiche sui ritardi, ma davvero siamo serenamente convinti di non avere perso un solo giorno per potere arrivare ad oggi in tempi ragionevolmente brevi. Abbiamo dovuto aspettare il 13 luglio, per sapere se il nostro bilancio fosse stato impugnato o meno dal Consiglio dei ministri,e da allora abbiamo lavorato assieme alla burocrazia per raggiungere questo primo risultato».

Al via, dunque, i bandi che permetteranno di ottenere i contributi e per quanto riguarda le imprese, come ha spiegato l'assessore Turano, si procederà con un click day, attraverso una piattaforma informatica dedicata (https://siciliapei.regione.sicilia.it).

Per il settore turistico, come ha chiarito l'assessore Messina, saranno a disposizione 640 mila voucher validi fino al 2023 e si punterà ad acquisire servizi in tutta la filiera in base ai codici Ateco. Due le fasi previste: nella prima si potranno acquistare i servizi che, in un secondo momento, saranno inseriti all'interno di una piattaforma multimediale alla quale avranno accesso solo operatori siciliani. Sono previsti pernottamenti di almeno tre giorni, ma anche sconti sui biglietti aerei.

L'assessore Lagalla ha annunciato che il governo, al di là di queste prime risorse, è impegnato a destinare alla scuola complessivamente 120 milioni di euro a riprova di una rilevante sensibilità verso questo settore. A beneficiare del sostegno, ha spiegato l'assessore Falcone saranno anche i tassisti, i titolari di noleggio con conducente, ma anche i proprietari di veicoli a trazione animale che hanno subìto perdite durante il periodo del lockdown e nei mesi successivi.

Nel corso dell'incontro con i giornalisti, l'assessore Armao ha annunciato che nel corso della riunione di giunta svoltasi ieri sera è stata inoltre approvata una misura da 70 milioni di euro destinata a professionisti e partite iva siciliane, risorse già disponibili e gli incentivi saranno gestiti attraverso una piattaforma informatica dedicata.

Guarda i video suIl Notiziario si YoutubeSeguici su  logo facebook-piccolo logo twitter 
Condividi il "Notiziario" pubblica gli articoli sul tuo profilo 

Eolie siti utili isoleolie.it - vacanzeeolie.it 
alberghieolie.com - eolianinelmondo.com 
eolieintouch.it - casevacanza.isole-eolie.com

AMAPANAREA.jpg